Autore Topic: Anniversario della morte di Senna  (Letto 431 volte)  Share 

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Online cicciograna

  • *
  • Registrazione: Nov 2009
  • Post: 10581
  • Sesso: Maschio
  • Ho visto un ciuccio volare ♪ ♫ TACI MISERABILE ♪ ♫
    • Me
Anniversario della morte di Senna
« il: 01 Maggio, 2019, 21:05:30 pm »
25 anni fa moriva Ayrton Senna. Avevo 9 anni, ero piccolino, ma ricordo che la cosa fece molto scalpore.

Mi sono andato a leggere un poco la pagina Wiki relativa alla sua morte, ed ho scoperto che pare quasi che il Cosmo stesso gli avesse detto "non gareggiare, non gareggiare", visto che il giorno prima Barrichello aveva avuto un brutto incidente, ed il giorno stesso un altro pilota, Roland Ratzenberger, si era schiantato ed era morto, due eventi che avevano lasciato un'impronta profondissima su Senna.

Attorno a questo pilota ho sempre avvertito una sorta di presenza mistica, un carisma fuori dal comune. Voi più grandicelli di me che opinione avete di tutta quella faccenda? Come la ricordate, che impressioni vi sono rimaste?
Vi assicuro che non sono questi anni a fare schifo, ma che l'umanità in se fa schifo
Per il Corriere di Romagna [DeLa] avrebbe fatto un sondaggio esplorativo per il neo fallito Cesena
Per noel la vita è un incubo senza fine

Offline noel

  • *
  • Registrazione: Ott 2009
  • Post: 17286
  • Sesso: Maschio
Re:Anniversario della morte di Senna
« Risposta #1 il: 02 Maggio, 2019, 00:40:56 am »
Il Dio della F1, quella vera.
Rip

Offline FistingTopo

  • *
  • Registrazione: Giu 2011
  • Post: 22291
  • Località: Napoli
  • Sesso: Maschio
  • Bidone della spazzatura nel cuore ! ich liebe dich
Re:Anniversario della morte di Senna
« Risposta #2 il: 03 Maggio, 2019, 18:07:20 pm »
25 anni fa moriva Ayrton Senna. Avevo 9 anni, ero piccolino, ma ricordo che la cosa fece molto scalpore.

Mi sono andato a leggere un poco la pagina Wiki relativa alla sua morte, ed ho scoperto che pare quasi che il Cosmo stesso gli avesse detto "non gareggiare, non gareggiare", visto che il giorno prima Barrichello aveva avuto un brutto incidente, ed il giorno stesso un altro pilota, Roland Ratzenberger, si era schiantato ed era morto, due eventi che avevano lasciato un'impronta profondissima su Senna.

Attorno a questo pilota ho sempre avvertito una sorta di presenza mistica, un carisma fuori dal comune. Voi più grandicelli di me che opinione avete di tutta quella faccenda? Come la ricordate, che impressioni vi sono rimaste?

Credo che al tempo assento ne avevo 5 di anni .... il primo ricordo nitido della F1 è stato quello del duello tra Schumacher e Jacques Villeneuve. Poi chiaramente viene la conoscenza postuma.

Pilota velocissimo quando la F1 era ancora ''manuale'' e portare uno di quei bestioni era uno stress fisico e mentale molto elevato (al contrario dei giorni nostri dove si lavora piuttosto di fioretto e dove tutto oramai è diventato elettronico). La prima sfortuna di Senna è stata quella di aver incontrato sulla sua strada un certo Alain Prost. Il Francese forse era meno veloce in linea di massima, ma era un freddissimo calcolatore e questa qualità era importantissima a suo tempo per portarsi un mondiale a casa. Questo però ha giovato allo spettacolo, e in assoluto la rivalità Senna-Prost rimane ancora oggi quella più importante e spettacolare, ancor più di quella Hunt-Lauda o Schumacher-Hakkinen.

Sfortuna è stata anche quella di aver deciso di passare alla Williams quando la macchina, nel periodo post Prost, era in riassetto .... infatti Senna diceva sempre che quella macchina era inguidabile, è l'abitacolo era veramente troppo stretto (e nonostante ciò riusciva a fargli fare una porca figura). In quegli anni inoltre si stavano lanciando alcuni piloti di valore, tra cui un certo Schumacher che aveva a suo tempo già le stigmate del predestinato.

La gara a San Marino fu ancora più sfortunata ... la morte di Ratzenberg (o come si chiama non ricordo) lo aveva scosso e infatti decise di correre quella gara con la bandiera austriaca. Il giorno prima della gara aveva chiesto una modifica al piantone (l'asta retrostante il volante giusto p fa capi) perché troppo lungo e gli impediva una buona visuale sugli indicatori della plancia, quindi fu letteralmente ''saldato manualmente'', una roba folle dato che non avrebbe mai retto alle sollecitazioni di quella F1 e infatti alla curva Villeneuve, si ruppe il piattone, e l'unica cosa che poté fare Senna è frenare visto che la macchina era ingovernabile.

Ma la roba ancor più sfortunata è che una parte della sospensione inseguito all'incidente si è staccata andandosi a infilare tra il casco e la visiera, e andando a sfondare l'osso temporale del cranio (la parte laterale del cranio, retrostante la giuntura della mascella). Ci sono dei video in cui si vede la testa penzolante del pilota, segno che l'incidente era gravissimo. Altre immagini (si trovano anche su internet e youtube) mostrano i primi soccorsi, e per terra si nota una enorme pozza di sangue. In brevissimo tempo il pilota perse 3 litri di sangue, ma ad averlo ucciso credo siano stati i fortissimi danni cerebrali. Per il resto illeso, e infondo altri incidenti simili, persino a velocità maggiori, non avevano mai costato la vita del pilota.

Per la serie quando il padreterno ha deciso di chiamarti, non ci puoi fare un cazzo .... paradossalmente Senna in quel periodo aveva deciso che avrebbe appeso la Williams a fine anno per andare alla Ferrari  :look: qualche anno dopo, la Ferrari punto su Schumacher.

Offline calvin

  • *
  • Registrazione: Dic 2009
  • Post: 31070
  • Località: Napoli
  • Sesso: Maschio
Anniversario della morte di Senna
« Risposta #3 il: 03 Maggio, 2019, 18:35:25 pm »
Premesso che la formula 1 è lo sport che mi piace di meno di tutti, proprio non fa altro che annoiarmi e ripremesso che già si tempi di Senna la F1, a detta di chi l'amava, era scesa tantissimo (con scuderie molto distanziate e pochi sorpassi) ma posso confermarti che Senna aveva un aura tutta particolare...era un personaggio molto più grande di quanto fosse un grande pilota.
fare sesso con le proprie opinioni rende più ciechi che farsi le seghe!