Partenopeo.net - Forum Calcio Napoli

Off-topic => Multimedia => Cineforum => Topic aperto da: impfed81 - 17 Luglio, 2015, 13:53:37 pm

Titolo: Le commedie di Eduardo De Filippo
Inserito da: impfed81 - 17 Luglio, 2015, 13:53:37 pm
Ciao a tutti ho aperto questo topic perchè , come avrete capito , sono amante delle commedie che questo genio del secolo scorso ha scritto.
Ho capito che non sono l'unico in questo forum per cui mi piacerebbe commentare insieme a voi le commedie che ci hanno suscitato più interesse , che ci hanno fatto rimuginare di più , quelle che ci sembrano parlare della nostra vita.

Solo per la prima volta vorrei dare il via con la commedia che preferisco , ed è quella che cito nella mia firma in questo forum , che è " il sindaco del Rione sanità" , spero anche altri utenti possano portare altra carne a cuocere ognuno con le proprie commedie preferite.


La commedia " Il sindaco del rione sanità"  per chi non la conoscesse , è la storia dell'ultimo giorno di vita del boss della Sanità , Antonio Barracano,  in quest' ultimo giorno è possibile capire come perchè  sia diventato un boss , di che tipo di boss sia  e di come si comporti con i suoi "sudditi" compresi i suoi familiari , di quali valori e ideali sia impregnato , tanto che per questi stessi valori andrà in contro a una morte improvvisa , dato che pure avendo più di 70 anni è sano come un pesce.

Per questa commedia Eduardo ricevette più offerte da Hollywood , ma  fu sempre restio perchè aveva il timore che questa commedia fosse volutamente travisata per difendere o giustificare la criminalità organizzata , mentre lui dichiarò chiaramente che
"l'ambiente camorristico"  in cui si muove don Antonio era stato solo un espediente.

CONTINUA...

Titolo: Re:Le commedie di Eduardo De Filippo
Inserito da: Capetiellejon - 17 Luglio, 2015, 14:16:02 pm
Io sono rimasto folgorato dallo sceggiato di 4 puntate, Peppino Girella. La scena che segue, a mio avviso, è da stampare su ogni muro della città, per ricordarci chi siamo e perché siamo.
http://youtu.be/NZwJBZtvTsg (http://youtu.be/NZwJBZtvTsg)
Titolo: Re:Le commedie di Eduardo De Filippo
Inserito da: cavallopazzo - 17 Luglio, 2015, 14:16:59 pm
A me piace napoli millionaria, perché si percepisce nei.diversi personaggi l'animo umano in tutte le sue sfaccettature, facendoci poi capire che la ruota gira per tutti.

La.commedia è ambientata in un napoli sotto bombardamento, ed in quel periodo di ristrettezza alcuni personaggi facevano bussiness sulle difficoltà drl momento vendendo beni di prina necessità in modo poco equo.fin quando poi la protagonista si ritrova in una situazione di bisogno, ma viene ricambiata mpn con la stessa moneta.

Insomma quello vhe accade oggi con gli immigrati, le ristrutturazioni post terremoto ecc
Titolo: Le commedie di Eduardo De Filippo
Inserito da: wendell - 17 Luglio, 2015, 14:26:34 pm
Gli esami non finiscono mai mi fa cacare! :compagni:
Titolo: Re:Le commedie di Eduardo De Filippo
Inserito da: Guallera V.2 - 17 Luglio, 2015, 14:42:12 pm
Un film sul Sindaco del Rione Sanità è stato fatto, è dell'anno 1996-97 e ricordo che c'era un imbolsitissimo e troppo vecchio Anthony Quinn nel ruolo del protagonista e Franco Citti in quello dell'antagonista. Non ricordo il nome del regista, ne tantomeno il resto del cast (forse c'era anche Lina Sastri), credo che sia uno di quei film passati velocemente in qualche cinema (e che nessuno avrà visto) e poi una volta solo in tv (ricordo di averlo visto sull'allora Tele+ mentre passaggi sulla tv generalista non credo c'è ne siano stati, a meno che una volta a notte fonda sulla Rai), ed il fatto che non ne ho gran ricordo mi fa pensare che il film in questione fosse una mezza ciofeca.
Titolo: Re:Le commedie di Eduardo De Filippo
Inserito da: GeppiGeppi - 17 Luglio, 2015, 14:58:59 pm
Un film sul Sindaco del Rione Sanità è stato fatto, è dell'anno 1996-97 e ricordo che c'era un imbolsitissimo e troppo vecchio Anthony Quinn nel ruolo del protagonista e Franco Citti in quello dell'antagonista. Non ricordo il nome del regista, ne tantomeno il resto del cast (forse c'era anche Lina Sastri), credo che sia uno di quei film passati velocemente in qualche cinema (e che nessuno avrà visto) e poi una volta solo in tv (ricordo di averlo visto sull'allora Tele+ mentre passaggi sulla tv generalista non credo c'è ne siano stati, a meno che una volta a notte fonda sulla Rai), ed il fatto che non ne ho gran ricordo mi fa pensare che il film in questione fosse una mezza ciofeca.
C'era la Cucinotta e Anna Bonaiuto. Lo trovi sano sano sul tubo.
Titolo: Re:Le commedie di Eduardo De Filippo
Inserito da: joint - 17 Luglio, 2015, 15:26:43 pm
Adoro oltremodo "quei loschi figuri di tanti anni fa" , parla degli equivoci che nascono durante una partita di carte in una bisca clandestina organizzata per truffare il "pollo" di turno.
E' praticamente un trattato sulla lingua italiana e sul dialetto napoletano.
Titolo: Re:Le commedie di Eduardo De Filippo
Inserito da: impfed81 - 17 Luglio, 2015, 15:32:51 pm
Io sono rimasto folgorato dallo sceggiato di 4 puntate, Peppino Girella. La scena che segue, a mio avviso, è da stampare su ogni muro della città, per ricordarci chi siamo e perché siamo.
[url]http://youtu.be/NZwJBZtvTsg[/url] ([url]http://youtu.be/NZwJBZtvTsg[/url])


non sono riuscito a vederlo spero di riuscirci al più presto.
Titolo: Re:Le commedie di Eduardo De Filippo
Inserito da: impfed81 - 17 Luglio, 2015, 15:41:53 pm
A me piace napoli millionaria, perché si percepisce nei.diversi personaggi l'animo umano in tutte le sue sfaccettature, facendoci poi capire che la ruota gira per tutti.

La.commedia è ambientata in un napoli sotto bombardamento, ed in quel periodo di ristrettezza alcuni personaggi facevano bussiness sulle difficoltà drl momento vendendo beni di prina necessità in modo poco equo.fin quando poi la protagonista si ritrova in una situazione di bisogno, ma viene ricambiata mpn con la stessa moneta.

Insomma quello vhe accade oggi con gli immigrati, le ristrutturazioni post terremoto ecc

In effetti napoli milionaria è un'opera fantastica , descrive nel dettaglio le conseguenze della guerra nelle persone , descrive cosa succede nell'animo umano quando una persona si arricchisce o acquisisce importanza troppo velocemente , ogni volta che sento parlare persone su casini dell'attualità , sugli immigrati , sul crack greco , sui vari conflitti , dentro di me penso , ma vedetivi napoli milionaria...

Quel finale sulla "nuttata" sospeso ha preso poi il significato più nefasto , la nuttata di fatti non è mai passata.
Titolo: Re:Le commedie di Eduardo De Filippo
Inserito da: impfed81 - 17 Luglio, 2015, 15:57:38 pm
Gli esami non finiscono mai mi fa cacare! :compagni:

quella commedia è molto cinica , amara , sconsolata... Quando il protagonista dice ai propri figli che lo vogliono fare interdire dopo aver lavorato una vita per fagli vivere una vita agiata " siete figli delle parole crociate mentre se avessi conosciuto la mia amante prima di vostra madre ora sareste 2 miracoli"  sta dicendo una cosa che è di una tristezza e amarezza infinita.

Capisco che non piaccia , è un pugno  forte in faccia.
Titolo: Re:Le commedie di Eduardo De Filippo
Inserito da: impfed81 - 17 Luglio, 2015, 15:59:38 pm
Un film sul Sindaco del Rione Sanità è stato fatto, è dell'anno 1996-97 e ricordo che c'era un imbolsitissimo e troppo vecchio Anthony Quinn nel ruolo del protagonista e Franco Citti in quello dell'antagonista. Non ricordo il nome del regista, ne tantomeno il resto del cast (forse c'era anche Lina Sastri), credo che sia uno di quei film passati velocemente in qualche cinema (e che nessuno avrà visto) e poi una volta solo in tv (ricordo di averlo visto sull'allora Tele+ mentre passaggi sulla tv generalista non credo c'è ne siano stati, a meno che una volta a notte fonda sulla Rai), ed il fatto che non ne ho gran ricordo mi fa pensare che il film in questione fosse una mezza ciofeca.

Probabilmente l'hanno fatto tropo tardi per questioni di diritti , proprio per la ritrosia di Eduardo , ed è uscito una chiavica che non rende minimamente giustizia.
Titolo: Re:Le commedie di Eduardo De Filippo
Inserito da: cavallopazzo - 17 Luglio, 2015, 21:31:32 pm
In effetti napoli milionaria è un'opera fantastica , descrive nel dettaglio le conseguenze della guerra nelle persone , descrive cosa succede nell'animo umano quando una persona si arricchisce o acquisisce importanza troppo velocemente , ogni volta che sento parlare persone su casini dell'attualità , sugli immigrati , sul crack greco , sui vari conflitti , dentro di me penso , ma vedetivi napoli milionaria...

Quel finale sulla "nuttata" sospeso ha preso poi il significato più nefasto , la nuttata di fatti non è mai passata.
infatti adda passà a nuttata
Titolo: Re:Le commedie di Eduardo De Filippo
Inserito da: cavallopazzo - 17 Luglio, 2015, 21:33:29 pm
Il prossimo anno teniamo 6 date 1 in collaborazione con f.paoloantoni un altra con michele caputo, e forse faccoamo anche un altra collaborazione
Titolo: Re:Le commedie di Eduardo De Filippo
Inserito da: CharMeg - 17 Luglio, 2015, 21:43:07 pm
Il prossimo anno teniamo 6 date 1 in collaborazione con f.paoloantoni un altra con michele caputo, e forse faccoamo anche un altra collaborazione

Azz...  :sbav:
Titolo: Re:Le commedie di Eduardo De Filippo
Inserito da: cavallopazzo - 17 Luglio, 2015, 22:07:21 pm
Azz...  :sbav:
:brà:
Titolo: Re:Le commedie di Eduardo De Filippo
Inserito da: CharMeg - 18 Luglio, 2015, 00:31:28 am
Cavà, mi dispiace che sto troppo lontano altrimenti me le verrei a vedere tutte, con le mie figlie.

Mi dispiace troppo che non possano vedere il teatro dal vivo, come l'ho visto io da ragazzo...

Ma ad agosto... ?  :look:
Titolo: Re:Le commedie di Eduardo De Filippo
Inserito da: impfed81 - 20 Luglio, 2015, 13:33:56 pm
Il prossimo anno teniamo 6 date 1 in collaborazione con f.paoloantoni un altra con michele caputo, e forse faccoamo anche un altra collaborazione

complimenti , che commedie rappresentate ?
Titolo: Re:Le commedie di Eduardo De Filippo
Inserito da: CharMeg - 21 Luglio, 2015, 09:56:52 am
Ma si può sapere se chella cap'e cavall ruotante fa qualche rappresentazione ad agosto?
O si alliscia il pacco tutto il mese?

Lo chiedo apposta pubblicamente e non in privato...
Titolo: Re:Le commedie di Eduardo De Filippo
Inserito da: impfed81 - 30 Novembre, 2015, 12:42:47 pm
è morto Luca De Filippo , dispiacere immenso , chissà se i figli potranno continuare questa divina dinastia.

Riposa in pace e grazie per tutte le emozioni che hai regalato
Titolo: Re:Le commedie di Eduardo De Filippo
Inserito da: F&M - 30 Novembre, 2015, 12:45:04 pm
è morto Luca De Filippo , dispiacere immenso , chissà se i figli potranno continuare questa divina dinastia.

Riposa in pace e grazie per tutte le emozioni che hai regalato
Tummasin nun se scet chiu' ... manc co zuppone e latt
RIP
Titolo: Re:Le commedie di Eduardo De Filippo
Inserito da: GeppiGeppi - 30 Novembre, 2015, 12:58:06 pm
è morto Luca De Filippo , dispiacere immenso , chissà se i figli potranno continuare questa divina dinastia.

Riposa in pace e grazie per tutte le emozioni che hai regalato

Pensa che la c'è qualche milione di persone convinte che Peppiniello nel Miseria e Nobiltà di Mattoli sia Luca De Filippo da piccolo :lookair:
Questo declino di civiltà sta avvenendo nella maniera più brutale possibile.

Rest in peace.
Titolo: Re:Le commedie di Eduardo De Filippo
Inserito da: enricocaruso - 30 Novembre, 2015, 13:01:45 pm
Ma mo' Luca de Filippo non è un romano?
Titolo: Re:Le commedie di Eduardo De Filippo
Inserito da: GeppiGeppi - 30 Novembre, 2015, 13:03:25 pm
Ma mo' Luca de Filippo non è un romano?

Eh, ma mica era un calciatore :look:
Titolo: Re:Le commedie di Eduardo De Filippo
Inserito da: enricocaruso - 30 Novembre, 2015, 13:42:08 pm
Eh, ma mica era un calciatore :look:
O un presidente...
Titolo: Re:Le commedie di Eduardo De Filippo
Inserito da: GeppiGeppi - 30 Novembre, 2015, 13:47:53 pm
O un presidente...

Ma Luca De Filippo ha tre origini: napoletane (padre e dove si è formato), piemontesi (madre, Thea Prandi) e romane (dove è nato e vissuto). Parlava bene il napoletano, tutti gli artisti italiani fino a qualche decennio fa si spostavano a Roma per lavorare. Piemontesi, lombardi, toscani, siciliani, calabresi. Se vai a vedere dove sono morti la risposta è una sola: Roma.
Titolo: Re:Le commedie di Eduardo De Filippo
Inserito da: impfed81 - 30 Novembre, 2015, 13:53:15 pm
Tummasin nun se scet chiu' ... manc co zuppone e latt
RIP

 :pianto: 

Salemme , suo grande amico e collega nella compagnia dal 77 al 92 , ha scritto un bel ricordo su facebook

è un dispiacere grande  per me , fun della commedia Eduardiana , non essere mai riuscito ad andarlo a vedere dal vivo.
Titolo: Re:Le commedie di Eduardo De Filippo
Inserito da: F&M - 30 Novembre, 2015, 13:56:33 pm
:pianto: 

Salemme , suo grande amico e collega nella compagnia dal 77 al 92 , ha scritto un bel ricordo su facebook

è un dispiacere grande  per me , fun della commedia Eduardiana , non essere mai riuscito ad andarlo a vedere dal vivo.
Io l'ho visto due volte
In un "non ti pago" dove fu veramente eccezionale e in un "filumena marturano" dove si cacava proprio il cazzo di recitare e il pubblico lo fece una latrina, filumena marturano era lina sastri che poi chiese pure scusa per lui dicendo che aveva recitato ma non stava bene.
Mi posti la cosa di salemme ?
non lo tengo fb

 
Titolo: Re:Le commedie di Eduardo De Filippo
Inserito da: impfed81 - 30 Novembre, 2015, 14:05:23 pm
Ecco il post di Salemme

"Caro Luca, ti scrivo quando sono passati due giorni dal tuo addio, quando il tempo mi sembra dilatato, quando gli anni che porto,d'improvviso, mi sembrano aumentati. Mi hai portato via un pezzo delle nostra bella giovinezza e mi sento decisamente più vecchio, mi pare di aver perduto per sempre un mondo che non tornerà mai più. É sempre così ovviamente, per tutti. Ma io mi riferisco anche al mondo del nostro lavoro che era così diverso da ora! Esistevano le lunghe tournée, si partiva agli inizi di ottobre e si finiva ai primi di giugno. Nove mesi di tournée! Era come andare a fare il militare. E quante ne abbiamo fatte insieme? Dunque, vediamo: sono entrato nella compagnia di tuo padre nel 1977, quando si registravano le sue commedie in TV. Altro mondo anche quello. Si impiegavano mesi per registrare ogni singola commedia. Tu eri un ragazzo, io poco più che un bambino. Per me eri però già un mito perché ti avevo ammirato nei panni di un Felice sciosciammocca di pochi anni prima. Eri fantastico in quel ruolo perché eri originale. Originale. Sottolineo l'aggettivo perché é la prima e più importante cosa che ho imparato da te che detestavi le convenzioni in genere ma nella recitazione poi... Non eri napoletano, eri nato a Roma e non parlavi bene la lingua partenopea. Ma ti piaceva molto e la recitavi come fosse per te una lingua straniera. È già questo ti rendeva diverso.
Eri un ragazzo, sposato con una bellissima Annamaria e a differenza di tutti gli attori che dicevano di fare il mestiere per passione tu rifiutavi questo aspetto tardo romantico in favore di una professionalità al passo coi tempi. In realtà dicevi di amare la fotografia. Credo fosse un modo anche quello per nasconderti. Per nascondere il tuo amore profondo per tuo padre, per una sorella persa troppo presto, per il teatro... non lo so... Io dal 1977 sono rimasto ininterrottamente accanto a te fino al 1992. Mi hai fatto conoscere le cose più belle che un ragazzo di paese come me non avrebbe mai altrimenti potuto conoscere. I personaggi famosi (attori, attrici, cantanti, un grande critico eno gastronomico, il mitico Veronelli), mi hai fatto mangiare nei migliori ristoranti italiani quando ancora non infuriava la moda del gastro-show, ho comprato con te il vino delle Langhe quando ancora gli italiani non erano tutti sommelier, mi hai ospitato sull'isola Isca, col generatore per la corrente che si doveva spegnere alle 10 di sera per evitare eccessivi consumi di gasolio, con dei tafani che al confronto le zanzare erano allergiche al sangue (ricordo una sera che Gianfelice si vantava di essere impermeabile alle punture di insetto perché mangiava l'aglio e il giorno dopo era gonfio come un pallone!), le mangiate nella bella cucina che Eduardo aveva arredato con tutti i mobili ricavati dalle varie scenografie dei suoi spettacoli... E le pescate sul gozzo al tramonto, e poi l'autunno in arrivo e le trattative con gli attori per i nuovi contratti, tu col tuo sigaro o la tua pipa che ti fingevi cinico e severo perché in fondo credo che avessi profondamente paura di mostrarti per quello che eri, perché in fondo, credo, temessi di non essere accettato. E allora prima che tu vada via per sempre, io ti voglio ricordare tutti i successi che abbiamo vissuto insieme, tutte le risate e gli applausi che ci hanno sommersi negli anni, uno dopo l'altro. Ti voglio ricordare l'amore del pubblico, non quello degli intenditori sempre bravi a consigliare "le scelte giuste", "il giusto percorso di un artista indipendente dall'eredità paterna" ecc... No, io ti voglio ricordare tutte quelle persone che uscivano di casa per riempire la sala (dopo il ritiro di Eduardo dalle scene nel 1980, 12 anni di tournée insieme, con te capocomico e credo di poter dire che abbiamo fatto sempre teatri esauriti, in ogni città, in ogni stagione). Altro che gelo! Eduardo (che amo di un amore sconfinato e lo sai) quella sera a Taormina parlava della sua storia non della tua, non della nostra. Tu hai ricevuto dal pubblico un amore grande, tutto tuo, solo tuo. Si apriva il sipario e ti sceglievano. Ed io lo posso dire. Perché io lo so. Perché io c'ero. In tutti i chilometri, centinaia di migliaia di chilometri di strade e autostrade percorsi insieme, con la neve con la pioggia o col sole, io ero sempre seduto accanto a te come la sera a cena dopo lo spettacolo, spesso da soli, spesso in silenzio, uno di fronte all'altro, senza nasconderci le delusioni ma senza negarci le gioie, come solo i fratelli possono fare. Ti saluto amico mio, e smetti quel sorriso malinconico perché devi essere fiero di quello che sei stato: un uomo perbene e responsabile, un uomo schivo e un artista coraggioso. Spero proprio di rivederti presto. Ti abbraccio."

..Rivederti presto  :look: , ma sta poco bene pure lui ?
Titolo: Re:Le commedie di Eduardo De Filippo
Inserito da: impfed81 - 30 Novembre, 2015, 14:09:26 pm
Pensa che la c'è qualche milione di persone convinte che Peppiniello nel Miseria e Nobiltà di Mattoli sia Luca De Filippo da piccolo :lookair:
Questo declino di civiltà sta avvenendo nella maniera più brutale possibile.

Rest in peace.

probabilmente si confondono con la prima sua volta in scena , avvenuta in un "miseria e nobiltà" a teatro ma ripreso dalla tv.