Autore Topic: La grande bellezza (Paolo Sorrentino, 2013)  (Letto 14904 volte)  Share 

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline Alemao

  • *
  • Registrazione: Giu 2011
  • Post: 19747
  • È ora di dire pasta alle diete crudeli.
Re:R: La grande bellezza (Paolo Sorrentino, 2013)
« Risposta #40 il: 30 Ottobre, 2013, 17:18:55 pm »
Toni Servillo è nu mostro, ma veramente nu mostro.

A teatro.

John Belushi? No, più simile a Germano Bellavia

Offline Starfred

  • *
  • Registrazione: Feb 2011
  • Post: 51131
  • Sesso: Maschio
  • intellettuale
R: Re:R: La grande bellezza (Paolo Sorrentino, 2013)
« Risposta #41 il: 30 Ottobre, 2013, 17:30:38 pm »
A teatro.

Pure al cinema, non ti preoccupare.
a meno che non sei una sedicenne alle prese con l'arrapamento adolescenziale, questa è veramente gente di merda.

Offline GeppiGeppi

  • *
  • Registrazione: Ago 2013
  • Post: 17153
  • Hysaj, djale shqiptar.
R: La grande bellezza (Paolo Sorrentino, 2013)
« Risposta #42 il: 30 Ottobre, 2013, 17:32:34 pm »
La cosa migliore che ho visto nei film di Sorrentino è stato Giacomo Rizzo che ha fatto vedere come si porta avanti brillantemente un personaggio complicato e tragicomico in un film alzandolo di livello. E Rizzo è uno che mangia pane e teatro da quando è nato.
Poi c'è anche un momento momento Silvio Orlando che anche come attore teatrale non scarseggia.
Nel cinema italiano quello che manca, oltre alle storie da raccontare, sono anche i caratteristi che sotto la capacità del regista e all'umiltà di star come Mastroianni o Sordi per citarne alcuni, rendevano i film dei capolavori.
Oggi, invece, devo andare al cinema per vedere il buco del culo di registi e sceneggiatori che si beccano i soldi dallo stato per dire al mondo quanto sono belli e bravi. La peggiore feccia della borghesia romana. Dal primo all'ultimo, nessuno escluso.

Ndё she ulkun e grekun, vrahj grekun e le ulkun. (Proverbio albanese)
[Se vedi il lupo e il greco, uccidi prima il greco e lascia il lupo.]

Offline GeppiGeppi

  • *
  • Registrazione: Ago 2013
  • Post: 17153
  • Hysaj, djale shqiptar.
R: La grande bellezza (Paolo Sorrentino, 2013)
« Risposta #43 il: 30 Ottobre, 2013, 17:34:43 pm »
E anche Servillo fa parte di questo carrozzone indegno.
Una volta dall'estero guardavano il nostro cinema e i nostri attori di punta come un bambino guarda una giostra sapendo di non poterci salire.
Oggi ci guardano con schifo.

Ndё she ulkun e grekun, vrahj grekun e le ulkun. (Proverbio albanese)
[Se vedi il lupo e il greco, uccidi prima il greco e lascia il lupo.]

Offline Alemao

  • *
  • Registrazione: Giu 2011
  • Post: 19747
  • È ora di dire pasta alle diete crudeli.
Re:R: Re:R: La grande bellezza (Paolo Sorrentino, 2013)
« Risposta #44 il: 30 Ottobre, 2013, 17:37:19 pm »
Pure al cinema, non ti preoccupare.

Ma anche no. Troppo impostato e compassato per i tempi cinematografici. Ben diverso era Volonté, che è riuscito a coniugare meglio l'esperienza teatrale e cinematografica, portandosi appresso i pregi della prima ma non i difetti della stessa nel modo di recitare se rapportati a un film.

Oggi Servillo è un grande attore di cinema solo perché di grandi attori italiani non ce ne stanno proprio, così come lo stesso si può dire per i grandi film. il Cinema italiano è merda da almeno un decennio: sono d'accordo con Rocco Smitherson.
« Ultima modifica: 30 Ottobre, 2013, 17:38:41 pm da Alemao »

John Belushi? No, più simile a Germano Bellavia

Offline GeppiGeppi

  • *
  • Registrazione: Ago 2013
  • Post: 17153
  • Hysaj, djale shqiptar.
R: La grande bellezza (Paolo Sorrentino, 2013)
« Risposta #45 il: 30 Ottobre, 2013, 17:41:34 pm »
Esatto, è diventato una vera merda guardare il buco del culo della feccia borghese romana.
Preferisco  l'umiltà e la genialità di un Gianni Di Gregorio che ha girato due film deliziosi con pochi mezzi e tante idee piuttosto che un polpettone indigesto solo perché firmato Salvatores o Sorrentino.
Poi bisognerebbe anche sapere perché in tutti i film compare sempre Servillo e Buy. Insomma, sapere come vengono assegnati i fondi ai film.

Ndё she ulkun e grekun, vrahj grekun e le ulkun. (Proverbio albanese)
[Se vedi il lupo e il greco, uccidi prima il greco e lascia il lupo.]

Offline Starfred

  • *
  • Registrazione: Feb 2011
  • Post: 51131
  • Sesso: Maschio
  • intellettuale
R: Re:R: Re:R: La grande bellezza (Paolo Sorrentino, 2013)
« Risposta #46 il: 30 Ottobre, 2013, 17:57:21 pm »
Ma anche no. Troppo impostato e compassato per i tempi cinematografici. Ben diverso era Volonté, che è riuscito a coniugare meglio l'esperienza teatrale e cinematografica, portandosi appresso i pregi della prima ma non i difetti della stessa nel modo di recitare se rapportati a un film.


Ma non è vero :asd:
a meno che non sei una sedicenne alle prese con l'arrapamento adolescenziale, questa è veramente gente di merda.

Online Massimo Mauro

  • *
  • Registrazione: Ott 2009
  • Post: 25212
  • Località: Napoli
  • Sesso: Maschio
  • DEVI VINCERE!
Re:La grande bellezza (Paolo Sorrentino, 2013)
« Risposta #47 il: 30 Ottobre, 2013, 19:37:46 pm »
Ma jatevenne a cacà vuje e sti film e merda.
Adda venì Baffone!

Offline Ciù per cortesia

  • *
  • Registrazione: Giu 2012
  • Post: 6458
  • Sesso: Maschio
Re:La grande bellezza (Paolo Sorrentino, 2013)
« Risposta #48 il: 30 Ottobre, 2013, 19:38:38 pm »
Servillo è un fenomeno.

Offline GeppiGeppi

  • *
  • Registrazione: Ago 2013
  • Post: 17153
  • Hysaj, djale shqiptar.
R: La grande bellezza (Paolo Sorrentino, 2013)
« Risposta #49 il: 30 Ottobre, 2013, 19:43:11 pm »
Ma come fate a dire che Servillo è un fenomeno? Ja!
Il cinema in Italia è come quando il Napoli osannava Calaiò, ma era considerato grande giusto perché non avevamo più Maradona e anche perché non sapevamo che un giorno avremmo avuto Cavani, Lavezzi, Hamsik, Higuain, Behrami, Albiol, Callejon, Reina, Zuniga, Inler e tutta la sfaccimma che ci ha creato!

Ndё she ulkun e grekun, vrahj grekun e le ulkun. (Proverbio albanese)
[Se vedi il lupo e il greco, uccidi prima il greco e lascia il lupo.]

Offline Ciù per cortesia

  • *
  • Registrazione: Giu 2012
  • Post: 6458
  • Sesso: Maschio
Re:R: La grande bellezza (Paolo Sorrentino, 2013)
« Risposta #50 il: 30 Ottobre, 2013, 19:53:14 pm »
Ma come fate a dire che Servillo è un fenomeno? Ja!
Il cinema in Italia è come quando il Napoli osannava Calaiò, ma era considerato grande giusto perché non avevamo più Maradona e anche perché non sapevamo che un giorno avremmo avuto Cavani, Lavezzi, Hamsik, Higuain, Behrami, Albiol, Callejon, Reina, Zuniga, Inler e tutta la sfaccimma che ci ha creato!

Ma mettere sullo stesso piano sport e cinema non è che sia tanto logico poi, Servillo è un fenomeno non perchè sta in mezzo ad attori dilettanti, ma è un fenomeno in senso assoluto. E' bravo, è un attore polivalente che sa interpretare qualsiasi cosa gli si proponga: il genio, il pazzo, il politico, il cammorrista, il tipo snob, il ragioniere silenzioso e fa tutto in maniera egregia, ma egregia davvero entrando nel personaggio in maniera assurda dal linguaggio, passando per le movenze arrivando sino all'espressività. Fa cinema, fa teatro, fa i musical e fa tutto in maniera superlativa, cioè cosa lo renderebbe il Calaiò in mezzo ai Dalla Bona? Servillo, per me, non ha niente da invidiare a gente che oggi si contende gli Oscar.

Offline GeppiGeppi

  • *
  • Registrazione: Ago 2013
  • Post: 17153
  • Hysaj, djale shqiptar.
R: La grande bellezza (Paolo Sorrentino, 2013)
« Risposta #51 il: 30 Ottobre, 2013, 19:57:12 pm »
Mah, forse mi sono abituato per troppi anni a guardare film decenti con attori con palle quadrate. Poi ho lasciato questa passione per alcuni anni e ho ritrovato Servillo.
Toni è bravo, ma in un film di Elio Petri (giusto per fare un esempio) non avrebbe mai partecipato. Anzi, forse come comparsa.

Ndё she ulkun e grekun, vrahj grekun e le ulkun. (Proverbio albanese)
[Se vedi il lupo e il greco, uccidi prima il greco e lascia il lupo.]

Offline GeppiGeppi

  • *
  • Registrazione: Ago 2013
  • Post: 17153
  • Hysaj, djale shqiptar.
R: La grande bellezza (Paolo Sorrentino, 2013)
« Risposta #52 il: 30 Ottobre, 2013, 20:00:12 pm »
Ma forse per i livelli che abbiamo in Italia Servillo è il massimo che ci possiamo permettere.

Ndё she ulkun e grekun, vrahj grekun e le ulkun. (Proverbio albanese)
[Se vedi il lupo e il greco, uccidi prima il greco e lascia il lupo.]

Offline Ciù per cortesia

  • *
  • Registrazione: Giu 2012
  • Post: 6458
  • Sesso: Maschio
Re:R: La grande bellezza (Paolo Sorrentino, 2013)
« Risposta #53 il: 30 Ottobre, 2013, 20:11:31 pm »
Mah, forse mi sono abituato per troppi anni a guardare film decenti con attori con palle quadrate. Poi ho lasciato questa passione per alcuni anni e ho ritrovato Servillo.
Toni è bravo, ma in un film di Elio Petri (giusto per fare un esempio) non avrebbe mai partecipato. Anzi, forse come comparsa.

Ok, ma parli del cinema di 40 anni fa. Probabilmente nessun attore del momento può essere minimamente paragonabile a quella gente la, la gente che ha fatto la storia del cinema italiano e mondiale. Oggi il livello si è notevolmente abbassato in Italia, come all'estero.

Offline GeppiGeppi

  • *
  • Registrazione: Ago 2013
  • Post: 17153
  • Hysaj, djale shqiptar.
R: Re:Salvatore Bagni nuovo dg ??
« Risposta #54 il: 30 Ottobre, 2013, 20:14:57 pm »
salvator bagno dirigente ? una cosa inverosimile, nn ha capacit? dirigenziali, cmq se montali completasse l'area tecnica, un dg competente di calcio ci vorrebbe ancore, innegabile che il sogno sia marotta!
No no, all'estero non si è abbassato proprio per niente ed è per questo che fanno sempre grandi serie televisive, grandi film, ottimi attori con la possibilità di diventare grandi in vecchiaia mentre noi al massimo facciamo Don Matteo e ci vantiamo di Servillo che se vai all'estero non sanno nemmeno chi cazzo è.
In Italia a livello di pugnette abbiamo esagerato parecchio.

Ndё she ulkun e grekun, vrahj grekun e le ulkun. (Proverbio albanese)
[Se vedi il lupo e il greco, uccidi prima il greco e lascia il lupo.]

Offline GeppiGeppi

  • *
  • Registrazione: Ago 2013
  • Post: 17153
  • Hysaj, djale shqiptar.
R: La grande bellezza (Paolo Sorrentino, 2013)
« Risposta #55 il: 30 Ottobre, 2013, 20:19:43 pm »
Vabbuò, in Italia Cacciari è considerato un filosofo figuriamoci un bravo attore come Servillo. Come minimo tra venti anni lo invocheranno presidente papa re dell'Italia desta a livello di Sciopio.

Ndё she ulkun e grekun, vrahj grekun e le ulkun. (Proverbio albanese)
[Se vedi il lupo e il greco, uccidi prima il greco e lascia il lupo.]

Offline Genny Fenny

  • *
  • Registrazione: Apr 2011
  • Post: 21963
  • Voglia di Partenope
Re:La grande bellezza (Paolo Sorrentino, 2013)
« Risposta #56 il: 31 Ottobre, 2013, 09:30:29 am »
Io penso che al di là delle solite cose sul cinema italiano, comm facimm schifo, nun ce sape nisciuno ecc. attori come Toni Servillo e Roberto Herlitzka vadano portati sul palmo della mano perché sono due mostri sacri di valore universalmente riconosciuto.
Geppi, poi con tutto il bene io poi mica ho capito quali sarebbero i tuoi criteri.
Prima dici che c'è carenza nella preparazione culturale di Servillo (io ho ascoltato diverse sue lunghe chiacchierate e non la trovo affatto una cosa vera, tra le altre cose ha una signora cultura filosofica) e poi contrapponi Tognazzi per il senso dell'umorismo, addirittura Alberto Sordi (uh anema ro priatorio!).
Prima dici che è banale come il discorso del presidente della repubblica e poi citi Silvio Orlando che è proprio un copriabito pieno di forfora, un feticcio impolverato dell'italia democristiana di professorini delle scuole medie.
Insomma, mi pare che sparacchi un poco accussì alla cieca, oppure sono io che nun aggia capito.
A me poi manco mi interessa parlare degli attori.
Se sono bravi a riciclarsi in più ruoli bontà loro, a me interessa il film come atto creativo unico e irreplicabile. E La grande bellezza è un film mediocre, al di là di ciò che Servillo dà e sicuramente non toglie.

Offline Bruce Colotti

  • *
  • Registrazione: Ago 2012
  • Post: 3158
  • Località: RomaMMerda
  • Sesso: Maschio
  • Brigadiere, come vede, si lavicchia!
Re:R: Re:R: La grande bellezza (Paolo Sorrentino, 2013)
« Risposta #57 il: 31 Ottobre, 2013, 10:17:49 am »
Ma anche no. Troppo impostato e compassato per i tempi cinematografici. Ben diverso era Volonté, che è riuscito a coniugare meglio l'esperienza teatrale e cinematografica, portandosi appresso i pregi della prima ma non i difetti della stessa nel modo di recitare se rapportati a un film.

Oggi Servillo è un grande attore di cinema solo perché di grandi attori italiani non ce ne stanno proprio, così come lo stesso si può dire per i grandi film. il Cinema italiano è merda da almeno un decennio: sono d'accordo con Rocco Smitherson.
Alemao concordo sul fatto che Servillo in teatro è un grandissimo attore. Mi ha lasciato spesso perplesso in alcune performance al cinema. L'ho visto al Teatro Argentina a Roma con Le voci di Dentro(di cui ha curato anche la messa in scena)e il giorno dopo sono stato al cinema per la grande bellezza. Però penso che la differenza di qualità tra attore di teatro e attore cinematografico dipenda anche dalla pochezza dei registi con cui lavora. Spesso i soggetti dei film a cui ha preso parte sono deboli e talvolta banali per cui l'intera impalcatura del prodotto (sceneggiatura, dialoghi, etc.etc.)si regge totalmente su Servillo stesso. Gli unici film in cui ho apprezzato le sue capacità sono L'uomo in più, Le conseguenze dell'amore e la Ragazza del Lago.
« Ultima modifica: 31 Ottobre, 2013, 10:19:11 am da Bruce Colotti »

Offline Alemao

  • *
  • Registrazione: Giu 2011
  • Post: 19747
  • È ora di dire pasta alle diete crudeli.
Re:R: Re:R: La grande bellezza (Paolo Sorrentino, 2013)
« Risposta #58 il: 31 Ottobre, 2013, 12:08:51 pm »
Alemao concordo sul fatto che Servillo in teatro è un grandissimo attore. Mi ha lasciato spesso perplesso in alcune performance al cinema. L'ho visto al Teatro Argentina a Roma con Le voci di Dentro(di cui ha curato anche la messa in scena)e il giorno dopo sono stato al cinema per la grande bellezza. Però penso che la differenza di qualità tra attore di teatro e attore cinematografico dipenda anche dalla pochezza dei registi con cui lavora. Spesso i soggetti dei film a cui ha preso parte sono deboli e talvolta banali per cui l'intera impalcatura del prodotto (sceneggiatura, dialoghi, etc.etc.)si regge totalmente su Servillo stesso. Gli unici film in cui ho apprezzato le sue capacità sono L'uomo in più, Le conseguenze dell'amore e la Ragazza del Lago.

Ma è senza dubbio un grande attore teatrale, il più grande in Italia, ma il Cinema è n'ata cosa e iss è molto impostato, il che andava bene quando doveva interpretare una maschera tragica e teatrale come quella di Andreotti, la sua interpretazione più riuscita, tra primi piani, stacchi  improvvisi e fissità del personaggio. Quando invece deve ampliare il repertorio tale impostazione ne limita l'interpretazione, perché i tempi di recitazione nel Cinema sono diversi, più immediati rispetto al Teatro.
« Ultima modifica: 31 Ottobre, 2013, 12:10:38 pm da Alemao »

John Belushi? No, più simile a Germano Bellavia

Offline Guallera V.2

  • *
  • Registrazione: Mar 2011
  • Post: 28280
  • Vegano stammi lontano
Re:La grande bellezza (Paolo Sorrentino, 2013)
« Risposta #59 il: 31 Ottobre, 2013, 12:18:32 pm »
A me Servillo piace, mentre piace molto di meno il Sorrentino post-Il Divo, classico omuncolo che si crede adesso il grande autore con la A maiuscola, che trasuda presunzione e velleitarismo da ogni poro, ma che manca poco per entrare nella lista degli ammazza-cinema degni del Greenaway post-Il cuoco, sua moglie e l'amante, dei Von Trier l'infame e di tanti altri merdaiuoli mittleuropei, che non hanno veramente il senso del racconto. Perciò redarguisco il buon Toni di distaccarsi al più presto dal cialtrone partonopeo, se non vuole fare una brutta fine....tra l'altro io a Servillo io lo vedo bene pure come un Carlo Giuffrè dei tempi nostri, quindi spero di rivederlo in remake di Il trafficone o di Bella, ricca, lieve difetto fisico....cerca anima gemella.