Partenopeo.net - Forum Calcio Napoli

Off-topic => Focus On => Topic aperto da: Alemao - 03 Dicembre, 2012, 13:06:26 pm

Titolo: Napoli, la nostra città
Inserito da: Alemao - 03 Dicembre, 2012, 13:06:26 pm
Topic in cui discutere, scambiarsi opinioni, portare all'attenzione fatti di cronaca, notizie, problematiche, informazioni, eventi, concerti che riguardano la nostra città. Parliamo di Napoli, dell'opinione che ne avete a riguardo, di come la vorreste, di come la vedete. A voi.
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: WhiteManCanJump - 03 Dicembre, 2012, 13:29:10 pm
Inizio col dire che domani ci dovrebbe essere uno sciopero di alcuni enti di trasporti pubblici. Della circumvesuviana non leggo nulla, ma su Napolitoday c'è scritto che le linee 1 e 6 ( suppongo metropolitana ) potrebbero avere vari disservizi.

Concludo col dire che la situazione delle nostre strade ( inteso proprio come manto asfaltato ) è ridicola.
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: vechabla - 03 Dicembre, 2012, 13:34:21 pm
http://music.fanpage.it/bruce-springsteen-a-napoli-in-piazza-plebiscito-il-30-maggio-2013/ (http://music.fanpage.it/bruce-springsteen-a-napoli-in-piazza-plebiscito-il-30-maggio-2013/)
 :sbav: :sbav: :sbav:

il 7 dicembre inizia la prevendita...secondo voi quanto può costare un biglietto?
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: WhiteManCanJump - 03 Dicembre, 2012, 13:53:39 pm
[url]http://music.fanpage.it/bruce-springsteen-a-napoli-in-piazza-plebiscito-il-30-maggio-2013/[/url] ([url]http://music.fanpage.it/bruce-springsteen-a-napoli-in-piazza-plebiscito-il-30-maggio-2013/[/url])
 :sbav: :sbav: :sbav:

il 7 dicembre inizia la prevendita...secondo voi quanto può costare un biglietto?


Ligabue a Piazza Plebiscito costava € 40. Fai un po' te ;)
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: Alemao - 03 Dicembre, 2012, 13:53:50 pm
La stazione del metrò più bella d'Europa si trova a Napoli

Classifica inglese: la fermata Toledo domina sulla Komsomolskaya di Mosca e sulla Solna di Stoccolma

Permettono di spostarsi rapidamente da un quartiere all'altro di grandi metropoli e alcune sono autentiche opere d'arte. Il sito del Daily Telegraph di Londra dedica un reportage fotografico alle stazioni della metro più affascinanti d'Europa. Tra le ventidue segnalate, la palma della più bella è assegnata alla fermata Toledo di Napoli, inaugurata lo scorso 12 aprile.

TOLEDO E MATERDEI - La stazione Toledo, situata nel quartiere San Giuseppe, è stata progettata dall'architetto catalano Óscar Tusquets Blanca ed è entrata in funzione solo lo scorso 17 settembre a causa di problemi di collaudo degli impianti. In precedenza i lavori erano stati più volte rallentati dal ritrovamento di scavi archeologici risalenti a diverse epoche storiche (nella zona sotterranea sono stati addirittura scovati frammenti ceramici riferibili al Neolitico) e a causa di problemi logistici legati alla presenza della falda acquifera sottostante. Tuttavia i ritardi non hanno compromesso la bellezza di questo gioiello dell'urbanistica: i due grandi mosaici dell'artista William Kentridge, le scale mobili illuminate dall'interno, l'elegante gioco di colori e la suggestiva galleria del mare di Bob Wilson rendono unica questa struttura. Nella classifica presentata dal Telegraph troviamo anche una seconda stazione del capoluogo partenopeo: si tratta della fermata Materdei, presente nell'omonimo storico rione, progettata da Alessandro Mendini e inaugurata nel 2003.

LA TOP TEN - La seconda stazione segnalata dal sito d'informazione britannico è la fermata Komsomolskaya della monumentale e grandiosa metro di Mosca (l'intero complesso è formato da 182 stazioni e quasi 300 chilometri di binari). Ciò che colpisce di più è la grande sala interna stuccata con soffitti ornati da mosaici dedicati ai grandi eroi militari della storia russa tra cui Pietro il Grande, Dmitry Donskoy e Aleksandr Suvorov. Sul gradino più basso del podio la stazione Solna di Stoccolma: celebre per il suo «soffitto rosso cavernoso che sembra cedere sulla pensilina», presenta sulle pareti le immagini di una foresta di abeti lunga un chilometro. Seguono la stazione di Westminster della famosa Tube di Londra, inaugurata nel lontano 1868 e che oggi è dotata di un'architettura che è una «combinazione austera di cemento e acciaio», l'artistica Arts et Métiers di Parigi, la caratteristica Westfriedhof di Monaco (le pareti della stazione - come ricorda Wikipedia - non sono state levigate e ricordano una grotta) e la singolare Bockenheimer Warte di Francoforte. Chiudono la top ten l'affascinante stazione Mayakovskayadella metro di Mosca, la suggestiva fermata Olaiasdi Lisbona e la classicheggiante Avtovodi San Pietroburgo.
Titolo: R: Napoli, la nostra città
Inserito da: Starfred - 03 Dicembre, 2012, 13:55:03 pm
Solna :chupa:
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: Alemao - 03 Dicembre, 2012, 14:13:59 pm
 :asd:
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: djcarmine - 03 Dicembre, 2012, 14:57:03 pm
15 dicembre notte bianca dell'arte, andateci tutti e vi spiego perchè :look:
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: calvin - 03 Dicembre, 2012, 14:59:56 pm
Non so se va bene in questo topic come notizia, ma stanno accorpando il Genovesi ad un altra scuola, cancellando un istituto storico ed importantissimo per la cultura di questa città perchè poco sotto al quorum di sbarramento ( :look:) delle 600 iscrizioni.......c'è una raccolta firme, se vi capita andate a firmare.

http://www.napoliurbanblog.it/salviamo-il-genovesi-la-raccolta-firme-degli-studenti/13677 (http://www.napoliurbanblog.it/salviamo-il-genovesi-la-raccolta-firme-degli-studenti/13677)
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: Alemao - 03 Dicembre, 2012, 15:08:45 pm
Non so se va bene in questo topic come notizia, ma stanno accorpando il Genovesi ad un altra scuola, cancellando un istituto storico ed importantissimo per la cultura di questa città perchè poco sotto al quorum di sbarramento ( :look:) delle 600 iscrizioni.......c'è una raccolta firme, se vi capita andate a firmare.

[url]http://www.napoliurbanblog.it/salviamo-il-genovesi-la-raccolta-firme-degli-studenti/13677[/url] ([url]http://www.napoliurbanblog.it/salviamo-il-genovesi-la-raccolta-firme-degli-studenti/13677[/url])


Va benissimo. Grazie per la notizia.
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: maga81 - 03 Dicembre, 2012, 16:51:28 pm
[url]http://music.fanpage.it/bruce-springsteen-a-napoli-in-piazza-plebiscito-il-30-maggio-2013/[/url] ([url]http://music.fanpage.it/bruce-springsteen-a-napoli-in-piazza-plebiscito-il-30-maggio-2013/[/url])
 :sbav: :sbav: :sbav:

il 7 dicembre inizia la prevendita...secondo voi quanto può costare un biglietto?


dovrebbero costare 65 euro
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: Alemao - 03 Dicembre, 2012, 16:53:33 pm
dovrebbero costare 65 euro

Un po' troppi....
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: maga81 - 03 Dicembre, 2012, 16:58:41 pm
Un po' troppi....

 :sisi: infatti non ho ancora deciso se prenderli o meno, sono molto combattuta.
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: Alemao - 03 Dicembre, 2012, 17:04:36 pm
:sisi: infatti non ho ancora deciso se prenderli o meno, sono molto combattuta.

Ma mai una volta che questi, con tutti i mln di dollari che già tengono da parte dopo 40 anni di carriera, no 12, arrivano e fanno prezzi non dico bassi, ma umanamente sostenibili. Poi parlano e chagnen 'e crisi, di povertà e disperation nelle loro canzoni.
Titolo: R: Napoli, la nostra città
Inserito da: Starfred - 03 Dicembre, 2012, 17:06:36 pm
ma poi 65 più prevendita e commissioni o tutto compreso?
Titolo: Re:R: Napoli, la nostra città
Inserito da: maga81 - 03 Dicembre, 2012, 17:13:57 pm
Ma mai una volta che questi, con tutti i mln di dollari che già tengono da parte dopo 40 anni di carriera, no 12, arrivano e fanno prezzi non dico bassi, ma umanamente sostenibili. Poi parlano e chagnen 'e crisi, di povertà e disperation nelle loro canzoni.

ti quoto in pieno, eventi del genere dovrebbero essere alla portata di tutti.

ma poi 65 più prevendita e commissioni o tutto compreso?

65 più prevendita  :maronn:
Titolo: Re:R: Napoli, la nostra città
Inserito da: Alemao - 03 Dicembre, 2012, 17:18:02 pm
ti quoto in pieno, eventi del genere dovrebbero essere alla portata di tutti.

65 più prevendita  :maronn:

Eish allora no.
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: vechabla - 03 Dicembre, 2012, 17:39:04 pm
pa maron :maronn:
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: Lovercraft - 03 Dicembre, 2012, 17:40:27 pm
pa maron :maronn:

no è pa Bruce Springsteen :ok:
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: vechabla - 03 Dicembre, 2012, 17:41:29 pm
no è pa Bruce Springsteen :ok:
:look:

io cmq penso di pigliarlo il biglietto :look:
Titolo: R: Napoli, la nostra città
Inserito da: Starfred - 03 Dicembre, 2012, 17:46:41 pm
quindi 65 più prevendita che è il 15% del biglietto...e siamo a 75 praticamente
aggiungete 1.50 di commissione ticketone (se il circuito è quello) e spedizione di 10 euro (vi conviene fare un solo ordine in tanti)...si potrebbe arrivare a 86 euro per un biglietto

ma che schifo
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: WhiteManCanJump - 03 Dicembre, 2012, 18:40:25 pm
Spedizione?
Se è TicketOne lo puoi prendere in qualsiasi ricevitoria, anche per chi si trova fuori Napoli

Io li risparmio con molto piacere 'sti € 65, anche se Bruce mi piace abbastanza.
Titolo: R: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: Starfred - 03 Dicembre, 2012, 18:52:17 pm
Spedizione?
Se è TicketOne lo puoi prendere in qualsiasi ricevitoria, anche per chi si trova fuori Napoli

Io li risparmio con molto piacere 'sti € 65, anche se Bruce mi piace abbastanza.

già giusto, hai ragione...almeno la spedizione la sparagni, nel caso.
Però...rischi il soldout per allora visto che i furboni aprono le vendite nelle ticketterie minimo due giorni dopo. E se non il soldout che escono pochi biglietti (spesso li fanno uscire a scaglioni) o che, in caso di settori numerati, becchi postacci.
Io ho sempre evitato i punti vendita.
E comunque rimangono prevendita e commissione

C'è anche la terza via, prenoti online e ritiri sul luogo dell'evento.
Auguri :mascaralook:
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: vechabla - 04 Dicembre, 2012, 00:00:05 am
Io devo convincere un paio di miei amici,perchè sul ij nun ce vac :look:

No cmq,almeno per me ne vale veramente la pena.Non credo che in futuro possa esibirsi di nuovo in Italia.
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: napoletanocrociato - 04 Dicembre, 2012, 00:08:16 am
Topic in cui discutere, scambiarsi opinioni, portare all'attenzione fatti di cronaca, notizie, problematiche, informazioni, eventi, concerti che riguardano la nostra città. Parliamo di Napoli, dell'opinione che ne avete a riguardo, di come la vorreste, di come la vedete. A voi.

Topic essenziale.. che stranamente mancava...
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: cicciograna - 04 Dicembre, 2012, 11:31:33 am
E niente, questo weekend sono venuti un paio di miei amici da Bologna a visitare Napoli per la prima volta.

Li ho portati nel centro storico (e la prima cosa che gli ho fatto vedere è stato l'altarino con il capello di Maradona, tanto per fargli capire cosa sia il calcio in questa città), San Biagio dei Librai, via Tribunali, San Gregorio Armeno, a visitare il Duomo e San Lorenzo Maggiore, con pizza da Sorbillo finale; poi piazza Plebiscito, Lungomare di Mergellina (ieri, quando per fortuna si è aperto il cielo) e via Toledo. Alla partenza, sfogliatelle da Attanasio a piazza Garibaldi.

Hanno detto che viviamo nella città più bella del mondo.
Per uno che vede solo le luci, e non le ombre, Napoli è veramente una meraviglia.
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: napoletanocrociato - 04 Dicembre, 2012, 12:21:47 pm
E niente, questo weekend sono venuti un paio di miei amici da Bologna a visitare Napoli per la prima volta.

Li ho portati nel centro storico (e la prima cosa che gli ho fatto vedere è stato l'altarino con il capello di Maradona, tanto per fargli capire cosa sia il calcio in questa città), San Biagio dei Librai, via Tribunali, San Gregorio Armeno, a visitare il Duomo e San Lorenzo Maggiore, con pizza da Sorbillo finale; poi piazza Plebiscito, Lungomare di Mergellina (ieri, quando per fortuna si è aperto il cielo) e via Toledo. Alla partenza, sfogliatelle da Attanasio a piazza Garibaldi.

Hanno detto che viviamo nella città più bella del mondo.
Per uno che vede solo le luci, e non le ombre, Napoli è veramente una meraviglia.

Napoli è bellissima.. questi luoghi li ho vissuti ed apprezzati giorno dopo giorno.. ed ora mi mancano parecchio..
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: Gerardo Petti - 04 Dicembre, 2012, 12:34:31 pm
Napoli è bellissima.. questi luoghi li ho vissuti ed apprezzati giorno dopo giorno.. ed ora mi mancano parecchio..

come mai???

sei morto????  :look:
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: napoletanocrociato - 04 Dicembre, 2012, 13:08:06 pm
come mai???

sei morto????  :look:

Si... mi hanno pestato a sangue ed ora vi seguo dal cielo..  :sisi:

Spoiler
Ho terminato gli studi universitari e non frequento più il centro storico come una volta   :sisi:  :sisi:
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: Massimo Mauro - 04 Dicembre, 2012, 14:34:14 pm
Ieri sono andato a San Gregorio Armeno ed è sempre uno spettacolo  :sad:
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: Alemao - 04 Dicembre, 2012, 15:04:32 pm
Ieri sono andato a San Gregorio Armeno ed è sempre uno spettacolo  :sad:

Le statuette di Donadel sono introvabili. :nono:
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: djcarmine - 04 Dicembre, 2012, 15:06:47 pm
E niente, questo weekend sono venuti un paio di miei amici da Bologna a visitare Napoli per la prima volta.

Li ho portati nel centro storico (e la prima cosa che gli ho fatto vedere è stato l'altarino con il capello di Maradona, tanto per fargli capire cosa sia il calcio in questa città), San Biagio dei Librai, via Tribunali, San Gregorio Armeno, a visitare il Duomo e San Lorenzo Maggiore, con pizza da Sorbillo finale; poi piazza Plebiscito, Lungomare di Mergellina (ieri, quando per fortuna si è aperto il cielo) e via Toledo. Alla partenza, sfogliatelle da Attanasio a piazza Garibaldi.

Hanno detto che viviamo nella città più bella del mondo.
Per uno che vede solo le luci, e non le ombre, Napoli è veramente una meraviglia.

tu che sei un guaglione di scienzia sai bene che l'ombra è un effetto della luce  :patt:
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: FistingTopo - 04 Dicembre, 2012, 15:35:57 pm
tu che sei un guaglione di scienzia sai bene che l'ombra è un effetto della luce  :patt:

cagacazzo  :cazzimm:
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: Alemao - 04 Dicembre, 2012, 16:58:04 pm
Napoli batte moneta: arriva il Napo. È un «buono sconto al portatore» che ha l'obiettivo di contrastare la crisi economica e favorire le vendite

NAPOLI - «Il Napo è sempre buono». Con questo slogan il Comune di Napoli lancia la sua «moneta» (che in realtà è un «buono sconto al portatore») che ha l'obiettivo di contrastare la crisi economica e favorire le vendite. I Napo, che dal Comune di Napoli sono stati realizzati a costo zero, saranno distribuiti negli alberghi, ostelli e B&B dal prossimo 8 dicembre, il 13 dicembre agli sportelli Urp del Comune. Giovedì ci sarà il lancio ufficiale. Attualmente sono stati stampati 10 milioni in Napo e si arriverà a 70 milioni nel 2013 per un giro di «scambi» stimato di 640 milioni di Euro.

La «nuova moneta»
Potranno essere utilizzati per «coprire» il 10% del prezzo complessivo dei prodotti nei negozi che aderiscono all'iniziativa. «I commercianti devono capire che è un modo civico di aiutare l'economia», ha spiegato durante la presentazione l'assessore al Commercio del Comune di Napoli, Marco Esposito che nei giorni scorsi ha regalato anche un Napo all'arcivescovo di Napoli, il cardinale Crescenzio Sepe «Il Napo è un antidoto contro la crisi ed è un progetto che nasce dal territorio e per il territorio per aiutare i cittadini e i turisti a spendere meglio. Una sorta di prova fedeltà dei napoletani nei confronti della propria città». I «buoni» sono stati realizzati con colori diversi anticontraffazione, evidenziando i simboli storici della città e hanno diversi valori, da 1, 2, 5 e 10 Napo.


(http://napoli.ogginotizie.it/GUI/file_contenuti/399510_napo.jpg)

Ma che rè? :look:
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: Starfred - 04 Dicembre, 2012, 17:02:44 pm
boh, da quello che leggo è una cosa tipo

1Napo--->2 euro

in questo modo chi "compra" questo buono risparmia visto che i prezzi saranno più bassi, roba così. Insomma è un buono fatto a banconota :look:
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: djcarmine - 04 Dicembre, 2012, 17:05:01 pm
è una cosa che ho sempre pensato io :look:
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: Bruce Colotti - 04 Dicembre, 2012, 17:19:35 pm
Napoli batte moneta: arriva il Napo. È un «buono sconto al portatore» che ha l'obiettivo di contrastare la crisi economica e favorire le vendite

NAPOLI - «Il Napo è sempre buono». Con questo slogan il Comune di Napoli lancia la sua «moneta» (che in realtà è un «buono sconto al portatore») che ha l'obiettivo di contrastare la crisi economica e favorire le vendite. I Napo, che dal Comune di Napoli sono stati realizzati a costo zero, saranno distribuiti negli alberghi, ostelli e B&B dal prossimo 8 dicembre, il 13 dicembre agli sportelli Urp del Comune. Giovedì ci sarà il lancio ufficiale. Attualmente sono stati stampati 10 milioni in Napo e si arriverà a 70 milioni nel 2013 per un giro di «scambi» stimato di 640 milioni di Euro.

La «nuova moneta»
Potranno essere utilizzati per «coprire» il 10% del prezzo complessivo dei prodotti nei negozi che aderiscono all'iniziativa. «I commercianti devono capire che è un modo civico di aiutare l'economia», ha spiegato durante la presentazione l'assessore al Commercio del Comune di Napoli, Marco Esposito che nei giorni scorsi ha regalato anche un Napo all'arcivescovo di Napoli, il cardinale Crescenzio Sepe «Il Napo è un antidoto contro la crisi ed è un progetto che nasce dal territorio e per il territorio per aiutare i cittadini e i turisti a spendere meglio. Una sorta di prova fedeltà dei napoletani nei confronti della propria città». I «buoni» sono stati realizzati con colori diversi anticontraffazione, evidenziando i simboli storici della città e hanno diversi valori, da 1, 2, 5 e 10 Napo.


([url]http://napoli.ogginotizie.it/GUI/file_contenuti/399510_napo.jpg[/url])

Ma che rè? :look:

come che r'è???
(http://www.mammaserena.it/public/napo%20orso%20capo.jpg)
Napo orso capo
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: FistingTopo - 04 Dicembre, 2012, 17:22:56 pm
Napoli batte moneta: arriva il Napo. È un «buono sconto al portatore» che ha l'obiettivo di contrastare la crisi economica e favorire le vendite

NAPOLI - «Il Napo è sempre buono». Con questo slogan il Comune di Napoli lancia la sua «moneta» (che in realtà è un «buono sconto al portatore») che ha l'obiettivo di contrastare la crisi economica e favorire le vendite. I Napo, che dal Comune di Napoli sono stati realizzati a costo zero, saranno distribuiti negli alberghi, ostelli e B&B dal prossimo 8 dicembre, il 13 dicembre agli sportelli Urp del Comune. Giovedì ci sarà il lancio ufficiale. Attualmente sono stati stampati 10 milioni in Napo e si arriverà a 70 milioni nel 2013 per un giro di «scambi» stimato di 640 milioni di Euro.

La «nuova moneta»
Potranno essere utilizzati per «coprire» il 10% del prezzo complessivo dei prodotti nei negozi che aderiscono all'iniziativa. «I commercianti devono capire che è un modo civico di aiutare l'economia», ha spiegato durante la presentazione l'assessore al Commercio del Comune di Napoli, Marco Esposito che nei giorni scorsi ha regalato anche un Napo all'arcivescovo di Napoli, il cardinale Crescenzio Sepe «Il Napo è un antidoto contro la crisi ed è un progetto che nasce dal territorio e per il territorio per aiutare i cittadini e i turisti a spendere meglio. Una sorta di prova fedeltà dei napoletani nei confronti della propria città». I «buoni» sono stati realizzati con colori diversi anticontraffazione, evidenziando i simboli storici della città e hanno diversi valori, da 1, 2, 5 e 10 Napo.


([url]http://napoli.ogginotizie.it/GUI/file_contenuti/399510_napo.jpg[/url])

Ma che rè? :look:


A Forgione piace questo elemento  :lookair:
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: Alemao - 04 Dicembre, 2012, 17:24:30 pm
Io ci avrei serigrafato pure un "Ciao Al". Così, contro le falsificazioni.  :look:
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: djcarmine - 04 Dicembre, 2012, 17:25:36 pm
ma la cosa piu importante è: comm cazz ce trase rint o portafoglio?
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: Alemao - 04 Dicembre, 2012, 17:51:20 pm
ma la cosa piu importante è: comm cazz ce trase rint o portafoglio?

Chissà 'o riesto  :siasd:
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: kowalski - 05 Dicembre, 2012, 09:12:16 am
Fortunatamente m'è arrivato lo stipendio in tempo per l'inizio (domani) della prevendita di Springsteen (anche se l'ho già visto dal vivo quest'anno). :sbav:

Intanto polemica Erri De Luca-Peppe Lanzetta su Napoli penultima per qualità della vita (io sto più con Lanzetta).

http://corrieredelmezzogiorno.corriere.it/napoli/notizie/arte_e_cultura/2012/4-dicembre-2012/napoli-penultima-qualita-vitapolemica-letteraria-de-luca-lanzetta-2113012893763.shtml (http://corrieredelmezzogiorno.corriere.it/napoli/notizie/arte_e_cultura/2012/4-dicembre-2012/napoli-penultima-qualita-vitapolemica-letteraria-de-luca-lanzetta-2113012893763.shtml)
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: cavallopazzo - 05 Dicembre, 2012, 09:35:07 am
stu napo è nu pacc... a p.zza garibaldi non l'accettano :troll:
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: Bruce Colotti - 05 Dicembre, 2012, 10:17:07 am
Fortunatamente m'è arrivato lo stipendio in tempo per l'inizio (domani) della prevendita di Springsteen (anche se l'ho già visto dal vivo quest'anno). :sbav:

Intanto polemica Erri De Luca-Peppe Lanzetta su Napoli penultima per qualità della vita (io sto più con Lanzetta).

[url]http://corrieredelmezzogiorno.corriere.it/napoli/notizie/arte_e_cultura/2012/4-dicembre-2012/napoli-penultima-qualita-vitapolemica-letteraria-de-luca-lanzetta-2113012893763.shtml[/url] ([url]http://corrieredelmezzogiorno.corriere.it/napoli/notizie/arte_e_cultura/2012/4-dicembre-2012/napoli-penultima-qualita-vitapolemica-letteraria-de-luca-lanzetta-2113012893763.shtml[/url])

Napoli o una città in genere perde parte della sua qualità anche quando alcune dei suoi intellettuali, scrittori, artisti decidono di andare a vivere in un'altro posto.
L'intellettuale o l'artista è coscienza critica di una città e sua memoria storica. Giudicare la propria terra guardandola da lontano, non per esigenza tra l'altro, ma per scelta, non può che produrre un punto di vista parziale, distorto.
Napoli soffre i mali delle grandi metropoli, gli stessi che vive una città come roma, dove sono costretto a vivere da anni. Comprendo,però, il rammarico racchiuso nelle parole di Lanzetta. La sua non è una critica tout court di Napoli, ma un richiamo alla coscienza assopita dai luoghi comuni, dal macchiettismo e dall'indifferenza che ormai pervade noi napoletani.
L'opera sociale dell'intellettuale deve essere proprio questa. Pungolare, stimolare anche attraverso polemiche forti e critica esasperata. Tutto questo però passa attraverso il vissuto quotidiano, attraverso il contatto continuo con la propria gente, con la propria città, con le sue contraddizioni, le sue incertezze, le sue debolezze e le sue potenzialità.
Per questo sto dalla parte di Lanzetta, o meglio, condivido il suo punto di vista e sto dalla parte della mia città.Sempre
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: djcarmine - 05 Dicembre, 2012, 10:56:18 am
Napoli o una città in genere perde parte della sua qualità anche quando alcune dei suoi intellettuali, scrittori, artisti decidono di andare a vivere in un'altro posto.
L'intellettuale o l'artista è coscienza critica di una città e sua memoria storica. Giudicare la propria terra guardandola da lontano, non per esigenza tra l'altro, ma per scelta, non può che produrre un punto di vista parziale, distorto.
Napoli soffre i mali delle grandi metropoli, gli stessi che vive una città come roma, dove sono costretto a vivere da anni. Comprendo,però, il rammarico racchiuso nelle parole di Lanzetta. La sua non è una critica tout court di Napoli, ma un richiamo alla coscienza assopita dai luoghi comuni, dal macchiettismo e dall'indifferenza che ormai pervade noi napoletani.
L'opera sociale dell'intellettuale deve essere proprio questa. Pungolare, stimolare anche attraverso polemiche forti e critica esasperata. Tutto questo però passa attraverso il vissuto quotidiano, attraverso il contatto continuo con la propria gente, con la propria città, con le sue contraddizioni, le sue incertezze, le sue debolezze e le sue potenzialità.
Per questo sto dalla parte di Lanzetta, o meglio, condivido il suo punto di vista e sto dalla parte della mia città.Sempre
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: Bruce Colotti - 05 Dicembre, 2012, 15:59:50 pm
Scampia, omicidio di camorra
killer davanti alla scuola materna
http://napoli.repubblica.it/cronaca/2012/12/05/news/scampia_omicidio_di_camorra_killer_davanti_alla_scuola_materna-48118128/?ref=HREA-1 (http://napoli.repubblica.it/cronaca/2012/12/05/news/scampia_omicidio_di_camorra_killer_davanti_alla_scuola_materna-48118128/?ref=HREA-1)
sono curioso di conoscere il parere di Erri De Luca in merito e sul concetto di qualità della vita
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: Alemao - 05 Dicembre, 2012, 16:15:14 pm
Erri de Luca non ha tutti i torti quando parla di poter "vivere la città" e di costi bassi e sostenibili che permettano a tutti di poter uscire, di renderla una città viva. Naturalmente credo che si riferisca al centro e non alla periferia. Altrove ci stanno prezzi folli. A Milano ad esempio. Da parte mia contesto assai 'ste statistiche sulla qualità della vita, su dove si vive meglio, semplicemente perché se sei felice, cosa individuale e personale, lo puoi essere ovunque, persino a Calcutta. È indubbio tuttavia che i problemi non se ne vanno via con la vista del Golfo o a tazzulella 'e café: troppo semplicistico e ridicolo come ragionamento. Napoli è una realtà complessa, troppo complessa: a volte mi capita di odiarla profondamente per la fauna che la popola. Altre ringrazio Dio di averci vissuto, perché a Napoli impari a vivere, a stare al mondo a differenza di altri posti.
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: Bruce Colotti - 05 Dicembre, 2012, 16:26:59 pm
Erri de Luca non ha tutti i torti quando parla di poter "vivere la città" e di costi bassi e sostenibili che permettano a tutti di poter uscire, di renderla una città viva. Naturalmente credo che si riferisca al centro e non alla periferia. Altrove ci stanno prezzi folli. A Milano ad esempio. Da parte mia contesto assai 'ste statistiche sulla qualità della vita, su dove si vive meglio, semplicemente perché se sei felice, cosa individuale e personale, lo puoi essere ovunque, persino a Calcutta. È indubbio tuttavia che i problemi non se ne vanno via con la vista del Golfo o a tazzulella 'e café: troppo semplicistico e ridicolo come ragionamento. Napoli è una realtà complessa, troppo complessa: a volte mi capita di odiarla profondamente per la fauna che la popola. Altre ringrazio Dio di averci vissuto, perché a Napoli impari a vivere, a stare al mondo a differenza di altri posti.
Alemao tenendo conto del tasso di disoccupazione e del livello degli stipendi è normale che il costo della vita sia molto basso o comunque accessibile....il tuo discorso vale per quasi tutte le città del sud....
ma io non discuto tanto il giudizio di De Luca, ma la superficialità del suo punto di vista, nonostante abbia io molta stima per lo scrittore....nè ritengo attendibili le classifiche sulla qualità della vita in città....
metto però il punto sulla necessità che un intellettuale o uno scrittore o artista in genere come De Luca, che ha a cuore il bene della propria gente(credo sia così visto che si è affrettato a smentire anche duramente il giudizio negativo su Napoli), ne faccia parte quotidianamente, che la viva nel suo essere attuale, che dall'interno della città sia spirito critico...
Alla difesa di De Luca della nostra città, dopo aver letto la graduatoria sulla vivibilità delle città, vorrei rispondere con una domanda...."Caro De Luca, se Napoli ha una così alta qualità della vita perchè lei ha scelto di vivere a Roma"
La domanda è polemica ovviamente....quello che è importante è però la credibilità sia verso i Napoletani e la città che si vuol difendere sia verso chi in questa città non e nato e non la conosce se non per luoghi comuni
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: Alemao - 05 Dicembre, 2012, 16:37:26 pm
Alemao tenendo conto del tasso di disoccupazione e del livello degli stipendi è normale che il costo della vita sia molto basso o comunque accessibile....il tuo discorso vale per quasi tutte le città del sud....
ma io non discuto tanto il giudizio di De Luca, ma la superficialità del suo punto di vista, nonostante abbia io molta stima per lo scrittore....nè ritengo attendibili le classifiche sulla qualità della vita in città....
metto però il punto sulla necessità che un intellettuale o uno scrittore o artista in genere come De Luca, che ha a cuore il bene della propria gente(credo sia così visto che si è affrettato a smentire anche duramente il giudizio negativo su Napoli), ne faccia parte quotidianamente, che la viva nel suo essere attuale, che dall'interno della città sia spirito critico...
Alla difesa di De Luca della nostra città, dopo aver letto la graduatoria sulla vivibilità delle città, vorrei rispondere con una domanda...."Caro De Luca, se Napoli ha una così alta qualità della vita perchè lei ha scelto di vivere a Roma"
La domanda è polemica ovviamente....quello che è importante è però la credibilità sia verso i Napoletani e la città che si vuol difendere sia verso chi in questa città non e nato e non la conosce se non per luoghi comuni

Credo che l'utilità dell'intellettuale per cambiare lo stato delle cose sia più che altro una chimera, qualcosa che non esiste, un retaggio degli anni 70. Il cambiamento viene dalle persone in primo luogo, non da certo idealismo inutile e pretestuoso e deve essere qualcosa di pratico, reale. Mi ricordo ancora quello che con l'elezione di Bassolino veniva definito come "Rinascimento napoletano", parole vuotissime. Il problema di Napoli è che siamo abilissimi nel descriverla come realtà idilliaca, quasi aulica. Meno quando si tratta di essere concreti, pratici, meglio ancora: pragmatici. Poi sulla qualità del vivere credo che De Luca intendesse la grande metropoli e quanto Napoli rappresenta storicamente. Quindi è vero che il tenore di vita è inferiore al Sud, ma Napoli è grande città e i prezzi nelle grandi città in genere sono sempre altissimi.
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: Bruce Colotti - 05 Dicembre, 2012, 17:03:25 pm
Credo che l'utilità dell'intellettuale per cambiare lo stato delle cose sia più che altro una chimera, qualcosa che non esiste, un retaggio degli anni 70. Il cambiamento viene dalle persone in primo luogo, non da certo idealismo inutile e pretestuoso e deve essere qualcosa di pratico, reale. Mi ricordo ancora quello che con l'elezione di Bassolino veniva definito come "Rinascimento napoletano", parole vuotissime. Il problema di Napoli è che siamo abilissimi nel descriverla come realtà idilliaca, quasi aulica. Meno quando si tratta di essere concreti, pratici, meglio ancora: pragmatici. Poi sulla qualità del vivere credo che De Luca intendesse la grande metropoli e quanto Napoli rappresenta storicamente. Quindi è vero che il tenore di vita è inferiore al Sud, ma Napoli è grande città e i prezzi nelle grandi città in genere sono sempre altissimi.
Alemao la penso un pò diversamente sul ruolo degli intellettuali....a causa della debolezza, della promiscuità con il potere, della vigliaccheria tipica dell'intellettuale italiano è ovvio considerare il suo ruolo  per il progresso(quello vero, non quello che ci spacciano per tale)di una società come chimerico se non improbabile....
poi però penso al ruolo di Camus o Sartre nel processo di liberazione e indipendenza dell'Algeria da parte della Francia....
l'importanza di uomini come Garcia Lorca oppure di Orwell nella guerra civile spagnola....
l'importanza di tanti letterati e filosofi nell'Irlanda prima durante e dopo l'indipendenza....
penso all'importanza di intellettuali come Neruda,Galeano, Sepulveda, Scorza, Vargas Llosa e tanti altri che hanno saputo risvegliare le coscienze di tanti popoli sudamericani pagando sulla proprio pelle il peso delle loro idee e del loro pensiero...
di esempi ce ne sono tanti....
io penso e ripenso sempre all' Io so di Pier Paolo Pasolini sulle clenne del Corriere della Sera......quanto segnarono quelle parole nelle coscienze degli italiani....tanto che il poeta friulano le pagò in modo carissimo
L'intellettuale deve essere a mio avviso engangè, per citare Sartre.....ma questo non gli impone di prendere il fucile e mettersi a capo di una rivolta....deve essere impegnato ad individuare le contraddizioni, i mali, le storture della società...analizzarli criticamente e liberamente denunciare ...essere riferimento per la società e pericolo per il sistema che lo domina
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: Alemao - 05 Dicembre, 2012, 17:16:22 pm
Alemao la penso un pò diversamente sul ruolo degli intellettuali....a causa della debolezza, della promiscuità con il potere, della vigliaccheria tipica dell'intellettuale italiano è ovvio considerare il suo ruolo  per il progresso(quello vero, non quello che ci spacciano per tale)di una società come chimerico se non improbabile....
poi però penso al ruolo di Camus o Sartre nel processo di liberazione e indipendenza dell'Algeria da parte della Francia....
l'importanza di uomini come Garcia Lorca oppure di Orwell nella guerra civile spagnola....
l'importanza di tanti letterati e filosofi nell'Irlanda prima durante e dopo l'indipendenza....
penso all'importanza di intellettuali come Neruda,Galeano, Sepulveda, Scorza, Vargas Llosa e tanti altri che hanno saputo risvegliare le coscienze di tanti popoli sudamericani pagando sulla proprio pelle il peso delle loro idee e del loro pensiero...
di esempi ce ne sono tanti....
io penso e ripenso sempre all' Io so di Pier Paolo Pasolini sulle clenne del Corriere della Sera......quanto segnarono quelle parole nelle coscienze degli italiani....tanto che il poeta friulano le pagò in modo carissimo
L'intellettuale deve essere a mio avviso engangè, per citare Sartre.....ma questo non gli impone di prendere il fucile e mettersi a capo di una rivolta....deve essere impegnato ad individuare le contraddizioni, i mali, le storture della società...analizzarli criticamente e liberamente denunciare ...essere riferimento per la società e pericolo per il sistema che lo domina

Con tutto il rispetto ma a Napoli figure del genere non esistono e si parla di ben altro contesto storico, di ben altri problemi. A Napoli i problemi sono cosa notissima a tutti, senza per forza essere letterati. Le parole in questo caso contano, ma relativamente. Si deve agire. L'intellettuale partenopeo assume spesso le sembianze sinistre forgioniane. A chest stamm. È quello del "Te Diegum" per intenderci. Vorrei vedere un po' di azione e reazione e non un vuoto parlare.
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: Bruce Colotti - 05 Dicembre, 2012, 17:32:14 pm
Con tutto il rispetto ma a Napoli figure del genere non esistono e si parla di ben altro contesto storico, di ben altri problemi. A Napoli i problemi sono cosa notissima a tutti, senza per forza essere letterati. Le parole in questo caso contano, ma relativamente. Si deve agire. L'intellettuale partenopeo assume spesso le sembianze sinistre forgioniane. A chest stamm. È quello del "Te Diegum" per intenderci. Vorrei vedere un po' di azione e reazione e non un vuoto parlare.
pure io credo sia urgente l'azione, necessaria, fondamentale....ma serve l'innesco alemao
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: kowalski - 05 Dicembre, 2012, 21:25:59 pm
Sono d'accordo con Bruce Colotti riguardo al ruolo dell'intellettuale, all'interno di una comunità. Figure come Luigi Compagnone o Domenico Rea, grandi scrittori-giornalisti che erano rimasti a Napoli, valorizzavano la nostra città, la rendevano più centrale e al tempo stesso aperta e cosmopolita, capace di raccontarsi a se stessa e al mondo in modi che dribblavano, magari qualche volta sfiorandoli, i luoghi comuni, positivi e negativi, che da sempre imprigionano Napoli.
Negli ultimi lustri c'è stato un impoverimento e un degrado della vita culturale, politica e sociale della città (pur rimanendo ancora molto di vivo e di buono), che ha coinciso con un suo declino, un venir meno di quella capacità di essere una capitale del mondo, che pur tra problemi drammatici, Napoli aveva sempre mantenuto.
Purtroppo Erri De Luca, che pure, se non ricordo male, motiva la sua scelta di allontanarsi da Napoli con serie motivazioni politiche, roba di terrorismo o cose del genere, cade in un ritratto della città oleografico e retorico che può essere vero soltanto per qualche turista di passaggio, che finisce per suonare come uno schiaffo a chi vive quotidianamente una realtà che si fa ogni giorno più dura.
Senza dubbio la diffusa povertà, disoccupazione e sottooccupazione non sono tra le ultime cause della disponibilità di pietanze semplici e sfiziose a poco prezzo, che effettivamente sono uno dei punti a favore rispetto alle altre grandi città da Roma in su.
L'oleografia di sole, mare, pizza e mandolino ha per tanti anni nascosto la realtà di Napoli città industriale, la prima d'Italia al di fuori del triangolo Genova-Torino-Milano. Il periodo d'oro del bassolinismo aveva rappresentato proprio l'illusione della città di reagire alla crisi e smantellamento dei propri siti industrali trasformandosi in una città moderna centrata su terziario, servizi, cultura e turismo. Una trasformazione risoltasi, al momento, in un fallimento, del quale sicuramente l'incompetenza e affarismo della classe dirigente (politica e non solo) locale non è l'ultima causa.
La mia opinione è che l'uscita della città dalla sua crisi può essere rappresentata solo da una ripresa del protagonismo dei cittadini e dalla loro auto-organizzazione, impossibile ormai affidarsi a uno Stato e istituzioni pubbliche in bancarotta permanente, e che, se pure ogni tanto si trovano qualche euro in tasca, non possono certo fare a meno di versarlo nelle tasche dei potenti, dei notabili di turno. E anche inutile sperare più di tanto in una classe imprenditoriale dai limiti enormi, con pochi capitali e ancora meno visione, dipendente a sua volta dallo Stato quando non dalle organizzazioni criminali.
Devono moltiplicarsi le occupazioni degli spazi sottratti alla cittadinanza, bisogna dare forza al volontariato, l'associazionismo, il cooperativismo, il privato sociale, in una versione più limpida e pulita di quanto a volte avvenga oggi. Ci vule una grande rinascita civica, uno sforza di generosità collettiva, altrimenti davvero questa città, spiace dirlo, si avvia a marcire, iniziando dai nostri preziosi monumenti, fino al futuro dei giovani che ancora, dalle nostre parti, rappresentano una gran parte della popolazione.


Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: Bruce Colotti - 06 Dicembre, 2012, 08:43:54 am
Sono d'accordo con Bruce Colotti riguardo al ruolo dell'intellettuale, all'interno di una comunità. Figure come Luigi Compagnone o Domenico Rea, grandi scrittori-giornalisti che erano rimasti a Napoli, valorizzavano la nostra città, la rendevano più centrale e al tempo stesso aperta e cosmopolita, capace di raccontarsi a se stessa e al mondo in modi che dribblavano, magari qualche volta sfiorandoli, i luoghi comuni, positivi e negativi, che da sempre imprigionano Napoli.
Negli ultimi lustri c'è stato un impoverimento e un degrado della vita culturale, politica e sociale della città (pur rimanendo ancora molto di vivo e di buono), che ha coinciso con un suo declino, un venir meno di quella capacità di essere una capitale del mondo, che pur tra problemi drammatici, Napoli aveva sempre mantenuto.
Purtroppo Erri De Luca, che pure, se non ricordo male, motiva la sua scelta di allontanarsi da Napoli con serie motivazioni politiche, roba di terrorismo o cose del genere, cade in un ritratto della città oleografico e retorico che può essere vero soltanto per qualche turista di passaggio, che finisce per suonare come uno schiaffo a chi vive quotidianamente una realtà che si fa ogni giorno più dura.
Senza dubbio la diffusa povertà, disoccupazione e sottooccupazione non sono tra le ultime cause della disponibilità di pietanze semplici e sfiziose a poco prezzo, che effettivamente sono uno dei punti a favore rispetto alle altre grandi città da Roma in su.
L'oleografia di sole, mare, pizza e mandolino ha per tanti anni nascosto la realtà di Napoli città industriale, la prima d'Italia al di fuori del triangolo Genova-Torino-Milano. Il periodo d'oro del bassolinismo aveva rappresentato proprio l'illusione della città di reagire alla crisi e smantellamento dei propri siti industrali trasformandosi in una città moderna centrata su terziario, servizi, cultura e turismo. Una trasformazione risoltasi, al momento, in un fallimento, del quale sicuramente l'incompetenza e affarismo della classe dirigente (politica e non solo) locale non è l'ultima causa.
La mia opinione è che l'uscita della città dalla sua crisi può essere rappresentata solo da una ripresa del protagonismo dei cittadini e dalla loro auto-organizzazione, impossibile ormai affidarsi a uno Stato e istituzioni pubbliche in bancarotta permanente, e che, se pure ogni tanto si trovano qualche euro in tasca, non possono certo fare a meno di versarlo nelle tasche dei potenti, dei notabili di turno. E anche inutile sperare più di tanto in una classe imprenditoriale dai limiti enormi, con pochi capitali e ancora meno visione, dipendente a sua volta dallo Stato quando non dalle organizzazioni criminali.
Devono moltiplicarsi le occupazioni degli spazi sottratti alla cittadinanza, bisogna dare forza al volontariato, l'associazionismo, il cooperativismo, il privato sociale, in una versione più limpida e pulita di quanto a volte avvenga oggi. Ci vule una grande rinascita civica, uno sforza di generosità collettiva, altrimenti davvero questa città, spiace dirlo, si avvia a marcire, iniziando dai nostri preziosi monumenti, fino al futuro dei giovani che ancora, dalle nostre parti, rappresentano una gran parte della popolazione.
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: napoletanocrociato - 11 Dicembre, 2012, 20:19:58 pm
(http://img.plug.it/sg/notizie1024/upload/fra/0008/francesca-pascale-3.jpg)

la nuova ragazza di Berlusconi è napoletana  :sisi:
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: gigs - 12 Dicembre, 2012, 07:35:22 am
Sul concerto di Bruce permettetemi un paio di considerazioni...
Verissimo che il prezzo è alto ma i prezzi delle date italiane sono quelle più economiche in europa,poi fa ridere chi afferma che il cantante fa canzoni che non "rispecchierebbero" la realtà dei giorni nostri,che colpa c'ha in tutto questo?piuttosto me la prenderei con il promoter italiano,Claudio Trotta,della barley arts,se uno veramente ci tiene,rinuncia alle uscite da 20-25 euro di sabato sera,fallo per 3 serate ed il gioco è fatto,anche perchè un cantante del genere a Napoli è dai tempi dei Rolling Stones nell'82 che non accade un evento simile,e non venitemi a parlare di Sting,Santana e via dicendo,che con il tutto rispetto parlando.....
ma tanto s'è già capito l'andazzo,anzi,da fan,era meglio che la data di Napoli non l'avesse proprio inserita,visto che dal punto di vista musicale,quì,il ROCK è sparito da anni,anzi già me lo immagino scugnizzi dire E CHI è STO BRUS SPRINSTIN?da una parte mi fa piacere che viene a napoli ma dall'altra no,anche perchè sicuramente non sarà pieno e ci saranno migliaia di portoghesi,ed è un peccato perchè un evento simile dalle nostre parti non accadrà più,contavo di sperare su NAPOLI ma già immagino le polemiche ed altro
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: Genny Fenny - 12 Dicembre, 2012, 08:05:41 am
Ma addo' ve vene e caccia' tanti sordi pe stu mammut?
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: gigs - 12 Dicembre, 2012, 08:32:37 am
Ecco l'esempio
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: Genny Fenny - 12 Dicembre, 2012, 09:00:01 am
Ecco l'esempio

Era una valutazione personale di costo opportunità, mica di merito.
Springsteen valeva tanta spesa come cantore trasversale del suo tempo (lo faceva con grande trasporto e fascino), ancor prima del boom di Born in the Usa.
Je o lasciasse sulo sulo, con tanta surece infradiciati a guazzabugliarsi nel suo ridicolo patriottismo andato a male. E tu? :look:
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: gigs - 12 Dicembre, 2012, 09:08:18 am
Ecco la classica ignoranza sul testo di born in usa...che è proprio il contrario del patriottismo,magari se rileggessi bene con traduzione in italiano....
“Nel mondo ci sono solo due tipi di persone: quelle che adorano Bruce Springsteen e quelle che non l’hanno mai visto in concerto.” (Larry Katz, Boston Herald).
Credo che non ci sia nulla da dire
Titolo: R: Napoli, la nostra città
Inserito da: Genny Fenny - 12 Dicembre, 2012, 09:29:49 am
Gesù.

Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: calvin - 12 Dicembre, 2012, 10:10:05 am
Sul concerto di Bruce permettetemi un paio di considerazioni...
Verissimo che il prezzo è alto ma i prezzi delle date italiane sono quelle più economiche in europa,poi fa ridere chi afferma che il cantante fa canzoni che non "rispecchierebbero" la realtà dei giorni nostri,che colpa c'ha in tutto questo?piuttosto me la prenderei con il promoter italiano,Claudio Trotta,della barley arts,se uno veramente ci tiene,rinuncia alle uscite da 20-25 euro di sabato sera,fallo per 3 serate ed il gioco è fatto,anche perchè un cantante del genere a Napoli è dai tempi dei Rolling Stones nell'82 che non accade un evento simile,e non venitemi a parlare di Sting,Santana e via dicendo,che con il tutto rispetto parlando.....
ma tanto s'è già capito l'andazzo,anzi,da fan,era meglio che la data di Napoli non l'avesse proprio inserita,visto che dal punto di vista musicale,quì,il ROCK è sparito da anni,anzi già me lo immagino scugnizzi dire E CHI è STO BRUS SPRINSTIN?da una parte mi fa piacere che viene a napoli ma dall'altra no,anche perchè sicuramente non sarà pieno e ci saranno migliaia di portoghesi,ed è un peccato perchè un evento simile dalle nostre parti non accadrà più,contavo di sperare su NAPOLI ma già immagino le polemiche ed altro


Vabbuò, ma mi sa che esageri il valore di Sprinstin  :sisi: :sisi:

Sarà che non l'ho mai amato particolarmente, ma io credo che negli anni a napoli son venuti genti assai migliori, magari meno mainstream, ma migliori.
Il concerto di Sting (per dirne uno che hai citato tu) a Cava dei Tirreni, per esempio, fu una cosa impressionantemente bella e, ancor dippiù, per esempio, ricordo un concerto dei King Crimson per il tour di Trhak che mi ha lasciato attaccato alle pareti per mesi o BBKing al teatro mediterraneo che ci estasiò......se poi parliamo di Jazz negli ultimi anni son venuti Zawinul, McCoy Tyner, Dave Holland e tanti altri.

Francamente parliamo di un canzonettaro tamarro americano e se devo spendere un  sacco di carte (l'ho fatto varie volte) capisco di farlo per la Wiener Filarmonica o per i Berliner che scendono in 150 e non per questo rocckettaro.


Gesù.

Coi tempi che corrono questo per una moltiplicazione dei pani e dei pesci o per un acqua in vino a Piazza Plebiscito si prendeva almeno 80-90 euri per i posti seduti.
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: gigs - 12 Dicembre, 2012, 10:20:11 am
Non esagero tranquillo,so quello che dico,buone cose :ok:
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: calvin - 12 Dicembre, 2012, 10:26:29 am
Non esagero tranquillo,so quello che dico,buone cose :ok:

Non volgio polemizzare, te lo giuro, ma per te a livello di importanza musicale e non di dischi venduti Spinsting sta al pari del pianista del BeBop (McCoy Tyner) o degli autori di 21st century schizoid man?

Per me magari ha venduto più dischi, come Spilberg ha staccato più tagliandui di Fellini DeSica Rossellini Monicelli e compagnia cantando tutti assieme, ma a livello di importanza musicale rimane pur sempre poco pioù di un canzonettista.
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: Vino a Tavola - 12 Dicembre, 2012, 10:35:25 am
bello lo spin-off di bruscolotti sul ruolo dell'intellettuale. giusto una decina di gg fa il mio amico Sergio usciva con questo post (come al solito lunghetto ma di grande scorrevolezza).

http://sergiodicorimodiglianji.blogspot.it/2012/11/ma-gli-intellettuali-esistono-che-cosa.html (http://sergiodicorimodiglianji.blogspot.it/2012/11/ma-gli-intellettuali-esistono-che-cosa.html)

chiedo a bruce ed alemao che ne pensano
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: Alemao - 12 Dicembre, 2012, 12:38:13 pm
bello lo spin-off di bruscolotti sul ruolo dell'intellettuale. giusto una decina di gg fa il mio amico Sergio usciva con questo post (come al solito lunghetto ma di grande scorrevolezza).

[url]http://sergiodicorimodiglianji.blogspot.it/2012/11/ma-gli-intellettuali-esistono-che-cosa.html[/url] ([url]http://sergiodicorimodiglianji.blogspot.it/2012/11/ma-gli-intellettuali-esistono-che-cosa.html[/url])

chiedo a bruce ed alemao che ne pensano


Lo condivido in linea di massima e mi è piaciuto moltissimo che abbia preso come paradigma il romanzo di Dallas Mc Cord Reynolds, autore che in pochi conoscono, che assieme al più conosciuto Farenheit 451 di Bradbury offre una visione precisa e circostanziata sui rischi in cui incorre la società moderna se si priva del libero pensiero. Per quanto mi riguarda credo che il ruolo dell'intellettuale vada sempre contestualizzato e non decontestualizzato rispetto al periodo storico in cui ha vissuto/vive. Se ne può dare una definizione generica, ma questa spesso deve scendere a patti con la realtà che viviamo. Indendiamoci: la verità, la missione di cui è portatore l'intellettuale non può che essere quella descritta nell'articolo, ma il pericolo stesso che in molti degli intellettuali del passato hanno corso è stato quello di legarsi, sposarsi a un'idea, diventarne schiavi, dimenticandosi del contesto in cui vivevano, dal fatto che l'idea stessa è frutto di cambiamento, conseguenza naturale dell'attenta osservazione della quotidianità, risultato di un'attenta riflessione sulla stessa e così come la realtà sociale muta, è soggetta a cambiamenti, allo stesso tempo il rischio e pericolo che l'intellettuale non deve correre è quello di fare dell'idea un mero esercizio retorico, rendendola un feticcio immutabile e scollegato dai cambiamenti epocali, dalle conquiste sociali, dalle nuove rivoluzioni che sono avvenute (quella informatica ad esempio) che si verificano anno dopo anno, esibendola alle masse come una sorta di autocelebrazione. Per questo ad esempio apprezzo molto di più Camus rispetto a Sartre, del cui pensiero condivido poco o nulla.

L'intellettuale a mio avviso prima di essere portatore di verità deve essere attento osservatore, una sorta di cronista. Se perde di vista questo compito, questa missione, perde il suo ruolo, diventa altro. Nello specifico, riferendomi a Napoli, Francesco Rosi lo è stato con le "Mani sulla Città" più di certo revisionismo storico campano mosso da una rivalsa pretestuosa contro l'Unità d'Italia, pretestuosa perché incapace di rapportarsi con la realtà storica di allora prendendola a paradigma per spiegare le storture di quella attuale. A Napoli ce ne sono ben pochi che apprezzo. Chi sa descrivere, sa cogliere e interpretare la realtà, senza scadere nell'idealismo, senza diventarne schiavo, può dirsi per me intellettuale. Lo è molto di più Ermanno Rea, quando in "La Dismissione" racconta di un pezzo di città che viene smantellato che i libri di questi novelli Masanielli dell'orgoglio partenopeo o dello stesso De Luca.
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: Starfred - 12 Dicembre, 2012, 12:42:02 pm
Sting mangia in testa a Springsteen. :look:
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: Genny Fenny - 12 Dicembre, 2012, 12:51:53 pm
Sting mangia in testa a Springsteen. :look:

 :no:
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: vechabla - 12 Dicembre, 2012, 12:53:33 pm

Vabbuò, ma mi sa che esageri il valore di Sprinstin  :sisi: :sisi:

Sarà che non l'ho mai amato particolarmente, ma io credo che negli anni a napoli son venuti genti assai migliori, magari meno mainstream, ma migliori.
Il concerto di Sting (per dirne uno che hai citato tu) a Cava dei Tirreni, per esempio, fu una cosa impressionantemente bella e, ancor dippiù, per esempio, ricordo un concerto dei King Crimson per il tour di Trhak che mi ha lasciato attaccato alle pareti per mesi o BBKing al teatro mediterraneo che ci estasiò......se poi parliamo di Jazz negli ultimi anni son venuti Zawinul, McCoy Tyner, Dave Holland e tanti altri.

Francamente parliamo di un canzonettaro tamarro americano e se devo spendere un  sacco di carte (l'ho fatto varie volte) capisco di farlo per la Wiener Filarmonica o per i Berliner che scendono in 150 e non per questo rocckettaro.


Coi tempi che corrono questo per una moltiplicazione dei pani e dei pesci o per un acqua in vino a Piazza Plebiscito si prendeva almeno 80-90 euri per i posti seduti.
Ci aggiungerei pure i Dire Straits(senza Knopfler :look: ) a Siano* :compagni:

Spoiler
*il concerto però venne annullato perchè vendettero circa 50 biglietti :maronn:

Bruce>>>Sting :look: :sisi:
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: Starfred - 12 Dicembre, 2012, 13:12:48 pm
Mark Knopfler che andrò a vedere a Napoli mangia in testa a Springsteen.
:look:


a me non ha mai preso più di tanto, ma sono gusti. Sebbene lo ritenga un'artista rilevante, non mi piace.
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: vechabla - 12 Dicembre, 2012, 13:21:36 pm
Mark Knopfler che andrò a vedere a Napoli mangia in testa a Springsteen.
:look:
quando?
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: Starfred - 12 Dicembre, 2012, 13:22:50 pm
quando?


http://www.ticketone.it/an-evening-with-mark-knopfler-biglietti.html?affiliate=ITT&doc=artistPages%2Ftickets&fun=artist&action=tickets&erid=818448&xtcr=1&xtmc=mark+knopfler (http://www.ticketone.it/an-evening-with-mark-knopfler-biglietti.html?affiliate=ITT&doc=artistPages%2Ftickets&fun=artist&action=tickets&erid=818448&xtcr=1&xtmc=mark+knopfler)
Titolo: Napoli, la nostra città
Inserito da: tonysea7 - 12 Dicembre, 2012, 14:28:14 pm
Mark Knopfler che andrò a vedere a Napoli mangia in testa a Springsteen.
:look:


a me non ha mai preso più di tanto, ma sono gusti. Sebbene lo ritenga un'artista rilevante, non mi piace.


:alla:
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: Bruce Colotti - 12 Dicembre, 2012, 14:30:02 pm
bello lo spin-off di bruscolotti sul ruolo dell'intellettuale. giusto una decina di gg fa il mio amico Sergio usciva con questo post (come al solito lunghetto ma di grande scorrevolezza).

[url]http://sergiodicorimodiglianji.blogspot.it/2012/11/ma-gli-intellettuali-esistono-che-cosa.html[/url] ([url]http://sergiodicorimodiglianji.blogspot.it/2012/11/ma-gli-intellettuali-esistono-che-cosa.html[/url])

chiedo a bruce ed alemao che ne pensano

ho letto il post da te consigliato. Lo trovo abbastanza incompleto. L'argomento è molto complesso e spesso ambiguo.
Mi soffermerei sul concetto di verità da cui parte l'autore, la verità dell'intellettuale, come viene da lui definita. Anche se comprendo la necessità di un postulato sul quale strutturare la sua speculazione su una figura così particolare, non ne condivido la scelta. Io sarei partito dal concetto di critica o meglio di prospettiva critica attraverso la quale l'intellettuale si rapporta al reale. La domanda, la forma della domanda e la verità personale sono per me al massimo i punti successivi, ma non necessari, nè fondamentali nel definire la figura dell'intellettuale. La critica spinge ad osservare la realtà, le sue forme, la sua simbologia,il suo farsi evidenza. E' lo strumento attraverso cui è possibile discernere i diversi livelli della realtà sia esso il vissuto, l'esistente, inteso anche come l'essere in comune. Per questo fondamentale è lo sguardo dell'intellettuale,il suo punto di osservazione e la sua modalità di vedere attraverso. Quello che fa Ricoeur quando dice che la poesia è lo strumento critico per antonomasia della realtà perchè si riferisce ad essa attraverso una referenzialità più profonda della semplice parola o della prosa. Lo stesso Benjamin usa Klee e la sua opera, L'Angelus Novus, come lente attraverso cui iniziare ad avere una prospettiva del reale, prospettiva critica da cui eventualmente scaturisce un'abbozzo di domanda e di verità.
L'altra cosa che non condivido del post è la liquidazione troppo veloce e semplicistica del rapporto di dipendenza tra politica, dunque potere, e intellettuale. Cita Socrate, avverso ad un potere che cerca di condizionarne le idee, ma c'è Platone che usa il potere per concretizzare la sua idea di polis. Aristotele è parte integrante del potere politico, così come lo sarà Hegel con il suo concetto di Pangermanesimo. Non dimenticherei il rapporto tra intellettuale e potere politico inteso come mecenatismo. L'epoca del risveglio del pensiero libero, il rinascimento, è anche prodotto dello stretto legame, spesso di dipendenza a favore del potere, tra quest'ultimo e gli intellettuali dell'epoca. Questo solo per dire che ci sono alcuni spunti interessanti nel post, ma un approccio troppo semplicistico nel dirimere le profonde ambiguità e problematicità dell'argomento.
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: Vino a Tavola - 12 Dicembre, 2012, 14:56:37 pm
ho apprezzato molto i vostri commenti, davvero interessanti. Le vostre critiche hanno senso (non scrivo "le condivido" perchè non penso di avere gli strumenti per farlo) e penso che i limiti della trattazione di Sergio stiano proprio nel fatto che il suo scritto non voglia essere un trattato o una tesi, ma abbia come scopo quello di fornire spunti e impressioni, che mi fa piacere avere condiviso con voi.

Grazie e alla prossima :) :look:
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: ziumberto - 12 Dicembre, 2012, 17:18:49 pm
Ma pecchè Lanzetta fuss nintelettual? Co e romanz e sfaccimme ca scriv? Oppur fuss il distacco picchiacco del DeLUca.

Mo...Springsteen è pur nu simpaticon, schietto e carnal, ma i fans …oh, so utt muntat grezz e gnurant.
Sting me stat semp ncopp eppall ma è altro livello rispetto al Borntorun, si ravvedano sia Bender e o Sunator che o zi e vobbèn!

Knopfler pure abbuffa però.
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: papasouth - 12 Dicembre, 2012, 17:25:28 pm
per me il top fu quando vidi Alessio, Raffaello e Rosario Miraggio esibirsi tutti assieme in un grandissimo concertone a Piazza Mercato :compagni:
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: Alemao - 12 Dicembre, 2012, 17:29:30 pm
Non mi sovviene da dove esce il nome di Lanzetta. Che c'entra Lanzetta mo'? Mah.
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: Bruce Colotti - 12 Dicembre, 2012, 17:43:43 pm
per me il top fu quando vidi Alessio, Raffaello e Rosario Miraggio esibirsi tutti assieme in un grandissimo concertone a Piazza Mercato :compagni:
ma che è?la versione partenopeo delle tartarughe ninja???
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: Alemao - 12 Dicembre, 2012, 17:46:30 pm
per me il top fu quando vidi Alessio, Raffaello e Rosario Miraggio esibirsi tutti assieme in un grandissimo concertone a Piazza Mercato :compagni:

No, è stato il salto della quaglia di Sal Da Vinci in Piazza Plebiscito, quando è stato arruolato da Berlusconi.
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: ziumberto - 12 Dicembre, 2012, 17:48:23 pm
A polemic, Alemao…cu Deluca sul penultimo posto, unner Lanzette beppe o scittor poet attor?
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: Starfred - 12 Dicembre, 2012, 17:49:18 pm
Zio :alla:
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: Bruce Colotti - 12 Dicembre, 2012, 17:52:25 pm
alcune cose di Lanzetta sono interessanti....ma non dimentico la sua partecipazione anche a pellicole come Tifosi :brr: grandi magazzini :sad: Ultimo 4 - L'occhio del falco  :rotfl:
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: Alemao - 12 Dicembre, 2012, 17:54:43 pm
A polemic, Alemao…cu Deluca sul penultimo posto, unner Lanzette beppe o scittor poet attor?

Aah eh già. Scusami ma tengo 95 anni portati male. By Parkinson.
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: wendell - 12 Dicembre, 2012, 17:55:01 pm
http://www.municipalita2napoli.org/nottedarte/#programma (http://www.municipalita2napoli.org/nottedarte/#programma)
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: kowalski - 06 Gennaio, 2013, 11:43:38 am
Vietate dal presidente (di destra) della municipalità di Scampia le riprese per la versione tv di Sky di Gomorra. D'accordo anche De Magistris

http://napoli.repubblica.it/cronaca/2013/01/05/news/scampia_presidente_municipalit_no_a_uso_immagini_per_gomorra_2-49957279/?ref=HREC1-3 (http://napoli.repubblica.it/cronaca/2013/01/05/news/scampia_presidente_municipalit_no_a_uso_immagini_per_gomorra_2-49957279/?ref=HREC1-3)

Basta a fiction ambientate a Scampia. Il presidente della Municipalità, Angelo Pisani, ha fatto sapere oggi di aver negato "qualsiasi autorizzazione allo sfruttamento di immagini e luoghi in danno del territorio" per una Gomorra-Scampia; richiesta avanzata, spiega, "da una società per conto di Sky, che ha acquisito i diritti del libro di Roberto Saviano"
"Come presidente della municipalità e per gli investimenti in cultura e legalità che noi stiamo facendo certo di interpretare anche i sentimenti di quanti vivono nelle zone a Nord di Napoli, per troppo tempo lasciate colpevolmente abbandonate, mi oppongo decisamente alle riprese della nuova 'Gomorra' versione Scampia", ha spiegato Pisani.
"Non consentiremo di danneggiare presente e futuro di tanti giovani che devono essere orgogliosi di vivere in questa zona a Nord di Napoli e fieri di continuare a pretendere dallo Stato messaggi positivi nella lotta ai camorristi e alla necessità di estirparli da questo territorio per metterli in galera. Ma dopo la repressione -ha proseguito Pisani- servono risorse per il rilancio dell'economia e del lavoro".
Sul caso in serata la posizione del sindaco Luigi de Magistris. Sostanzialmente d'accordo con quella di Pisani. Si legge: "Non appartiene a questa amministrazione il diniego di autorizzazioni che riguardano le varie attività culturali e comunicative, ma siamo stanchi di vedere Scampia ridotta, anche sul piano dell'immagine e non solo nazionale, a territorio di conquista della camorra in lotta, come se a Scampia non esistesse altro al di fuori delle piazze di spaccio e della faida dei clan. L'ho detto e lo ribadisco: Scampia è anche una cittadinanza attiva e democratica che quotidianamente, nella sua vita normale, porta avanti e fa vivere il valore della legalità. Scampia è anche la rete di associazioni e di scuole impegnate sul territorio e che sono, per mezzo delle loro attività, un presidio di legalità e di alternativa sociale alla devianza. Scampia è anche il quartiere pilota della raccolta differenziata porta a porta che qui abbiamo voluto sperimentare nel piano di ampliamento e che è arrivata al 70%. Scampia è anche l'insofferenza dei suoi abitanti, in maggioranza per bene, esasperati dal vedere il loro quartiere raccontato (e anche sfruttato) come brand mediatico negativo.  Chiedo allora perchè i diritti televisivi pagati lautamente non vengono riconosciuti, per esempio, al finanziamento dei progetti delle associazioni e delle scuole impegnate sul territorio? Sarebbe non solo un segnale d'amore verso questo quartiere e questa città, ma anche un aiuto concreto per sostenere il cammino di emancipazione e riscatto che Scampia e Napoli stanno compiendo e vogliono continuare a compiere".
Infine, le parole del produttore: "Ci sorprende molto il no del presidente della Municipalità di Scampia, Angelo Pisani, alle riprese della serie Gomorra in quel territorio" dice all'Ansa il produttore di Cattleya, Riccardo Tozzi, che con Sky comincerà tra un mese circa le riprese della serie tratta dal libro di Roberto Saviano che collabora alla preparazione della fiction.
"Non c'è una identificazione così precisa di Scampia, che nell'ambito della serie rappresenterà al massimo un 5%. C'è una grande varietà di ambienti e situazioni - prosegue Tozzi - ma la cosa più importante è che la serie è quanto di più lontano dalla rappresentazione positiva della camorra, anzi da nel racconto grandissimo spazio a quei personaggi positivi del territorio che sono le altre figure del mondo di Saviano, quelli che lottano per cambiare le cose. Il film di Garrone aveva dovuto necessariamente sacrificare una parte di questi personaggi che invece vengono recuperati e raccontati nella serie. Lo stesso Saviano, che sta collaborando alla preparazione, tiene moltissimo a queste figure, alcune delle quali sono ispirati a personaggi veri che abbiamo avuto modo di conoscere e apprezzare in questo periodo di preparazione della serie".
"Per questo - conclude Tozzi - la presa di posizione di oggi ci giunge così di sorpresa, aspettiamo un incontro con il sindaco, sperando non sia troppi impegnato con la campagna elettorale e siamo fiduciosi che si possano recuperare le riprese a Scampia dopo ulteriori chiarimenti". Ma come interpreta Tozzi questo no del presidente della Municipalità? Non vogliono i riflettori? "Sinceramente non lo so: anche fatti recenti hanno dimostrato che l'attenzione verso quello che accade a Scampia può essere, come ha spesso ribadito anche lo stesso Saviano, di aiuto. Staremo a vedere".

I precedenti:

Andreotti e il neorealismo

http://wwwext.ansa.it/opencms/export/site/notizie/rubriche/daassociare/visualizza_new.html_851085929.html (http://wwwext.ansa.it/opencms/export/site/notizie/rubriche/daassociare/visualizza_new.html_851085929.html)

Johnny Stecchino

Il Traffico (http://www.youtube.com/watch?v=aOHueBY91pc#)

Promemoria sulla realtà di Scampia per gli sbadati Pisani e De Magistris:

Uomo ucciso nel cortile di una scuola materna

http://napoli.repubblica.it/cronaca/2012/12/05/news/scampia_omicidio_di_camorra_killer_davanti_alla_scuola_materna-48118128/ (http://napoli.repubblica.it/cronaca/2012/12/05/news/scampia_omicidio_di_camorra_killer_davanti_alla_scuola_materna-48118128/)

Bombe a mano per strada a Scampia

http://www.ilmattino.it/napoli/cronaca/faida_scampia_la_strategia_del_terrore_bombe_a_mano_per_marcare_il_territorio/notizie/238541.shtml (http://www.ilmattino.it/napoli/cronaca/faida_scampia_la_strategia_del_terrore_bombe_a_mano_per_marcare_il_territorio/notizie/238541.shtml)

A Melito (confinante con Scampia) stravince vince le primarie parlamentari del PD la giovane nipote di imprenditori vicini al clan Di Lauro

http://www.napolionline.org/2013/01/05/politica/primarie-pd-a-melito-il-problema-e-politico-non-elettorale/ (http://www.napolionline.org/2013/01/05/politica/primarie-pd-a-melito-il-problema-e-politico-non-elettorale/)

http://www.napolionline.org/2013/01/05/politica/pd-a-napoli-i-conti-e-i-voti-non-tornano-mai/ (http://www.napolionline.org/2013/01/05/politica/pd-a-napoli-i-conti-e-i-voti-non-tornano-mai/)
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: Guallera V.2 - 06 Gennaio, 2013, 11:45:22 am
Ridicoli.
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: nickwire - 06 Gennaio, 2013, 14:41:21 pm
Ecco la città di Benedetto Croce e Giuseppe Marotta, eccola.
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: djcarmine - 06 Gennaio, 2013, 17:04:55 pm
non hanno fatto bene?
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: Guallera V.2 - 07 Gennaio, 2013, 12:23:23 pm
non hanno fatto bene?
No, hanno fatt na strunzata. Perchè non è vietare le riprese di una serie tv a Scampia, che si risolve il problema della "cattiva immagine"...
Detto questo, che bello, stamm nata vota chine e munnezze. E continuamo a dire no ai termovalorizzatori mi raccomando, w il partito del No, meglio la munnezza per strada, meglio pagare la TARSU manco stessimo a Beverly Hills, meglio i viaggi della speranza in Olanda e la carità di altre regioni....
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: Genny Fenny - 07 Gennaio, 2013, 12:52:33 pm
Vieterei le riprese persino sulla luna se servisse ad evitare di avutare baby guappetielli ad interpreti di se stessi e di fare involontaria apologia della violenza, il terzo effetto di questi pretenziosi "film documento" dopo il voyeurismo orrore&popcorn degli estranei (o presunti tali) e l'infinita pena di chi vive nella malfatta finzione cinematografica.
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: kurz - 07 Gennaio, 2013, 13:07:18 pm
Non sono un fan di De Magistris né ovviamente del presidente della Municipalità, ma hanno fatto bene per me.
Non è con una fiction che si risolvono i problemi anzi, per me è solo dannoso non solo per l'immagine e per screditare pure chi i quartieri li abita, ma pure per quello che dice Fiorenzo.
Gomorra ha fatto bene solo a Garrone e Saviano.
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: nickwire - 07 Gennaio, 2013, 13:11:35 pm
Vieterei le riprese persino sulla luna se servisse ad evitare di avutare baby guappetielli ad interpreti di se stessi e di fare involontaria apologia della violenza, il terzo effetto di questi pretenziosi "film documento" dopo il voyeurismo orrore&popcorn degli estranei (o presunti tali) e l'infinita pena di chi vive nella malfatta finzione cinematografica.

è veramente un manifesto apologetico delle nostre malcelate tendenze all'apertura del nostro inconcscio maledetto. Annoso ostacolo per la secolarizzazione del nostro orribile quanto ostinato e pedissequo rifiuto della civilità, nel senso di civitas, un macchinoso quanto pittoresco rimodellare la modernità. :sisi:
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: Genny Fenny - 07 Gennaio, 2013, 13:15:41 pm
 :look:
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: nickwire - 07 Gennaio, 2013, 13:17:53 pm
 :asd:
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: Starfred - 07 Gennaio, 2013, 13:18:28 pm
è veramente un manifesto apologetico delle nostre malcelate tendenze all'apertura del nostro inconcscio maledetto. Annoso ostacolo per la secolarizzazione del nostro orribile quanto ostinato e pedissequo rifiuto della civilità, nel senso di civitas, un macchinoso quanto pittoresco rimodellare la modernità. :sisi:

con il rimbalzo o senza ?
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: nickwire - 07 Gennaio, 2013, 13:19:48 pm
con il rimbalzo o senza ?

sempre senza, sempre. Pedissequamente.
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: Crippler - 07 Gennaio, 2013, 13:28:29 pm
sempre senza, sempre. Pedissequamente.
qualunquemente. :look:
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: kurz - 07 Gennaio, 2013, 13:36:23 pm
è veramente un manifesto apologetico delle nostre malcelate tendenze all'apertura del nostro inconcscio maledetto. Annoso ostacolo per la secolarizzazione del nostro orribile quanto ostinato e pedissequo rifiuto della civilità, nel senso di civitas, un macchinoso quanto pittoresco rimodellare la modernità. :sisi:
Ma te l'ha scritto Nikita?
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: nickwire - 07 Gennaio, 2013, 13:37:04 pm
Ma te l'ha scritto Nikita?

Quattro mani :nanda:
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: napoletanocrociato - 07 Gennaio, 2013, 14:59:02 pm
Napoli, pullman in servizio divorato da un incendio a bordo: nessun ferito

NAPOLI - Distrutto dalle fiamme un autobus dell'Anm (linea R4). È successo questa mattina intorno alle 6 in via Capodimonte a Napoli. Fortunatamente nessun passeggero è rimasto ferito. A dare l'allarme è stato l'autista. Nonostante il tempestivo intervento dei vigili del fuoco, però, il mezzo, partito   dal deposito di Piazza Carlo III, è stato divorato dalle fiamme in pochi minuti. Dall'Anm fanno sapere che - al momento - non si conoscono le cause dell'incendio.

(http://www.ilmattino.it/FotoGallery_IMG/HIGH/20130107_11227_070120132738.jpg)

Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: Genny Fenny - 07 Gennaio, 2013, 19:32:44 pm
(https://fbcdn-sphotos-b-a.akamaihd.net/hphotos-ak-ash3/63663_315993811835699_456369343_n.jpg)
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: kowalski - 07 Gennaio, 2013, 20:31:43 pm
E' vero che le dichiarazioni di De Magistris sono state in parte manipolate dai giornali, non si è detto d'accordo con la censura ma aveva semplicemente criticato (in maniera un po' ipocrita, perché se De Magistris sta dove sta è anche grazie al "gomorrismo", che ora non gli sta più bene semplicemente perché al governo della città c'è lui).

Comunque la mia sensazione è che Pisani, il presidente della municipalità di Scampia, non ha detto le vere ragioni della negazione del permesso.
Pisani infatti sta cercando di mettere su un centro locale di produzione audiovisiva, e voleva se non sbaglio affidarlo ad Abel Ferrara, uno che almeno fin quando ragionava, ha sempre fatto film basati su criminalità e violenza.
Gaetano Di Vaio, l'ex detenuto, regista-produttore (De Magistris forse lo candiderà alle elezioni), che pure probabilmente avrebbe un ruolo in questo centro, la sua produzione l'ha chiamata guarda caso "Figli del Bronx", quindi dubito sia convinto che quel quartiere è il regno di tenere educande.
D'altra parte nei pressi di Scampia si girava la serie poliziesca "La Squadra", che da quelle parti aveva impiantato anche un centro di produzione Rai, che ora non so che fine abbia fatto, e ora hanno pensato di andarci a girare quelli di Sky per Gomorra.
Insomma è inevitabile che a Scampia la maggior parte delle cose che si andranno a girare dovranno fare i conti con la realtà di quel quartiere.
A leggere le dichiarazioni di Pisani lui sarebbe venuto a sapere delle riprese solo perché il titolare di un bar scelto per le riprese glielo avrebbe riferito... De Magistris ha detto, se ricordo bene, che le produzioni che realizzano questi prodotti potrebbero lasciare qualcosa a chi opera sul territorio...
Probabilmente la verità è che Pisani voleva che Sky desse una mano, e magari utilizzasse per la serie, il centro di produzione della municipalità, mentre Sky avrà voluto fare per conto suo.
Difficile dire se Pisani avrà cercato di taglieggiare la tv satellitare, o se Sky avrà cacciato la perucchiamma.
Di sicuro un grave errore, in un'epoca come questa dell'ossessione della trasparenza assoluta, uscirsene con dichiarazioni di facciata e non raccontare le vere ragioni del contrasto (ammesso che la mia ipotesi sia giusta, ma sono abbastanza sicuro di esserci andato vicino).
Non ci sarebbe niente di male a chiedere a chi comunque presenterà lati del quartiere che non ne aumenteranno certo la popolarità, di contribuire a qualche iniziativa positiva per il quartiere, e magari anche chiedere di vedere la sceneggiatura per assicurarsi che vengano inseriti anche personaggi e storie positive (questo credo che accada anche in America, in casi del genere).
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: Alemao - 09 Gennaio, 2013, 10:42:40 am
Sulla munnezza, suo cavallo di battaglia, De Magistris sta fallendo in modo miserrimo.
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: Neapolis84 - 09 Gennaio, 2013, 21:29:39 pm
no scusate...avete anche affrontato argomenti più critici come la diatriba Saviano-De Magistriis, ma non sono riuscito a leggere perchè ero ancora in preda di crisi epilettiche dopo aver letto alcuni commenti su Springsteen...
Sapevo che criticare tutto ciò che piace è una gran moda in questo forum, sapevo che sapete fare i radical-chic come pochi, però non pensavo che anche le icone facessero parte di questo giochetto...

Cioè...Springsteen...no, ma veramente? La prossima cosa? Che Freddie Mercury aveva una voce non migliore di Allevi, solo che Allevi la nasconde facendo il pianista? Che il rolling stones non sono altro che i backstreet boys dei loro tempi?

No veramente...io capisco che possa non piacere, i gusti so gusti, ma ammettere la grandezza di un qualcosa che magari non piace, ma che oggettivamente è grande, non sarebbe male.

Cioè Springsteen....l'ho visto (finalmente) quest'anno a Firenze, 3 ore e 30 di concerto (e 24 ore prima aveva fatto 3:40 a milano), mai fermo, mai domo, una voce pazzesca, uno spettacolo incredibile, una vera e propria icona del rock...e vuje ve ne ascit con certe cose?

No vabbè...comunque a chi ci sta pensando, consiglio a tutti di andarlo a vedere, i 75 euro di biglietto li vale tutti, dopo averlo visto a firenze, neanche ho pensato quanto costasse, l'importante era andare.
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: isab1987 - 09 Gennaio, 2013, 22:03:09 pm
pisani lo conosco personalmente, è pure un bravo ragazzo, ma la sua cavalcata politica mi ricorda l'ascesa di berlusconi..  :brr: :brr:
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: nickwire - 10 Gennaio, 2013, 11:05:57 am
pisani lo conosco personalmente, è pure un bravo ragazzo, ma la sua cavalcata politica mi ricorda l'ascesa di berlusconi..  :brr: :brr:

buono quanto vuoi isabè, ma a me par pop ò paladino degli evasori fiscali, l'Ettora Fieramosca dello scontrino appezzottato, il Gengis Khan della cartella esattoriale....
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: Alemao - 11 Gennaio, 2013, 13:57:56 pm
Saviano ha ragione. A me 'stu coso ca bandana arancione pare proprio che Napoli l'abbia usata a pretesto come un piccolo Berlusconi per costruirsi piattaforma elettorale (in Campania si dice abbia il 10%) e futuro in politica dopo la caduta in disgrazia di Di Pietro che ormai manc e cani s'o magnan. Basti pensare che dopo i morti ammazzati a Scampia iss era in tutt'altre vicende affaccendato. Sulla polemica Pisani-Saviano, se effettivamente i fatti stanno come li ha riportati Kowalski, tiene ragione ancora Saviano.

Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: Neutrino - 14 Gennaio, 2013, 20:40:07 pm
pisani lo conosco personalmente, è pure un bravo ragazzo, ma la sua cavalcata politica mi ricorda l'ascesa di berlusconi..  :brr: :brr:

è un uomo di merda che condivide coi camorristi l'ostilità per Saviano (e chissà cos'altro) e presenta una lista a sostegno del porco di Arcore, che candida ancora i Cosentino e i Cesaro in Campania. Così, sensazione a pelle.
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: DioBrando - 14 Gennaio, 2013, 21:32:32 pm
a me fa cacare Saviano, che ha speculato su Scampia e si è fatto un nome e soldi su un libro\saggio\nonsocosavolesseessere (mentre gente come Gomez, Stella e altri sanno fare inchiesta dieci volte meglio) quando decine di altri giornalisti onesti ne avevano scritto, sui quotidiani, su saggi e quant'altro. Non voglio neanche dire come mai lui è uscito fuori dal mucchio: le sue amicizie politiche sono ben note.

a me fa cacare pure De Magistris, che da demagogo populista del caxxo, pari solo a Ingroia e quell'altro ignorantissimo di Di Pietro, ha infinocchiato i napoletani per pura mancanza di alternative ( e loro volevano cambiare, come dimostrano i voti alle elezioni). Tutto quello che si è limitato a fare è un maquillage delle zone bene, la coppa America, prendersi i meriti del lavori quasi conclusi della nuova linea della metro e andare allo stadio per fare il guappo...

Intanto appena dietro via Toledo, si entra in un gorgo di lerciume e incuria... Appena dopo piazza Dante, non certo via Caraglio, passando per Port'Alba, si arriva a Piazza Bellini, dove i resti delle mura dell'antica città languono nell'incuria, la statua è imbrattata come poche, ed il logo dei Mastiffs troneggia a lato... Ma vattenn a fanculo De Magistris...
Titolo: R: Napoli, la nostra città
Inserito da: Starfred - 14 Gennaio, 2013, 21:34:04 pm
Azz Diobrando sa vist Napoli su google earth :look:
Titolo: Re:R: Napoli, la nostra città
Inserito da: DioBrando - 14 Gennaio, 2013, 21:58:57 pm
Azz Diobrando sa vist Napoli su google earth :look:

No, ho fatto durante le feste una serie di sopralluoghi nelle zone disastrate dei beni storico archeologici e artistici di Napoli. Tutta roba che finirà in una pubblicazione sull'incuria dei beni culturali in Italia. La SANP si distingue sempre...
Titolo: Re:R: Napoli, la nostra città
Inserito da: acquaLOTA - 14 Gennaio, 2013, 22:07:58 pm
No, ho fatto durante le feste una serie di sopralluoghi nelle zone disastrate dei beni storico archeologici e artistici di Napoli. Tutta roba che finirà in una pubblicazione sull'incuria dei beni culturali in Italia. La SANP si distingue sempre...
ma la custodia dei beni culturali spetta al ministero degli interni se nonsbaglio... la colpa di de magistris è nona ver frustato tutte le cape di cazzo che abitano in questa città invitandoli a non lanciare le carte per terra?  :look:
Titolo: Re:R: Napoli, la nostra città
Inserito da: DioBrando - 14 Gennaio, 2013, 22:46:40 pm
ma la custodia dei beni culturali spetta al ministero degli interni se nonsbaglio... la colpa di de magistris è nona ver frustato tutte le cape di cazzo che abitano in questa città invitandoli a non lanciare le carte per terra?  :look:

sbagli... Spetta alla Soprintendenza ed all'ente locale sul cui demanio è presente il suddetto bene. Ovvero SANP e De Magistris... Pulire piazza Bellini lo deve fare lui, come concordare il restauro delle mura con la SANP, come pure provvedere eventualmente alle necessarie precauzioni per la conservazione del bene...
Titolo: Napoli, la nostra città
Inserito da: falceEmarcello - 15 Gennaio, 2013, 08:47:11 am
Non so voi ma io mi sento piu' tranquillo a sapere che diobrando vigila sui nostri beni culturali :look:
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: isab1987 - 15 Gennaio, 2013, 08:50:57 am
è un uomo di merda che condivide coi camorristi l'ostilità per Saviano (e chissà cos'altro) e presenta una lista a sostegno del porco di Arcore, che candida ancora i Cosentino e i Cesaro in Campania. Così, sensazione a pelle.
poliicamente è uno che non voterei mai, nonostante l'affetto
Titolo: Re:R: Napoli, la nostra città
Inserito da: acquaLOTA - 15 Gennaio, 2013, 12:21:33 pm
sbagli... Spetta alla Soprintendenza ed all'ente locale sul cui demanio è presente il suddetto bene. Ovvero SANP e De Magistris... Pulire piazza Bellini lo deve fare lui, come concordare il restauro delle mura con la SANP, come pure provvedere eventualmente alle necessarie precauzioni per la conservazione del bene...
ah non lo sapevo: come mai però la custodia del parco di capodimonte e annessa reggia spettano al ministero dei beni culturali? (domanda non critica!).

comunque per me il problema di fondo è anche chi la sporca quella piazza non solo di chi (non) la pulisce. da quel che so partiranno a breve diversi lavori per restaurare molto luoghi storici del centro grazie a fondi europei, ma non figurano anche le mura greche.

con tutto il rispetto se non si hanno i soldi per pulire le strade figurati quelli per pulire le mura: ci vorrebbe anche un po' di senso civico che in questa città di sfaccimma non esiste. Domani pulisci il campanile di santa chiara il giorno dopo arriva un ricchione di tagger che ci scrive sopra.
Titolo: Re:R: Napoli, la nostra città
Inserito da: DioBrando - 15 Gennaio, 2013, 15:06:11 pm
ah non lo sapevo: come mai però la custodia del parco di capodimonte e annessa reggia spettano al ministero dei beni culturali? (domanda non critica!).

comunque per me il problema di fondo è anche chi la sporca quella piazza non solo di chi (non) la pulisce. da quel che so partiranno a breve diversi lavori per restaurare molto luoghi storici del centro grazie a fondi europei, ma non figurano anche le mura greche.

con tutto il rispetto se non si hanno i soldi per pulire le strade figurati quelli per pulire le mura: ci vorrebbe anche un po' di senso civico che in questa città di sfaccimma non esiste. Domani pulisci il campanile di santa chiara il giorno dopo arriva un ricchione di tagger che ci scrive sopra.

Tecnicamente le soprintendenze dipendono dal ministero dei beni culturali, o meglio, dalle direzioni regionali, a loro volta dipendenti dal ministero. Il ministero alle volte gestisce direttamente alcune opere di restauro, conservazione manutenzione, in collaborazione o meno con le soprintendenze, che a loro volta agiscono insieme agli enti locali che ne hanno la gestione diretta nella maggior parte dei casi. Sostanzialmente sono un organo di controllo, ma ovviamente le funzioni sono molte di più, per esempio sono l'organo giudicante in caso di alienazione di un bene per interesse pubblico, mantengono i cataloghi, istruiscono i procedimenti per quanto riguarda le sanzioni o la stipula di accordi di gestione con i privati e le amministrazioni e diverse altre cose che non sto ad elencare...

Per quanto riguarda i fondi europei, sono stati per lo più dirottati sul Progetto Pompei, che è la solita farsa all'italiana, per le mura greche, basterebbe un'opera di pulizia e restauro davvero semplice, mentre per la conservazione potrebbero essere usate lastre di plexiglass per proteggerle dalle intemperie e dalla incuria dei cittadini. Basterebbe davvero poco sia come budget che come manodopera.

Sulla questione senso civico ti do ragione, i writer che non rispettano i monumenti e la città sono il male. Ci sono aree che potrebbero valorizzare, se hanno un vago senso artistico, invece la maggior parte sono dei poveri caxxoni...
Titolo: Re:R: Napoli, la nostra città
Inserito da: AyeyeBrazov - 15 Gennaio, 2013, 16:32:09 pm
Tecnicamente le soprintendenze dipendono dal ministero dei beni culturali, o meglio, dalle direzioni regionali, a loro volta dipendenti dal ministero. Il ministero alle volte gestisce direttamente alcune opere di restauro, conservazione manutenzione, in collaborazione o meno con le soprintendenze, che a loro volta agiscono insieme agli enti locali che ne hanno la gestione diretta nella maggior parte dei casi. Sostanzialmente sono un organo di controllo, ma ovviamente le funzioni sono molte di più, per esempio sono l'organo giudicante in caso di alienazione di un bene per interesse pubblico, mantengono i cataloghi, istruiscono i procedimenti per quanto riguarda le sanzioni o la stipula di accordi di gestione con i privati e le amministrazioni e diverse altre cose che non sto ad elencare...

Per quanto riguarda i fondi europei, sono stati per lo più dirottati sul Progetto Pompei, che è la solita farsa all'italiana, per le mura greche, basterebbe un'opera di pulizia e restauro davvero semplice, mentre per la conservazione potrebbero essere usate lastre di plexiglass per proteggerle dalle intemperie e dalla incuria dei cittadini. Basterebbe davvero poco sia come budget che come manodopera.

Sulla questione senso civico ti do ragione, i writer che non rispettano i monumenti e la città sono il male. Ci sono aree che potrebbero valorizzare, se hanno un vago senso artistico, invece la maggior parte sono dei poveri caxxoni...
:sisi: mezza Bristol è adornata dalle opere di Bansky che manco fosse Raffaello :asd:
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: SpamMattia - 15 Gennaio, 2013, 16:34:58 pm
poliicamente è uno che non voterei mai, nonostante l'affetto
sei tanto apprezzabile nelle idee politiche quanto deprecabile in quelle calcistiche :look:
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: isab1987 - 15 Gennaio, 2013, 22:45:14 pm
sei tanto apprezzabile nelle idee politiche quanto deprecabile in quelle calcistiche :look:
:look:
Titolo: Re:R: Napoli, la nostra città
Inserito da: DioBrando - 16 Gennaio, 2013, 15:20:55 pm
:sisi: mezza Bristol è adornata dalle opere di Bansky che manco fosse Raffaello :asd:

Banksy ha imparato il rispetto delle opere d'arte altrui proprio a Napoli... Dove un altro writer ricoprì la sua opera in via Benedetto Croce... :asd:
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: ohyess - 21 Gennaio, 2013, 12:41:50 pm
a me fa cacare Saviano, che ha speculato su Scampia e si è fatto un nome e soldi su un libro\saggio\nonsocosavolesseessere (mentre gente come Gomez, Stella e altri sanno fare inchiesta dieci volte meglio) quando decine di altri giornalisti onesti ne avevano scritto, sui quotidiani, su saggi e quant'altro. Non voglio neanche dire come mai lui è uscito fuori dal mucchio: le sue amicizie politiche sono ben note.

a me fa cacare pure De Magistris, che da demagogo populista del caxxo, pari solo a Ingroia e quell'altro ignorantissimo di Di Pietro, ha infinocchiato i napoletani per pura mancanza di alternative ( e loro volevano cambiare, come dimostrano i voti alle elezioni). Tutto quello che si è limitato a fare è un maquillage delle zone bene, la coppa America, prendersi i meriti del lavori quasi conclusi della nuova linea della metro e andare allo stadio per fare il guappo...

Intanto appena dietro via Toledo, si entra in un gorgo di lerciume e incuria... Appena dopo piazza Dante, non certo via Caraglio, passando per Port'Alba, si arriva a Piazza Bellini, dove i resti delle mura dell'antica città languono nell'incuria, la statua è imbrattata come poche, ed il logo dei Mastiffs troneggia a lato... Ma vattenn a fanculo De Magistris...

eh, che vuò a de magistris....cerca di friggere il pesce con l'acqua. un pò come fa mazzarri!

i fondi sono pochi, i debiti sono molti e i problemi sono troppi.


mo questo in un anno doveva apparare tutto quello che le merde prima di lui (a livello di comune, provincia regione e governo centrale) hanno tentato in tutti i modi di distruggere. certo de magistris non è la panacea di tutti i mali, ma quando bassolino governava la regione e la iervolino stava al comune dove cazzo stavate tutti quanti??? perchè non li avete sfasciati di mazzate?
e perchè giggin a purpett ti sta bene alla provincia? tu ti sentivi rappresentato da uno così?
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: rafel - 21 Gennaio, 2013, 13:00:43 pm
Napoli-New York Times: l'idillio continua. Le bellezze del capoluogo partenopeo finiscono per la seconda volta, a distanza di pochi giorni, sulla prestigiosa testata statunitense. Il noto critico d'arte Michael Kimmelman dedica alla Certosa di San Martino una bella pagina della sua rubrica "Postcards" (cartoline), riservata "all'aura di cose e luoghi memorabili".
 
La descrizione è incantevole. "Quando il  barocco venne a Napoli si espresse con la stessa gioia di un volo di usignoli liberati da una gabbia d'oro", scrive Kimmelman citando Harold Acton e la sua storia dei Borbone. "I ritratti di patriarchi e profeti eseguiti da Jusepe de Ribera  -  aggiunge il critico  -  si nascondono fra le arcate della chiesa della Certosa, espressione di un incredibile realismo. Giona e Daniele si fronteggiano: il primo guarda allarmato il secondo come farebbe un passeggero in metrò di fronte a qualcuno che comincia a urlare all'improvviso".

E' il realismo dei corpi immortalati dall'artista noto anche come "lo Spagnoletto" a impressionare Kimmelman: "Quando visito la chiesa osservo sempre le unghie sporche dei piedi di Giona, dipinte con incredibile maestria; mi colpisce anche la piccola colomba bianca ai piedi di Noè, un tour de force illusionistico e virtuosistico. Il colore poi è denso e pastoso, le figure di Amos, Gioele e gli altri vengono fuori da fondali scuri: sono uomini maturi, vecchi presi dalla strada, coriacei e definiti, con orecchie grandi, pelle cascante, teste calve e barbe trasandate. I vecchi ci vengono incontro affettuosamente: sono simili ai personaggi di Caravaggio ma sono figure più reali. Non sembrano attori congelati nel bagliore del flash di una macchina fotografica, ma cittadini di Rembrandt o filosofi di Velázquez esaltati dalla loro umanità".

"Ribera dipinse i napoletani con l'ammirazione dello straniero - prosegue il giornalista  -  Forse per questo mi affascinano: la loro simpatia identifica una bellezza struggente della città che si ritrova nei profeti. La loro dignità come quella di Napoli resta illesa nonostante secoli di tribolazioni". I ritratti sono il premio che aspetta il viaggiatore dopo la salita di San Martino: un percorso segnato da antenne paraboliche, alberi di limoni e panni stesi, che porta fino allo splendido labirinto della Certosa.

All'interno "la luce si riversa come polvere di diamanti attraverso la porta e rimbalza sul pavimento in marmo intarsiato". All'esterno invece il turista si trova invece di fronte a strade malridotte che sembrano appartenere "a un paesaggio ultraterreno". I ritratti dei patriarchi infine "ti riportano sulla terra", sarà per questo "che dopo aver visitato la Certosa ti viene fame - conclude Kimmelman - Ogni volta compro il pane caldo in un forno e lo mangio scendendo nel cuore di Napoli".
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: KuduroBlackKing - 22 Gennaio, 2013, 17:18:31 pm
http://www.tgcom24.mediaset.it/cronaca/fotogallery/1016963/clochard-muore-a-napoli-bevono-caffe-vicino-al-cadavere.shtml (http://www.tgcom24.mediaset.it/cronaca/fotogallery/1016963/clochard-muore-a-napoli-bevono-caffe-vicino-al-cadavere.shtml)
Cronaca -

Bevono tranquillamente il caffè seduti al tavolino di un bar mentre a pochi passi c'è il corpo di un clochard stroncato nella notte forse dal freddo o da un malore. Accade in pieno centro a Napoli, sotto la Galleria Umberto, di fronte al Teatro San Carlo.
Articolo a dir poco discriminatorio e in mala fede. Sono fotografati turisti, che stanno per cazzi loro, vedono la polizia, etc.

Commenti a dir poco infelici, stupidi e discriminatori. Pace all'anima del clochard, premetto. Ma chi ha scritto l'articolo si è basato su foto che ritraggono la polizia scientifica (e non poliziotti che stavano lì per caso), dei turisti stranieri (che stanno con la mappa in mano cercando di capire dove andare), nonché gente che prende il caffè (1. Coperti da un muro. 2 Con facce "oscurate", quindi possibilmente stranieri).
Tentativo a dir poco goffo e demenziale, da parte di chi ha scritto questo trafiletto, di denigrare Napoli e i napoletani.
Non me la prendo neanche con i turisti. Mettete che state in una città X, la persona già è morta, ci sta la polizia scientifica che sta effettuando le verifiche del caso... potete mai avvicinarvi al clochard? Ultimo, ma non meno importante, essendoci la polizia scientifica a lavorare, ci si potrebbe avvicinare?!
Scandaloso da parte del pezzente che ha scritto il trafiletto!
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: Alemao - 24 Gennaio, 2013, 12:44:28 pm
Ordinanze per dieci estremisti di destra. C'è la figlia di Florino, candidata CasaPound

OPERAZIONE ROS - L'operazione dei carabinieri del Ros - reparto antieversione - è scattata all'alba a Salerno, Napoli e Latina. Sette appartenenti a una organizzazione di estrema destra sono stati arrestati, per altri tre è scattato l'obbligo di dimora. Le accuse sono di banda armata, associazione sovversiva, detenzione e porto illegale di armi e di materiale esplosivo, lesioni a pubblico ufficiale e attentati incendiari. Sono accusati dal procuratore aggiunto Rosario Cantelmo e dal sostituto Luigi Musto di aver organizzato e pianificato scontri di piazza nella primavera del 2011 a Napoli, progettato e realizzato attentati con lancio di bottiglie incendiarie contro un centro sociale di Napoli, indottrinato giovani militanti all'odio etnico e all'antisemitismo.

CASAPOUND - Le indagini dei carabinieri vertono in particolare sul movimento di estrema destra Casapound. Dalle intercettazioni è emerso che gli indagati, che hanno la loro sede nel centro storico di Napoli, pianificavano aggressioni e pestaggi ai danni di rivali politici.

«LA DUCESSA» - A Emmanuela Florino, figlia dell'ex senatore di An, Michele, detta anche la «ducessa» è stata notificata un'ordinanza di custodia cautelare agli arresti domiciliari. Stesso provvedimento per altre quattro persone, mentre due ordinanze sono per la custodia in carcere e tre per obblighi di dimora. Agli indagati sono contestati anche alcuni pestaggi ai danni di giovani di sinistra nonchè l'accoltellamento, avvenuto durante la campagna per le ultime amministrative, davanti alla facoltà di Lettere della Federico II. Secondo gli inquirenti, gli indagati - più numerosi dei dieci destinatari delle ordinanze - disponevano di coltelli e rudimentali ordigni esplosivi e alcuni di loro giravano armati durante le manifestazioni, quasi sempre non autorizzate. L'indagine è basata su intercettazioni e informative di Ros e Digos.

IL PROFILO SU FB - Emmanuela svela la sua personalità, almeno quella virtuale e autocostruita. Di sé dice: sono «una ragazza tra la gente smagliante di libertà». Poi alza il tiro e cita Alda Merini: «Non sono una donna addomesticabile» e «L'inferno è la mia passione». La sua “regola precisa”? Questa: «Diffido delle persone che danno troppe spiegazioni senza che siano state richieste, mi danno sempre la sensazione che stiano nascondendo la verità». Subito dopo la sua passione politica: «Il fascismo è stata una rivoluzione, l'unica che abbia effettivamente avuto luogo in questo paese, e per come la vedo io ha rappresentato una visione sociale avanzata, un fiorire dell'arte, dell'onestà, dell'ironia. Il fascismo costruiva, mentre quello che si definisce neofascismo ha sempre avuto come priorità quella di chiudersi in un ghetto e di difendersi. Noi vogliamo costruire». E poi sulla sua CasaPound: «CasaPound non è solo un luogo fisico, CasaPound è un' Idea. E certe Idee non muoio. Mai!». L’orientamento religioso (una delle domande fisse di fb): è la «Mistica fascista» cioè: «Nel fascismo tutto è mistica. Mistica e fascismo sono i termini di un binomio indissolubile. Tutto è inteso dal fascismo in senso mistico, perché mistico è il suo modo di concepire la vita».
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: kurz - 24 Gennaio, 2013, 17:21:23 pm
Tanto domani stanno fuori ste merde.
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: rafel - 24 Gennaio, 2013, 18:08:35 pm
Ordinanze per dieci estremisti di destra. C'è la figlia di Florino, candidata CasaPound

OPERAZIONE ROS - L'operazione dei carabinieri del Ros - reparto antieversione - è scattata all'alba a Salerno, Napoli e Latina. Sette appartenenti a una organizzazione di estrema destra sono stati arrestati, per altri tre è scattato l'obbligo di dimora. Le accuse sono di banda armata, associazione sovversiva, detenzione e porto illegale di armi e di materiale esplosivo, lesioni a pubblico ufficiale e attentati incendiari. Sono accusati dal procuratore aggiunto Rosario Cantelmo e dal sostituto Luigi Musto di aver organizzato e pianificato scontri di piazza nella primavera del 2011 a Napoli, progettato e realizzato attentati con lancio di bottiglie incendiarie contro un centro sociale di Napoli, indottrinato giovani militanti all'odio etnico e all'antisemitismo.

CASAPOUND - Le indagini dei carabinieri vertono in particolare sul movimento di estrema destra Casapound. Dalle intercettazioni è emerso che gli indagati, che hanno la loro sede nel centro storico di Napoli, pianificavano aggressioni e pestaggi ai danni di rivali politici.

«LA DUCESSA» - A Emmanuela Florino, figlia dell'ex senatore di An, Michele, detta anche la «ducessa» è stata notificata un'ordinanza di custodia cautelare agli arresti domiciliari. Stesso provvedimento per altre quattro persone, mentre due ordinanze sono per la custodia in carcere e tre per obblighi di dimora. Agli indagati sono contestati anche alcuni pestaggi ai danni di giovani di sinistra nonchè l'accoltellamento, avvenuto durante la campagna per le ultime amministrative, davanti alla facoltà di Lettere della Federico II. Secondo gli inquirenti, gli indagati - più numerosi dei dieci destinatari delle ordinanze - disponevano di coltelli e rudimentali ordigni esplosivi e alcuni di loro giravano armati durante le manifestazioni, quasi sempre non autorizzate. L'indagine è basata su intercettazioni e informative di Ros e Digos.

IL PROFILO SU FB - Emmanuela svela la sua personalità, almeno quella virtuale e autocostruita. Di sé dice: sono «una ragazza tra la gente smagliante di libertà». Poi alza il tiro e cita Alda Merini: «Non sono una donna addomesticabile» e «L'inferno è la mia passione». La sua “regola precisa”? Questa: «Diffido delle persone che danno troppe spiegazioni senza che siano state richieste, mi danno sempre la sensazione che stiano nascondendo la verità». Subito dopo la sua passione politica: «Il fascismo è stata una rivoluzione, l'unica che abbia effettivamente avuto luogo in questo paese, e per come la vedo io ha rappresentato una visione sociale avanzata, un fiorire dell'arte, dell'onestà, dell'ironia. Il fascismo costruiva, mentre quello che si definisce neofascismo ha sempre avuto come priorità quella di chiudersi in un ghetto e di difendersi. Noi vogliamo costruire». E poi sulla sua CasaPound: «CasaPound non è solo un luogo fisico, CasaPound è un' Idea. E certe Idee non muoio. Mai!». L’orientamento religioso (una delle domande fisse di fb): è la «Mistica fascista» cioè: «Nel fascismo tutto è mistica. Mistica e fascismo sono i termini di un binomio indissolubile. Tutto è inteso dal fascismo in senso mistico, perché mistico è il suo modo di concepire la vita».


Un bel palo di "carne" in corpo non gli farebbe male. Al contraio!
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: Lovercraft - 24 Gennaio, 2013, 22:26:05 pm
Enzo, so che dirai cose del tipo "neanche con il pesce di un altro" per un puro discorso ideologico, ma sbaglio o questa tizia arrestata è piuttosto trombabile? :look:
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: WhiteManCanJump - 25 Gennaio, 2013, 09:45:26 am
Quelli di CasaPound dovrebbero morire all'istante. L'unico fascista buono è un fascista morto, e sarà sempre così.
Anacronistici, barbari ed anche molto stupidi. Sei in un movimento politico particolare e dici determinate cose al telefono, hai la furbizia del mio buco del culo.
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: falceEmarcello - 25 Gennaio, 2013, 10:28:16 am
Enzo, so che dirai cose del tipo "neanche con il pesce di un altro" per un puro discorso ideologico, ma sbaglio o questa tizia arrestata è piuttosto trombabile? :look:


ma chi sta scigna vestut a cristian ????

(http://www.ilmattino.it/FotoGallery_IMG/HIGH/20130124_11528_emmanuela__1_.jpg)


mamm ro carmen stefano, steeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeefano
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: rafel - 25 Gennaio, 2013, 10:31:21 am
ma chi sta scigna vestut a cristian ????

([url]http://www.ilmattino.it/FotoGallery_IMG/HIGH/20130124_11528_emmanuela__1_.jpg[/url])


mamm ro carmen stefano, steeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeefano


Yo un paio di botte gliele darei.. Fosse solo per dispetto gliele darei  :look:
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: Guallera V.2 - 25 Gennaio, 2013, 10:46:04 am
E 'o cess e secondo me ce fete pure 'o ciato.
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: Lovercraft - 25 Gennaio, 2013, 10:59:36 am
Non avevo visto questa foto perdio, avevo solo visto il filmato su repubblica. Pareva diversa :look:
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: kurz - 25 Gennaio, 2013, 11:03:26 am
Non avevo visto questa foto perdio, avevo solo visto il filmato su repubblica. Pareva diversa :look:
a me è capitato di vederla meza vota da vicino, non è un cessone e due botte gliele darei.

Non è vero che non mi chiaverei mai una fascista, anzi sarebbe ancor più appagante se la metti in un certo punto di vista :look:
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: rafel - 25 Gennaio, 2013, 11:11:28 am
a me è capitato di vederla meza vota da vicino, non è un cessone e due botte gliele darei.

Non è vero che non mi chiaverei mai una fascista, anzi sarebbe ancor più appagante se la metti in un certo punto di vista :look:

te la chiaveresti sotto il mio stesso punto di vista: yo gli sussurrei pure delle paroline * nell'orecchio "destro" perche al sinistro non sente.
Spoiler
Piglial nculo troia fascista di merda, te piace,   :look:
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: SpamMattia - 25 Gennaio, 2013, 11:14:43 am
io una sbborrata in faccia gliela farei.
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: rafel - 25 Gennaio, 2013, 11:27:04 am
io una sbborrata in faccia gliela farei.

Da un metro di distanza pero
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: papasouth - 25 Gennaio, 2013, 11:39:30 am
me la chiaverei, e invero sono entrato nel topic solo per cercare di essere il primo a dirlo...

comunque fantastica la pagina analbuc di casa pound dove si parla di giustizia a orologeria... ma chi s'è cac? ma chi li avrebbe mai votati?
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: Rage - 25 Gennaio, 2013, 12:13:13 pm
Io le verrei in bocca  :look:


Comunque... vado un attimo OT... leggendo un po' in giro e date le ultime uscite di Geppe Trillo, visto pure il link di Enzo Kurz...

ma facessero na lamp Grillini e Casapound...
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: kurz - 25 Gennaio, 2013, 12:27:20 pm
Io le verrei in bocca  :look:


Comunque... vado un attimo OT... leggendo un po' in giro e date le ultime uscite di Geppe Trillo, visto pure il link di Enzo Kurz...

ma facessero na lamp Grillini e Casapound...
Leggiti questo http://caunapoli.org/index.php?option=com_content&view=article&id=169%3Adossier-casa-pound-napoli-chi-sono-che-fanno-che-legami-hanno-a-cosa-servono-i-fascisti-del-terzo-millennio&catid=39%3Aantifascismo&Itemid=65 (http://caunapoli.org/index.php?option=com_content&view=article&id=169%3Adossier-casa-pound-napoli-chi-sono-che-fanno-che-legami-hanno-a-cosa-servono-i-fascisti-del-terzo-millennio&catid=39%3Aantifascismo&Itemid=65)

Mi fa piacere che tu abbia cambiato idea su peppe crillo :sisi:
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: calvin - 25 Gennaio, 2013, 12:39:14 pm
Io le verrei in bocca  :look:



Chesta è nu cess appilato, è fascista e tiene in faccia più fondotinta che brufoli.

Al limite, ma proprio al limite, le cacherei in bocca, ma dare l'onore di avere a che fare col pisello mio a sta scimmia fascista manco per un milione.
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: WhiteManCanJump - 25 Gennaio, 2013, 14:32:13 pm
Ma perchè CasaPound è un associazione legale?
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: Piskyno89 - 25 Gennaio, 2013, 14:50:09 pm
Ma perchè CasaPound è un associazione legale?
ma perché? cosa in italia non lo è ormai?

è legale la lega che ha nella mission qualcosa di incostituzionalità, che ti aspettavi? che li mandassero in carcere per apologia al fascismo? o comm cazz se chiamm... iamm, in italia ormai nessuno più va in carcere
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: falceEmarcello - 25 Gennaio, 2013, 14:53:46 pm
ma perché? cosa in italia non lo è ormai?

è legale la lega che ha nella mission qualcosa di incostituzionalità, che ti aspettavi? che li mandassero in carcere per apologia al fascismo? o comm cazz se chiamm... iamm, in italia ormai nessuno più va in carcere

si che ci vanno in carcere, ci vanno i poveri dii, i drogati e gli immigrati
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: Guallera V.2 - 25 Gennaio, 2013, 14:57:19 pm
Jamm sta pereta abbuffata zucapesce è pure la figlia di un chitammuort senatore ex MSI e poi AN, insomma la sfaccimma della sfaccimma della gente, figuriamoci se si fa il carcere. Mi pare ovvio che uscirà a breve con tutte le scuse di rito, con il solito vomito del papà uomo di merda, che non è stato capace manco di educare a sta locena abbuffata, dicendo che la colpa è sicuramente del complotto comunista che vuole impossesarsi l'Italia...
Sta fetente e merda figlia e papà capucchione, ca nun se saparrà manc scarfà nu bicchiere e latte...
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: Alemao - 25 Gennaio, 2013, 14:58:20 pm
NAPOLI - Due milioni e ottocento mila euro: li ha stanziati la Regione per evitare l’ennesima emergenza rifiuti. L’allarme è scattato qualche giorno prima di Natale quando è stato chiaro che non sarebbe stato possibile svuotare il sito di trasferenza di Napoli e gli Stir utilizzando soltanto i trasferimenti verso Casalduni e si è deciso di potenziare i viaggi verso l’Olanda e verso le altre regioni italiane.   

La scelta è maturata nel corso di un vertice in prefettura al quale hanno partecipato anche il governatore Caldoro, il sindaco De Magistris e il presidente della provincia Pentangelo. I rallentamenti nel funzionamento degli Stir (ci sono un carro ponte in disarmo a Giugliano e una pressa sequestrata dalla magistratura a Caivano) e del termovalorizzatore di Acerra (dove una delle linee si è fernmata per diversi giorni a dicembre) hanno provocato l’accumulo di «monnezza» nei piazzali dei tritovagliatori e nel sito di trasferenza dell’ex Icm di Ponticelli che sta ormai per scoppiare.



Io non so fino a quando si potrà sostenere ancora questo escamotage di portare i rifiuti in Olanda.
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: kurz - 25 Gennaio, 2013, 15:00:00 pm
Jamm sta pereta abbuffata zucapesce è pure la figlia di un chitammuort senatore ex MSI e poi AN, insomma la sfaccimma della sfaccimma della gente, figuriamoci se si fa il carcere. Mi pare ovvio che uscirà a breve con tutte le scuse di rito, con il solito vomito del papà uomo di merda, che non è stato capace manco di educare a sta locena abbuffata, dicendo che la colpa è sicuramente del complotto comunista che vuole impossesarsi l'Italia...
Sta fetente e merda figlia e papà capucchione, ca nun se saparrà manc scarfà nu bicchiere e latte...
si bell giuà <3
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: falceEmarcello - 25 Gennaio, 2013, 15:00:25 pm
Jamm sta pereta abbuffata zucapesce è pure la figlia di un chitammuort senatore ex MSI e poi AN, insomma la sfaccimma della sfaccimma della gente, figuriamoci se si fa il carcere. Mi pare ovvio che uscirà a breve con tutte le scuse di rito, con il solito vomito del papà uomo di merda, che non è stato capace manco di educare a sta locena abbuffata, dicendo che la colpa è sicuramente del complotto comunista che vuole impossesarsi l'Italia...
Sta fetente e merda figlia e papà capucchione, ca nun se saparrà manc scarfà nu bicchiere e latte...

 :asd: :asd: :asd:

e che ten pur a cammarera cingalese e po' fa e lott pe caccia' e stranier
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: kurz - 25 Gennaio, 2013, 15:02:28 pm
NAPOLI - Due milioni e ottocento mila euro: li ha stanziati la Regione per evitare l’ennesima emergenza rifiuti. L’allarme è scattato qualche giorno prima di Natale quando è stato chiaro che non sarebbe stato possibile svuotare il sito di trasferenza di Napoli e gli Stir utilizzando soltanto i trasferimenti verso Casalduni e si è deciso di potenziare i viaggi verso l’Olanda e verso le altre regioni italiane.   

La scelta è maturata nel corso di un vertice in prefettura al quale hanno partecipato anche il governatore Caldoro, il sindaco De Magistris e il presidente della provincia Pentangelo. I rallentamenti nel funzionamento degli Stir (ci sono un carro ponte in disarmo a Giugliano e una pressa sequestrata dalla magistratura a Caivano) e del termovalorizzatore di Acerra (dove una delle linee si è fernmata per diversi giorni a dicembre) hanno provocato l’accumulo di «monnezza» nei piazzali dei tritovagliatori e nel sito di trasferenza dell’ex Icm di Ponticelli che sta ormai per scoppiare.



Io non so fino a quando si potrà sostenere ancora questo escamotage di portare i rifiuti in Olanda.
Il problema è che si continua a ragionare in funzione di emergenza, senza un piano a lungo termine, è una situazione insostenibile e mi dispiace ma la colpa qua non mi sento di darla a De Magistris, di cui ho un giudizio molto critico ma in questo situazione ha poteri comunque limitati.
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: papasouth - 25 Gennaio, 2013, 15:06:38 pm
sì, daccordissimo, però non potete dire che sia da gettare, mi sono andato a sporcare sul suo profilo facialbuc:

(https://fbcdn-sphotos-b-a.akamaihd.net/hphotos-ak-ash3/581578_3753165515633_1462558236_n.jpg)
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: papasouth - 25 Gennaio, 2013, 15:08:20 pm
comunque per chi dice che uscirà presto ci aggiungo che mi pare di aver capito che sta agli arresti domiciliari ufficialmente per sopraffollamento delle celle, non è proprio passata per il gabbio... :asd:
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: falceEmarcello - 25 Gennaio, 2013, 15:08:24 pm
pure priparata fa caca' stu cess cap e bomb
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: papasouth - 25 Gennaio, 2013, 15:09:49 pm
secondo me è carina.

(https://fbcdn-sphotos-b-a.akamaihd.net/hphotos-ak-ash4/315874_2387398612314_6881424_n.jpg)
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: papasouth - 25 Gennaio, 2013, 15:11:34 pm
ho un idea, perchè non forgioniamo la pagina di casa pound napoli per passare il pomeriggio?
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: falceEmarcello - 25 Gennaio, 2013, 15:11:58 pm
e' lei pure qua ?
mmmm nun c'e' mal ind a sta fotografia ma in realta' e' o ceeeeeeeeeeeeeess
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: Starfred - 25 Gennaio, 2013, 15:16:07 pm
perchè non andiamo un po' nella sezione garibaldi e ne parliamo ?
:look:
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: Alemao - 25 Gennaio, 2013, 15:26:32 pm
Bella o brutta poco importa. Cagna è e cagna rimane. Io le manderei Armero a domicilio.
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: rafel - 25 Gennaio, 2013, 15:48:40 pm
Poche storie la botta in culo, ma anche piu di una, la merita eccome,  :sisi: che poi no sa fare nemmeno la O con il bicchiere poca importa
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: acquaLOTA - 25 Gennaio, 2013, 15:53:10 pm
NAPOLI - Due milioni e ottocento mila euro: li ha stanziati la Regione per evitare l’ennesima emergenza rifiuti. L’allarme è scattato qualche giorno prima di Natale quando è stato chiaro che non sarebbe stato possibile svuotare il sito di trasferenza di Napoli e gli Stir utilizzando soltanto i trasferimenti verso Casalduni e si è deciso di potenziare i viaggi verso l’Olanda e verso le altre regioni italiane.   

La scelta è maturata nel corso di un vertice in prefettura al quale hanno partecipato anche il governatore Caldoro, il sindaco De Magistris e il presidente della provincia Pentangelo. I rallentamenti nel funzionamento degli Stir (ci sono un carro ponte in disarmo a Giugliano e una pressa sequestrata dalla magistratura a Caivano) e del termovalorizzatore di Acerra (dove una delle linee si è fernmata per diversi giorni a dicembre) hanno provocato l’accumulo di «monnezza» nei piazzali dei tritovagliatori e nel sito di trasferenza dell’ex Icm di Ponticelli che sta ormai per scoppiare.



Io non so fino a quando si potrà sostenere ancora questo escamotage di portare i rifiuti in Olanda.
fin quando non verranno sbloccati i fondi per potenziare il porta a porta e fin quando la regione continuerà a sostenere la cricca per costruire altri inceneritori  anziché investire subito nella differenziata la situazione sarà sempre la stessa.

caldoro e caltagirone figli di puttana.
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: Alemao - 25 Gennaio, 2013, 15:55:55 pm
fin quando non verranno sbloccati i fondi per potenziare il porta a porta e fin quando la regione continuerà a sostenere la cricca per costruire altri inceneritori  anziché investire subito nella differenziata la situazione sarà sempre la stessa.

caldoro e caltagirone figli di puttana.

Ma guarda che paradossalmente Caldoro è più culo e camicia con De Magistris di quanto si pensi eh. Da quest'ultimo vorrei sapere se esiste il famoso piano B alla spedizione dei rifiuti in Olanda e come intende attuarlo. Ha parlato in modo moto generico del porta a porta. Io io non ho ancora capito che ha in mente di fare.
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: Guallera V.2 - 25 Gennaio, 2013, 16:14:05 pm
Vabbuò Alè, hai preso e foto ra prima communione na poco...
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: papasouth - 25 Gennaio, 2013, 16:15:30 pm
Vabbuò Alè, hai preso e foto ra prima communione na poco...

ma sul suo profilo questo è visibile...
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: acquaLOTA - 25 Gennaio, 2013, 16:24:35 pm
Ma guarda che paradossalmente Caldoro è più culo e camicia con De Magistris di quanto si pensi eh. Da quest'ultimo vorrei sapere se esiste il famoso piano B alla spedizione dei rifiuti in Olanda e come intende attuarlo. Ha parlato in modo moto generico del porta a porta. Io io non ho ancora capito che ha in mente di fare.

è un discorso molto lungo. napoli ha aderito al piano rifiuti zero. se si aumenta il pAP almeno al 50% in privincia e si arriva a 400 mila a bitanti a napoli non ci si dovrà più fare ricorso agli stir che essendo pieni non riescono a smaltire tutti i rifiuti di napoli e provincia con la conseguenza che i camion dei rifiuti rimangono in coda, in attesa anche per giorni.

la soluzione delle navi in olanda è necessaria ma non è un problema visto che ci consente di risparmiare rispetto alla spedizione degli stessi rifiuti in puglia e persino ad acerra (109 euro a tonnellata contro i 120 circa)

con il PAP ai livelli di cui sopra invece l'inceneritore di acerra basta e avanza. de magistris punta a questo ed è in attesa dei fondi europei(circa 200 milioni) che vennero bloccati nel 2010 quando ci fu la crisi dei rifiuti e che servirebbero a potenziare il PAP. Lo sblocco potrebbe avvenire entro marzo 2013.

Caldoro parteggia per quelli che vogliono l'inceneritore la cui costruzione richiederebbe comunque almeno 3 anni che sono un tempo sufficiente per migliorare e potenziare il PAP e non sprecare altri soldi. uno delle società che si è proposta di fare l'inceneritore a napoli appartiene al gruppo caltagirone, che è l'editore del mattino...
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: rafel - 25 Gennaio, 2013, 16:27:08 pm
Vabbuò Alè, hai preso e foto ra prima communione na poco...

Giovà non fare lo schizzinoso che, sono convinto, anche tu la metteresti un poco in posizione angolare
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: acquaLOTA - 26 Gennaio, 2013, 12:01:55 pm
GIUNTA APPROVA PIANO RIENTRO. DE MAGISTRIS: SVOLTA STORIA PER FUTURO CITTA'

"La giunta del comune di Napoli, in serata, ha approvato la delibera di proposta al consiglio comunale con cui si procede a dare il via libera all'approvazione del piano straordinario di riequilibrio finanziario pluriennale così come prevede l'adesione al decreto 174. Si tratta di un piano strategico e strutturato con cui si sta delineando, dal punto di vista finanziario, la vita dell'ente e dunque della città per i prossimi dieci anni, in controtendenza con quanto compiuto nel passato, quando si sono prodotti irresponsabilmente un forte disavanzo, un grave squilibrio tra entrate e spese correnti e pesanti debiti fuori bilancio latenti che, pochi mesi fa, questa amministrazione ha portato alla luce con una operazione di trasparenza finanziaria.

Con questo atto l'amministrazione evita il fallimento dell'ente che avrebbe significato il baratro economico per la città e per i cittadini. Il rischio di un default del Comune è stato trasformato in opportunità per lasciare in eredità, per mezzo di una operazione strategica e strutturale mai compiuta in precedenza e dunque storica, un ente che veda superate le storture e le patologie finanziarie prodotte negli anni trascorsi. Un piano che va oltre la contingenza dell'oggi per ricadere beneficamente sulle future amministrazioni, le quali potranno governare una città strutturatasi come una metropoli 'normale' dal punto di vista finanziario e della qualità dei servizi offerti, perchè si riuscirà a rendere in equilibrio le attività dell'ente ma anche a garantire risorse nelle sue casse.

Questa amministrazione si è trovata di fronte alla durezza normativa del decreto 174, che è stato da noi contestato e che tutt'ora contestiamo, ma è riuscita ad adottare interpretazioni che hanno mitigato l'impatto pesante che esso avrebbe avuto sulla vita dei cittadini, almeno per come era stato concepito dal governo Monti e dalla maggioranza che lo ha sostenuto. Per quanto riguarda l'addizionale Irpef si è estesa l'esenzione fino ai 18 mila euro (nel 2012 la soglia era 10 mila) ed il cui beneficio ricade su circa 140 mila contribuenti napoletani (cioè un terzo dei contribuenti), i quali dunque pagheranno meno rispetto all'anno precedente. Una misura voluta dall'amministrazione per tutelare le fasce sociali più deboli. Per quanto riguarda l'Imu, invece, il governo e il parlamento hanno imposto un innalzamento al massimo di questa tassa sulla casa, ma questa amministrazione ha deciso di destinare le risorse aggiuntive ricavate da tale innalzamento, sempre perchè guidata dal principio di una maggiore equità sociale, ai servizi essenziali della collettività. In un momento economico drammatico per l'ente e dunque la città, la giunta è riuscita comunque a rispettare anche il patto di stabilita per il 2012: fattore, questo, che lascia prospettare il raggiungimento della soglia inferiore al 50% per la spesa del personale, rendendo così possibili, per il prossimo futuro, nuove assunzioni. Del resto una azione correttiva in tal senso è stata già garantita nel 2012 con risultati che saranno immediati.

La manovra finanziaria decennale è pari a 3,1 miliardi di euro, finanziata per un terzo da entrate e per due terzi da economie di spesa. Le voci di entrata più significative sono relative alla dismissione del patrimonio immobiliare, il cui valore complessivo è pari ad un miliardo di euro ma che, prudenzialmente, finanzia il piano di risanamento per 780 milioni con la dismissione immobili e per 50 milioni con le operazioni di quote minoritarie di partecipazioni societarie. In merito all'addizionale Irpef si è stati costretti, perchè obbligati dalle norme inserite nel decreto del governo, all'innalzamento dell'aliquota al massimo (0.8 %), ma come detto prima si è ritenuto opportuno prevedere una soglia di esenzione da tale manovra per i redditi fino ai 18 mila euro proteggendo in tal modo circa un terzo della popolazione contribuente (140 mila contribuenti). L'Imu, così come imponeva il decreto Monti, doveva vedere l'aumento dell'aliquota dello 0,1% (gettito di circa 230 milioni su base decennale), ma tuttavia siamo riusciti a creare le condizioni per cui questa stessa voce non influenzerà le previsioni di gettito nel piano per due motivi. Il primo motivo è relativo alla possibilità di rivedere, in sede di discussione del piano presso gli organi preposti, l'obbligo citato, tenuto conto che il piano è in equilibrio anche senza questo gettito aggiuntivo. Il secondo motivo risiede nel fatto che questo gettito aggiuntivo potrà essere una riserva nel caso in cui il governo dovesse prevedere ulteriori tagli ai trasferimenti.

Un recupero di risorse importante si avrà, poi, dalla Cosap per la quale si prevede prudenzialmente, attraverso una lotta all'evasione già messa in campo, un gettito aggiuntivo su base decennale pari a 50 milioni di euro. Altro capitolo importante della manovra è legato al riassetto ed all' efficientamento delle società partecipate, già avviato lo scorso anno, dai quali si prevede di registrare, sempre con una valutazione prudenziale, un'economia di spesa su base annua di 695 milioni di euro. A questo si devono aggiungere, infine, i risparmi relativi alla chiusura di canoni di locazione, già avviati nel corso del 2012, ed oneri straordinari per un valore complessivo su base annua di 504 milioni di euro. Sarà proseguito, poi, il serrato contrasto alla evasione e alla elusione fiscale, iniziato in questi mesi, per realizzare un aumento della riscossione attraverso il collegamento delle banche dati informatiche dell'ente con quelle delle partecipate.

La manovra in definitiva consente di riportare l'ente in equilibrio finanziario molto prima della chiusura del decennio e, nello stesso tempo, raggiungere nel secondo quinquennio una corretta gestione di tesoreria (pagamento fornitori) permettendo all'amministrazione di assolvere alle proprie obbligazioni secondo i tempi stabiliti dai parametri europei". Lo rende noto l'ufficio stampa del sindaco di Napoli.


che ne pensate?
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: Piskyno89 - 26 Gennaio, 2013, 14:23:04 pm
CasaPound, ora si indaga
sui rapporti con gli ultrà
L’indagine sui neofascisti va avanti. Dagli atti traspare anche il rischio di una “saldatura” tra estremismo politico e gli ambienti più violenti della tifoseria
di DARIO DEL PORTO
 
Lo leggo dopo
Il manifesto di Mussolini nella sede di CasaPound in via Foria
VEDI ANCHE
ARTICOLO
Lazio, chiusa la consegna delle liste
Casapound a rischio per "irregolarità"
"È importante che qualcuno dello stadio venga a fare il servizio d'ordine", diceva Giuseppe Guida durante i preparativi della manifestazione nazionale di CasaPound del 26 novembre 2011. Un'iniziativa ufficialmente pacifica, ma all'ombra della quale, secondo gli investigatori, si muoveva anche l'ala "militare" dell'organizzazione neofascista. L'indagine condotta dal Ros e coordinata dal procuratore aggiunto Rosario Cantelmo va avanti. Dagli atti traspare anche il rischio di una "saldatura" tra estremismo politico e gli ambienti più violenti della tifoseria. E verifiche sono in corso sui canali di finanziamento del gruppo, le cui casse sarebbero in parte alimentate anche da vecchi simpatizzanti.

Questo almeno è quanto si evince dall'intercettazione dove Enrico Tarantino, leader di Hmo, confluito in CasaPound fino alla recente scissione, afferma: "Questi soldi sono di un camerata che ha una quarantina di pizzerie e ci ha dato un contributo". Il finanziatore è stato identificato e non risulta indagato. Il capitolo dei finanziamenti resta aperto e sarà presumibilmente approfondito negli interrogatori nel corso dei quali gli indagati potranno replicare alle accuse.

L'inchiesta punta sui leader romani

E sarà approfondito anche il tema dei rapporti con la tifoseria. Nei giorni precedenti la manifestazione nazionale (poi comunque vietata dalla questura), si era aperta infatti, all'interno della sezione "Berta" di via Foria, una discussione sulla opportunità di coinvolgere "quelli dello stadio". Si mostrò perplessa Emmanuela Florino, ora ai domiciliari come Guida ed altri quattro dei dieci indagati: "Una persona che è abituata a fare stadio è difficile che entra in un movimento dove devi stare sotto a dieci ragazzini... che magari nello stadio stavano per fatti loro... ma non perché lui è bravo, perché funziona così... lui non sarebbe mai capace di stare all'altezza di un movimento perché finirebbe a coltellate perché quello è abituato a fare". Anche se, obiettò Guida, "quando devono fare a mazzate sono meglio di noi".

Anche Enrico Tarantino, ora in carcere, era "contrario alla presenza degli ultras", scrive il giudice. Ciò nonostante la sera del 25 novembre 2011, quando sarà sequestrato materiale contundente preparato per la manifestazione del giorno successivo, verrà registrata anche la presenza dell'ultrà (non indagato in questo procedimento) di cui si era parlato nelle intercettazioni

E anche il calcio minore, si desume dalle indagini, rischiava di trasformarsi in terreno di scontro per estremisti di destra e di sinistra. In un colloquio dell'ottobre 2011, nella sezione "Berta" si discute di come colpire gli avversari. Andrea Coppola (leader di Blocco studentesco, raggiunto da obbligo di dimora nel quartiere Vomero) dice: "Mi devo togliere lo sfizio di tirare una molotov nella sezione dei Carc", i comitati di appoggio della resistenza per il comunismo. E un interlocutore non identificato propone: "Andiamo a picchiare questi di sinistra alle partite", parlando dell'Internapoli e del Marano. Tarantino scuote il capo, liquidando la proposta come "perdita di tempo", ma un altro propone "di assistere alle partite per vedere gli striscioni e avere la certezza dell'appartenenza politica".

Ma quando si propone di andare direttamente a Marano, in piazza Arafat, qualcuno obietta: "Lì c'è il clan Nuvoletta". Nei colloqui, numerose espressioni cariche di antisemitismo. Come quella dove prima un indagato si dice incredulo per la presenza di bambini in Sinagoga. Poi si commenta l'origine ebraica del fondatore e primo presidente del Calcio Napoli, Giorgio Ascarelli: "Quello era ebreo", dice uno. "Il fondatore del Napoli, non il presidente, precisiamo", aggiunge Tarantino. E Coppola, tra le risate, conclude: "Uà, che figura di m...".
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: acquaLOTA - 28 Gennaio, 2013, 19:31:20 pm
Consiglio comunale: in corso la seduta sul Piano di rientro (http://www.youtube.com/watch?v=6ZAMkm3CmAY#ws)

Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: WhiteManCanJump - 29 Gennaio, 2013, 20:26:42 pm
Fa estremamente piacere notare le condizioni disastrose di via Marina. Solidarietà per chi ha macchine basse e deve passare quel disastro civile.
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: Alemao - 31 Gennaio, 2013, 12:56:48 pm
Il gasoooooolioooooooo Masaniéééééééééé  :rotfl: :rotfl: :rotfl: :rotfl: :rotfl: :rotfl: :rotfl: :rotfl: :rotfl:
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: Neapolis84 - 31 Gennaio, 2013, 13:52:25 pm
http://napoli.repubblica.it/cronaca/2013/01/31/news/in_fiamme_lo_storico_chalet_ciro_di_mergellina-51622672/ (http://napoli.repubblica.it/cronaca/2013/01/31/news/in_fiamme_lo_storico_chalet_ciro_di_mergellina-51622672/)


Hanno appicciato il Chiquitos

Edit: nel link si legge lo Chalet Ciro, in realtà basta aprire il link per leggere che è il Chiquitos, il re dei frullati!
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: maradu - 31 Gennaio, 2013, 21:26:10 pm
morte a tutti

napule1
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: acquaLOTA - 02 Febbraio, 2013, 01:13:58 am
Il gasoooooolioooooooo Masaniéééééééééé  :rotfl: :rotfl: :rotfl: :rotfl: :rotfl: :rotfl: :rotfl: :rotfl: :rotfl:
:lookair:
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: calvin - 18 Febbraio, 2013, 10:36:45 am
Mi sono imbattuto in questo articolo scritto nel 1983 per il Corriere della sera da Braudel (uno dei più grandi storici del novecento e, soprattutto, il grande storico del mediterraneo)  su Napoli, mi è piaciuto molto e lo posto per chi avesse la voglia e la pazienza di leggerlo:

Spoiler
Dimentichiamo il malessere epidermico; Napoli affascina il visitatore frettoloso d'oggi, come ieri gli amministratori ed i soldati di Carlo V e diFilippo II, alle prese con gli enormi problemi di gestione di un agglomerato tanto vasto: il secondo, per popolazione, del Mediterraneo del XVI secolo, dopo Istanbul; il secondo, anche, del cristianesimo occidentale, dopo Parigi. Impossibile restarvi indifferenti. Ma essa sa, ha sempre saputo difendersi. Ed io mi dichiarerò volentieri colpevole di essermi dato vinto troppo rapidamente o di aver mancato della perseveranza o dell'astuzia necessarie.
Impossibile, nondimeno, per me non vagheggiare per Napoli una sorte diversa da quella che le conosco oggi e non invitare i miei amici italiani, per assaporarne reazioni, tanto più inorridite in quanto siano originari di Milano, di Bologna o di Firenze, a immaginare quale avrebbe potuto essere il destino dell'Italia ed il volto attuale di questa città se essa fosse stata preferita a Roma come capitale del nuovo Stato. Roma, che nullaqualificava a svolgere questo ruolo, salvo la sua leggenda e il suopassato, quando Napoli era - e di gran lunga - , malgrado i rapidi progressi di Torino, la sola città ad essere, verso il 1860-70,all'altezza del compito.  Avrebbe saputo adattarsi a queste nuove funzioni?
Indubbiamente, la cosa più dura per lei sarebbe stata quella di rinunciare a sfruttare la penisola tutta intera, finalmente riunificata, come si era abituata a fare con tutto il Sud, e di inventare una suddivisione dei compiti e degli oneri, tra città e territorio, meno egoistica o più equa..... Non dimentichiamolo, essa sarà l'unica città dell'Occidente, dopo il riflusso dell'Islam, adare il proprio nome ad un regno; qualcosa di più di una capitale, e l'asserzione di un diritto di proprietà eminente.
Ma l'errore dell'Unità risiede probabilmente altrove: nella volontà di costruire ad ogni costo uno Stato centralizzato su un modello francese del quale noi francesi abbiamo tanta difficoltà a disfarci oggi,voltando le spalle a ciò che faceva la sua ricchezza, quella pluralità di città abituate a dominare e guardare lontano. Si vagheggia volentieri di una rotazione, di cinque anni in cinque anni. Ma Napoli avrebbe saputo attendere tranquillamente? Temo di no: essa ama troppo la vita e le gioie della potenza per cedere a simili generosità.... Facilmente la credo capace di un immenso coraggio, non del gusto del sacrificio. Non la vedo rientrare nei ranghi dopo avere occupato la prima pagina: per conservare questo posto, ha scelto di essere diversa.
Diversa lo è, indubbiamente oggi, che assume clamorosamente il ruolo che le si è voluto far recitare di "vetrina del Sud" e dei suoi problemi, in margine alle norme del mondo industriale e moderno. Provocata, io la sospetto volentieri d'aver fatto buon peso nella sua risposta e con successo indiscutibile: essa scandalizza ancor più di quanto le si chieda. Ma Napoli ha sempre scandalizzato, scandalizzato e sedotto. A cominciare dai sovrani, dai governi, dalle amministrazioni, che hanno voluto impossessarsene permettere, attraverso di essa, le mani sull'intero Sud. Eccettuato Masaniello per qualche settimana, Napoli non si è data la pena di produrre alcun governante indigeno. Tutti sono venuti da fuori:Normanni e Angioini, Aragonesi e Castigliani, Spagnoli o Ispanofrancesi (coi Borboni), e di nuovo Francesi con Murat.
Tutti,anche, hanno dovuto fare i conti con questa città enorme, che sfuggiva loro incessantemente e che controllavano solo in apparenza. Ma tutti hanno finito per lasciarsi prendere dal gioco; ed io capiscocome Murat abbia cercato disperatamente di salvare il suo trono e diaverlo preferito, non senza coraggio, alla propria vita. Quale governo, oggi, sarebbe capace di un simile atteggiamento? Tenere Napoli è correre un rischio, e accettare di pagarne il prezzo. Nessuno, di quei sovrani di ieri, che non abbia dovuto annegare nel sangue di molteplici rivolte; nessuno, neppure, che non abbia lasciato dei rimpianti, nemmeno gli spagnoli, nemmeno i Borboni, che a Napoli hanno ancora i loro seguaci inconsolabili.
Ma  tenere Napoli è anche potersene aspettare e ricevere molto: troppo spesso presentata come il modello della città parassita, che per finanziare il proprio lusso e le proprie miserie esaurisce tutte le risorse della sua campagna. Napoli è anche un luogo di creazione. Pensiamo al suo abbagliante Settecento - che quasi riconcilia il francese che io sono coi Borbone - in cui essa dona all'Europa l'archeologia, la musica, l'opera, l'economia, e molte altre cose ancora. E ciò senza mai cedere - ne è testimone Galiani – alle mode parigine : la sua relativa lontananza le assicurava il distacco necessario.
Questoche non è passato? Forse. Ma il Settecento era ieri: ci stiamo apprestando a festeggiare il secondo centenario della Rivoluzione francese.
E Napoli ha continuato a dare molto all'Italia, all'Europa e al mondo: essa esporta a centinaia i suoi scienziati, i suoi intellettuali, i suoi ricercatori, i suoi artisti, i suoi cineasti..... Con generosità, certo. Ma anche per necessità. Mentre non riceve nulla, o pochissimo, da fuori. L'Italia, secondo me, ha perso molto a non saper utilizzare, per indifferenza, ma anche per paura, le formidabili potenzialità di questa città decisamente troppo diversa: europea prima che italiana, essa ha sempre preferito il dialogo diretto con Madrid o Parigi, Londra o Vienna, sue omologhe, snobbando Firenze o Milano o Roma.....
Non attendiamoci da essa né compiacimenti, né concessioni. Questo capitale oggi sottoutilizzato, sperperato fino ai limiti dell'esaurimento - poichè non si può dare indefinitamente senza ricevere - quale fortuna pertutti noi, se ora, domani, potesse essere sistematicamente mobilitato, sfruttato, valorizzato. Quale fortuna per l'Europa, ma anche e soprattutto per l'Italia. Questa fortuna, Napoli merita, più che mai, che le sia data.
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: WhiteManCanJump - 07 Marzo, 2013, 20:14:30 pm
Ma qual è il motivo di tutte le voragini che, puntualmente, si aprono a Napoli dopo grandi piogge? Se non sbaglio Soccavo ed altre zone alte sono le maggior colpite!
So che Napoli sotto è '' vuota '', ma possibile che l'ingegneria civile non sia capace di creare strade sicure?
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: calvin - 08 Marzo, 2013, 09:29:57 am
Ma qual è il motivo di tutte le voragini che, puntualmente, si aprono a Napoli dopo grandi piogge? Se non sbaglio Soccavo ed altre zone alte sono le maggior colpite!
So che Napoli sotto è '' vuota '', ma possibile che l'ingegneria civile non sia capace di creare strade sicure?

Il motivo principale è la mancata manutenzione di reti fognarie, collettori, alvei coperti e scoperti, tombini etc etc etc.
Non è un problema della sola Napoli, ma dell'intera provincia che non è costruita tutta sulle grotte di tufo.
Se c'è qualcuno di Melito qui sopra per esempio ti può raccontare di cosa succedeva a cia Snadro Pertini o a via Casamartino che per anni sono sprofondate creando rischi enormi (ci fini anche una macchina in un buco) e che poi con pochissime centinaia di euro di lavori son state messe apposto.



p.s. io lavoro proprio nei collettori fognari  :sisi:
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: Alemao - 25 Marzo, 2013, 13:43:51 pm
Napoli, boom di presidenti. In Consiglio ce ne sono 26. Uno su due è capo di commissione o capogruppo.


NAPOLI — Soldati semplici ce ne sono pochi, pochissimi. Sono tutti generali. Anzi, presidenti. E' il Consiglio comunale di Napoli dove, su 48 consiglieri, oltre al sindaco, 26 eletti presiedono qualcosa: un gruppo consiliare, una commissione consiliare. Poi c'è chi presiede l'aula o ne è vicepresidente. Roba da record. Sempre, però, a patto che si faccia parte della maggioranza, considerato che all'opposizione non è toccato praticamente nulla se non la presidenza della Commissione trasparenza affidata a Gabriele Mundo. «Presidé, i miei omaggi»; «No, caro, presidente sei tu».

Le battute si sprecano nella bouvette dell'aula di via Verdi perché il titolo di presidente ce l'hanno quasi tutti. Proprio così: nella maggioranza che sostiene il sindaco tutti hanno un grado, generalmente di presidente, o in subordine di vicepresidente o di consigliere con delega. Il tutto, mentre restano senza un vertice tre commissioni che forse sarebbe il caso di affidare all'opposizione: quella di vigilanza sulla Bagnolifutura; quella speciale di indagine conoscitiva sulla discarica di Chiaiano; e quella di vigilanza sui grandi eventi. Tre commissioni-chiave le cui presidenze, invece (come si può verificare sul sito ufficiale del Comune di Napoli), non sono state assegnate a nessuno. Peccato. Perché che si tratta di commissioni di controllo su temi delicati che servono senza dubbio molto di più di tante altre inutili presidenze che potrebbero essere eliminate accorpando le commissioni. Ma veniamo i gruppi politici: ce ne sono addirittura 13 su 48 consiglieri. Al punto che quando viene convocata la conferenza dei presidenti dei Gruppi che calendarizza le sedute dell'aula occorre una stanza molto grande considerato che della Conferenza fanno parte anche il presidente dell'aula, Raimondo Pasquino, e i due vicepresidenti (rigorosamente di maggioranza), Elena Coccia e Fulvio Frezza, per un totale di 15 consiglieri. Una frammentazione da paura alla faccia della tanto annunciata razionalizzazione voluta dal sindaco, con tanto di «monogruppi», quattro, composti cioè da un unico consigliere che fa anche da capogruppo di se stesso e, come tale, ha a disposizione un ufficio, un telefono e almeno un dipendente comunale per la segreteria.

Più o meno le stesse proporzioni dei tempi della Iervolino quando i gruppi erano 17 e i monogruppi 8, a fronte però di 60 consiglieri e non 48, come oggi con de Magistris. L'ultimo monogruppo sbocciato in aula è quello di Napoli è Tua, la lista civica che ha sostenuto Luigi de Magistris alle elezioni Comunali del 2011. Erano stati eletti in sette. Poi il partito è deflagrato con i consiglieri andati un po' ovunque, alcuni dei quali hanno costituito nuovi gruppi (Pace ha composto un altro gruppo, Centro Democratico, che però non ha lo status di Gruppo in aula; poi sono nati Ricostruzione democratica e Laboratorio per l'Alternativa). Resta ora il solo Carmine Sgambati a fare da capogruppo di se stesso. Destino simile a quello di Andrea Santoro di Fli, di Gennaro Castiello del Popolo della Libertà Napoli e di Ciro Borriello, di Sel, pure loro a capo di loro stessi. Ma non finisce qui. Il sindaco ha anche scelto sei consiglieri comunali ai quali affidare delle deleghe su temi specifici: si tratta di Teresa Caiazzo, Luigi Esposito, Antonio Luongo, Francesco Vernetti, Carmine Schiano, Carmine Sgambati e Carmine Attanasio, quest'ultimo pure leader di un «monogruppo», quello dei Verdi, che però fa parte del gruppo misto. E veniamo all'Idv, che tra capogruppo, presidenti di commissione e consiglieri con delega del sindaco, hanno 11 graduati su 14 eletti. Non mancano infine le doppie presidenze: è il caso di Simona Molisso che è sia capogruppo di Ricostruzione democratica che presidente della Consulta delle elette.

 :rofl:
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: Alemao - 30 Marzo, 2013, 13:50:24 pm
Gradimento sindaci, De Luca terzo in Italia, tonfo de Magistris: crolla al 19esimo posto

Paolo Perrone, primo cittadino di Lecce, è il sindaco più apprezzato d’Italia nel sondaggio Datamonitor sul gradimento degli amministratori nel secondo semestre del 2012. Ma Vincenzo De Luca sale comunque sul podio, dopo Mario Lucini di Como, conquistando un terzo posto ottenuto grazie a un gradimento del 63,5% dei salernitani. Ma il risultato e i numeri vanno interpretati. Perrone e Lucini sono sindaci appena insediati, forti ancora di un sostegno elettorale e di un entusiasmo delle proprie comunità. Quindi acquisisce ancor più valore il terzo posto di De Luca, unico tra i primi quattro ad essere primo cittadino di lungo corso (alle sue spalle, infatti, c’è il palermitano Leoluca Orlando) e in risalita rispetto alla quinta posizione del 2012.

MARCIA INDIETRO - Il tonfo più consistente in Italia è per Luigi de Magistris. Il primo cittadino di Napoli – che era primo sia nell’edizione 2012 dei comuni capoluogo sia nel rilevamento per le aree metropolitane dello scorso anno - ora è diciannovesimo con un gradimento del 59,6%. Quasi sei punti in meno rispetto all’ultimo sondaggio Datamonitor, con il crollo più alto tra tutti i sindaci del Paese. Non entrano in classifica Avellino, Benevento e Caserta, nessuno di questi Comuni ha superato la quota del 55% di gradimento, soglia minima per conquistare il riconoscimento di amministrazione apprezzata.
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: Alemao - 10 Aprile, 2013, 13:25:35 pm
NAPOLI - Giornata di alta tensione a Napoli per la serrata dei commercianti contro le Zone a traffico limitato volute dal sindaco de Magistris. Ai lanci di petardi sono seguiti momenti di attrito con la polizia. Si segnalano anche alcuni feriti.

Un petardo è stato lanciato dal corteo dei commercianti anche nei pressi dell'edificio della Questura in via Medina. Palazzo San Giacomo, sede del Comune, è invece presidiato da un doppio cordone di agenti del reparto mobile e di carabinieri: qui, intorno alle 11 e 30, si sono registrati i momenti di tensione più forte. Gruppi di manifestanti hanno tentato di forzare il cordone e altri petardi sono stati esplosi. La polizia ha risposto con quella è stata definita «azione di respingimento» ed il lancio di alcuni lacrimogeni. Due manifestanti sono stati soccorsi da ambulanze del 118.

APPELLI CADUTI NEL VUOTO - Gli appelli del sindaco nei giorni scorsi non hanno convinto i commercianti napoletani che hanno cominciato a riunirsi, questa mattina, in piazza Carità. Serrande giù, altissima adesione degli esercenti: è iniziata così la serrata contro le tante Ztl cittadine istituite nell'ultimo anno dal Comune (Video). Il corteo è stato promosso dalla Confcommercio (la Confesercenti si è sfilata): in sostanza, i negozianti del centro storico e del quartiere Chiaia imputano al dispositivo di pedonalizzazione o di limitazione della circolazione delle auto buona parte della crisi degli incassi.

ZTL «CORRETTA» - Non è servito neppure l'annuncio, ieri, della nuova Ztl, quella rivista e corretta che permetterà nelle zone serali, dalle 21 fino alle 8 del mattino di percorrere piazza Dante e via Duomo prima interdette 24 ore su 24.

PETARDO CONTRO CAMIONETTA - Momenti di tensione davanti al Municipio di Napoli. Dopo l'esplosione di quattro-cinque petardi davanti al portone del Comune, uno dei quali lanciato a una delle camionette schierate a protezione del palazzo, le forze dell'ordine hanno fatto allontanare di qualche metro i manifestanti

La serrata dei commercianti si concluderà nel primo pomeriggio. In piazza i manifestanti mostrano cartelli contro la Ztl (confermata) di Chiaia, piazza Dante (con correttivi) e Quartieri spagnoli. Chiedono inoltre la riapertura di via Cervantes e via Guantai dove - affermano - 13 negozi su 33 sono stati costretti a chiudere dopo la chiusura al traffico per far spazio all'area pedonale.

QUASI TOTALITA' DEI NEGOZI - I commercianti in piazza sono espressione di tutta l'area che va da piazza Dante a via Toledo, dei Quartieri spagnoli e della Pignasecca. Alta l'adesione: la quasi totalità dei negozi di via Toledo ha le saracinesche abbassate; tutto chiuso alla Pignasecca, dove non ci nemmeno gli ambulanti, e nel centrale Corso Umberto.

URLA E INSULTI - Si sono registrati anche diversi momenti di tensione, soprattutto per gli «inviti», spesso conditi da urla e insulti, nei confronti di alcuni negozianti o ristoratori che non hanno aderito alla protesta. E al passaggio dell'ala dura del corteo in via Medina, tavoli e sedie di una trattoria sono stati gettati a terra, tanto che il titolare ha deciso di tirare giù la saracinesca per evitare il peggio.

Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: kolor - 10 Aprile, 2013, 14:06:02 pm
Chiavica di Sindaco panzone di merda...stai facendo morire Napoli...latrina il sindaco della gente...della gente che vuole la tua testa forse.
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: cavallopazzo - 10 Aprile, 2013, 14:09:31 pm
È impossibile con questa ztl non se ne può più!
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: Starfred - 10 Aprile, 2013, 14:13:57 pm
(https://fbcdn-sphotos-a-a.akamaihd.net/hphotos-ak-ash3/563131_10151596357854493_1505198732_n.jpg)

che vergogna infinita.
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: Neapolis84 - 10 Aprile, 2013, 14:17:51 pm
per me è sbagliato il perchè si protesta. La ZTL va salvaguardata, per me è un'ottima cosa. La protesta dovrebbe avvenire per il contorno, per il servizio di trasporto pubblico pressochè nullo.

I commercianti si lamentano che non lavorano: balla clamorosa...e sostenere sta cosa significa non andarsi a fare un giro a Napoli da 2 anni. Quelle zone sono piene...PIENE.

Il problema è che arrivare in quelle zone è diventata un'impresa, certo è che se uno vuole andare a Via Caracciolo e va truann e parchiggià fuori il Castel dell'Ovo...vafancul, ve lo meritate pure.

Per me (e sottolineo PER ME) la verità sta nel mezzo. La ZTL, le aree interamente pedonali, sono delle gran cose, cose che hanno TUTTE le grandi città Europee, cose che esaltiamo quando andiamo fuori. Il problema è che a queste misure si deve affiancare un grande, GRANDISSIMO servizio di trasporti pubblici, cosa che oggi il Comune non può permettersi perchè le casse del Comune e della Regione sono paurosamente vuote.

Il problema, sempre per me, è e sarà sempre la mentalità. Anche se avessimo un grande servizio di trasporti pubblici, comunque ci si lamenterebbe, perchè la mentalità nostra è che dobbiamo arrivare con la macchina fin fuori al negozio-ristorante che ci serve e se non troviamo posto nel giro di 50 metri, vafancul, parcheggio in seconda fila.
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: Genny Fenny - 10 Aprile, 2013, 14:40:23 pm
Basterebbe deputare delle aree strategiche a parcheggi a pagamento e sperimentare l'utilizzo del "crafty parking", letteralmente parcheggio astuto.
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: falceEmarcello - 10 Aprile, 2013, 14:44:03 pm
Il problema e' che napoli puo' essere considerata una metropoli alla stregua di Mumbai, Rio, el cairo o citta' del messico, siamo noi che "stupidamente" la vogliamo confrontare con Londra, roma, parigi e quant'altro
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: Neapolis84 - 10 Aprile, 2013, 14:46:53 pm
Il problema e' che napoli puo' essere considerata una metropoli alla stregua di Mumbai, Rio, el cairo o citta' del messico, siamo noi che "stupidamente" la vogliamo confrontare con Londra, roma, parigi e quant'altro
per quale motivo, scusa?
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: falceEmarcello - 10 Aprile, 2013, 14:51:08 pm
per quale motivo, scusa?
E te lo devo dire pure ?
Il completo abbandono da parte delle istituzioni, la decandenza delle infrastrutture, la mentalita' di certa gente, il fatto che intere famiglie si scetano la mattina e si devono letteralmente "abbuscare" la giornata, il sistema che si sostituisce allo stato ... e tutti (noi compresi) che fanno finta di non vedere
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: kurz - 10 Aprile, 2013, 14:53:49 pm
La serrata contro la Ztl: forti le pressioni camorristiche

Spoiler
DI ILARIA PUGLIA E DIEGO DAVIDE
Al via da piazza Carità la manifestazione che accompagna la serrata di protesta contro la Ztl. I negozi hanno aderito quasi in  massa. Quasi tutti chiusi alla Pignasecca e in via Guantai Nuovi, serrata totale in via Egiziaca a Pizzofalcone, via Gennaro Serra conta solo tre attività commerciali aperte, via Chiaia, lato piazza Carolina tutti chiusi tranne in due. In via Giordano Bruno rimangono aperti solo 5 negozi.Ma l’adesione in alcuni casi non è libera. Diversi sono i commercianti che si lamentano di essere stati “costretti” a chiudere per pressioni malavitose. La camorra, con la presenza della Ztl, dicono, non lavora più e sta strumentalizzando la manifestazione dei commercianti. Su via Crispi, piazza Amedeo e alla Pignasecca ad alcuni commercianti è stato “consigliato” di tenere le saracinesche abbassate per paura di ritorsioni camorristiche.
Lungo il percorso seguito dalla manifestazione sono affissi manifesti del Pdl (Luciano Schifone) che recitano: “Basta ztl, la città soffocata dalla crisi messa in ginocchio dall’assurda ztl”.
A piazza Carità l’affluenza è buona, mentre sul web circolano foto di commercianti in arrivo anche da altre zone della città.
La gente urla: “I politici ci devono rispettare, noi gli abbiamo dato i voti e noi glieli togliamo, le biciclette non ci interessano”, “Sindaco vattene”. Un cartellone recita: “Siamo pentiti di averti votato”. Si alza una voce isolata nella folla: “Siamo arrabbiati ed è pericoloso!”. I manifestanti applaudono.
Altro cartellone no ztrl ai quartieri spagnoli siamo stanchi. Una voce isolata siamo arrabbiati ed è pericoloso, gli altri applaudono
Capannelli anche in piazza Municipio, davanti al Comune: si tratta dei disoccupati. Si presume che si uniranno ai commercianti una volta giunti in piazza.
Numerose le croci nere di legno con sopra la foto del sindaco e la scritta “E ora basta”.
I commercianti di Chiaia si uniscono in questo momento agli altri del centro e procedono insieme verso piazza Matteotti: sono tantissimi. Il gruppo più corposo proviene da Chiaia.
Alla Carrefour di via Lomonaco il direttore voleva aderire ma la Carrefour ha detto di no. Per questo motivo in manifestanti hanno fatto un cordone umano per non far accedere le persone al supermercato.
Al mercatino di Chaia hanno aderito tutti al corteo.
Alcuni striscioni: “Lungomare liberato, tutto il resto devastato”, “Napoli è mia, sindaco vai via”, “Ztl: zompa tutta l’economia”.
Moltissime le bandiere Confcommercio.
Il corteo intona cori da stadio: “Napoli siamo noi, chi non salta de Magistris è”.
Su via Toledo tutti i commercianti hanno le saracinesche abbassate. La strada è gremita.
Una commerciante: “La situazione non è più sostenibile. La Ztl noi la vogliamo, ma non nei termini in cui è stata pensata dal sindaco. Per sostenere una zona a traffico limitato c’è bisogno di infrastrutture, parcheggi e potenziali servizi pubblici. Una ztl non si crea dalla sera alla mattina”.
All’altezza della Questura il corteo cerca di bloccare tutti e due i sensi di marcia. Interviene la polizia in borghese a spostarli su una sola corsia per non fermare la circolazione. La folla prova di nuovo a occupare entrambe le corsie. Il traffico è in tilt tra Eldo e piazza Municipio.
Una commerciante: “Questa volta se ne va, questa volta se ne va”, si riferisce al sindaco.
Su via Medina i manifestanti fanno scoppiare un grosso petardo. Diversi i petardi, molto grossi.
A piazza Municipio una cinquantina di poliziotti in completa tenuta antisommossa, con scudi e con manganelli già in mano.
Il titolare del ristorante pizzeria Marino, che fa parte del comitato commercianti abitanti e residenti ai Quartieri Spagnoli, spontaneo, che presto aderirà all’Ascom, protestano per la rimozione totale della Ztl perché sostengono la necessità di creare le infrastrutture adeguate ad una zona a traffico limitato.
Altro cartello: “Sindaco arrogante, fazioso e presuntuoso. Ti ho votato e me ne pento”.
I commercianti distribuiscono e innalzano cartelli con su scritto VENDESI. Siamo sotto a Palazzo San Giacomo.
I manifestanti chiedono a gran voce che il sindaco si affacci. Ai balconi sbarrati urlano “buffone”. Il rumore dei fischietti è assordante. La piazza è piena.
Il titolare di un bar tabacchi su via Epomeo: “Da quando hanno aperto la Ztl di via Epomeo il mio bar tabacchi ha registrato una diminuzione delle vendite di circa il 50%. Avevo 9 dipendenti, dopo 4 mesi ne ho dovuti licenziare 3 con mio grande rammarico, poiché uno di questi è anche un padre di famiglia. La ztl si fa con altri presupposti. Bastava immaginare anche un piccolo pullmino lungo via Epomeo. Se le persone non possono arrivare sul posto non possiamo lavorare”.
Uno dei manifestanti urla al megafono: “Ti abbiamo consegnato le nostre chiavi, tu restituiscici quelle della città. Vattene”.
I manifestanti fanno esplodere dei petardi proprio sotto il portone di Palazzo San Giacomo. Fuggi fuggi generale tra la folla. Lancio di petardi dappertutto. I poliziotti abbassano i caschi sul volto.
Un commerciante di largo San Giovanni Maggiore Pignatelli: “I nostri fornitori non riescono a raggiungere il negozio. Non riescono ad avere i permessi per entrare nella ztl e non riusciamo a tenere fede ai nostri impegni per i tempi delle consegne che si allungano”.
L’aria inizia a farsi irrespirabile per la puzza dei petardi. La situazione è molto concitata.
Alcuni manifestanti contestano Taglialatela, presente in piazza perché, dice, “sto cercando di capire la gente cosa veramente vuole”. Gli altri presenti placano gli animi.
Nello speakers corner posto in piazza, si alternano gli sfollati di Chiaia e i commercianti. Roberto Russo, rappresentante dei commercianti sfollati in seguito al crollo del palazzo, dichiara che l’unico ad aver aiutato un po’ i commercianti di Chiaia è stato l’assessore Marco Esposito: “Il sindaco ha solo istituito un conto corrente per le donazioni a favore dei negozi sgomberati, la cui unica forma di pubblicità è stata su dei volantini distribuiti la sera negli alberghi dove alloggiano gli sfollati. Come se gli sfollati fossero in condizione di aiutarci..”.
A conferma delle voci raccolte circa le minacce della camorra ad alcuni negozi affinché abbassassero le saracinesche, sono intervenuti anche i Verdi Ecologisti con il seguente comunicato: “Stamattina alla Pignasecca dei brutti ceffi intimavano ai commercianti di chiudere i negozi. La destra e certi apparati criminali stanno strumentalizzando la protesta per la modifica delle ztl”. “Stamattina ho accompagnato mio marito all’ Ospedale Vecchio Pellegrini alla Pignasecca e ho assistito personalmente all’arrivo di un gruppo di persone – denuncia il capogruppo dei Verdi Ecologisti alla I Municipalità Diana Pezza Borrelli – che giravano per le strade con fare minaccioso intimando ai commercianti aperti tra cui un tabaccaio proprio di fronte all’Ospedale ed a un negozio di scarpe a fianco di chiudere subito i loro negozi. Urlavano: ” mo’ ata chiuder o’ negozio” ( adesso dovete chiudere i vostro locale )”. “I negozianti impauriti – continua Pezza Borrelli – hanno subito obbedito. Non credo che queste persone che avevano proprio delle brutte facce abbiano a che fare con le associazioni di commercianti e si muovevano con atteggiamenti e minacce tipiche della camorra. A poca distanza da questi soggetti ne giravano altri che affiggevano dei manifesti su spazi abusivi dell’ On. del Pdl Luciano Schifone nei quali invita il quartiere ad aderire alla serrata”. “La protesta contro la ztl – continua il segretario cittadino del Sole che Ride Vincenzo Peretti – sta assumendo delle caratteristiche che non ci piacciono. Pur essendo stati tra i primi a criticare le posizioni talebane dell’ assessore Anna Donati non possiamo partecipare ad iniziative targate Pdl o essere strumentalizzati da una certa destra estremista e mazziera. Una cosa è la giusta protesta per le modifiche della Ztl che condividiamo appieno un’ altra è la strumentalizzazione politica della destra o peggio di apparati criminali”.
Molto probabile che il comunicato finisca all’attenzione di polizia e carabinieri.
In piazza l’atmosfera diventa più rilassata. I manifestanti non accennano a interrompere la protesta.
Lucio Mauro pubblica sulla bacheca del gruppo Facebook Cittadinanza attiva in difesa di Napoli il seguente annuncio: “Cittadinanza Attiva in difesa di Napoli si dissocia profondamente da qualsiasi tentativo di strumentalizzazione della manifestazione da parte di persone che NON fanno parte della città civile. Condanniamo con fermezza e senza esitazioni l’uso di petardi che delegittimano la protesta e la cui provenienza siamo certi non essere né di nostri associati, né di nostri simpatizzanti”.
Un commerciante ha ricevuto colpi di manganello alla schiena. Soccorso da un’ambulanza, sembra stare bene.
Le denunce di pressioni da parte di alcuni personaggi non chiaramente individuati a chiudere i negozi arrivano da gran parte del centro storico. A denunciarlo, anche Pino De Stasio sulla sua bacheca Facebook, che spiega anche che la Confesercenti sta al momento raccogliendo tutte le segnalazioni per procedere poi alle opportune denunce.
Dallo speakers corner si chiede ai manifestanti di spostarsi su via Caracciolo e si invita la gente a mantenere la calma.
Un manifestante si avvicina a Taglialatela, presente in piazza, e lo contesta. Gli chiede ripetutamente a che titolo è lì. Lui risponde che è lì “per vedere cosa i napoletani vogliono davvero”. Gli animi tornano calmi grazie all’intervento di altri commercianti.
L’agenzia di stampa AGI riporta che “Una giornalista del quotidiano ‘La Repubblica’ di Napoli e’ stata colpita ad un ginocchio da uno dei petardi lanciati dai manifestanti durante la protesta”  e che ”la giovane donna e’ stata portata in ospedale” (AGI).
Borrelli e Attanasio, dei Verdi, dichiarano anche che al Caffè Gambrinus “un gruppo di brutti personaggi provenienti dal pallonetto di Santa Lucia si sono presentati nel locale pretendendone l’immediata chiusura. Il titolare Antonio Sergio si è ribellato ed ha chiamato le forze dell’ordine. Il locale ha chiuso secondo gli orari previsti dalla manifestazione e non da questi criminali”.
‘In tutte le manifestazioni di piazza c’e’ il pericolo di infiltrati. Nessuna allusione, ma l’evidenza ha dimostrato che c’erano”: lo ha detto Edvige Nastri, vicepresidente di Cittadinanza Attiva, associazione che raggruppa i cittadini di Chiaia che stanno partecipando, a
Napoli, alla manifestazione contro la Ztl, facendo riferimento ai momenti di tensione che si sono registrati davanti alla sede
del Municipio di Napoli. ”Puo’ darsi che ci siano manifestanti aggressivi – ha affermato Nastri – in piazza ci sono Commercianti e Bros e
insieme diventa difficoltoso”. I disoccupati organizzati, ha raccontato Nastri, ”erano qui anche ieri e a mia domanda hanno risposto che ci sarebbero stati anche oggi. Quando siamo arrivati – ha concluso – la piazza era gia’ mezza piena” (ANSA).
Il titolare del bar Tre Nani di Piazza Dante, Armando Bianco, dichiara: “Questa mattina sono stato vittima di un’aggressione nei pressi del mio locale, oggi tutti i commercianti napoletani soprattutto di Piazza Dante e dintorni avevano organizzato una serrata dalle 9 della mattina alle 13 (non chiedetemi che serrata sia), io non mi sono sentito nè considerato nè spinto da uno spirito di ribellione per fare questa, secondo me, inutile protesta. Quindi di mia spontanea volontà avevo deciso di non aderire e quindi di non chiudere. Ora 9,05 un grupo di commercianti della zona si dirigono verso il mio bar e con aria minacciosa mi intimano di chiudere altrimenti mi sarebbe capitato qualcosa di brutto, addirittura uno di loro ha detto che mi aspetta stasera per parlare a 4 occhi. Allora sono stato costretto a chiudere altrimenti avrei scatenato una rissa che non è proprio nelle mie corde!!!”. Questo commento è riportato nel gruppo Facebook Cittadinanza Attiva in difesa di Napoli.
Il Presidente della II municipalità, Francesco Chirico, insieme agli assessori Francesco Minisci e Federico Arienzo, hanno diramato un comunicato stampa in cui “esprimono viva preoccupazione per quanto verificatosi stamane durante la protesta contro la ztl.
Pur essendo numerosi gli esercizi chiusi per la protesta, abbiamo assistito a veri e propri atti di intimidazione che vanno condannati.
Esprimiamo solidarietà nei confronti dei commercianti obbligati alla chiusura. Legittima è la protesta e condivisibili le difficoltà che vivono le attività del territorio, altro è la strumentalizzazione dell’iniziativa da parte di forze politiche di centro destra che sottovalutano le presenze e le infiltrazioni criminali”.
La Confcommercio della Provincia di Napoli si dissocia “da qualsiasi provocazione e atto violento avvenuto a Piazza Municipio”. Lo dichiara Pietro Russo, presidente Confcommercio Napoli: “la nostra era una manifestazione pacifica, che si era regolarmente conclusa con la consegna delle chiavi degli esercizi commerciali di fronte Palazzo San Giacomo. La delegazione di Confcommercio stava tornando verso la sede dell’associazione quando ha sentito le esplosioni e le voci che parlavano di una carica della polizia”. “Siamo stati costretti, nostro malgrado, a scendere in strada dopo oltre trent’anni per gridare il dolore dei nostri associati”, ha aggiunto.

 
6 Comments For This Post
giovanni Says:
aprile 10th, 2013 at 8:32 am
“Diversi sono i commercianti che si lamentano di essere stati “costretti” a chiudere per pressioni malavitose.”

questo se fosse vero sarebbe di una gravità inaudita. ma le fonti sono attendibili? è stato presentato un esposto alla procura? è stata presentata querela?
è la camorra che ha “costretto” perchè “non lavora”? chi ha “consigliato” è stato denunciato?
è stata allertata almeno la prefettura/questura di ciò?


Segnalo pure varie realtà neofasciste che partecipavano a sta cosa stamattina, ma niente di nuovo insomma.
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: Neapolis84 - 10 Aprile, 2013, 14:58:17 pm
E te lo devo dire pure ?
logico che me lo devi dire. Quando si parla di Napoli è meglio essere precisi perchè quello che hai detto tu "Napoli come Cairo" è una cosa che possono dire in molti, ma poi chiedi spiegazioni e trovi 3 specie:
1) "perchè quei terroni stanno inguaiati"
2) "perchè simm gent e merd, stiamm nguaiat, facimm schif, tenen ragion chill ro nord"
3) quello che hai detto tu.

;)
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: Neapolis84 - 10 Aprile, 2013, 15:01:59 pm
La serrata contro la Ztl: forti le pressioni camorristiche

Spoiler
DI ILARIA PUGLIA E DIEGO DAVIDE
Al via da piazza Carità la manifestazione che accompagna la serrata di protesta contro la Ztl. I negozi hanno aderito quasi in  massa. Quasi tutti chiusi alla Pignasecca e in via Guantai Nuovi, serrata totale in via Egiziaca a Pizzofalcone, via Gennaro Serra conta solo tre attività commerciali aperte, via Chiaia, lato piazza Carolina tutti chiusi tranne in due. In via Giordano Bruno rimangono aperti solo 5 negozi.Ma l’adesione in alcuni casi non è libera. Diversi sono i commercianti che si lamentano di essere stati “costretti” a chiudere per pressioni malavitose. La camorra, con la presenza della Ztl, dicono, non lavora più e sta strumentalizzando la manifestazione dei commercianti. Su via Crispi, piazza Amedeo e alla Pignasecca ad alcuni commercianti è stato “consigliato” di tenere le saracinesche abbassate per paura di ritorsioni camorristiche.
Lungo il percorso seguito dalla manifestazione sono affissi manifesti del Pdl (Luciano Schifone) che recitano: “Basta ztl, la città soffocata dalla crisi messa in ginocchio dall’assurda ztl”.
A piazza Carità l’affluenza è buona, mentre sul web circolano foto di commercianti in arrivo anche da altre zone della città.
La gente urla: “I politici ci devono rispettare, noi gli abbiamo dato i voti e noi glieli togliamo, le biciclette non ci interessano”, “Sindaco vattene”. Un cartellone recita: “Siamo pentiti di averti votato”. Si alza una voce isolata nella folla: “Siamo arrabbiati ed è pericoloso!”. I manifestanti applaudono.
Altro cartellone no ztrl ai quartieri spagnoli siamo stanchi. Una voce isolata siamo arrabbiati ed è pericoloso, gli altri applaudono
Capannelli anche in piazza Municipio, davanti al Comune: si tratta dei disoccupati. Si presume che si uniranno ai commercianti una volta giunti in piazza.
Numerose le croci nere di legno con sopra la foto del sindaco e la scritta “E ora basta”.
I commercianti di Chiaia si uniscono in questo momento agli altri del centro e procedono insieme verso piazza Matteotti: sono tantissimi. Il gruppo più corposo proviene da Chiaia.
Alla Carrefour di via Lomonaco il direttore voleva aderire ma la Carrefour ha detto di no. Per questo motivo in manifestanti hanno fatto un cordone umano per non far accedere le persone al supermercato.
Al mercatino di Chaia hanno aderito tutti al corteo.
Alcuni striscioni: “Lungomare liberato, tutto il resto devastato”, “Napoli è mia, sindaco vai via”, “Ztl: zompa tutta l’economia”.
Moltissime le bandiere Confcommercio.
Il corteo intona cori da stadio: “Napoli siamo noi, chi non salta de Magistris è”.
Su via Toledo tutti i commercianti hanno le saracinesche abbassate. La strada è gremita.
Una commerciante: “La situazione non è più sostenibile. La Ztl noi la vogliamo, ma non nei termini in cui è stata pensata dal sindaco. Per sostenere una zona a traffico limitato c’è bisogno di infrastrutture, parcheggi e potenziali servizi pubblici. Una ztl non si crea dalla sera alla mattina”.
All’altezza della Questura il corteo cerca di bloccare tutti e due i sensi di marcia. Interviene la polizia in borghese a spostarli su una sola corsia per non fermare la circolazione. La folla prova di nuovo a occupare entrambe le corsie. Il traffico è in tilt tra Eldo e piazza Municipio.
Una commerciante: “Questa volta se ne va, questa volta se ne va”, si riferisce al sindaco.
Su via Medina i manifestanti fanno scoppiare un grosso petardo. Diversi i petardi, molto grossi.
A piazza Municipio una cinquantina di poliziotti in completa tenuta antisommossa, con scudi e con manganelli già in mano.
Il titolare del ristorante pizzeria Marino, che fa parte del comitato commercianti abitanti e residenti ai Quartieri Spagnoli, spontaneo, che presto aderirà all’Ascom, protestano per la rimozione totale della Ztl perché sostengono la necessità di creare le infrastrutture adeguate ad una zona a traffico limitato.
Altro cartello: “Sindaco arrogante, fazioso e presuntuoso. Ti ho votato e me ne pento”.
I commercianti distribuiscono e innalzano cartelli con su scritto VENDESI. Siamo sotto a Palazzo San Giacomo.
I manifestanti chiedono a gran voce che il sindaco si affacci. Ai balconi sbarrati urlano “buffone”. Il rumore dei fischietti è assordante. La piazza è piena.
Il titolare di un bar tabacchi su via Epomeo: “Da quando hanno aperto la Ztl di via Epomeo il mio bar tabacchi ha registrato una diminuzione delle vendite di circa il 50%. Avevo 9 dipendenti, dopo 4 mesi ne ho dovuti licenziare 3 con mio grande rammarico, poiché uno di questi è anche un padre di famiglia. La ztl si fa con altri presupposti. Bastava immaginare anche un piccolo pullmino lungo via Epomeo. Se le persone non possono arrivare sul posto non possiamo lavorare”.
Uno dei manifestanti urla al megafono: “Ti abbiamo consegnato le nostre chiavi, tu restituiscici quelle della città. Vattene”.
I manifestanti fanno esplodere dei petardi proprio sotto il portone di Palazzo San Giacomo. Fuggi fuggi generale tra la folla. Lancio di petardi dappertutto. I poliziotti abbassano i caschi sul volto.
Un commerciante di largo San Giovanni Maggiore Pignatelli: “I nostri fornitori non riescono a raggiungere il negozio. Non riescono ad avere i permessi per entrare nella ztl e non riusciamo a tenere fede ai nostri impegni per i tempi delle consegne che si allungano”.
L’aria inizia a farsi irrespirabile per la puzza dei petardi. La situazione è molto concitata.
Alcuni manifestanti contestano Taglialatela, presente in piazza perché, dice, “sto cercando di capire la gente cosa veramente vuole”. Gli altri presenti placano gli animi.
Nello speakers corner posto in piazza, si alternano gli sfollati di Chiaia e i commercianti. Roberto Russo, rappresentante dei commercianti sfollati in seguito al crollo del palazzo, dichiara che l’unico ad aver aiutato un po’ i commercianti di Chiaia è stato l’assessore Marco Esposito: “Il sindaco ha solo istituito un conto corrente per le donazioni a favore dei negozi sgomberati, la cui unica forma di pubblicità è stata su dei volantini distribuiti la sera negli alberghi dove alloggiano gli sfollati. Come se gli sfollati fossero in condizione di aiutarci..”.
A conferma delle voci raccolte circa le minacce della camorra ad alcuni negozi affinché abbassassero le saracinesche, sono intervenuti anche i Verdi Ecologisti con il seguente comunicato: “Stamattina alla Pignasecca dei brutti ceffi intimavano ai commercianti di chiudere i negozi. La destra e certi apparati criminali stanno strumentalizzando la protesta per la modifica delle ztl”. “Stamattina ho accompagnato mio marito all’ Ospedale Vecchio Pellegrini alla Pignasecca e ho assistito personalmente all’arrivo di un gruppo di persone – denuncia il capogruppo dei Verdi Ecologisti alla I Municipalità Diana Pezza Borrelli – che giravano per le strade con fare minaccioso intimando ai commercianti aperti tra cui un tabaccaio proprio di fronte all’Ospedale ed a un negozio di scarpe a fianco di chiudere subito i loro negozi. Urlavano: ” mo’ ata chiuder o’ negozio” ( adesso dovete chiudere i vostro locale )”. “I negozianti impauriti – continua Pezza Borrelli – hanno subito obbedito. Non credo che queste persone che avevano proprio delle brutte facce abbiano a che fare con le associazioni di commercianti e si muovevano con atteggiamenti e minacce tipiche della camorra. A poca distanza da questi soggetti ne giravano altri che affiggevano dei manifesti su spazi abusivi dell’ On. del Pdl Luciano Schifone nei quali invita il quartiere ad aderire alla serrata”. “La protesta contro la ztl – continua il segretario cittadino del Sole che Ride Vincenzo Peretti – sta assumendo delle caratteristiche che non ci piacciono. Pur essendo stati tra i primi a criticare le posizioni talebane dell’ assessore Anna Donati non possiamo partecipare ad iniziative targate Pdl o essere strumentalizzati da una certa destra estremista e mazziera. Una cosa è la giusta protesta per le modifiche della Ztl che condividiamo appieno un’ altra è la strumentalizzazione politica della destra o peggio di apparati criminali”.
Molto probabile che il comunicato finisca all’attenzione di polizia e carabinieri.
In piazza l’atmosfera diventa più rilassata. I manifestanti non accennano a interrompere la protesta.
Lucio Mauro pubblica sulla bacheca del gruppo Facebook Cittadinanza attiva in difesa di Napoli il seguente annuncio: “Cittadinanza Attiva in difesa di Napoli si dissocia profondamente da qualsiasi tentativo di strumentalizzazione della manifestazione da parte di persone che NON fanno parte della città civile. Condanniamo con fermezza e senza esitazioni l’uso di petardi che delegittimano la protesta e la cui provenienza siamo certi non essere né di nostri associati, né di nostri simpatizzanti”.
Un commerciante ha ricevuto colpi di manganello alla schiena. Soccorso da un’ambulanza, sembra stare bene.
Le denunce di pressioni da parte di alcuni personaggi non chiaramente individuati a chiudere i negozi arrivano da gran parte del centro storico. A denunciarlo, anche Pino De Stasio sulla sua bacheca Facebook, che spiega anche che la Confesercenti sta al momento raccogliendo tutte le segnalazioni per procedere poi alle opportune denunce.
Dallo speakers corner si chiede ai manifestanti di spostarsi su via Caracciolo e si invita la gente a mantenere la calma.
Un manifestante si avvicina a Taglialatela, presente in piazza, e lo contesta. Gli chiede ripetutamente a che titolo è lì. Lui risponde che è lì “per vedere cosa i napoletani vogliono davvero”. Gli animi tornano calmi grazie all’intervento di altri commercianti.
L’agenzia di stampa AGI riporta che “Una giornalista del quotidiano ‘La Repubblica’ di Napoli e’ stata colpita ad un ginocchio da uno dei petardi lanciati dai manifestanti durante la protesta”  e che ”la giovane donna e’ stata portata in ospedale” (AGI).
Borrelli e Attanasio, dei Verdi, dichiarano anche che al Caffè Gambrinus “un gruppo di brutti personaggi provenienti dal pallonetto di Santa Lucia si sono presentati nel locale pretendendone l’immediata chiusura. Il titolare Antonio Sergio si è ribellato ed ha chiamato le forze dell’ordine. Il locale ha chiuso secondo gli orari previsti dalla manifestazione e non da questi criminali”.
‘In tutte le manifestazioni di piazza c’e’ il pericolo di infiltrati. Nessuna allusione, ma l’evidenza ha dimostrato che c’erano”: lo ha detto Edvige Nastri, vicepresidente di Cittadinanza Attiva, associazione che raggruppa i cittadini di Chiaia che stanno partecipando, a
Napoli, alla manifestazione contro la Ztl, facendo riferimento ai momenti di tensione che si sono registrati davanti alla sede
del Municipio di Napoli. ”Puo’ darsi che ci siano manifestanti aggressivi – ha affermato Nastri – in piazza ci sono Commercianti e Bros e
insieme diventa difficoltoso”. I disoccupati organizzati, ha raccontato Nastri, ”erano qui anche ieri e a mia domanda hanno risposto che ci sarebbero stati anche oggi. Quando siamo arrivati – ha concluso – la piazza era gia’ mezza piena” (ANSA).
Il titolare del bar Tre Nani di Piazza Dante, Armando Bianco, dichiara: “Questa mattina sono stato vittima di un’aggressione nei pressi del mio locale, oggi tutti i commercianti napoletani soprattutto di Piazza Dante e dintorni avevano organizzato una serrata dalle 9 della mattina alle 13 (non chiedetemi che serrata sia), io non mi sono sentito nè considerato nè spinto da uno spirito di ribellione per fare questa, secondo me, inutile protesta. Quindi di mia spontanea volontà avevo deciso di non aderire e quindi di non chiudere. Ora 9,05 un grupo di commercianti della zona si dirigono verso il mio bar e con aria minacciosa mi intimano di chiudere altrimenti mi sarebbe capitato qualcosa di brutto, addirittura uno di loro ha detto che mi aspetta stasera per parlare a 4 occhi. Allora sono stato costretto a chiudere altrimenti avrei scatenato una rissa che non è proprio nelle mie corde!!!”. Questo commento è riportato nel gruppo Facebook Cittadinanza Attiva in difesa di Napoli.
Il Presidente della II municipalità, Francesco Chirico, insieme agli assessori Francesco Minisci e Federico Arienzo, hanno diramato un comunicato stampa in cui “esprimono viva preoccupazione per quanto verificatosi stamane durante la protesta contro la ztl.
Pur essendo numerosi gli esercizi chiusi per la protesta, abbiamo assistito a veri e propri atti di intimidazione che vanno condannati.
Esprimiamo solidarietà nei confronti dei commercianti obbligati alla chiusura. Legittima è la protesta e condivisibili le difficoltà che vivono le attività del territorio, altro è la strumentalizzazione dell’iniziativa da parte di forze politiche di centro destra che sottovalutano le presenze e le infiltrazioni criminali”.
La Confcommercio della Provincia di Napoli si dissocia “da qualsiasi provocazione e atto violento avvenuto a Piazza Municipio”. Lo dichiara Pietro Russo, presidente Confcommercio Napoli: “la nostra era una manifestazione pacifica, che si era regolarmente conclusa con la consegna delle chiavi degli esercizi commerciali di fronte Palazzo San Giacomo. La delegazione di Confcommercio stava tornando verso la sede dell’associazione quando ha sentito le esplosioni e le voci che parlavano di una carica della polizia”. “Siamo stati costretti, nostro malgrado, a scendere in strada dopo oltre trent’anni per gridare il dolore dei nostri associati”, ha aggiunto.

 
6 Comments For This Post
giovanni Says:
aprile 10th, 2013 at 8:32 am
“Diversi sono i commercianti che si lamentano di essere stati “costretti” a chiudere per pressioni malavitose.”

questo se fosse vero sarebbe di una gravità inaudita. ma le fonti sono attendibili? è stato presentato un esposto alla procura? è stata presentata querela?
è la camorra che ha “costretto” perchè “non lavora”? chi ha “consigliato” è stato denunciato?
è stata allertata almeno la prefettura/questura di ciò?



Segnalo pure varie realtà neofasciste che partecipavano a sta cosa stamattina, ma niente di nuovo insomma.

non so dove hai preso questo articolo, ma mi trova pienamente d'accordo e sinceramente mi meravigliavo come nessuno avesse ancora sottolineato come questa ZTL va prima di tutto in culo a certa gente di merda. Sono pensieri vecchi, pensieri che risalgono appena è cominciata la prima ZTL a Napoli...io mi stupisco solo che ci sono tante persone (specialmente ragazzi) che ste cose le dimenticano e vanno facilmente appresso allo slogan "la ZTL fa schifo".
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: falceEmarcello - 10 Aprile, 2013, 15:02:31 pm
logico che me lo devi dire. Quando si parla di Napoli è meglio essere precisi perchè quello che hai detto tu "Napoli come Cairo" è una cosa che possono dire in molti, ma poi chiedi spiegazioni e trovi 3 specie:
1) "perchè quei terroni stanno inguaiati"
2) "perchè simm gent e merd, stiamm nguaiat, facimm schif, tenen ragion chill ro nord"
3) quello che hai detto tu.

;)

Non prentendo che mi devi conoscere, ma le prime due le devi escludere pure solo perche' sono risposte che identificano l'imbecillita' di chi le da'
E nessuno e' imbecille fino a che non lo dimostra ;)
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: falceEmarcello - 10 Aprile, 2013, 15:07:46 pm
non so dove hai preso questo articolo, ma mi trova pienamente d'accordo e sinceramente mi meravigliavo come nessuno avesse ancora sottolineato come questa ZTL va prima di tutto in culo a certa gente di merda. Sono pensieri vecchi, pensieri che risalgono appena è cominciata la prima ZTL a Napoli...io mi stupisco solo che ci sono tante persone (specialmente ragazzi) che ste cose le dimenticano e vanno facilmente appresso allo slogan "la ZTL fa schifo".

E a tutti quelli che vogliono che napoli sia piu' simile ad una el Cairo piu' fresca che a una Copenaghen co' sol.
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: Neapolis84 - 10 Aprile, 2013, 15:11:08 pm
Non prentendo che mi devi conoscere, ma le prime due le devi escludere pure solo perche' sono risposte che identificano l'imbecillita' di chi le da'
E nessuno e' imbecille fino a che non lo dimostra ;)
"«Due cose sono infinite: l'universo e la stupidità umana, ma riguardo l'universo ho ancora dei dubbi.»

A. Einstein

Per me è fratemo Albertino è il contrario: tutti sono imbecilli finchè non dimostrano il contrario  :vecchio:

:asd:
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: kurz - 10 Aprile, 2013, 15:21:35 pm
(https://fbcdn-sphotos-a-a.akamaihd.net/hphotos-ak-ash3/563131_10151596357854493_1505198732_n.jpg)


a maschera e ray misterio
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: Starfred - 10 Aprile, 2013, 15:23:00 pm
(https://fbcdn-sphotos-a-a.akamaihd.net/hphotos-ak-ash3/563131_10151596357854493_1505198732_n.jpg)


a maschera e ray misterio

old :nono:
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: Alemao - 10 Aprile, 2013, 15:30:30 pm
Sì infiltrazioni e quant'altro, vero, possibile, resta il problema che lo ztl è una rottura di cazzo.
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: Ciù per cortesia - 10 Aprile, 2013, 15:38:13 pm
Purtroppo credo che F&Marcello abbia ragione da vendere. Napoli resterà sempre una giovane promessa, un potenziale mai sfruttato.
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: kurz - 10 Aprile, 2013, 15:38:57 pm
Sì infiltrazioni e quant'altro, vero, possibile, resta il problema che lo ztl è una rottura di cazzo.
In qualsiasi paese lo è.

Anzi giustamente mi potresti dire noi facciamo schifo a mezzi pubblici, ed è vero :look:
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: Vino a Tavola - 10 Aprile, 2013, 15:55:18 pm
Purtroppo credo che F&Marcello abbia ragione da vendere. Napoli resterà sempre una giovane promessa, un potenziale mai sfruttato.
tranne che nell'infilare roma vicino a londra e parigi  :troll: :maronn: :bacino:
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: Bruce Colotti - 10 Aprile, 2013, 16:10:17 pm
tranne che nell'infilare roma vicino a londra e parigi  :troll: :maronn: :bacino:
:ok:
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: falceEmarcello - 10 Aprile, 2013, 16:16:15 pm
tranne che nell'infilare roma vicino a londra e parigi  :troll: :maronn: :bacino:

:ok:

Uagliu' vuje pero' pure sfruculiat a mazzarell

tanto per:

Estensione di roma   1.285,3057 km²
Estensione di parigi     105,4 km²

E se chiedete a qualcuno che a parigi abita tipo nel 500esimo arrondissement pur s'allament
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: wendell - 10 Aprile, 2013, 16:16:30 pm
Basterebbe deputare delle aree strategiche a parcheggi a pagamento e sperimentare l'utilizzo del "crafty parking", letteralmente parcheggio astuto.
:ok:
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: Vino a Tavola - 10 Aprile, 2013, 16:28:29 pm
Uagliu' vuje pero' pure sfruculiat a mazzarell

tanto per:

Estensione di roma   1.285,3057 km²
Estensione di parigi     105,4 km²

E se chiedete a qualcuno che a parigi abita tipo nel 500esimo arrondissement pur s'allament
:asd: ne parlammo tutti e 3 proprio un mesetto e mezzo fa, e raggiungemmo una buona sintesi. Mi preoccupa sto tuo atteggiamento, sembri starfred se gli tocchi un videogioco o rafael se gli tocchi il barzà. devo dire che non me l'aspettavo  :look:

Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: falceEmarcello - 10 Aprile, 2013, 16:30:28 pm
:asd: ne parlammo tutti e 3 proprio un mesetto e mezzo fa, e raggiungemmo una buona sintesi. Mi preoccupa sto tuo atteggiamento, sembri starfred se gli tocchi un videogioco o rafael se gli tocchi il barzà. devo dire che non me l'aspettavo  :look:
Ma la mia opinione e' sempre quella, roma e' o cess e non a caso ci lavoro ma non ci abito :contract:
Mi da fastidio quando confutate i dati oggettivi che porto a sostegno delle mie impeccabili analisi sociali :look:
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: Starfred - 10 Aprile, 2013, 16:32:31 pm
:asd: ne parlammo tutti e 3 proprio un mesetto e mezzo fa, e raggiungemmo una buona sintesi. Mi preoccupa sto tuo atteggiamento, sembri starfred se gli tocchi un videogioco o rafael se gli tocchi il barzà. devo dire che non me l'aspettavo  :look:



Di Cori Modigliani o' pigl' dint e pacche tuost' e nir'

jamm a vverè :look:
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: Bruce Colotti - 10 Aprile, 2013, 16:34:55 pm
Ma la mia opinione e' sempre quella, roma e' o cess e non a caso ci lavoro ma non ci abito :contract:
Mi da fastidio quando confutate i dati oggettivi che porto a sostegno delle mie impeccabili analisi sociali :look:
allora se porti dati oggettivi dovevi scrivere...
Estensione di 'o cess   1.285,3057 km²
Estensione di parigi     105,4 km²
 :look:
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: falceEmarcello - 10 Aprile, 2013, 16:39:08 pm
allora se porti dati oggettivi dovevi scrivere...
Estensione di 'o cess   1.285,3057 km²
Estensione di parigi     105,4 km²
 :look:
Allora per te e per l'amico diegolino citero' Goethe

“Se nessun napoletano vuole andarsene dalla sua città, se i poeti celebrano in grandiose iperboli l’incanto di questi siti, non si può fargliene carico, vi fossero anche due o tre Vesuvi nelle vicinanze. Qui non si riesce davvero a rimpiangere Roma; confrontata con questa grande apertura di cielo, la capitale del mondo nella bassura del Tevere appare come un vecchio convento in posizione sfavorevole

Che questo ti serva solo ad atteggiarti con i megalomani burino-pecorecci e non a rivoltarmela contro  :contract:
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: Vino a Tavola - 10 Aprile, 2013, 16:43:36 pm
 :asd:
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: Bruce Colotti - 10 Aprile, 2013, 16:43:59 pm
Allora per te e per l'amico diegolino citero' Goethe

“Se nessun napoletano vuole andarsene dalla sua città, se i poeti celebrano in grandiose iperboli l’incanto di questi siti, non si può fargliene carico, vi fossero anche due o tre Vesuvi nelle vicinanze. Qui non si riesce davvero a rimpiangere Roma; confrontata con questa grande apertura di cielo, la capitale del mondo nella bassura del Tevere appare come un vecchio convento in posizione sfavorevole

Che questo ti serva solo ad atteggiarti con i megalomani burino-pecorecci e non a rivoltarmela contro  :contract:
:compagni:
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: cavallopazzo - 10 Aprile, 2013, 17:05:19 pm
ma che sang ra sfaccim stat dicenn? sabato per andare a napoli scendendo a via marina l'unico parcheggio  custodito e con pagamento accessibile è il Brin... posata lì la macchina so cazz re tuoi! Pullman che non ci stanno... macchina dei biglietti scassata e la sfaccima e chilla muort della gent di merda...tanto che la zona è diventato un mercatino per la gente dell'est.... alla fine me l'agg fatt a piedi.... dite a stu strunz e de magistris che le cose si fanno per bene o è meglioc he non si fanno proprio.... poi con la caduta del palazzo a chiaia e la coppa america la città è spaccata in due.... addà murì chilla muort...
per non parlare dei 45 minuti alla fermata del pullman aspettando che passasse per riprenderlo ed arrivare al brin! è uno schifo!
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: Bruce Colotti - 10 Aprile, 2013, 17:08:16 pm
ma che sang ra sfaccim stat dicenn? sabato per andare a napoli scendendo a via marina l'unico parcheggio  custodito e con pagamento accessibile è il Brin... posata lì la macchina so cazz re tuoi! Pullman che non ci stanno... macchina dei biglietti scassata e la sfaccima e chilla muort della gent di merda...tanto che la zona è diventato un mercatino per la gente dell'est.... alla fine me l'agg fatt a piedi.... dite a stu strunz e de magistris che le cose si fanno per bene o è meglioc he non si fanno proprio.... poi con la caduta del palazzo a chiaia e la coppa america la città è spaccata in due.... addà murì chilla muort...
per non parlare dei 45 minuti alla fermata del pullman aspettando che passasse per riprenderlo ed arrivare al brin! è uno schifo!
lunedì....per fare 13 ufficio mio ufficio di mia moglie...roma per roma...partito alle ore 18:45....giunto a destinazione alle ore 21:30.....
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: cavallopazzo - 10 Aprile, 2013, 17:10:19 pm
lunedì....per fare 13 ufficio mio ufficio di mia moglie...roma per roma...partito alle ore 18:45....giunto a destinazione alle ore 21:30.....
MA L'UFFICIO  tuo sta in zona centrale o è in periferia?
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: Bruce Colotti - 10 Aprile, 2013, 17:11:51 pm
MA L'UFFICIO  tuo sta in zona centrale o è in periferia?
boccea-parioli....linea d'aria 3 km....su strada 13km....ma fossero pure 50 km....dalle 18:45 alle 21:30....me pare assaje...
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: cavallopazzo - 10 Aprile, 2013, 17:13:20 pm
boccea-parioli....linea d'aria 3 km....su strada 13km....ma fossero pure 50 km....dalle 18:45 alle 21:30....me pare assaje...
non la conosco la zona... ma l'altra volta a roma già con la metropolitana nelle zone storiche che passavano ogni 3 minuti mi sono trovato un amore... poi non so che cazzo hai fatto... comunque poi dicono prendi i mezzi pubblici....eh col cazzo!
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: Vino a Tavola - 10 Aprile, 2013, 17:18:01 pm
il primo comandamento del pensiero unico neoliberista è: non ci saranno mai investimenti pubblici.

e a queste condizioni che trasporti andate trovando?
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: falceEmarcello - 10 Aprile, 2013, 17:19:29 pm
il primo comandamento del pensiero unico neoliberista è: non ci saranno mai investimenti pubblici.

e a queste condizioni che trasporti andate trovando?
A metropolitan e montezemolo :sisi: griffata pininfarina  :maronn:
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: Bruce Colotti - 10 Aprile, 2013, 17:22:05 pm
non la conosco la zona... ma l'altra volta a roma già con la metropolitana nelle zone storiche che passavano ogni 3 minuti mi sono trovato un amore... poi non so che cazzo hai fatto... comunque poi dicono prendi i mezzi pubblici....eh col cazzo!
di sicuro hai preso la Metro A......quella per i turisti...nuova...scintillante...con fermate inutili perchè stanno una ogni 500 mt....tipo flaminio/piazza di spagna 450 mt a piedi.....oppure repubblica barberini 350 mt a piedi.....oppure circo massimo/colosseo (metro B)manco 300 mt....
poi ti allontani da quella zona .....non parlo di periferia....anzi..ed entri nell'affascinante mondo di Rombay....autobus vecchissimi.....in ritardo.....nessuna metro disponibile...(roma è la metropoli europea con la linea metro più breve...in rapporto alla sua estensione è tra le ultime al mondo....) e se vuoi muoverti dalle 22:30 in poi....è nu casine....i taxi lasciali perdere che ti fanno cadere i peli dal naso ....napoli sarà invivibile....ma roma è peggio....fidatevi...
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: kurz - 10 Aprile, 2013, 17:23:46 pm
COmunque la metropolitana proprio funziona a napoli eh..

È il resto che non va.
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: rafel - 10 Aprile, 2013, 17:41:56 pm
Vivete in una citta di merda  :look:


Spoiler
:troll:
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: Dario Uchiha - 10 Aprile, 2013, 17:50:27 pm
cioè non ho capito parigi è più piccola di Napoli ? non lo sapevo azz
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: Vino a Tavola - 10 Aprile, 2013, 17:56:25 pm
cioè non ho capito parigi è più piccola di Napoli ? non lo sapevo azz
si in pratica se vai a vedere le cosiddette banlieu, periferie ecc anche se fanno parte, nel linguaggio comune, della "grande parigi", di fatto appartengono ad altri comuni. Il comune di Parigi è cisrcoscritto a quella che è definita "zone 1" ed è davvero piccolo. però c'ha 14 linee di metro. ed, all'interno di questa zone 1, non ci sono sostanziali differenze urbanistiche tra il centro e la periferia. (i palazzi e le vie sono uguali, al limite ci sono meno locali)
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: Vino a Tavola - 10 Aprile, 2013, 18:00:52 pm
la suddivisione in zone:

(http://media.thecitycase.com/catalog/product/cache/3/image/9df78eab33525d08d6e5fb8d27136e95/p/l/plan_paris_2_2.jpg)

e la zone 1 più ingrandita:

(http://www.123france.com/123/images/paris_home.jpg)
Titolo: R: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: Starfred - 10 Aprile, 2013, 18:28:06 pm
COmunque la metropolitana proprio funziona a napoli eh..

È il resto che non va.

Oddio se non chiudesse alle 23 e finissero la Linea 1 non sarebbe male eh
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: Bruce Wayne - 10 Aprile, 2013, 19:23:16 pm
COmunque la metropolitana proprio funziona a napoli eh..

È il resto che non va.
Dipende quale prendi. La linea 1 è buona anche se breve e chiude presto, la linea 2 (che purtroppo prendo tutti i giorni per andare all'università :doh:) fa schifo al cesso e passa ogni 15 minuti almeno, soprattutto negli orari di punta è sempre affollatissima.
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: WhiteManCanJump - 10 Aprile, 2013, 19:43:27 pm
(https://fbcdn-sphotos-a-a.akamaihd.net/hphotos-ak-ash3/563131_10151596357854493_1505198732_n.jpg)

che vergogna infinita.

Viviamo in una città popolata al 90% da persone ignoranti. Napoli è come un volatile che non volerà mai.
Dispiace pensarlo, ma finchè la situazione è questa rimarremo in una città di merda.

E ora parliamo dello Stato che ci abbandona. Ma se le prime merde che non se ne fottono un cazzo sono proprio gli abitanti della città, perchè mai debba importarsene lo Stato?
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: rafel - 10 Aprile, 2013, 20:28:14 pm
Viviamo in una città popolata al 90% da persone ignoranti. Napoli è come un volatile che non volerà mai.
Dispiace pensarlo, ma finchè la situazione è questa rimarremo in una città di merda.

E ora parliamo dello Stato che ci abbandona. Ma se le prime merde che non se ne fottono un cazzo sono proprio gli abitanti della città, perchè mai debba importarsene lo Stato?

una volta che se ne cadono queste 4 pietre che si mantengono per scommessa è finita
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: Alemao - 11 Aprile, 2013, 14:41:34 pm
Napoli, sequestrata area ex Italsider: la procura: "Disastro ambientale"

Sotto accusa la mancata bonifica. Il quartiere illuso per anni con i progetti di riconversione. Indagati 21 fra ex dirigenti di Bagnolifutura e funzionari anche del ministero dell'Ambiente. Sequestrato anche il sito ex Eternit. Indagati gli ex vicesindaci Sabatino Santangelo e Rocco Papa e il presidente di America's Cup Napoli, Mario Hubler. Per anni idrocarburi gettati in mare.

Un'indagine della Procura di Napoli mette sotto accusa la mancata bonifica di Bagnoli. Su richiesta del pm Stefania Buda, è stato disposto il sequestro dell'area dell'ex Italsider ed ex Eternit, compresa la colmata mai rimossa dal quartiere illuso per anni dai progetti di riconversione dell'area industriale. Il provvedimento è stato emesso dal collegio dell'ufficio Gip presieduto da Bruno D'Urso. Il pm Buda, con il coordinamento dei procuratori aggiunti Francesco Greco e Nunzio Fragliasso, ipotizza i reati di disastro ambientale e truffa. Gli indagati sono 21 fra i quali ex vertici di Bagnolifutura, funzionari Arpac e del Ministero dell'Ambiente. Il decreto di sequestro è stato notificato dai carabinieri del comando provinciale e dai carabinieri del Noe. I giudici hanno individuato come custode dell'area l'attuale presidente di Bagnolifutura, il magistrato in pensione Omero Ambrogi (estraneo all'indagine). Alla situazione di Bagnoli sono dedicate oltre trenta pagine della relazione conclusiva della commissione parlamentare sul ciclo dei rifiuti depositata alla fine della precedente legislatura. Scrive la commissione, riguardo ad esempio all'area della colmata, compresa tra il pontile nord ed il pontile sud dell'ex centro siderurgico,  "E' costituita da rifiuti e, in particolare, da scorie e loppe d'altoforno derivanti dalle lavorazioni dell'ex Ilva-Eternit di Bagnoli, smaltite su una superficie di circa 170 mila metri quadrati del litorale marino e di circa 50 mila metri quadrati della spiaggia originaria, a partire dal 1962 fino all'interruzione delle lavorazioni.

La Procura ipotizza il reato di concorso in truffa nei confronti di sette indagati: il dirigente del ministero dell'Ambiente Gianfranco Mascazzini, l'ex vicesindaco di Napoli Sabatino Santangelo, presidente di Bagnolifutura fino al 2006, Rocco Papa, che ha presieduto la societa' fino al maggio 2010 e, come Santangelo, ex vicesindaco, Carlo Borgomeo, dg di Bagnolifutura tra il 2002 e il 2007, Mario Hubler, dg di Bagnolifutura tra il 2007 e il febbraio 2012 (e attuale presidente di America's Cup Napoli), il direttore tecnico Gianfranco Caligiuri e il dirigente Arpac Alfonso De Nardo. L'ipotesi di disastro ambientale è configurata nei confronti di  Mascazzini, Caligiuri, Santangelo, Papa, Borgomeo, Hubler e De Nardo. Una serie di iniziative da intraprendere per mettere riparo alla grave situazione ambientale che si è determinata a Bagnoli: è quanto dispone nel decreto eseguito oggi il collegio dei gip (presidente Bruno D'Urso, giudici Francesco Chiaromonte e Luigi Giordano) che, dopo aver esaminato gli atti, dettano un programma di interventi.

In primo luogo per l'area dell'ex Italsider occorre "un nuovo progetto di bonifica e/o messa in sicurezza permanente che rispetti la destinazione urbanistica come prevista dagli attuali strumenti urbanistici". Tali interventi dovranno essere ultimati in un arco di tempo tra "i sei e i dodici mesi". La rimozione della colmata viene definita "doverosa"; nelle more occorre un "recupero di efficienza del complessivo sistema di messa in sicurezza di emergenza già costruito nel 2002 e in parte implementato nel 2008 funzionale a evitare la dispersione degli inquinanti in area o in mare". Inoltre bisognerà predisporre "un sistema stabile e continuo di controlli di qualità sulle acque in ingresso e in uscita dal sistema depurativo" (in tempi rispettivamente di sei mesi e un mese). "Le risorse non sono sufficienti, i 50 milioni di euro per la bonifica di Bagnoli non sono adeguati. Ieri (mercoledi) ho avuto un incontro al ministero dell'Ambiente con il direttore generale e ho chiesto di rivedere l'accordo di programma, quello di oggi è un punto di partenza per mettere una parola definitiva alla questione di Bagnoli. Non si può prescindere dalla bonifica dell'area". Lo dice il vicesindaco di Napoli, Tommaso Sodano, a margine dell'inaugurazione dell'EnergyMed, a proposito del sequestro, da parte dei carabinieri, della di Bagnoli futura di questa mattina. "Non si può continuare a parlare di ipotesi di sviluppo - continua Sodano - se non si parla di bonifica che non sono solo quelle dell'area oggetto del sequestro, ma di tutta la parte della colmata e dei fondali". Sodano, da parlamentare, è stato presidente della commissione Ambiente del Senato e sottolinea che all'epoca avviò un'indagine conoscitiva di cui ci sono gli atti in parlamento in cui emergevano tutta una serie di criticità.

"Leggiamo le carte e vediamo quali sono le responsabilità - aggiunge Sodano - bisogna capire se ci sono elementi nuovi negli atti giudiziari e poi credo che da questo momento in poi, come stiamo già facendo, Bagnoli deve diventare una questione nazionale. E' un sito di interesse nazionale da bonificare e il governo, negli ultimi anni, ha fatto mancare i fondi per la bonifica, non da ultimo l'anno scorso il governo Monti ha tagliato 50 dei 98 milioni stanziati per la bonifica dei fondali e la rimozione della colmata. Piombino non è più d'accordo sull'accordo di programma per prendere la colmata, si è svincolata e siccome non c'è più tempo speriamo che questa di stamattina sia l'occasione per accelerare sulla bonifica di Bagnoli". Sostanze inquinanti, in particolare idrocarburi, sarebbero finite in mare nel corso di diversi anni. Ciò ha provocato "un disastro ambientale determinando una situazione di pericolo per l'ambiente e per l'uomo derivante dallo sversamento in mare di pericolosi inquinanti cancerogeni provenienti da monte". L'inquinamento è stato conseguenza del "cattivo funzionamento della barriera idraulica". Gli inquinanti, confluendo nella vasca di calcestruzzo della colmata, finivano direttamente in mare. Inoltre il telo di copertura che dovrebbe isolare i materiali contaminati, stivati nel corpo della colmata, è risultato in condizioni di degrado in più punti affiorante e lacerato".

 
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: paris_san_gennar - 11 Aprile, 2013, 16:51:07 pm
la suddivisione in zone:

([url]http://media.thecitycase.com/catalog/product/cache/3/image/9df78eab33525d08d6e5fb8d27136e95/p/l/plan_paris_2_2.jpg[/url])

e la zone 1 più ingrandita:

([url]http://www.123france.com/123/images/paris_home.jpg[/url])

Uà Diego stai parlando dell'RER là...metti la cartina solo del metro' ceh si capisce meglio.
(http://www.blogencommun.fr/blog/wp-content/uploads/plan-du-metro.gif)
Se penso che il metro' chiude alle 00,30 e che il venerdi',sabato e i giorni prima di quelli estivi chiude un'ora più tardi, se penso alle linee di autobus, al noctilien (il notturno) che copre tutta Parigi, se penso al velib http://www.velib.paris.fr/ (http://www.velib.paris.fr/) ed ora anche all'autolib https://www.autolib.eu/, (https://www.autolib.eu/,) si capisce come a parigi in un modo o in un altro si riesca a muoversi.
Il problema è che con la crisi non si investe nei trasporti pubblici, anzi si tende a ridurli. Ci vuole un cambio di mentalità sia delle collettività locali che dei cittadini. Se potenzi i trasporti, migliori i parcheggi allora ci sono molte meno macchinche che girano e c'è meno gente che si lamenta, anche perché ricordo nel periodo universitario quell'R2 pieno di gente... :troll:
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: Vino a Tavola - 11 Aprile, 2013, 16:57:38 pm
Uà Diego stai parlando dell'RER là...metti la cartina solo del metro' ceh si capisce meglio.

non volevo parlare dei trasporti (ne avevamo parlato già in passato); era per mostrare a chi lo chiedeva che effettivamente Parigi è una città davvero piccola (stessa estensione di Napoli) considerando che già dalla zone 2 in poi non è più comune di Paris
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: FistingTopo - 21 Aprile, 2013, 15:01:49 pm
Dipende quale prendi. La linea 1 è buona anche se breve e chiude presto, la linea 2 (che purtroppo prendo tutti i giorni per andare all'università :doh:) fa schifo al cesso e passa ogni 15 minuti almeno, soprattutto negli orari di punta è sempre affollatissima.

Anche io la prendo per andare in facoltà... e magari passasse ogni 15 minuti  :asd:
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: Neapolis84 - 01 Maggio, 2013, 23:14:02 pm
Anche a Napoli c'era il concerto del primo maggio, a Città della Scienza (dove tra l'altro è in corso un "villaggio creativo per i bambini" il Lilliput).
Il concerto è stato sospeso perchè ci sono stati dei manifestanti che hanno fatto un pò di caos, volevano salire sul palco per spiegare le loro ragioni, alla fine c'è stata una pò di tensione e, a quanto mi è stato detto, sono dovute intervenire anche le forze dell'ordine (non so con quale "forza").
Alcuni esponenti delle sigle sindacali hanno provato a mediare, ma alla fine, niente da fare, il "concerto" a Napoli non si è fatto.

Cosa penso? Che doveva succedere pure a Roma.
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: isab1987 - 01 Maggio, 2013, 23:31:27 pm
di sicuro hai preso la Metro A......quella per i turisti...nuova...scintillante...con fermate inutili perchè stanno una ogni 500 mt....tipo flaminio/piazza di spagna 450 mt a piedi.....oppure repubblica barberini 350 mt a piedi.....oppure circo massimo/colosseo (metro B)manco 300 mt....
poi ti allontani da quella zona .....non parlo di periferia....anzi..ed entri nell'affascinante mondo di Rombay....autobus vecchissimi.....in ritardo.....nessuna metro disponibile...(roma è la metropoli europea con la linea metro più breve...in rapporto alla sua estensione è tra le ultime al mondo....) e se vuoi muoverti dalle 22:30 in poi....è nu casine....i taxi lasciali perdere che ti fanno cadere i peli dal naso ....napoli sarà invivibile....ma roma è peggio....fidatevi...
quoto col sangue, se non hai la macchina o motorino, ti intossichi malamente. io abito da una parte ben collegata  e mi va bene (via nomentana all'altezza della stazione nomentana), ma per andare a lavoro mi affido al 90... ed ogni mattina è una croce. e so pure fortunata perche "passano con frequenza"
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: kurz - 01 Maggio, 2013, 23:44:55 pm
Anche a Napoli c'era il concerto del primo maggio, a Città della Scienza (dove tra l'altro è in corso un "villaggio creativo per i bambini" il Lilliput).
Il concerto è stato sospeso perchè ci sono stati dei manifestanti che hanno fatto un pò di caos, volevano salire sul palco per spiegare le loro ragioni, alla fine c'è stata una pò di tensione e, a quanto mi è stato detto, sono dovute intervenire anche le forze dell'ordine (non so con quale "forza").
Alcuni esponenti delle sigle sindacali hanno provato a mediare, ma alla fine, niente da fare, il "concerto" a Napoli non si è fatto.

Cosa penso? Che doveva succedere pure a Roma.
io c'ero ero e più che le ragioni "dei giovani dei centri sociali" erano gli operai dell'irisbus e della fiat in cassa integrazione che dovevano parlare, la cosa è stata negata, e le mazzate le hanno chiavate i servizi d'ordine di quel concerto di merda, un amico è stato sbattuto a terra e preso a calci da sti piezz e merd, l'unico oggetto volato a contrario di uel che dice repubblica (ho letto sedie che non c'erano neanche e oggetti) è stato un fazzoelatto scatarrato su un burocrate della cgil.
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: kurz - 01 Maggio, 2013, 23:49:04 pm
Questo è il resoconto di alcuni compagni presenti al corteo:
http://caunapoli.org/index.php?option=com_content&view=article&id=1295%3Aabbiamo-rovinato-la-festa-ai-confederali&catid=42%3Acomunicati&Itemid=80 (http://caunapoli.org/index.php?option=com_content&view=article&id=1295%3Aabbiamo-rovinato-la-festa-ai-confederali&catid=42%3Acomunicati&Itemid=80)

Tra l'altro mi hanno chiamato da casa incazzati perché so asciut al tg3 e manco lo sapevano che stavo a una manifestazione :look:
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: Neapolis84 - 02 Maggio, 2013, 00:00:17 am
io c'ero ero e più che le ragioni "dei giovani dei centri sociali" erano gli operai dell'irisbus e della fiat in cassa integrazione che dovevano parlare, la cosa è stata negata, e le mazzate le hanno chiavate i servizi d'ordine di quel concerto di merda, un amico è stato sbattuto a terra e preso a calci da sti piezz e merd, l'unico oggetto volato a contrario di uel che dice repubblica (ho letto sedie che non c'erano neanche e oggetti) è stato un fazzoelatto scatarrato su un burocrate della cgil.
ed io che sto al Lilliput per Emergency...domani ci vieni a parlare tu con i bambini dicendo che la guerra e la violenza è na cosa cattiva? :ink:

Scherzi a parte, ho saputo di quello che è successo da un'amica che aveva appena finito il suo turno, appunto, con Emergency...non mi sono precipitato sugli organi di stampa proprio per non incappare in notizie pilotate, a quanto pare, ho fatto bene...
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: nickwire - 02 Maggio, 2013, 00:04:02 am
Grande errore quello di non aver fatto parlare, gravissimo ed io non avrei fatto così, anche se io so (dopo aver ascoltato l'altra campana) che sit stat vuje a caricà. Delle due l'una.


Quindi Cenzì, i che parlamm? Del solito gioco alla delegittimazione, direi io. Roba che Letta già si sta masturbando.
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: kurz - 02 Maggio, 2013, 00:04:45 am
Grande errore quello di non aver fatto parlare, gravissimo ed io non avrei fatto così, anche se io so (dopo aver ascoltato l'altra campana) che sit stat vuje a caricà. Delle due l'una.


Quindi Cenzì, i che parlamm?
mavafancul giua che manco ci stavi, ma che parli a fare.



non aggiungo altro che mo' so arrivato e me zompa a nervatura.
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: nickwire - 02 Maggio, 2013, 00:07:41 am
mavafancul giua che manco ci stavi, ma che parli a fare.


Infatti, dico solo quello che mi è stato raccontato. Che bisogno c'è è spustà a nervatur?
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: kowalski - 02 Maggio, 2013, 13:02:24 pm
Ormai è una tradizione che questi dei centri sociali assaltano tutte le manifestazioni della sinistra "istituzionale" (tranne quelle del loro compagno di merende De Magistris). Probabilmente effetti della riduzione del flusso di emolumenti statali di cui questo mondo (come tutta la sinistra peraltro) spesso ha beneficiato.
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: nickwire - 02 Maggio, 2013, 13:22:32 pm
Io continuo a non capire il perchè del delegittimare. E questo lo dico pure alla luce delle mie esperienze, eh.

Poi ci si lamenta del qualunquismo e del perchè viene alimentato il grillinismo.
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: Alemao - 02 Maggio, 2013, 13:36:18 pm
Ma che è successo al ministro? Ma veramente si è messo a fare l'autostop? :asd:
Titolo: R: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: kurz - 02 Maggio, 2013, 14:33:32 pm
Ormai è una tradizione che questi dei centri sociali assaltano tutte le manifestazioni della sinistra "istituzionale" (tranne quelle del loro compagno di merende De Magistris). Probabilmente effetti della riduzione del flusso di emolumenti statali di cui questo mondo (come tutta la sinistra peraltro) spesso ha beneficiato.
:rofl: parli a vanvera visto che tutto c'era tranne che gli amici di de magistris.
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: rickyrich91 - 02 Maggio, 2013, 14:42:05 pm
Che città del cazzo mamma mia...spero di rinascere in un'altra vita il più lontano possibile da sto cesso....le mazzate a un concerto,i cuozzi e i tamarri che pigliano a pallonate i turisti e distruggono i treni,non ci sono vigili x strada...nun funziona niente e va sempre peggio...
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: kowalski - 02 Maggio, 2013, 14:47:06 pm
:rofl: parli a vanvera visto che tutto c'era tranne che gli amici di de magistris.
Mi riferivo a vari episodi di questo tipo... Tutta la campagna elettorale a Napoli è stata caratterizzata da diversi episodi di aggressioni squadriste di questo tipo, da parte di vari soggetti che magari si schifano tra loro ma comunque fanno riferimento ad aree antagoniste, centri sociali ecc. e questo, anche vedendo i video che girano in rete, mi sembra semplicemente la continuazione della stessa strategia.
Si sa che una parte di questi gruppi hanno, a seconda dei momenti, sostenuto/minacciato/ricattato De Magistris, tipo i cosiddetti "precari Bros". E comunque non andavano certamente a bloccare le manifestazioni della fu Rivoluzione Civile.
Titolo: R: Napoli, la nostra città
Inserito da: kurz - 02 Maggio, 2013, 15:01:09 pm
Ancora?
È stata un corteo politico, si è concluso sul palco della Cgil non perché nun hanno messo a faticare i Bros ma perché è un sindacato di merda con noi ci stavano operai dell usb fra cui irisbus e pomigliano la Cgil non sa manco cosa siano gli operai.
La mazzamma era allocata da tutt'altra parte ma me pass po cazz pure di spiegartelo.

Ridicola comunque la speculazione su città della scienza e bagnoli da parte di sta gente e merda.
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: Alemao - 02 Maggio, 2013, 15:03:33 pm
http://www.repubblica.it/sport/2013/05/02/foto/napoli_la_squadra_di_calcio_dedicata_alla_minetti-57901277/1/?ref=HRESS-3#1 (http://www.repubblica.it/sport/2013/05/02/foto/napoli_la_squadra_di_calcio_dedicata_alla_minetti-57901277/1/?ref=HRESS-3#1)

Parliamo di cose serie per favore!
Titolo: Re:R: Napoli, la nostra città
Inserito da: kowalski - 02 Maggio, 2013, 15:09:17 pm
Ancora?
È stata un corteo politico, si è concluso sul palco della Cgil non perché nun hanno messo a faticare i Bros ma perché è un sindacato di merda con noi ci stavano operai dell usb fra cui irisbus e pomigliano la Cgil non sa manco cosa siano gli operai.
La mazzamma era allocata da tutt'altra parte ma me pass po cazz pure di spiegartelo.

Ridicola comunque la speculazione su città della scienza e bagnoli da parte di sta gente e merda.
Nelle immagini degli scontri si vedevano soltanto giovani ragazzi che cercavano di sfondare le transenne, forse tra di voi ci stava uno che una volta è passato con la macchina vicino all'Irisbus... io sono stato a manifestazioni dove si è scelto di far parlare i gruppi che arrivavano in questo modo, e beh, una volta che li fai salire sul palco, diventa chiaro che quello che vogliono non è certo intervenire.
Mi domando cosa avverrebbe se una volta o l'altra quelli della Cgil o del Pd, che sono molti di più di voi, e che spesso sono quelli che mettono il pane a tavola nelle vostre famiglie, decidessero di interrompere un concerto o una festa in uno spazio occupato e la trasformassero in una manifestazione loro. Sarebbe molto interessante.
Titolo: R: Napoli, la nostra città
Inserito da: kurz - 02 Maggio, 2013, 15:24:05 pm
Non meriti ua risposta seria, pure perché il pane a tavola sicuro non lo mette la Cgil anzi sarà pure per colpa sua che mio padre si piglierà un bel tumore dopo ore chiuso in fabbrica a respirare merda (scatarra nero quando si soffia il naso giusto per rendere).
Cgil cisl e uil fanno da anni ormai i soli interessi dei padroni, tutt al più invece di non fare chiudere le fabbriche cercano qualche cassa integrazione.
Ottime inoltre per le clientele ecco perché sono così tanti! In fabbrica ci entrano solo chi è iscritto al sindacato da mio padre tutti cisl ma dipende ovviamente da chi comanda.

Con noi c erano gli operai se vuoi te li presento pure visto che li conosco, ma non è che sono figure mitologiche ne orpelli da sventolare, sul palco del concerto invece c era sul munnezz ognuno sceglie dove stare.
Titolo: R: Napoli, la nostra città
Inserito da: kurz - 02 Maggio, 2013, 15:29:03 pm
Tra l'altro epifani appena ha visto o burdell se ne è fuggito manco ha provato a parlare, manco ad incazzarsi (ovviamente sempre da dietro il cordone della polizia) quindi credo sia alquanto improbabile che vengano di persona.


Tutt al più chiamano la questura per far sgomberare.
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: Bruce Colotti - 02 Maggio, 2013, 15:41:06 pm
quoto col sangue, se non hai la macchina o motorino, ti intossichi malamente. io abito da una parte ben collegata  e mi va bene (via nomentana all'altezza della stazione nomentana), ma per andare a lavoro mi affido al 90... ed ogni mattina è una croce. e so pure fortunata perche "passano con frequenza"
ci ho abitato per una vita in quella zona(via dessiè)......il periodo più fantasmagorico a roma....soprattutto grazie all'età e ai coinquilini :sad: :sad: :sad: :sad: :sad: :sad:
Titolo: Re:R: Napoli, la nostra città
Inserito da: kowalski - 02 Maggio, 2013, 15:48:01 pm
Non meriti ua risposta seria, pure perché il pane a tavola sicuro non lo mette la Cgil anzi sarà pure per colpa sua che mio padre si piglierà un bel tumore dopo ore chiuso in fabbrica a respirare merda (scatarra nero quando si soffia il naso giusto per rendere).
Cgil cisl e uil fanno da anni ormai i soli interessi dei padroni, tutt al più invece di non fare chiudere le fabbriche cercano qualche cassa integrazione.
Ottime inoltre per le clientele ecco perché sono così tanti! In fabbrica ci entrano solo chi è iscritto al sindacato da mio padre tutti cisl ma dipende ovviamente da chi comanda.

Con noi c erano gli operai se vuoi te li presento pure visto che li conosco, ma non è che sono figure mitologiche ne orpelli da sventolare, sul palco del concerto invece c era sul munnezz ognuno sceglie dove stare.
Sfondi una porta aperta sui difetti del sindacato, solo non capisco perché voi abbiate scelto come nemico proprio i lavoratori e le organizzazioni che (di solito male) li rappresentano, mentre voi siete 4 gatti, vi schifano tutti e nun ve caca nisciuno, qualche motivo pure ci sarà. Piuttosto che andarsela a prendere con quelli che comandano, e magari dimostrare che sapete farlo meglio degli altri, senza per forza impedire, come i fascisti che siete, agli altri di esercitare il diritto di riunione e di manifestazione garantiti dalla Costituzione.
Tuo padre a che sindacato è iscritto, pure lui Cisl?
Ho visto sulla pagina facebook dell'Iskra, si parlava di numero 1 cassintegrato FIAT, 1 operaio Irisbus + una 40ina di, presumo, perdigiorno nullafacenti inneggianti alla rivoluzione.
Insomma 2 operai, messi a uso fenomeni di baraccone, usati per i soliti stanchi rituali da gruppettari filo-minoritari a oltranza, contro una manifestazione che, con tutti i suoi possibili difetti, di operai ne rappresentava decine di migliaia. Quanta gente pensi, al di fuori delle solite piccole schiere di fancazzisti a oltranza, pensi che sceglierà di stare dalla parte vostra?
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: kurz - 02 Maggio, 2013, 15:56:56 pm
I gruppettari filominoritari ieri hanno sospeso un concerto, e hanno fatto un lungo corteo, brucia forse perché l'hanno pigliato int e pacc, e fuori alle fabbriche e nelle lotte sono sempre i "gruppetti" ad aiutare le istanze dei lavoratori certamentre non i sindacati, vieniti a fare una camminata fuori all irisbus e dimmi chi riconoscono.
Poi ti ripeto parli di cose che non sai, se vuoi continuare fai pure.
Mio padre era iscritto alla fiom entrò grazie a un normale colloquio ora non ne fanno più.
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: kowalski - 02 Maggio, 2013, 16:10:40 pm
I gruppettari filominoritari ieri hanno sospeso un concerto, e hanno fatto un lungo corteo, brucia forse perché l'hanno pigliato int e pacc, e fuori alle fabbriche e nelle lotte sono sempre i "gruppetti" ad aiutare le istanze dei lavoratori certamentre non i sindacati, vieniti a fare una camminata fuori all irisbus e dimmi chi riconoscono.
Poi ti ripeto parli di cose che non sai, se vuoi continuare fai pure.
Mio padre era iscritto alla fiom entrò grazie a un normale colloquio ora non ne fanno più.
Hanno messo le foto del corteo sulla pagina facebook ed erano 4 sciem, ti ripeto vi piaccia o no i sindacati confederali sono più rappresentativi, sono stato diverse volte al corteo del Primo Maggio a Napoli e per quello che mi ricordo c'è sempre stata una marea di gente, Corso Umberto lo si occupava per tutta la lunghezza.
A me pare sempre che voi autonomi siate convinti che in fondo state all'inizio di una storia, che adesso non c'è gente ma prima o poi ci sarà... guarda che la sinistra extra-parlamentare esiste dagli anni'70, sono ormai più di 40 anni, se la gente si stava preparando ad arruolarsi per fare la rivoluzione portando in trionfo i capetti dell'autonomia, in 40 anni avrebbe trovato il tempo di farlo, invece questi movimenti diventano giorno dopo giorno sempre più esangui e sempre più settari.
Ci si attacca all'Irisbus, dove la gente è giustamente disperata e incazzata, ma non si riescono nemmeno a portare gli operai alle manifestazioni... E poi ci si autoelegge come rappresentanti di tutti gli operai... Magari gli operai hanno più esperienza e ne sanno più di voi, non è che hanno bisogno di pseudo-intellettuali avanguardie del popolo pronti a guidarli.
Di tuo padre ti chiedevo semplicemente se fosse attualmente iscritto al sindacato e d'accordo con questi metodi.

Titolo: Re:R: Napoli, la nostra città
Inserito da: kowalski - 02 Maggio, 2013, 16:12:20 pm
Tra l'altro epifani appena ha visto o burdell se ne è fuggito manco ha provato a parlare, manco ad incazzarsi (ovviamente sempre da dietro il cordone della polizia) quindi credo sia alquanto improbabile che vengano di persona.


Tutt al più chiamano la questura per far sgomberare.
Epifani non sta più nel sindacato, hai preso a uno per un'altro. :asd:
Titolo: Re:R: Napoli, la nostra città
Inserito da: kurz - 02 Maggio, 2013, 16:18:10 pm
Epifani non sta più nel sindacato, hai preso a uno per un'altro. :asd:
stava la, e personaggi quelli sono.
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: kurz - 02 Maggio, 2013, 16:22:00 pm
Hanno messo le foto del corteo sulla pagina facebook ed erano 4 sciem, ti ripeto vi piaccia o no i sindacati confederali sono più rappresentativi, sono stato diverse volte al corteo del Primo Maggio a Napoli e per quello che mi ricordo c'è sempre stata una marea di gente, Corso Umberto lo si occupava per tutta la lunghezza.
A me pare sempre che voi autonomi siate convinti che in fondo state all'inizio di una storia, che adesso non c'è gente ma prima o poi ci sarà... guarda che la sinistra extra-parlamentare esiste dagli anni'70, sono ormai più di 40 anni, se la gente si stava preparando ad arruolarsi per fare la rivoluzione portando in trionfo i capetti dell'autonomia, in 40 anni avrebbe trovato il tempo di farlo, invece questi movimenti diventano giorno dopo giorno sempre più esangui e sempre più settari.
Ci si attacca all'Irisbus, dove la gente è giustamente disperata e incazzata, ma non si riescono nemmeno a portare gli operai alle manifestazioni... E poi ci si autoelegge come rappresentanti di tutti gli operai... Magari gli operai hanno più esperienza e ne sanno più di voi, non è che hanno bisogno di pseudo-intellettuali avanguardie del popolo pronti a guidarli.
Di tuo padre ti chiedevo semplicemente se fosse attualmente iscritto al sindacato e d'accordo con questi metodi.
se erano 4 sciem in corteo allora sotto al palco ne erano 2 e sciem, è stata riempita da noi "la festa".
Comunque qua nessuno sta dicendo di stare a una svolta epocale, né penso che stiamo al capo di qualcosa di grande, anzi, ci sta solo da lavorare e tanto, ma ieri qualcosa è riuscito dal mio punto di vista, capi e capetti sono cambiati da un pezzo, se mai ce ne sia ancora di sta gente e nun sa truvat na fatica.
Titolo: Re:R: Napoli, la nostra città
Inserito da: kowalski - 02 Maggio, 2013, 16:23:30 pm
stava la, e personaggi quelli sono.
Sarà stato là come ci stavi tu, da partecipante alla manifestazione, certamente non era previsto un suo intervento, un politico a una manifestazione del sindacato non lo fanno parlare.
Titolo: Re:R: Napoli, la nostra città
Inserito da: kurz - 02 Maggio, 2013, 16:25:01 pm
Sarà stato là come ci stavi tu, da partecipante alla manifestazione, certamente non era previsto un suo intervento, un politico a una manifestazione del sindacato non lo fanno parlare.
caro kowalski, gli interventi politici erano finiti, e si è intervenuto anche epifani prima del concerto.
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: kowalski - 02 Maggio, 2013, 16:29:09 pm
se erano 4 sciem in corteo allora sotto al palco ne erano 2 e sciem, è stata riempita da noi "la festa".
Comunque qua nessuno sta dicendo di stare a una svolta epocale, né penso che stiamo al capo di qualcosa di grande, anzi, ci sta solo da lavorare e tanto, ma ieri qualcosa è riuscito dal mio punto di vista, capi e capetti sono cambiati da un pezzo, se mai ce ne sia ancora di sta gente e nun sa truvat na fatica.
Wow, avete impedito un concerto. Continuate così che la prossima volta magari riuscite a fare posticipare un matrimonio...
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: kurz - 02 Maggio, 2013, 16:30:35 pm
Wow, avete impedito un concerto. Continuate così che la prossima volta magari riuscite a fare posticipare un matrimonio...
Vabbuò
Titolo: Re:R: Napoli, la nostra città
Inserito da: kowalski - 02 Maggio, 2013, 16:35:56 pm
caro kowalski, gli interventi politici erano finiti, e si è intervenuto anche epifani prima del concerto.
Mi pare abbastanza strana come cosa... nel sindacato c'hanno sempre tenuto a rimarcare la loro autonomia (apparente).
Comunque allora non ho capito da che cosa si sarebbe tirato indietro. V'aveva vattere? :look:
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: kurz - 02 Maggio, 2013, 18:23:57 pm
La testimonianza del gruppo aldolà chivalà che è stata allontanata dal concerto ben prima che i manifestanti arrivassero:

Ho accompagnato La band aldolà chivalà a Bagnoli
per il concerto del primo maggio a città della scienza.
Sono le 17:30 si respira aria di festa,ci viene detto che abbiamo
a disposizione 10 minuti, saliamo sul palco parte il primo pezzo, tutto bene.
Secondo pezzo, dalla prima fila c'è qualcuno che si sbraccia chiede la parola,
Aldo non è esattamente un attivista politico,è un performer,
spesso nei suoi live interagisce col pubblico. In pochi secondi decide di scendere e cedere il microfono a chi

chiedeva istanza.
Mentre la base musicale continua a scorrere la persona
(un cassaintegrato la cui cassa integrazioe tra 2 mesi andrà in deroga)
inizia a spiegare quasi "rappando" la sua disperazione e i suoi problemi nel microfono.
Sul palco (dove mi trovo io lato mixer) scoppia il putiferio, direttore di palco, presentatirce e dirigenti
chiedono, paonazzi in viso, l'immediata sospensione della performance.
Passano pochi secondi ed i nostroi canali vengono chiusi, mutati.Fine della storia.

Il disperato viene allontanato dai gorilla dei sindacati
viene portato fuori dall'area e cacciato (in un festival ad ingresso libero!)
Ci cacciano dal palco, una volta arrivati nel backstage veniamo redarguiti verbalmente dalle dirigenze dei sindacati con frasi del tipo :
" non vi dovevate permettere, se siete quì a suonare è grazie ai sindacati, siete d'accordo coi centri sociali, era tutto preparato."
Verrò a sapere poi che è stato detto( minacciando perchè è impossibile) all'agenzia che ha portato la band nel contest che non verrà pagata l'esibizione.
Dopo un'ora arrivano i manifestanti e tutto il resto è storia.
E' solo una croncaca amici, a voi le considerazioni.
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: kowalski - 02 Maggio, 2013, 18:28:29 pm
La testimonianza del gruppo aldolà chivalà che è stata allontanata dal concerto ben prima che i manifestanti arrivassero:

Ho accompagnato La band aldolà chivalà a Bagnoli
per il concerto del primo maggio a città della scienza.
Sono le 17:30 si respira aria di festa,ci viene detto che abbiamo
a disposizione 10 minuti, saliamo sul palco parte il primo pezzo, tutto bene.
Secondo pezzo, dalla prima fila c'è qualcuno che si sbraccia chiede la parola,
Aldo non è esattamente un attivista politico,è un performer,
spesso nei suoi live interagisce col pubblico. In pochi secondi decide di scendere e cedere il microfono a chi

chiedeva istanza.
Mentre la base musicale continua a scorrere la persona
(un cassaintegrato la cui cassa integrazioe tra 2 mesi andrà in deroga)
inizia a spiegare quasi "rappando" la sua disperazione e i suoi problemi nel microfono.
Sul palco (dove mi trovo io lato mixer) scoppia il putiferio, direttore di palco, presentatirce e dirigenti
chiedono, paonazzi in viso, l'immediata sospensione della performance.
Passano pochi secondi ed i nostroi canali vengono chiusi, mutati.Fine della storia.

Il disperato viene allontanato dai gorilla dei sindacati
viene portato fuori dall'area e cacciato (in un festival ad ingresso libero!)
Ci cacciano dal palco, una volta arrivati nel backstage veniamo redarguiti verbalmente dalle dirigenze dei sindacati con frasi del tipo :
" non vi dovevate permettere, se siete quì a suonare è grazie ai sindacati, siete d'accordo coi centri sociali, era tutto preparato."
Verrò a sapere poi che è stato detto( minacciando perchè è impossibile) all'agenzia che ha portato la band nel contest che non verrà pagata l'esibizione.
Dopo un'ora arrivano i manifestanti e tutto il resto è storia.
E' solo una croncaca amici, a voi le considerazioni.
Ho visto il video dove si vede questo operaio che racconta di un suo imminente licenziamento, però, a giudicare dai video, all'operaio è stato solo, dopo un po', tolto il microfono, non è stato cacciato, e anzi è presente nelle immagini dove si vede il gruppo di manifestanti tentare l'occupazione del palco.
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: kurz - 02 Maggio, 2013, 18:32:14 pm
Ma hai letto? La band è stata cacciata.



il cassaintergato è rientrato dopo con noi.
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: kowalski - 02 Maggio, 2013, 18:56:14 pm
Ma hai letto? La band è stata cacciata.



il cassaintergato è rientrato dopo con noi.
Se era veramente un cassintegrato che tra 2 mesi andrà in deroga, ha sbagliato ad attaccare il sindacato perché in mezzo a tante cose delle quali se ne fottono, di questo si stanno occupando. E comunque in quella manifestazione si parlava dei problemi dei lavoratori, e avevano parlato anche altri lavoratori. Non vedo perché la massa dei lavoratori non deve contare niente e gli unici importanti, che bisogna ascoltare, sono quelli che stanno con voi.
Comunque ho letto ma ho pure visto il video e nel video non lo cacciano, piantiamola con queste strumentalizzazioni da due soldi...
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: kurz - 02 Maggio, 2013, 18:59:00 pm
Ma di che si occupano di ammortizzatori sociali? Le onlus sono i sindacati, sai che ti dico meglio le corporazioni fasciste, quelle si che ti mettevano il pane a tavola.

Poi ripeto è rientrato miez a burdell, poi evidentemente c'eri tu e no io.
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: kowalski - 02 Maggio, 2013, 19:07:24 pm
Ma di che si occupano di ammortizzatori sociali? Le onlus sono i sindacati, sai che ti dico meglio le corporazioni fasciste, quelle si che ti mettevano il pane a tavola.

Poi ripeto è rientrato miez a burdell, poi evidentemente c'eri tu e no io.

Nel video si vede che rimane là dopo che gli hanno tolto il microfono... nessuno lo caccia...

http://youmedia.fanpage.it/video/aa/UYH-8uSwJiZ--htK (http://youmedia.fanpage.it/video/aa/UYH-8uSwJiZ--htK)

Ma che dovrebbero fare oltre che occuparsi di ammortizzatori sociali? Che vorresti dire, che la crisi, che fa chiudere le fabbriche, è colpa dei sindacati?
Qua stiamo lontani non anni luce, ma universi, dalla soluzione dei problemi. Non c'è proprio voglia di capire in che situazione stiamo, che il mondo è cambiato ed è inutile fare finta di vivere ancora negli anni '60 o '70.
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: nickwire - 02 Maggio, 2013, 19:44:12 pm
Da quanto ho capito io, è stata la Cisl e la Uil che hann mis ò burdell p'miezz. Sono gente di merda servi dei potenti e portatori di clientele, ed è fatto risaputo. La Cgil stava in quella situazione tra due fuochi.

Però Cenzì, la verginella del tipo "ci hanno attaccati, sono dei bastardi ecc ecc." no ti voglio bene: volevate rompere il cazzo ai sindacati, portarli alla delegittimazione e ci siete riusciti. Obiettivo riuscito ampiamente. Punto.

Sennò non caricavate dalle transenne.

Sul perchè di tutto ciò e sulle legittime ragioni, ognuno ha la sua, io penso che i sindacati siano peggiorati da quando sono diventati un corpo autonomo ed astratto da chi sta dentro al lavoro, da chi sta fuori perchè disoccupato. In CGIL si entra per cooptazione, che manco i partiti, ho detto tutto.

Ciononostante, io ho sempre profondamente criticato la settarietà della risposta: iniziano dall'università a dire "vi rifiutiamo, la rappresentanza non serve, noi siamo puri e voi sporchi" e finiscono col sindacato. Chiusura per presunta purezza, in realtà chiusura da una vera polemica. E chiedi pure a Peppe se non è così, in movimenti come il CSU, e chiedigli del mazzo che mi so fatto per mediare, far comprendere la complessità delle ragioni, ascoltarli con le dovute distanze ideologiche, comprenderli e comprendermi, quando tutti mi dicevano "ma lassi sta, tu sei troppo arguto ed intelligente per loro, so na band è sciem".
Il cambio ho ricevuto sempre e solo poca stima e molto schifo. Questi sono i movimenti. E ti sfido a dimostrarmi il contrario.


Detto da uno che ha visto il benessere grazie ad un nonno che faceva il fravecatore nella giungla del Venezuela, magnato da mosquitos ed umidità, n'at che si è girato il mondo p'truà na fatic, nu pat che inizialmente vendeva enciclopedie e Dio solo sa come è riuscito a diventare funzionario, una mamma che facev ò pan in panetteria a 10 anni. In Basilicata i sindacati manco sanno cosa sono.
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: papasouth - 02 Maggio, 2013, 19:47:54 pm
ma fottetevene di queste facezie come la politica, che campate cient'anne! :look:
Titolo: Napoli, la nostra città
Inserito da: falceEmarcello - 02 Maggio, 2013, 19:51:03 pm
Sono stati i zingari
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: papasouth - 02 Maggio, 2013, 19:53:43 pm
Sono stati i zingari

e zio Michele! :look:
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: nickwire - 02 Maggio, 2013, 19:58:08 pm
ma fottetevene di queste facezie come la politica, che campate cient'anne! :look:

la frase che gira più nel mio cervello, dopo "chella c'o bbò/nun c'o bbò" :asd:
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: kowalski - 02 Maggio, 2013, 20:22:19 pm
La testimonianza del gruppo aldolà chivalà che è stata allontanata dal concerto ben prima che i manifestanti arrivassero:

Ho accompagnato La band aldolà chivalà a Bagnoli
per il concerto del primo maggio a città della scienza.
Sono le 17:30 si respira aria di festa,ci viene detto che abbiamo
a disposizione 10 minuti, saliamo sul palco parte il primo pezzo, tutto bene.
Secondo pezzo, dalla prima fila c'è qualcuno che si sbraccia chiede la parola,
Aldo non è esattamente un attivista politico,è un performer,
spesso nei suoi live interagisce col pubblico. In pochi secondi decide di scendere e cedere il microfono a chi

chiedeva istanza.
Mentre la base musicale continua a scorrere la persona
(un cassaintegrato la cui cassa integrazioe tra 2 mesi andrà in deroga)
inizia a spiegare quasi "rappando" la sua disperazione e i suoi problemi nel microfono.
Sul palco (dove mi trovo io lato mixer) scoppia il putiferio, direttore di palco, presentatirce e dirigenti
chiedono, paonazzi in viso, l'immediata sospensione della performance.
Passano pochi secondi ed i nostroi canali vengono chiusi, mutati.Fine della storia.

Il disperato viene allontanato dai gorilla dei sindacati
viene portato fuori dall'area e cacciato (in un festival ad ingresso libero!)
Ci cacciano dal palco, una volta arrivati nel backstage veniamo redarguiti verbalmente dalle dirigenze dei sindacati con frasi del tipo :
" non vi dovevate permettere, se siete quì a suonare è grazie ai sindacati, siete d'accordo coi centri sociali, era tutto preparato."
Verrò a sapere poi che è stato detto( minacciando perchè è impossibile) all'agenzia che ha portato la band nel contest che non verrà pagata l'esibizione.
Dopo un'ora arrivano i manifestanti e tutto il resto è storia.
E' solo una croncaca amici, a voi le considerazioni.
Giusto per capire meglio, questo messaggio che hai postato è stato messo su facebook da un account creato 3 giorni fa e che ha soltanto postato messaggi contro il 1 maggio dei sindacati... i mi piace su questo racconto sono tutti di gente, diciamo, "di movimento"...
Mi riesce difficile pensare che non sia tutto parte di una cosa organizzata, come peraltro hai ammesso pure tu quando hai detto in sostanza che volevate rompere il cazzo al sindacato e bloccare la manifestazione (anche perché ho visto coi miei occhi che è da mesi che va avanti questo andazzo).
A me sembra che ci sia una strategia di intimidazione, volta ad affermare un controllo "politico" del territorio e ad impedire che la sinistra "ufficiale" e i sindacati possano organizzare manifestazioni a Napoli... Mi limito a farti notare che questa cosa, prima di voi, l'hanno fatta soltanto i fascisti (mi riferisco alla versione originale). Complimenti per l'ottima compagnia.




Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: kurz - 02 Maggio, 2013, 20:26:09 pm
Volevo scrivere che sei un deficiente e fascista chiamm a patete, e infatti l'ho scritto.


Hai fb? Bene, il link l'ha condiviso il profilo del gruppo

https://www.facebook.com/aldola.chivala/posts/374602479323975 (https://www.facebook.com/aldola.chivala/posts/374602479323975)



Mo' lo fai nu poco poco o cess?
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: kowalski - 02 Maggio, 2013, 20:31:12 pm
Volevo scrivere che sei un deficiente e fascista chiamm a patete, e infatti l'ho scritto.


Hai fb? Bene, il link l'ha condiviso il profilo del gruppo

https://www.facebook.com/aldola.chivala/posts/374602479323975 (https://www.facebook.com/aldola.chivala/posts/374602479323975)



Mo' lo fai nu poco poco o cess?
Stai calmo, il pezzo viene da questa pagina qua, che come ho detto è stata creata pochi giorni fa.

https://www.facebook.com/pages/Dedicat/187299854753907 (https://www.facebook.com/pages/Dedicat/187299854753907)

Il gruppo lo ha condiviso ma non è l'autore.

Non pigliate in giro nessuno.
Titolo: R: Napoli, la nostra città
Inserito da: kurz - 02 Maggio, 2013, 20:54:36 pm
Il gruppo ovviamente condivide dalla loro pagina un articolo falso, mi pare normale vabbuò cià non ne vale la pena.
Titolo: Re:R: Napoli, la nostra città
Inserito da: kowalski - 02 Maggio, 2013, 21:05:33 pm
Il gruppo ovviamente condivide dalla loro pagina un articolo falso, mi pare normale vabbuò cià non ne vale la pena.
Non ho detto che sia falso, è una testimonianza di una persona che era lì, valida quanto quelle di chi dice il contrario, quello che mi sembra più interessante è il fatto che il cassintegrato nel video si vede come non sia stato cacciato, e che su facebook sta cosa sia stata lanciata da un profilo creato da pochi giorni, e che già da lunedì inneggiava ai tafferugli, che poi hanno effettivamente anche messo in pratica.
Ho visto che nei commenti qualcuno criticava il sindacato per non aver preparato la manifestazione creando un rapporto con le realtà e i movimenti del luogo: quale è stato il problema, forse qualcuno non ha avuto posto alla spartizione della torta?
Vabbè, tanto sicuramente non lo venivano a dire a te, so che voi ragazzi fate solo da massa di manovra. Solidarietà.
Titolo: R: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: wendell - 02 Maggio, 2013, 22:00:14 pm
Da quanto ho capito io
Kowalski fa il sindacalista :look:
Titolo: R: Re:R: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: nickwire - 03 Maggio, 2013, 04:01:12 am
Kowalski fa il sindacalista :look:

No ma cu tutt o rispett, mi so basato su altre opinioni :look:
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: kowalski - 03 Maggio, 2013, 08:54:24 am
W i lavoratori. :look:

Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: acquaLOTA - 13 Maggio, 2013, 20:01:51 pm
Sì infiltrazioni e quant'altro, vero, possibile, resta il problema che lo ztl è una rottura di cazzo.
se non fosse una rottura di cazzo non servirebbe no?!
ma che sang ra sfaccim stat dicenn? sabato per andare a napoli scendendo a via marina l'unico parcheggio  custodito e con pagamento accessibile è il Brin... posata lì la macchina so cazz re tuoi! Pullman che non ci stanno... macchina dei biglietti scassata e la sfaccima e chilla muort della gent di merda...tanto che la zona è diventato un mercatino per la gente dell'est.... alla fine me l'agg fatt a piedi.... dite a stu strunz e de magistris che le cose si fanno per bene o è meglioc he non si fanno proprio.... poi con la caduta del palazzo a chiaia e la coppa america la città è spaccata in due.... addà murì chilla muort...
per non parlare dei 45 minuti alla fermata del pullman aspettando che passasse per riprenderlo ed arrivare al brin! è uno schifo!
ma da via marina al centro non è ztl comunque  :look:.
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: napoletanocrociato - 22 Maggio, 2013, 23:12:03 pm
Proprio toccante questo articolo... :sisi:


Napoli, via Toledo: Presi 14 venditori abusivi

NAPOLI - Il suono della sirena è assordante, l'auto della Municipale corre veloce e si ferma nell'androne del comando di polizia locale di piazza Dante a Napoli, quello inerente ai quartieri Stella-Avvocata.
Hanno appena catturato alcuni extracomunitari, tredici in tutto, sorpresi a vendere merce contraffatta sui marciapiedi di via Toledo e via San Giacomo, ma anche in zona molo Beverello.

Facciamo però un passo indietro. E' mezzogiorno passato di un afoso 22 maggio; minaccia pioggia e il comandante dell'unità operativa di polizia locale sezione Avvocata, Gaetano Frattini, non sa se gli abusivi saranno ancora in strada. E' lui che ha pianificato il blitz odierno, coordinandosi col colonnello vicario Antonietta Agliata. In poco più di mezz'ora il "suk" di via Toledo è quasi del tutto sgomberato. Circa una decina gli uomini della Municipale impegnati nell'operazione, rigorosamente in borghese. La "tecnica" è questa: appena vedono un'auto dei vigili urbani passare per via Toledo, i venditori abusivi se la danno a gambe levate nelle strade adiacenti. Ma è proprio lì che li aspettano gli agenti in borghese. E' lì che li braccano e li catturano.

C'è chi si dimena, chi piange, chi si dispera in vario modo, tra gli stranieri. Ma c'è anche chi si sente in regola e non oppone resistenza. Anche se ultimamamente, come racconta il comandante Frattini, si sono verificati più casi di reazione violenta, come quello di un africano che per non farsi catturare si è gettato giorni fa da una volante addosso ad alcuni motorini parcheggiati, rischiando di ferirsi notevolmente.

Seguiamo passo passo in volante la cattura di ognuno. Il piglio degli agenti della Municipale è deciso, ma una volta giunti nel comando di piazza Dante il tono è rassicurante, confidenziale, e qualcuno degli abusivi, srilankese o nigeriano che sia, si calma notevolmente. Dopo aver controllato eventuali documenti, saranno tutti portati in Questura per le foto segnaletiche e, se risultanti senza permesso di soggiorno, denunciati. Altrimenti saranno liberi. Ma c'è l'obbligo a presentarsi il giorno successivo all'Ufficio stranieri.

Tra i catturati ce n'è uno che chiamano "Dramè", per la sua somiglianza col calciatore del Chievo Verona. L'hanno già fermato una settimana fa e gli hanno comprato una pizza. Lui, Dramè, aveva promesso di andare via da Napoli e di partire proprio per Verona. Ma aveva troppi pochi soldi per poterlo fare.
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: Dhu - 23 Maggio, 2013, 23:38:56 pm
Forse a gran parte di voi non interessa ma molti miei compagni di corso stanno dando una mano per questo evento in programma domenica 26 a Città della Scienza:
http://www.cittadellascienza.it/notizie/passione-fisica/ (http://www.cittadellascienza.it/notizie/passione-fisica/)

Mostre, seminari, esperimenti e quant'altro riguardi la fisica. Se volete fateci un salto.
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: Alemao - 24 Maggio, 2013, 15:48:26 pm
Qualcuno è andato al concerto di Bruce Springsteen?
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: Neapolis84 - 25 Maggio, 2013, 15:00:47 pm
Qualcuno è andato al concerto di Bruce Springsteen?
io :love: :sbav:
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: Alemao - 25 Maggio, 2013, 15:11:45 pm
io :love: :sbav:

Com'è stato? Ho visto qualche spezzone su internet. Non sapevo che la madre fosse di Vico Equense.
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: Neapolis84 - 25 Maggio, 2013, 15:36:34 pm
Com'è stato? Ho visto qualche spezzone su internet. Non sapevo che la madre fosse di Vico Equense.
come è stato...e che t'o dic a fa? Stupendo!
Vabbè, saprete già tutto, lui che entra sulle note di " 'o sole mio", la scaletta e quant'altro. Comunque è una forza della natura, a 64 anni corre avanti e indietro per il palco come un giovanotto, ha una voce pazzesca. Prende sicuramente tanto, durante le canzoni, si avvicina ai fans, si prende i cartelli dal pubblico, ci scherza sul palco, è stato 5 minuti a parlare di un cartellone che diceva una cosa tipo "Rosalita is my girlfriend...is here!" e dopo ha fatto partire questa canzone dedicandola alla coppia e andando lui ad abbracciare loro a fine canzone.
No, niente da dire, è un artista straordinario, un grande rocker e un grande showman.
Lo vidi anche lo scorso anno a Firenze, lì fece 3 ore e 20 di concerto, il giorno prima a milano fece 3 ore e 30. Andai a vedere la scaletta, molto diversa da quella del giorno prima. Spesso durante i tour si tende a fare quasi sempre lo stesso spettacolo, a cambiare al massimo 2-3 canzoni, invece lui no, sorpresa continua, mai niente di uguale.

La E-street band è pazzesca.


Un concerto veramente stupendo...e mentre lui cantava era un piacere guardarsi attorno e vedere quella meravigliosa Piazza...
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: Alemao - 25 Maggio, 2013, 15:44:32 pm
come è stato...e che t'o dic a fa? Stupendo!
Vabbè, saprete già tutto, lui che entra sulle note di " 'o sole mio", la scaletta e quant'altro. Comunque è una forza della natura, a 64 anni corre avanti e indietro per il palco come un giovanotto, ha una voce pazzesca. Prende sicuramente tanto, durante le canzoni, si avvicina ai fans, si prende i cartelli dal pubblico, ci scherza sul palco, è stato 5 minuti a parlare di un cartellone che diceva una cosa tipo "Rosalita is my girlfriend...is here!" e dopo ha fatto partire questa canzone dedicandola alla coppia e andando lui ad abbracciare loro a fine canzone.
No, niente da dire, è un artista straordinario, un grande rocker e un grande showman.
Lo vidi anche lo scorso anno a Firenze, lì fece 3 ore e 20 di concerto, il giorno prima a milano fece 3 ore e 30. Andai a vedere la scaletta, molto diversa da quella del giorno prima. Spesso durante i tour si tende a fare quasi sempre lo stesso spettacolo, a cambiare al massimo 2-3 canzoni, invece lui no, sorpresa continua, mai niente di uguale.

La E-street band è pazzesca.


Un concerto veramente stupendo...e mentre lui cantava era un piacere guardarsi attorno e vedere quella meravigliosa Piazza...

Peccato per il prezzo. Solo quello un po' stonava. Quando hanno inquadrato Steven Van Zandt, ho pensato subito a Silvio del Soprano.  :asd:
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: Neapolis84 - 25 Maggio, 2013, 15:49:16 pm
Peccato per il prezzo. Solo quello un po' stonava. Quando hanno inquadrato Steven Van Zandt, ho pensato subito a Silvio del Soprano.  :asd:
in effetti 75 euro era tanti, infatti penso che sia l'unico posto al mondo dove Springsteen non abbia fatto sold-out :asd:

Comunque spero vivamente che sia l'inizio di una serie di eventi musicali...eventi del genere attirano turisti, c'erano un bel pò di stranieri e tantissimi settentrionali. Ora a luglio c'è Mark Knopfler, sono tentato, ma non so...
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: Alemao - 25 Maggio, 2013, 15:51:04 pm
in effetti 75 euro era tanti, infatti penso che sia l'unico posto al mondo dove Springsteen non abbia fatto sold-out :asd:

Comunque spero vivamente che sia l'inizio di una serie di eventi musicali...eventi del genere attirano turisti, c'erano un bel pò di stranieri e tantissimi settentrionali. Ora a luglio c'è Mark Knopfler, sono tentato, ma non so...

 :alla: :alla: :alla:
Titolo: Napoli, la nostra città
Inserito da: tonysea7 - 25 Maggio, 2013, 18:23:12 pm
Da Mark ci vado :sisi:
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: Dhu - 30 Maggio, 2013, 23:05:22 pm
Il 9 luglio Manu Chao alla Mostra d'Oltremare
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: acquaLOTA - 31 Maggio, 2013, 10:21:26 am
Napoli,guerra del Plebiscito. Artisti in fuga, Ligabue sceglie Salerno

Napoli. Fatti scappare i buoi (Pino Daniele e Mark Knopfler) poi chiusa la stalla (piazza del Plebiscito, che spesso è ridotta peggio di una stalla e non dal suo uso come cornice di concerti, ma dell’incuria, come Palazzo Reale, peraltro), il soprintendente Cozzolino agita il fronte del palco, anzi lo fa scappare da Napoli.   Che già è fuori dal circuito dei grandi concerti priva com’è di spazi adatti.

Piazza del Plebiscito, simbolo del rinascimento bassoliniano, è stata negli anni delle vacche grasse contenitore di storici free concert e dirette televisive. Poi, con la crisi, ha visto spengersi ogni luce e crescere le erbacce: senza euro non si cantano messe, figurarsi altro. Nel 2008 Ferdinando Salzano, amministratore delegato di Friends and Partners, società leader nel settore, fece di necessità virtù: «Con Pino Daniele avevamo organizzato un grande concerto, con ospiti, la sua band storica e la diretta su Raiuno, per i suoi primi trent’anni di carriera. Ci negarono il San Paolo e... pensai che potevo ricorrere alla piazza», spiega il manager: «Fu la prima volta che la chiudemmo e facemmo pagare un biglietto.

Il San Carlo aveva fatto dei concerti a pagamento, ma per platee più limitate, con posti a sedere. Funzionò, lasciammo il Plebiscito più bello e pulito di come lo trovammo e lo mostrammo in tutt’Italia in una serata, tra l’altro, dedicata alla Napoli che non voleva soccombere di fronte alla crisi dei rifiuti. L’anno scorso, da imprenditore, ci sono tornato, ho portato Ligabue e la Pausini: con Luciano ho fatto un incasso di un milione e mezzo di euro, ho riempito gli alberghi, e i ristoranti, e i bar... Abbiamo dato lavoro a 300 facchini partenopei, a 150 persone del servizio d’ordine...».

Soddisfatto del risultato, Salzano aveva richiesto, ed ottenuto, la piazza per il 12 luglio 2013, voleva continuare il progetto «Tutta n’ata storia» con il Nero a metà. Poi, ancor prima del ciclone Springsteen e del ciclone Cozzolino, annunciò su queste pagine la decisione di annullare l’evento: «Avevo saputo dei problemi che sarebbe emersi con la soprintendenza, Pino non poteva restarci in mezzo. Bruce va via, lui in questa città ci è nato, non sarebbe stato giusto metterlo in una tale situazione».


Come la prese il Mascalzone latino? «Non bene, ”quella piazza è la mia casa”, mi disse, ma poi aggiunse: ”Fai il tuo mestiere, so bene quanto sia difficile farlo con la burocrazia che ci soffoca”». A quel punto Salzano annunciò due show dell’uomo in blues a fine anno (28 e 29 dicembre al Palapartenope) e poi trovò una struttura, il Foro Italico, a Roma, pronta ad ospitare l’evento estivo del cantautore, intanto diventato «Sinfonico»: il 10 luglio sarà la sua prima volta con l’orchestra, e le telecamere lo seguiranno.
«A Roma, non a Napoli», continua Salzano. «Avevo intuito quello che sarebbe successo, mi dispiace per un artista del calibro di Springsteen, per il collega Claudio Trotta che si è trovato in tale situazione, per un altro collega come Mimmo D’Alessandro che ha dovuto spostare Mark Knopfler all’Arena Flegrea. Ma, soprattutto, mi dispiace per Napoli, che sarà nuovamente esclusa dai concerti che contano. Noi, tanto per fare un esempio, se l’anno prossimo organizzeremo un tour di Ligabue, senza piazza in città non avremo un posto dove ospitarlo, non prendo nemmeno in considerazione la Mostra d’Oltremare. E, magari, andremo a Salerno, dove allo stadio quest’estate già si esibirà Jovanotti».


Le regole che vietano piazza del Plebiscito alla musica «sono un’opera di miopia culturale. Uno spazio del genere viene lasciato al degrado, e nessuno dice niente, se per quattro-cinque giorni in un anno, lo usiamo per grandi concerti, lo mostriamo pieno e pulito, certo negandolo alla vista e all’accesso di quanti non pagano il biglietto, scoppia un caso. Ma è possibile che a Napoli invece di parlare dell’evento artistico Springsteen si debba parlare dello Springsteen che ”rovina” le piazze? Mi dispiace davvero per i ragazzi che dovranno tornare a prendere macchine e treni e aerei per vedere dal vivo i loro beniamini. Che dovranno spendere di più, aggiungendo il costo del biglietto a quello del viaggio, magari anche del pernottamento. E temo anche che, nel frattempo, la piazza resterà vuota, sporca, maleodorante».


poi ci chiediamo perché la burocrazia fa solo danni. grazie sovrintendente grazie lota. ma che gent e sfaccimm
Titolo: R: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: Genny Fenny - 31 Maggio, 2013, 10:51:18 am
Noi, tanto per fare un esempio, se l’anno prossimo organizzeremo un tour di Ligabue, senza piazza in città non avremo un posto dove ospitarlo, non prendo nemmeno in considerazione la Mostra d’Oltremare. E, magari, andremo a Salerno, dove allo stadio quest’estate già si esibirà Jovanotti».

Oh no!
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: kurz - 31 Maggio, 2013, 13:55:29 pm
Crepa Ligabue infame
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: Neapolis84 - 31 Maggio, 2013, 19:13:52 pm
Crepa Ligabue infame
Crepa Kurz infame :sisi:

Che nessuno mi tocchi Liga :love:


Comunque, cazzate a parte, il giorno dopo il concerto di Ligabue a Napoli, questa immagine fece il giro dell'Italia

(http://www.napolitoday.it/~media/base/28264464730116/ligabue-a-napoli-10.jpg)

Era uno spettacolo quella piazza così gremita. Con Springsteen c'erano meno persone e non ci fu la stessa folla.
Vietare questo tipo di eventi in quella Piazza è un delitto pazzesco, soprattutto perchè erano una vagonata di soldi che entravano, per tutti: comune, attività locali, lavoratori.

Io veramente certe cose non le capisco...
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: kowalski - 01 Giugno, 2013, 01:35:50 am
Il Comune i soldi ce li ha persi per la verità, concedendo gratis agli organizzatori il diritto di usare la piazza per concerti a pagamento...

Comunque è veramente incredibile che per la copia ci fosse così tanta gente, mentre per l'originale c'erano 4 gatti, per lo più venuti da altre parti d'Italia o dall'estero.  :scratch:
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: vechabla - 01 Giugno, 2013, 09:48:01 am
Ma quindi Mark Knopfler non c'è più a piazza del plebiscito? :scratch:
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: Ragionier Cuckoldullo - 01 Giugno, 2013, 10:08:38 am
Comunque è veramente incredibile che per la copia ci fosse così tanta gente, mentre per l'originale c'erano 4 gatti, per lo più venuti da altre parti d'Italia o dall'estero.  :scratch:

del resto siamo la patria del pezzotto
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: acquaLOTA - 01 Giugno, 2013, 10:27:11 am
Il Comune i soldi ce li ha persi per la verità, concedendo gratis agli organizzatori il diritto di usare la piazza per concerti a pagamento...

Comunque è veramente incredibile che per la copia ci fosse così tanta gente, mentre per l'originale c'erano 4 gatti, per lo più venuti da altre parti d'Italia o dall'estero.  :scratch:

questa è una cazzata visto che la cosap è stata applciata anche se al 99% di sconto che comunque fanno 30 mila euro anziché 300 mila. e comunque se vuoi springsteen a napoli qualcosa agli investitori devi concedere per un beneficio di immagine senza dubbio a tutta la città.

Ma quindi Mark Knopfler non c'è più a piazza del plebiscito? :scratch:
no starà all'arena flegrea
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: kowalski - 01 Giugno, 2013, 12:49:39 pm
questa è una cazzata visto che la cosap è stata applciata anche se al 99% di sconto che comunque fanno 30 mila euro anziché 300 mila. e comunque se vuoi springsteen a napoli qualcosa agli investitori devi concedere per un beneficio di immagine senza dubbio a tutta la città.
Ah beh scusa, allora se è stata data col 99% di sconto cambia tutto. :lookair:
Mi sembra che la perdita per le casse del Comune sia stata comunque molto rilevante, per un evento che ha molto poco di valore sociale, visto che i biglietti costavano sugli 80 euro considerando la prevendita. E per i concerti di Ligabue e Pausini, che non credo avessero alcun valore culturale, con tutto il rispetto (a me Ligabue piaciucchia abbastanza), lo sconto sembra sia stato ancora più radicale.
Piuttosto ritornerei alla vera radice del problema, e cioè l'assenza o insufficienza di spazi per la musica dal vivo a Napoli, che quando si parla di grandi concerti all'aperto sono poi proprio inesistenti. Il San Paolo non è più utilizzabile, Bagnoli è stata chiusa dalla magistratura.
Per cui anche i concerti a pagamento vengono dirottati ormai da 2-3 anni a Piazza Plebiscito, storicamente la piazza dei grandi concerti gratuiti. L'effetto è che si ha l'impressione di una sorta di "privatizzazione" della piazza principale della città, offerta tra l'altro a prezzi irrisori, mentre i biglietti hanno prezzi inaccessibili ai più, con gli organizzatori che realizzano lauti guadagni.
La posizione della soprintendenza è eccessiva poi, perché è ridicola l'idea del restringimento dello spazio per i concerti...
Semplicemente bisognerebbe valutare caso per caso e in generale evitare i concerti a pagamento in quella piazza, o quantomeno intervenire per calmierare i prezzi se si offre la piazza a prezzi irrisori.

Poi mi sembra un po'provinciale l'idea che una delle città più antiche al mondo, come Napoli, venga in qualche maniera nobilitata o debba inorgoglirsi perché Ligabue, la Pausini e Springsteen sono venuti a suonare qui... E' il loro mestiere, si tratta di artisti che suonano in tutte le città'd'Italia e del mondo, e non c'è nulla di strano che lo facciano anche a Napoli, dove tra l'altro tutti erano già venuti.
Concerti a Piazza Plebiscito se ne sono sempre fatti, la novità vera è il fatto che adesso sono a pagamento, e non nel caso di Springsteen, che era ben organizzato e la piazza è stata chiusa solo il giorno stesso del concerto, ma nel caso di Ligabue e la Pausini la piazza è rimasta chiusa con pannelli e teloni per diversi giorni, quindi cittadini e turisti non ne hanno potuto pienamente usufruire. Da lì penso che si sia messo in modo l'intervento della Soprintendenza, e come sempre i burocrati poi esagerano, ma l'occasione si è fatto di tutto per fornirgliela.

Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: acquaLOTA - 01 Giugno, 2013, 17:38:58 pm
Ah beh scusa, allora se è stata data col 99% di sconto cambia tutto. :lookair:
Mi sembra che la perdita per le casse del Comune sia stata comunque molto rilevante, per un evento che ha molto poco di valore sociale, visto che i biglietti costavano sugli 80 euro considerando la prevendita. E per i concerti di Ligabue e Pausini, che non credo avessero alcun valore culturale, con tutto il rispetto (a me Ligabue piaciucchia abbastanza), lo sconto sembra sia stato ancora più radicale.
Piuttosto ritornerei alla vera radice del problema, e cioè l'assenza o insufficienza di spazi per la musica dal vivo a Napoli, che quando si parla di grandi concerti all'aperto sono poi proprio inesistenti. Il San Paolo non è più utilizzabile, Bagnoli è stata chiusa dalla magistratura.
Per cui anche i concerti a pagamento vengono dirottati ormai da 2-3 anni a Piazza Plebiscito, storicamente la piazza dei grandi concerti gratuiti. L'effetto è che si ha l'impressione di una sorta di "privatizzazione" della piazza principale della città, offerta tra l'altro a prezzi irrisori, mentre i biglietti hanno prezzi inaccessibili ai più, con gli organizzatori che realizzano lauti guadagni.
La posizione della soprintendenza è eccessiva poi, perché è ridicola l'idea del restringimento dello spazio per i concerti...
Semplicemente bisognerebbe valutare caso per caso e in generale evitare i concerti a pagamento in quella piazza, o quantomeno intervenire per calmierare i prezzi se si offre la piazza a prezzi irrisori.

Poi mi sembra un po'provinciale l'idea che una delle città più antiche al mondo, come Napoli, venga in qualche maniera nobilitata o debba inorgoglirsi perché Ligabue, la Pausini e Springsteen sono venuti a suonare qui... E' il loro mestiere, si tratta di artisti che suonano in tutte le città'd'Italia e del mondo, e non c'è nulla di strano che lo facciano anche a Napoli, dove tra l'altro tutti erano già venuti.
Concerti a Piazza Plebiscito se ne sono sempre fatti, la novità vera è il fatto che adesso sono a pagamento, e non nel caso di Springsteen, che era ben organizzato e la piazza è stata chiusa solo il giorno stesso del concerto, ma nel caso di Ligabue e la Pausini la piazza è rimasta chiusa con pannelli e teloni per diversi giorni, quindi cittadini e turisti non ne hanno potuto pienamente usufruire. Da lì penso che si sia messo in modo l'intervento della Soprintendenza, e come sempre i burocrati poi esagerano, ma l'occasione si è fatto di tutto per fornirgliela.

è una scelta strategica e di opportunità. nel caso degli artisti italiani è: dove vado a caserta o a piazza plebiscito o a salerno? vado a salerno o a caserta ovvero dove si guadagna di più. abbasso la cosap, vado a napoli a piazza del plebiscito dove posso fare 30 mila biglietti. nel caso degli artisti internazionali che fanno poche tappe in ogni nazione il discorso poi deve valere ancora di più, strtegicamente napoli non è attrattiva, i concerti preferiscono farli a nord o comunque in prossimità di scali aereoportuali internazionali in modo da attrarre anche appassionati dalle altre nazioni agevolando il sold out. napoli è e sempre saràlontana strategicamente da queste logiche e allora per poterti assicurare springsteen devi dare un "premio" a chi dovrebbe investire (che tralaltro ha fatto pure un buco a terra facendo pagare il biglietto effettivamente troppo e avendo circa 5000 biglietti invenduti). credo sia una questione di attrarre investitori. e comunque con la pausini passi pure ma ligabue erano anni che non veniva a suonare qui. e non credo ci sarebbero mai venuto springsteen se il concerto non si fosse fatto a piazza plebisito e a certe condizioni.

d'accordo sulla questione che non teniamo uno sfaccimma di impianto al chiuso dove fare concerti (il mario argento è ormai abbandonato a se stesso).
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: kowalski - 01 Giugno, 2013, 19:34:53 pm
è una scelta strategica e di opportunità. nel caso degli artisti italiani è: dove vado a caserta o a piazza plebiscito o a salerno? vado a salerno o a caserta ovvero dove si guadagna di più. abbasso la cosap, vado a napoli a piazza del plebiscito dove posso fare 30 mila biglietti. nel caso degli artisti internazionali che fanno poche tappe in ogni nazione il discorso poi deve valere ancora di più, strtegicamente napoli non è attrattiva, i concerti preferiscono farli a nord o comunque in prossimità di scali aereoportuali internazionali in modo da attrarre anche appassionati dalle altre nazioni agevolando il sold out. napoli è e sempre saràlontana strategicamente da queste logiche e allora per poterti assicurare springsteen devi dare un "premio" a chi dovrebbe investire (che tralaltro ha fatto pure un buco a terra facendo pagare il biglietto effettivamente troppo e avendo circa 5000 biglietti invenduti). credo sia una questione di attrarre investitori. e comunque con la pausini passi pure ma ligabue erano anni che non veniva a suonare qui. e non credo ci sarebbero mai venuto springsteen se il concerto non si fosse fatto a piazza plebisito e a certe condizioni.

d'accordo sulla questione che non teniamo uno sfaccimma di impianto al chiuso dove fare concerti (il mario argento è ormai abbandonato a se stesso).

In verità per gli impianti al chiuso la situazione non è così drammatica, il PalaPartenope e lo stesso Augusteo, dove si era tenuto il precedente concerto di Bruce, bene o male fungono.
Il problema è più per i live all'aperto, non potendo più contare su Bagnoli, che era un magnifico spazio, e con Piazza Plebiscito a mio avviso giustamente negata come sede stabile per concerti a pagamento. Se io turista vengo a Napoli la piazza principale deve essere visitabile, non è possibile che rimanga sequestrata da Ligabue o Laura Pausini per giorni e giorni.
Un'ottima location sarebbe l'Ippodromo, anche a Roma ormai i principali concerti si tengono alle Capannelle. Non è chiaro il motivo per cui Agnano non venga ancora utilizzata per questi eventi, vista anche la gravissima crisi dell'ippica.
Comunque se uno come Springsteen a Napoli arriva ben lontano dalle 20000 presenze, penso che difficilmente altri grandi nomi della musica rock si azzarderanno a venire da queste parti.

Gli investitori non si attraggono con i concerti, ma con una città vivibile e business-friendly, fornita di servizi, trasporti pubblici, evitando pedonalizzazioni alla cazzo di cane come quelle fatte dalla giunta, che rendono le attività economiche in città ancora più difficili di quanto già non siano per via della crisi...



Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: acquaLOTA - 01 Giugno, 2013, 20:09:16 pm
si ma il palapartenope non fa manco 6 mila posti di capienza. plebiscito ha una capienza fino a 30 mila (tanti erano i presenti al concerti del liga l'anno scorso).
le ztl non credo incidano sulla voglia di investimento da parte degli investitori sinceramente. vuoi vedere che mo non si fanno gli investimenti a napoli perché sta la ztl al centro storico? e allora che devono dire in tutto il resto del mondo? e a milano con l'area c? non diciamo eresie. piuttosto soffriamo un tpl scarso sia a livello di gestione regionale che comunale. ma ci sarebbe tanto da dire a proposito.


le ztl semmai possono attrarre investitori e rendere la città più vivibile per i cittadini e per i turisti. per ora hanno attirato una compagnia che fa elecrtic car sharing proprio a napoli. si chiama http://www.bee.it/ (http://www.bee.it/) ne avete sentito parlare?
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: kowalski - 01 Giugno, 2013, 20:49:58 pm
si ma il palapartenope non fa manco 6 mila posti di capienza. plebiscito ha una capienza fino a 30 mila (tanti erano i presenti al concerti del liga l'anno scorso).
le ztl non credo incidano sulla voglia di investimento da parte degli investitori sinceramente. vuoi vedere che mo non si fanno gli investimenti a napoli perché sta la ztl al centro storico? e allora che devono dire in tutto il resto del mondo? e a milano con l'area c? non diciamo eresie. piuttosto soffriamo un tpl scarso sia a livello di gestione regionale che comunale. ma ci sarebbe tanto da dire a proposito.


le ztl semmai possono attrarre investitori e rendere la città più vivibile per i cittadini e per i turisti. per ora hanno attirato una compagnia che fa elecrtic car sharing proprio a napoli. si chiama [url]http://www.bee.it/[/url] ([url]http://www.bee.it/[/url]) ne avete sentito parlare?

Piazza San Pietro ha una capienza di 180.000 persone se è per questo, ciononostante non mi pare vi si tengano concerti di Ligabue.
Ripeto bisogna rassegnarsi al fatto che la funzione di una piazza storica sia un'altra, l'evento occasionale ci può stare, ma deve essere appunto un evento, non si può pensare di trasformare una piazza come quella come sala per cerimonie private, senza nemmeno farsela pagare.

Le pedonalizzazioni senza criterio, a differenza di quanto credi, incidono moltissimo sull'attività economica. Dove lavoro io abbiamo problemi a farci consegnare i materiali dai fornitori, chi ha esercizi commerciali è alla disperazione perché la gente non arriva, è diventato difficilissimo il lavoro di tanti negozi storici al centro, perché la gente non può portarsi a casa i propri acquisti, di conseguenza non viene proprio.
Le cose andrebbero studiate meglio, lanciare provvedimenti demagogici alla cazzo di cane serve a poco.
l'Area C di Milano è una cosa completamente diversa, e l'idea che nel resto del mondo non vengano utilizzate le automobili è poco più che una favoletta.
Per di più a Napoli abbiamo una situazione disastrosa per quanto riguarda i trasporti pubblici, di conseguenza ormai la gente finisce per spostarsi soprattutto a piedi. Ma una città con scarsa mobilità è una contraddizione in termini, la facilità e la velocità degli spostamenti sono assolutamente essenziali perché ci sia crescita anche economica, in un ambiente urbano.
La verità è che la giunta napoletana è una giunta che non si è mai posta il problema del lavoro e dello sviluppo economico, l'aspetto produttivo della società per loro non esiste: De Magistris è il tipico rappresentante di quella sinistra per la quale esistono solo tammurriate, artisti di strada, gite in bicicletta, passeggiate, la vita si riduce soltanto a questo. Mi pare abbastanza difficile però che si possa realmente vivere di queste cose. Forse se ne stanno iniziando a rendere conto, ma da qui ad avere un serio programma e una idea di città almeno sensata ce ne corre.


Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: acquaLOTA - 01 Giugno, 2013, 20:59:25 pm
al centro storico non ci sono parcheggi: le auto ci arrivano ma poi dove la mettono l'auto? in un paese civile andrebbero a metterla dove ci starebbero i parcheggi e comunque lontano dal centro. qui invece si porta il parcheggio abusivo o la sosta temporanea di mezz'ora con le 4 frecce. i commercianti stanno perdendo i clienti o ne stanno guadagnando? dipende dall'attività.di certo per un commercio d'impulso molto meglio adesso incentivando il passeggio in determinate zone. Il commercio non può vivere sull'acquisto "metti le 4 frecce e accattammc a cammicia". Di persone al centro ne vedo molte più adesso che camminano a piedi che prima: è il commercio napoletano e il napoletano che hanno sempre fondato tutto sul "arriva dentro il negozio con l'auto": nessun piano industriale, nessuna idea imprenditoriale. il commerciante napoeltano vive ancora alla stregua del commercio di 20 anni fa: ma il mondo ( e il commercio) cambia. se io devo (o sono costretto dalla uallera o da altro) prendere l'auto per fare un acquisto non vado al centro storico ma in un centro commerciale e non ci sarei andato mai nemmeno prima ztl visto che c'era un traffico allucinante e 0 possibilità di parcheggiare. adesso almeno chi vuole fare shopping e godersi una passeggiata l'assenza di caos è agevolato in questo compito e di certo preferisce il centro più di quanto non facesse prima.

un centro storico come quello napoeltano con un asse viario ridicolo costruito e progettato ai tempi delle carrozze non può sostenere tutto quel traffico.L'area c è un' area accessibile a pagamento: questo non è un danno per un commerciante che deve ricevere la merce da un proprio fornitore?

chiudere piazza del plebiscito per un paio di giorni per due concerti all'anno non è un evento occasionale? piaza plebiscito è una piazza deserta: un concerto gli da uno scopo. 364 giorni l'anno rimane una piaza buia e abbandonata a se stessa. che danno si arreca a un cittadino tenerla chiusa per un 4-5 ore?
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: kowalski - 01 Giugno, 2013, 21:53:35 pm
al centro storico non ci sono parcheggi: le auto ci arrivano ma poi dove la mettono l'auto? in un paese civile andrebbero a metterla dove ci starebbero i parcheggi e comunque lontano dal centro. qui invece si porta il parcheggio abusivo o la sosta temporanea di mezz'ora con le 4 frecce. i commercianti stanno perdendo i clienti o ne stanno guadagnando? dipende dall'attività.di certo per un commercio d'impulso molto meglio adesso incentivando il passeggio in determinate zone. Il commercio non può vivere sull'acquisto "metti le 4 frecce e accattammc a cammicia". Di persone al centro ne vedo molte più adesso che camminano a piedi che prima: è il commercio napoletano e il napoletano che hanno sempre fondato tutto sul "arriva dentro il negozio con l'auto": nessun piano industriale, nessuna idea imprenditoriale. il commerciante napoeltano vive ancora alla stregua del commercio di 20 anni fa. se io devo prendere l'auto per fare un acquisto non vado al centro storico ma in un centro commerciale e non ci sarei andato mai nemmeno prima ztl visto che c'era un traffico allucinante e 0 possibilità di parcheggiare. adesso invece per chi vuole fare shopping e godersi una passeggiata l'assenza di caos mi agevola in questo compito.

un centro storico come quello napoeltano con un asse viario ridicolo costruito e progettato ai tempi delle carrozze non può sostenere tutto quel traffico.L'area c è un' area accessibile a pagamento: questo non è un danno per un commerciante che deve ricevere la merce da un proprio fornitore?

chiudere piazza del plebiscito per un paio di giorni per due concerti all'anno non è un evento occasionale? piaza plebiscito è una piazza deserta: un concerto gli da uno scopo. 364 giorni l'anno rimane una piaza buia e abbandonata a se stessa. che danno si arreca a un cittadino tenerla chiusa per un 4-5 ore?
Ma infatti io non sono contrario a pedonalizzazioni e ZTL in generale, ma a QUESTO piano di ZTL, senza un senso, senza una programmazione, senza una seria organizzazione. Indubbiamente le ZTL già attive, e parte anche di queste nuove, hanno avuto un effetto positivo sulla vivibilità. La diminuzione del traffico automobilistico èuna direzione inevitabile, visti anche i livelli di inqinamento che si erano raggiunti.
L'errore è stato non tenere conto, nell'adottare questi provvedimenti, di un trasporto pubblico che, dalle nostre parti, sembra avviato al tramonto. Se non puoi arrivare al centro (e per molti è un viaggio necessario) in macchina, e non puoi arrivarci con i mezzi pubblici, mi spieghi che cazzo fai???
E non tener conto delle attività commerciali e produttive anche ancora resistono in città e che di qualche forma di collegamento hanno bisogno. Non necessariamente clienti e fornitori devono arrivare fin sotto al negozio, ma almeno deve essere possibile arrivare nei dintorni.
Vedi per esempio i tradizionali negozi di strumenti musicali di via S.Sebastiano (nei pressi di piazza Bellini), che hanno avuto enormi difficoltà a causa della ZTL. E ormai la vendita degli strumenti musicali sta crescendo a Caserta, quindi per certe cose si vorrebbero presunti investitori a Napoli, mentre quelli veri li si fa traslocare altrove.
Il Comune doveva pensare a certe problematiche, elaborare delle soluzioni, studiare prima i provvedimenti da adottare ed adattarli alle situazioni concrete.
Ma secondo te è pensabile che a New York o a Sydney un sindaco si sogni di prendere un provvedimento che stravolge, dalla sera alla mattina, tutte le attività economiche della città, mettendo a repentaglio il lavoro di decine di migliaia di persone? Soltanto noi abbiamo la capacità di tollerare un tale livello di dilettantismo.
Io a Napoli ci sono cresciuto, il centro storico lo frequento da quando ero ragazzino e la presenza delle persone è evidentemente diminuita. Certo non solo per effetto della ZTL, i motivi sono tanti (declino e trasferimento parziale dell'Università, crisi economica, ecc.), comunque di certo un impatto di questa politica senza criterio sull'economia cittadina c'è stato, basta chiedere a qualunque commerciante e la stragrande maggioranza la pensa alla stessa maniera, e quelli di sinistra e che hanno votato De Magistris non la pensano diversamente.
In una fase già di per sé difficile, avere anche l'amministrazione comunale che prende di mira quel poco di economia che è rimasto non è il massimo.
Ma ripeto, è un problema culturale, De Magistris è un magistrato, i suoi maggiori sostegni li ha avuti da professori, notabili, burocrati, pseudo-artisti bolliti, pseudo-volontariato, tutta gente che pensa che i soldi li porti la Befana o si trovino sotto i cavoli, non c'è da stupirsi se non si sono mai posti il problema di una moderna strategia di sviluppo per la città, di una moderna programmazione.

Piazza Plebiscito è una piazza monumentale, una meraviglia architettonica la cui funzione è la sua bellezza. C'è sempre gente a Piazza Plebiscito, quindi suppongo che tanto schifo non faccia. Piuttosto andrebbe curata e preservata molto meglio di quanto accade.
Ricordo quei brutti teloni neri che la tennero prigioniera per giorni e giorni all'epoca dei concerti di Ligabue e Pausini... quello penso sia stato un eccesso su cui ha fatto bene a intervenire la Soprintendenza. E' bello che in quella piazza ci siano anche concerti, e spero che si torni indietro rispetto all'ultima decisione, ma i concerti a pagamento sono stati uno snaturamento della funzione di uno spazio come quello.
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: acquaLOTA - 02 Giugno, 2013, 12:33:59 pm
Le attività commerciali soffrono di per se la crisi e l'assenza totale di capacità imprenditoriale: sono fermi a 20 anni fa. secondo te appena ti dicono: ti chiudiamo la strada, il commerciante medio napoletano ignorante come reagisce? se ne fotte anche se ci fosse un tpl degno di vienna o parigi! e secondo te con la crisi che c'è a chi danno per prima la colpa a se stessi o alla ztella?! le pedonalizzazioni agevolano il commercio: ne è testimonianza la parte bassa di via toledo che checché se ne dica e piena di gente che però NON SPENDE! Hanno inoltre i brand che fanno da attrattori. il centro storico vede sorbillo sempre pieno eppure la le auto non ci arrivavano: questo perché sorbillo è un dio di iprenditore. gli altri commercianti invece campano ancora su una mentalità del commercio degno dei migliori suq magrebini.

Molte piazze hanno dei nomi che sono stati scelti più o meno a caso. Garibaldi, Vittorio Emanuele, Mercadante potrebbero essere anche in altri luoghi. Piazza del Plebiscito no. Si chiama così perché in quello slargo si sarebbero dovute radunare grandi folle, “oceaniche” le definì D’Annunzio nel periodo delle dittature. C’è quindi una ragione storica molto semplice per cui l’adunanza rappresenta il senso stesso di quel luogo, per cui quello spazio comincia a pulsare solo quando è pieno di anime. Dire, come fa il sovrintendente, che una piazza che si chiama del Plebiscito non debba radunare grandi folle è come dire che il latte non vada conservato in frigo.  la piazza è abitata fino alle 19, dopodiché diventa un deserto dei tartari: renderla abitata per un concerto che dura 4-5 ore è un delitto così grave? È vero, il ruolo del sovrintendente è quello di preservare. Ma è proprio questo il punto. Il burocrate fa il suo mestiere mettendo un veto sulle pietre, senza pensare cosa comporti questo per la città, senza pensare che vantaggi possa avere per la vita della gente uno spazio vuoto, un non luogo, seppure bellissimo. Se la tesi di Giorgio Cozzolino è questa allora possiamo cambiare anche nome a quello spazio, dimenticare cosa ha rappresentato nella storia e cosa rappresenta adesso. Del resto, già in passato la piazza è stata violentata: dal 1963 al 1994 è stata un grande parcheggio (a farla rinascere è stato un sindaco e non un sovrintendente). Trasformarla in un deserto non sarebbe diverso. Eppure, in altre città storiche le piazze del popolo restano del popolo. Forse perché altrove è chiaro un concetto: bisogna preservare le città, prima ancora che le pietre. La città è un corpo vivo, tagliarle le vene è un delitto: il più grave. Ripristinare il suo vero nome... LARGO DI PALAZZO, mi sembra a squesto punto molto più adatto.
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: kowalski - 02 Giugno, 2013, 19:39:43 pm

Molte piazze hanno dei nomi che sono stati scelti più o meno a caso. Garibaldi, Vittorio Emanuele, Mercadante potrebbero essere anche in altri luoghi. Piazza del Plebiscito no. Si chiama così perché in quello slargo si sarebbero dovute radunare grandi folle, “oceaniche” le definì D’Annunzio nel periodo delle dittature. C’è quindi una ragione storica molto semplice per cui l’adunanza rappresenta il senso stesso di quel luogo, per cui quello spazio comincia a pulsare solo quando è pieno di anime. Dire, come fa il sovrintendente, che una piazza che si chiama del Plebiscito non debba radunare grandi folle è come dire che il latte non vada conservato in frigo.  la piazza è abitata fino alle 19, dopodiché diventa un deserto dei tartari: renderla abitata per un concerto che dura 4-5 ore è un delitto così grave? È vero, il ruolo del sovrintendente è quello di preservare. Ma è proprio questo il punto. Il burocrate fa il suo mestiere mettendo un veto sulle pietre, senza pensare cosa comporti questo per la città, senza pensare che vantaggi possa avere per la vita della gente uno spazio vuoto, un non luogo, seppure bellissimo. Se la tesi di Giorgio Cozzolino è questa allora possiamo cambiare anche nome a quello spazio, dimenticare cosa ha rappresentato nella storia e cosa rappresenta adesso. Del resto, già in passato la piazza è stata violentata: dal 1963 al 1994 è stata un grande parcheggio (a farla rinascere è stato un sindaco e non un sovrintendente). Trasformarla in un deserto non sarebbe diverso. Eppure, in altre città storiche le piazze del popolo restano del popolo. Forse perché altrove è chiaro un concetto: bisogna preservare le città, prima ancora che le pietre. La città è un corpo vivo, tagliarle le vene è un delitto: il più grave. Ripristinare il suo vero nome... LARGO DI PALAZZO, mi sembra a squesto punto molto più adatto.
Ma le adunate delle quali si parla sono appunto raduni pubblici, e a mio parere è giusto che restino tali.
La commercializzazione della piazza, l'uso improprio come sede di una attività puramente privatistica, rappresentazione l'esproprio e la negazione della piazza nei confronti della città. E d'altra parte è così che è stato vissuto dalla città un evento pure straordinario come il concerto di Springsteen. Parlandone con molta gente percepivi proprio una sorta di antipatia verso un evento che è  stato visto come un po' coloniale, tanto è vero che anche il pubblico veniva sostanzialmente da fuori, mentre la città ha risposto pochissimo.
Ma gli eventi che si stavano programmando per il resto dell'estate non erano affatto di quel livello, si trattava di manifestazioni non all'altezza della piazza, che a mio parere deve rimanere riservata ad occasioni che abbiano in sé qualcosa di eccezionale, non può essere data a cani e porci, e deve continuare  a rimanere prevalentemente riservata a manifestazioni aperte a tutti.
Tra l'altro non è nemmeno vero che il soprintendente ne abbia negato in assoluto l'utilizzo, ha soltanto dettato una serie di regole da seguire che possono facilmente essere rispettate. Ad esempio concerti che abbiano il palco dal lato di Palazzo Reale non dovrebbero incontrare grossi problemi (e probabilmente da un punto di vista scenografico hanno un effetto anche migliore). I concerti di Dalla, Elton John, Pino Daniele (quello gratis) e Santana furono organizzati così.
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: kolor - 10 Giugno, 2013, 18:06:17 pm
com'è bello far vincere gli appalti ai fratelli dei sindaci...
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: acquaLOTA - 10 Giugno, 2013, 18:09:49 pm
com'è bello far vincere gli appalti ai fratelli dei sindaci...
come stravolgere un'indagine della magistratura  :asd:
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: acquaLOTA - 11 Giugno, 2013, 01:11:12 am
in quale paese del mondo ci sono prove che ti accusano di falso, truffa e abuso d'ufficio oltre che di illeciti ambientali e non essere ne condannati ne assolti ma prescritti?  :troll: bassolino si unisce a andreotti (nella schiera dei prescritti intendo eh  :look:)...purtroppo.... :look:
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: kowalski - 11 Giugno, 2013, 12:01:51 pm
Tragedia a Napoli, cade un albero, muore una donna

http://napoli.repubblica.it/cronaca/2013/06/10/news/cade_un_albero_muore_donna-60775693/ (http://napoli.repubblica.it/cronaca/2013/06/10/news/cade_un_albero_muore_donna-60775693/)
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: ZEFIRO - 11 Giugno, 2013, 12:58:29 pm
Tragedia a Napoli, cade un albero, muore una donna

[url]http://napoli.repubblica.it/cronaca/2013/06/10/news/cade_un_albero_muore_donna-60775693/[/url] ([url]http://napoli.repubblica.it/cronaca/2013/06/10/news/cade_un_albero_muore_donna-60775693/[/url])

madre santissima.......

cmq queste merde del comune la città la tengono il cesso....non è possibile crepare così...per non c'hai i soldi per i giardinieri.

le strade fanno schifo e se giri in moto te la rischi con molte buche che sono mini-voragini:è come se prendi un muretto di di 20-30 cm.

anche a via tasso un albero decapitò una persona 4-5 anni fa,hanno rotto il cazzo.
Questa è roba da far saltare molte teste al comune.
politici di merda,ci vogliono solo le bombe per queste latrine,monnezze.
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: acquaLOTA - 11 Giugno, 2013, 14:03:06 pm
madre santissima.......

cmq queste merde del comune la città la tengono il cesso....non è possibile crepare così...per non c'hai i soldi per i giardinieri.

le strade fanno schifo e se giri in moto te la rischi con molte buche che sono mini-voragini:è come se prendi un muretto di di 20-30 cm.

anche a via tasso un albero decapitò una persona 4-5 anni fa,hanno rotto il cazzo.
Questa è roba da far saltare molte teste al comune.
politici di merda,ci vogliono solo le bombe per queste latrine,monnezze.
un commento da vero grillino. peccato che ci siano i dirigenti comunali preposti che sono tutto fuorché politici. o pensate che il comune sia solo sindaco e qualche assessore?

spero che la magistratura indaghi e trovi i colpevoli che meritano di andare in galera anche se ho il timore che si finisca come con la storia del palo della luce a via caracciolo dove sono state condannate due persone di acea se non sbaglio ma che non hanno fatto nemmeno un giorno di galera...
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: ZEFIRO - 11 Giugno, 2013, 14:54:11 pm
un commento da vero grillino. peccato che ci siano i dirigenti comunali preposti che sono tutto fuorché politici. o pensate che il comune sia solo sindaco e qualche.....
senti gioia......vedi dove devi andare a fare polemica tu,i grillini, berlusconi e i tutti i comici italiani professionisti e non.....

io un assessore già lo ho messo al muro,non so nemmeno di che cazzo di partito era,perchè mi rompeva che la sua donna me la sono bella che scopata e riscopata.....

fosse per me piazza plebiscito o torna ad essere un parcheggio o ancora meglio ci mettiamo una decina di ghigliottine a tagliare la testa della gente che rompe i coglioni.....e non mi riferisco a te che probabilmente non sei nessuno.
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: Starfred - 11 Giugno, 2013, 14:57:44 pm
io un assessore già lo ho messo al muro,non so nemmeno di che cazzo di partito era,perchè mi rompeva che la sua donna me la sono bella che scopata e riscopata.....

addirittura

beato te
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: falceEmarcello - 11 Giugno, 2013, 14:59:48 pm
bucchinaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaa'
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: ZEFIRO - 11 Giugno, 2013, 15:05:37 pm
addirittura

beato te
niente di che.....una zoccola di paese ai primi anni di università........e quello che mi rompeva ancora il cazzo....
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: Starfred - 11 Giugno, 2013, 15:06:55 pm
niente di che.....una zoccola di paese ai primi anni di università........e quello che mi rompeva ancora il cazzo....
cioè ti rompeva il cazzo per esserti chiavato la moglie anni fa quando non era la moglie ?
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: acquaLOTA - 11 Giugno, 2013, 15:10:56 pm
senti gioia......vedi dove devi andare a fare polemica tu,i grillini, berlusconi e i tutti i comici italiani professionisti e non.....

io un assessore già lo ho messo al muro,non so nemmeno di che cazzo di partito era,perchè mi rompeva che la sua donna me la sono bella che scopata e riscopata.....

fosse per me piazza plebiscito o torna ad essere un parcheggio o ancora meglio ci mettiamo una decina di ghigliottine a tagliare la testa della gente che rompe i coglioni.....e non mi riferisco a te che probabilmente non sei nessuno.

ma da dove cazzo sei uscito tu?  :rotfl:
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: ZEFIRO - 11 Giugno, 2013, 15:17:37 pm
cioè ti rompeva il cazzo per esserti chiavato la moglie anni fa quando non era la moglie ?
ti rendi conto?
diverse volte non ho risposto...poi ho agito.....con forza e classe.
non se l'aspettava il coglione,ma in pubblico devi starmi ad un palmo dal culo sennò sono cazzi....
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: Starfred - 11 Giugno, 2013, 15:19:26 pm
ti rendi conto?
diverse volte non ho risposto...poi ho agito.....con forza e classe.
non se l'aspettava il coglione,ma in pubblico devi starmi ad un palmo dal culo sennò sono cazzi....

hai fatto bene.
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: ZEFIRO - 11 Giugno, 2013, 15:33:08 pm
Tragedia a Napoli, cade un albero, muore una donna

[url]http://napoli.repubblica.it/cronaca/2013/06/10/news/cade_un_albero_muore_donna-60775693/[/url] ([url]http://napoli.repubblica.it/cronaca/2013/06/10/news/cade_un_albero_muore_donna-60775693/[/url])

cmq è assurdo.
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: cavallopazzo - 12 Giugno, 2013, 00:14:45 am
E iss  :rotfl:
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: Ciù per cortesia - 12 Giugno, 2013, 00:19:08 am
Zefiro sei il mio nuovo idolo, fai pariare pesante.  :rotfl: :rotfl:
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: cavallopazzo - 12 Giugno, 2013, 00:28:18 am
ti rendi conto?
diverse volte non ho risposto...poi ho agito.....con forza e classe.
non se l'aspettava il coglione,ma in pubblico devi starmi ad un palmo dal culo sennò sono cazzi....
scopala
scopola
scopala più forte
oooooooo zefiro scopala più forte!
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: acquaLOTA - 12 Giugno, 2013, 00:46:59 am
ma l'assessore poi ti ha dato la delega a scopartela?
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: bluedonkey88 - 12 Giugno, 2013, 02:23:35 am
Napoli,la nostra città........



.....proprio in questo momento è zompato un negozio a 50 metri da casa mia :cheers:
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: ZEFIRO - 12 Giugno, 2013, 11:54:39 am

scopala
scopola
scopala più forte
oooooooo zefiro scopala più forte!
zitto che devo stare in astinenza forzata quasi una settimana e chissà se non la perdo l'ultima che stavo vedendo......
Una bionda di gran classe molto troia,non penso che aspetterà il recupero delle mie finanze.....ma in questo periodo ho molte spese e non posso correre dietro alle donne....con gli assegni alimentari non si scherza e mia madre già mi ha mandato a ffanculo....
Con la bionda ho fatto il vago,ho detto che andavo fuori per lavoro e me ne sono andato da mammà a risparmiare su spesa e bollette,penso che però abbia abboccato.Il punto è che con questo caldo sicuro escono fuori gli squali invernali,che si sono massacrati di seghe st'inverno e ora hanno il portafoglio gonfio pronti a portarsi le troie in giro....
Probabilmente al rientro nell'arena dovrò muovermi in incognito,ma almeno altri 2-3 giri con lei voglio farmeli.
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: cavallopazzo - 12 Giugno, 2013, 12:13:31 pm
zitto che devo stare in astinenza forzata quasi una settimana e chissà se non la perdo l'ultima che stavo vedendo......
Una bionda di gran classe molto troia,non penso che aspetterà il recupero delle mie finanze.....ma in questo periodo ho molte spese e non posso correre dietro alle donne....con gli assegni alimentari non si scherza e mia madre già mi ha mandato a ffanculo....
Con la bionda ho fatto il vago,ho detto che andavo fuori per lavoro e me ne sono andato da mammà a risparmiare su spesa e bollette,penso che però abbia abboccato.Il punto è che con questo caldo sicuro escono fuori gli squali invernali,che si sono massacrati di seghe st'inverno e ora hanno il portafoglio gonfio pronti a portarsi le troie in giro....
Probabilmente al rientro nell'arena dovrò muovermi in incognito,ma almeno altri 2-3 giri con lei voglio farmeli.
io voglio sapere di più sul fatto degli squali, racconta meglio.
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: falceEmarcello - 12 Giugno, 2013, 12:17:07 pm
zitto che devo stare in astinenza forzata quasi una settimana e chissà se non la perdo l'ultima che stavo vedendo......
Una bionda di gran classe molto troia,non penso che aspetterà il recupero delle mie finanze.....ma in questo periodo ho molte spese e non posso correre dietro alle donne....con gli assegni alimentari non si scherza e mia madre già mi ha mandato a ffanculo....
Con la bionda ho fatto il vago,ho detto che andavo fuori per lavoro e me ne sono andato da mammà a risparmiare su spesa e bollette,penso che però abbia abboccato.Il punto è che con questo caldo sicuro escono fuori gli squali invernali,che si sono massacrati di seghe st'inverno e ora hanno il portafoglio gonfio pronti a portarsi le troie in giro....
Probabilmente al rientro nell'arena dovrò muovermi in incognito,ma almeno altri 2-3 giri con lei voglio farmeli.

Ma che lavoro fai ?
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: bluedonkey88 - 12 Giugno, 2013, 15:24:53 pm
Napoli,la nostra città........



.....proprio in questo momento è zompato un negozio a 50 metri da casa mia :cheers:



Portici, bomba del racket distrugge un bar


NAPOLI. In pieno centro, a Portici, nel napoletano, il bar “Saint Vincent” di Corso Garibaldi, è stato distrutto da una bomba carta. 

Tirata davanti locale, l’ordigno ha mandando in frantumi la vetrina e danneggiato la saracinesca. Distrutti anche gli interni, compresi i banconi e le macchine per il caffè.  Sul posto sono accorsi i vigili del fuoco che hanno messo in sicurezza il locale e gli appartamenti dello stabile. Frammenti dell’ordigno sono stati ritrovati davanti al locale.

La pista seguita dagli inquirenti  è quella di un attentato e non si esclude la matrice camorristica. I titolari del bar sono incensurati. Ai militari hanno dichiarato di non aver mai ricevuto richieste estorsive. La verità potrebbe arrivare dalle riprese effettuate da una telecamera posta nei pressi del locale.


Portici (NA) - Bomba del racket distrugge un bar (12.06.13) (http://www.youtube.com/watch?v=W4ibhPm7gcE#ws)
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: ZEFIRO - 12 Giugno, 2013, 16:33:46 pm
"non hanno mai ricevuto richieste estorsive".

Nulla da dire,stallo totale:tu non mi proteggi io non parlo.Ieri anche ad Ercolano si è ammazzato uno,mi sembra un fioraio,o lo hanno ucciso....non ho capito....
Questa è la crisi del '29,con i tassi all'1,25 e il denaro che si brucia subito perchè non vale un cazzo...e le mafie si ingrassano.

Uagliù voglio lo Sterminator Vesevo in azione:tabula rasa,un nuovo inizio.Ormai ci resta solo la figa,che con lo stress dilagante è più a buon mercato.
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: bluedonkey88 - 12 Giugno, 2013, 17:34:57 pm
"non hanno mai ricevuto richieste estorsive".

Nulla da dire,stallo totale:tu non mi proteggi io non parlo.Ieri anche ad Ercolano si è ammazzato uno,mi sembra un fioraio,o lo hanno ucciso....non ho capito....
Questa è la crisi del '29,con i tassi all'1,25 e il denaro che si brucia subito perchè non vale un cazzo...e le mafie si ingrassano.

Uagliù voglio lo Sterminator Vesevo in azione:tabula rasa,un nuovo inizio.Ormai ci resta solo la figa,che con lo stress dilagante è più a buon mercato.


E' salito nell ufficio del sindaco,si è chiavato una fune in ganno,l'ha attaccata al balcone e non contento si è pure cosparso di benzina ,si è dato fuoco e infine s'è menato acopp' abbascio.
Non gli avevano concesso una licenza per aprire un negozio...
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: cavallopazzo - 12 Giugno, 2013, 17:37:37 pm

E' salito nell ufficio del sindaco,si è chiavato una fune in ganno,l'ha attaccata al balcone e non contento si è pure cosparso di benzina ,si è dato fuoco e infine s'è menato acopp' abbascio.
Non gli avevano concesso una licenza per aprire un negozio...
viviamo in un contesto dove tutti i pachistani e sfaccimma sschiattano le bancarele in ogni dove e vendono ed i vigili zitt e mut.... per aprire un negozio... tra scia certificato di agibilità lavori interni ecc ci vuole un casino di denari..e se appoggia la pezze ed il secchio sul marciapiede poi ti fanno la multa... insomma... è normale che uno sclera poi...
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: rickyrich91 - 12 Giugno, 2013, 17:55:56 pm
viviamo in un contesto dove tutti i pachistani e sfaccimma sschiattano le bancarele in ogni dove e vendono ed i vigili zitt e mut.... per aprire un negozio... tra scia certificato di agibilità lavori interni ecc ci vuole un casino di denari..e se appoggia la pezze ed il secchio sul marciapiede poi ti fanno la multa... insomma... è normale che uno sclera poi...

a me sto vecchio non mi fa neanche un po di pena....uno s'accir perchè non gli danno la licenza di occupazione di suolo pubblico??ma stamm pazziann...e tutti quei ridicoli di la che addirittura hanno fatto la raccolta firme x cacciare il sindaco....ma jatvenn a fancul
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: ZEFIRO - 12 Giugno, 2013, 18:01:06 pm
viviamo in un contesto dove tutti i pachistani e sfaccimma sschiattano le bancarele in ogni dove e vendono ed i vigili zitt e mut.... per aprire un negozio... tra scia certificato di agibilità lavori interni ecc ci vuole un casino di denari..e se appoggia la pezze ed il secchio sul marciapiede poi ti fanno la multa... insomma... è normale che uno sclera poi...
infatti...questi ormai vanno a caccia di lavoro,stipendi miseri e gli fregano il posto a un mucchio di gente.
Sinceramente non è bello vedere certe cose,anche perchè poi spesso non sanno fare gli ospiti in casa altrui.....cmq. quando ho potuto un paio di sfizi me li sono levati.
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: nickwire - 12 Giugno, 2013, 20:03:15 pm
Ah uagliù, approposito: ma è vero che la gelateria Polo Nord ha chiuso? :look:
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: ZEFIRO - 12 Giugno, 2013, 20:51:36 pm
Ah uagliù, approposito: ma è vero che la gelateria Polo Nord ha chiuso? :look:
no..............quella che ha chiuso è la Polo Sud.....è sempre la stessa storia.....
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: Sam Ent - 18 Giugno, 2013, 16:05:30 pm
http://napoli.repubblica.it/cronaca/2013/06/15/news/cresce_la_distanza_nord_sud_nei_redditi_milano_doppia_napoli-61163070/ (http://napoli.repubblica.it/cronaca/2013/06/15/news/cresce_la_distanza_nord_sud_nei_redditi_milano_doppia_napoli-61163070/)


al netto del mio essere cazzaro e finto polentone mi verrebbero da fare molte considerazioni ( soprattutto alla luce di alcuni fatti appurati nell'ultima settimana ) ma so che la si prenderebbe a pazziare tirando in ballo i luoghi comuni lombardi (cosa che per pazzià faccio pure io eh).

Solo che quando te si fatt nu mazz assurdo per 10 anni e vedi che il rapporto di stipendio e di carriera è di 3 ad 1 ( e non sto esagerando per eccesso ), non c'è nebbia o pucundria che tenga. Napoli è per un elite; gli altri è meglio che la vedano solo in vacanza.
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: acquaLOTA - 18 Giugno, 2013, 16:23:54 pm
insomma fuggite tutti...  :maronn:
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: Sam Ent - 18 Giugno, 2013, 16:41:03 pm
insomma fuggite tutti...  :maronn:

No. Se fai parte di quell'elite o hai un modo per entrarci in pianta stabile, non fuggire. Se hai soldi e molto tempo per spenderli, napoli è la migliore città di italia, distanziando d'anni luce i caffè armani e just cavalli di milano o la mondanità stile "grande bellezza" di Roma.
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: peppe9 - 18 Giugno, 2013, 16:43:04 pm
No. Se fai parte di quell'elite o hai un modo per entrarci in pianta stabile, non fuggire. Se hai soldi e molto tempo per spenderli, napoli è la migliore città di italia, distanziando d'anni luce i caffè armani e just cavalli di milano o la mondanità stile "grande bellezza" di Roma.
La vedo esattamente come te. Chi ha la possibilità ed è un "fortunato" deve restare a Napoli, altrimenti la nostra città diventa un incubo.
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: kowalski - 22 Giugno, 2013, 23:50:08 pm
Per rilanciare l'immagine del Museo di arte contemporanea di Napoli, si è deciso di assegnare allo studio grafico milanese Leftloft, per il costo di 20 mila euro, la progettazione di un nuovo logo per il museo, essendo il vecchio logo ormai obsoleto.

(http://www.decumani.com/img/gall/776285584/1270567777602.jpg) (vecchio logo)

Il nuovo logo che farà rinascere a nuovi splendori il museo di Largo Donnaregina, frutto del sudore delle menti di cotanti creativi, è pertanto questo qui:

(http://corrieredelmezzogiorno.corriere.it/campania/media/foto/2013/06/21/madre--180x140.jpg?v=20130621121604)

 :look:
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: Starfred - 22 Giugno, 2013, 23:51:29 pm
Ahahahahhaha
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: Gerardo Petti - 23 Giugno, 2013, 16:31:18 pm
 :look:
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: Corrado Rubaino - 23 Giugno, 2013, 16:48:19 pm
:look:


(http://oi42.tinypic.com/okoldj.jpg)













 :look:
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: Gerardo Petti - 23 Giugno, 2013, 16:53:52 pm
([url]http://oi42.tinypic.com/okoldj.jpg[/url])















 :look:



e questo è il primo messaggio......cominciamo bene.... :asd:
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: Gerardo Petti - 23 Giugno, 2013, 16:54:42 pm
fa che è già tornato starfred???

 :asd: :asd:
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: Corrado Rubaino - 23 Giugno, 2013, 17:03:32 pm
fa che è già tornato starfred???

 :asd: :asd:

 :mhh: Sono un ladro, mica una sciantosa.
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: Gerardo Petti - 23 Giugno, 2013, 17:05:02 pm
:mhh: Sono un ladro, mica una sciantosa.


invece che come ladro.....avresti riscosso più successo come la-do   :lookair: :lookair:
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: Corrado Rubaino - 23 Giugno, 2013, 17:09:55 pm

invece che come ladro.....avresti riscosso più successo come la-do   :lookair: :lookair:

laido
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: SalvyTheCrow - 29 Giugno, 2013, 12:07:31 pm
http://www.lastampa.it/2013/06/27/cultura/arte/il-piccolo-museo-di-napoli-che-batte-i-giganti-9gKBNbMNmsPBYvWtxW67hM/pagina.html (http://www.lastampa.it/2013/06/27/cultura/arte/il-piccolo-museo-di-napoli-che-batte-i-giganti-9gKBNbMNmsPBYvWtxW67hM/pagina.html)

fatelo sapere a Mario Gomez  :look:
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: vechabla - 29 Giugno, 2013, 12:28:13 pm
[url]http://www.lastampa.it/2013/06/27/cultura/arte/il-piccolo-museo-di-napoli-che-batte-i-giganti-9gKBNbMNmsPBYvWtxW67hM/pagina.html[/url] ([url]http://www.lastampa.it/2013/06/27/cultura/arte/il-piccolo-museo-di-napoli-che-batte-i-giganti-9gKBNbMNmsPBYvWtxW67hM/pagina.html[/url])

fatelo sapere a Mario Gomez  :look:

Assolutamente meritato.Io ci sono stato un paio di volte,e il Cristo Velato è una della cose più belle che abbia mai visto in vita mia...
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: djcarmine - 29 Giugno, 2013, 13:04:57 pm
ah quindi a napoli ci sono opere d'arte?

se ci fosse una classe dirigente in grado di far conoscere napoli al mondo almeno 1/10 di quanto meriterebbe, sulla cappella di sansevero ci avrebbero già fatto qualche costoso thriller e mill'lire da hollywood
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: Ragionier Cuckoldullo - 29 Giugno, 2013, 13:10:57 pm
ah quindi a napoli ci sono opere d'arte?

se ci fosse una classe dirigente in grado di far conoscere napoli al mondo almeno 1/10 di quanto meriterebbe, sulla cappella di sansevero ci avrebbero già fatto qualche costoso thriller e mill'lire da hollywood

zitt che poi mi devo fare pure la coda ai varchi a Capodichino, non basta quella a Venezia dove i giapponesi mongoloidi vanno ever and ever a guardarsi la laguna fetente...
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: DIECU - 05 Luglio, 2013, 15:45:09 pm
__________//

NAPULE1
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: napoletanocrociato - 22 Luglio, 2013, 19:33:08 pm
Ponte di Castellino al Vomero: in 6 giorni 3 suicidi!

Il presidente della municipalità del Vomero, Coppeto: "Si faccia qualcosa o presidierò il ponte 24 ore su 24"


www.youtube.com/watch?v=GXVRwv-8m5Q (http://www.youtube.com/watch?v=GXVRwv-8m5Q)
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: Ciù per cortesia - 03 Ottobre, 2013, 20:14:39 pm
http://youmedia.fanpage.it/video/ac/UdLppeSwGMkCwu60 (http://youmedia.fanpage.it/video/ac/UdLppeSwGMkCwu60)


tiè tiè  :alla:
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: Dhu - 09 Ottobre, 2013, 22:38:12 pm
Mi sento molto forgioniano a dirlo, ma Napoli è nella top 77 delle 7 Città meraviglie del mondo, dopo le prime due fasi di votazione:
https://www.new7wonders.com/en/cities (https://www.new7wonders.com/en/cities)

Unica italiana assieme a Roma. Adesso un pannello di esperti :look: le ridurrà a 28.

Tra quelle che avevo votato io non son passate Kathmandu e Timbuktù :nono:
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: Alemao - 11 Ottobre, 2013, 18:55:58 pm
De Magistris si paragona a Higuain e quello su infortuna. Lo dicevo che è un menagramo, roba da film di Lino Banfi.
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: vechabla - 12 Ottobre, 2013, 18:39:46 pm
http://video.ilmattino.it/index.jsp?videoId=14810&sectionId=22&t=buenos-aires-tutti-cantano-funicul%C3%83%C2%AC-funicul%C3%83 (http://video.ilmattino.it/index.jsp?videoId=14810&sectionId=22&t=buenos-aires-tutti-cantano-funicul%C3%83%C2%AC-funicul%C3%83)

 :asd:
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: djcarmine - 12 Ottobre, 2013, 19:51:19 pm
[url]http://video.ilmattino.it/index.jsp?videoId=14810&sectionId=22&t=buenos-aires-tutti-cantano-funicul%C3%83%C2%AC-funicul%C3%83[/url] ([url]http://video.ilmattino.it/index.jsp?videoId=14810&sectionId=22&t=buenos-aires-tutti-cantano-funicul%C3%83%C2%AC-funicul%C3%83[/url])

 :asd:


che differenza però, i passeggeri cantano e ballano rint a metropolitana, qua invece gli avrebbero scassato la chitarra aret e rin' e non avrebbe abbuscato nemmeno un centesimo
Titolo: Napoli, la nostra città
Inserito da: falceEmarcello - 12 Ottobre, 2013, 20:39:53 pm
[url]http://video.ilmattino.it/index.jsp?videoId=14810&sectionId=22&t=buenos-aires-tutti-cantano-funicul%C3%83%C2%AC-funicul%C3%83[/url] ([url]http://video.ilmattino.it/index.jsp?videoId=14810&sectionId=22&t=buenos-aires-tutti-cantano-funicul%C3%83%C2%AC-funicul%C3%83[/url])

 :asd:


Spettacoloooooo
Ecco fateglielo vedere a quei puzzati di fame dei tifosi del milan e similari, e pur a chill 4 sciem ra curva che preferiscono solidarizzare invece che prendere le distanze da gente che culturalmente, storicamente e socialmente c'hanna fa' sul nu grandissim bucchin
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: kowalski - 10 Novembre, 2013, 18:37:46 pm
http://www.ilmattino.it/napoli/napoli_certosa_san_martino_orto_abusivo_sovrintendente/notizie/352768.shtml (http://www.ilmattino.it/napoli/napoli_certosa_san_martino_orto_abusivo_sovrintendente/notizie/352768.shtml)

http://napoli.repubblica.it/cronaca/2013/11/10/foto/certosa_di_san_martino_le_immagini_dell_abuso-70627411/1/?ref=HRESS-1#1 (http://napoli.repubblica.it/cronaca/2013/11/10/foto/certosa_di_san_martino_le_immagini_dell_abuso-70627411/1/?ref=HRESS-1#1)


Solo qua ci si può permettere di fare 'ste cose.  :maronn:
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: raistlin980 - 11 Novembre, 2013, 01:02:29 am
Ma sul trabiccolo in cemento ancora ancora capisco pure. Pure sui condizionatori posso fare uno sforzo di comprensione, per quanto un povero dio avrà diritto a rinfrescarsi/riscaldarsi (e credo che il problema lì sia più il freddo che il caldo).

Ma la struttura in legno francamente mi pare na cosa abbastanza risibile, visto che il cristiano là dentro ci abita (o almeno ha in usufrutto l'appartamento, con annessa terrazza).

Avesse fatto na struttura in ferro, in alluminio, cos'... capirei. Ma quattro pezzi di legno non mi pare siano questa tragedia. O meglio, possono anche esserlo, ma allora non far campare le persone nella struttura.
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: kowalski - 11 Novembre, 2013, 09:05:08 am
Ma sul trabiccolo in cemento ancora ancora capisco pure. Pure sui condizionatori posso fare uno sforzo di comprensione, per quanto un povero dio avrà diritto a rinfrescarsi/riscaldarsi (e credo che il problema lì sia più il freddo che il caldo).

Ma la struttura in legno francamente mi pare na cosa abbastanza risibile, visto che il cristiano là dentro ci abita (o almeno ha in usufrutto l'appartamento, con annessa terrazza).

Avesse fatto na struttura in ferro, in alluminio, cos'... capirei. Ma quattro pezzi di legno non mi pare siano questa tragedia. O meglio, possono anche esserlo, ma allora non far campare le persone nella struttura.
Ma dalle foto si vede che la struttura è ingombrante e ben visibile, e altera sostanzialmente l'aspetto di un bene storico-architettonico. Sarà anche vero che il soprintendente vive lì dentro, ma non è che possa comunque farci tutto ciò che gli pare.
Il ruolo di questo tizio è proprio tutelare e preservare il bene che ha invece danneggiato, sia pure temporaneamente.
Perché lo ha fatto? Perché evidentemente pensa che da queste parti a nessuno gliene fotta niente.
Persino i soprintendenti che vengono a tutelare i nostri monumenti cadono preda del teorema della finestra rotta, che dalle nostre parti trova la sua massima applicazione.
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: acquaLOTA - 11 Novembre, 2013, 10:40:45 am
Pure sui condizionatori posso fare uno sforzo di comprensione, per quanto un povero dio avrà diritto a rinfrescarsi/riscaldarsi (e credo che il problema lì sia più il freddo che il caldo).



ma anche no.
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: calvin - 20 Dicembre, 2013, 10:32:28 am
(http://static.fanpage.it/socialmediafanpage/wp-content/uploads/2013/12/MAMT-300x225.jpg)
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: FistingTopo - 20 Dicembre, 2013, 15:22:41 pm
([url]http://static.fanpage.it/socialmediafanpage/wp-content/uploads/2013/12/MAMT-300x225.jpg[/url])


 :rotfl:
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: Ragionier Cuckoldullo - 20 Dicembre, 2013, 16:10:22 pm
mi piace pensare che l'abbiano fatto apposta. Anche perchè non possono non averci pensato :look:
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: peppe9 - 20 Dicembre, 2013, 17:16:03 pm
 :rotfl: :rotfl: :rotfl:
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: kolor - 13 Gennaio, 2014, 12:36:56 pm
Ahh come mi fa godere questo sindaco di napoli, che quando si sono lamentati per la strada (via belvedere) sporca di cacca di cane, dove il figlio va a scuola, ha fatto subito scattare il piano per Vomero e Arenella...dovrà finire il mandato prima o poi per sto pappone.
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: luisTHEbig - 13 Gennaio, 2014, 13:09:43 pm
Ahh come mi fa godere questo sindaco di napoli, che quando si sono lamentati per la strada (via belvedere) sporca di cacca di cane, dove il figlio va a scuola, ha fatto subito scattare il piano per Vomero e Arenella...dovrà finire il mandato prima o poi per sto pappone.
non mi riferisco a te, ma io tutto questa astio nei confronti di de magistris non lo capisco, per me tutto sommato sta facendo cose buone in un contesto da terzo mondo e in condizioni economiche da sesto mondo.
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: isab1987 - 13 Gennaio, 2014, 13:12:59 pm
non mi riferisco a te, ma io tutto questa astio nei confronti di de magistris non lo capisco, per me tutto sommato sta facendo cose buone in un contesto da terzo mondo e in condizioni economiche da sesto mondo.
:sisi:
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: kolor - 13 Gennaio, 2014, 13:24:20 pm
non mi riferisco a te, ma io tutto questa astio nei confronti di de magistris non lo capisco, per me tutto sommato sta facendo cose buone in un contesto da terzo mondo e in condizioni economiche da sesto mondo.

sta facendo bene perchè semplicemente non ha fatto nulla, partendo dai famosi incontri con i cittadini per finire con la raccolta differenziata...e ovvio che chi non fa nulla riesce a sbagliare meno, diciamo che De Magistris è meno visibile in questo...tranne quando lo vedi al San Paolo.
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: domyssj - 13 Gennaio, 2014, 14:40:43 pm
quoto kolor, praticamente oltre la ZTL, che se non abiti al centro e ti godi le passeggiate tutti i giorni magari rompe pure un poco il cazzo, e pittare le bici per terra spacciandole per piste ciclabili non è che abbia fatto altro.

Anzi forse se possibile sta riuscendo ad isolare ancora di più le periferie.

Poi vogliamo dire che non è colpa sua, ma cmq non ha fatto un cazzo di quello che ha promesso.

Però come PR è bravo, l'american cup e i capodanni erano checazzi.
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: Massimo Mauro - 13 Gennaio, 2014, 14:42:23 pm
quoto kolor, praticamente oltre la ZTL, che se non abiti al centro e ti godi le passeggiate tutti i giorni magari rompe pure un poco il cazzo, e pittare le bici per terra spacciandole per piste ciclabili non è che abbia fatto altro.

Anzi forse se possibile sta riuscendo ad isolare ancora di più le periferie.

Poi vogliamo dire che non è colpa sua, ma cmq non ha fatto un cazzo di quello che ha promesso.

Però come PR è bravo, l'american cup e i capodanni erano checazzi.
Isolare le periferie è cosa buona e giusta :look:
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: domyssj - 13 Gennaio, 2014, 14:44:20 pm
Isolare le periferie è cosa buona e giusta :look:
pure tu sei periferia se ricordo dove stai ( :look:), intendo qualsiasi cosa non sia vomero-centrostorico+llungomare  :asd:
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: Romano Malaspina - 13 Gennaio, 2014, 15:19:51 pm
pure tu sei periferia se ricordo dove stai ( :look:), intendo qualsiasi cosa non sia vomero-centrostorico+llungomare  :asd:

buvero: bronx = secondigliano: upper east side
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: isab1987 - 13 Gennaio, 2014, 15:28:27 pm
ma infatti mi rendo conto che ha tralasciato zone vaste (vedi fuorigrotta che è un grosso gabinetto a cielo aperto), ma da vomerese, onestamente non posso non rivotarlo, nonostante abbbia fatto anche lui le sue belle porcherie
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: TOTORE-RASTAMAN - 13 Gennaio, 2014, 15:30:28 pm
ma infatti mi rendo conto che ha tralasciato zone vaste (vedi fuorigrotta che è un grosso gabinetto a cielo aperto), ma da vomerese, onestamente non posso non rivotarlo, nonostante abbbia fatto anche lui le sue belle porcherie
Ha gettato le basi per tante cose che si notano poco ma sono fondamentali, tipo levare da mezzo tutta la casta del pd napoletano e vari appaltatori in odore di camorra.
Fosse solo per questo ma io lo rivoto.
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: Massimo Mauro - 13 Gennaio, 2014, 15:44:10 pm
pure tu sei periferia se ricordo dove stai ( :look:), intendo qualsiasi cosa non sia vomero-centrostorico+llungomare  :asd:
Corso Garibaldi  :patt:
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: acquaLOTA - 13 Gennaio, 2014, 16:25:03 pm
quoto kolor, praticamente oltre la ZTL, che se non abiti al centro e ti godi le passeggiate tutti i giorni magari rompe pure un poco il cazzo, e pittare le bici per terra spacciandole per piste ciclabili non è che abbia fatto altro.

Anzi forse se possibile sta riuscendo ad isolare ancora di più le periferie.

Poi vogliamo dire che non è colpa sua, ma cmq non ha fatto un cazzo di quello che ha promesso.

Però come PR è bravo, l'american cup e i capodanni erano checazzi.
sta facendo bene perchè semplicemente non ha fatto nulla, partendo dai famosi incontri con i cittadini per finire con la raccolta differenziata...e ovvio che chi non fa nulla riesce a sbagliare meno, diciamo che De Magistris è meno visibile in questo...tranne quando lo vedi al San Paolo.

non ha fatto nulla?


bah!


se volete vi faccio un elenco di tutte le cose che sta facendo, prima fra tutte aver salvato napoli dal dissesto (= fallimento).


perché forse lo dimenticate che se non ci sono soldi non si cantano messe. eppur enonostante ciò la differenziata porta a porta arrivera a servire 500 mila abitanti entro quest'anno (metà della popolazione napoletana).


poi arriva il giornale e fa l'articoletto su una iniziativa sulle deiezioni canine (che è una cosa sperimentale ma applicata in tanti altri contesti italiani spacciandola invece per "unicum napoletano" e le persone credono che sia l'unica cosa che il sindaco ha fatto per napoli).


guarda caso invece viene ripristinato il servizio funebre comunale del caro estinto e i giornalai a stento ne parlano.


mi dite poi in quale modo avrebbe isolato le periferie più di prima? attendo risposte.


mi rendo conto che informarvi senza leggere i quotidianetti locali (dal gossipparo mappino al obiettivissimo "corriere del mezzogiorno") risulti difficile però dire frasi del tipo "a parte ztl e piste ciclabili non ha fatto" fa onestamente ridere.


ps

per domissy le biciclettine non sono la pista ciclabile (l'unica pista sta tra via partenope e bagnoli): le biciclettine indicano un percorso ciclabile sono un "suggerimento".

Ahh come mi fa godere questo sindaco di napoli, che quando si sono lamentati per la strada (via belvedere) sporca di cacca di cane, dove il figlio va a scuola, ha fatto subito scattare il piano per Vomero e Arenella...dovrà finire il mandato prima o poi per sto pappone.
a parte poi che il piano è giunto su proposta della municipalità e del presidente coppeto  :asd:.

ma poi se de magistris è un pappone...
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: luisTHEbig - 13 Gennaio, 2014, 16:28:58 pm
non ha fatto nulla?


bah!


se volete vi faccio un elenco di tutte le cose che sta facendo, prima fra tutte aver salvato napoli dal dissesto (= fallimento).


perché forse lo dimenticate che se non ci sono soldi non si cantano messe. eppur enonostante ciò la differenziata porta a porta arrivera a servire 500 mila abitanti entro quest'anno (metà della popolazione napoletana).


poi arriva il giornale e fa l'articoletto su una iniziativa sulle deiezioni canine (che è una cosa sperimentale ma applicata in tanti altri contesti italiani spacciandola invece per "unicum napoletano" e le persone credono che sia l'unica cosa che il sindaco ha fatto per napoli).


guarda caso invece viene ripristinato il servizio funebre comunale del caro estinto e i giornalai a stento ne parlano.
infatti, la cosa + importante è che senza denari nun se cantano messe!!! e noi questo lo dimentichiamo....per me, il sindaco sta friggendo il pesce con l' acqua, ma sta facendo bene; sicuramente meglio di tutta la merda che è venuta prima di lui...
poi ogni volta esce fuori sta storia dell ztl, secondo me è la cosa + grande ed intelligente che potesse fare: confrontate il lungomare in questo periodo con quello di 3-4 anni fa e fatemi sapere...
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: Lovercraft - 06 Febbraio, 2014, 11:24:49 am
A me ste cose mi fanno girare le palle vorticosamente:

http://video.repubblica.it/edizione/napoli/donna-aggredita-nessuno-reagisce-la-difende-solo-un-immigrato/154993/153493 (http://video.repubblica.it/edizione/napoli/donna-aggredita-nessuno-reagisce-la-difende-solo-un-immigrato/154993/153493)

Mo tanto di cappello al ragazzo di colore, ma per quale motivo questa merda schifosa di repubblica deve far passare il messaggio che questo e' stato l'unico ad aiutare? Ma quanto fa schifo sto giornale, ci fa pure il titolone a centro pagina.
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: domyssj - 06 Febbraio, 2014, 11:33:17 am
A me ste cose mi fanno girare le palle vorticosamente:

[url]http://video.repubblica.it/edizione/napoli/donna-aggredita-nessuno-reagisce-la-difende-solo-un-immigrato/154993/153493[/url] ([url]http://video.repubblica.it/edizione/napoli/donna-aggredita-nessuno-reagisce-la-difende-solo-un-immigrato/154993/153493[/url])

Mo tanto di cappello al ragazzo di colore, ma per quale motivo questa merda schifosa di repubblica deve far passare il messaggio che questo e' stato l'unico ad aiutare? Ma quanto fa schifo sto giornale, ci fa pure il titolone a centro pagina.
non ho visto il video ma perchè, cosa c'è di falso nella notizia? :look:
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: acquaLOTA - 06 Febbraio, 2014, 11:34:20 am
Oddio io nel video vedo che l'Africano è l'unico che lotta per non far scappare il malfattore mentre gli altri stanno la a guardare e addirittura si accertano dello stato di salute dello scippatore :look:...

Quindi il titolo non e proprio fuori luogo... Siamo una città di omertosi...
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: Lovercraft - 06 Febbraio, 2014, 11:37:17 am
non ho visto il video ma perchè, cosa c'è di falso nella notizia? :look:

Che ci sta gente che soccorre la tizia, gente che prova a chiamare la polizia, gente che aiza il motorino. Insomma mi pare na situazione normale, non vedo cosa altro doveva succedere e non vedo perche' bisogna far passare sto messaggio di merda.
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: domyssj - 06 Febbraio, 2014, 11:38:39 am
Che ci sta gente che soccorre la tizia, gente che prova a chiamare la polizia, gente che aiza il motorino. Insomma mi pare na situazione normale, non vedo cosa altro doveva succedere e non vedo perche' bisogna far passare sto messaggio di merda.

Citazione
Oddio io nel video vedo che l'Africano è l'unico che lotta per non far scappare il malfattore mentre gli altri stanno la a guardare e addirittura si accertano dello stato di salute dello scippatore :look:...

Quindi il titolo non e proprio fuori luogo... Siamo una città di omertosi...

 :look:
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: acquaLOTA - 06 Febbraio, 2014, 11:40:42 am
Che ci sta gente che soccorre la tizia, gente che prova a chiamare la polizia, gente che aiza il motorino. Insomma mi pare na situazione normale, non vedo cosa altro doveva succedere e non vedo perche' bisogna far passare sto messaggio di merda.
perche l'Africano e l'unico che prova a bloccare il motorino... gli altri non fanno nulla e fanno scappare il malfattore senza opporsi.

Io lo avrei lasciato a terra sotto il motorino e gli avrei sputato addosso ese si muoveva lo intorzavo di calci fino all'arrivo delle forze dell'ordine.

Sta gente va umiliata e invece vedo persone che sono li a"guardare cosa succede" come sempre accade a Napoli senza intervenire.
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: Lovercraft - 06 Febbraio, 2014, 12:06:13 pm
perche l'Africano e l'unico che prova a bloccare il motorino... gli altri non fanno nulla e fanno scappare il malfattore senza opporsi.

Io lo avrei lasciato a terra sotto il motorino e gli avrei sputato addosso ese si muoveva lo intorzavo di calci fino all'arrivo delle forze dell'ordine.

Sta gente va umiliata e invece vedo persone che sono li a"guardare cosa succede" come sempre accade a Napoli senza intervenire.

Ma se ci sta pure il vecchio che gli fa la predica e un altro che prova a fermare il motorino da dietro. Poi se andate trovando che la gente comune si sostituisca alla polizia :boh:
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: Lovercraft - 06 Febbraio, 2014, 12:07:46 pm
perche l'Africano e l'unico che prova a bloccare il motorino... gli altri non fanno nulla e fanno scappare il malfattore senza opporsi.

Io lo avrei lasciato a terra sotto il motorino e gli avrei sputato addosso ese si muoveva lo intorzavo di calci fino all'arrivo delle forze dell'ordine.

Sta gente va umiliata e invece vedo persone che sono li a"guardare cosa succede" come sempre accade a Napoli senza intervenire.

Ma l'omerta' sta dappertutto ed e' figlia della paura. E' una cosa parecchio normale. Il giornalismo diventa becero quando la si vuole associare ad una specifica citta' per chissa' quale motivo.
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: FistingTopo - 06 Febbraio, 2014, 12:08:54 pm
perche l'Africano e l'unico che prova a bloccare il motorino... gli altri non fanno nulla e fanno scappare il malfattore senza opporsi.

Io lo avrei lasciato a terra sotto il motorino e gli avrei sputato addosso ese si muoveva lo intorzavo di calci fino all'arrivo delle forze dell'ordine.

Sta gente va umiliata e invece vedo persone che sono li a"guardare cosa succede" come sempre accade a Napoli senza intervenire.

Premessa .... se succedeva a Milano, la gente nemmeno si avvicinava al motorino nella più totale indifferenza. Detto questo concordo, la gente doveva lasciarlo la dov'era. La repubblica rimane un giornale di merda, affiliato ad un partito di merda, perfetto stile il giornale.
Titolo: R: Napoli, la nostra città
Inserito da: GeppiGeppi - 06 Febbraio, 2014, 12:56:30 pm
Vabbuò, però per quel tizio calabrese evaso la gente del posto davanti ai giornalisti ha raccontato tutti i dettagli della situazione, spari, quanti ne erano, dove è successo. Noi quando succede una cosa del genere ce ne scappiamo come le zoccole e facciamo finta di non vedere né sentire.
Da questo punto di vista facciamo schifo e ce la dobbiamo piegare a libretto. Mo putimm turnà a fa o café.
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: joint - 06 Febbraio, 2014, 13:53:52 pm
Ha ragione repubblica, quel pezzo di merda andava immobilizzato a terra... Se era un rom ngopp a n'sh gli avrebbero girato l'intestino attuorn o cuoll.
Vabbè speriamo se lo chiami il padreterno.
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: falceEmarcello - 06 Febbraio, 2014, 13:55:40 pm
Ma certo, sostituiamoci alla giustizia e facimm carne e maciell
Potevano anche improvvisare una forca e organizzavano un impiccaggione ambress ambress, che citta' di merda :look:
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: acquaLOTA - 06 Febbraio, 2014, 14:00:40 pm
Ma certo, sostituiamoci alla giustizia e facimm carne e maciell
Potevano anche improvvisare una forca e organizzavano un impiccaggione ambress ambress, che citta' di merda :look:
ma che significa "sostituiamoci alla giustizia"?

la lota stava commettendo un reato sotto gli occhi di tutti, andava lasciato a terra, si dovevano prendere le chiavi e lanciarle lontano e chiamare la polizia.

nel frattempo sputargli pure addosso non avrebbe fatto male.

se non ci scetiamo noi cittadini, se non ci diamo una mano e ci difendiamo tra di noi dai soprusi sta città/paese non cambierà mai perché ognuno non terrà manco più lo SCUORNO di fare una rapina in pieno centro e di giorno! Non si può reagire come se fosse normalità, bisogna difenderci da questi vili attacchi.
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: falceEmarcello - 06 Febbraio, 2014, 14:04:14 pm
ma che significa "sostituiamoci alla giustizia"?

la lota stava commettendo un reato sotto gli occhi di tutti, andava lasciato a terra, si dovevano prendere le chiavi e lanciarle lontano e chiamare la polizia.

nel frattempo sputargli pure addosso non avrebbe fatto male.

se non ci scetiamo noi cittadini, se non ci diamo una mano e ci difendiamo tra di noi dai soprusi sta città/paese non cambierà mai perché ognuno non terrà manco più lo SCUORNO di fare una rapina in pieno centro e di giorno! Non si può reagire come se fosse normalità, bisogna difenderci da questi vili attacchi.

lo hanno fermato, lo zio ha preso il numero di targa ... dopodiche' chill se ne fujut, che dovevano fare le persone ? prenderlo a palate rispondere con la violenza privata alla violenza ? ma per favore ... a voi robocop vi ha dato in testa.
Infatti dopo con le segnalazioni il tipo e' stato preso dalle guardie, e' cosi' che funziona nel mondo reale.

Scommetto che tutti quelli che dicono cosi' song e primm ca se cacan sott appen succere coccos 

Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: acquaLOTA - 06 Febbraio, 2014, 14:13:08 pm
lo hanno fermato, lo zio ha preso il numero di targa ... dopodiche' chill se ne fujut, che dovevano fare le persone ? prenderlo a palate rispondere con la violenza privata alla violenza ? ma per favore ... a voi robocop vi ha dato in testa.
Infatti dopo con le segnalazioni il tipo e' stato preso dalle guardie, e' cosi' che funziona nel mondo reale.

Scommetto che tutti quelli che dicono cosi' song e primm ca se cacan sott appen succere coccos


veramente è stato preso solo grazie alla telecamera del negozio e quindi solo grazie alla "testimonianza" del video del negoziante.

appunto siccome dovremmo tutti quanti tutelarci fra noi dovremmo scuotere un poco le coscienze: perché se poi viene il poliziotto ad arrestare il criminale e addirittura si devono poi difendere dagli attacchi di amici e parenti del malvivente dobbiamo pure chiederci il perchè...

dobbiamo essere noi i primi guardiani della nostra città: quando vediamo una lota che abbandona il sacchetto fuori una campana glie lo dobbiamo far notare, dobbiamo scuotere le coscienze di sta sfaccimma di società che ormai preferisce tcere e subirte anziché agire!

ci vuole l'umiliazione per certa gente, devono sapere che se commettono un illecito rischiano il linciaggio dei cittadini e soprattutto l'umiliazione. solo così ste lote possono capire la gravità degli atti che commettono. e invece noi ci giriamo dall'altra parte.

e poi come diceva qualcuno solo perché sul motorino c'era un napoletano non si è fatto nulla, se c'era un algerino succedeva come in questo caso: Corso Garibaldi, tenta una rapina la polizia lo salva dal linciaggio
Extracomunitario tenta un raid ai danni di una madre con bambini, messo in fuga, viene inseguito da una folla inferocita
http://napoli.repubblica.it/cronaca/2013/02/11/news/corso_garibaldi_tenta_una_rapina_la_polizia_lo_salva_dal_linciaggio-52442421/ (http://napoli.repubblica.it/cronaca/2013/02/11/news/corso_garibaldi_tenta_una_rapina_la_polizia_lo_salva_dal_linciaggio-52442421/)

il problema della nostra società egoistica è che nisciun se ne fotte e ormai chiunque contravviene alle regole nella sensazione di rimanere impunito (e in alcuni casi così è). per questo ci vuole la puniione della società civile, devi sentirti una merda d'uomo se commetti certi atti solo così puoi capire.

se parcheggi davanti a una discesina per disabili solo l'umiliazione umana può farti capire la lota che sei, non una semplice multa che viene vissuta sempre come "ingiusta".
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: falceEmarcello - 06 Febbraio, 2014, 14:15:58 pm
veramente è stato preso solo grazie alla telecamera del negozio e quindi solo grazie alla "testimonianza" del video del negoziante.

appunto siccome dovremmo tutti quanti tutelarci fra noi dovremmo scuotere un poco le coscienze: perché se poi viene il poliziotto ad arrestare il criminale e addirittura si devono poi difendere dagli attacchi di amici e parenti del malvivente dobbiamo pure chiederci il perchè...

dobbiamo essere noi i primi guardiani della nostra città: quando vediamo una lota che abbandona il sacchetto fuori una campana glie lo dobbiamo far notare, dobbiamo scuotere le coscienze di sta sfaccimma di società che ormai preferisce tcere e subirte anziché agire!

ci vuole l'umiliazione per certa gente, devono sapere che se commettono un illecito rischiano il linciaggio dei cittadini e soprattutto l'umiliazione. solo così ste lote possono capire la gravità degli atti che commettono. e invece noi ci giriamo dall'altra parte.

e poi come diceva qualcuno solo perché sul motorino c'era un napoletano non si è fatto nulla, se c'era un algerino succedeva come in questo caso: Corso Garibaldi, tenta una rapina la polizia lo salva dal linciaggio
Extracomunitario tenta un raid ai danni di una madre con bambini, messo in fuga, viene inseguito da una folla inferocita
[url]http://napoli.repubblica.it/cronaca/2013/02/11/news/corso_garibaldi_tenta_una_rapina_la_polizia_lo_salva_dal_linciaggio-52442421/[/url] ([url]http://napoli.repubblica.it/cronaca/2013/02/11/news/corso_garibaldi_tenta_una_rapina_la_polizia_lo_salva_dal_linciaggio-52442421/[/url])


qiundi per te linciare un criminale e' indice di civilta' ?
 :brà: :brà: :brà: :brà: :brà: :brà:

(https://encrypted-tbn0.gstatic.com/images?q=tbn:ANd9GcR8by3vUeabzk5XRRyIMujwZKgiz1algl3KAHOELwajelTpNIdi)
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: joint - 06 Febbraio, 2014, 14:17:19 pm
lo hanno fermato, lo zio ha preso il numero di targa ... dopodiche' chill se ne fujut, che dovevano fare le persone ? prenderlo a palate rispondere con la violenza privata alla violenza ? ma per favore ... a voi robocop vi ha dato in testa.
Infatti dopo con le segnalazioni il tipo e' stato preso dalle guardie, e' cosi' che funziona nel mondo reale.

Scommetto che tutti quelli che dicono cosi' song e primm ca se cacan sott appen succere coccos 



Sisi, io mi caco sotto lo ammetto. Ma a 20 di loro contro a nu mongoloide e merd no, non ho paura. Poi se il mezzo era rubato con il cazzo che lo acchiappavano :asd:
Non si tratta di sostituirsi alla giustizia, ma di SENSO CIVICO, questo sconosciuto....
Jettamm e cart nderr, mica ti vuoi sostituire al bidone si ta tien int a sacc? Menefreghismo e strafottenza sono il male della società e la nostra, già troppo omertosa ne è abbondantemente affetta.
Ti ripeto, se quello era un rom di merda, ora stava già su qualche bancariello del pollo allo spiedo (a secondigliano un tossico investì una donna, fu prontamente linciato ... )
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: joint - 06 Febbraio, 2014, 14:18:55 pm
qiundi per te linciare un criminale e' indice di civilta' ?
 :brà: :brà: :brà: :brà: :brà: :brà:

(https://encrypted-tbn0.gstatic.com/images?q=tbn:ANd9GcR8by3vUeabzk5XRRyIMujwZKgiz1algl3KAHOELwajelTpNIdi)
No, ma sono due reazioni diverse a casi analoghi. Ja marcè non ci difendiamo l'indifendibile...
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: acquaLOTA - 06 Febbraio, 2014, 14:19:41 pm
qiundi per te linciare un criminale e' indice di civilta' ?
 :brà: :brà: :brà: :brà: :brà: :brà:

(https://encrypted-tbn0.gstatic.com/images?q=tbn:ANd9GcR8by3vUeabzk5XRRyIMujwZKgiz1algl3KAHOELwajelTpNIdi)

Non sarà segno di civilta ma è segno di CIVISMO! è quello che ci manca.

il linciaggio non è la soluzione ma l'umiliazione pubblica (magari condita da qualche sputo scatarroso) potrebbe dare una grossa mano.

ripeto in questo caso bastava prendere le chiavi e buttarle via e aspettare l'arrivo dei poliziotti esponendo la merda alla gogna pubblica.
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: joint - 06 Febbraio, 2014, 14:19:53 pm
addirittura il signore che si assicura si sta buon.... ahahhahahahahahaha
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: falceEmarcello - 06 Febbraio, 2014, 14:20:32 pm
Sisi, io mi caco sotto lo ammetto. Ma a 20 di loro contro a nu mongoloide e merd no, non ho paura. Poi se il mezzo era rubato con il cazzo che lo acchiappavano :asd:
Non si tratta di sostituirsi alla giustizia, ma di SENSO CIVICO, questo sconosciuto....
Jettamm e cart nderr, mica ti vuoi sostituire al bidone si ta tien int a sacc? Menefreghismo e strafottenza sono il male della società e la nostra, già troppo omertosa ne è abbondantemente affetta.
Ti ripeto, se quello era un rom di merda, ora stava già su qualche bancariello del pollo allo spiedo (a secondigliano un tossico investì una donna, fu prontamente linciato ... )

Ma non fare confusione, stai mischiando a cart nderr con un reato penale.
Dimmi che spaccimma doveva fare la gente la ? Fare a uso carabinieri per fermare un criminale ? ... NON SI PUO' E NON SI DEVE FARE ... STOP
Anzi il senso civico e' proprio trattenersi non dare sfogo ai bassi istinti, napoletano, ghanese o norvegese che sia il soggetto non vedo cosa cambia
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: acquaLOTA - 06 Febbraio, 2014, 14:20:58 pm
Sisi, io mi caco sotto lo ammetto. Ma a 20 di loro contro a nu mongoloide e merd no, non ho paura. Poi se il mezzo era rubato con il cazzo che lo acchiappavano :asd:
Non si tratta di sostituirsi alla giustizia, ma di SENSO CIVICO, questo sconosciuto....
Jettamm e cart nderr, mica ti vuoi sostituire al bidone si ta tien int a sacc? Menefreghismo e strafottenza sono il male della società e la nostra, già troppo omertosa ne è abbondantemente affetta.
Ti ripeto, se quello era un rom di merda, ora stava già su qualche bancariello del pollo allo spiedo (a secondigliano un tossico investì una donna, fu prontamente linciato ... )
quoto  :look:
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: falceEmarcello - 06 Febbraio, 2014, 14:23:22 pm
Non sarà segno di civilta ma è segno di CIVISMO! è quello che ci manca.

il linciaggio non è la soluzione ma l'umiliazione pubblica (magari condita da qualche sputo scatarroso) potrebbe dare una grossa mano.

ripeto in questo caso bastava prendere le chiavi e buttarle via e aspettare l'arrivo dei poliziotti esponendo la merda alla gogna pubblica.

Se la merda in questione caccia la pistola e preso dal panico chiava un paio di palle in testa a qualche vecchiarella o bambino a caso ?
Ti spiego una cosa e' per questo che per risolvere certe questioni c'e' la forza pubblica e non una squadra composta da riggiulari e mastirascia presi a caso tra i civili
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: joint - 06 Febbraio, 2014, 14:23:48 pm
Ma non fare confusione, stai mischiando a cart nderr con un reato penale.
Dimmi che spaccimma doveva fare la gente la ? Fare a uso carabinieri per fermare un criminale ? ... NON SI PUO' E NON SI DEVE FARE ... STOP
Anzi il senso civico e' proprio trattenersi non dare sfogo ai bassi istinti, napoletano, ghanese o norvegese che sia il soggetto non vedo cosa cambia
mi interessa solo che un immigrato ha compassionato con una vittima. Gli altri no, di che stiamo parlando?
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: acquaLOTA - 06 Febbraio, 2014, 14:24:21 pm
Ma non fare confusione, stai mischiando a cart nderr con un reato penale.
Dimmi che spaccimma doveva fare la gente la ? Fare a uso carabinieri per fermare un criminale ? ... NON SI PUO' E NON SI DEVE FARE ... STOP
Anzi il senso civico e' proprio trattenersi non dare sfogo ai bassi istinti, napoletano, ghanese o norvegese che sia il soggetto non vedo cosa cambia
bassi istinti? ma uno che ti scippa in pieno giorno e davanti a tutti fottendosene altamente di tutto e tutti e ti prende per la borsa trascinandoti per metri (a rischio di farti pure rompere qualche costola) tu vuoi dire che non ti porta a dar sfogo ai tuoi bassi istinti?


ma poi tutto quello che vuoi ma questi addirittura lo aiutano a rimettersi sul motorino accertandosi della sua salute! invece alla signora a stento le chiedono come sta, ma scherziamo?
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: joint - 06 Febbraio, 2014, 14:25:08 pm
Se la merda in questione caccia la pistola e preso dal panico chiava un paio di palle in testa a qualche vecchiarella o bambino a caso ?
Ti spiego una cosa e' per questo che per risolvere certe questioni c'e' la forza pubblica e non una sqadra composta da riggiulari e mastirascia presi a casa tra i civili

Ormai stev nderr, sott o mezz... era ormai innocuo. Rialzarlo e assicurarsi se stesse bene è da pena di morte.
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: falceEmarcello - 06 Febbraio, 2014, 14:27:00 pm
State facendo discorsi da ronda padana e ancor peggio vi state facendo masti sopra a un video, considerate sempre di stare la a viverla la situazione anzicche' a commentarla
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: falceEmarcello - 06 Febbraio, 2014, 14:27:47 pm
bassi istinti? ma uno che ti scippa in pieno giorno e davanti a tutti fottendosene altamente di tutto e tutti e ti prende per la borsa trascinandoti per metri (a rischio di farti pure rompere qualche costola) tu vuoi dire che non ti porta a dar sfogo ai tuoi bassi istinti?


ma poi tutto quello che vuoi ma questi addirittura lo aiutano a rimettersi sul motorino accertandosi della sua salute! invece alla signora a stento le chiedono come sta, ma scherziamo?
Se sei una merda della sua stessa risma ... sicuramente si
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: joint - 06 Febbraio, 2014, 14:28:33 pm
State facendo discorsi da ronda padana e ancor peggio vi state facendo masti sopra a un video, considerate sempre di stare la a viverla la situazione anzicche' a commentarla
No marcello, la legge ritiene quel vecchio di merda complice del malvivente.
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: acquaLOTA - 06 Febbraio, 2014, 14:29:51 pm
a me sembra lo stesso discorso di quella gente che si lamenta dei parcheggiatori abusivi e poi invece quando gli deve chiavare i 2 euro in mano parcheggiando su un marciapiede "perché mi danno un servizio che lo stato LADRO non mi da; devono campare pure loro, etc..." lo fanno volentieri.

oppure quelli che si lamentano dei bancarellari extracomunitari che stanno in giro e poi s'accattano a cover da sti poveri criti manovalanza della camorra per sparagnare quei 2-3 euro.
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: acquaLOTA - 06 Febbraio, 2014, 14:31:48 pm
Se sei una merda della sua stessa risma ... sicuramente si
ah ho capito quindi per te è più naturale come reazione accertarsi dello stato di salute di quella lota che si è fatta male mentre cercava di scippare una povera donna anziana che anche nel video è stata trascinata per diversi metri a terra che abboffarlo di paccheri. bisogna usare il galateo anche con gli scippatori  :look:
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: domyssj - 06 Febbraio, 2014, 14:36:06 pm
il fatto è che il criminale è troppo difeso giuridicamente.

Se lo intommavano di mazzate, e quello poi li denuciava chi lo aveva intommato di mazzate passavo pure un guaio.

Poi c'è l'aspetto, chiama l'amico del clan e ti fa sparare nelle gambe.

Anche se, è vero non bisogna sostituirsi alla forze dell'ordine, ma una volta che la situazione è chiara, e che quello non puoi cacciare un mitra ed essere pericoloso, farlo rialzare ed andarsene è quantomeno equivoco, sarebbe stato opportuno chiamare la polizia e nel frattempo trattenerlo (magari si intommandolo di mazzate) fino all'arrivo dei guardi.

Solo che la legge è troppo garantista e li difende invece che trattarli come merda secca che andrebbe seviziata, altro che "tutti possono sbagliare nella vita e vanno rieducati"
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: Lovercraft - 06 Febbraio, 2014, 14:41:29 pm
Quoto Marcello.
Titolo: R: Napoli, la nostra città
Inserito da: Starfred - 06 Febbraio, 2014, 14:44:36 pm
Ha fottutamente ragione Marcello, ma avita perz a capa? L'autotutela cos

E quoto Stefano sul voler far passare un messaggio negativo, Repubblica è proprio merda.

Inviato dal mio Nexus 5 utilizzando Tapatalk

Titolo: R: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: Starfred - 06 Febbraio, 2014, 14:45:09 pm
il fatto è che il criminale è troppo difeso giuridicamente.

Se lo intommavano di mazzate, e quello poi li denuciava chi lo aveva intommato di mazzate passavo pure un guaio.

Poi c'è l'aspetto, chiama l'amico del clan e ti fa sparare nelle gambe.

Anche se, è vero non bisogna sostituirsi alla forze dell'ordine, ma una volta che la situazione è chiara, e che quello non puoi cacciare un mitra ed essere pericoloso, farlo rialzare ed andarsene è quantomeno equivoco, sarebbe stato opportuno chiamare la polizia e nel frattempo trattenerlo (magari si intommandolo di mazzate) fino all'arrivo dei guardi.

Solo che la legge è troppo garantista e li difende invece che trattarli come merda secca che andrebbe seviziata, altro che "tutti possono sbagliare nella vita e vanno rieducati"

Ma che discorso eeeeeeee' :maronn:

Inviato dal mio Nexus 5 utilizzando Tapatalk

Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: falceEmarcello - 06 Febbraio, 2014, 14:45:21 pm
Io ci rinuncio spero che vi troviate ben presto a vivere in una societa' dove se vuoi giustizia te la devi fare tu con le tue mani quando si presenta l'occasione ... tutti addosso allo scippatore figlio di puttana rammel nguoll vai vaaaaaaaaaaa, cosi si risolvono i problemi altroche'
Titolo: Re:R: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: domyssj - 06 Febbraio, 2014, 14:51:18 pm
Ma che discorso eeeeeeee' :maronn:

Inviato dal mio Nexus 5 utilizzando Tapatalk
che c'è di sbagliato?

Davvero credi che davanti un soppruso e/o crimine palese, si debba lasciar tutto alle forze giuridiche/di polizia senza la minima compassione o istinto morale?

I deterrenti in questo caso, sono paura per la propria incolumità fisica e penale.

O mi stai dicendo che nel caso tu e altre persone tenete davanti a uno che scippa o pesta una signora o un bambino o un povero dio barbone o immigrato, anche se per te non c'è pericolo ad intervenire, te lo guardi?
Titolo: Re:R: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: falceEmarcello - 06 Febbraio, 2014, 14:53:21 pm
che c'è di sbagliato?

Davvero credi che davanti un soppruso e/o crimine palese, si debba lasciar tutto alle forze giuridiche/di polizia senza la minima compassione o istinto morale?

I deterrenti in questo caso, sono paura per la propria incolumità fisica e penale.

O mi stai dicendo che nel caso tu e altre persone tenete davanti a uno che scippa o pesta una signora o un bambino o un povero dio barbone o immigrato, anche se per te non c'è pericolo ad intervenire, te lo guardi?
Mimmo c'e' di sbagliato che ragioni come se vivessi nel medioevo.
Il punto non e' quello che farei IO ma quello che e' giusto o non giusto fare
e farsi giustizia da soli e sostituirsi alla legge e' sbagliato ... tutto qui
Titolo: Re:R: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: domyssj - 06 Febbraio, 2014, 14:54:55 pm
Mimmo c'e' di sbagliato che ragioni come se vivessi nel medioevo.
Il punto non e' quello che farei IO ma quello che e' giusto o non giusto fare
e farsi giustizia da soli e sostituirsi alla legge e' sbagliato ... tutto qui
ma non si tratta di farsi giustizia da soli... mica lo vai a sbattere in galera di persona.

Ma lasciarlo fare... non bloccarlo in attesa che i guardi lo portino dove spetta, mi pare non ingiusto ma inumano, salvo se stai palesemente rischiando la tua persona.
Titolo: Re:R: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: falceEmarcello - 06 Febbraio, 2014, 14:57:31 pm
ma non si tratta di farsi giustizia da soli... mica lo vai a sbattere in galera di persona.

Ma lasciarlo fare... non bloccarlo in attesa che i guardi lo portino dove spetta, mi pare non ingiusto ma inumano, salvo se stai palesemente rischiando la tua persona.
Ma tu, cittadino normale, non sei ne preparato ne preposto a valutare quel tipo di situazione, che ne sai come reagisce quella persona in un lasso di tempo cosi' breve ? Anzi probabilmente ogni iniziativa personale che prendi mette potenzialmente in pericolo te e le persone che ci sono attorno
Titolo: R: Re:R: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: Starfred - 06 Febbraio, 2014, 15:04:01 pm
che c'è di sbagliato?

Davvero credi che davanti un soppruso e/o crimine palese, si debba lasciar tutto alle forze giuridiche/di polizia senza la minima compassione o istinto morale?

I deterrenti in questo caso, sono paura per la propria incolumità fisica e penale.

O mi stai dicendo che nel caso tu e altre persone tenete davanti a uno che scippa o pesta una signora o un bambino o un povero dio barbone o immigrato, anche se per te non c'è pericolo ad intervenire, te lo guardi?

Dome ma tu in base a cosa stai parlando? Scusami :look:
Sensazionismo? Qualunquismo becero? Perché queste sono cose sconfessate da tempo eh. Diciamo 5-6 secoli.
In autotutela non si procede, punto.
Gli uomini si danno delle regole per evitare la barbarie.
La stessa nenia del criminale protetto è na strunzata, perché il garantismo è un enorme conquista dell'umanità.

Poi, se vogliamo criticare i soggetti preposti alla pubblica sicurezza io sono il primo, essendo molto spesso deviati e negligenti. Ma o' principio non si discute, non siamo bestie.

Inviato dal mio Nexus 5 utilizzando Tapatalk

Titolo: Re:R: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: domyssj - 06 Febbraio, 2014, 15:08:21 pm
Ma tu, cittadino normale, non sei ne preparato ne preposto a valutare quel tipo di situazione, che ne sai come reagisce quella persona in un lasso di tempo cosi' breve ? Anzi probabilmente ogni iniziativa personale che prendi mette potenzialmente in pericolo te e le persone che ci sono attorno

Citazione
Dome ma tu in base a cosa stai parlando? Scusami :look:
Sensazionismo? Qualunquismo becero? Perché queste sono cose sconfessate da tempo eh. Diciamo 5-6 secoli.
In autotutela non si procede, punto.
Gli uomini si danno delle regole per evitare la barbarie.
La stessa nenia del criminale protetto è na strunzata, perché il garantismo è un enorme conquista dell'umanità.

Poi, se vogliamo criticare i soggetti preposti alla pubblica sicurezza io sono il primo, essendo molto spesso deviati e negligenti. Ma o' principio non si discute, non siamo bestie.

Rispondo a entrambi.

Se la metti su questo piano ultra tecnico e teorico hai ragione assolutamente.

Ma in soldoni, se vedi uno che sta picchiando na vecchiarella, sdraiarlo a terra con una capata in bocca e poi chiamare la polizia non mi sembra una cosa difficile da generale dei marines... tutto qui.

Non sto facendo un processo alle intenzioni o una ragionamento filosofico...  quello che dici tu che magari in teoria è pure giusto è assolutamente freddo e razionale, completamento contro l'istinto base.

Non mi piace l'idea di ragionare tipo a Robò tutto qua.
Titolo: Re:R: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: falceEmarcello - 06 Febbraio, 2014, 15:13:09 pm
Rispondo a entrambi.

Se la metti su questo piano ultra tecnico e teorico hai ragione assolutamente.

Ma in soldoni, se vedi uno che sta picchiando na vecchiarella, sdraiarlo a terra con una capata in bocca e poi chiamare la polizia non mi sembra una cosa difficile da generale dei marines... tutto qui.

Non sto facendo un processo alle intenzioni o una ragionamento filosofico...  quello che dici tu che magari in teoria è pure giusto è assolutamente freddo e razionale, completamento contro l'istinto base.

Non mi piace l'idea di ragionare tipo a Robò tutto qua.

Ok mettiamola cosi' allora ... tu lo vuoi fare ? lo riesci a fare non ledendo l'incolumita' di quelli che tieni intorno ?? ... ok fallo pure, ma non criticare se chi non e' preposto a farlo non lo fa'.
Ah e poi ricordati che ti prendi una denuncia per aggressione ed e' pure giusto, perche' non sta scritto da nessuna parte (e per fortuna direi) che chi fa uno scippo puo' essere intorzato di mazzate dal primo che passa
Titolo: Re:R: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: domyssj - 06 Febbraio, 2014, 15:16:11 pm
Ok mettiamola cosi' allora ... tu lo vuoi fare ? lo riesci a fare non ledendo l'incolumita' di quelli che tieni intorno ?? ... ok fallo pure, ma non criticare se chi non e' preposto a farlo non lo fa'.
Ah e poi ricordati che ti prendi una denuncia per aggressione ed e' pure giusto, perche' non sta scritto da nessuna parte (e per fortuna direi) che chi fa uno scippo puo' essere intorzato di mazzate dal primo che passa
e io di questo parlavo...

Qui c'è l'errore.

Chi fa uno scippo, così come qualsiasi altro crimine di un certo tipo (diciamo che comprenda violenza fisica)
dovrebbe perdere qualsiasi diritto di questo tipo, e poter venire liberamente intummato di mazzate.

E lo so che direte che è una cosa medioevale etc etc, e sicuramente è così.

Ma chi fa certe cose è un animale, e va trattato da animale secondo la legge della giungla.

Il garantire sacrosanti diritti civili a persone che sono tutto fuorchè civili è una cosa che mi manda in bestia.
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: acquaLOTA - 06 Febbraio, 2014, 15:17:49 pm
vauuò ja facciamo i buonisti e garantisti. buono a sapersi, almeno ora sono sicurp che se la prossima volta ci sta uno scippatore di merda che trascina una delle vostre madri/nonne/parenti a terra facendole fratturare le costole io devo infischiarmene e non intervenire perché so cazz re tuoje, perché è giusto così.

viviamo in società ma siamo soli, chest è.
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: falceEmarcello - 06 Febbraio, 2014, 15:20:13 pm
vauuò ja facciamo i buonisti e garantisti. buono a sapersi, almeno ora sono sicurp che se la prossima volta ci sta uno scippatore di merda che trascina una delle vostre madri/nonne/parenti a terra facendole fratturare le costole io devo infischiarmene, perché è giusto così.
Acqualo' se io avessa sta co pensier che  l'icolumita' di una mia mamma/nonna/parente stess mmann a te ... stess checazz.
Mi sa che gli attuali poliziotti/carabinieri/sbirri so' abbastanza sciem pure senza te che gli dai una mano  :ok:
Titolo: Re:R: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: acquaLOTA - 06 Febbraio, 2014, 15:21:11 pm
e io di questo parlavo...

Qui c'è l'errore.

Chi fa uno scippo, così come qualsiasi altro crimine di un certo tipo (diciamo che comprenda violenza fisica)
dovrebbe perdere qualsiasi diritto di questo tipo, e poter venire liberamente intummato di mazzate.

E lo so che direte che è una cosa medioevale etc etc, e sicuramente è così.

Ma chi fa certe cose è un animale, e va trattato da animale secondo la legge della giungla.

Il garantire sacrosanti diritti civili a persone che sono tutto fuorchè civili è una cosa che mi manda in bestia.

quoto

il garantismo eccessivo anche davanti a un fatto palese è la deriva della società: il garantismo teoricamente è un concetto giusto ovvero ognuno ha diritto a un processo prima di essere giudicato. Il garantismo odierno si è tramutato in: facc chell ca cazz voglio io, immergo gente nell'acido, intomma di mazzate chiunque per farmi un telefonino tanto poi il massimo che mi capita è che mi arrestano e mi faccio un paio di anni di carcere per poi tornare a fare il cazzo che mi pare.

sapere che tu essere umano sei invece schifato dai tuoi cittadini come un reietto della società ti aiuta a riflettere molto di più.
Titolo: Re:R: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: falceEmarcello - 06 Febbraio, 2014, 15:21:50 pm
e io di questo parlavo...

Qui c'è l'errore.

Chi fa uno scippo, così come qualsiasi altro crimine di un certo tipo (diciamo che comprenda violenza fisica)
dovrebbe perdere qualsiasi diritto di questo tipo, e poter venire liberamente intummato di mazzate.

E lo so che direte che è una cosa medioevale etc etc, e sicuramente è così.

Ma chi fa certe cose è un animale, e va trattato da animale secondo la legge della giungla.

Il garantire sacrosanti diritti civili a persone che sono tutto fuorchè civili è una cosa che mi manda in bestia.

Vatti a prendere un caffe', prendi un po' d'aria e poi rileggi quello che hai scritto.
I diritti vanno garantiti a tutti e' proprio questa la differenza tra una societa' civile e la giungla, non il viceversa
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: acquaLOTA - 06 Febbraio, 2014, 15:25:28 pm
Acqualo' se io avessa sta co pensier che  l'icolumita' di una mia mamma/nonna/parente stess mmann a te ... stess checazz.
Mi sa che gli attuali poliziotti/carabinieri/sbirri so' abbastanza sciem pure senza te che gli dai una mano  :ok:

ma perchè dovete sempre ANDARE SU GIUDIZI PERSONALi? ma tu a me mi sai? no! e allor che spaccimm vuò?
marcé tu fai il garantista e poi dai delle lote ai poliziotti: insomma sei parte della vacuità della giurisprudenza ovvero giusta a parole ma inapplicata e inapplicabile nei fatti e allora che fare? la polizia e i carabinieri non possono presidiare tutto e tutto perché sia è impossibile sia perché sono troppi e allora i cittadini si devono aiutare tra loro. questo sto dicendo è un criterio abbastanza banale.

se tu scippatore di merda fai la lota devi avere l'ansia 'nguoll che assieme allo scippato ci saranno altri 40 cittadini che ti abboffano di parole e che collaborano con la polizia per farti arrestare: nel caso in questione bastava prendere le chiavi del motorino e aspettare la polizia senza necessariamente abboffarlo di palate. quello che cazzo poteva fare da solo a terra senza chiavi con 40 cittadini che lo sorvegliavano? NULLA e la prossima volta ci avrebbe pensato su prima di fare una cosa del genere.

invece quelli lo aiutano ad alzarsi!
Titolo: Re:R: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: domyssj - 06 Febbraio, 2014, 15:26:58 pm
Vatti a prendere un caffe', prendi un po' d'aria e poi rileggi quello che hai scritto.
I diritti vanno garantiti a tutti e' proprio questa la differenza tra una societa' civile e la giungla, non il viceversa
abbiamo un concetto diverso di civile. Non critico più di tanto la tua posizione perchè è anche giusta.

Ma non potrò MAI vedere un criminale, soprattutto un criminale violento, come una persone normale.

Per me è una merda umana e ha scelto di perdere ogni diritto nel momento in cui è asciut for ca cap e ha deciso di passare da uomo a bestia, e quindi va trattato come tale.
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: Dhu - 06 Febbraio, 2014, 15:28:16 pm
Ne stavo discutendo già su un altro forum e non mi va di rileggermi una discussione sana :asd: 2 cose:

1) Ho letto in giro che si parla di "solidarietà" al ladro perché lo aiutano a rialzarsi, ma se ci fate caso il tizio che gli alza il motorino era uscito due secondi prima da un vicolo, ha visto un ragazzo a terra e pe fa o bellill c'a uaglion l'ha aiutato.

Per il resto:

2) http://en.wikipedia.org/wiki/Bystander_effect (http://en.wikipedia.org/wiki/Bystander_effect)
Titolo: Re:R: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: AyeyeBrazov - 06 Febbraio, 2014, 15:29:47 pm
e io di questo parlavo...

Qui c'è l'errore.

Chi fa uno scippo, così come qualsiasi altro crimine di un certo tipo (diciamo che comprenda violenza fisica)
dovrebbe perdere qualsiasi diritto di questo tipo, e poter venire liberamente intummato di mazzate.

E lo so che direte che è una cosa medioevale etc etc, e sicuramente è così.

Ma chi fa certe cose è un animale, e va trattato da animale secondo la legge della giungla.

Il garantire sacrosanti diritti civili a persone che sono tutto fuorchè civili è una cosa che mi manda in bestia.


Questi 3 erano sospettati di essere stupratori, poi dopo si è scoperto che erano innocenti

Spoiler
http://theync.com/shocking/3-rapists-burning-alive-as-crowd-hollers.htm
Titolo: Re:R: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: domyssj - 06 Febbraio, 2014, 15:32:05 pm
Questi 3 erano sospettati di essere stupratori, poi dopo si è scoperto che erano innocenti

Spoiler
[url]http://theync.com/shocking/3-rapists-burning-alive-as-crowd-hollers.htm[/url]

stiamo parlando di "colto in flagrante" è un pò diverso.

Forse ho dimenticato di specificarlo, ma ovviamente mi riferivo a eventi palesi e sicuro, poi il garantismo per accuse ed ipotesi dove non c'è la certezza del 101% di colpevolezza è sacrosanto.

Sto facendo un ragionamento a livello molto più terra terra.
Titolo: R: Re:R: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: Starfred - 06 Febbraio, 2014, 15:35:15 pm
facc chell ca cazz voglio io, immergo gente nell'acido, intomma di mazzate chiunque per farmi un telefonino tanto poi il massimo che mi capita è che mi arrestano e mi faccio un paio di anni di carcere

:rofl:

Inviato dal mio Nexus 5 utilizzando Tapatalk

Titolo: Re:R: Re:R: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: acquaLOTA - 06 Febbraio, 2014, 15:37:37 pm
:rofl:

Inviato dal mio Nexus 5 utilizzando Tapatalk
ovviamente i soggetti in questione era due diversi, chi sciogle la gente nell'acido non si fa solo un paio d'anni di galera  :look:

era riferito a chi faceva le rapine  :look: :asd:
Titolo: Re:R: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: AyeyeBrazov - 06 Febbraio, 2014, 15:37:58 pm
stiamo parlando di "colto in flagrante" è un pò diverso.

Forse ho dimenticato di specificarlo, ma ovviamente mi riferivo a eventi palesi e sicuro, poi il garantismo per accuse ed ipotesi dove non c'è la certezza del 101% di colpevolezza è sacrosanto.

Sto facendo un ragionamento a livello molto più terra terra.
Io a Napoli ed in molte zone dell'Italia e del mondo per reati del genere tra l'azione e la galera aggiungerei uno step, la proposta di un lavoro onesto. Sono sicuro che una grande percentuale di persone coglierebbe questa opportunità di riscatto sociale.
Il discorso è complesso, non ho mai giustificato i criminali (termine molto generico) ma talvolta bisognerebbe conoscere le motivazioni di chi delinque
Titolo: Re:R: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: acquaLOTA - 06 Febbraio, 2014, 15:39:39 pm
stiamo parlando di "colto in flagrante" è un pò diverso.

Forse ho dimenticato di specificarlo, ma ovviamente mi riferivo a eventi palesi e sicuro, poi il garantismo per accuse ed ipotesi dove non c'è la certezza del 101% di colpevolezza è sacrosanto.

Sto facendo un ragionamento a livello molto più terra terra.
ma serio, qua si parla di reati che avvengono sotto gli occhi dei cittadini non di presunti reati di evasione fiscale da esporre alla gogna mediatica.

parliamo di un fatto che accade sotto i tuoi occhi: se vedi uno che sta picchiando una donna che cazz fai ti giri dall'altra parte o da cittadino provi ad aiutarla? ma di che parliamo?

il garantismo entra in gioco DOPO essere stati arrestati, nel frattempo se vedi uno scippo non puoi non intervenire per aiutare la vittima!
Titolo: Re:R: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: acquaLOTA - 06 Febbraio, 2014, 15:42:22 pm
Io a Napoli ed in molte zone dell'Italia e del mondo per reati del genere tra l'azione e la galera aggiungerei uno step, la proposta di un lavoro onesto. Sono sicuro che una grande percentuale di persone coglierebbe questa opportunità di riscatto sociale.
Il discorso è complesso, non ho mai giustificato i criminali (termine molto generico) ma talvolta bisognerebbe conoscere le motivazioni di chi delinque
nando delinquono perchè crescono così, gli viene insegnato a rubare perché anche per  i loro genitori sembra la prima scelta perché dovrebbe essere invece la prima. hai visto le iene ieri? si parlava di un tizio che ha ammazzato a sangue freddo un tedesco per 300 mila marchi perché doveva far mangiare la sua famiglia nonostante avesse già un lavoro da cuoco in un ristorante!

queta gente delinque perché vuole fare soldi facili e non vuole farsi il culo per soli 800 euro al mese.

oppure la maggior parte sono drogati che cercano i 20 euro per farsi una dose.

certo bisognerebbe analizzare i casi singolarmente ma perché sti carcerati quando escono dalla prigione dovrebbero sentirsi diversi quando già prima non volevano buttare il sangue per lavorare onestamente?
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: falceEmarcello - 06 Febbraio, 2014, 15:43:47 pm
ma perchè dovete sempre ANDARE SU GIUDIZI PERSONALi? ma tu a me mi sai? no! e allor che spaccimm vuò?
marcé tu fai il garantista e poi dai delle lote ai poliziotti: insomma sei parte della vacuità della giurisprudenza ovvero giusta a parole ma inapplicata e inapplicabile nei fatti e allora che fare? la polizia e i carabinieri non possono presidiare tutto e tutto perché sia è impossibile sia perché sono troppi e allora i cittadini si devono aiutare tra loro. questo sto dicendo è un criterio abbastanza banale.

se tu scippatore di merda fai la lota devi avere l'ansia 'nguoll che assieme allo scippato ci saranno altri 40 cittadini che ti abboffano di parole e che collaborano con la polizia per farti arrestare: nel caso in questione bastava prendere le chiavi del motorino e aspettare la polizia senza necessariamente abboffarlo di palate. quello che cazzo poteva fare da solo a terra senza chiavi con 40 cittadini che lo sorvegliavano? NULLA e la prossima volta ci avrebbe pensato su prima di fare una cosa del genere.

invece quelli lo aiutano ad alzarsi!

Ma io non ti so e su questo siamo daccordo
ma se permetti che ci posso fare se ragioni come un valvassore dell' 11esimo secolo, se dici un cuofano di inesattezze e se non ti sei visto nemmeno bene il video ?
Stai facendo una ammescafrancesca di argomentazioni la maggior parte delle quali anacronistiche e di stampo mediovale e fascista e cerchi di spacciarle  per senso civico ... a me ???? :asd:
Sei troppo preso dal tuo senso di giustizia a tutti i costi, pensi che le cose si possano risolvere con la violenza privata e ignori che violenza non fa' altro che generare altra violenza.
Titolo: Re:R: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: AyeyeBrazov - 06 Febbraio, 2014, 15:45:11 pm
ma serio, qua si parla di reati che avvengono sotto gli occhi dei cittadini non di presunti reati di evasione fiscale da esporre alla gogna mediatica.

parliamo di un fatto che accade sotto i tuoi occhi: se vedi uno che sta picchiando una donna che cazz fai ti giri dall'altra parte o da cittadino provi ad aiutarla? ma di che parliamo?

il garantismo entra in gioco DOPO essere stati arrestati, nel frattempo se vedi uno scippo non puoi non intervenire per aiutare la vittima!
il relativismo non è solo il perno di grandi teorie filosofiche e scientifiche, è una virtù, è ciò che servirebbe per affrontare discorsi complessi che non possono essere contenuti in schemi precisi.
Picchiare una donna è disdicevole ma non è reato, inoltre se picchi una donna non lo fai per esigenze di bisogni primari. O magari picchi quella donna che ti ha zucato l'anima e poi ti ha voltato le spalle col tuo migliore amico, la violenza chiaramente nn è mai giustificata, soprattutto di un uomo su una donna, ma tutti dimenticano quella subdola delle donne sugli uomini e tutti dimenticano che ad ogni azione corrispondono azioni. Tutto è relativo, se si fanno degli esempi quando si discutono temi del genere si rischia, e tu l'hai fatto, di cadere in errore e banalizzare anche le tesi a sostegno delle proprie teorie
Titolo: R: Re:R: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: Starfred - 06 Febbraio, 2014, 15:47:13 pm
il relativismo non è solo il perno di grandi teorie filosofiche e scientifiche, è una virtù, è ciò che servirebbe per affrontare discorsi complessi che non possono essere contenuti in schemi precisi.
Picchiare una donna è disdicevole ma non è reato, inoltre se picchi una donna non lo fai per esigenze di bisogni primari. O magari picchi quella donna che ti ha zucato l'anima e poi ti ha voltato le spalle col tuo migliore amico, la violenza chiaramente nn è mai giustificata, soprattutto di un uomo su una donna, ma tutti dimenticano quella subdola delle donne sugli uomini e tutti dimenticano che ad ogni azione corrispondono azioni. Tutto è relativo, se si fanno degli esempi quando si discutono temi del genere si rischia, e tu l'hai fatto, di cadere in errore e banalizzare anche le tesi a sostegno delle proprie teorie

Art 3 della costituzione bravissimo Nando
Eguaglianza formale e sostanziale

Si nu guaglione assai sveglio, e ti stimo. :bacino:



Inviato dal mio Nexus 5 utilizzando Tapatalk

Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: acquaLOTA - 06 Febbraio, 2014, 15:49:14 pm
Ma io non ti so e su questo siamo daccordo
ma se permetti che ci posso fare se ragioni come un valvassore dell' 11esimo secolo, se dici un cuofano di inesattezze e se non ti sei visto nemmeno bene il video ?
Stai facendo una ammescafrancesca di argomentazioni la maggior parte delle quali anacronistiche e di stampo mediovale e fascista e cerchi di spacciarle  per senso civico ... a me ???? :asd:
Sei troppo preso dal tuo senso di giustizia a tutti i costi, pensi che le cose si possano risolvere con la violenza privata e ignori che violenza non fa' altro che generare altra violenza.
marcé ma chi ha parlato di violenza? io l'ho estremizzata la questione. quello che in realtà ho detto io è che fra cittadini dobbiamo darci una mano e se vediamo qualcuno in difficoltà aiutarlo realmente, magari bloccando pure lo scippatore e collaborare con le forze dell'ordine. dovrebbe essere un concetto alla base di una società civile.  e poi ho parlato di umiliazione sociale che non comprende il pestaggio ma il mettere in ridicolo il soggetto davanti alla società che invece spesso giustifica questi personaggi sostenendo "che sono povere persone che altro non possono fare nella vita" e quindi accettiamo passivamente il fatto che un tizio in pieno centro di giorno possa trascinare per metri una povera signora indisturbatamente.


il mio invito a essere civili verte sul fatto che bisogna collaborare fra noi per mettere un po' d'ansia a ste lote. io credo che tu debba essere contento di avere un concittadino come me e non come il vecchiariello che aiuta il ladro a scappare (incosciamente?).
Titolo: Re:R: Re:R: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: AyeyeBrazov - 06 Febbraio, 2014, 15:50:47 pm
Art 3 della costituzione bravissimo Nando
Eguaglianza formale e sostanziale

Si nu guaglione assai sveglio, e ti stimo. :bacino:



Inviato dal mio Nexus 5 utilizzando Tapatalk
ehm...mi riferivo a quella la llà, la tre  :asd: lo sapevo :look:
Grazie per la stima, è sajut 'o ccafè, ne vuoi una tazza?
Titolo: Re:R: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: acquaLOTA - 06 Febbraio, 2014, 15:51:38 pm

Picchiare una donna è disdicevole ma non è reato

ma che dici nando?  si tratta di reati di percosse e nei casi più gravi lesioni personali (articoli 581 e 582 del codice penale)   :look: il mettere le corna col migliore amico non rientra in nessuno di quei reati se non nel codice etico
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: falceEmarcello - 06 Febbraio, 2014, 15:53:18 pm
marcé ma chi ha parlato di violenza? io l'ho estremizzata la questione. quello che in realtà ho detto io è che fra cittadini dobbiamo darci una mano e se vediamo qualcuno in difficoltà aiutarlo realmente, magari bloccando pure lo scippatore e collaborare con le forze dell'ordine. dovrebbe essere un concetto alla base di una società civile.  e poi ho parlato di umiliazione sociale che non comprende il pestaggio ma il mettere in ridicolo il soggetto davanti alla società che invece spesso giustifica questi personaggi sostenendo "che sono povere persone che altro non possono fare nella vita" e quindi accettiamo passivamente il fatto che un tizio in pieno centro di giorno possa trascinare per metri una povera signora indisturbatamente.


il mio invito a essere civili verte sul fatto che bisogna collaborare fra noi per mettere un po' d'ansia a ste lote. io credo che tu debba essere contento di avere un concittadino come me e non come il vecchiariello che aiuta il ladro a scappare (incosciamente?).

io personalmente ho smesso di credere alla collaborazione sociale e civile esattamente dal marzo del 1994 e da quel giorno dal prossimo mi aspetto solo il peggio
Devo dire che pero' si campa meglio :look:
Titolo: R: Re:R: Re:R: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: Starfred - 06 Febbraio, 2014, 15:53:28 pm
ehm...mi riferivo a quella la llà, la tre  :asd: lo sapevo :look:
Grazie per la stima, è sajut 'o ccafè, ne vuoi una tazza?

Chiavamm

Inviato dal mio Nexus 5 utilizzando Tapatalk

Titolo: Re:R: Re:R: Re:R: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: AyeyeBrazov - 06 Febbraio, 2014, 15:55:59 pm
Chiavamm

Inviato dal mio Nexus 5 utilizzando Tapatalk
nn posso, il caffè mi fa reazione col viagra
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: acquaLOTA - 06 Febbraio, 2014, 15:56:13 pm
io personalmente ho smesso di credere alla collaborazione sociale e civile esattamente dal marzo del 1994 e da quel giorno dal prossimo mi aspetto solo il peggio
Devo dire che pero' si campa meglio :look:
(https://encrypted-tbn0.gstatic.com/images?q=tbn:ANd9GcQl4iUCs5jlieudzhDFtXK214FZnQB0yVMECJFawW_BjT6Q4KCsrw)  :troll:
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: domyssj - 06 Febbraio, 2014, 15:57:06 pm
sono abbastanza d'accordo con nando, ma per me alcune cose sono ingiustificabili qualsiasi sia la ragione.

Su quello che taccheggia dal fruttaiolo o al market posso passare sopra, a quello che cresima di mazzate un ragazzo o na vecchiarella per la borsa, assolutamente no.
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: acquaLOTA - 06 Febbraio, 2014, 16:00:06 pm
riguardatevi il video:

http://video.repubblica.it/edizione/napoli/napoli-scippo-nei-vicoli-interviene-solo-l-immigrato/154993/153493 (http://video.repubblica.it/edizione/napoli/napoli-scippo-nei-vicoli-interviene-solo-l-immigrato/154993/153493)

vi farebbe più piacere avere concittadini come il nero o come i napoletani?questo è il punto della questione

in base alla risposta dovreste comportarvi e agire di conseguenza.
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: Lovercraft - 06 Febbraio, 2014, 16:05:54 pm
riguardatevi il video:

[url]http://video.repubblica.it/edizione/napoli/napoli-scippo-nei-vicoli-interviene-solo-l-immigrato/154993/153493[/url] ([url]http://video.repubblica.it/edizione/napoli/napoli-scippo-nei-vicoli-interviene-solo-l-immigrato/154993/153493[/url])

vi farebbe più piacere avere concittadini come il nero o come i napoletani?questo è il punto della questione

in base alla risposta dovreste comportarvi e agire di conseguenza.


Ma il punto non e' questo, perdinci! Il discorso e' che non si puo' pretendere che i cittadini si comportino come il nero e farne un articolo populista da schiaffare in prima pagina.
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: acquaLOTA - 06 Febbraio, 2014, 16:09:53 pm
Ma il punto non e' questo, perdinci! Il discorso e' che non si puo' pretendere che i cittadini si comportino come il nero e farne un articolo populista da schiaffare in prima pagina.
ok su questo posso pure essere d'accordo in parte: perché io vorrei che i cittadini si comportassero come il nero e quindi è giusto sensibilizzare sulla cosa.

poi che la repubblica e tutti sti blog di merda online ci guadagnino click e lettura facile ci può stare dato che alla fine al popolo del webbe (e non solo) piacciono queste cose.
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: falceEmarcello - 06 Febbraio, 2014, 16:09:55 pm
riguardatevi il video:

[url]http://video.repubblica.it/edizione/napoli/napoli-scippo-nei-vicoli-interviene-solo-l-immigrato/154993/153493[/url] ([url]http://video.repubblica.it/edizione/napoli/napoli-scippo-nei-vicoli-interviene-solo-l-immigrato/154993/153493[/url])

vi farebbe più piacere avere concittadini come il nero o come i napoletani?questo è il punto della questione

in base alla risposta dovreste comportarvi e agire di conseguenza.


L'unica cosa che ne viene fuori e' che ancora una volta e' stato scritto un articolo di una ipocrisia unica 
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: Prophyta - 06 Febbraio, 2014, 16:34:23 pm
come sempre quoto Marcello
e Alfredo
e Nando
 :look:


Già mi immagino il pistolotto con tanto di zeppola in bocca di Gramellini da Fazio.
Roba veramente da autoindursi un coma.
Titolo: R: Napoli, la nostra città
Inserito da: Dhu - 06 Febbraio, 2014, 17:31:28 pm
Ovviamente perché è nero non è nostro concittadino :siasd:

Inviato dal mio GT-I9505 utilizzando Tapatalk
Titolo: Re:R: Napoli, la nostra città
Inserito da: vechabla - 06 Febbraio, 2014, 18:53:18 pm
Ovviamente perché è nero non è nostro concittadino :siasd:

Inviato dal mio GT-I9505 utilizzando Tapatalk
E' friulano
Titolo: R: Re:R: Napoli, la nostra città
Inserito da: Dhu - 06 Febbraio, 2014, 19:19:04 pm
E' friulano
Irrilevante :look:

Inviato dal mio GT-I9505 utilizzando Tapatalk

Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: 814ckp0w3r - 06 Febbraio, 2014, 20:38:52 pm
A me ste cose mi fanno girare le palle vorticosamente:

[url]http://video.repubblica.it/edizione/napoli/donna-aggredita-nessuno-reagisce-la-difende-solo-un-immigrato/154993/153493[/url] ([url]http://video.repubblica.it/edizione/napoli/donna-aggredita-nessuno-reagisce-la-difende-solo-un-immigrato/154993/153493[/url])

Mo tanto di cappello al ragazzo di colore, ma per quale motivo questa merda schifosa di repubblica deve far passare il messaggio che questo e' stato l'unico ad aiutare? Ma quanto fa schifo sto giornale, ci fa pure il titolone a centro pagina.
E' diventata l'apertura :ok:
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: joint - 06 Febbraio, 2014, 20:40:50 pm
http://youmedia.fanpage.it/video/aa/UvO63OSwaxIaA6Ft (http://youmedia.fanpage.it/video/aa/UvO63OSwaxIaA6Ft)

C sta mparann a fa l'omm :rotfl:

Scherzi a parte, qua nessuno sta dicendo che dobbiamo essere novelli superman così come ha travisato marcel
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: 814ckp0w3r - 06 Febbraio, 2014, 20:47:37 pm
Ya ma parliamoci chiaramente, lo scippatore ha avuto la ciorta di acchiappare gente poco predisposta all'appiccico.
Una volta fuori la pasticceria di mio padre accadde una cosa simile. E fu cresimato alla meglio.
Per dire anche il caso personale: io se stavo con la guagliona me facev e cazz mije, se stavo con mio cugino per dire sicuro uno dei due sarebbe scattato. Dipende molto dal contesto in cui ti capita la situazione.
O' nir può stare tranquillo ca non ce succer niente.

A londra, se andate sulla app della metro dopo l'annuncio di "person under train" la gente nun vo sapè che è succies, si incazz perchè non levano il morto/ferito presto dalle rotaie perchè stanno a fare tardi. E Londra è un paese della liberta (cit. prof Bellavista) proprio come il Nord Italia.
Titolo: Napoli, la nostra città
Inserito da: falceEmarcello - 06 Febbraio, 2014, 21:33:23 pm

[url]http://youmedia.fanpage.it/video/aa/UvO63OSwaxIaA6Ft[/url] ([url]http://youmedia.fanpage.it/video/aa/UvO63OSwaxIaA6Ft[/url])

C sta mparann a fa l'omm :rotfl:

Scherzi a parte, qua nessuno sta dicendo che dobbiamo essere novelli superman così come ha travisato marcel


Nono io nun agg travisat proprio niente ... Agg capit tropp buon ed e' anche umano indignarsi e magari augurarsi che gli fanno una mazziata, l'errore e' invocare il senso civico in chi non lo avrebbe ( e sittolineo avrebbe ) fermato sistuendosi di fatto alla legge e alla tutela dell'ordine.
Il senso civico e' tutt'altro ed e' quello di soccorrere la signora ed eventualmente denunciare.
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: acquaLOTA - 06 Febbraio, 2014, 21:35:57 pm

Il senso civico e' tutt'altro ed e' quello di soccorrere la signora ed eventualmente denunciare.
o magari non aiutare lo scippatore a rimettersi in piedi e fuggire sincerandosi pure del suo stato di salute :look:
Titolo: Napoli, la nostra città
Inserito da: falceEmarcello - 06 Febbraio, 2014, 21:39:42 pm

o magari non aiutare lo scippatore a rimettersi in piedi e fuggire sincerandosi pure del suo stato di salute :look:

Vabbuo' ja allor tu sei proprio l'utente tipo di questo schifo di stampa che t'aggia ricere
Se scrivevano che uno gli era andato a fare la merenda allo scippatore tu pur to creriv
Titolo: R: Napoli, la nostra città
Inserito da: Starfred - 06 Febbraio, 2014, 21:41:41 pm
Ma tra l'altro come tenete sta sicumera che l'avevano aiutato con volontà e conoscenza dell'accaduto...quello è stato un attimo, magari o vecchio è già rimbambito di suo, ha visto a uno nterra e lo voleva aizare.
Io non so che certezze tenete.


Inviato dal mio Nexus 5 utilizzando Tapatalk

Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: acquaLOTA - 06 Febbraio, 2014, 21:49:43 pm
Vabbuo' ja allor tu sei proprio l'utente tipo di questo schifo di stampa che t'aggia ricere
Se scrivevano che uno gli era andato a fare la merenda allo scippatore tu pur to creriv
ma io l'articolo manc l'agg vist, ho visto direttamente il video  :asd:
Titolo: Napoli, la nostra città
Inserito da: tonysea7 - 06 Febbraio, 2014, 21:50:16 pm
Comunque mó giro più sicuro per strada. C'ho la sicurezza dei vigilantes che se menano miez e mazzat per me :love:
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: rickyrich91 - 06 Febbraio, 2014, 22:13:01 pm
Uagliu ma l'avete visto il video?? Stanno tutti vicchiariell, ma che dovevano fa lo dovevano piglia e abbuffarlo di mazzate?? Ma che ne sapete se teneva na pistola appresso? Ma sopratutto se uno si trova a passa di la da lontano magari pensava che era un incidente col mezzo
Titolo: Re:R: Napoli, la nostra città
Inserito da: Dhu - 06 Febbraio, 2014, 22:16:13 pm
Ma tra l'altro come tenete sta sicumera che l'avevano aiutato con volontà e conoscenza dell'accaduto...quello è stato un attimo, magari o vecchio è già rimbambito di suo, ha visto a uno nterra e lo voleva aizare.
Io non so che certezze tenete.


Inviato dal mio Nexus 5 utilizzando Tapatalk
se ci fate caso il tizio che gli alza il motorino era uscito due secondi prima da un vicolo, ha visto un ragazzo a terra e pe fa o bellill c'a uaglion l'ha aiutato.
Titolo: R: Re:R: Napoli, la nostra città
Inserito da: Starfred - 06 Febbraio, 2014, 22:17:35 pm


Eh ma infatti. Oh se io bell e buono esco da un negozio e vedo un giovane con il motorino per terra penso che si sia fatto male, mica che voleva scippare qualcuno.

Inviato dal mio Nexus 5 utilizzando Tapatalk

Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: Ciù per cortesia - 06 Febbraio, 2014, 23:11:34 pm
La civiltà non è avere paura di fare lo scippo perchè poi mi distruggono fisicamente e psicologicamente, la civiltà è capire il perchè fare lo scippo è sbagliato o comunque non mettere la gente nelle condizioni di fare uno scippo. Fermo restando che prendere come esempio un piccolo video trarre conclusioni di qualsiasi genere è oltre che qualunquista.
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: FistingTopo - 07 Febbraio, 2014, 12:20:41 pm
Ya ma parliamoci chiaramente, lo scippatore ha avuto la ciorta di acchiappare gente poco predisposta all'appiccico.
Una volta fuori la pasticceria di mio padre accadde una cosa simile. E fu cresimato alla meglio.
Per dire anche il caso personale: io se stavo con la guagliona me facev e cazz mije, se stavo con mio cugino per dire sicuro uno dei due sarebbe scattato. Dipende molto dal contesto in cui ti capita la situazione.
O' nir può stare tranquillo ca non ce succer niente.

A londra, se andate sulla app della metro dopo l'annuncio di "person under train" la gente nun vo sapè che è succies, si incazz perchè non levano il morto/ferito presto dalle rotaie perchè stanno a fare tardi. E Londra è un paese della liberta (cit. prof Bellavista) proprio come il Nord Italia.

Hai detto tutto !


Eh ma infatti. Oh se io bell e buono esco da un negozio e vedo un giovane con il motorino per terra penso che si sia fatto male, mica che voleva scippare qualcuno.

Inviato dal mio Nexus 5 utilizzando Tapatalk



Vabè li c'era i nigga che sbraitava e la signora che imprecava, era abbastanza semplice da capire come situazione  :asd:
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: acquaLOTA - 07 Febbraio, 2014, 15:17:17 pm
Ecco qui c'è una intervista de il fatto quotidiano al migrante benjamin che ha fermato lo scippatore. Acoltate cosa dice e capirete perché dobbiamo VERGOGNARCI:

http://tv.ilfattoquotidiano.it/2014/02/07/napoli-benjamin-ho-salvato-donna-dallo-scippo-italiani-guardavano-senza-far-nulla/264731/ (http://tv.ilfattoquotidiano.it/2014/02/07/napoli-benjamin-ho-salvato-donna-dallo-scippo-italiani-guardavano-senza-far-nulla/264731/)

"Lì c’erano molti testimoni e io gli dicevo di chiamare la Polizia, ma nessuno lo faceva e alla fine il ladro è riuscito a scappare"

Hai detto in Nigeria certe cose non capitano?

"No succedono!Ma in quel caso NESSUNO RESTA A GUARDARE, NON SI RESTa fermi a guardare un ladro LO SI RINCORRE e una volta preso LO SI CONSEGNA ALLA POLIZIA!Così succede in Nigeria. QUi invece resto sorpreso: In Italia mi è capitato più volte di vedere scippi senza che la gente intervenga. Non è giusto: si dà ai ladri il potere di rubare ancora"

credo no ci sia altro da dire, la sua spiegazione del fatto e di come ci si dovrebbe reagire è abbastanza esaustiva.e riprende quello che io e altri cercavamo di dire ieri.

noi cittadini non possiamo solo demandare alle autorità ciò che si deve fare dobbiamo difenderci tra noi! la malavita in questa città/paese è florida a causa della vigliaccheria/omertà dei cittadini che mascherano il tutto deresponsabilizzandosi e trincerandosi dietro le autorità che dovrebbero fare e non fanno.

ah e aggiungiamo un altro dettaglio di civiltà: la donna che ha subito o scippo NON AVEVA NEMMENO DENUNCIATO AI CARABINIERI, così come nessun altro dei presenti. E senza il video il ladro sarebbe ancora a piede libero.

senso civico...
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: falceEmarcello - 07 Febbraio, 2014, 16:03:09 pm


ah e aggiungiamo un altro dettaglio di civiltà: la donna che ha subito o scippo NON AVEVA NEMMENO DENUNCIATO AI CARABINIERI, così come nessun altro dei presenti. E senza il video il ladro sarebbe ancora a piede libero.

senso civico...

aaaaaaa
e allor vattimm pur a vecchia ... chella vecchia e sfaccimm ca nun ha denunciato, se aropp o scipp a chiav nu bell cavec ind e rient e vere' comm se mpar a prossima vota
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: falceEmarcello - 07 Febbraio, 2014, 16:05:13 pm
ovviamente mo basta, non partecipo piu' a questo gioco
Chi ha voluto capire quello che intendevo dire lo ha capito, chi no pacienza :ciao:
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: acquaLOTA - 07 Febbraio, 2014, 16:05:31 pm
aaaaaaa
e allor vattimm pur a vecchia ... chella vecchia e sfaccimm ca nun ha denunciato, se aropp o scipp a chiav nu bell cavec ind e rient e vere' comm se mpar a prossima vota
ancora?

ma chi ha parlat e vattere?!
Titolo: R: Napoli, la nostra città
Inserito da: Starfred - 07 Febbraio, 2014, 16:44:20 pm
Lo stato deve farci armare è stato detto? Immaginate che bello, mo la vecchia pigliava a pistola e o sparava ncap :sisi: stile vero

Inviato dal mio Nexus 5 utilizzando Tapatalk

Titolo: R: Re:R: Napoli, la nostra città
Inserito da: Alex88 - 07 Febbraio, 2014, 16:49:28 pm
Lo stato deve farci armare è stato detto? Immaginate che bello, mo la vecchia pigliava a pistola e o sparava ncap :sisi: stile vero

Inviato dal mio Nexus 5 utilizzando Tapatalk
Se non fosse ca e' un topic serio, avrei detto ca tu organizzavi una spedizione punitiva :look:

Eccessi assurdi comunque.
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: falceEmarcello - 07 Febbraio, 2014, 16:50:41 pm
ancora?

ma chi ha parlat e vattere?!

perche l'Africano e l'unico che prova a bloccare il motorino... gli altri non fanno nulla e fanno scappare il malfattore senza opporsi.

Io lo avrei lasciato a terra sotto il motorino e gli avrei sputato addosso ese si muoveva lo intorzavo di calci fino all'arrivo delle forze dell'ordine.

Sta gente va umiliata e invece vedo persone che sono li a"guardare cosa succede" come sempre accade a Napoli senza intervenire.


:ciao: :ciao: :ciao: :ciao: :ciao: :ciao: :ciao:

il tuo primo post, tralaltro quello a cui ti ho risposto che non ci si sostituisce alle forze dell'ordine, tutto il resto e' un tuo CONTINUO tentativo di avere l'ultima parola, cosa che accadra' al tuo prossimo post visto che, come ti ho detto, non ho piu' nulla dire sull'argomento

:ciao: :ciao: :ciao: :ciao: :ciao: :ciao: :ciao:
Titolo: R: Re:R: Re:R: Napoli, la nostra città
Inserito da: Starfred - 07 Febbraio, 2014, 16:59:02 pm
Se non fosse ca e' un topic serio, avrei detto ca tu organizzavi una spedizione punitiva :look:

Eccessi assurdi comunque.

Forse cambierò il mio nick in generale starfred

Inviato dal mio Nexus 5 utilizzando Tapatalk

Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: acquaLOTA - 07 Febbraio, 2014, 17:05:41 pm

:ciao: :ciao: :ciao: :ciao: :ciao: :ciao: :ciao:

il tuo primo post, tralaltro quello a cui ti ho risposto che non ci si sostituisce alle forze dell'ordine, tutto il resto e' un tuo CONTINUO tentativo di avere l'ultima parola, cosa che accadra' al tuo prossimo post visto che, come ti ho detto, non ho piu' nulla dire sull'argomento

:ciao: :ciao: :ciao: :ciao: :ciao: :ciao: :ciao:


come già ti ho detto ieri era una situazione estremizzata dovuta alla rabbia poi ho espresso il mio pensiero reale esplicitando quello che dovremmo fare:

marcé ma chi ha parlato di violenza? io l'ho estremizzata la questione. quello che in realtà ho detto io è che fra cittadini dobbiamo darci una mano e se vediamo qualcuno in difficoltà aiutarlo realmente, magari bloccando pure lo scippatore e collaborare con le forze dell'ordine. dovrebbe essere un concetto alla base di una società civile. e poi ho parlato di umiliazione sociale che non comprende il pestaggio ma il mettere in ridicolo il soggetto davanti alla società che invece spesso giustifica questi personaggi sostenendo "che sono povere persone che altro non possono fare nella vita" e quindi accettiamo passivamente il fatto che un tizio in pieno centro di giorno possa trascinare per metri una povera signora indisturbatamente.


il mio invito a essere civili verte sul fatto che bisogna collaborare fra noi per mettere un po' d'ansia a ste lote. io credo che tu debba essere contento di avere un concittadino come me e non come il vecchiariello che aiuta il ladro a scappare (incosciamente?).



te l'ho sottolineato anche così magari commenti su quello che viene detto alla fine di un discorso e non riprendendo il primo dei post che ho scritto nel topic :ciao: :ciao: :ciao: :ciao: :ciao: :ciao: :ciao:

però magari la prossima volta non andare così in freva  :asd:

:ciao: :ciao: :ciao: :ciao: :ciao: :ciao: :ciao:
:ciao: :ciao: :ciao: :ciao: :ciao: :ciao: :ciao:
:ciao: :ciao: :ciao: :ciao: :ciao: :ciao: :ciao:
:ciao: :ciao: :ciao: :ciao: :ciao: :ciao: :ciao:
:ciao: :ciao: :ciao: :ciao: :ciao: :ciao: :ciao:
:ciao: :ciao: :ciao: :ciao: :ciao: :ciao: :ciao:
:ciao: :ciao: :ciao: :ciao: :ciao: :ciao: :ciao:

e ti reinserisco l'ultimo post che è quello che dovresti citare e sul quale dibattere in cui non parlo in nessuna parte di violenza, sei tu che preso dal preconcetto e dalla freva nn guardi con lucidità quello che uno ti posta:
Ecco qui c'è una intervista de il fatto quotidiano al migrante benjamin che ha fermato lo scippatore. Acoltate cosa dice e capirete perché dobbiamo VERGOGNARCI:

[url]http://tv.ilfattoquotidiano.it/2014/02/07/napoli-benjamin-ho-salvato-donna-dallo-scippo-italiani-guardavano-senza-far-nulla/264731/[/url] ([url]http://tv.ilfattoquotidiano.it/2014/02/07/napoli-benjamin-ho-salvato-donna-dallo-scippo-italiani-guardavano-senza-far-nulla/264731/[/url])

"Lì c’erano molti testimoni e io gli dicevo di chiamare la Polizia, ma nessuno lo faceva e alla fine il ladro è riuscito a scappare"

Hai detto in Nigeria certe cose non capitano?

"No succedono!Ma in quel caso NESSUNO RESTA A GUARDARE, NON SI RESTa fermi a guardare un ladro LO SI RINCORRE e una volta preso LO SI CONSEGNA ALLA POLIZIA!Così succede in Nigeria. QUi invece resto sorpreso: In Italia mi è capitato più volte di vedere scippi senza che la gente intervenga. Non è giusto: si dà ai ladri il potere di rubare ancora"

credo no ci sia altro da dire, la sua spiegazione del fatto e di come ci si dovrebbe reagire è abbastanza esaustiva.e riprende quello che io e altri cercavamo di dire ieri.

noi cittadini non possiamo solo demandare alle autorità ciò che si deve fare dobbiamo difenderci tra noi! la malavita in questa città/paese è florida a causa della vigliaccheria/omertà dei cittadini che mascherano il tutto deresponsabilizzandosi e trincerandosi dietro le autorità che dovrebbero fare e non fanno.

ah e aggiungiamo un altro dettaglio di civiltà: la donna che ha subito o scippo NON AVEVA NEMMENO DENUNCIATO AI CARABINIERI, così come nessun altro dei presenti. E senza il video il ladro sarebbe ancora a piede libero.

senso civico...


:ciao: :ciao: :ciao: :ciao: :ciao: :ciao: :ciao:
:ciao: :ciao: :ciao: :ciao: :ciao: :ciao: :ciao:
:ciao: :ciao: :ciao: :ciao: :ciao: :ciao: :ciao:
:ciao: :ciao: :ciao: :ciao: :ciao: :ciao: :ciao:
:ciao: :ciao: :ciao: :ciao: :ciao: :ciao: :ciao:
:ciao: :ciao: :ciao: :ciao: :ciao: :ciao: :ciao:
:ciao: :ciao: :ciao: :ciao: :ciao: :ciao: :ciao:
:ciao: :ciao: :ciao: :ciao: :ciao: :ciao: :ciao:
:ciao: :ciao: :ciao: :ciao: :ciao: :ciao: :ciao:
:ciao: :ciao: :ciao: :ciao: :ciao: :ciao: :ciao:
:ciao: :ciao: :ciao: :ciao: :ciao: :ciao: :ciao:
:ciao: :ciao: :ciao: :ciao: :ciao: :ciao: :ciao:
:ciao: :ciao: :ciao: :ciao: :ciao: :ciao: :ciao:
Titolo: R: Re:R: Re:R: Re:R: Napoli, la nostra città
Inserito da: Alex88 - 07 Febbraio, 2014, 17:07:27 pm
Forse cambierò il mio nick in generale starfred

Inviato dal mio Nexus 5 utilizzando Tapatalk
Approvo...
Comunque e' inutile dire: "io farei cosi'" perche' poi non sapete mai la reazione "del momento"
Titolo: Re:R: Napoli, la nostra città
Inserito da: acquaLOTA - 07 Febbraio, 2014, 17:07:32 pm
Lo stato deve farci armare è stato detto? Immaginate che bello, mo la vecchia pigliava a pistola e o sparava ncap :sisi: stile vero

Inviato dal mio Nexus 5 utilizzando Tapatalk
ma che cazzo centra questo?  :scratch: sarcasmo fine a se stesso.

Titolo: Re:R: Napoli, la nostra città
Inserito da: vechabla - 07 Febbraio, 2014, 19:27:56 pm
L'extracomunitario è lì in quel momento, si trova sul punto preciso dello scippo, seduto su una fioriera mentre passa la donna che incrocia lo scippatore. La sua azione fa perdere l'equilibrio al reietto e lentamente accorre un capannello di gente, anche dai negozi, attirata dal trambusto, che è probabile che non capisca che si tratti di scippo ma di incidente (vedendo lo scooter a terra), e soccorre il colpevole. L'extracomunitario non parla italiano e difficilmente può aver fatto capire a tutti che si era trattato di rapina, e infatti la gente alza persino lo scooter. È la signora che, sotto shock, fa capire con lentezza che è stata aggredita. Un uomo si avvicina allo scippatore e gli dice qualcosa, toccandogli il braccio "affettuosamente". Ma non sappiamo cosa. Lo scippatore appare intimorito, anche inesperto, e prova a fuggire appena possibile, ma viene spinto dall'extracomunitario. Sopraggiunge un altro signore con cappello e nota che la targa del motoveicolo è coperta, probabilmente cercando di leggerla. Presumibilmente, l'uomo precedente si sbraccia per richiamare l'attenzione di qualcuno nei paraggi (forze dell'ordine?), ma inutilmente. Quando lo scippatore riparte, l'uomo sembra fare un gesto come per dire "non si muovono!".
Fermo restando che l'encomiabile extracomunitario è stato il più energico, anche perché è quello che ha capito bene cosa sia successo perché ne è rimasto coinvolto da protagonista, ricamare sull'indifferenza dei napoletani mi sembra l'ennesimo atto di sciacallaggio mediatico che ingigantisce i pur gravi problemi sociali di Napoli. Addirittura si parla di napoletani che aiutano lo scippatore. Questa è manipolazione.
Il malvivente è stato poi identificato ed arrestato dai Carabinieri, ma presto uscirà, perché la giustizia italiana è troppo tollerante. Questo è il vero problema su cui si dovrebbe discutere.


 :look:
Titolo: R: Napoli, la nostra città
Inserito da: Starfred - 07 Febbraio, 2014, 19:47:55 pm
Quoto costui

Inviato dal mio Nexus 5 utilizzando Tapatalk

Titolo: Re:R: Napoli, la nostra città
Inserito da: acquaLOTA - 07 Febbraio, 2014, 19:51:02 pm
Quoto costui

Inviato dal mio Nexus 5 utilizzando Tapatalk
Xg1  :look:
Titolo: Napoli, la nostra città
Inserito da: falceEmarcello - 07 Febbraio, 2014, 20:37:09 pm
Ovviamente la notizia mistificatissima va su rai 1, le interviste, o nir ca vo o post, forgione che abboffa il borbonico/rachitico pietto, o pastor bergamasc che se me iesc ecco i napoletaaaaani ... E io che me magn a rezz ro core
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: FistingTopo - 22 Febbraio, 2014, 15:51:07 pm
Articolo di Repubblica
Citazione
NAPOLI - Il governo dei sindaci è ancora fermo ai nastri di partenza. Ma a Napoli c'è già una bomba a orologeria pronta a esplodere. Per la Corte dei Conti la città è fallita e il sindaco Luigi De Magistris, che lunedì scorso salutava l'ex collega Matteo Renzi come "la persona giusta per una svolta nei rapporti tra Napoli e il Governo", ha invocato un decreto SalvaNapoli: "Fa rabbia anche a chi come me pensa che non si debba andare a Roma con il cappello in mano, che prima Alemanno poi Marino ottengano una legge speciale per la capitale e invece per Napoli ci si giri dall'altra parte".
 
Evasione senza paragoni. Sotto il Vesuvio, però, la situazione è più complicata anche perché le amministrazioni che si sono succedute negli anni non sono state esenti da gravi colpe. A puntare il dito è la magistrature contabile, che mette nero su bianco "l'incapacità" di riscossione delle imposte dovute: tra il 2009 e il 2011 i tributi propri (dalla Tarsu all'Ici/Imu) e le multe per infrazioni al codice della strada presentano un tasso d'evasione superiore al 50%. Un dato impressionante. Basti pensare che sul bilancio 2012 del Comune le stesse voci pesano per l'88% delle entrate correnti:
1,15 miliardi. Il problema nei conti della città - come per ogni ente locale - è proprio questo: tra gli attivi di bilancio vengono iscritti tutti gli accertamenti rilevati, a prescindere dal fatto che vengano effettivamente riscossi o no. Solo che il capoluogo campano ha un tasso d'evasione senza paragoni, al punto che per il solo 2012 potrebbero mancare altri 600 milioni. Peggio: il trend è destinato a peggiorare come certifica il diminuito "recupero dell'evasione tributaria rapportando i valori dei rendiconti al 2009 e 2010 con quelli del rendiconto 2011".

Multe cancellate. D'altra parte è il Comune stesso a riconoscere le difficoltà di riscossione, con residui che continuano ad aumentare al punto che per quanto riguarda le multe stradali "le percentuali di cancellazioni presentano un andamento più consistente negli ultimi 5 anni" avvicinandosi al 30% per una - scrive la Corte dei Conti - "fisiologica e coerente" difficoltà di riscossione delle contravvenzioni.

La maxi svalutazione. Insomma l'incapacità di incassare effettivamente i denari dovuti dai cittadini rappresenta un problema strutturale per la città, rendeno impossibile il suo salvataggio in quanto il Comune non sarà mai in grado di autofinanziarsi. Una situazione che si protrae da decenni e che aveva portato l'amministrazione a compiere una mastodontica pulizia nei conti già nel 2011, quando una revisione straordinaria dei residui attivi e passivi ha generato un disavanzo di amministrazione di 850 milioni, poi rivisto l'anno dopo in sede di rendiconto a 783 milioni. Ma anche dopo questa maxi-svalutazione, a fine 2013 i magistrati volevano ulteriori delucidazioni visto che il rendiconto "continuava a presentare una rilevante massa dei residui attivi del titolo I e III (imposte quali Tarsu e Imu e multe, ndr)" per 1,24 miliardi. Precisazioni che dal Comune non sono arrivate, almeno per quanto riguarda "la capacità di riscossione" di quei crediti.

Crediti a bilancio. Tra le varie voci, la Corte dei Conti annota "rilevanti perplessità" sul fatto che l'amministrazione continui a iscrivere a bilancio crediti risalenti a più di dieci anni fa, persino al 1993, per oltre 68 milioni. La sintesi è presto detta: la pulizia fatta nel bilancio, che per il Comune ha un carattere "straordinario", per i magistrati contabili è in realtà un’operazione che dovrà ripetersi in futuro, vista l'incapacità di riscuotere e la massa di crediti ancora dubbi che il Comune si porta dietro. Per i magistrati contabili "l’insussistenza potenziale" dei residui attivi – cioè i crediti relativi a imposte, trasferimenti o multe che in futuro rischiano di volatilizzarsi – è di 431 milioni di euro.

Piano di riequilibrio. Nonostante tutto, per De Magistris è "inaccettabile essere sottoposti da un anno e mezzo a un piano di riequilibrio che ci ha costretti ad alzare le tasse, applicare norme che non condividevamo". La Corte però attacca anche quel piano, basato quasi esclusivamente sulle dismissioni immobiliari: dovrebbero generare 730 milioni di ricavi, che coprirebbero quasi tutto il disavanzo dichiarato. Ma anche qui le cose non funzionano: secondo i magistrati la mancanza di un dettagliato cronoprogramma "esprime l'assenza, da parte dell'Ente, di un effettivo controllo delle operazioni poste in essere e di quelle da intraprendere". D'altra parte le prime vendite sono andate peggio delle attese e, per di più, il valore del patrimonio è stimato sei volte sopra quello inventariale: ciò lascia ampi dubbi sul fatto che effettivamente si riesca a realizzare quanto atteso.

Personale. Discorso simile per la riduzione delle spese del personale, oggi sopra il limite del 50% delle uscite disposto dalla legge: secondo la Corte le previsioni di costi del personale sono sottostimate dai 52 milioni del 2014 ai quasi 100 del 2022 e ciò "non può non destare forte preoccupazione". Un errore che "costituisce non solo un indice di una difficoltà dell'ente a rispettare le ottimistiche quanto irrealistiche previsioni, ma soprattutto incide in modo preoccupante sugli equilibri" del bilancio. Messe tutte in fila, queste incongruenze nella rendicontazione e nel progetto decennale di riequilbrio di bilancio portano il presidente Ciro Valentino a firmare la delibera che rifiuta il piano e apre la prima grana per il governo dei sindaci.


Insomma.... nulla di nuovo sotto il solo. Amministrazione di merda, ma di base ci sono tanti ''cittadini'' che non pagano un cazzo (adesso tocca vedere se perchè sul serio non hanno un centesimo, o semplicemente evadono il fisco e per questo devono essere scuoiati vivi).
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: DioBrando - 24 Maggio, 2014, 16:19:40 pm
Volevo postare l'intervento di Fico, non per altro, ma perché parla una ragazza fatta salire sul palco, che dimostra che noi napoletani sappiamo essere civili, e che se l'amministrazione ci caca, ci rimbocchiamo le maniche.

https://www.youtube.com/watch?v=Kokowm4JeSc (https://www.youtube.com/watch?v=Kokowm4JeSc)
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: Alemao - 03 Giugno, 2014, 14:35:21 pm
Fino a un anno fa c'era un De Magistris disposto ad aderire al vento di cambiamento dei 5 stelle. Ora c'è un De Magistris che non vede l'ora di aderire al Pd.  :cazzimm:
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: Gabbie - 09 Luglio, 2014, 13:45:35 pm
Il 14enne colpito dal crollo dei calcinacci della Galleria è morto :maronn:
Titolo: R: Napoli, la nostra città
Inserito da: Starfred - 09 Luglio, 2014, 14:10:31 pm
O bell è che non si sa l'unità abitativa di chi cazzo sia.

Meritiamo di fare la fine delle zoccole.

Come città, come nazione e come continente.

Speriamo che la Germania ci invada
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: Alemao - 09 Luglio, 2014, 15:12:47 pm
Che schifezza. Amministrazione di merda.
Titolo: R: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: Starfred - 09 Luglio, 2014, 15:13:57 pm
Che schifezza. Amministrazione di merda.
Ma se è di un privato l'abitazione ???
Titolo: Re:R: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: Alemao - 09 Luglio, 2014, 15:40:56 pm
Ma se è di un privato l'abitazione ???
NAPOLI - È morto Salvatore Giordano, il ragazzino di 14 anni colpito dai calcinacci caduti dalla Galleria Umberto I di Napoli lo scorso sabato. A confermare il decesso è la direzione sanitaria dell’Ospedale Loreto Mare dove Salvatore era ricoverato. Cinque giorni di agonia: tempo in cui all’esterno dell’ospedale si sono susseguite veglie, fiaccolate, sit-in, della comunità di Marano, piccolo centro in provincia di Napoli.
La salma al momento è all’obitorio del Loreto Mare , dove è incessante l’arrivo degli amici. Il primario del reparto di Rianimazione, Maurizio Postiglione: «Il cuore di Salvatore ha ceduto mentre stavamo procedendo a un’angiografia cerebrale per valutare i danni subiti». Nelle prossime ora si stabilirà se trasferirà la salma per l’esame autoptico.

INDAGINI - Particolarmente intricata si profila anche l’inchiesta avviata dalla Procura partenopea. I proprietari del monumento, e delle sue tante frazioni, sono molti (la manutenzione spetta al Comune). Individuare responsabilità precise non sarà semplice. Per ora sono stati interrogati due amministratori di condominio (leggi).

IL 12 MAGGIO UN PRIMO CROLLO - Il 12 maggio scorso si sono staccate le prime pietre di tufo e i calcinacci dalla Galleria Umberto, davanti agli store Sisley e Zara, in via Toledo (come documenta questo video firmato da Antonio Cangiano). Non ci furono feriti: l’area fu transennata e di nuovo aperta al pubblico dopo poco tempo. Evidentemente però qualcosa lassù, in cima al monumento, non andava. Tanto che - fatalmente - circa due mesi dopo, il 5 luglio, Salvatore Giordano, è stato ferito quasi nello stesso punto del precedente crollo di maggio. Ferito, purtroppo, a morte.

CHI ERA - Negli ultimi giorni tutti i napoletani hanno adottato, con i loro ricordi e i loro aneddoti, Salvatore. Un adolescente che sognava un futuro bello e importante. La professoressa di Italiano, Gilda Simioli, ricorda il tema che il ragazzo ha scelto di svolgere per l’esame di licenza media. «Un componimento, per il quale ha meritato 10, sul futuro, sulle cose che avrebbe fatto: scelte di studio e di vita - ripete mentre le parole fanno fatica a farsi largo nell’emozione -. Si era iscritto ad una scuola per fisioterapisti. Era una classe molto coesa la sua, la festa di fine anno è stata commovente».
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: Alemao - 09 Luglio, 2014, 15:46:19 pm
La galleria perdeva già pezzi prima: 12 maggio. Gente di merda proprio.

http://video.corrieredelmezzogiorno.corriere.it/?videoid=40d6bea8-d9c7-11e3-9dfd-817b1900991a (http://video.corrieredelmezzogiorno.corriere.it/?videoid=40d6bea8-d9c7-11e3-9dfd-817b1900991a)
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: rickyrich91 - 09 Luglio, 2014, 16:48:03 pm
che città di sfaccimma, morire a 14 anni x la sfaccimma della nullafacenza e della uallera di sindaco e latrine varie del comune, bastava una sfaccimma di manutenzione, ora è successo questo, l'anno scorso l'albero a via aniello falcone, chi sarà il prossimo? poi parlamm ro stadio.......ma facitm o piacer...... se penso che il giorno prima sono stato la sotto x 1 ora insieme a mia sorella e mio nipote mi vengono i brividi
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: IlGeneraleNero - 10 Luglio, 2014, 09:47:18 am
e vediamo se stavolta schiaffano qualcuno in galera o se, come al solito, se ne escono tutti belli puliti ...
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: TOTORE-RASTAMAN - 10 Luglio, 2014, 11:03:04 am
e vediamo se stavolta schiaffano qualcuno in galera o se, come al solito, se ne escono tutti belli puliti ...
beh, il responsabile credo sia l'amministratore del palazzo.
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: IlGeneraleNero - 10 Luglio, 2014, 13:25:47 pm
beh, il responsabile credo sia l'amministratore del palazzo.

si può cominciare tranquillamente da lui ...

poi passerei a vedere a chi appartiene quel pezzo di intonaco crollato, visto che, a quanto pare, ci sono dei proprietari che evidentemente se ne sono fottutti allegramente di fare manutenzione ...

bisogna cominciare finalmente a responsabilizzare la gente altrimenti si continuerà a vivere nel menefreghismo più totale, poi succede un guaio del genere, facciamo due fiaccolate e dalla settimana prossima nessuno se ne ricorda più ...
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: Alemao - 10 Luglio, 2014, 13:33:37 pm
beh, il responsabile credo sia l'amministratore del palazzo.

Le responsabilità sono pure del Comune di Napoli e sono di eguale gravità, perché una situazione del genere era già capitata in passato. La manutenzione della galleria e relativi controlli/accertamenti li deve fare il Comune di Napoli. Ci sono responsabilità condivise. Fossi nella famiglia del ragazzino, farei partire una causa milionaria contro gli amministratori per inadempienza e contro il Comune di Napoli per negligenza. Sono i responsabili di questa morte assurda.
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: rickyrich91 - 10 Luglio, 2014, 13:50:42 pm
Ma quale amministratore, mica è nu condominio, la galleria è un bene del comune, il responsabile al massimo è la sovrintendenza
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: calvin - 10 Luglio, 2014, 14:03:09 pm
Ma quale amministratore, mica è nu condominio, la galleria è un bene del comune, il responsabile al massimo è la sovrintendenza

No No

La galleria è privata ed è un insieme di 9 condomini  :sisi: :sisi:
Chiaramente è un edifico vincolato, ma non più ne meno di un qualsiasi edifico storico napoletano (che sono circa il 90% di quelli del centro.
Titolo: R: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: Starfred - 10 Luglio, 2014, 14:15:46 pm
No No

La galleria è privata ed è un insieme di 9 condomini  :sisi: :sisi:
Chiaramente è un edifico vincolato, ma non più ne meno di un qualsiasi edifico storico napoletano (che sono circa il 90% di quelli del centro.
:asd:
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: Alemao - 10 Luglio, 2014, 14:36:49 pm
 Le negligenze sono pure del Comune di Napoli, specialmente se il riferimento è a uno dei luoghi più importanti della città.
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: TOTORE-RASTAMAN - 10 Luglio, 2014, 15:07:10 pm
Le negligenze sono pure del Comune di Napoli, specialmente se il riferimento è a uno dei luoghi più importanti della città.
Vabbè, alemà, pigliamo il diritto e jettamml int a nu cess... :boh:
L'unico dovere che ha il comune è di fare i lavori in sfavore del condominio ma giustamente sappiamo bene come la pensi sul fatto che il comune debba pagare i lavori a tutti, nonostante sia in dissesto finanziario grazie a 40 anni di amministrazione pd da valenzi fino alla jervolino.
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: Alemao - 10 Luglio, 2014, 15:24:26 pm
Vabbè, alemà, pigliamo il diritto e jettamml int a nu cess... :boh:
L'unico dovere che ha il comune è di fare i lavori in sfavore del condominio ma giustamente sappiamo bene come la pensi sul fatto che il comune debba pagare i lavori a tutti, nonostante sia in dissesto finanziario grazie a 40 anni di amministrazione pd da valenzi fino alla jervolino.

Scusa eh, ma se nel 2012 nel luogo tra i più importanti e frequentati della città succere a stessa identica cosa, vuoi dirmi che il Comune non ha responsabilità nell'accaduto? A Napoli qualsiasi Amministrazione Comunale ha fatto cacare, non ne faccio certo una questione di bandiera, ma di intelligenza, specialmente se non ti attivi o ti fai promotore per riqualificare uno dei luoghi più importanti e vissuti della città dopo quanto accaduto in passato.
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: TOTORE-RASTAMAN - 10 Luglio, 2014, 16:50:40 pm
Scusa eh, ma se nel 2012 nel luogo tra i più importanti e frequentati della città succere a stessa identica cosa, vuoi dirmi che il Comune non ha responsabilità nell'accaduto? A Napoli qualsiasi Amministrazione Comunale ha fatto cacare, non ne faccio certo una questione di bandiera, ma di intelligenza, specialmente se non ti attivi o ti fai promotore per riqualificare uno dei luoghi più importanti e vissuti della città dopo quanto accaduto in passato.
Quest'ultima amministrazione però, a differenza delle altre, i guai li ha solo ereditati ed è quella che ha avuto, storicamente, il budget più basso.
Fino a un annetto fa amministravo un condominio vincolato dalla sovrintendenza: non hai idea di quali tarantelle devi fare per poter essere autorizzato a fare qualsiasi cuollo di cazzo.
Per non parlare dei condomini che non vogliono cacciare un centesimo in più, manco se rischi che ci scappi il morto.
Facciamo due conti: chi è il proprietario di praticamente tutti i negozi dentro e fuori la galleria? Quanti millesimi avrà? Vuoi vedere che ha la maggioranza dei millesimi e magari è stato proprio lui a non voler cacciare i soldi per i lavori?
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: DioBrando - 10 Luglio, 2014, 22:59:57 pm
No No

La galleria è privata ed è un insieme di 9 condomini  :sisi: :sisi:
Chiaramente è un edifico vincolato, ma non più ne meno di un qualsiasi edifico storico napoletano (che sono circa il 90% di quelli del centro.

e come tale, se qualcuno si studiasse le leggi sui beni vincolati dalla Soprintendenza appartenenti a privati, la manutenzione è a carico del proprietario.

Lasciate Alemao ai suoi deliri contro l'amministrazione, della quale, se avessero ceduto per due perucchi a De Laurentiis il San Paolo, molto coerentemente ne magnificherebbe la lungimiranza...
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: Alemao - 10 Luglio, 2014, 23:30:08 pm
e come tale, se qualcuno si studiasse le leggi sui beni vincolati dalla Soprintendenza appartenenti a privati, la manutenzione è a carico del proprietario.

Lasciate Alemao ai suoi deliri contro l'amministrazione, della quale, se avessero ceduto per due perucchi a De Laurentiis il San Paolo, molto coerentemente ne magnificherebbe la lungimiranza...

Intanto tra i destinatari dei 45 avvisi di garanzia ci stanno pure 3 funzionari dell'ufficio tecnico del Comune di Napoli, ma questo le tue fonti non potevano saperlo, me ne rendo conto. Non si può essere ovunque, anche se ti chiami Diobrando e tiene il potere della bilocazione. Poi ci sarebbero tutte quelle morti assurde, tipo alberi che cadono e acciren a gente e cosarielle e cheste, quisquilie di cui questa e le precedenti amministrazioni se ne sono sempre fottute.
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: Starfred - 10 Luglio, 2014, 23:32:11 pm
vedremo poi in fase di giudizio che succederà :asd:
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: Alemao - 10 Luglio, 2014, 23:37:37 pm
E ci tengo a dire che la classe politica partenopea merda è e merda resta: il colore è semp 'o stess. Gente che si piglia le mazzette, che promuove amici, fratelli e cognati, che si leva le multe ai parenti, che tiene il tariffario, che chiude un occhio: questa è la splendida realtà del Comune di Napoli e non da mo' ma da prima che tutti noi nascessimo. Ci vorrebbe il Napalm.
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: Joker - 11 Luglio, 2014, 10:38:59 am
Piano piano ce ne cadremo a pezzi.
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: bat86 - 11 Luglio, 2014, 14:13:44 pm
Il 14enne colpito dal crollo dei calcinacci della Galleria è morto :maronn:
R.I.P.    :pianto: :pianto:
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: DioBrando - 11 Luglio, 2014, 16:52:55 pm
Intanto tra i destinatari dei 45 avvisi di garanzia ci stanno pure 3 funzionari dell'ufficio tecnico del Comune di Napoli, ma questo le tue fonti non potevano saperlo, me ne rendo conto. Non si può essere ovunque, anche se ti chiami Diobrando e tiene il potere della bilocazione. Poi ci sarebbero tutte quelle morti assurde, tipo alberi che cadono e acciren a gente e cosarielle e cheste, quisquilie di cui questa e le precedenti amministrazioni se ne sono sempre fottute.

ma che c'entra questo con la manutenzione?? Ma tu proprio capisci il cazzo. il comune viene sempre coinvolto quando ci sono incidenti perché, imputazione comune, non ha visionato o segnalato il problema al proprietario. Tu proprio sei il cazzo di scrivere qualunque strunzata senza manco sapere... per esempio a Mira, dove costruivano una piscina, un ragazzo che ha scavalcato la recinzione ed è salito sul tetto dell'edificio in costruzione, è carut ed è rimasto paralizzato. Pure il sindaco ha avuto l'avviso di garanzia, ma non è mica sua responsabilità, è la prassi per valutare se i controlli sulla recinzione da parte del comune c'erano stati e gli avvisi fatti al proprietario o costruttore.
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: Alemao - 11 Luglio, 2014, 17:54:01 pm
ma che c'entra questo con la manutenzione?? Ma tu proprio capisci il cazzo. il comune viene sempre coinvolto quando ci sono incidenti perché, imputazione comune, non ha visionato o segnalato il problema al proprietario. Tu proprio sei il cazzo di scrivere qualunque strunzata senza manco sapere... per esempio a Mira, dove costruivano una piscina, un ragazzo che ha scavalcato la recinzione ed è salito sul tetto dell'edificio in costruzione, è carut ed è rimasto paralizzato. Pure il sindaco ha avuto l'avviso di garanzia, ma non è mica sua responsabilità, è la prassi per valutare se i controlli sulla recinzione da parte del comune c'erano stati e gli avvisi fatti al proprietario o costruttore.

Se tu permetti che il cortile di casa tua diventi munnezza pericolante e solo mo' ti degni di fare un'ordinanza, dopo la morte di un Povero Cristo, sei solo un pover omm e la responsabilità è pure tua e del lassismo della tua amministrazione e merda, dei tuoi uffici, dei tuoi funzionari che verifiche non ne fanno, che il problema non se lo pongono.

In secondo luogo ti invito cortesemente a farti i cazzi suoi, dato che sei un poveraccio arrogante che più che dire che "non capisci un cazzo" non sai fare.
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: Prophyta - 11 Luglio, 2014, 17:59:29 pm
Ma nell'ufficio tecnico del comune non si viene mica nominati dal sindaco  :look:
 Il sindaco è parte lesa ed ha emesso ordinanza su disposizione della Procura.
Titolo: R: Napoli, la nostra città
Inserito da: GeppiGeppi - 11 Luglio, 2014, 18:01:32 pm
Alemao nei suoi discorsi, che io condivido solo in parte, ha sempre parlato di una politica napoletana oltremodo schifosa a cui, ahimè, nemmeno Giggino la promessa si è tirato indietro.
Per la questione del ragazzo, si devono ancora accertare tanti particolari.
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: Alemao - 11 Luglio, 2014, 18:02:23 pm
Ma nell'ufficio tecnico del comune non si viene mica nominati dal sindaco  :look:
 Il sindaco è parte lesa ed ha emesso ordinanza su disposizione della Procura.

Ma che c'entra scusa? Da chi dipendono? Ma se ne accorgono solo a ragazzo morto che se ne cade a pezzi? Già nel 2012 è successa una cosa simile. Se succede una cosa simile e non ti poni il problema la responsabilità è pure tua. Questa tragedia è successa in pieno centro cittadino.
Titolo: Re:R: Napoli, la nostra città
Inserito da: Prophyta - 11 Luglio, 2014, 18:04:57 pm
 :rotfl: :rotfl: :rotfl:
Titolo: R: Napoli, la nostra città
Inserito da: GeppiGeppi - 11 Luglio, 2014, 18:06:09 pm
Da un punto di vista morale la responsabilità è anche del Comune che non provvede adeguatamente, con azioni dure, a far sì che certe cose avvengano.
Dal punto di vista legislativo, sembra che l'amministrazione non entri in scena e, purtroppo, le carte contano.
Titolo: Re:R: Napoli, la nostra città
Inserito da: Alemao - 11 Luglio, 2014, 18:07:02 pm
:rotfl: :rotfl: :rotfl:

E mi pare giusto farci una risata sopra. Meglio una risata che un cornicione in testa.
Titolo: Re:R: Napoli, la nostra città
Inserito da: Prophyta - 11 Luglio, 2014, 18:10:56 pm
E mi pare giusto farci una risata sopra. Meglio una risata che un cornicione in testa.
Ma mi pare che u voglia traghettare questo topic dove pare a te, che per quel mi riguarda è verso qualunquelandia. Avete respinto il mio intervento che era piuttosto specifico per tornare a distribuire colpe, addirittura morali.
E je nun pozz rirer?
Titolo: Re:R: Napoli, la nostra città
Inserito da: Alemao - 11 Luglio, 2014, 18:13:30 pm
Ma mi pare che u voglia traghettare questo topic dove pare a te, che per quel mi riguarda è verso qualunquelandia. Avete respinto il mio intervento che era piuttosto specifico per tornare a distribuire colpe, addirittura morali.
E je nun pozz rirer?

Vabbuò a spararti la posa ci riesci benissimo. Continua da solo.
Titolo: Re:R: Napoli, la nostra città
Inserito da: Prophyta - 11 Luglio, 2014, 18:17:42 pm
Vabbuò a spararti la posa ci riesci benissimo. Continua da solo.
:patt:
comunque so signorina Alemà   :nanda:
solA
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: FistingTopo - 11 Luglio, 2014, 19:08:36 pm
Vabè non è che adesso tutto è colpa di Giggino eh  :asd: .... se era anche competenza del comune, penso doveva controllare l'integrità della struttura.... allora non mi meraviglio di ciò che è successo. A piazza bellini qualche settimana fa è crollato un balcone vicino lo Spritz, anche li poteva fare una strage. Li di chi era la responsabilità ? La verità è che c'è tanta gente che merita la forca, in quanto ha un lavoro al comune, e non fa un emerito cazzo. Sotto questo profilo si, è colpa di Giggino  :asd:
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: DioBrando - 11 Luglio, 2014, 20:46:08 pm
Vabè non è che adesso tutto è colpa di Giggino eh  :asd: .... se era anche competenza del comune, penso doveva controllare l'integrità della struttura.... allora non mi meraviglio di ciò che è successo. A piazza bellini qualche settimana fa è crollato un balcone vicino lo Spritz, anche li poteva fare una strage. Li di chi era la responsabilità ? La verità è che c'è tanta gente che merita la forca, in quanto ha un lavoro al comune, e non fa un emerito cazzo. Sotto questo profilo si, è colpa di Giggino  :asd:

ma nemmeno, perchè chi è impiegato e si occupa dei controlli, è dipendente pubblico magari da 20 anni e cu Giggino poco c'entra... Giggino si piglia le SUE di colpe, ma scaricargli addosso pure nu palazzo che crolla pecché i proprietari non cacciano i sordi per la manutenzione è na strunzata. Già è da provare che i suddetti non abbiano ricevuto ingiunzione da soprintendenza e comune, nel qual caso ci si può rivalere sui funzionari che non l'avessero fatto... Ma arrivare per direttissima a Giggino sono Alemao ci può riuscire...
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: ferro - 12 Luglio, 2014, 00:31:16 am
Comunque a parte i discorsi vari, appoggio pienamente l'indignazione di Alemao. Il fatto accaduto è grave assai, molto più grave di quanto qualcuno non pensa. Ai miei occhi è più grave della camorra, più grave delle tasse, più grave della disoccupazione. Significa che se abiti a Napoli, se scendi di casa non sai se torni, perchè potresti trovare un tombino aperto, ti può cadere un cornicione in testa, puoi finire con macchina in un fosso lungo il raccordo tangenziale e finire fuori il cavalcavia. Tutto questo non perchè l'ha deciso il fato, per una mortale casualità, ma perchè nessuno se ne fotte e i primi a doversene fottere sono le istituzioni.
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: Alemao - 12 Luglio, 2014, 00:59:35 am
Inchiesta di "Repubblica": segnalazioni e foto di crolli almeno dal 2005, nello stesso punto in cui è rimasto ferito il quattordicenne. Ma nessuno è intervenuto con lavori completi di restauro ed eliminazione del rischio

La battaglia è già cominciata. Tra pubblico e privato, tra i vari uffici istituzionali e i singoli proprietari del bene monumentale. Ma chi doveva curare la manutenzione di quel fregio ottocentesco che dalla Galleria Umberto I si è sgretolato in un caldo pomeriggio estivo ed è piombato giù, come una cascata di pietre killer, sul corpo di Salvatore, riducendo un adolescente in fin di vita? E soprattutto: chi doveva vigilare sulle eventuali omissioni dei proprietari? Il Comune poteva  o doveva  intervenire ad horas, rispetto ad una sequenza interminabile di allarmi? Le cronache infatti sono lì a testimoniarlo, da quasi dieci anni. Allarmi di crollo già nel 2005: uno, il 24 settembre di quell'anno, documentato dalla nostra foto a pagina 3. Lavori eseguiti nel 2009, e poi le ultime martellanti denunce più recenti: ben tre cedimenti a febbraio, a maggio e a giugno di quest'anno. È su questi dati che si combatte la sfida. Sarà questo il primo scoglio per i magistrati chiamati a districarsi in una stratificazione di responsabilità e poteri mai davvero cristallizzati in atti recenti. Indaga la Procura, che sta coordinando le prime verifiche condotte dalla polizia municipale, andate avanti per tutta la notte tra sabato e domenica. Le ipotesi, per ora: lesioni colpose gravissime, crollo, danneggiamento al patrimonio artistico. E cento metri di transenne lungo via Toledo, nel cuore turistico della città.

Lo stesso procuratore capo Giovanni Colangelo sta seguendo passo dopo passo l'inchiesta affidata per ora al pm di turno Lucio Giugliano, che ha disposto i primi accertamenti, oltre al sequestro dell'area e all'inibizione dello svolgimento di attività commerciali nella zona considerata a rischio. Restano transennati, dunque, i cento metri di via Toledo che costeggiano il varco della Galleria. A terra, polvere bianca, "farina" di calcinacci, la firma di una tragedia prevedibile. Chiusi i negozi immediatamente confinanti: su cui grava già lo spettro di una crisi, in minore proporzione simile a quella subita dall'area della Riviera di Chiaia che il 4 marzo 2013 si vide recintata e isolata dopo il crollo del palazzo rimasto (per fortuna) senza vittime. Sono stati momentaneamente "inibiti" all'uso anche i balconi delle facciate che insistono sui due condomini che fiancheggiano l'area del crollo: e cioè il civico 310 di via Toledo, e il numero 7 di piazzetta Matilde Serao. Una mossa disposta nell'imminenza degli interventi, da parte dei vigili della sezione Chiaia, diretta dal comandante della municipale Gaetano Frattini. Gli stessi operatori della municipale  in assenza di chiare indicazioni sulla proprietà del segmento "incriminato"  hanno notificato l'ordine di mettere in sicurezza la facciata ad entrambi gli amministratori dei due condomìni: il primo è l'avvocato Antonio Del Vecchio, l'altro è il commercialista Marco Fresa.
 
"Si tratta di un episodio molto grave su cui, come sempre, non saranno risparmiate risorse per l'accertamento di tutte le eventuali responsabilità. Ma solo nelle prossime ore avremo un quadro della situazione più completo  sottolinea il procuratore capo, Colangelo  Abbiamo bisogno di ventiquattro, massimo quarantotto ore, per capire con dati alla mano quali erano i concreto rischi di pericolo e quali gli interventi da fare, e ad opera di chi, su quell'area del monumento della Galleria". L'unica cosa certa, da cui dovranno cominciare gli inquirenti, è la lunghissima lista degli sos, inascoltati o quasi. Un pezzo alla volta, si consuma la solidità della Galleria Umberto I. Da anni. Cedimenti costanti. Piovevano pietre, di ogni dimensione, dai vari varchi del complesso monumentale. Ad ogni stagione. Lo racconta nero su bianco il ritmo delle pubbliche denunce, basta perfino scorrere le cronache cittadine. Eccone alcune: 24 settembre 2005, Repubblica titola "Paura in Galleria Umberto, cade cornicione, turisti in fuga", le pietre volano in corrispondenza nel negozio Gay Odin, quindi esattamente la stessa area del crollo di sabato scorso. E poi, autunno 2009, un'ordinanza del Comune impone (ed ottiene) i lavori del privato lungo tutta la facciata est dopo alcuni rischi. E poi: 11 giugno 2010, piovono pietre dal varco di via Toledo. Passa un mese, altro sos: 13 luglio 2010, cadono calcinacci dalla Galleria, stavolta sul versante di via San Carlo. Ancora, siamo al 24 gennaio di quest'anno: crollo dalla Galleria su via Verdi, danneggiate anche due auto. Passa un mese, non cambia nulla: il 12 febbraio scorso, sempre dalla Galleria si sbriciolano pezzi di cornicione sul varco di via Verdi e teatro San Carlo. Passano due mesi, e il 12 maggio c'è un'altra caduta di pietre, anche stavolta lungo via Toledo. Non è finita: il primo giugno, nel giorno dell'allarme meteo con devastante "bomba d'acqua" su Napoli, crolla un altro pezzo di Galleria che affaccia sul San Carlo.
[/b]

E mo' fatevi tutti i commenti sarcastici che volete e sparatevi pure le pose con tanto di faccina.

Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: TOTORE-RASTAMAN - 12 Luglio, 2014, 01:15:06 am
E mo' fatevi tutti i commenti sarcastici che volete e sparatevi pure le pose con tanto di faccina.
Così come non c'è niente da ridere, non c'è manco da fare polemiche "pelose" contro de magistris. :boh:
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: Alemao - 12 Luglio, 2014, 01:22:02 am
Così come non c'è niente da ridere, non c'è manco da fare polemiche "pelose" contro de magistris. :boh:

Qui gli unici peli sono quelli sullo stomaco di chi tra Amministrazione Cittadina, funzionari preposti, Soprintendenza e proprietari se n'è fottuto dal 2005 fino a qualche giorno fa e tutto questo in pieno centro cittadino, nel cuore di Napoli (che poi ne sono morti pure altri e non in pieno centro per vicende altrettanto assurde). Presumo che per pigliarsi un caffè tutta questa pletora di persone perbene due passi se li siano fatti là sotto. Senza farsi domande, meglio: senza fare nulla.
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: DioBrando - 12 Luglio, 2014, 10:30:02 am
Continui a non capire.... Ormai ci ho rinunciato. Se l'amministrazione competente ha fatto i dovuti passi ingiuntivi, la palla passa al proprietario fino a scadenza termini per i lavori di manutenzione.

D'altronde lo scrive lo stesso tuo articolo come si procede: autunno 2009, un'ordinanza del Comune impone (ed ottiene) i lavori del privato lungo tutta la facciata est dopo alcuni rischi

In capa a te pare che il comune addà fare i lavori per i proprietari... Foss'accussi, nel caso di beni culturali si deve procedere all'esproprio, e nun è na cosa e subito...


Se non ti entra nella capa, at che faccine...
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: Alemao - 12 Luglio, 2014, 11:02:31 am
Continui a non capire.... Ormai ci ho rinunciato. Se l'amministrazione competente ha fatto i dovuti passi ingiuntivi, la palla passa al proprietario fino a scadenza termini per i lavori di manutenzione.

D'altronde lo scrive lo stesso tuo articolo come si procede: autunno 2009, un'ordinanza del Comune impone (ed ottiene) i lavori del privato lungo tutta la facciata est dopo alcuni rischi

In capa a te pare che il comune addà fare i lavori per i proprietari... Foss'accussi, nel caso di beni culturali si deve procedere all'esproprio, e nun è na cosa e subito...


Se non ti entra nella capa, at che faccine...

MA vedi è proprio inutile starne a discutere con te, perché qua si tratta semplicemente di informarsi, cosa che a te risulta veramente difficile, di documentarsi e di scoprire che dal 2005 in poi sotto altre amministrazioni e due volte sotto questa sono accaduti gli stessi identici crolli, che non si sono verificati in periferia o in altre zone della città, dove a nessuno fotte niente se cade un palo della luce e uccide una donna, sono accaduti IN PIENO CENTRO CITTADINO e quindi avrebbero dovuto avere maggiore rilevanza nell'attivare le procedure necessarie per evitare che per la terza volta sotto la sua amministrazione e per tutte quelle precedenti ci fosse pericolo di crolli. A me la responsabilità politica di questa amministrazione pare evidentissima, perché se permette al cuore cittadino di diventare, o meglio di restare, quattro mura sgarrupate e pericolanti, senza farsi sentire, senza sollevare la questione, la responsabilità è pure tua, a te no. Inutile starne a discutere.
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: DioBrando - 12 Luglio, 2014, 13:55:14 pm
MA vedi è proprio inutile starne a discutere con te, perché qua si tratta semplicemente di informarsi, cosa che a te risulta veramente difficile, di documentarsi e di scoprire che dal 2005 in poi sotto altre amministrazioni e due volte sotto questa sono accaduti gli stessi identici crolli, che non si sono verificati in periferia o in altre zone della città, dove a nessuno fotte niente se cade un palo della luce e uccide una donna, sono accaduti IN PIENO CENTRO CITTADINO e quindi avrebbero dovuto avere maggiore rilevanza nell'attivare le procedure necessarie per evitare che per la terza volta sotto la sua amministrazione e per tutte quelle precedenti ci fosse pericolo di crolli. A me la responsabilità politica di questa amministrazione pare evidentissima, perché se permette al cuore cittadino di diventare, o meglio di restare, quattro mura sgarrupate e pericolanti, senza farsi sentire, senza sollevare la questione, la responsabilità è pure tua, a te no. Inutile starne a discutere.

ma se non conosci la legge e le procedure che cazzarola me ne fotte che riporti gli altri crolli! Come riportare i crolli di Pompei e pigliarsela a muzzo con la Soprintendenza invece che col Governo e il MibaC che nun cagnano la legislazione in materia.... Maronn e che mi tocca leggere, quando uno ce l'ha per partito preso si inventa pure le cose....
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: Alemao - 12 Luglio, 2014, 13:57:03 pm
ma se non conosci la legge e le procedure che cazzarola me ne fotte che riporti gli altri crolli! Come riportare i crolli di Pompei e pigliarsela a muzzo con la Soprintendenza invece che col Governo e il MibaC che nun cagnano la legislazione in materia....

Ma allora non ci arrivi proprio, eppure credo di essermi spiegato benissimo. Tempo perso proprio.
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: DioBrando - 12 Luglio, 2014, 14:04:33 pm
Ma allora non ci arrivi proprio, eppure credo di essermi spiegato benissimo. Tempo perso proprio.

Una volta tanto ti do ragione... Tempo perso.... Il mio.... :asd:
Titolo: R: Napoli, la nostra città
Inserito da: Genny Fenny - 12 Luglio, 2014, 21:58:07 pm
Un pugno al cuore quella zona muta delimitata con ancora dentro i calcinacci misti ai fiori, mentre a pochi centimetri nu terremoto e gente con granite e burzetelle passeggia rumorosamente.
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: umb - 14 Luglio, 2014, 20:55:33 pm
io abitavo li e vi posso dire che i pezzi di cornicioni cadevano abbastanza spesso con tanto di turisti che facevano le fotografie.
e mi so sempre detto che uno di questi giorni acchiappavo un pezzo di muro in capa.
era una tragedia annunciata perchè è gestito dalla sfaccimma della gente pubblico e privato.
però mi manca tantissimo  :sad:
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: Alemao - 15 Luglio, 2014, 13:41:28 pm
Meglio sposare i ricchioni in Comune che partecipare alle esequie del ragazzo.
Titolo: R: Napoli, la nostra città
Inserito da: enricocaruso - 15 Luglio, 2014, 15:12:20 pm
I matrimoni omosessuali sono sacrosanti e non vedo come si inseriscano nel discorso...
Titolo: Re:R: Napoli, la nostra città
Inserito da: Alemao - 15 Luglio, 2014, 15:23:45 pm
I matrimoni omosessuali sono sacrosanti e non vedo come si inseriscano nel discorso...

sono d'accordo sul fatto che sia meglio fare il cerimoniere a uno pseudo matrimonio che porgere le condoglianze e partecipare al funerale di un ragazzo morto in pieno centro. Ne contesto l'opportunismo, la voglia e se fa verè sul quann conviene a iss e soprattutto la tempestività.
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: TOTORE-RASTAMAN - 15 Luglio, 2014, 17:30:53 pm
Meglio sposare i ricchioni in Comune che partecipare alle esequie del ragazzo.
Citazione
NAPOLI - Il sindaco di Napoli, Luigi De Magistris, non parteciperà ai funerali di Salvatore Giordano, il 14enne morto dopo essere stato colpito da pietre cadute dalla facciata della Galleria Umberto in via Toledo.   Domani, giorno dei funerali del ragazzo in programma a Marano, a Napoli è proclamato il lutto cittadino. Il Comune di Napoli invierà il gonfalone della città ed una corona. Una decisione che il sindaco De Magistris ha spiegato con la volontà di «lasciare alla famiglia di Salvatore e alla comunità di Marano, il momento del lutto» e allo stesso tempo con la volontà di «voler prendere le distanze da tutto il veleno immesso contro la nostra città in queste ore».

«Ho assistito - ha aggiunto il sindaco - ad un killeraggio politico e a una miseria umana che come sindaco, napoletano, magistrato e padre non avevo mai visto». De Magistris ha spiegato di non aver parlato pubblicamente nei giorni scorsi perchè «di fronte a una tragedia inaccettabile, è prevalso il dolore, la commozione e la vicinanza alla famiglia e allo stesso Salvatore che lottava, con un filo di speranza, tra la vita e la morte».

«In questi giorni ho avvertito un peso enorme di una tragedia che considero inaccettabile e per cui non ho parole come padre prima ancora che come sindaco e napoletano» ha aggiunto de Magistris. Il sindaco di Napoli ha sottolineato di «non avvertire», invece, «una responsabilità giudiziaria che non mi appartiene nè una responsabilità politica, ma avverto il peso, il dramma che questa tragedia sia accaduta a Napoli ed è una ferita che non è riparabile, che non superi mai quando rappresenti la città».
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: Alemao - 15 Luglio, 2014, 17:37:00 pm
L'unica miseria che è capitata ai Napoletani è di scegliere sempre i peggio strunzi come sindaci. Altri due anni e poi stu coso si leva annanz o cazz. Avanti il prossimo.
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: TOTORE-RASTAMAN - 15 Luglio, 2014, 17:38:30 pm
L'unica miseria che è capitata ai Napoletani è di scegliere sempre i peggio strunzi come sindaci. Altri due anni e poi stu coso si leva annanz o cazz. Avanti il prossimo.
Se non riesci a vedere che de magistris è un altro pianeta di persona non so che dirti.
Voterai per bassolino e mastella o per nick o 'mmerican? :asd:
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: Alemao - 15 Luglio, 2014, 17:42:34 pm
Se non riesci a vedere che de magistris è un altro pianeta di persona non so che dirti.
Voterai per bassolino e mastella o per nick o 'mmerican? :asd:

Appartiene allo stesso pianeta di chi lo ha preceduto: il pianeta degli strunzi: né più, né meno di questo. Di certo non voto per stu pagliaccio con la bandana arancione che ora tenta di riciclarsi nel Pd.
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: IlGeneraleNero - 17 Luglio, 2014, 13:10:14 pm
perchè pensate che sia così facile fare il sindaco a Napoli?
Titolo: R: Napoli, la nostra città
Inserito da: Rage - 17 Luglio, 2014, 13:26:29 pm
De Magistris è di un altro pianeta per tutta una serie di questioni, devo a lui se, quando mi capita, riesco a farmi ancora la passeggiatella a Napoli con la uagliona. Con tutto che vivo all'estero, quando posso, ci vado.
La ZTL a Napoli è stata una grandissima intuizione e a tutta la gente di merda che gli ha manifestato contro dico, vi meritate i fasci ed il vesuvio
...

Inviato dal mio GT-I9192 con Tapatalk 2
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: joint - 17 Luglio, 2014, 15:52:53 pm
la ztl è una grandissima trovata per la vivibilità della città e del suo centro, però doveva essere accompagnata da mezzi pubblici efficienti a partire dalle corsie preferenziali sempre intasate dai mao mao creando un disservizio notevole.
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: SpamMattia - 17 Luglio, 2014, 22:19:47 pm
io spero venga riconfermato. saranmo pure piccoli i passi che ha fatto ma almeno erano in avanti. lo do che è sempre più facile dire che tutti sono una merda ma vorrei capire se secondo voi sia veramente così facile fare il sindaco di napoli
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: Rage - 17 Luglio, 2014, 22:40:55 pm
la ztl è una grandissima trovata per la vivibilità della città e del suo centro, però doveva essere accompagnata da mezzi pubblici efficienti a partire dalle corsie preferenziali sempre intasate dai mao mao creando un disservizio notevole.

Mezzi pubblici efficienti? I privati perchè non investono?

Perchè la nuova metropolitana ci mette un'eternità a crescere? Perchè a gent ce mang. E ce mang pure bbuon.
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: IlGeneraleNero - 17 Luglio, 2014, 23:07:23 pm
Mezzi pubblici efficienti? I privati perchè non investono?
Perchè la nuova metropolitana ci mette un'eternità a crescere? Perchè a gent ce mang. E ce mang pure bbuon.

ecco perchè dicevo che non è facile fare bene a Napoli, se ogni cosa che pensi di fare devi dar conto a tutti quelli che ci devono magnare tra politici e camorra, è ovvio che non si riesce mai a fare niente di buono o comunque in tempi rapidi ...

in verità è un problema anche italiano, ma Napoli su tutti ...
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: Massimo Mauro - 19 Luglio, 2014, 18:30:05 pm
Alemà, ma tu di dove sei? Io abito al centro storico e v'assicuro che Napoli è divenuta decisamente più vivibile in questi ultimi anni, cosa che mi rende un convinto sostenitore del nostro sindaco, che in mezzo a quest'accolita di camorristi è una manna dal cielo.
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: DioBrando - 19 Luglio, 2014, 19:57:05 pm
Meglio sposare i ricchioni in Comune che partecipare alle esequie del ragazzo.

poi uno si chiede arò arrivano i voti al PD... Giovanardi apprezza... :look:
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: DioBrando - 19 Luglio, 2014, 19:59:53 pm
la ztl è una grandissima trovata per la vivibilità della città e del suo centro, però doveva essere accompagnata da mezzi pubblici efficienti a partire dalle corsie preferenziali sempre intasate dai mao mao creando un disservizio notevole.

concordo, poi io sarei per i ripristino su tutta Napoli delle linee dei tram, con le corsie preferenziali arò le macchine non possano transitare per davvero. Inquinano meno ed arriverebbero in orario. Poi io sono una amante sfegatato degli strassenbahn...
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: joint - 21 Luglio, 2014, 20:02:06 pm
e poi meglio de magistris che un ipotetico X come quel sarchiapone candidato dal pdl palesemente colluso con le mafie :asd:
Titolo: R: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: papasouth - 21 Luglio, 2014, 20:17:56 pm
Alemà, ma tu di dove sei? Io abito al centro storico e v'assicuro che Napoli è divenuta decisamente più vivibile in questi ultimi anni, cosa che mi rende un convinto sostenitore del nostro sindaco, che in mezzo a quest'accolita di camorristi è una manna dal cielo.
dove mi hai fatto pisciare sabato :sbav:
Titolo: Re:R: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: Massimo Mauro - 21 Luglio, 2014, 20:56:04 pm
dove mi hai fatto pisciare sabato :sbav:
:asd: :asd:
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: kowalski - 20 Settembre, 2014, 18:57:10 pm
http://napoli.repubblica.it/cronaca/2014/09/20/news/un_morto_nel_cantiere_della_metro_ipotesi_incidente_sul_lavoro-96264847/?ref=HREC1-5 (http://napoli.repubblica.it/cronaca/2014/09/20/news/un_morto_nel_cantiere_della_metro_ipotesi_incidente_sul_lavoro-96264847/?ref=HREC1-5)


Operaio cade da 20 metri e muore cantiere della metropolitana

Un operaio è morto per un incidente sul lavoro avvenuto nel cantiere della metropolitana di Piazza Municipio, a Napoli, dopo essere caduto da un'impalcatura posta all'altezza di venti metri.

Quando l'ambulanza è arrivata sul posto, per l'uomo non c'era già niente da fare: i sanitari ne hanno constatato l'avvenuto decesso. Sull'episodio procedono i carabinieri.

Sul luogo del tragico incidente si è recato anche il vicesindaco di Napoli, Tommaso Sodano.

Aveva 41 anni ed era di Boscoreale l'operaio morto, in seguito a una caduta da un'impalcatura, all'interno della Stazione dell'Archeo-metrò di piazza Municipio, Linea 1, di Napoli. L'uomo si chiamava Salvatore Renna e, secondo una prima ricostruzione, era su di un'impalcatura posta a un'altezza di sei metri quando per cause ancora da accertare è precipitato sbattendo violentemente contro il suolo. La morte sarebbe stata istantanea.


Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: TOTORE-RASTAMAN - 20 Settembre, 2014, 19:14:31 pm
[url]http://napoli.repubblica.it/cronaca/2014/09/20/news/un_morto_nel_cantiere_della_metro_ipotesi_incidente_sul_lavoro-96264847/?ref=HREC1-5[/url] ([url]http://napoli.repubblica.it/cronaca/2014/09/20/news/un_morto_nel_cantiere_della_metro_ipotesi_incidente_sul_lavoro-96264847/?ref=HREC1-5[/url])


Operaio cade da 20 metri e muore cantiere della metropolitana

Un operaio è morto per un incidente sul lavoro avvenuto nel cantiere della metropolitana di Piazza Municipio, a Napoli, dopo essere caduto da un'impalcatura posta all'altezza di venti metri.

Quando l'ambulanza è arrivata sul posto, per l'uomo non c'era già niente da fare: i sanitari ne hanno constatato l'avvenuto decesso. Sull'episodio procedono i carabinieri.

Sul luogo del tragico incidente si è recato anche il vicesindaco di Napoli, Tommaso Sodano.

Aveva 41 anni ed era di Boscoreale l'operaio morto, in seguito a una caduta da un'impalcatura, all'interno della Stazione dell'Archeo-metrò di piazza Municipio, Linea 1, di Napoli. L'uomo si chiamava Salvatore Renna e, secondo una prima ricostruzione, era su di un'impalcatura posta a un'altezza di sei metri quando per cause ancora da accertare è precipitato sbattendo violentemente contro il suolo. La morte sarebbe stata istantanea.

R.I.P.
Speriamo che chi non ha controllato che fosse imbracato ne paghi le conseguenze.
Quello che è ancora più triste è che, per una notizia di queste che si legge ogni tanto, ce ne siano almeno altre 100 di cui non si sa niente perché l'operaio era a nero e, se gli è andata bene, lo hanno scaricato davanti a un ospedale mettendogli 200 euro in mano per comprare il suo silenzio.
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: IlGeneraleNero - 21 Settembre, 2014, 12:22:38 pm
R.I.P.
Speriamo che chi non ha controllato che fosse imbracato ne paghi le conseguenze.
Quello che è ancora più triste è che, per una notizia di queste che si legge ogni tanto, ce ne siano almeno altre 100 di cui non si sa niente perché l'operaio era a nero e, se gli è andata bene, lo hanno scaricato davanti a un ospedale mettendogli 200 euro in mano per comprare il suo silenzio.

l'ergastolo darei a queste merde ...

purtroppo non è il primo e non sarà l'ultimo, è inutile che ci perdiamo il tempo ... e d'altra parte che può fare sta povera gente? Loro sanno benissimo che rischiano la vita lavorando in cindizioni poco sicure, ma non possono rinunciare al lavoro perchè dietro di loro ci sono altri poveri cristi disposti a rischiare pur di lavorare ...
Titolo: Napoli, la nostra città
Inserito da: falceEmarcello - 21 Settembre, 2014, 12:54:57 pm
E invece i nostri stimati onorevoli percepiscono indennita' pure per il raffreddore e le emorroidi
Che munn e merd
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: DioBrando - 29 Settembre, 2014, 22:46:05 pm
Non so quanti di voi abbiano mai lavorato in cantiere. Avendolo fatto spesso e volentieri, al fianco di operai, nelle operazioni di recupero e scavi di emergenza, posso dire ca spesso sono gli stessi operai ca incautamente si liberano delle obbligatorie protezioni e imbracature aropp ca il "capo" che controlla si è tolto di torno. E un paio di volte ca li ho richiamati io, mi sono preso pure nu vafanculo... Non sempre è colpa di chi dirige.
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: TOTORE-RASTAMAN - 29 Settembre, 2014, 22:49:52 pm
Non so quanti di voi abbiano mai lavorato in cantiere. Avendolo fatto spesso e volentieri, al fianco di operai, nelle operazioni di recupero e scavi di emergenza, posso dire ca spesso sono gli stessi operai ca incautamente si liberano delle obbligatorie protezioni e imbracature aropp ca il "capo" che controlla si è tolto di torno. E un paio di volte ca li ho richiamati io, mi sono preso pure nu vafanculo... Non sempre è colpa di chi dirige.
Ti capita anche in germania di vedere il capomastro che se ne passa per il cazzo della sicurezza?
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: DioBrando - 30 Settembre, 2014, 10:26:01 am
Ti capita anche in germania di vedere il capomastro che se ne passa per il cazzo della sicurezza?

Parlavo dell'Italia, l'unico scavo che ho fatto in Germania non prevedeva assistenza di operai specializzati.  Comunque in Italia mi è capitato solo una volta di vedere il capomastro strafottersene. Tuttavia eravamo in piano e si trattava solo degli elmetti (ca ad Agosto capisco pure).
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: IlGeneraleNero - 30 Settembre, 2014, 12:21:44 pm
basterebbe soltanto assicurarsi che le strutture di protezione ci sino e funzionino bene, poi se l'operaio non le utilizza sono cazzi suoi ...
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: TOTORE-RASTAMAN - 30 Settembre, 2014, 12:28:02 pm
basterebbe soltanto assicurarsi che le strutture di protezione ci sino e funzionino bene, poi se l'operaio non le utilizza sono cazzi suoi ...
Beh non proprio.
In Italia c'è una sacrosanta legge sulla sicurezza sui luoghi di lavoro (la famosa 626) e, in ogni pezzo di ogni struttura produttiva, c'è sempre un responsabile e i cazzi sono suoi.
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: DioBrando - 30 Settembre, 2014, 12:35:07 pm
Beh non proprio.
In Italia c'è una sacrosanta legge sulla sicurezza sui luoghi di lavoro (la famosa 626) e, in ogni pezzo di ogni struttura produttiva, c'è sempre un responsabile e i cazzi sono suoi.

il responsabile non è dotato del dono dell'ubiquità purtroppo, e ti assicuro ca ho visto gente sistemarsi per bene quando passa, e levarsi tutto il possibile appena si allontana come un fastidioso rompiballe... E se succede su cantieri relativamente piccoli, figurati su quelli grandi, in città dove i uaioni vanno ancora in tre sul motorino senza casco...
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: kolor - 01 Ottobre, 2014, 18:06:27 pm
mo ha scassat definitivamente De Magistris...assa fa
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: IlGeneraleNero - 01 Ottobre, 2014, 22:45:09 pm
Beh non proprio.
In Italia c'è una sacrosanta legge sulla sicurezza sui luoghi di lavoro (la famosa 626) e, in ogni pezzo di ogni struttura produttiva, c'è sempre un responsabile e i cazzi sono suoi.

si ma è un responsabile non il bambinaio ... una volta che io ti fornisco tutte le strutture poi se tu che ne devi usufruire ... il problema è che queste strutture non ci sono quasi mai
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: Neutrino - 09 Ottobre, 2014, 13:28:19 pm
altre prodezze dei "bravi racazzi" di questa città :sisi:

http://www.ilmattino.it/NAPOLI/CRONACA/napoli-violentato-14enne-parenti-arrestato-bravo-ragazzo-scherzava/notizie/946666.shtml (http://www.ilmattino.it/NAPOLI/CRONACA/napoli-violentato-14enne-parenti-arrestato-bravo-ragazzo-scherzava/notizie/946666.shtml)
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: joint - 09 Ottobre, 2014, 13:36:33 pm
altre prodezze dei "bravi racazzi" di questa città :sisi:

[url]http://www.ilmattino.it/NAPOLI/CRONACA/napoli-violentato-14enne-parenti-arrestato-bravo-ragazzo-scherzava/notizie/946666.shtml[/url] ([url]http://www.ilmattino.it/NAPOLI/CRONACA/napoli-violentato-14enne-parenti-arrestato-bravo-ragazzo-scherzava/notizie/946666.shtml[/url])

ad esempio se qualcuno sparasse a sti tre energumeni sarei più che felice :sisi:
Se a 24 anni fai sti fatti significa che non c'è nessuna possibilità di riabilitazione.
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: IlGeneraleNero - 09 Ottobre, 2014, 13:50:06 pm
ma i ragazzi scherzavano, quindi se qualcuno decidesse di scherzare con loro allo stesso modo credo che i parenti non avrebbero nulla da ridire ...
Titolo: R: Napoli, la nostra città
Inserito da: GeppiGeppi - 09 Ottobre, 2014, 13:56:32 pm
Questo fatto di cronaca mi ha ricordato una parte del racconto Nightmerd di Gianfranco Marziano.
Titolo: R: Napoli, la nostra città
Inserito da: GeppiGeppi - 09 Ottobre, 2014, 16:21:06 pm
Cazzo, io leggo solo ora in maniera più chiara quello che è successo. Ma chist stann for ca cap. Questa è proprio gente di merda, stronzi con più di 20 anni che si accaniscono in quel modo su un minorenne.
Questa è proprio la sfaccimma della gente.
Titolo: Re:R: Napoli, la nostra città
Inserito da: Fagiolino Quattroporzioni - 09 Ottobre, 2014, 16:28:56 pm
Cazzo, io leggo solo ora in maniera più chiara quello che è successo. Ma chist stann for ca cap. Questa è proprio gente di merda, stronzi con più di 20 anni che si accaniscono in quel modo su un minorenne.
Questa è proprio la sfaccimma della gente.

Se vuoi incazzarti ancora di più vatti a vedere l'intervista a mamma, padre e suocera dell'arrestato
Titolo: R: Re:R: Napoli, la nostra città
Inserito da: GeppiGeppi - 09 Ottobre, 2014, 16:40:15 pm
Se vuoi incazzarti ancora di più vatti a vedere l'intervista a mamma, padre e suocera dell'arrestato

Già visto già incazzato. Sono proprio delle lote.
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: joint - 09 Ottobre, 2014, 17:02:17 pm
intanto il ragazzino sta più la che qua... ma che roba da matti!!!
Speriamo che gli rompano gli sfinteri anali in galera a sta gent e munnezz
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: IlGeneraleNero - 09 Ottobre, 2014, 17:07:16 pm
devo essermi distratto, ma non vedo macachi urlanti organizzare manifestazioni di protesta ... ma mi saranno sicuramente sfuggite
Titolo: R: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: GeppiGeppi - 09 Ottobre, 2014, 17:09:36 pm
devo essermi distratto, ma non vedo macachi urlanti organizzare manifestazioni di protesta ... ma mi saranno sicuramente sfuggite

E cosa cazzo deve scendere in piazza la gente? Questo è un episodio di delinquenza che si configura nella cronaca ordinaria, non stiamo parlando di episodi legati all'associazione a delinquere o alla prepotenza dello stato.
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: Moebius - 09 Ottobre, 2014, 17:13:28 pm
devo essermi distratto, ma non vedo macachi urlanti organizzare manifestazioni di protesta ... ma mi saranno sicuramente sfuggite
sì va bene tutto ma non iniziamo a fare i napoletani leghisti proprio noi.
questo fatto è diversissimo da quello del poliziotto che ha sparato sul ragazzo qualche tempo fa,la manifestazione lì nasce dalla rabbia verso le istituzioni che ti abbandonano e poi addirittura ti fanno violenza.
in questo caso la manifestazione ci starebbe se gli autori di questa vergogna fossero mandati a casa impuniti,adesso non capisco perchè organizzare cortei per un fatto del genere.
il problema è che ormai quando una cosa succede a napoli questo si trasforma immediatamente in un'aggravante (basta leggere i commenti orrendi e forcaioli dei lettori sui vari giornali)
vorrei ricordare che episodi di merda come questo sono capitati in tutta italia (barboni bruciati vivi,bullismo contro minorenni gay eccetera) ma ovviamente mò aspettavano tutti al varco i napoletani per dirgli la frase che hai appena scritto tu:che adesso non lo fate il bordello? ve la sapete prendere solo con i poveri poliziotti che fanno il loro lavoro in una città di merda come la vostra?
ecco,io il nesso fra le due vicende proprio non lo vedo.
Titolo: R: Napoli, la nostra città
Inserito da: GeppiGeppi - 09 Ottobre, 2014, 17:18:38 pm
No, ma qua non ci sta nemmeno da ragionare. Il generale nero ragiona come fanno i tedeschi quando vengono in Italia. Ordinano un piatto di spaghetti al pomodoro e nu cappuccin. Tu gli dici "guarda che o cappuccin ngopp o spaghett nun ce sta ben" e quello ti risponde "che ci azzecca, sono entrambi degli alimenti ottimi e saporiti". Cioè, non sa proprio scindere le cose, fa una nzalat. Secondo me piscia pure nel lavandino :sisi:
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: joint - 09 Ottobre, 2014, 17:18:40 pm
tra gent e merd e leghisti new age, credo proprio che napoli non abbia alcuna speranza di migliorare anche un antecchia di cazzo.
Titolo: R: Napoli, la nostra città
Inserito da: GeppiGeppi - 09 Ottobre, 2014, 17:20:01 pm
Ma poi ero sicuro che questa discussione si avutava a leghismi e altre code di paglia. Mannaggia Tutto, amm fernut pur stu topic oí.
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: IlGeneraleNero - 09 Ottobre, 2014, 17:22:13 pm
sì va bene tutto ma non iniziamo a fare i napoletani leghisti proprio noi.
questo fatto è diversissimo da quello del poliziotto che ha sparato sul ragazzo qualche tempo fa,la manifestazione lì nasce dalla rabbia verso le istituzioni che ti abbandonano e poi addirittura ti fanno violenza.
in questo caso la manifestazione ci starebbe se gli autori di questa vergogna fossero mandati a casa impuniti,adesso non capisco perchè organizzare cortei per un fatto del genere.
il problema è che ormai quando una cosa succede a napoli questo si trasforma immediatamente in un'aggravante (basta leggere i commenti orrendi e forcaioli dei lettori sui vari giornali)
vorrei ricordare che episodi di merda come questo sono capitati in tutta italia (barboni bruciati vivi,bullismo contro minorenni gay eccetera) ma ovviamente mò aspettavano tutti al varco i napoletani per dirgli la frase che hai appena scritto tu:che adesso non lo fate il bordello? ve la sapete prendere solo con i poveri poliziotti che fanno il loro lavoro in una città di merda come la vostra?
ecco,io il nesso fra le due vicende proprio non lo vedo.

ok, allora aspettiamo che sta lota venga rilasciato, cosa che succederà quanto prima, e poi ne riparliamo ...

i commenti sui giornali, soprattutto quello on line, manco me li leggo, tanto lasciano il tempo che trovano ... la rete purtroppo è aperta a tutti
Titolo: Re:R: Napoli, la nostra città
Inserito da: IlGeneraleNero - 09 Ottobre, 2014, 17:24:32 pm
No, ma qua non ci sta nemmeno da ragionare. Il generale nero ragiona come fanno i tedeschi quando vengono in Italia. Ordinano un piatto di spaghetti al pomodoro e nu cappuccin. Tu gli dici "guarda che o cappuccin ngopp o spaghett nun ce sta ben" e quello ti risponde "che ci azzecca, sono entrambi degli alimenti ottimi e saporiti". Cioè, non sa proprio scindere le cose, fa una nzalat. Secondo me piscia pure nel lavandino :sisi:

ah beh, certo certo ... ne riparliamo più in là
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: joint - 09 Ottobre, 2014, 17:24:48 pm
ok, allora aspettiamo che sta lota venga rilasciato, cosa che succederà quanto prima, e poi ne riparliamo ...

i commenti sui giornali, soprattutto quello on line, manco me li leggo, tanto lasciano il tempo che trovano ... la rete purtroppo è aperta a tutti
si ma ci devi spiegare il significato della tua uscita a capocchia, perchè? Cosa vuol dire protestare in questo caso? Contro chi o cosa protesti?
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: IlGeneraleNero - 09 Ottobre, 2014, 17:27:05 pm
si ma ci devi spiegare il significato della tua uscita a capocchia, perchè? Cosa vuol dire protestare in questo caso? Contro chi o cosa protesti?

protesto contro lo Stato che lascia queste scimmie in libertà ...
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: Moebius - 09 Ottobre, 2014, 17:29:11 pm
protesto contro lo Stato che lascia queste scimmie in libertà ...
il tizio è stato arrestato.
dovevano arrestarlo prima che commettesse il fatto?
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: IlGeneraleNero - 09 Ottobre, 2014, 17:31:54 pm
il tizio è stato arrestato.
dovevano arrestarlo prima che commettesse il fatto?

si certo, una settimanella di galera se la merita tutta ... hanno fatto benissimo  :sisi:
Titolo: R: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: papasouth - 09 Ottobre, 2014, 17:34:52 pm
il tizio è stato arrestato.
dovevano arrestarlo prima che commettesse il fatto?
minority report.
Titolo: Re:R: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: Moebius - 09 Ottobre, 2014, 17:35:45 pm
minority report.
sì esatto,l'ho pensato anch'io
 :asd:
Titolo: R: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: GeppiGeppi - 09 Ottobre, 2014, 17:42:07 pm
protesto contro lo Stato che lascia queste scimmie in libertà ...

Ma tu ragioni in maniera balorda. Mo ci mettiamo ad arrestare la gente o a rinchiuderla nei campi di concentramento prima che commettano  perché dobbiamo mettere le scimmie al gabbio? Ma la vuoi finire di flammare in questa discussione?
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: Dhu - 09 Ottobre, 2014, 17:47:16 pm
devo essermi distratto, ma non vedo macachi urlanti organizzare manifestazioni di protesta ... ma mi saranno sicuramente sfuggite
:maronn:
Titolo: Re:R: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: IlGeneraleNero - 09 Ottobre, 2014, 17:47:48 pm
Ma tu ragioni in maniera balorda. Mo ci mettiamo ad arrestare la gente o a rinchiuderla nei campi di concentramento prima che commettano  perché dobbiamo mettere le scimmie al gabbio? Ma la vuoi finire di flammare in questa discussione?

dove l'avrei detto?  :scratch:
Titolo: R: Napoli, la nostra città
Inserito da: Dimonios - 09 Ottobre, 2014, 18:41:42 pm
Ma che cazzo state a scrive :look:
se ho capito bisogna scendere in piazza a fiducia che questo esce subito :look:
Free Fabrizio Corona!

Inviato dalla Terra di Bob

Titolo: R: Napoli, la nostra città
Inserito da: Dimonios - 09 Ottobre, 2014, 18:43:10 pm
Sul fatto non commento, anche io sono stato un quattordicenne obeso, ma mai avuto di queste situazioni apparte qualche risatella qua e la. Ora sono cresciuto e come il brutto anatroccolo sono diventato uno "splendido" cigno :look: e quelli che mi sfottevano prima, mi fanno un bucchino ora.

Inviato dalla Terra di Bob

Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: WhiteManCanJump - 09 Ottobre, 2014, 18:58:00 pm
Avrei preferito non sentire alla radio questa storia oggi, mi si è chiuso lo stomaco per tutta la giornata.
Che pena 'sto ragazzo che mo non ha più l'intestino e deve sperare pure di continuare a campare.

Ma a che cazzo serve la galera a gente del genere? Le torture, la legge del taglione, la pena di morte. Esseri inutili e dannosi alla società.
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: domyssj - 09 Ottobre, 2014, 19:00:17 pm
Gulag.

A merde del genere, non va applicato nessun principio "rieducativo" nessuna seconda possibilità, sono animali pericolosi e nocivi, quindi vanno trattati come tali.

Con tutto il bene,lucidità e razionalità del mondo, per me alcune categorie di "persone" vanno trattate solo con metodi nazisti.
Titolo: R: Re:R: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: GeppiGeppi - 09 Ottobre, 2014, 19:30:11 pm
dove l'avrei detto?  :scratch:

E allora che cazzo volevi dire con il fatto che lo stato lascia libere le scimmie? Facimm minority report comm anna ritt gli amici? Ma nun è meglio mordersi la lingua?
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: IlGeneraleNero - 09 Ottobre, 2014, 19:41:30 pm
Gulag.

A merde del genere, non va applicato nessun principio "rieducativo" nessuna seconda possibilità, sono animali pericolosi e nocivi, quindi vanno trattati come tali.

Con tutto il bene,lucidità e razionalità del mondo, per me alcune categorie di "persone" vanno trattate solo con metodi nazisti.

finalmente, è quello che cerco di far capire io ...
Titolo: Re:R: Re:R: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: IlGeneraleNero - 09 Ottobre, 2014, 19:42:21 pm
E allora che cazzo volevi dire con il fatto che lo stato lascia libere le scimmie? Facimm minority report comm anna ritt gli amici? Ma nun è meglio mordersi la lingua?

è complicato lascia perdere ...
Titolo: Re:R: Re:R: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: TOTORE-RASTAMAN - 09 Ottobre, 2014, 19:58:26 pm
E allora che cazzo volevi dire con il fatto che lo stato lascia libere le scimmie? Facimm minority report comm anna ritt gli amici? Ma nun è meglio mordersi la lingua?
Ma niente, fa tant o tip ma in realtà è un pacioccone... :asd:
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: ferro - 09 Ottobre, 2014, 20:42:43 pm
Che schifezza assurda. Mi fa proprio male leggere che queste cose succedono spesso e volentieri a Pianura, pochi giorni fa un autista è stato picchiato da ragazzini nel C12, una linea che io prendo SPESSISSIMO e che passa per Via Montagna Spaccata. L'autista è un collega e amico del padre della mia fidanzata ed ho pensato che poteva esserci lui ncopp a chillu pulmann, senza contare che potrei esserci stato anche io. E che cosa avrei fatto? Voi cosa avreste fatto? Avreste avuto, onestamente, il coraggio di intervenire?
Oggi pure , leggo questo. E non posso che chiedermi ancora cosa avrei fatto se fossi passato da quelle parti, visto che si parla ancora di Pianura.
In tutta onestà voi avreste agito, come dei novelli Renzo a Milano? Oppure sareste stati un po sul chi va là?

Vi dico la verità, senza nessuna vergogna, non ci giurerei che mi sarei fiondato vigorosamente a sbrogliare la matassa. Praticamente siamo in balia, OSTAGGIO, di sta gente e merda. La quale non è più solamente "na maneca" vista la frequenza con la quale stanno succedendo sti cose...
Titolo: R: Napoli, la nostra città
Inserito da: GeppiGeppi - 09 Ottobre, 2014, 21:42:32 pm
No, ma una volta i genitori di tutte le estrazioni sociali erano soliti picchiare i figli a prescindere.
Titolo: Re:R: Re:R: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: IlGeneraleNero - 09 Ottobre, 2014, 22:03:29 pm
Ma niente, fa tant o tip ma in realtà è un pacioccone... :asd:

voglio dire semplicemente che c'è gente che non può stare in mezzo alla via ma la legge se ne fotte ...

due esempi su tutti:

De Sanctis è un pluripregiudicato per raèina, estorsione e quant'altro, c'era bisogno di aspettare che facesse il morto per schiaffarlo dentro e buttare la chiave?

Quella latrina che ha investito i 4 ragazzini seduti al bar, di cui uno era suo fratello, non so quante volte l'hanno preso ubriaco alla guida di una macchina, doveva per forza ammazzare 4 ragazzi per levargli la patente per sempre?
Tra l'altro il reato è stato anche derubricato a omicidio colposo, ma che ne parliamo a fare ....

Questo è il discorso, bisogna essere più severi altrimenti questo è quello che ci aspetta.

Non mi sembra complesso come discorso

Titolo: R: Napoli, la nostra città
Inserito da: GeppiGeppi - 09 Ottobre, 2014, 22:14:39 pm
Generà io ti ho capito, ma questo è il mondo e non ci possiamo fare niente. Non si può impedire alle teste di cazzo di vivere perché o li devi sbattere in un campo di concentramento fino a che muoiono oppure gli fai pagare il debito con la legge, ma stai sicuro che se non è oggi è domani che combinano un guaio. Quello di Sassano se il guaio non lo faceva con la macchina l'avrebbe fatto in altro modo perché è, appunto, una testa di cazzo. A De Santis l'avremmo visto probabilmente incendiare un campo rom o qualche barbone per chissà quali motivi.
Gli individui socialmente pericolosi prima o poi il guaio lo fanno. Come impedire loro di non fare danni? Lo vai a prendere per senza niente e lo sbatti a spaccare legna in Aspromonte o gli dai una botta in testa tipo quando uccidono le vacche.
Non c'è soluzione alla delinquenza.
Questa è gente che farebbe danni pure da soli, nudi, in un deserto a km di distanza dagli esseri umani.
La galera o il ritiro di patente serve ad arginare il guaio e allungare i tempi nell'attesa che ne facciano un altro, non ad evitarlo.
E poi con il sistema punitivo tipico del mondo occidentale il recupero dei soggetti che vanno in galera si aggira su percentuali bassissime se non nulle.
Titolo: Re:R: Napoli, la nostra città
Inserito da: IlGeneraleNero - 09 Ottobre, 2014, 22:32:40 pm
Generà io ti ho capito, ma questo è il mondo e non ci possiamo fare niente. Non si può impedire alle teste di cazzo di vivere perché o li devi sbattere in un campo di concentramento fino a che muoiono oppure gli fai pagare il debito con la legge, ma stai sicuro che se non è oggi è domani che combinano un guaio. Quello di Sassano se il guaio non lo faceva con la macchina l'avrebbe fatto in altro modo perché è, appunto, una testa di cazzo. A De Santis l'avremmo visto probabilmente incendiare un campo rom o qualche barbone per chissà quali motivi.
Gli individui socialmente pericolosi prima o poi il guaio lo fanno. Come impedire loro di non fare danni? Lo vai a prendere per senza niente e lo sbatti a spaccare legna in Aspromonte o gli dai una botta in testa tipo quando uccidono le vacche.
Non c'è soluzione alla delinquenza.
Questa è gente che farebbe danni pure da soli, nudi, in un deserto a km di distanza dagli esseri umani.
La galera o il ritiro di patente serve ad arginare il guaio e allungare i tempi nell'attesa che ne facciano un altro, non ad evitarlo.
E poi con il sistema punitivo tipico del mondo occidentale il recupero dei soggetti che vanno in galera si aggira su percentuali bassissime se non nulle.

beh si e no ...

se prendo un rapinatore e lo sbatto dentro per almeno 10 anni, vedi come la pena funge da deterrente per chi ha intenzione di prendere questa strada ... ma se li prendi ed il giorno dopo li metti fuori, è ovvio che la strada della delinquenza diventa quella più semplice da seguire dai soggetti già a rischio ...

In galera ci deve andare chi non è più recuperabile, ma giusto perchè la pena di morte non è contemplata, perchè è un posto mal frequentato e il più delle volte entrano delinquenti ed escono più delinquenti di prima.

Chi è recuperabile è preferibile che segua dei corsi di formazione per essere poi introdotto nel mondo del lavoro, è inutile farli marcire in carcere per poi uscire e tornare a delinquere ...

è tutto sbagliato
Titolo: R: Re:R: Napoli, la nostra città
Inserito da: GeppiGeppi - 09 Ottobre, 2014, 22:43:31 pm
beh si e no ...

se prendo un rapinatore e lo sbatto dentro per almeno 10 anni, vedi come la pena funge da deterrente per chi ha intenzione di prendere questa strada ... ma se li prendi ed il giorno dopo li metti fuori, è ovvio che la strada della delinquenza diventa quella più semplice da seguire dai soggetti già a rischio ...

In galera ci deve andare chi non è più recuperabile, ma giusto perchè la pena di morte non è contemplata, perchè è un posto mal frequentato e il più delle volte entrano delinquenti ed escono più delinquenti di prima.

Chi è recuperabile è preferibile che segua dei corsi di formazione per essere poi introdotto nel mondo del lavoro, è inutile farli marcire in carcere per poi uscire e tornare a delinquere ...

è tutto sbagliato

Ma di gente che viene sbattuta in galera per anni a causa di una rapina ce n'è a iosa sia per rapina che per droga. L'unico deterrente per evitare che la gente faccia stronzate è l'equità sociale e nemmeno ci fai nulla perché argini il fenomeno ma non lo risolvi.
Prendi come esempio gli USA dove c'è il sistema carcerario più duro del mondo occidentale e quando vai in galera buttano la chiave. Nun cia fann perché è nello stesso tempo il paese con un tasso di criminalità che ti fa cacare sotto.
Corsi di formazione e galeotti che imparano un mestiere ce ne sono quanti ne vuoi, ne salvi uno su 1000 ma se esci fuori e non hai mezzi ricominci a delinquere di nuovo.
Per come è impostata la nostra società il rimedio non c'è e quello che si applica è sbagliato.
Antropologicamente e culturalmente negli ultimi decenni siamo stati travolti da un sistema che non ci ha permesso ancora di capire che cazzo è successo, figuriamoci trovare delle soluzioni.
Prendi per esempio la Norvegia. È cresciuta in un contesto suo, ha in qualche modo conservato la sua struttura tradizionale servendosi del progresso in maniera più intelligente rispetto agli altri. Hanno un sistema carcerario tipo crociera con un tasso di recidivi tra i più bassi al mondo.
Titolo: Re:R: Re:R: Napoli, la nostra città
Inserito da: IlGeneraleNero - 09 Ottobre, 2014, 23:13:19 pm
Ma di gente che viene sbattuta in galera per anni a causa di una rapina ce n'è a iosa sia per rapina che per droga. L'unico deterrente per evitare che la gente faccia stronzate è l'equità sociale e nemmeno ci fai nulla perché argini il fenomeno ma non lo risolvi.
Prendi come esempio gli USA dove c'è il sistema carcerario più duro del mondo occidentale e quando vai in galera buttano la chiave. Nun cia fann perché è nello stesso tempo il paese con un tasso di criminalità che ti fa cacare sotto.
Corsi di formazione e galeotti che imparano un mestiere ce ne sono quanti ne vuoi, ne salvi uno su 1000 ma se esci fuori e non hai mezzi ricominci a delinquere di nuovo.
Per come è impostata la nostra società il rimedio non c'è e quello che si applica è sbagliato.
Antropologicamente e culturalmente negli ultimi decenni siamo stati travolti da un sistema che non ci ha permesso ancora di capire che cazzo è successo, figuriamoci trovare delle soluzioni.
Prendi per esempio la Norvegia. È cresciuta in un contesto suo, ha in qualche modo conservato la sua struttura tradizionale servendosi del progresso in maniera più intelligente rispetto agli altri. Hanno un sistema carcerario tipo crociera con un tasso di recidivi tra i più bassi al mondo.

ma l'equità sociale non la puoi avere perchè nasciamo proprio diversi l'uno dall'altro.

Chi ha più capacità di un altro ci sarà sempre, come ci sarà chi ha più fortuna e chi ha più voglia di fare e chi meno. Come fai a raggiungere anche solo una parvenza di equità sociale.

Ci sarà sempre chi vuole sfruttare il lavoro degli altri come fa la camorra. Prova a mettere un rom a lavorare e vedi cosa ti racconta.

Io però la coscienza a posto nel cercare di darti una vita tranqilla me la devo mettere e cerco di aiutarti in tutti i modi, anche cercando di insegnarti un lavoro, dopo di che arrivano le stangate ... non elimini la delinquenza, però almeno tamponi ...

E comunque stai tranquillo che se c'è la certezza della pena anche la delinquenza diminuisce perchè non tutti sono disposti a farsi 10 anni di carcere per uno scippo o una rapina
Titolo: Re:R: Napoli, la nostra città
Inserito da: duracell - 09 Ottobre, 2014, 23:15:23 pm
Generà io ti ho capito, ma questo è il mondo e non ci possiamo fare niente. Non si può impedire alle teste di cazzo di vivere perché o li devi sbattere in un campo di concentramento fino a che muoiono oppure gli fai pagare il debito con la legge, ma stai sicuro che se non è oggi è domani che combinano un guaio. Quello di Sassano se il guaio non lo faceva con la macchina l'avrebbe fatto in altro modo perché è, appunto, una testa di cazzo. A De Santis l'avremmo visto probabilmente incendiare un campo rom o qualche barbone per chissà quali motivi.
Gli individui socialmente pericolosi prima o poi il guaio lo fanno. Come impedire loro di non fare danni? Lo vai a prendere per senza niente e lo sbatti a spaccare legna in Aspromonte o gli dai una botta in testa tipo quando uccidono le vacche.
Non c'è soluzione alla delinquenza.
Questa è gente che farebbe danni pure da soli, nudi, in un deserto a km di distanza dagli esseri umani.
La galera o il ritiro di patente serve ad arginare il guaio e allungare i tempi nell'attesa che ne facciano un altro, non ad evitarlo.
E poi con il sistema punitivo tipico del mondo occidentale il recupero dei soggetti che vanno in galera si aggira su percentuali bassissime se non nulle.


Non sono d'accordo.
Io penso che nella vita esiste la ciorta, quel ragazzo di sassano ad esempio magari non sbandava sulla curva dove stava il fratello, magari faceva un incidente da qualche altra parte e imparava la lezione.
quanti di noi hanno fatto puttanate(magari non a sti livelli) e poi si sono ravveduti?

Cosa fare dei delinquenti? Purtroppo si può poco, perchè nessuno ha la sfera di cristallo che può prevedere il futuro... io posso avere ragione di credere che quel wagliuncello sarà un delinquente...ma prima che lo diventi che posso fare? Lo metto in galera perchè lo prevedo?
Titolo: R: Napoli, la nostra città
Inserito da: GeppiGeppi - 09 Ottobre, 2014, 23:26:17 pm
Mah, forse non nasciamo tutti uguali, ma nei paesi dove la pena è certa il problema comunque non lo risolvono perché evidentemente non è un problema legato alle pene.
Il ragazzo di Sassano? Fa parte di quella categoria di balordi che sono peggio dell'erba cattiva. Ne ho conosciuti tanti nella mia vita, hanno così la testa di cazzo e morti sulla coscienza che non si fermano davanti a niente. Lì è questione di ricchezza e ignoranza sfrenata messa insieme.
Comunque, sono discorsi dai quali non se ne esce.
Titolo: Re:R: Napoli, la nostra città
Inserito da: IlGeneraleNero - 10 Ottobre, 2014, 09:02:59 am

Non sono d'accordo.
Io penso che nella vita esiste la ciorta, quel ragazzo di sassano ad esempio magari non sbandava sulla curva dove stava il fratello, magari faceva un incidente da qualche altra parte e imparava la lezione.
quanti di noi hanno fatto puttanate(magari non a sti livelli) e poi si sono ravveduti?

Cosa fare dei delinquenti? Purtroppo si può poco, perchè nessuno ha la sfera di cristallo che può prevedere il futuro... io posso avere ragione di credere che quel wagliuncello sarà un delinquente...ma prima che lo diventi che posso fare? Lo metto in galera perchè lo prevedo?

140 km orari nel centro di un paesello si chiamano ciorta .... in tre su un motorino senza casco, senza assicurazione e senza fermarsi al posto di blocco è ciorta ... infilare una pompa idraulica nel culo di uno è ciorta .... si, nella vita esiste la ciorta
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: papasouth - 10 Ottobre, 2014, 09:31:39 am
ovviamente qua a Roma st'episodio di bullismo l'hanno fatto diventare l'ennesimo pretesto per fare i moralismi a napoli, la camorra, razzismo, cos...
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: IlGeneraleNero - 10 Ottobre, 2014, 09:56:22 am
ovviamente qua a Roma st'episodio di bullismo l'hanno fatto diventare l'ennesimo pretesto per fare i moralismi a napoli, la camorra, razzismo, cos...

a Roma stanno inguaiati come noi se non di più .... ho visto una trasmissione su rete 4 l'altra sera, se non erro 5 colonna, che ha raccontato l'impossibile tra rapine, bullismo e quant'altro ...

quindi i romani è inutile che si atteggiano che sono la stessa monnezza dei napoletani
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: TOTORE-RASTAMAN - 10 Ottobre, 2014, 09:59:55 am
a Roma stanno inguaiati come noi se non di più .... ho visto una trasmissione su rete 4 l'altra sera, se non erro 5 colonna, che ha raccontato l'impossibile tra rapine, bullismo e quant'altro ...

quindi i romani è inutile che si atteggiano che sono la stessa monnezza dei napoletani
Tutti i grandi aggregati urbani hanno una consistente fetta di sottoproletariato che, a sua volta, ha una grandissima fetta di situazioni di totale degrado.
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: IlGeneraleNero - 10 Ottobre, 2014, 10:30:57 am
Tutti i grandi aggregati urbani hanno una consistente fetta di sottoproletariato che, a sua volta, ha una grandissima fetta di situazioni di totale degrado.

ma non te ne puoi uscire sempre con la solita cantilena comunista che non si porta più ...
infilare una pompa idraulica in culo a qualcuno con la povertà, il capitalismo, il proletariato e minchiate varie non ha niente a che vedere ...
il ragazzino a Sassano non è un morto di fame, è un pezzo di merda

sono semplicemente rifiuti umani da estromettere dalla società in qualunque modo, la politica non c'entra niente
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: TOTORE-RASTAMAN - 10 Ottobre, 2014, 10:52:43 am
ma non te ne puoi uscire sempre con la solita cantilena comunista che non si porta più ...
infilare una pompa idraulica in culo a qualcuno con la povertà, il capitalismo, il proletariato e minchiate varie non ha niente a che vedere ...
il ragazzino a Sassano non è un morto di fame, è un pezzo di merda

sono semplicemente rifiuti umani da estromettere dalla società in qualunque modo, la politica non c'entra niente
Famm capì, tu puoi sparare campi di concentramento, antisemitismo e tutto il tuo repertorio e io non posso farti notare che il disagio sociale esiste in TUTTE le periferie del mondo?
Ma vatt a fa nu gir int a banlieu, nel queen o in una favela e poi ne riparliamo....
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: IlGeneraleNero - 10 Ottobre, 2014, 11:03:55 am
Famm capì, tu puoi sparare campi di concentramento, antisemitismo e tutto il tuo repertorio e io non posso farti notare che il disagio sociale esiste in TUTTE le periferie del mondo?
Ma vatt a fa nu gir int a banlieu, nel queen o in una favela e poi ne riparliamo....

dov'è che avrei parlato di campi di concentramento e antisemitismo?

sto dicendo che la delinquenza, il disprezzo per le regole, nel caso specifico il bullismo, appartengono a tutti i ceti sociali, non solo a chi appartiene a ceti sociali bassi

ma quanti figli di professionisti si mettono in macchina ubriachi e fatti il sabato sera?




Titolo: Re:R: Napoli, la nostra città
Inserito da: duracell - 10 Ottobre, 2014, 18:06:57 pm
140 km orari nel centro di un paesello si chiamano ciorta .... in tre su un motorino senza casco, senza assicurazione e senza fermarsi al posto di blocco è ciorta ... infilare una pompa idraulica nel culo di uno è ciorta .... si, nella vita esiste la ciorta

Si, ciorta.
Un sacco di miei amici hanno fatto delle puttanate simili, gli è andata bene, con il tempo si sono calmati e ora sono persone "normali" che magari nemmeno si rendono conto di quanto a loro nella vita gli è andata di lusso.

Anche io ci sono andato vicino a fare delle puttanate colossali, per carità niente di quello che hai scritto... non a quei livelli, però poteva andarmi male pure a me...

 Hai visto il film sliding doors? Ecco per me quella è la vita.... tutto può cambiare in un attimo.
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: luka7 - 10 Ottobre, 2014, 18:30:13 pm
jamm!!!! ficcare una pompa nel culo ad un ragazzino non è una BRAVATA....MAI NELLA VITA!!!!
Si tratta di degrado culturale che non deve essere mai giustificato, poi è chiaro che bisogna fare un analisi piu approfondita del degrado sociale a cui stiamo assistendo, manca lavoro, istruzione, cultura......ma poi penso che una bruttura del genere non puo essere assolutamente commentata se non con orrore....
Io davvero non ho le parole adatte per descrivere sto schifo.....che sia napoli, roma, milano o katmandu.....è proprio una cosa terrificante.
Titolo: R: Napoli, la nostra città
Inserito da: GeppiGeppi - 10 Ottobre, 2014, 18:47:31 pm
Ficcare un compressore nel culo a 24 anni ad un ragazzino di 14 anni non è questione di ciorta. Quello è un balordo e basta.
Titolo: Re:R: Napoli, la nostra città
Inserito da: TOTORE-RASTAMAN - 10 Ottobre, 2014, 18:53:59 pm
Ficcare un compressore nel culo a 24 anni ad un ragazzino di 14 anni non è questione di ciorta. Quello è un balordo e basta.
Balordo è poco.
O è un sociopatico, e quindi va chiuso in un manicomio criminale, oppure un criminale e deve pagare per quello che ha fatto, con l'aggravante dei futili motivi.
Titolo: R: Napoli, la nostra città
Inserito da: Genny Fenny - 10 Ottobre, 2014, 18:56:35 pm
Geppi ha preso una capata con l'aggettivo balordo che pure andrebbe perseguita con ogni mezzo e in ogni sede.
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: Ragionier Cuckoldullo - 10 Ottobre, 2014, 18:58:57 pm
da come pare poi l'aggettivo "bravo ragazzo" riferito a quel balordo (cit.) era discutibile già da prima che infilasse il tubo a culo a quel povero cristo
Titolo: R: Re:R: Napoli, la nostra città
Inserito da: GeppiGeppi - 10 Ottobre, 2014, 18:59:12 pm
Geppi ha preso una capata con l'aggettivo balordo che pure andrebbe perseguita con ogni mezzo e in ogni sede.

Mi sono inchiodato perché se poi sbrago comincio a fare il Gianni Simioli della situazione. Allora mi mantengo sul pappagallissimo balordo senza uscire dai miei binari né dal mio precario equilibrio psicologico :look:
Titolo: R: Re:R: Napoli, la nostra città
Inserito da: Fuller - 10 Ottobre, 2014, 19:03:50 pm
Si, ciorta.
Un sacco di miei amici hanno fatto delle puttanate simili, gli è andata bene, con il tempo si sono calmati e ora sono persone "normali" che magari nemmeno si rendono conto di quanto a loro nella vita gli è andata di lusso.

Anche io ci sono andato vicino a fare delle puttanate colossali, per carità niente di quello che hai scritto... non a quei livelli, però poteva andarmi male pure a me...

 Hai visto il film sliding doors? Ecco per me quella è la vita.... tutto può cambiare in un attimo.
Si, ok. Ma le cazzate le fai a 17-18 anni, a 24 se corri in macchina dove non puoi non è più una cazzata. A quell'età non puoi non sapere che l'aria compressa sparata nel culo provoca danni. E se non lo sai non meriti di stare in società perché sei pericoloso. Rendiamoci conto che sta gente si riproduce pure e infatti il ragazzo già è pure padre, probabilmente la moglie ( o quello che è) è un altro luminare per aver fatto un figlio con lui. Pensa che bella educazione. E qui si che poi si cade nel degrado di cui si parlava.
Titolo: Re:R: Napoli, la nostra città
Inserito da: Moebius - 10 Ottobre, 2014, 19:07:16 pm
Geppi ha preso una capata con l'aggettivo balordo che pure andrebbe perseguita con ogni mezzo e in ogni sede.
:asd:
Titolo: R: Napoli, la nostra città
Inserito da: Genny Fenny - 10 Ottobre, 2014, 19:11:03 pm
Jamme guagliù, spogliare un minorenne e mettergli nu compressore a culo è una cosa da disturbato, bravata stu cuoll e cazz. Sarebbe una violenza disumana anche se dal tubo uscissero gli arcobaleni.
Sono cose che non fa nemmeno la fantasia di Alessio South.
Quindi basta con questo giustificazionismo, che già bastano i due parenti subumani che stanno infocando l'intramontabile "peppiacere, tengo e creature", fenomeno ahimè tutto napoletano.
Titolo: R: Napoli, la nostra città
Inserito da: Dimonios - 10 Ottobre, 2014, 19:19:07 pm
Sarò barboso ma la risposta è ristabilire la Naja. Con il caro e vecchio nonnismo anni 80, vedi come sti personaggi s'amparn a campà.

Inviato dalla Terra di Bob

Titolo: Re:R: Napoli, la nostra città
Inserito da: TOTORE-RASTAMAN - 10 Ottobre, 2014, 19:22:43 pm
Sarò barboso ma la risposta è ristabilire la Naja. Con il caro e vecchio nonnismo anni 80, vedi come sti personaggi s'amparn a campà.

Inviato dalla Terra di Bob
In realtà il nonnismo anni 80 era specialità proprio di questi sociopatici.
Per dirtene una, io per poco non mi pigliavo una coltellata da nu strunzill che, in capa a lui, credeva di poter zompare la fila per le docce....
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: Prophyta - 10 Ottobre, 2014, 19:41:15 pm
La madre del tizio che ha ucciso Yara ha dichiarato che suo figlio è un bravo ragazzo,  che l'esame del dna che dimostrerebbe che non solo  è un assassino , ma che è stato concepito nel contesto di una relazione extraconiugale, non vale nu cazz , la scienza ha sbagliato.
E questo ha preso una ragazzina di tredici anni, ha provato a violentarla, l'ha ferita e l'ha lasciata a morire di freddo in mezzo alla neve .

Ci si può indignare pure senza lanciarsi in analisi sociologiche a cazzo di cane e invocare sit in davanti alla sede nazionale della cattiveria umana.

Pare pomeriggio 5.
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: luka7 - 11 Ottobre, 2014, 00:32:09 am
no, ma tralaltro pare che il fenomeno sia pur pat è figl.......cioè questo adda suffri.....e giusto per chiarire anche se gli avesse messo un uniposca nel culo....sarebbe stato assurdo.
Nessuno giustifichi sta merda.
Titolo: Re:R: Re:R: Napoli, la nostra città
Inserito da: duracell - 11 Ottobre, 2014, 05:31:55 am
Si, ok. Ma le cazzate le fai a 17-18 anni, a 24 se corri in macchina dove non puoi non è più una cazzata. A quell'età non puoi non sapere che l'aria compressa sparata nel culo provoca danni. E se non lo sai non meriti di stare in società perché sei pericoloso. Rendiamoci conto che sta gente si riproduce pure e infatti il ragazzo già è pure padre, probabilmente la moglie ( o quello che è) è un altro luminare per aver fatto un figlio con lui. Pensa che bella educazione. E qui si che poi si cade nel degrado di cui si parlava.


Io non stavo giustificando il ragazzo della pompa... lì c'è stato un gesto assolutamente inqualificabile.
Titolo: R: Napoli, la nostra città
Inserito da: enricocaruso - 11 Ottobre, 2014, 09:06:46 am
Ma la dinamica precisa sarebbe stata? L'ha spogliato il ragazzino o gli ha semplicemente appoggiato la pompa sul culo? Perché il bullismo è sicuro, ma potrebbe essere anche stato uno scherzo idiota, ma non necessariamente violento...
Titolo: R: Re:R: Napoli, la nostra città
Inserito da: wendell - 11 Ottobre, 2014, 09:16:09 am
Ma la dinamica precisa sarebbe stata? L'ha spogliato il ragazzino o gli ha semplicemente appoggiato la pompa sul culo? Perché il bullismo è sicuro, ma potrebbe essere anche stato uno scherzo idiota, ma non necessariamente violento...
Gli hanno abbassato i pantaloni e infilato la pistola in culo.
Titolo: Re:R: Napoli, la nostra città
Inserito da: TOTORE-RASTAMAN - 11 Ottobre, 2014, 09:57:32 am
Ma la dinamica precisa sarebbe stata? L'ha spogliato il ragazzino o gli ha semplicemente appoggiato la pompa sul culo? Perché il bullismo è sicuro, ma potrebbe essere anche stato uno scherzo idiota, ma non necessariamente violento...
Se lo avesse fatto un bambino di 5 anni sì, ma uno di 24 che quel compressore lo usa tutti i giorni non ha giustificazioni.
E se fossero stati nell'officina di un fabbro e gli avvicinavano un flex?
Titolo: R: Napoli, la nostra città
Inserito da: enricocaruso - 11 Ottobre, 2014, 10:15:37 am
Ma il ragazzo lavorava li? Ed è accertato che l'abbiano spogliato? Sono particolari importanti...
Titolo: Re:R: Napoli, la nostra città
Inserito da: TOTORE-RASTAMAN - 11 Ottobre, 2014, 10:18:34 am
Ma il ragazzo lavorava li? Ed è accertato che l'abbiano spogliato? Sono particolari importanti...
Questo lo stabilirà la magistratura ma, per come la penso io, se questo elemento ha fatto quello che ha fatto "senza esserne cosciente", allora veramente bisogna metterlo da qualche parte e buttare la chiava perché significa che non è recuperabile.
Titolo: R: Napoli, la nostra città
Inserito da: GeppiGeppi - 11 Ottobre, 2014, 10:36:09 am
Per fare danni così gravi che gli abbia infilato il compressore proprio lì è cosa molto molto probabile visto che la natura ci ha offerto una valvola di non ritorno che ci protegge una bellezza, anche da getti di aria molto forti. Se poi uno vuole forzare quella valvola allora è sicuro che fai danni.
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: ferro - 11 Ottobre, 2014, 11:12:33 am
Comunque volevo aggiungere un altra cosa , riagganciandomi a quanto dicevo sulla violenza che tutti riempie i giornali di cronaca napoletana, soprattutto Pianura ultimamente. Oggi hanno organizzato una fiaccolata per Vincenzo...
Tutta questa ipocrisia a me mi fa pop schifo! Qua la gente muore uccisa tutti i giorni, però questo è il povero bimbo chiattone e quindi tutti si sentono presi e si fa a gara a chi è più indignato. Se era nu barbone molestato da naltro barbone, qualcuno ne parlava? Allò mò o ci indigniamo per ogni caso di malasanità, morti sul lavoro, vittime dei pirati della strada, bullismo, vittime della camorra, vittime di rapine varie  e perciò facimm 8 fiaccolate al giorno, oppure non facciamo fiaccolate per nessuno e pensamm sul che o munn è o' cess.
Titolo: Re:R: Napoli, la nostra città
Inserito da: DioBrando - 11 Ottobre, 2014, 11:59:51 am
Si, ciorta.
Un sacco di miei amici hanno fatto delle puttanate simili, gli è andata bene, con il tempo si sono calmati e ora sono persone "normali" che magari nemmeno si rendono conto di quanto a loro nella vita gli è andata di lusso.

Anche io ci sono andato vicino a fare delle puttanate colossali, per carità niente di quello che hai scritto... non a quei livelli, però poteva andarmi male pure a me...

 Hai visto il film sliding doors? Ecco per me quella è la vita.... tutto può cambiare in un attimo.

Mi spiace, ma io sinceramente non ho mai avuto certe tentazioni. E così i miei amici con cui sono cresciuto. E non saremmo vissuti nel barrio, ma nemmeno nella bambagia, visto ca siamo o figli di operai o di impiegati... No, questa è solo questione di capa, che si possano dare una calmata in seguito, e non sempre è vero (perchè magari te quello ca fa alla moglie non lo sai) non è una giustificazione. Meglio che vengano puniti in maniera esemplare, e soprattutto che si sappia che fine fanno, per scoraggiare gli altri...

Ma poi ca sfaccimm, ma chi si comporta da persona per bene addà vedere sempre gli altri protetti da chi si appella alla società fetente, alle condizioni di vita e a Jeeg Robot d'acciaio???
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: luka7 - 11 Ottobre, 2014, 14:49:03 pm
Comunque volevo aggiungere un altra cosa , riagganciandomi a quanto dicevo sulla violenza che tutti riempie i giornali di cronaca napoletana, soprattutto Pianura ultimamente. Oggi hanno organizzato una fiaccolata per Vincenzo...
Tutta questa ipocrisia a me mi fa pop schifo! Qua la gente muore uccisa tutti i giorni, però questo è il povero bimbo chiattone e quindi tutti si sentono presi e si fa a gara a chi è più indignato. Se era nu barbone molestato da naltro barbone, qualcuno ne parlava? Allò mò o ci indigniamo per ogni caso di malasanità, morti sul lavoro, vittime dei pirati della strada, bullismo, vittime della camorra, vittime di rapine varie  e perciò facimm 8 fiaccolate al giorno, oppure non facciamo fiaccolate per nessuno e pensamm sul che o munn è o' cess.

Hai ragione, che vuoi che sia? gli hanno messo un compressore nel culo.......indignamoci per le vacanze di benitez a liverpool.
Jamm.....sta storia è di una violenza assurda e gratuita, che probabilmente tureberebbe pure pacciani e jack lo squartatore.
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: TOTORE-RASTAMAN - 11 Ottobre, 2014, 18:05:23 pm
Citazione
Sta meglio il ragazzino di 14 anni ferito e seviziato con un compressore a Napoli. I medici dell’ospedale San Paolo di Napoli parlano di un “progressivo leggero miglioramento”. Il bollettino diffuso dalla direzione sanitaria conferma che il giovane paziente è “sempre vigile, cosciente, lucido, in respiro spontaneo”. La prognosi, tuttavia, resta ancora riservata in considerazione dell’estensione e della gravità delle lesioni subite.

Raffaele dell’Aversano, direttore sanitario dell’ospedale San Paolo di Napoli, ritiene che il 14enne “potrà avere una vita normale. Lasciate stabilire ai clinici come vivrà. Vedo tutto in termini molto positivi ed è verosimile che, da qui a un anno, ci siano le condizioni per una normalizzazione transito intestinale. L’ho visto tranquillo e sereno. Ha l’aspetto di un bambino che sta prendendo coscienza di quello che ha vissuto. Ha anche supporto psicologico – conclude – perché il nostro ospedale è sede dello sportello anti violenza da 5 anni”.

Il ragazzino vorrebbe una tv in stanza per potere vedere “l’amichevole Argentina-Brasile”. Così i parenti si sono organizzati per portare in ospedale uno schermo. “Sta meglio – racconta uno zio – comincia piano piano a riprendersi e dice anche qualche parola in più”. Intanto resta in carcere V. I, il 24enne fermato per tentato omicidio e violenza sessuale. Al termine dell’udienza di convalida il gip Antonio Cairo, accogliendo la richiesta dell’aggiunto Filippo Beatrice e del sostituto Fabio De Cristofaro, ha emesso un’ordinanza di custodia cautelare. L’udienza si è svolta nel carcere di Poggioreale. Secondo il gip non poteva non immaginare che il suo gesto avrebbe avuto conseguenze devastanti. Quanto alla violenza sessuale, il giudice ritiene la sussistenza del reato perché anche se Iacolare non intendeva abusare sessualmente di lui comunque ha violato l’intimità del ragazzo. Il giudice non ha convalidato il fermo perché non sussisteva il pericolo di fuga dell’indagato, che si è presentato spontaneamente ai carabinieri, ma ha emesso l’ordinanza ritenendo sussistenti le esigenze cautelari a causa della gravità dei fatti contestati.  L’indagato si è detto “dispiaciuto” dell’accaduto e ha chiesto scusa al ragazzo e alla famiglia. Assistito dall’avvocato Antonio Sorbilli ha ribadito al gip che non aveva intenzione di fargli del male: ha negato di avere abbassato i pantaloni del quattordicenne e ha sostenuto di avere poggiato il tubo dell’aria compressa sopra la stoffa. Assieme ai due giovani denunciati in stato di libertà aveva cominciato a scherzare con il ragazzino mentre questi era sdraiato su un divanetto in attesa che gli fosse lavato il motorino.
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: IlGeneraleNero - 11 Ottobre, 2014, 18:55:59 pm
Comunque volevo aggiungere un altra cosa , riagganciandomi a quanto dicevo sulla violenza che tutti riempie i giornali di cronaca napoletana, soprattutto Pianura ultimamente. Oggi hanno organizzato una fiaccolata per Vincenzo...
Tutta questa ipocrisia a me mi fa pop schifo! Qua la gente muore uccisa tutti i giorni, però questo è il povero bimbo chiattone e quindi tutti si sentono presi e si fa a gara a chi è più indignato. Se era nu barbone molestato da naltro barbone, qualcuno ne parlava? Allò mò o ci indigniamo per ogni caso di malasanità, morti sul lavoro, vittime dei pirati della strada, bullismo, vittime della camorra, vittime di rapine varie  e perciò facimm 8 fiaccolate al giorno, oppure non facciamo fiaccolate per nessuno e pensamm sul che o munn è o' cess.

più che altro io penso che la fiaccolata non serve a niente, bisogna agire ed anche in maniera decisa contro questa steppaglia
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: Prophyta - 11 Ottobre, 2014, 19:14:37 pm
più che altro io penso che la fiaccolata non serve a niente, bisogna agire ed anche in maniera decisa contro questa steppaglia
devo essermi distratto, ma non vedo macachi urlanti organizzare manifestazioni di protesta ... ma mi saranno sicuramente sfuggite
Titolo: R: Napoli, la nostra città
Inserito da: GeppiGeppi - 11 Ottobre, 2014, 19:42:15 pm
:look:
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: Moebius - 11 Ottobre, 2014, 20:01:01 pm
 :maronn:
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: IlGeneraleNero - 11 Ottobre, 2014, 21:41:35 pm


cosà c'è che non capisci, se è così complicato ti faccio un disegnino ...
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: ferro - 12 Ottobre, 2014, 02:05:17 am
Hai ragione, che vuoi che sia? gli hanno messo un compressore nel culo.......indignamoci per le vacanze di benitez a liverpool.
Jamm.....sta storia è di una violenza assurda e gratuita, che probabilmente tureberebbe pure pacciani e jack lo squartatore.

Ho capito, ma che c'azzecca? Esistono delitti di serie A e delitti di serie B ? Comm o' MIRACOLO  e o' miracolo ....
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: luka7 - 12 Ottobre, 2014, 04:48:26 am
Ho capito, ma che c'azzecca? Esistono delitti di serie A e delitti di serie B ? Comm o' MIRACOLO  e o' miracolo ....
personalmente mi indigno per tante cose, ma questa storia è terrificante......come puo lasciare indifferente?
Titolo: R: Napoli, la nostra città
Inserito da: enricocaruso - 12 Ottobre, 2014, 09:14:52 am
Per me dipende dalla dinamica, de l'ha spogliato, penetrato e cercato di gonfiare è agghiacciante. Se invece lo ha sfrogoliato con sta pompa e da fuori ai pantaloni col getto d'aria fortissimo lo ha rovinato è un atto di bullismo ma le conseguenze assolutamente non previste dall'aggressore. Tutto ciò è facilmente verificabile, ma al momento non sappiamo com'è andata. I parenti nelle loro goffe e perfino aggressive dichiarazioni sostenevano che non l'avesse spogliato.
Titolo: Re:R: Napoli, la nostra città
Inserito da: TOTORE-RASTAMAN - 12 Ottobre, 2014, 10:06:40 am
Per me dipende dalla dinamica, de l'ha spogliato, penetrato e cercato di gonfiare è agghiacciante. Se invece lo ha sfrogoliato con sta pompa e da fuori ai pantaloni col getto d'aria fortissimo lo ha rovinato è un atto di bullismo ma le conseguenze assolutamente non previste dall'aggressore. Tutto ciò è facilmente verificabile, ma al momento non sappiamo com'è andata. I parenti nelle loro goffe e perfino aggressive dichiarazioni sostenevano che non l'avesse spogliato.
Onestamente trovo agghiaccianti tutte e due le ipotesi.
Forse non hai ben presente un compressore che pressione esercita. Se glie lo avesse puntato in faccia facilmente gli poteva portare via un occhio.
Titolo: R: Napoli, la nostra città
Inserito da: enricocaruso - 12 Ottobre, 2014, 11:11:06 am
Per quello penso che oggettivamente non volesse farlo, d'altra parte poi all'ospedale ce l'ha portato lui, mica è scappato via... boh, vicenda tristissima ma non mi va di creare subito il mostro senza conoscere ancora i fatti precisi e della stampa non mi fido.
Titolo: Re:R: Napoli, la nostra città
Inserito da: TOTORE-RASTAMAN - 12 Ottobre, 2014, 11:51:15 am
Per quello penso che oggettivamente non volesse farlo, d'altra parte poi all'ospedale ce l'ha portato lui, mica è scappato via... boh, vicenda tristissima ma non mi va di creare subito il mostro senza conoscere ancora i fatti precisi e della stampa non mi fido.
Aspetta, il mostro lo avrebbe fatto anche se non gli avesse causato danni fisici perché è una violenza punto e basta.
Prova a immaginarti la scena: vai all'autolavaggio, ti siedi ad aspettare che ti lavino il motorino e, bell'e bbuon, ti circondano e, pure senza spogliarti, ti fanno quello che hanno fatto a questo ragazzino.
Se pure vogliamo levare da mezzo il discorso etico, è gente pericolosa e quantomeno va rieducata, ma pesantemente.
Titolo: R: Napoli, la nostra città
Inserito da: enricocaruso - 12 Ottobre, 2014, 12:05:50 pm
Ma vogliamo fare una differenza tra un insopportabile atto di bullismo di ragazzi grandi nei confronti di un ragazzino e un eventuale violenza sessuale con tentato omicidio? Prima di indignarmi voglio sapere a che grado farlo...
Titolo: Re:R: Napoli, la nostra città
Inserito da: TOTORE-RASTAMAN - 12 Ottobre, 2014, 12:22:11 pm
Ma vogliamo fare una differenza tra un insopportabile atto di bullismo di ragazzi grandi nei confronti di un ragazzino e un eventuale violenza sessuale con tentato omicidio? Prima di indignarmi voglio sapere a che grado farlo...
Beh, io non voglio fare differenza. :boh:
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: ferro - 12 Ottobre, 2014, 13:01:28 pm
personalmente mi indigno per tante cose, ma questa storia è terrificante......come puo lasciare indifferente?

Se vogliamo parlare è più terrificante un incidente stradale con 3 morti , magari causato da un tipo ubriaco che ha fatto un frontale con dei ragazzi che non c'azzeccavano popt niente. E di queste storie se ne leggono tutti i giorni eh, non mi sono inventato niente.

E' solo l'onda emotiva che fa parlare così ma la giustizia non può giudicare in questo modo.
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: joint - 12 Ottobre, 2014, 13:52:40 pm
Jamme guagliù, spogliare un minorenne e mettergli nu compressore a culo è una cosa da disturbato, bravata stu cuoll e cazz. Sarebbe una violenza disumana anche se dal tubo uscissero gli arcobaleni.
Sono cose che non fa nemmeno la fantasia di Alessio South.
Quindi basta con questo giustificazionismo, che già bastano i due parenti subumani che stanno infocando l'intramontabile "peppiacere, tengo e creature", fenomeno ahimè tutto napoletano.
Concordo e aggiungo che chi ha fatto una cosa simile ha sicuramente delle turbe sessuali, perchè a me farebbe senso il pensiero di calare o cazone per infilargli qualcosa nel culo a un crituro di 14 anni.
Poi a 24 anni non si è ragazzi porco giuda, si è uomini. iniziamo a dare le terminologie esatte au ste cose che la parola ragazzi pare proprio una subdola "giustificazione".
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: luka7 - 12 Ottobre, 2014, 14:58:33 pm
Se vogliamo parlare è più terrificante un incidente stradale con 3 morti , magari causato da un tipo ubriaco che ha fatto un frontale con dei ragazzi che non c'azzeccavano popt niente. E di queste storie se ne leggono tutti i giorni eh, non mi sono inventato niente.

E' solo l'onda emotiva che fa parlare così ma la giustizia non può giudicare in questo modo.

NO! assolutamente NO!
Non ha nemmeno senso fare la classifica delle cose piu terrificanti, qua si parla di una vita distrutta a 14 anni a causa della violenza gratuita di un primate...
non credo sia questione di onda emotiva, ma è chiaro che questo (anche solo per "superficialità") ha distrutto la vita ad un ragazzino?
Ripeto è impossibile non indignarsi, è stupido pensare che ci sono cose piu terrificanti, è chiaro che ci sono.......ma ciò non toglie che questa vicenda debba turbare l'opinione della gente normale, io faccio fatica persino a trovare le parole per un orrore come questo
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: Prophyta - 12 Ottobre, 2014, 19:26:59 pm
cosà c'è che non capisci, se è così complicato ti faccio un disegnino ...

(http://www.isoleegadi.net/Images/NaturaGraffiti240.jpg)
Titolo: Re:R: Napoli, la nostra città
Inserito da: DioBrando - 13 Ottobre, 2014, 12:41:42 pm
Ma vogliamo fare una differenza tra un insopportabile atto di bullismo di ragazzi grandi nei confronti di un ragazzino e un eventuale violenza sessuale con tentato omicidio? Prima di indignarmi voglio sapere a che grado farlo...

è la logica di sto cazzo. Se passi sopra a questo la prossima sarà peggiore perché crederanno che fosse una marachella, mentre la bravata sarà in capa a loro un atto ben più pericoloso.
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: Antonio Scannagatti - 13 Ottobre, 2014, 14:11:04 pm
Volevo sottolineare la differenza di trattamento mediatico tra l'alluvione in Liguria ed eventi simili in Campania o in generale al sud. Per la Liguria solo vaghe accuse di natura politica o tecnica, per la Campania in occasioni analoghe condanne a 360 gradi per politici, cittadini, stili di vita, modi di fare e di pensare.
Titolo: R: Napoli, la nostra città
Inserito da: enricocaruso - 13 Ottobre, 2014, 14:14:38 pm
Diobrando, la mia logica di sto cazzo si chiama diritto, si chiama commisurazione dei delitti e delle pene, si chiama evitare linciaggi anche mediatici basati sulla disinformazione, si chiama logica, in sostanza. Tu proponi la pena di morte diretta anche per chi butta una cartaccia per terra, per caso?
Titolo: Re:R: Napoli, la nostra città
Inserito da: TOTORE-RASTAMAN - 13 Ottobre, 2014, 15:00:12 pm
Diobrando, la mia logica di sto cazzo si chiama diritto, si chiama commisurazione dei delitti e delle pene, si chiama evitare linciaggi anche mediatici basati sulla disinformazione, si chiama logica, in sostanza. Tu proponi la pena di morte diretta anche per chi butta una cartaccia per terra, per caso?
Secondo me dobbiamo scindere i due aspetti: il legale e l'etico.
Dal punto di vista legale, sembra un paradosso ma non lo è, se era quella che tu definisci una bravata, la pena è ancora maggiore perché c'è l'aggravante dei futili motivi.
Titolo: R: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: GeppiGeppi - 13 Ottobre, 2014, 15:18:51 pm
Volevo sottolineare la differenza di trattamento mediatico tra l'alluvione in Liguria ed eventi simili in Campania o in generale al sud. Per la Liguria solo vaghe accuse di natura politica o tecnica, per la Campania in occasioni analoghe condanne a 360 gradi per politici, cittadini, stili di vita, modi di fare e di pensare.

L'Italia nel tentativo di evitare la vergogna ci butta sempre avanti trattandoci come fa una madre snaturata con il suo figlio deforme.
Titolo: R: Re:R: Napoli, la nostra città
Inserito da: enricocaruso - 13 Ottobre, 2014, 19:57:03 pm
Secondo me dobbiamo scindere i due aspetti: il legale e l'etico.
Dal punto di vista legale, sembra un paradosso ma non lo è, se era quella che tu definisci una bravata, la pena è ancora maggiore perché c'è l'aggravante dei futili motivi.
Ma no, se per esempio non gli ha calato i pantaloni non ci sarebbe la violenza sessuale. Se poi non c'era intenzione di creare danno non ci sarebbe il tentato omicidio. I futili motivi ci sono comunque... Ho visto tantissimi casi riferiti male, montati dalla stampa, impressi nella memoria dell'opinione pubblica sulla base delle prime ricostruzioni erronee, quindi aspetto ad esprimere un giudizio sia etico che legale (per il quale peraltro non ho la competenza)
Titolo: R: Napoli, la nostra città
Inserito da: papasouth - 13 Ottobre, 2014, 20:06:26 pm
per me il discorso di enricocaruso sarebbe sensato se si parlasse di coetanei ma è fallace per la questione dell'età... che maronna, 24 anni dio santo, a quell etá non ci si dovrebbe proprio avere a che fare con un 14enne, a meno che non sia un parente, figuriamoci pigliarsi sto tipo di confidenze...
io non sono certo un forcaiolo e sicuramente non mi aspetto ne credo sia giusto un ergastolo, però è giusto che ognuno paghi per le proprie cazzate, ha valutato male, non è un assassino, ha fatto na strunzat ma vafancul pagasse senza cacare il cazzo.
Titolo: R: Napoli, la nostra città
Inserito da: enricocaruso - 13 Ottobre, 2014, 20:14:05 pm
Ma infatti io col cavolo che lo assolvo, ma non sono sicuro che volesse ammazzarlo o seviziarlo, Ludovico bullismo ma non è paragonabile al bullismo+sevizia+tentato omicidio...
E quello che quei trogloditi di parenti del coglione volevano goffamente dire al mondo è proprio questo...
Titolo: R: Re:R: Napoli, la nostra città
Inserito da: papasouth - 13 Ottobre, 2014, 20:23:18 pm
Ma infatti io col cavolo che lo assolvo, ma non sono sicuro che volesse ammazzarlo o seviziarlo, Ludovico bullismo ma non è paragonabile al bullismo+sevizia+tentato omicidio...
E quello che quei trogloditi di parenti del coglione volevano goffamente dire al mondo è proprio questo...
eh e io ho capito benissimo...  ma ti torno a ripetere che sto ragionamento va bene se erano due quattordicenni, a 24 anni si n omm, per altro questo pure con una fatica e figli da quanto ho capito...
per me il tentato omicidio ce sta... non per niente over il ragazzo ha rischiato di morire...
Titolo: R: Napoli, la nostra città
Inserito da: GeppiGeppi - 13 Ottobre, 2014, 20:26:33 pm
Quoto papasouth. Soprattutto sul fatto che uno a 24 anni non deve mettere le mani addosso ad uno di 14 anni per fare nulla, figuriamoci per questo tipo di scherzi.
Titolo: R: Napoli, la nostra città
Inserito da: enricocaruso - 13 Ottobre, 2014, 20:48:22 pm
Chissà cosa avevo scritto al posto di Ludovico...
Titolo: Re:R: Napoli, la nostra città
Inserito da: IlGeneraleNero - 13 Ottobre, 2014, 22:27:45 pm
Ma infatti io col cavolo che lo assolvo, ma non sono sicuro che volesse ammazzarlo o seviziarlo, Ludovico bullismo ma non è paragonabile al bullismo+sevizia+tentato omicidio...
E quello che quei trogloditi di parenti del coglione volevano goffamente dire al mondo è proprio questo...

ma tutto quello che vuoi, basta che sto rifiuto umano lo tolgono dalla società per almeno una decina d'anni ... se non altro come come dimostrazione che c'è uno Stato che contrasta queste azioni violente
Titolo: R: Re:R: Napoli, la nostra città
Inserito da: Starfred - 13 Ottobre, 2014, 23:09:01 pm


Diobrando, la mia logica di sto cazzo si chiama diritto

?
Titolo: R: Napoli, la nostra città
Inserito da: enricocaruso - 14 Ottobre, 2014, 10:06:29 am
Starfred per te un reato vale l'altro? Non occorre determinare cosa è avvenuto davvero? Bullismo o tentato omicidio pari sono?
Titolo: R: Re:R: Napoli, la nostra città
Inserito da: Genny Fenny - 14 Ottobre, 2014, 10:17:22 am


Bullismo o tentato omicidio pari sono?

Baciamo le mani, respettabbilessemo Caruso.
Titolo: Re:R: Napoli, la nostra città
Inserito da: IlGeneraleNero - 14 Ottobre, 2014, 12:33:26 pm
Starfred per te un reato vale l'altro? Non occorre determinare cosa è avvenuto davvero? Bullismo o tentato omicidio pari sono?

ma mica l'una esclude l'altra?

si può anche commettere un tentato omicidio per bullismo, come nel caso in questione
Titolo: R: Napoli, la nostra città
Inserito da: enricocaruso - 14 Ottobre, 2014, 14:15:14 pm
Ma certo che si può. Io facevo solo l'ipotesi che questo non volesse né seviziarlo né ucciderlo. Questo perché tendo a non fidarmi delle prime ricostruzioni giornalistiche. Che fosse un coglione che per sfottere un ragazzino gli abbia accostato il compressore al culo, vestito, ignorandone il potere dirompente. Resterebbe un violento, un bullo, un idiota, ma né seviziatore né assassino...
Titolo: Re:R: Napoli, la nostra città
Inserito da: papasouth - 14 Ottobre, 2014, 15:02:47 pm
Ma certo che si può. Io facevo solo l'ipotesi che questo non volesse né seviziarlo né ucciderlo. Questo perché tendo a non fidarmi delle prime ricostruzioni giornalistiche. Che fosse un coglione che per sfottere un ragazzino gli abbia accostato il compressore al culo, vestito, ignorandone il potere dirompente. Resterebbe un violento, un bullo, un idiota, ma né seviziatore né assassino...

enrì, senza offesa, ti torno a dire che capisco la base del tuo ragionamento, ma secondo me ormai stai tenendo il punto e basta. Da che mondo è mondo, pure se due migliori amici si appicicano una volta nella vita, uno spinge l'altro che cade e muore quello è omicidio. Che poi ci siano vari casi, buon sensi assortiti e attenuanti di vario genere è il motivo per cui la pena non è sempre l'ergastolo e questo è un altro paio di maniche.
Cioè, c'ha mis una pompa a culo, gli ha sfondato lo stomaco e gli ha fatto rischiare di gettare il sangue per motivi ridicoli, nè ma più tentato omicidio di questo che maronna gli deve fare uno ad un cristiano? cioè, non penso si tratti di opinioni, ma di applicare una definizione che è piuttosto semplice. Più questionabile, secondo me, è la violenza sessuale ma il tentato omicidio è proprio pacifico...
Titolo: R: Re:R: Napoli, la nostra città
Inserito da: Starfred - 14 Ottobre, 2014, 16:55:35 pm
Starfred per te un reato vale l'altro? Non occorre determinare cosa è avvenuto davvero? Bullismo o tentato omicidio pari sono?
Io sta roba la studio e sinceramente la superficialità con cui distingui tra le fattispecie è quanto più lontana dalla realtà delle cose e del tutto disarmante
Titolo: R: Re:R: Re:R: Napoli, la nostra città
Inserito da: wendell - 14 Ottobre, 2014, 20:36:46 pm


Io sta roba la studio
sì ma può pure essere che non la capisci...

Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: joint - 15 Ottobre, 2014, 08:49:48 am
sì ma può pure essere che non la capisci...


:rotfl:
Titolo: R: Napoli, la nostra città
Inserito da: Starfred - 15 Ottobre, 2014, 10:22:54 am
:(
Titolo: Re:R: Napoli, la nostra città
Inserito da: TOTORE-RASTAMAN - 15 Ottobre, 2014, 10:39:00 am
:(
:bacino:
e ja....
Titolo: R: Napoli, la nostra città
Inserito da: Starfred - 15 Ottobre, 2014, 10:40:37 am
:'(
Titolo: Re:R: Napoli, la nostra città
Inserito da: DioBrando - 15 Ottobre, 2014, 13:46:48 pm
Diobrando, la mia logica di sto cazzo si chiama diritto, si chiama commisurazione dei delitti e delle pene, si chiama evitare linciaggi anche mediatici basati sulla disinformazione, si chiama logica, in sostanza. Tu proponi la pena di morte diretta anche per chi butta una cartaccia per terra, per caso?

Azz e ti ha dovuto rispondere Starfascio per farti capire che un tentato omicidio è tale anche se lo chiami bullismo, quando metti a repentaglio volontariamente ( o involontariamente uccidi e quindi è omicidio colposo) la vita di qualcuno... :mhh:


Per la cartaccia per terra propongo la multa, imparate ad usare il cestino zuzzus... :look:
Titolo: R: Napoli, la nostra città
Inserito da: GeppiGeppi - 15 Ottobre, 2014, 14:00:18 pm
Gli daranno il tentato omicidio e la violenza sessuale. Restano comunque due reati che lo stronzone nei fatti non aveva intenzione di fare.
Poi è vero che la carta canta e che gli faranno il culo a tarallo, ma non penso proprio che stu dio e strunz voleva uccidere o violentare il ragazzino.
Titolo: Re:R: Napoli, la nostra città
Inserito da: DioBrando - 15 Ottobre, 2014, 19:01:29 pm
Gli daranno il tentato omicidio e la violenza sessuale. Restano comunque due reati che lo stronzone nei fatti non aveva intenzione di fare.
Poi è vero che la carta canta e che gli faranno il culo a tarallo, ma non penso proprio che stu dio e strunz voleva uccidere o violentare il ragazzino.

Se è per questo se ti votto da un palazzo per farti uno scherzo mezz mbriaco posso anche io affermare che non volevo ucciderti per davvero, però se ti salvi ma ti sei polverizzato un centinaio di ossa, non credo che mi accuserai di scherzo mal riuscito, ma di tentato omicidio...
Titolo: R: Napoli, la nostra città
Inserito da: GeppiGeppi - 15 Ottobre, 2014, 20:16:43 pm
Comunque devo rettificare quanto detto nei giorni passati. Ho fatto diverse ricerche su Google ed è venuto fuori che di questi incidenti ne succedono un paio l'anno in Italia e che per fare male ad una persona basta puntare il compressore anche sopra ai pantaloni (specie se leggeri) visto che il getto di aria compressa nelle officine è molto più potente rispetto ai normali compressori che alcuni di noi hanno a casa.
In particolare, ho ripescato tra le varie notizie questa successa tra due diciassettenni ad Aosta http://www.valledaostaglocal.it/2013/10/09/leggi-notizia/argomenti/cronaca-4/articolo/incidenti-spara-per-scherzo-al-coetaneo-con-un-compressore-daria-17enne-allospedale.html
Insomma, che al ragazzino napoletano siano stati abbassati i pantaloni è solo un'ipotesi da accertare ed è molto traballante perché in quel caso il quattordicenne sarebbe rimasto quasi sicuramente ucciso.
Ritengo quindi probabile che la testa di cazzo abbia fatto una fesseria che l'ha portato a fare un danno molto grosso di cui non si poteva rendere conto.
I fatti sono da accertare e da discutere e le probabilità che il tentato omicidio e la violenza sessuale possano essere delle accuse ingiuste ci stanno.
Ovviamente, la questione andrebbe anche contestualizzata senza far riferimento a paragoni che farebbero cadere nella vergogna anche gente come Roberto Fiore.
Sta di fatto che al momento abbiamo uno stronzo di 24 anni di cui la giustizia si deve occupare. Stronzo sicuramente, delinquente da vedere.
Titolo: Re:R: Napoli, la nostra città
Inserito da: DioBrando - 15 Ottobre, 2014, 21:04:28 pm
Comunque devo rettificare quanto detto nei giorni passati. Ho fatto diverse ricerche su Google ed è venuto fuori che di questi incidenti ne succedono un paio l'anno in Italia e che per fare male ad una persona basta puntare il compressore anche sopra ai pantaloni (specie se leggeri) visto che il getto di aria compressa nelle officine è molto più potente rispetto ai normali compressori che alcuni di noi hanno a casa.
In particolare, ho ripescato tra le varie notizie questa successa tra due diciassettenni ad Aosta [url]http://www.valledaostaglocal.it/2013/10/09/leggi-notizia/argomenti/cronaca-4/articolo/incidenti-spara-per-scherzo-al-coetaneo-con-un-compressore-daria-17enne-allospedale.html[/url] ([url]http://www.valledaostaglocal.it/2013/10/09/leggi-notizia/argomenti/cronaca-4/articolo/incidenti-spara-per-scherzo-al-coetaneo-con-un-compressore-daria-17enne-allospedale.html[/url])
Insomma, che al ragazzino napoletano siano stati abbassati i pantaloni è solo un'ipotesi da accertare ed è molto traballante perché in quel caso il quattordicenne sarebbe rimasto quasi sicuramente ucciso.
Ritengo quindi probabile che la testa di cazzo abbia fatto una fesseria che l'ha portato a fare un danno molto grosso di cui non si poteva rendere conto.
I fatti sono da accertare e da discutere e le probabilità che il tentato omicidio e la violenza sessuale possano essere delle accuse ingiuste ci stanno.
Ovviamente, la questione andrebbe anche contestualizzata senza far riferimento a paragoni che farebbero cadere nella vergogna anche gente come Roberto Fiore.
Sta di fatto che al momento abbiamo uno stronzo di 24 anni di cui la giustizia si deve occupare. Stronzo sicuramente, delinquente da vedere.


Geppi facciamo così, domani passo da casa tua e per scherzo di prendo a randellate con una mazza da baseball spezzandoti le gambe... Secondo te sono solo stronzo o sono anche un criminale?
Titolo: R: Napoli, la nostra città
Inserito da: Gabbie - 15 Ottobre, 2014, 22:01:03 pm
La mamma ha dichiarato davanti alle telecamere di Chi l'ha visto che il figlio ha raccontato che il tizio gli ha abbassato i pantaloni e lo ha anche tenuto fermo con un ginocchio.
Titolo: R: Napoli, la nostra città
Inserito da: enricocaruso - 15 Ottobre, 2014, 22:42:57 pm
Penso che sia accertabile clinicamente...
Comunque la penso come Geppi, una cazzata finita male. Il tentato omicidio penso debba essere volontario, andrebbe provata la volontà di uccidere, ma posso sbagliarmi.
Il motivo per cui mi sono azzeccato a sto fatto è che tutti parlavano della vergognosa intervista dei parenti del coglione scandalizzati. Io l'ho sentita e, pur condannando i modi e il linguaggio, l'ho trovata invece una normale difesa, anzi mi hanno dato una versione dell'evento nuova e per certi versi più plausibile. Hanno detto che non è un violentatore e un crudele omicida ma ha fatto uno scherzo finito male. Vero? Non so, ma possibile. Scandaloso dirlo da parte dei parenti di uno additato come mostro di soccavo a tutto il mondo? Io lo trovo comprensibilissimo...
Titolo: Re:R: Napoli, la nostra città
Inserito da: DioBrando - 16 Ottobre, 2014, 09:26:09 am
Penso che sia accertabile clinicamente...
Comunque la penso come Geppi, una cazzata finita male. Il tentato omicidio penso debba essere volontario, andrebbe provata la volontà di uccidere, ma posso sbagliarmi.
Il motivo per cui mi sono azzeccato a sto fatto è che tutti parlavano della vergognosa intervista dei parenti del coglione scandalizzati. Io l'ho sentita e, pur condannando i modi e il linguaggio, l'ho trovata invece una normale difesa, anzi mi hanno dato una versione dell'evento nuova e per certi versi più plausibile. Hanno detto che non è un violentatore e un crudele omicida ma ha fatto uno scherzo finito male. Vero? Non so, ma possibile. Scandaloso dirlo da parte dei parenti di uno additato come mostro di soccavo a tutto il mondo? Io lo trovo comprensibilissimo...


Non c'entra un cazzo, se io per negligenza e con l'intenzione di fare comunque del male compio un atto che mette a rischio la vita (e l'intenzione c'era) resta tentato omicidio per il giudizio ex ante (ex post non ha senso in quanto non è morto), se si fosse consumato ci sarebbero stati al massimo gli estremi per il colposo, ma più probabilmente preterintenzionale, perché c'era la volontà d far male alla vittima sebbene non di ucciderla. In ogni caso il minimo è: lesione personale e sinceramente mi parrebbe poco, bisognerebbe escludere ogni volontarietà da parte del reo di voler fare del male (e qui penso nemmeno tu abbia dubbi sul fatto che voleva fare male).
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: joint - 16 Ottobre, 2014, 09:32:28 am
Ragazzi però il gesto di abbassare pantaloni e mutandine ad un ragazzetto è di una gravità inaudita, violazione più pura dell'intimo di un essere umano , in aggiunta un bambinetto. Ma se non è violenza sessuale questa? O intendiamo violenza sessuale solo la penetrazione? Perchè poi a livello di penetrazione c'è stato il compressore, quindi qui non manca proprio nulla della violenza.
Il tentato omicidio pure ci sta, perchè se ti ficco un compressore nell'ano di certo posso immaginare che non sia un toccasana...
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: joint - 16 Ottobre, 2014, 09:35:32 am
e poi non dimenticate che il criaturo vivrà per sempre con una sacchetta attaccata al jeans dove andranno i suoi escrementi. Cioè l'inps ti paga l'assegno di invalidità per sta cosa, ma vi rendete conto?
Detto ciò sono favorevole al fatto che oltre alla pena carceraria il carnefice si macchi, alla stregua della vittima, anche di una etichetta a vita che è quella del violentatore. Vafammocc
Titolo: Re:R: Napoli, la nostra città
Inserito da: calvin - 16 Ottobre, 2014, 10:54:58 am
Penso che sia accertabile clinicamente...
Comunque la penso come Geppi, una cazzata finita male. Il tentato omicidio penso debba essere volontario, andrebbe provata la volontà di uccidere, ma posso sbagliarmi.


Di base nell'ordinamento italiano omicidio significa nulla, nel senso che ci sono vari tipi di omicidio e ognuno ha un significato (di base doloso, preterintenzionale e colposo), e questi si distinguono proprio per il grado di volontà (sostanzialmente nel primo caso si vuole uccidere, nel secondo si fa una cosa sbagliata e si uccide e nel terzo si uccide del tutto involontariamente).


Quello su cui, invece, sono sostanzialmente d'accordo con te è che c'è una invereconda tendenza a commentare in maniera "giudiziaria" le cose (Barbara D'Urso è il male di questo secolo) quando non si conoscono i fatti.
Titolo: R: Napoli, la nostra città
Inserito da: GeppiGeppi - 16 Ottobre, 2014, 11:08:59 am
Assafa.
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: duracell - 16 Ottobre, 2014, 11:28:35 am
e poi non dimenticate che il criaturo vivrà per sempre con una sacchetta attaccata al jeans dove andranno i suoi escrementi. Cioè l'inps ti paga l'assegno di invalidità per sta cosa, ma vi rendete conto?
Detto ciò sono favorevole al fatto che oltre alla pena carceraria il carnefice si macchi, alla stregua della vittima, anche di una etichetta a vita che è quella del violentatore. Vafammocc

I carnefici, erano 3.

Se non si tratta di violenza, si tratta di sevizia, tortura...
Titolo: Re:R: Napoli, la nostra città
Inserito da: IlGeneraleNero - 16 Ottobre, 2014, 12:26:17 pm
Quello su cui, invece, sono sostanzialmente d'accordo con te è che c'è una invereconda tendenza a commentare in maniera "giudiziaria" le cose (Barbara D'Urso è il male di questo secolo) quando non si conoscono i fatti.

un rifiuto dell'umanità infila nel culo di un ragazzino di 14 anni una pompa ad aria compressa .... cosa c'è da capire e da conoscere?

A menochè il ragazzino non lo abbia chiesto espressamente, ma non mi sembra sia andata così, ma magari sto sbagliando ...
Titolo: Re:R: Napoli, la nostra città
Inserito da: calvin - 16 Ottobre, 2014, 13:23:07 pm
un rifiuto dell'umanità infila nel culo di un ragazzino di 14 anni una pompa ad aria compressa .... cosa c'è da capire e da conoscere?

A menochè il ragazzino non lo abbia chiesto espressamente, ma non mi sembra sia andata così, ma magari sto sbagliando ...


Eccoappunto!


SE si verificherà che è andata così allora si prende 20-25 anni e tutti contenti, ma ne io, ne tu, ne Barbara D'Urso, ne Salvo Sottile, ne la fruttivendola di piazzetta Miraglia sanno come sono andate le cose e ci sta, per fortuna, ancora una cosa che si chiama diritto e che appurerà come sono andate le cose.

Qualsivoglia giudizio vi piaccia di dare è insensato allo stato attuale e ha ragione il doppio Geppi che vi mette dalla parte dei barbari e dei lapidatori......tanto può essere stata una scena violentissima e di bullismo, tanto un gioco sfuggito di mano e finito in maniera tragica, in entrambi i casi ne esce un quadro di persone disturbate, ma penalmente (e per chi si interessi di cose stupide anche moralmente) rimangono due cose oggettivamente assai diverse e noi, allo stato, non sappiamo come sono andate.
Titolo: R: Napoli, la nostra città
Inserito da: GeppiGeppi - 16 Ottobre, 2014, 14:09:47 pm
Assafa. Per fortuna in questo paese c'è ancora qualcuno che non ha preso la vita per la caccia al cinghiale.
La voglia di gogna è come il patriottismo, l'ultimo rifugio dei codardi come diceva qualcuno...
Titolo: R: Napoli, la nostra città
Inserito da: enricocaruso - 16 Ottobre, 2014, 14:26:47 pm
Il gesto di calare pantaloni e mutande è gravissimo, e per me peraltro involontariamente, in buona fede assai nocivi sono state la pubblicazione del nome e cognome del ragazzino e i gruppi Facebook di incoraggiamento, ma non siamo sicuri che sia avvenuto. Questo contestavo, e sono contento di aver aperto la pista ad altri dopo di me. Poi una volta accettati quanto possibile i fatti ci indigneremo...
Titolo: R: Re:R: Napoli, la nostra città
Inserito da: GeppiGeppi - 16 Ottobre, 2014, 14:33:10 pm
Il gesto di calare pantaloni e mutande è gravissimo, e per me peraltro involontariamente, in buona fede assai nocivi sono state la pubblicazione del nome e cognome del ragazzino e i gruppi Facebook di incoraggiamento, ma non siamo sicuri che sia avvenuto. Questo contestavo, e sono contento di aver aperto la pista ad altri dopo di me. Poi una volta accettati quanto possibile i fatti ci indigneremo...

Ma infatti proprio ieri mi sono messo a cercare altri fatti uguali accaduti altrove (ne ho postato uno di due ragazzi di Aosta) in cui il fatto è avvenuto senza che al ferito fossero stati abbassati i pantaloni. È una possibilità.
Fermo restando che Vincenzo Iacolare resta comunque uno stronzone, ma tra un delinquente crudele (per come viene dipinto ora) e una idiota testa di cazzo ce ne passa...
Titolo: Re:R: Napoli, la nostra città
Inserito da: IlGeneraleNero - 16 Ottobre, 2014, 14:49:00 pm

Eccoappunto!

Barbara D'Urso, ne Salvo Sottile, ne la fruttivendola di piazzetta Miraglia sanno come sono andate le cose e ci sta, per fortuna, ancora una cosa che si chiama diritto e che appurerà come sono andate le cose.

Ascolta, io capisco il tuo ragionamento e lo condivido anche perchè io sono per il classico detto "meglio un delinquente fiori che un innocente in galera ", però ... c'è un però ...

il tuo ragionamento può essere valido, ad esempio, per il delitto di Garlasco, dove non si sa come siano andate realmente le cose e probabilmente non si saprà mai.

Ma per una cosa così palese onestamente sentirmi dire "vediamo prima come sono andate le cose" mi sembra una presa per i fondelli ....

Ma ammesso anche che stesse scherzando ma che cambia?

Quindi io per scherzo mi prendo un fucile, mi affaccio al balcone e comincio a sparare sulla gente ... mica voglio ammazzare qualcuno, voglio solo giocare

Titolo: R: Napoli, la nostra città
Inserito da: GeppiGeppi - 16 Ottobre, 2014, 15:02:56 pm
Ma nel momento in cui fosse stato uno scherzo e la dinamica dei fatti fosse quella della difesa del Iacolare, non è che si pretende che questo esca poi dal carcere con le ballerine brasiliane a festeggiare. Anzi, pagherebbe la sua pena, ma non così grande come nel caso in cui le cose fossero andate come sostiene la famiglia del ragazzino che è in ospedale.
Titolo: Re:R: Napoli, la nostra città
Inserito da: IlGeneraleNero - 16 Ottobre, 2014, 15:28:40 pm
Ma nel momento in cui fosse stato uno scherzo e la dinamica dei fatti fosse quella della difesa del Iacolare, non è che si pretende che questo esca poi dal carcere con le ballerine brasiliane a festeggiare. Anzi, pagherebbe la sua pena, ma non così grande come nel caso in cui le cose fossero andate come sostiene la famiglia del ragazzino che è in ospedale.

senti amico, questo ha rovinato per sempre la vita di un ragazzino di 14 anni, se dipendesse da me sarebbe impalato in piazza Plebiscito a mo di insegnamento per i posteri
Titolo: R: Re:R: Napoli, la nostra città
Inserito da: GeppiGeppi - 16 Ottobre, 2014, 15:46:55 pm
senti amico, questo ha rovinato per sempre la vita di un ragazzino di 14 anni, se dipendesse da me sarebbe impalato in piazza Plebiscito a mo di insegnamento per i posteri

Questa tua affermazione mi rende felice, perché significa che alla fine le cose giuste di questo mondo coincidono con la sconfitta della gente come te. Insomma, in questo mare di merda c'è ancora posto per gente che non vuole i forconi, la pena di morte e le torture.
Saresti perfetto nella parte del colorito esagitato nel pubblico di forum.
Titolo: Re:R: Re:R: Napoli, la nostra città
Inserito da: IlGeneraleNero - 16 Ottobre, 2014, 16:15:26 pm
Questa tua affermazione mi rende felice, perché significa che alla fine le cose giuste di questo mondo coincidono con la sconfitta della gente come te. Insomma, in questo mare di merda c'è ancora posto per gente che non vuole i forconi, la pena di morte e le torture.
Saresti perfetto nella parte del colorito esagitato nel pubblico di forum.

ti ricordo che il culo non è il tuo, quindi è abbastanza facile venire su un forum a strimpellare baggianate del genere ...
Titolo: R: Napoli, la nostra città
Inserito da: GeppiGeppi - 16 Ottobre, 2014, 16:20:57 pm
Ma infatti il culo non è nemmeno tuo visto che i culi sono due: uno di un ragazzo che sta in ospedale e che ha la vita rovinata e l'altra di uno stronzo che si deve capire con quali intenzioni e come ha combinato un fatto.
A questo punto, se vogliamo fare i ragionamenti agricoli come fai tu, eliminiamo tutto il diritto, la tutela dei diritti dell'uomo e facciamo un occhio per occhio accussí ce levamm a cuoll pure carceri e centri di recupero che ci fanno solo spendere i soldi.
Mo non è che tu sei l'avvocato Pisani che tutela i deboli e gli altri quelli che fanno i ricchioni con il culo degli altri.
Titolo: Re:R: Re:R: Napoli, la nostra città
Inserito da: calvin - 16 Ottobre, 2014, 16:28:47 pm
ti ricordo che il culo non è il tuo, quindi è abbastanza facile venire su un forum a strimpellare baggianate del genere ...

ti ricordo, per contro e per rimanere tranquilli non per darci addosso, che gli anni in galera che tu distribuisci con grande gioia non sono i tuoi e quindi è abbastanza facile fare i duri e puri della disciplina ideale senza porsi il problema di come in che modo si è fatto un guaio (che comunque va pagato).

Titolo: Re:R: Re:R: Napoli, la nostra città
Inserito da: IlGeneraleNero - 16 Ottobre, 2014, 16:40:05 pm
ti ricordo, per contro e per rimanere tranquilli non per darci addosso, che gli anni in galera che tu distribuisci con grande gioia non sono i tuoi e quindi è abbastanza facile fare i duri e puri della disciplina ideale senza porsi il problema di come in che modo si è fatto un guaio (che comunque va pagato).

e certo che non sono i miei, visto che non ho l'abitudine di mettere a rischio la vita degli altri con giochi del cazzo ...
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: Vino a Tavola - 16 Ottobre, 2014, 16:51:10 pm
vengo per mettere tutti d'accordo

speriamo non gli diano meno di 10 anni

ma manco più di 30


ringraziatemi, ciao
Titolo: R: Napoli, la nostra città
Inserito da: GeppiGeppi - 16 Ottobre, 2014, 16:53:49 pm
Beh, abbiamo capito che il generale è una brava persona che non danneggia il prossimo, ma accetterebbe senza battere ciglio la gente impalata a Piazza Dante. Ora che nella zona hanno aperto le patatinerie la cosa dal punto di vista commerciale potrebbe avere anche un suo interesse.
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: joint - 16 Ottobre, 2014, 17:01:37 pm
ti ricordo, per contro e per rimanere tranquilli non per darci addosso, che gli anni in galera che tu distribuisci con grande gioia non sono i tuoi e quindi è abbastanza facile fare i duri e puri della disciplina ideale senza porsi il problema di come in che modo si è fatto un guaio (che comunque va pagato).



No però voi sottovalutate troppo le aggravanti quali la menomazione permanente causata al bambino, il fatto che abbiano agito in gruppo, e soprattutto il gesto di averlo spogliato (e di avergli messo un tubo nel culo).
Ma poi che ci interessa con quale spirito ha agito sta combriccola di decerebrati ? Ma soprattutto, la maturità e lo sviluppo della coscienza a quanti anni deve avvenire? Ma è mai possibile che a 24 anni, per la società odierna, si è ancora definiti "ragazzi"? No, a 24 anni si è uomini, finiti e formati e si deve avere l'intelletto abbastanza sviluppato da poter capire che un atto del genere avrebbe potuto sfociare in tragedia infatti il bambino è vivo per miracolo, dopo che si è fatto 2 giorni in pericolo di vita... e ancora a parlare di scherzo o di presunta volontà? Ma piuttosto guardiamo i dati di fatto, che ad oggi sono gravissimi. Se fosse morto il bambino, stavate parlando anche voi di impiccagioni e palafitte anali.
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: joint - 16 Ottobre, 2014, 17:03:52 pm
E non dimentichiamo che sto decerebrato ha pure 2 figli, a facc ra sensibilità ro pat e famiglia.... mamma mà!!!
Titolo: Napoli, la nostra città
Inserito da: tonysea7 - 16 Ottobre, 2014, 17:32:07 pm

Beh, abbiamo capito che il generale è una brava persona che non danneggia il prossimo, ma accetterebbe senza battere ciglio la gente impalata a Piazza Dante. Ora che nella zona hanno aperto le patatinerie la cosa dal punto di vista commerciale potrebbe avere anche un suo interesse.

Vogliamo parlare di sto fatto delle patatinerie? Comm'è che ce ne sono 3 ogni 20 metri? :asd:
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: GeppiGeppi - 16 Ottobre, 2014, 17:34:33 pm
No però voi sottovalutate troppo le aggravanti quali la menomazione permanente causata al bambino, il fatto che abbiano agito in gruppo, e soprattutto il gesto di averlo spogliato (e di avergli messo un tubo nel culo).
Ma poi che ci interessa con quale spirito ha agito sta combriccola di decerebrati ? Ma soprattutto, la maturità e lo sviluppo della coscienza a quanti anni deve avvenire? Ma è mai possibile che a 24 anni, per la società odierna, si è ancora definiti "ragazzi"? No, a 24 anni si è uomini, finiti e formati e si deve avere l'intelletto abbastanza sviluppato da poter capire che un atto del genere avrebbe potuto sfociare in tragedia infatti il bambino è vivo per miracolo, dopo che si è fatto 2 giorni in pericolo di vita... e ancora a parlare di scherzo o di presunta volontà? Ma piuttosto guardiamo i dati di fatto, che ad oggi sono gravissimi. Se fosse morto il bambino, stavate parlando anche voi di impiccagioni e palafitte anali.


Chist è nu dio e strunz e su questo non ci piove. Che lui e i suoi amici siano gentarella di merda è un'altra verità. Il ragazzino è vivo, per fortuna, e siamo tutti contenti.
Personalmente, se fosse morto non sarei qui con la bava alla bocca ad invocare pali e a fare la parte della signora in menopausa ospite fissa di forum. E parlo pure per esperienza personale, non ho mai invocato il sangue o non ho mai provato il piacere perverso nel vedere un colpevole subire le peggiori cose.
Il fatto è che noi parliamo con certezza di cose come i pantaloni abbassati e violenze gravi (e anch'io ci sono cascato in un primo momento in questa certezza. Si vede che devo aspettare un bel po' di tempo prima di parlare di queste cose), quando invece noi non sappiamo un cazzo se non le voci o le parole di povera gente che i giornalisti e le trasmissioni stanno cannibalizzando (in genere, più la cosa è perversa e più si fanno ascolti. Non per niente, il telespettatore medio italiano è un pedofilo represso).
Ora vi faccio un esempio:

http://www.valledaostaglocal.it/2013/10/09/leggi-notizia/argomenti/in-breve/articolo/incidenti-spara-per-scherzo-al-coetaneo-con-un-compressore-daria-17enne-allospedale.html (http://www.valledaostaglocal.it/2013/10/09/leggi-notizia/argomenti/in-breve/articolo/incidenti-spara-per-scherzo-al-coetaneo-con-un-compressore-daria-17enne-allospedale.html)

http://www.ilgazzettino.it/NORDEST/PORDENONE/pistola_del_compressore_puntata_al_sedere_del_collega_per_scherzo_intestino_lacerato/notizie/164936.shtml (http://www.ilgazzettino.it/NORDEST/PORDENONE/pistola_del_compressore_puntata_al_sedere_del_collega_per_scherzo_intestino_lacerato/notizie/164936.shtml)

http://ruminatiolaica.wordpress.com/2014/10/10/i-precedenti-dei-danni-a-persone-mediante-compressore/comment-page-1/ (http://ruminatiolaica.wordpress.com/2014/10/10/i-precedenti-dei-danni-a-persone-mediante-compressore/comment-page-1/)

Anche per questi casi di cronaca si parla di pantaloni abbassati? No. Siamo così certi che le cose siano andate come vogliamo pensare? Secondo voi, alla luce di questi casi in cui delle persone sono state ferite senza che gli sia stata infilata la pistola del compressore nel culo, è probabile che se l'ipotesi dei pantaloni abbassati sia ancora tutta da accertare? E che la probabilità di morte in quel caso sarebbe stata del 99.99%?
Io voglio porre dei dubbi costruttivi alla discussione, se poi dobbiamo bagnarci la fessa come una matrona davanti a Studio Aperto è un altro discorso.
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: joint - 16 Ottobre, 2014, 17:44:57 pm
Chist è nu dio e strunz e su questo non ci piove. Che lui e i suoi amici siano gentarella di merda è un'altra verità. Il ragazzino è vivo, per fortuna, e siamo tutti contenti.
Personalmente, se fosse morto non sarei qui con la bava alla bocca ad invocare pali e a fare la parte della signora in menopausa ospite fissa di forum. E parlo pure per esperienza personale, non ho mai invocato il sangue o non ho mai provato il piacere perverso nel vedere un colpevole subire le peggiori cose.
Il fatto è che noi parliamo con certezza di cose come i pantaloni abbassati e violenze gravi (e anch'io ci sono cascato in un primo momento in questa certezza. Si vede che devo aspettare un bel po' di tempo prima di parlare di queste cose), quando invece noi non sappiamo un cazzo se non le voci o le parole di povera gente che i giornalisti e le trasmissioni stanno cannibalizzando (in genere, più la cosa è perversa e più si fanno ascolti. Non per niente, il telespettatore medio italiano è un pedofilo represso).
Ora vi faccio un esempio:

[url]http://www.valledaostaglocal.it/2013/10/09/leggi-notizia/argomenti/in-breve/articolo/incidenti-spara-per-scherzo-al-coetaneo-con-un-compressore-daria-17enne-allospedale.html[/url] ([url]http://www.valledaostaglocal.it/2013/10/09/leggi-notizia/argomenti/in-breve/articolo/incidenti-spara-per-scherzo-al-coetaneo-con-un-compressore-daria-17enne-allospedale.html[/url])

[url]http://www.ilgazzettino.it/NORDEST/PORDENONE/pistola_del_compressore_puntata_al_sedere_del_collega_per_scherzo_intestino_lacerato/notizie/164936.shtml[/url] ([url]http://www.ilgazzettino.it/NORDEST/PORDENONE/pistola_del_compressore_puntata_al_sedere_del_collega_per_scherzo_intestino_lacerato/notizie/164936.shtml[/url])

[url]http://ruminatiolaica.wordpress.com/2014/10/10/i-precedenti-dei-danni-a-persone-mediante-compressore/comment-page-1/[/url] ([url]http://ruminatiolaica.wordpress.com/2014/10/10/i-precedenti-dei-danni-a-persone-mediante-compressore/comment-page-1/[/url])

Anche per questi casi di cronaca si parla di pantaloni abbassati? No. Siamo così certi che le cose siano andate come vogliamo pensare? Secondo voi, alla luce di questi casi in cui delle persone sono state ferite senza che gli sia stata infilata la pistola del compressore nel culo, è probabile che se l'ipotesi dei pantaloni abbassati sia ancora tutta da accertare? E che la probabilità di morte in quel caso sarebbe stata del 99.99%?
Io voglio porre dei dubbi costruttivi alla discussione, se poi dobbiamo bagnarci la fessa come una matrona davanti a Studio Aperto è un altro discorso.

ma invocare palafitte e linciaggi è un pò come augurare tumori e pestilenze a dela, cose fini a se stesse, iperboli per dimostrare il proprio essere contrari. Se poi uno le dice  e le pensa sul serio allora ciao, stai nguaiat.
Quello che volevo dire io invece è che questi uomini, devono pagare il giusto e poichè non ero presente ai fatti, l'idea del giusto me la faccio per quello che leggo o sento.
Anche per questo esistono le indagini e il giudice si fa un'idea di conseguenza. Ma per quello che so e quello che è emerso ad oggi 16 ottobre, sto mongoloide merita una pena esemplare, anche perchè fino a prova contraria tu non hai prove per dire che il pantalone era alzato o meno.
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: joint - 16 Ottobre, 2014, 17:45:37 pm
poi non dovremmo dare adito alle parole della famiglia della vittima ma a quelle della famiglia del carnefici si, ma perchè?
Titolo: R: Napoli, la nostra città
Inserito da: GeppiGeppi - 16 Ottobre, 2014, 17:51:11 pm
Ma non si tratta di dare adito alle parole della famiglia Iacolare, quanto quella di fermarsi a discutere e riflettere senza farsi risucchiare da un mondo che sempre di più sta prendendo una deriva violenta e perversa. Un invito a sfruttare uno spazio per volare un po' più in alto invece che accontentarsi di galleggiare sulla merda.
Non c'è nessuno che vuole stare dalla parte del carnefice né contro la vittima. Io sono contro ad un sistema che è sempre in malafede quando deve raccontare i fatti e arriva anche a deformarli in nome del dio denaro.
Titolo: R: Napoli, la nostra città
Inserito da: Genny Fenny - 16 Ottobre, 2014, 18:12:46 pm
Nicò, ma su quello che dite tu e calvin siamo tutti quanti d'accordo.
Noi però siamo partiti commentando il video dei parenti, e quella non è presunzione di non colpevolezza, è n'ata cosa.
Un conto è dire mantenimm mman, un altro è alleggerire concettualmente uno stupro anale ai danni di un minore al livello bravata, tipo chi si appiccia le perete con l'accendino.
Io sono quanto di più lontano dai giustizialisti a oltranza, però, porco dio, a me un fatto del genere mi fa perdere le cerevella. Vestito, spugliato, con o senza vasellina, comm cazz vulite vuje.
Titolo: R: Re:R: Napoli, la nostra città
Inserito da: GeppiGeppi - 16 Ottobre, 2014, 18:19:59 pm
Nicò, ma su quello che dite tu e calvin siamo tutti quanti d'accordo.
Noi però siamo partiti commentando il video dei parenti, e quella non è presunzione di non colpevolezza, è n'ata cosa.
Un conto è dire mantenimm mman, un altro è alleggerire concettualmente uno stupro anale ai danni di un minore al livello bravata, tipo chi si appiccia le perete con l'accendino.
Io sono quanto di più lontano dai giustizialisti a oltranza, però, porco dio, a me un fatto del genere mi fa perdere le cerevella. Vestito, spugliato, con o senza vasellina, comm cazz vulite vuje.

Io penso che i parenti stavano cacati sotto e per questo hanno parlato così. A mezza bocca lo facevano capire che non era un pedofilo e questa infamia (che sia vera o presunta) a loro pesa parecchio perché il cretino è stato portato a Poggioreale (luogo di torture e carcere più duro e violento in Europa) e quella della violenza è un'accusa così pesante da investire direttamente tutta la famiglia fino alla seconda generazione che verrà.
Se poi ho dato l'impressione di alleggerire concettualmente uno stupro (che è ancora da dimostrare) allora sono un mostro dal quale stare lontano.
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: calvin - 16 Ottobre, 2014, 18:36:34 pm
Visto che parliamo e non ci capiamo, perché resto convinto che apparte lo stravagante caso di uno solo tutti gli altri siamo sostanzialmente d'accordo e differiamo praticamente solo nella forma, io la chiudo qua non prima di lasciare un ultimo, doveroso, contributo:

GRAZIE VINOATAVOLA
Titolo: Re:R: Re:R: Napoli, la nostra città
Inserito da: DioBrando - 16 Ottobre, 2014, 18:40:13 pm
Ma infatti proprio ieri mi sono messo a cercare altri fatti uguali accaduti altrove (ne ho postato uno di due ragazzi di Aosta) in cui il fatto è avvenuto senza che al ferito fossero stati abbassati i pantaloni. È una possibilità.
Fermo restando che Vincenzo Iacolare resta comunque uno stronzone, ma tra un delinquente crudele (per come viene dipinto ora) e una idiota testa di cazzo ce ne passa...

ce ne passa finché non ci sarà certezza del fatto, una volta provato che ha puntato il compressore sul culo e\o abbassato i pantaloni contro la volontà della vittima, sarà un delinquente.

Che lo abbia fatto per scherzo non c'entra e non avrà alcun peso, CAPITO? L'unica differenza è accertare il fatto in maniera esaustiva ma l'intenzione NON C'ENTRA UNA FAVA NEL CONTESTO, conta la dinamica del gesto. E BASTA.
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: joint - 16 Ottobre, 2014, 19:09:21 pm
A questo punto pure il tipo di salerno che ha ucciso con la macchina 4 persone fuori al bar stava semplicemente pariando come abbiamo fatto tutti nella vita con la macchina peró lui ha avuto la sfortuna di ammazzare 4 ragazzini compreso il fratello. Ma i genitori non li ho proprio sentiti lasciare interviste del tipo " eh vabbè ma stava giocando con la macchina...", e pure lui non aveva alcuna intenzione di provocare una strage proprio come iacolaee. Ma ció non li giustifica nè tantomeno deve alleggerire le loro posizioni dinanzi alla legge.
Titolo: R: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: GeppiGeppi - 16 Ottobre, 2014, 19:20:27 pm
A questo punto pure il tipo di salerno che ha ucciso con la macchina 4 persone fuori al bar stava semplicemente pariando come abbiamo fatto tutti nella vita con la macchina peró lui ha avuto la sfortuna di ammazzare 4 ragazzini compreso il fratello. Ma i genitori non li ho proprio sentiti lasciare interviste del tipo " eh vabbè ma stava giocando con la macchina...", e pure lui non aveva alcuna intenzione di provocare una strage proprio come iacolaee. Ma ció non li giustifica nè tantomeno deve alleggerire le loro posizioni dinanzi alla legge.

La faccio breve. Il tentato omicidio, comunque vada, è una pena che il cretino si deve prendere e amen. La violenza sessuale è ancora tutta da vedere.
Titolo: Re:R: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: Vino a Tavola - 16 Ottobre, 2014, 20:22:36 pm
La faccio breve. Il tentato omicidio, comunque vada, è una pena che il cretino si deve prendere e amen. La violenza sessuale è ancora tutta da vedere.
ma quello che dico io se non è violenza sessuale sarà sevizia o tortura, capirai.

Calvin  :ok: :look:
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: IlGeneraleNero - 16 Ottobre, 2014, 20:22:38 pm
ho capito il discorso di Calvin e Geppi, ma non lo condivido per niente ... non per niente non sono comunista

non ho mai creduto alla riqualficazione di un rifuto della natura, ma non ritengo nemmeno giusto che chi rovina la vita di qualcuno poi debba campare libero e felice cavandosela con un semplice "ma io stavo pazziando", "non lo volevo fare" e stronzate del genere ...
la cronaca è piena di aborti della natura che combinano guai, non ultimo l'assassino di Sassano, e poi, per colpa di leggi blande, e giustificazioni di sta minkia fatte sempre da persone rigorosamente non coinvolte nei fatti, continuano la loro vita spesso continuando a lasciare morti sulla loro strada ...

quindi mi fermo qui dicendo che chi prima della vita un'altra persona per motivi futili è giusto che chiuda anche lui con la società, in che modo decidetelo voi ...

PS no ma mi fa ridere che chi sta giustificando l'aborto mal riuscito non molto tempo fa si è scagliato contro un carabiniere che, per sbaglio, ha sparato contro un altro aborto della natura

Magari decidete da che parte volete stare
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: Prophyta - 16 Ottobre, 2014, 20:26:41 pm
Però rendetevi conto che non è normale dovere ascoltare le parole dei parenti di questa scimmia  . Esiste un limite anche allo sciacallaggio mediatico, una volta appurato che questi sono dei cavernicoli , cazzo li intervisti a fare ?
In questi casi qualcuno dovrebbe tutelare , se non le famiglie di questa gente, almeno il telespettatore medio, che meglio della mamma del tizio non è . Qua invece è tutto volto a fomentare la vendetta, le esecuzioni capitali. Pure a discapito di questo ragazzino , che ormai è diventato famoso per aver ricevuto un tubo in culo , per dovere ospitare a vita un sacchetto per la merda e per essere grassottello. Ed è minorenne e nessuno gli ha chiesto se gli faceva piacere tutto questo clamore mediatico.
Sapete quanti casi di stupro , di ragazze , anche minorenni, ci sono in Italia ?
Non se ne parla mai così nello specifico, non si fanno nomi se non inventati, non si intervistano parenti e non si invocano lapidazioni in pubblica piazza.
Titolo: R: Napoli, la nostra città
Inserito da: enricocaruso - 16 Ottobre, 2014, 20:29:10 pm
Continuiamo a dare per scontati fatti non ancora provati, tipo il pantalone abbassato e il compressore infilato. Direi che invece ci sta una differenza enorme se sto fatto è accaduto o no. Se gli ha diretto il compressore verso il culo coi pantaloni per me è, come intenzione, poco più dell'accendino dietro al culo del compagno di classe del banco davanti. Solo che le conseguenze sono assai più devastanti. Io non lo farei mai, ma se mi avessero chiesto 10 giorni fa che conseguenze potrebbe portare un compressore puntato su un tizio vestito sinceramente non avrei mai e poi mai immaginato che sarebbe capace di devastarne l'intestino...
Ovvio che siccome le conseguenze contano questo deve pagare, ma permettete che il padre e gli altri parenti vogliano evitare che la sua vita sia rovinata per sempre da sta cazzata? Eppure tutti gridavano allo scandalo su quel video...
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: calvin - 16 Ottobre, 2014, 20:38:45 pm
ho capito il discorso di Calvin e Geppi, ma non lo condivido per niente ... non per niente non sono comunista

non ho mai creduto alla riqualficazione di un rifuto della natura, ma non ritengo nemmeno giusto che chi rovina la vita di qualcuno poi debba campare libero e felice cavandosela con un semplice "ma io stavo pazziando", "non lo volevo fare" e stronzate del genere ...
la cronaca è piena di aborti della natura che combinano guai, non ultimo l'assassino di Sassano, e poi, per colpa di leggi blande, e giustificazioni di sta minkia fatte sempre da persone rigorosamente non coinvolte nei fatti, continuano la loro vita spesso continuando a lasciare morti sulla loro strada ...

quindi mi fermo qui dicendo che chi prima della vita un'altra persona per motivi futili è giusto che chiuda anche lui con la società, in che modo decidetelo voi ...

PS no ma mi fa ridere che chi sta giustificando l'aborto mal riuscito non molto tempo fa si è scagliato contro un carabiniere che, per sbaglio, ha sparato contro un altro aborto della natura

Magari decidete da che parte volete stare

 :vuommeco:
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: IlGeneraleNero - 16 Ottobre, 2014, 20:40:00 pm
:vuommeco:

fa conto che ti sto ruttando in faccia, merdaccia
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: calvin - 16 Ottobre, 2014, 20:41:07 pm
fa conto che ti sto ruttando in faccia, merdaccia

 :vuommeco:
Titolo: R: Napoli, la nostra città
Inserito da: GeppiGeppi - 16 Ottobre, 2014, 21:17:59 pm
La cosa che mi fa ridere è che c'è gente di sinistra che dice più o meno (o almeno si trova d'accordo) con il frato cugino di Gasparri alias generale nero.
A me non fa paura il pensiero dell'amico Nero, quanto i comunisti o gente di sinistra che si trova d'accordo con lui.
Titolo: Re:R: Napoli, la nostra città
Inserito da: IlGeneraleNero - 16 Ottobre, 2014, 21:28:58 pm
La cosa che mi fa ridere è che c'è gente di sinistra che dice più o meno (o almeno si trova d'accordo) con il frato cugino di Gasparri alias generale nero.
A me non fa paura il pensiero dell'amico Nero, quanto i comunisti o gente di sinistra che si trova d'accordo con lui.

quindi non ve le fate due domande tu ed il preservativo bucato sopra di te?
Titolo: R: Re:R: Napoli, la nostra città
Inserito da: GeppiGeppi - 16 Ottobre, 2014, 21:35:58 pm
quindi non ve le fate due domande tu ed il preservativo bucato sopra di te?

Io me la faccio e penso che la cosa più di sinistra che attualmente c'è in Italia è Don Matteo.
Titolo: Re:R: Napoli, la nostra città
Inserito da: calvin - 16 Ottobre, 2014, 21:55:56 pm
quindi non ve le fate due domande tu ed il preservativo bucato sopra di te?

Fratè pigliati poca confidenza, te lo dico ora e la chiudiamo qui, per sempre, fortunatamente.
Titolo: Re:R: Re:R: Napoli, la nostra città
Inserito da: IlGeneraleNero - 16 Ottobre, 2014, 21:56:18 pm
Io me la faccio e penso che la cosa più di sinistra che attualmente c'è in Italia è Don Matteo.

ma non puoi vivere la tua vita pensando ai comunisti e ai fascisti, ma te ne rendi conto?

che cazzo c'entra la politica con una latrina che pensa di impiegare il tempo mettendo un compressore nel culo di un ragazzino o con un figlio di cagna che corre a 140 km orari in un centro cittadino

cioè tu ti vedi don Matteo pensando alla politica? Ma veramente stai facendo?
Titolo: Re:R: Napoli, la nostra città
Inserito da: IlGeneraleNero - 16 Ottobre, 2014, 21:56:41 pm
Fratè pigliati poca confidenza, te lo dico ora e la chiudiamo qui, per sempre, fortunatamente.

ecco bravo, fai lo stesso anche tu
Titolo: Re:R: Napoli, la nostra città
Inserito da: calvin - 16 Ottobre, 2014, 21:57:32 pm
ecco bravo, fai lo stesso anche tu

Mai preso confidenza con te, che non ti saccio proprio, dunque, te lo ripeto, prenditi poca confidenza
Titolo: Re:R: Napoli, la nostra città
Inserito da: IlGeneraleNero - 16 Ottobre, 2014, 21:58:41 pm
Mai preso confidenza con te, che non ti saccio proprio, dunque, te lo ripeto, prenditi poca confidenza

e insisti
Titolo: R: Re:R: Re:R: Napoli, la nostra città
Inserito da: GeppiGeppi - 16 Ottobre, 2014, 22:03:26 pm
ma non puoi vivere la tua vita pensando ai comunisti e ai fascisti, ma te ne rendi conto?

che cazzo c'entra la politica con una latrina che pensa di impiegare il tempo mettendo un compressore nel culo di un ragazzino o con un figlio di cagna che corre a 140 km orari in un centro cittadino

cioè tu ti vedi don Matteo pensando alla politica? Ma veramente stai facendo?

La colpa non è tua.
Titolo: R: Napoli, la nostra città
Inserito da: Starfred - 16 Ottobre, 2014, 22:07:59 pm
Appena sto dal PC sospendo il generale per tre giorni. :ciao:
Titolo: Re:R: Napoli, la nostra città
Inserito da: IlGeneraleNero - 16 Ottobre, 2014, 22:09:14 pm
Appena sto dal PC sospendo il generale per tre giorni. :ciao:

motivo?

ah, sarò fuori per tre giorni, fai sei altrimenti non mi rechi alcun danno ...
Titolo: R: Re:R: Napoli, la nostra città
Inserito da: Starfred - 16 Ottobre, 2014, 22:09:44 pm
fa conto che ti sto ruttando in faccia, merdaccia
Insisti ancora e ti sospendo per una settimana.
quindi non ve le fate due domande tu ed il preservativo bucato sopra di te?
Titolo: Re:R: Re:R: Napoli, la nostra città
Inserito da: IlGeneraleNero - 16 Ottobre, 2014, 22:11:36 pm
Insisti ancora e ti sospendo per una settimana.

:vuommeco:

questo?
Titolo: Re:R: Re:R: Re:R: Napoli, la nostra città
Inserito da: IlGeneraleNero - 16 Ottobre, 2014, 22:13:17 pm
La colpa non è tua.

non sai nemmeno che rispondere, ma ti capisco ...
Titolo: Re:R: Napoli, la nostra città
Inserito da: DioBrando - 17 Ottobre, 2014, 01:28:19 am
La cosa che mi fa ridere è che c'è gente di sinistra che dice più o meno (o almeno si trova d'accordo) con il frato cugino di Gasparri alias generale nero.
A me non fa paura il pensiero dell'amico Nero, quanto i comunisti o gente di sinistra che si trova d'accordo con lui.

a me fa paura che tu confonda il forcaiolo con chi vuole applicata la legge ed un criminale venga punito per quanto fatto. E non c'entra una fava essere di destra o di sinistra, altrimenti siamo tutti contenti che il cainano stia a Cesano Boscone quattro ore alla settimana invece di stare al gabbio... A me dello scherzo non frega nulla, ci sono attenuanti? Non sono certo il pantalone calato o meno, lo scherzo o l'ignoranza del tizio che a 24 anni dovrebbe perlomeno essere senziente...
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: paris_san_gennar - 17 Ottobre, 2014, 02:29:28 am
A me fa paura la visione distorta che molti hanno della società malgrado viviamo nel 2014 e sono stati fatti tantissimi passi avanti dal punto di vista sociale e dei diritti umani.
Dire in maniera più semplice che l'episodio ed il colpevole sono da condannare e lasciare agli inquirenti compiere le loro indagini e fornire le prove per l'accusa, lasciando ai giudici il diritto di decidere quanti anni di carcere dare, non sarebbe la cosa più normale e che ogni cittadino civile puo' dire?
Bisogna indignarsi per sti fatti, avere una propria opinione, ma a me sembra che ogni cosa diventi una faida da stadio, sei con me o contro di me non esistono vie di mezzo e non si cerca di capire l'altro...mah...
Titolo: Re:R: Napoli, la nostra città
Inserito da: Joker - 17 Ottobre, 2014, 08:02:15 am
Gli daranno il tentato omicidio e la violenza sessuale. Restano comunque due reati che lo stronzone nei fatti non aveva intenzione di fare.

Pure Gargano vorrebbe avere il fisico di Yaya Toure e fare i lanci alla Xabi Alonso.
Ma meriterebbe lo stesso di fare la tribuna nel Sassuolo.
La legge non ammette ignoranza. (cit.)
Titolo: R: Napoli, la nostra città
Inserito da: papasouth - 17 Ottobre, 2014, 08:51:40 am
io però non vedo perchè se il ragazzino dice che gli ha calato i cazoni e ficcato il coso in culo dovrebbe mentire. Oltretutto mi sembra di capire che sta cosa manco la famiglia del bullo non l'abbia mai negata esplicitamente, quindi non capisco di che stiamo parlando...
Titolo: R: Napoli, la nostra città
Inserito da: enricocaruso - 17 Ottobre, 2014, 11:47:33 am
Invece la negano, e il ragazzino mi pare avesse detto che stava steso a giocare col cellulare e poi ha sentito un grandissimo dolore. Ma sarà anche stato sotto shock e sedato. Aspettiamo l'inchiesta...
Titolo: R: Napoli, la nostra città
Inserito da: Starfred - 17 Ottobre, 2014, 12:13:10 pm
Non è e non sarà mai una scriminante.
È tentato omicidio, con o senza i pantaloni ncuollo.

I giudizi di valore io li lascio a maria de filippi
Titolo: Re:R: Napoli, la nostra città
Inserito da: Gabbie - 17 Ottobre, 2014, 12:38:57 pm
io però non vedo perchè se il ragazzino dice che gli ha calato i cazoni e ficcato il coso in culo dovrebbe mentire. Oltretutto mi sembra di capire che sta cosa manco la famiglia del bullo non l'abbia mai negata esplicitamente, quindi non capisco di che stiamo parlando...

 :boh:

l'ha mamma l'ha pure ribadito l'altra sera davanti alle telecamere. aggiungendo che lui aveva tentato di divincolarsi ma il tizio l'ha tenuto fermo con un ginocchio.
Titolo: Re:R: Napoli, la nostra città
Inserito da: calvin - 17 Ottobre, 2014, 13:17:30 pm
Non è e non sarà mai una scriminante.
È tentato omicidio, con o senza i pantaloni ncuollo.

I giudizi di valore io li lascio a maria de filippi

Alfredo ripeto che qui non si disquisisce se è tentato omicidio (cosa assolutamente patente e che nessuno nega) si disuisisce esclusivamente, se vogliamo metterla sul piano legale, se si può parlare di volonta o di preterintenzionalità e se si può mettere anche l'accusa di violenza sessuale.

Che poi la questione, io credo, non è squisitamente legale quanto (se mi permetti di spararla grossa) di filosofia del diritto e, cioè, quanto conta la volonta e la dinamica nello giudicare un gesto.....ora io non sono un giurista, ma sono un filosofo, e ti assicuro che è questione molto dibattuta, sulla quale (giusto per fare un esempio) ci sono alcune pagine di Abelardo che nel 1100 già si poneva il tema.
Titolo: R: Re:R: Napoli, la nostra città
Inserito da: Starfred - 17 Ottobre, 2014, 13:29:25 pm
Alfredo ripeto che qui non si disquisisce se è tentato omicidio (cosa assolutamente patente e che nessuno nega) si disuisisce esclusivamente, se vogliamo metterla sul piano legale, se si può parlare di volonta o di preterintenzionalità e se si può mettere anche l'accusa di violenza sessuale.

Che poi la questione, io credo, non è squisitamente legale quanto (se mi permetti di spararla grossa) di filosofia del diritto e, cioè, quanto conta la volonta e la dinamica nello giudicare un gesto.....ora io non sono un giurista, ma sono un filosofo, e ti assicuro che è questione molto dibattuta, sulla quale (giusto per fare un esempio) ci sono alcune pagine di Abelardo che nel 1100 già si poneva il tema.
Ma sul piano filosofico possiamo discutere quanto vogliamo, mi pare che però la questione fosse stata messa in punto di diritto (in maniera errata)
Titolo: Re:R: Re:R: Napoli, la nostra città
Inserito da: calvin - 17 Ottobre, 2014, 13:52:47 pm
Ma sul piano filosofico possiamo discutere quanto vogliamo, mi pare che però la questione fosse stata messa in punto di diritto (in maniera errata)

io non lo so, forse ho capito male io, ma la questione mi è sembrata posta in questa maniera: passi ceh questo è un coglione e un guaio lo deve passare bisogna comunque appurare le dinamiche come sono andate perchè a seconda delle dinamiche ci sono responsabilità diverse......ora che si parli di responsabilità giuridiche (tentato omicidio volontario o preterintenzionale, colposo nessuno lo sostiene sia chiaro, anche accusa di stupro o no) o prettamente morali (pazzo omicida o coglione omicida) a me pare che sostenere che esiste una modulabilità dei giudizi sui singoli casi e che li si può esprimere solo dopo aver constatato le fattiscecie fosse l'unico discorso in essere.
Titolo: R: Napoli, la nostra città
Inserito da: enricocaruso - 17 Ottobre, 2014, 14:09:36 pm
Secondo me il tentato omicidio non sussiste perché il tizio non voleva uccidere. Se il ragazzino fosse morto sarebbe stato un preterintenzionale. Così invece il reato è lesioni o qualcosa di analogo. Il tentato omicidio preterintenzionale non esiste, secondo quanto leggo. Il tentato omicidio sussiste se si compiono atti che inequivocabilmente volevano condurre alla morte della vittima. Ma magari non ne sappiamo abbastanza della natura dell'evento
Titolo: R: Re:R: Napoli, la nostra città
Inserito da: papasouth - 17 Ottobre, 2014, 14:25:56 pm
:boh:

l'ha mamma
...ahia...
Titolo: Re:R: Re:R: Napoli, la nostra città
Inserito da: Gabbie - 17 Ottobre, 2014, 16:26:36 pm
...ahia...
:doh:
Titolo: Re:R: Re:R: Napoli, la nostra città
Inserito da: FistingTopo - 17 Ottobre, 2014, 19:28:21 pm
:doh:

Meno male che Micoste sta spalando il fango  :look:
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: Ragionier Cuckoldullo - 17 Ottobre, 2014, 21:54:37 pm
e questo come lo definiamo ? :look:

http://torino.repubblica.it/cronaca/2014/10/17/news/subisce_uno_scherzo_in_palestra_quindicenne_ha_il_retto_perforato-98373342/?rss (http://torino.repubblica.it/cronaca/2014/10/17/news/subisce_uno_scherzo_in_palestra_quindicenne_ha_il_retto_perforato-98373342/?rss)
Titolo: R: Napoli, la nostra città
Inserito da: enricocaruso - 18 Ottobre, 2014, 09:15:05 am
Qui, tentato omicidio.,.
Titolo: R: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: calvin - 18 Ottobre, 2014, 09:50:04 am
e questo come lo definiamo ? :look:

[url]http://torino.repubblica.it/cronaca/2014/10/17/news/subisce_uno_scherzo_in_palestra_quindicenne_ha_il_retto_perforato-98373342/?rss[/url] ([url]http://torino.repubblica.it/cronaca/2014/10/17/news/subisce_uno_scherzo_in_palestra_quindicenne_ha_il_retto_perforato-98373342/?rss[/url])


In questo caso entra un elemento in più da appurare: se ul tipo é juventino allora va sbattuto dentro e va buttata la chiave
Titolo: Re:R: Napoli, la nostra città
Inserito da: Genny Fenny - 18 Ottobre, 2014, 10:20:07 am
Qui, tentato omicidio.,.

 :sbonk:
Titolo: R: Napoli, la nostra città
Inserito da: kurz - 18 Ottobre, 2014, 13:14:13 pm
Io non vedo cosa c'entri questo episodio con Napoli o almeno cosa c'entra nel modo in cui lo ponete voi.
Poi per come la penso io fin quando ci sarà questo disagio sociale,  fin quando la gente continuerà a essere trattata e vivere come gli animali di sti episodi di violenza,  immotivata,  ci saranno sempre,  qui a Trapani,  a Torino etc..
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: DioBrando - 18 Ottobre, 2014, 14:02:06 pm
e questo come lo definiamo ? :look:

[url]http://torino.repubblica.it/cronaca/2014/10/17/news/subisce_uno_scherzo_in_palestra_quindicenne_ha_il_retto_perforato-98373342/?rss[/url] ([url]http://torino.repubblica.it/cronaca/2014/10/17/news/subisce_uno_scherzo_in_palestra_quindicenne_ha_il_retto_perforato-98373342/?rss[/url])


Qui, tentato omicidio.,.


si sta sfiorando il ridicolo per difendere quel delinquente. UN compressore è ben più pericoloso di un bastone messo sotto al culo mentre fai squat... Quelle sono lesioni e ne risponderà perché è un cretino MA SOPRATTUTTO è un minorenne, quell'altro è un criminale di 24 anni e chi non capisce la differenza è solo un imbecille.
Titolo: Re:R: Napoli, la nostra città
Inserito da: Genny Fenny - 18 Ottobre, 2014, 14:33:56 pm
Io non vedo cosa c'entri questo episodio con Napoli o almeno cosa c'entra nel modo in cui lo ponete voi.
Poi per come la penso io fin quando ci sarà questo disagio sociale,  fin quando la gente continuerà a essere trattata e vivere come gli animali di sti episodi di violenza,  immotivata,  ci saranno sempre,  qui a Trapani,  a Torino etc..


Di giochi sadici e sevizie gratuite ne è piena pure la cronaca della società bene, che ha nei propri giovani i più grandi campioni di sadismo e crudeltà.
Io ne ne facess manco una questione di disagio sociale associato al degrado istituzionale napoletano.
Penso che il germe della violenza e della strunzità sta da tutte le parti.
E' successo qua, poteva succedere nel super attico milanese del figlio del dottore ambarabà ciccì coccò.
Penso che la gente avrebbe manifestato la stessa indignazione, non facciamo sempre quelli con i fitti fitti a culo.

Secondo me i tratti marcatamente napoletani stanno solo nella reazione dei famigliari della vittima, perché questo genere di sceneggiata del "bravo guaglione" e la minimizzazione dell'episodio fino alle soglie del ridicolo è proprio un tratto caratteristico della nostra gente.

Piuttosto, rispondendo a Enrico, non capisco come si possa dare al fatto di Torino una connotazione più violenta.
Là erano due ragazzi di quindici anni, uno stava a fare gli squat nell'ora di educazione fisica e l'altro gli ha posizionato una mazza a terra.
E' un gesto di una incoscienza clamorosa, ma non c'è violenza efferata, non c'è sottomissione di gruppo, non c'è protagonista in età di giudizio, non ci sta la gente a pecora bloccata con il ginocchio e via dicendo.
I genitori della vittima non hanno neppure sporto denuncia.
Questo è proprio un caso campione per la crociata garantista che stavi facendo, non di certo quello del gommista.
Titolo: R: Napoli, la nostra città
Inserito da: enricocaruso - 18 Ottobre, 2014, 17:36:37 pm
Boko, effettivamente provocavo, ma le cose che hai descritto non sono affatto provate, nel caso di soccavo. Quando saprò con ragionevole certezza che le cose sono andate come dici tu sarò il primo a chiedere severe condanne. Ma le prime ricostruzioni molte volte sono assolutamente infondate, e chi non si è mai accorto di questo è solo un imbecille (cit.)
Titolo: R: Napoli, la nostra città
Inserito da: Genny Fenny - 18 Ottobre, 2014, 17:46:54 pm
Enrico, ma noi non è che dobbiamo istituire un tribunale popolare.
Si commenta il fatto così come ci viene offerto, con licenza di cambiare idea sulla base di eventuali ricostruzioni.
Noi, partenopei.net, non stiamo mandando a nessuno in galera.
Titolo: R: Napoli, la nostra città
Inserito da: enricocaruso - 18 Ottobre, 2014, 17:48:26 pm
http://m.repubblica.it/mobile/r/sezioni/cronaca/2014/10/10/news/stefania_hanno_rovinato_mio_figlio_adesso_nessuno_osi_dire_che_era_solo_uno_scherzo-97786195/

Perfino questa intervista alla madre della vittima sembra smentire la ricostruzione. Se gli insulti non li ha riferiti il ragazzino chi li avrebbe denunciati, l'aggressore? E la rapida dinamica raccontata dal 14enne come si concilia con i racconti di sevizie, pantaloni abbassati, insulti, crudeltà? Non dico siano impossibili, ma per me tante ricostruzioni incoerenti indicano che nessuno sa un cazzo...
Titolo: Re:R: Napoli, la nostra città
Inserito da: DioBrando - 19 Ottobre, 2014, 03:30:46 am
Boko, effettivamente provocavo, ma le cose che hai descritto non sono affatto provate, nel caso di soccavo. Quando saprò con ragionevole certezza che le cose sono andate come dici tu sarò il primo a chiedere severe condanne. Ma le prime ricostruzioni molte volte sono assolutamente infondate, e chi non si è mai accorto di questo è solo un imbecille (cit.)


Caro mio,mi spiace, ma stai andando davvero oltre i limiti che delimitano la legittima critica dalla disonestà. E se la stupidità alla fine è scusabile, la consapevole difesa del criminale in questione mette pericolosamente chi la sostiene sul piano del primo...

[url]http://m.repubblica.it/mobile/r/sezioni/cronaca/2014/10/10/news/stefania_hanno_rovinato_mio_figlio_adesso_nessuno_osi_dire_che_era_solo_uno_scherzo-97786195/[/url] ([url]http://m.repubblica.it/mobile/r/sezioni/cronaca/2014/10/10/news/stefania_hanno_rovinato_mio_figlio_adesso_nessuno_osi_dire_che_era_solo_uno_scherzo-97786195/[/url])

Perfino questa intervista alla madre della vittima sembra smentire la ricostruzione. Se gli insulti non li ha riferiti il ragazzino chi li avrebbe denunciati, l'aggressore? E la rapida dinamica raccontata dal 14enne come si concilia con i racconti di sevizie, pantaloni abbassati, insulti, crudeltà? Non dico siano impossibili, ma per me tante ricostruzioni incoerenti indicano che nessuno sa un cazzo...


cosa smentirebbe se la madre accusa di tentato omicidio in maniera più che reiterata? E dice anche che il bimbo è stato tenuto fermo durante l'atto criminale?

Titolo: Re:R: Napoli, la nostra città
Inserito da: luka7 - 19 Ottobre, 2014, 05:50:27 am
[url]http://m.repubblica.it/mobile/r/sezioni/cronaca/2014/10/10/news/stefania_hanno_rovinato_mio_figlio_adesso_nessuno_osi_dire_che_era_solo_uno_scherzo-97786195/[/url] ([url]http://m.repubblica.it/mobile/r/sezioni/cronaca/2014/10/10/news/stefania_hanno_rovinato_mio_figlio_adesso_nessuno_osi_dire_che_era_solo_uno_scherzo-97786195/[/url])

Perfino questa intervista alla madre della vittima sembra smentire la ricostruzione. Se gli insulti non li ha riferiti il ragazzino chi li avrebbe denunciati, l'aggressore? E la rapida dinamica raccontata dal 14enne come si concilia con i racconti di sevizie, pantaloni abbassati, insulti, crudeltà? Non dico siano impossibili, ma per me tante ricostruzioni incoerenti indicano che nessuno sa un cazzo...



jamm ma che ci sta da sapere?
gli hanno ficcato un tubo su per il culo.......è terrificante.
Titolo: R: Napoli, la nostra città
Inserito da: enricocaruso - 19 Ottobre, 2014, 07:52:44 am
Senti diobrando, io leggo che il ragazzino non ricorda nulla, che le frasi dell'obesità evidentemente non le ha riferite lui, altri hanno citato numerosi incidenti con sti compressori avvenuti senza penetrazione, che la mamma accusi di tentato omicidio mi spieghi che sfaccimma di appoggio alle tue tesi vuoi che dia??? Vorrei che la smettessi di accusare di stupidità e imbecillità chi non la pensa come te, non è una gara a chi è più arrogante, una conversazione...
Titolo: Re:R: Napoli, la nostra città
Inserito da: DioBrando - 19 Ottobre, 2014, 10:59:13 am
Senti diobrando, io leggo che il ragazzino non ricorda nulla, che le frasi dell'obesità evidentemente non le ha riferite lui, altri hanno citato numerosi incidenti con sti compressori avvenuti senza penetrazione, che la mamma accusi di tentato omicidio mi spieghi che sfaccimma di appoggio alle tue tesi vuoi che dia??? Vorrei che la smettessi di accusare di stupidità e imbecillità chi non la pensa come te, non è una gara a chi è più arrogante, una conversazione...

Tu stai perdendo la ragione, non è questione di arroganza. Quelle che dici sono stronzate belle e buone e qui sopra si è fin troppo diplomatici e corretti nel non dirtelo esplicitamente. I fatti sono: un compressore nel culo. Tutto il tuo discorso e le tue giustificazioni perdono ogni valore di fronte a questo ed all'età di chi ha perpetrato il gesto, che non è assolutamente un minore ma un uomo fatto e finito. Poi se la pensi davvero diversamente (che ci sono le attenuanti, non ci sono le offese o stronzate del genere), io comincerei a preoccuparmi, per l'incolumità della gente attorno a te più che altro...
Titolo: R: Napoli, la nostra città
Inserito da: enricocaruso - 19 Ottobre, 2014, 11:31:58 am
I fatti non sono un compressore nel culo, e penso che tu non sia capace di seguire un ragionamento purchessia, quindi non seguiterò ad argomentare con chi palesemente ha problemi di logica e compensa con aggressività...
Titolo: Re:R: Napoli, la nostra città
Inserito da: luka7 - 19 Ottobre, 2014, 14:14:46 pm
I fatti non sono un compressore nel culo, e penso che tu non sia capace di seguire un ragionamento purchessia, quindi non seguiterò ad argomentare con chi palesemente ha problemi di logica e compensa con aggressività...

perdonami, ma direi che il compressore nel culo è il punto centrale della triste vicenda......come può non essere cosi? cosa c'è da valutare? che l'idiota sia solo stupido e non anche violento (!?!?!) ? è cosi importante nella vicenda? A me per rabbrividire è sufficiente il gesto e le conseguenze....l'intenzioni dell'idiota secondo me sono irrilevanti.
Titolo: R: Napoli, la nostra città
Inserito da: GeppiGeppi - 19 Ottobre, 2014, 14:28:58 pm
Non c'è nessun referto medico che afferma questa cosa. Anch'io credevo che fosse l'unico modo, ma ci sono tanti casi in cui non c'è stato bisogno di infilarlo perché anche un potente getto esterno (vicino ma non per forza dentro) ha causato spesso dei danni. Attorno a questa storia ci sono troppi squali che si stanno approfittando della condizione di estrema ignoranza di vittime e carnefici per preparare la storia giornaliera allo spettatore medio che più gli dai in pasto gli aspetti morbosi delle vicende e più si accanisce.
Bisogna aspettare che la verità venga fuori, perché se è quasi certo il tentato omicidio (o un gradino sotto) la violenza sessuale si basa su ipotesi allargate e deformate dalla stampa. Le persone coinvolte sono in balia degli eventi, il ragazzino non ha parlato e nessun tribunale si è pronunciato. Qui l'aspetto che più si contesta al tribunale del popolo targato Barbara D'Urso è la certezza della violenza sessuale che è il macigno più grosso che pesa su quello stronzo di Vincenzo Iacolare.
Vi assicuro che se vi puntassero un compressore sulla pancia (e parlo di quelli di tipo indistriale che vengono usati nelle officine che hanno un grosso getto e un serbatoio enorme) a tutta potenza andreste sicuramente dritti in ospedale.
Non credo che ci sia bisogno di fare le checche isteriche nei confronti di Enrico Caruso. Non sta dicendo nulla di vergognoso e la sua opinione è rispettabilissima.
Titolo: Re:R: Napoli, la nostra città
Inserito da: DioBrando - 19 Ottobre, 2014, 16:20:29 pm
Non c'è nessun referto medico che afferma questa cosa. Anch'io credevo che fosse l'unico modo, ma ci sono tanti casi in cui non c'è stato bisogno di infilarlo perché anche un potente getto esterno (vicino ma non per forza dentro) ha causato spesso dei danni. Attorno a questa storia ci sono troppi squali che si stanno approfittando della condizione di estrema ignoranza di vittime e carnefici per preparare la storia giornaliera allo spettatore medio che più gli dai in pasto gli aspetti morbosi delle vicende e più si accanisce.
Bisogna aspettare che la verità venga fuori, perché se è quasi certo il tentato omicidio (o un gradino sotto) la violenza sessuale si basa su ipotesi allargate e deformate dalla stampa. Le persone coinvolte sono in balia degli eventi, il ragazzino non ha parlato e nessun tribunale si è pronunciato. Qui l'aspetto che più si contesta al tribunale del popolo targato Barbara D'Urso è la certezza della violenza sessuale che è il macigno più grosso che pesa su quello stronzo di Vincenzo Iacolare.
Vi assicuro che se vi puntassero un compressore sulla pancia (e parlo di quelli di tipo indistriale che vengono usati nelle officine che hanno un grosso getto e un serbatoio enorme) a tutta potenza andreste sicuramente dritti in ospedale.
Non credo che ci sia bisogno di fare le checche isteriche nei confronti di Enrico Caruso. Non sta dicendo nulla di vergognoso e la sua opinione è rispettabilissima.

allora invito te e caruso ad un trattamento con compressore in faccia, così per scherzo, poi però al massimo dovete denunciarmi per lesioni e darmi le attenuanti della goliardata...
Titolo: R: Re:R: Napoli, la nostra città
Inserito da: GeppiGeppi - 19 Ottobre, 2014, 16:27:36 pm
allora invito te e caruso ad un trattamento con compressore in faccia, così per scherzo, poi però al massimo dovete denunciarmi per lesioni e darmi le attenuanti della goliardata...

Tempo fa ti avevo comunicato che non avrei voluto avere più a che fare con te. Ora, visto che non ti posso costringere a ricordarlo o a non quotarmi ti rinnovo l'invito aggiungendo la preghiera ad evitare provocazioni perché io quando scrivo non considero minimamente ciò che scrivi.
Il mio discorso, sia per quanto riguarda quello che ti ho appena detto che quello che riguarda il tema in questione, è molto chiaro.
Quindi, se proprio non ti riesce non quotarmi ti prego almeno di fare delle uscite e provocazioni con me che ti ho gentilmente chiesto di evitarmi.
Titolo: Re:R: Re:R: Napoli, la nostra città
Inserito da: DioBrando - 19 Ottobre, 2014, 18:20:45 pm
Tempo fa ti avevo comunicato che non avrei voluto avere più a che fare con te. Ora, visto che non ti posso costringere a ricordarlo o a non quotarmi ti rinnovo l'invito aggiungendo la preghiera ad evitare provocazioni perché io quando scrivo non considero minimamente ciò che scrivi.
Il mio discorso, sia per quanto riguarda quello che ti ho appena detto che quello che riguarda il tema in questione, è molto chiaro.
Quindi, se proprio non ti riesce non quotarmi ti prego almeno di fare delle uscite e provocazioni con me che ti ho gentilmente chiesto di evitarmi.

c'è la lista ignore, fai un sforzo e hai risolto il problema.
Titolo: Re:R: Re:R: Napoli, la nostra città
Inserito da: GeppiGeppi - 19 Ottobre, 2014, 18:32:55 pm
c'è la lista ignore, fai un sforzo e hai risolto il problema.

Su questo forum non esiste alcuna lista ignorati.
Titolo: Re : Re:R: Re:R: Napoli, la nostra città
Inserito da: paris_san_gennar - 19 Ottobre, 2014, 18:54:16 pm
Su questo forum non esiste alcuna lista ignorati.
C'è la lista ignoranti...

Comunque vado un attimo OT solo per dire che onestamente l'atteggiamento di DioBrando non si può leggere e secondo il mio avviso è intollerabile,  dato che tende a disceditare con toni forti e parole fuori dalle righe chi non la pensa come lui. Fortunatamente Enrico e Geppi sono due signori e non cadono nel suo tranello.

Ora per ritornare in tema,  il tipo di 24 anni è assodato sia un australopiteco e deve pagare.
Però sarebbe interessante, come dicono gli altri,  capire qual è la dinamica dei fatti, in modo tale da avere un miglior giudizio.
Inoltre ricordo che in Italia,malgrado tutto, esista la presunzione d'innocenza.
Titolo: R: Napoli, la nostra città
Inserito da: Starfred - 19 Ottobre, 2014, 18:55:53 pm
Finitela tutti.
Titolo: R: Napoli, la nostra città
Inserito da: enricocaruso - 19 Ottobre, 2014, 19:16:24 pm
Starfred, non si contestano le parole degli amministratori, ma io fin da piccolo ho sempre odiato quando si litigava con mio fratello e arrivavano i miei genitori a rimproverare o punire indistintamente entrambi...
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: luka7 - 19 Ottobre, 2014, 19:47:19 pm
senza entrare nel merito del "problema" diobrando, però a me pare che i fatti siano abbastanza chiari, è una vicenda che va sicuramente approfondita ma ad oggi ci sta un bambino con l'intestino distrutto costretto a portare una sacca con i propri escrementi a vita per colpa di un 24enne padre di un bambino di 2 anni che per gioco(?!?) o altro ha commesso un reato di una gravità assoluta.
Io non riesco a capire che differenza ci sia se si tratti di leggerezza o altro......la legge farà forse il suo corso, ma a me questa vicenda indigna profondamente in entrambi i casi, cioè è gravissimo in ogni caso.
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: GeppiGeppi - 19 Ottobre, 2014, 20:07:00 pm
senza entrare nel merito del "problema" diobrando, però a me pare che i fatti siano abbastanza chiari, è una vicenda che va sicuramente approfondita ma ad oggi ci sta un bambino con l'intestino distrutto costretto a portare una sacca con i propri escrementi a vita per colpa di un 24enne padre di un bambino di 2 anni che per gioco(?!?) o altro ha commesso un reato di una gravità assoluta.
Io non riesco a capire che differenza ci sia se si tratti di leggerezza o altro......la legge farà forse il suo corso, ma a me questa vicenda indigna profondamente in entrambi i casi, cioè è gravissimo in ogni caso.

Ma sul fatto che Vincenzo Iacolare debba pagare per quello che ha fatto non ci sono dubbi. Io metto in discussione il fatto che il clamore mediatico possa scaricare sul cretino una pena esagerata o su fatti che non ha compiuto. La magistratura farà il suo corso (spero bene), ma la sicurezza che si legge nell'opinione pubblica mi lascia perplesso. Si pongono domande, si discute e ci si confronta.
Titolo: R: Napoli, la nostra città
Inserito da: Gabbie - 19 Ottobre, 2014, 20:11:39 pm
L'altra sera a Chi l'ha visto la mamma ha parlato di mutande abbassate e di ginocchio che teneva fermo il ragazzo. Ha detto pure che uno dei due ragazzi ha fatto la mossa di sparargli il compressore in faccia e l'altro gliel'ha tolto di mano e ha proseguito come sopra. Il giornalista poi ha detto che avrebbero pronunciato la frase "Tu già si chiatte, mó ti diamo un'altra gonfiatina".

Onestamente credo che la verità precisa non si saprà mai, altro che processo.

Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: luka7 - 19 Ottobre, 2014, 20:12:57 pm
Ma sul fatto che Vincenzo Iacolare debba pagare per quello che ha fatto non ci sono dubbi. Io metto in discussione il fatto che il clamore mediatico possa scaricare sul cretino una pena esagerata o su fatti che non ha compiuto. La magistratura farà il suo corso (spero bene), ma la sicurezza che si legge nell'opinione pubblica mi lascia perplesso. Si pongono domande, si discute e ci si confronta.

è pacifico, purtroppo a me sta storia fa talmente schifo che non ho tutta questa capacità nel farmi domande, è chiaro che la vicenda va approfondita e il clamore mediatico rischia di alterare una realtà che a me ad oggi sembra abbastanza chiara.
Ripeto che è sacrosanto porsi delle domande....ma ad oggi a sto deficente lo squaglierei nell'acido, ma la mia posizione è sicuramente piu leggera, piu superficiale di quella che deve essere quella della legge.
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: kowalski - 20 Ottobre, 2014, 07:23:46 am
Al netto di tutti i dubbi di Geppi su questa vicenda, che mi trovano solidale, nel dubbio penso che sparare alla nuca di questi tre eroi, ma anche di tutta la gente intervistata in tv sulla vicenda, che li ha difesi, non sarebbe una cattiva idea.
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: IlGeneraleNero - 02 Novembre, 2014, 23:07:32 pm
Immigrato difende turista, circondato
A Napoli intervento dei carabinieri, arrestato uno dei banditi

NAPOLI, 2 NOV - Un immigrato senegalese di 36 anni interviene per difendere una turista francese di 29 anni dai rapinatori ma una folla di persone, forse amici dei due, lo blocca. Arrivano i carabinieri ed arrestano uno dei due banditi.
    E' accaduto a Napoli, al corso Garibaldi. Il rapinatore fermato dai militari del nucleo radiomobile è un giovane di 19 anni, Carmine Roccia, incensurato. L'immigrato è stato circondato da un folto gruppo che lo ha minacciato di morte: poco dopo l'arrivo dei militari.
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: SpamMattia - 23 Giugno, 2015, 10:56:02 am
ragazzi una mia curiosità, chiamiamolo piccolo "sondaggio". cosa ne pensate di de magistris? lo rivotereste? mi è venuto in mente con le parole del pappone di ieri.
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: joint - 23 Giugno, 2015, 10:58:03 am
ragazzi una mia curiosità, chiamiamolo piccolo "sondaggio". cosa ne pensate di de magistris? lo rivotereste? mi è venuto in mente con le parole del pappone di ieri.
dipende dai concorrenti
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: joint - 23 Giugno, 2015, 11:05:57 am
ovviamente io non voto, la mia è una semplice considerazione
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: TOTORE-RASTAMAN - 23 Giugno, 2015, 13:27:38 pm
ragazzi una mia curiosità, chiamiamolo piccolo "sondaggio". cosa ne pensate di de magistris? lo rivotereste? mi è venuto in mente con le parole del pappone di ieri.
l'unica persona seria e capace che si sia mai seduta su quella poltrona.
Lo fotte l'aver fatto tante cose importanti senza nessuna visibilità immediata che anzi gli hanno portato tanti nemici, tipo spezzare le cosce alle cooperative di amici del pd che avevano gli appalti per ogni cuollo di cazzo.
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: Guallera V.2 - 23 Giugno, 2015, 13:34:05 pm
l'unica persona seria e capace che si sia mai seduta su quella poltrona.
Lo fotte l'aver fatto tante cose importanti senza nessuna visibilità immediata che anzi gli hanno portato tanti nemici, tipo spezzare le cosce alle cooperative di amici del pd che avevano gli appalti per ogni cuollo di cazzo.
Bravissimo. Io già avevo intenzione di rivotarlo, perchè a prescindere per me PD e Berlusconiani devono scomparire dalla faccia della terra, poi ho avuto la fortuna di conoscerlo di persona e la mia convinzione è aumentata.
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: TOTORE-RASTAMAN - 23 Giugno, 2015, 13:36:49 pm
Bravissimo. Io già avevo intenzione di rivotarlo, perchè a prescindere per me PD e Berlusconiani devono scomparire dalla faccia della terra, poi ho avuto la fortuna di conoscerlo di persona e la mia convinzione è aumentata.
Io lo conobbi una sera all'inizio della campagna elettorale, al trentennale di ricomincio da tre e mi ci feci una lunga chiacchierata  fuori al cinema su Massimo Troisi e altri argomenti e, da allora, sono un suo convinto supporter e penso di fargli campagna elettorale alle prossime elezioni.
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: Massimo Mauro - 23 Giugno, 2015, 14:01:26 pm
Quoto Giovannone e Totore.
Titolo: Napoli, la nostra città
Inserito da: tonysea7 - 23 Giugno, 2015, 15:29:05 pm
:sisi: la gente lo schifa per partito preso. Mai capito perchè.
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: Capetiellejon - 23 Giugno, 2015, 15:48:50 pm
Sempre apprezzato, come uomo e come politico. Mi fa piacere che molti di voi, che a suo tempo mi pariavano nguollo per questo, si siano ricreduti.
Peccato che non c'è più chella latrina di alemao. Mi farebbe piacere sentire il suo parere sull'operato del Giggino Nazionale.
Titolo: Napoli, la nostra città
Inserito da: Genny Fenny - 23 Giugno, 2015, 16:40:06 pm
Mo Giggi suker non ha più scuse


http://www.napolitoday.it/cronaca/peppe-fetish-offerta-lavoro.html

Qua ci vuole la rivoluzione :sbav:
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: Massimo Mauro - 23 Giugno, 2015, 17:04:56 pm
Mo Giggi suker non ha più scuse


[url]http://www.napolitoday.it/cronaca/peppe-fetish-offerta-lavoro.html[/url] ([url]http://www.napolitoday.it/cronaca/peppe-fetish-offerta-lavoro.html[/url])

Qua ci vuole la rivoluzione :sbav:
:rofl: :rofl: :rofl:. Una volta una mia amica si fece leccare i piedi dal leggendario Peppefetish e così potemmo apparare  :look:
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: SpamMattia - 23 Giugno, 2015, 17:08:16 pm
:rofl: :rofl: :rofl:. Una volta una mia amica si fece leccare i piedi dal leggendario Peppefetish e così potemmo apparare  :look:
:rotfl:
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: IlGeneraleNero - 23 Giugno, 2015, 21:23:48 pm
Secondo me De Magistris sta facendo bene, anzi è stato uno dei migliori sindaci che io ricordi ... poi se deve risolvere l'irrisolvibile è un altro paio di maniche
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: calvin - 23 Giugno, 2015, 21:43:03 pm


Secondo me De Magistris sta facendo bene

Ora io non é che Giggi lo schifi per questo, ma sarebbe condizione sufficiente per interrogarmi profondamente su di lui :sisi:

Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: IlGeneraleNero - 23 Giugno, 2015, 21:54:22 pm
:sisi: la gente lo schifa per partito preso. Mai capito perchè.

è la politica che lo impone, ma motivi veri non ce ne sono ...

già per il solo fatto di aver reso vivibile e godibile il lungomare meriterebbe di essere rieletto
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: kowalski - 23 Giugno, 2015, 22:13:12 pm
ragazzi una mia curiosità, chiamiamolo piccolo "sondaggio". cosa ne pensate di de magistris? lo rivotereste? mi è venuto in mente con le parole del pappone di ieri.
Mah, io lo trovo un personaggio abbastanza insignificante, sindaco senza infamia e senza lode. Però va riconosciuto che, se la città non è migliorata sotto la sua amministrazione, non è neppure peggiorata. Diciamo che lo trovo un sindaco abbastanza nella scia della Iervolino, ma con meno lestofanti che agiscono indisturbati. Un po' rubano anche i demagistrisiani, ma sicuramente meno di quelli di prima.
Comunque non è più lo sbruffone dei proclami della campagna elettorale, quando diceva, tra le altre ggigginate, che in pochi mesi avrebbe portato la raccolta differenziata al 70% (è attorno al 20-25% dopo quattro anni, praticamente le stesse percentuali della Iervolino, tra le più basse in Italia). Pare diventato un personaggio più serio e concreto. Rimane il difetto grave dell'assenza di qualsiasi progetto, idea di città, visione strategica. Un personaggio francamente irrilevante che non lascerà il benché minimo segno nella storia della città.
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: Moebius - 23 Giugno, 2015, 22:16:53 pm
avrebbe portato la raccolta differenziata al 70%
un po' alla benitez
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: IlGeneraleNero - 23 Giugno, 2015, 22:21:45 pm
Mah, io lo trovo un personaggio abbastanza insignificante, sindaco senza infamia e senza lode. Però va riconosciuto che, se la città non è migliorata sotto la sua amministrazione, non è neppure peggiorata. Diciamo che lo trovo un sindaco abbastanza nella scia della Iervolino, ma con meno lestofanti che agiscono indisturbati. Un po' rubano anche i demagistrisiani, ma sicuramente meno di quelli di prima.
Comunque non è più lo sbruffone dei proclami della campagna elettorale, quando diceva, tra le altre ggigginate, che in pochi mesi avrebbe portato la raccolta differenziata al 70% (è attorno al 20-25% dopo quattro anni, praticamente le stesse percentuali della Iervolino, tra le più basse in Italia). Pare diventato un personaggio più serio e concreto. Rimane il difetto grave dell'assenza di qualsiasi progetto, idea di città, visione strategica. Un personaggio francamente irrilevante che non lascerà il benché minimo segno nella storia della città.

per fare la raccolta differenziata serve l'aiuti dei cittadini, ed i napoletani da questa recchia non ci sentono troppo bene ... quale sarebbe la colpa di De Magistriis?
Titolo: R: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: Rage - 23 Giugno, 2015, 22:27:39 pm
Mah, io lo trovo un personaggio abbastanza insignificante, sindaco senza infamia e senza lode. Però va riconosciuto che, se la città non è migliorata sotto la sua amministrazione, non è neppure peggiorata. Diciamo che lo trovo un sindaco abbastanza nella scia della Iervolino, ma con meno lestofanti che agiscono indisturbati. Un po' rubano anche i demagistrisiani, ma sicuramente meno di quelli di prima.
Comunque non è più lo sbruffone dei proclami della campagna elettorale, quando diceva, tra le altre ggigginate, che in pochi mesi avrebbe portato la raccolta differenziata al 70% (è attorno al 20-25% dopo quattro anni, praticamente le stesse percentuali della Iervolino, tra le più basse in Italia). Pare diventato un personaggio più serio e concreto. Rimane il difetto grave dell'assenza di qualsiasi progetto, idea di città, visione strategica. Un personaggio francamente irrilevante che non lascerà il benché minimo segno nella storia della città.

Ma se si è preso quintali di merda addosso per il lungomare? È insignificante anche questo? Vi meritate veramente Hitler.

Inviato dal mio GT-I9192 con Tapatalk 2

Titolo: Re:R: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: IlGeneraleNero - 23 Giugno, 2015, 22:35:40 pm
Ma se si è preso quintali di merda addosso per il lungomare?

è stata la cosa che mi ha fatto maggiormente incazzare, ma come si fa a non apprezzare il fatto di poter fare una passeggiata tranquilli per via Caracciolo ... ma veramente la gente non si merita niente
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: kowalski - 24 Giugno, 2015, 00:00:06 am
per fare la raccolta differenziata serve l'aiuti dei cittadini, ed i napoletani da questa recchia non ci sentono troppo bene ... quale sarebbe la colpa di De Magistriis?

E vabbè ma allora siamo sempre lì... quali sarebbero i miracoli di cui si è sempre detto capace, se poi alla fine la verità è che chi cambia o meno le cose sono i cittadini? E se la sua promessa di portare la differenziata a livelli sbalorditivi in realtà voleva dire che avrebbe cambiato i cittadini, perché non lo ha fatto?
Titolo: Re:R: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: kowalski - 24 Giugno, 2015, 00:17:07 am
Ma se si è preso quintali di merda addosso per il lungomare? È insignificante anche questo? Vi meritate veramente Hitler.

Inviato dal mio GT-I9192 con Tapatalk 2
Non sapevo nulla dei quintali di merda che si è preso addosso... di cosa si tratta?

La pedonalizzazione di una parte del lungomare non è malvagia, la strada era diventata veramente troppo trafficata, ma di qui a dire che sia una rivoluzione salvifica per Napoli... non è che tutti i napoletani possano passare le loro giornate sul lungomare.
Titolo: Re:R: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: TOTORE-RASTAMAN - 24 Giugno, 2015, 01:22:17 am
Non sapevo nulla dei quintali di merda che si è preso addosso... di cosa si tratta?

La pedonalizzazione di una parte del lungomare non è malvagia, la strada era diventata veramente troppo trafficata, ma di qui a dire che sia una rivoluzione salvifica per Napoli... non è che tutti i napoletani possano passare le loro giornate sul lungomare.
Forse hai dimenticato (o magari veramente non lo sai) le serrate dei negozianti contro la ztl con i camorristi che imponevano a tutti i abbassare le saracinesche oppure non hai fatto caso ai tassisti che occupavano piazza plebiscito.
Sicuramente non hai fatto caso al fatto che la città è sempre piena di turisti e che, almeno in centro, la tanto ridicolizzata (e un po anche ridicola in se) pista ciclabile la usa un sacco di gente.
Un'altra cosa che non rientra nelle statistiche è chi, come me, fa la differenziata anche se nella zona dove abita non è ancora prevista e ti assicuro che, quando scendo la mattina, di persone della mia zona che hanno la busta del vetro, la busta della plastica e i cartoni sotto al braccio ne siamo in tanti a farci lo scarpinetto fino ai cassonetti differenziati.
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: Capetiellejon - 24 Giugno, 2015, 03:08:02 am
Un personaggio francamente irrilevante che non lascerà il benché minimo segno nella storia della città.
Dalla Pagina Facebook di Luigi De Magistriis:

Rivoluzioneremo l'illuminazione pubblica in città risparmiando 24 milioni di euro solo nei prossimi 3 anni. Gli attuali impianti saranno infatti sostituiti da lampade al led. Abbiamo approvato ieri il progetto in Giunta comunale. Da un lato l'affidamento per la gestione del servizio di illuminazione pubblica di Napoli, dall'altro un finanziamento per l'ammodernamento tramite trasformazione a led del parco lampade di proprietà comunale. In 3 anni si arriverà ad ottenere un risparmio del 50% (8 milioni di euro all'anno) di consumo di energia dimezzando l'attuale consumo di 52 milioni di Kw/anno, con un conseguente e consistente risparmio in bolletta per il Comune. Anche sul fronte dell'ambiente e dell'inquinamento dell'aria il piano permetterà di ottenere un risparmio di 12mila tonnellate di Co2 e la fornitura di energia elettrica dovrà derivare da fonti rinnovabili. L'appalto, della durata di 12 anni, includerà anche la manutenzione degli orologi storici e l'automazione dei sistemi di controllo della ventilazione delle gallerie stradali.

Questa è mentalità Europea.
Ma come al solito ci soffermeremo sul fosso o sulle strisce pedonali sbiadite.
Titolo: Napoli, la nostra città
Inserito da: F&M - 24 Giugno, 2015, 06:15:12 am
E vabbè ma allora siamo sempre lì... quali sarebbero i miracoli di cui si è sempre detto capace, se poi alla fine la verità è che chi cambia o meno le cose sono i cittadini? E se la sua promessa di portare la differenziata a livelli sbalorditivi in realtà voleva dire che avrebbe cambiato i cittadini, perché non lo ha fatto?

Per fare quello che dici tu non lo devi eleggere sindaco.
Lo devi eleggere sceriffo o  messia :look: , non conosco altre figure sociali che smuovono le coscenze delle masse come pretendi che faccia demagistris.
Titolo: Re:R: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: kowalski - 24 Giugno, 2015, 08:37:25 am
Forse hai dimenticato (o magari veramente non lo sai) le serrate dei negozianti contro la ztl con i camorristi che imponevano a tutti i abbassare le saracinesche oppure non hai fatto caso ai tassisti che occupavano piazza plebiscito.
Sicuramente non hai fatto caso al fatto che la città è sempre piena di turisti e che, almeno in centro, la tanto ridicolizzata (e un po anche ridicola in se) pista ciclabile la usa un sacco di gente.
Un'altra cosa che non rientra nelle statistiche è chi, come me, fa la differenziata anche se nella zona dove abita non è ancora prevista e ti assicuro che, quando scendo la mattina, di persone della mia zona che hanno la busta del vetro, la busta della plastica e i cartoni sotto al braccio ne siamo in tanti a farci lo scarpinetto fino ai cassonetti differenziati.
Mah, credo che sia tu ad essere poco informato, perché le proteste dei commercianti sono state civili, ed erano motivate da aspetti ben precisi della pedonalizzazione di cui chiedevano modifiche, che comunque ci sono alla fine state, anche per forza di cose per via del crollo del palazzo sulla Riviera di Chiaia.
Turisti in città è giusto che ce ne siano, si tratta di una delle città più famose al mondo ed è sempre stata in crescita come flussi turistici. Veniva gente persino durante l'emergenza rifiuti, che comunque è un merito di De Magistris essere riuscito a tenere sempre sotto controllo negli ultimi 3 anni, sia pure con metodi scandalosi, figuriamoci ora.
I lavori della pista ciclabile sono roba della Iervolino, a De Magistris giusto il merito di aver dipinto la striscia arancione.
La differenziata se è per questo io la faccio da sempre, non è che ora dobbiamo farcene un vanto. Sta di fatto che durante la campagna elettorale vennero promessi risultati sbalorditivi su questo fronte che non ci sono stati nemmeno in minima parte, a fronte di spese altissime per il porta a porta, che pure è stato in buona parte un flop, e per gli invii dei rifiuti all'estero e nelle altre regioni, che hanno comportato spese enormi e che comportano che abbiamo le tasse più alte d'Italia. Praticamente l'unica cosa che salva De Magistris è ill termovalorizzatore di Acerra che comunque ha sempre ideologicamente avversato.


Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: kowalski - 24 Giugno, 2015, 08:40:13 am
Dalla Pagina Facebook di Luigi De Magistriis:

Rivoluzioneremo l'illuminazione pubblica in città risparmiando 24 milioni di euro solo nei prossimi 3 anni. Gli attuali impianti saranno infatti sostituiti da lampade al led. Abbiamo approvato ieri il progetto in Giunta comunale. Da un lato l'affidamento per la gestione del servizio di illuminazione pubblica di Napoli, dall'altro un finanziamento per l'ammodernamento tramite trasformazione a led del parco lampade di proprietà comunale. In 3 anni si arriverà ad ottenere un risparmio del 50% (8 milioni di euro all'anno) di consumo di energia dimezzando l'attuale consumo di 52 milioni di Kw/anno, con un conseguente e consistente risparmio in bolletta per il Comune. Anche sul fronte dell'ambiente e dell'inquinamento dell'aria il piano permetterà di ottenere un risparmio di 12mila tonnellate di Co2 e la fornitura di energia elettrica dovrà derivare da fonti rinnovabili. L'appalto, della durata di 12 anni, includerà anche la manutenzione degli orologi storici e l'automazione dei sistemi di controllo della ventilazione delle gallerie stradali.

Questa è mentalità Europea.
Ma come al solito ci soffermeremo sul fosso o sulle strisce pedonali sbiadite.
Intanto per 4 anni tutto quello che abbiamo avuto sono stati distacchi dell'illuminazione che hanno lasciato al buio intere zone della città per settimane. Ovviamente si decide di fare qualcosa a fine mandato...
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: kowalski - 24 Giugno, 2015, 08:42:15 am
Per fare quello che dici tu non lo devi eleggere sindaco.
Lo devi eleggere sceriffo o  messia :look: , non conosco altre figure sociali che smuovono le coscenze delle masse come pretendi che faccia demagistris.
Forse sarebbe allora stato più utile che invece di fare false promesse, dicesse fin dall'inizio "dipende soprattutto da voi". Altri prima di lui lo hanno fatto, avrebbe fatto una figura migliore e favorito una crescita della coscienza civile della città che in altri periodi c'è stata.
Titolo: Re:R: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: TOTORE-RASTAMAN - 24 Giugno, 2015, 08:50:31 am
Mah, credo che sia tu ad essere poco informato, perché le proteste dei commercianti sono state civili, ed erano motivate da aspetti ben precisi della pedonalizzazione di cui chiedevano modifiche, che comunque ci sono alla fine state, anche per forza di cose per via del crollo del palazzo sulla Riviera di Chiaia.
Turisti in città è giusto che ce ne siano, si tratta di una delle città più famose al mondo ed è sempre stata in crescita come flussi turistici. Veniva gente persino durante l'emergenza rifiuti, che comunque è un merito di De Magistris essere riuscito a tenere sempre sotto controllo negli ultimi 3 anni, sia pure con metodi scandalosi, figuriamoci ora.
I lavori della pista ciclabile sono roba della Iervolino, a De Magistris giusto il merito di aver dipinto la striscia arancione.
La differenziata se è per questo io la faccio da sempre, non è che ora dobbiamo farcene un vanto. Sta di fatto che durante la campagna elettorale vennero promessi risultati sbalorditivi su questo fronte che non ci sono stati nemmeno in minima parte, a fronte di spese altissime per il porta a porta, che pure è stato in buona parte un flop, e per gli invii dei rifiuti all'estero e nelle altre regioni, che hanno comportato spese enormi e che comportano che abbiamo le tasse più alte d'Italia. Praticamente l'unica cosa che salva De Magistris è ill termovalorizzatore di Acerra che comunque ha sempre ideologicamente avversato.
Ma infatti i commercianti erano civilissimamente cacati sotto perché gli stessi a cui pagano il pizzo gli avevano, gentilmente, ordinato di abbassare la serranda.
Cmq non dico che non abbia fatto promesse da marinaio in campagna elettorale ma credo che sia uno dei pochissimi che ciò che aveva promesso lo voleva fare sul serio ma è innegabile che si sia trovato il sistema (camorra, pd locale e nazionale, berlusconiani e fasci) contro fin dall'inizio quando hanno capito che non gli avrebbe fatto mangiare niente, se non quello che riescono a mangiare grazie a quello che viene imposto dall'alto (tipo l'impregilo con quello scempio di bruciamunnezza di acerra).
Titolo: Re:R: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: kowalski - 24 Giugno, 2015, 09:01:18 am
Ma infatti i commercianti erano civilissimamente cacati sotto perché gli stessi a cui pagano il pizzo gli avevano, gentilmente, ordinato di abbassare la serranda.
Cmq non dico che non abbia fatto promesse da marinaio in campagna elettorale ma credo che sia uno dei pochissimi che ciò che aveva promesso lo voleva fare sul serio ma è innegabile che si sia trovato il sistema (camorra, pd locale e nazionale, berlusconiani e fasci) contro fin dall'inizio quando hanno capito che non gli avrebbe fatto mangiare niente, se non quello che riescono a mangiare grazie a quello che viene imposto dall'alto (tipo l'impregilo con quello scempio di bruciamunnezza di acerra).
Ma guarda che molti commercianti erano, e sono ancora, convinti di quella protesta perché oggettivamente le attività in certe zone sono andate in crisi, visto che il lungomare è quasi irraggiungibile nei giorni feriali.
Mi pare una buona scusa quella di dire che "le misteriose forze oscure" ti hanno contrastato... in realtà De magistris è arrivato dove sta proprio perché a Napoli non esiste ormai più nulla di strutturato... il PD oggi sono quatto sciemi, la destra si è quasi disintegrata, Cosentino sta in galera e anche la camorra è ridotta a poca cosa... quatto guagliuncielli pieni di droga che fanno solo figure e mmerda.

Titolo: Re:R: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: TOTORE-RASTAMAN - 24 Giugno, 2015, 09:43:29 am
Ma guarda che molti commercianti erano, e sono ancora, convinti di quella protesta perché oggettivamente le attività in certe zone sono andate in crisi, visto che il lungomare è quasi irraggiungibile nei giorni feriali.
Mi pare una buona scusa quella di dire che "le misteriose forze oscure" ti hanno contrastato... in realtà De magistris è arrivato dove sta proprio perché a Napoli non esiste ormai più nulla di strutturato... il PD oggi sono quatto sciemi, la destra si è quasi disintegrata, Cosentino sta in galera e anche la camorra è ridotta a poca cosa... quatto guagliuncielli pieni di droga che fanno solo figure e mmerda.
Mah, io penso che non vendono niente perché la gente non tiene soldi, non certo perché non può parcheggiare la macchina davanti al negozio.
Le forze io le vedo palesi e chiare ma capisco che la pensiamo in modo diverso e rispetto il tuo punto di vista nella consapevolezza che è inutile discutere quando si parte da punti di vista diametralmente opposti.
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: IlGeneraleNero - 24 Giugno, 2015, 10:54:38 am
E vabbè ma allora siamo sempre lì... quali sarebbero i miracoli di cui si è sempre detto capace, se poi alla fine la verità è che chi cambia o meno le cose sono i cittadini? E se la sua promessa di portare la differenziata a livelli sbalorditivi in realtà voleva dire che avrebbe cambiato i cittadini, perché non lo ha fatto?

ma De Magistriis è un sindaco non un dittatore ... il suo compito è quello di creare i presupposti e le strutture per attuare qualcosa, poi sta al singolo cittadino adeguarsi e seguire le regole ... altro non si può fare

PS e aggiungerei sindaco in una città come Napoli
Titolo: Re:R: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: Capetiellejon - 24 Giugno, 2015, 14:04:15 pm
Ma guarda che molti commercianti erano, e sono ancora, convinti di quella protesta perché oggettivamente le attività in certe zone sono andate in crisi, visto che il lungomare è quasi irraggiungibile nei giorni feriali.
Mi pare una buona scusa quella di dire che "le misteriose forze oscure" ti hanno contrastato... in realtà De magistris è arrivato dove sta proprio perché a Napoli non esiste ormai più nulla di strutturato... il PD oggi sono quatto sciemi, la destra si è quasi disintegrata, Cosentino sta in galera e anche la camorra è ridotta a poca cosa... quatto guagliuncielli pieni di droga che fanno solo figure e mmerda.
I commercianti non devono cacare il cazzo e trovare un capro espiatorio per ogni cuollo di cazzo.
Il commercio a Napoli è morto, è morto da cinque/sei anni. La colpa è dei supermercati in provincia che hanno risucchiato (come in ogni città italiana che non campa di turismo) tutto il flusso, ma sopratutto dei commercianti stessi.
Pensate al Campania, al Vulcano Buono, All'Ipercoop di Afragola, alla Reggia Outlet. Tutti posti che hanno vantaggi non indifferenti rispetto alla città. Orario continuato fino alle 22, lavoro 7 su 7, ampi parcheggi, convenienza (nel caso dell'Outlet), eventi, manifestazioni.
In città il commercio è rimasto fermo agli anni novanta. Ditemi che spaccimma mi significa l'orario di spacco, con i dipendenti che per due o tre ore se ne devono stare in giro per poi tornare a faticare. Col risultato che dopo metà settimana stanno già tutti esauriti perché tutta la vita poi si rivolge al lavoro. La chiusura alle 20, che per accattarsi qualche cosa un cristo deve fare le corse. La domenica chiusi, quando poi i centri commerciali registrano i fatturati più alti della settimana proprio la Domenica.

Mo' vuoi vedere che l'area pedonale è un problema? Ma che paradosso è? Ma ci rendiamo conto che la gente va al Campania proprio perché non deve perdere la capa con la macchina, il parcheggio, il grattino, i vigili, i divieti. E preferisce jittare 10 euro di benzina più 3 euro di casello a/r piuttosto che chiavarsi nel traffico?

La crisi dei commercianti è nei commercianti stessi, che vorrebbero il cocco ammunnato e buono, restando ancorati a metodi di lavoro obsoleti e che s'allamentano pure dei turisti, gli unici ormai che comprano a Via Dei Mille, Via Filangieri, Piazza Dei Martiri, Calabritto. E pure questo potrebbe finire, dato che oramai le agenzie di viaggio creano pacchetti comprensivi di autobus che ti porta ai centri commerciali più importanti.

Quindi nun dicimmo strunzate, come quando in città si leggevano cartelloni del tipo "SVENDITA TOTALE - CHIUSURA CAUSA ZTL" quando po' chi è dell'ambiente sa che quelli erano negozi che stavano con le pezze al culo da anni e anni, e vulevano solo 'na scusa per nascondere i propri fallimenti.
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: kowalski - 24 Giugno, 2015, 14:42:41 pm
ma De Magistriis è un sindaco non un dittatore ... il suo compito è quello di creare i presupposti e le strutture per attuare qualcosa, poi sta al singolo cittadino adeguarsi e seguire le regole ... altro non si può fare

PS e aggiungerei sindaco in una città come Napoli
Bene, e allora crei tali presupposti e strutture.
In ogni caso il Comune dispone di vigili urbani che, volendo, possono anche comminare multe, contravvenzioni a chi sporca o non rispetta le norme del traffico... il senso civico, in casi estremi, lo si inculca anche per via repressiva.
Titolo: Re:R: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: kowalski - 24 Giugno, 2015, 14:49:46 pm
I commercianti non devono cacare il cazzo e trovare un capro espiatorio per ogni cuollo di cazzo.
Il commercio a Napoli è morto, è morto da cinque/sei anni. La colpa è dei supermercati in provincia che hanno risucchiato (come in ogni città italiana che non campa di turismo) tutto il flusso, ma sopratutto dei commercianti stessi.
Pensate al Campania, al Vulcano Buono, All'Ipercoop di Afragola, alla Reggia Outlet. Tutti posti che hanno vantaggi non indifferenti rispetto alla città. Orario continuato fino alle 22, lavoro 7 su 7, ampi parcheggi, convenienza (nel caso dell'Outlet), eventi, manifestazioni.
In città il commercio è rimasto fermo agli anni novanta. Ditemi che spaccimma mi significa l'orario di spacco, con i dipendenti che per due o tre ore se ne devono stare in giro per poi tornare a faticare. Col risultato che dopo metà settimana stanno già tutti esauriti perché tutta la vita poi si rivolge al lavoro. La chiusura alle 20, che per accattarsi qualche cosa un cristo deve fare le corse. La domenica chiusi, quando poi i centri commerciali registrano i fatturati più alti della settimana proprio la Domenica.

Mo' vuoi vedere che l'area pedonale è un problema? Ma che paradosso è? Ma ci rendiamo conto che la gente va al Campania proprio perché non deve perdere la capa con la macchina, il parcheggio, il grattino, i vigili, i divieti. E preferisce jittare 10 euro di benzina più 3 euro di casello a/r piuttosto che chiavarsi nel traffico?

La crisi dei commercianti è nei commercianti stessi, che vorrebbero il cocco ammunnato e buono, restando ancorati a metodi di lavoro obsoleti e che s'allamentano pure dei turisti, gli unici ormai che comprano a Via Dei Mille, Via Filangieri, Piazza Dei Martiri, Calabritto. E pure questo potrebbe finire, dato che oramai le agenzie di viaggio creano pacchetti comprensivi di autobus che ti porta ai centri commerciali più importanti.

Quindi nun dicimmo strunzate, come quando in città si leggevano cartelloni del tipo "SVENDITA TOTALE - CHIUSURA CAUSA ZTL" quando po' chi è dell'ambiente sa che quelli erano negozi che stavano con le pezze al culo da anni e anni, e vulevano solo 'na scusa per nascondere i propri fallimenti.
Sta di fatto che una città è una realtà complessa e all'interno di essa coesistono mondi diversi dei quali bisogna saper capire le istanze e riconoscere le aspirazioni, bisogna avere la capacità di confrontarsi e andare allo scontro solo quando è necessario. Non mi convince l'idea che chi non è d'accordo con De Magistris sia per forza di cose camorra, qualcuno che non capisce niente, e così via.
Personalmente non ho apprezzato questi 4 anni di amministrazione e spero che alle prossime elezioni si presenti qualcuno con un progetto veramente all'altezza di un cambiamento che negli ultimi anni è stato molto proclamato ma poco dimostrato.
Titolo: Re:R: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: IlGeneraleNero - 24 Giugno, 2015, 19:51:07 pm
I commercianti non devono cacare il cazzo e trovare un capro espiatorio per ogni cuollo di cazzo.
Il commercio a Napoli è morto, è morto da cinque/sei anni. La colpa è dei supermercati in provincia che hanno risucchiato (come in ogni città italiana che non campa di turismo) tutto il flusso, ma sopratutto dei commercianti stessi.
Pensate al Campania, al Vulcano Buono, All'Ipercoop di Afragola, alla Reggia Outlet. Tutti posti che hanno vantaggi non indifferenti rispetto alla città. Orario continuato fino alle 22, lavoro 7 su 7, ampi parcheggi, convenienza (nel caso dell'Outlet), eventi, manifestazioni.
In città il commercio è rimasto fermo agli anni novanta. Ditemi che spaccimma mi significa l'orario di spacco, con i dipendenti che per due o tre ore se ne devono stare in giro per poi tornare a faticare. Col risultato che dopo metà settimana stanno già tutti esauriti perché tutta la vita poi si rivolge al lavoro. La chiusura alle 20, che per accattarsi qualche cosa un cristo deve fare le corse. La domenica chiusi, quando poi i centri commerciali registrano i fatturati più alti della settimana proprio la Domenica.

Mo' vuoi vedere che l'area pedonale è un problema? Ma che paradosso è? Ma ci rendiamo conto che la gente va al Campania proprio perché non deve perdere la capa con la macchina, il parcheggio, il grattino, i vigili, i divieti. E preferisce jittare 10 euro di benzina più 3 euro di casello a/r piuttosto che chiavarsi nel traffico?

La crisi dei commercianti è nei commercianti stessi, che vorrebbero il cocco ammunnato e buono, restando ancorati a metodi di lavoro obsoleti e che s'allamentano pure dei turisti, gli unici ormai che comprano a Via Dei Mille, Via Filangieri, Piazza Dei Martiri, Calabritto. E pure questo potrebbe finire, dato che oramai le agenzie di viaggio creano pacchetti comprensivi di autobus che ti porta ai centri commerciali più importanti.

Quindi nun dicimmo strunzate, come quando in città si leggevano cartelloni del tipo "SVENDITA TOTALE - CHIUSURA CAUSA ZTL" quando po' chi è dell'ambiente sa che quelli erano negozi che stavano con le pezze al culo da anni e anni, e vulevano solo 'na scusa per nascondere i propri fallimenti.

ragionamento che non fa una piega



Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: IlGeneraleNero - 24 Giugno, 2015, 19:54:23 pm
Bene, e allora crei tali presupposti e strutture.
In ogni caso il Comune dispone di vigili urbani che, volendo, possono anche comminare multe, contravvenzioni a chi sporca o non rispetta le norme del traffico... il senso civico, in casi estremi, lo si inculca anche per via repressiva.

e le strutture cerchi di farle, ma se come metti mano a qualche cambiamento trovi una folla di capre che protesta e ti mette i bastoni tra le ruote poi ti devi fermare per forza ...

purtroppo è la politica italiana che è così, una parte decide di fare qualcosa e l'altra deve opporsi, di qualsiasi cosa si tratti ... alla fine si finisce col non fare nulla

ci sarebbero anchele tasse oppressive che contribuiscono a far fallire molti esercizi commerciali, ma su questo si aprirebbe un dibattito con TOTORE in testa  :asd:
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: TOTORE-RASTAMAN - 24 Giugno, 2015, 20:05:22 pm
ci sarebbero anchele tasse oppressive che contribuiscono a far fallire molti esercizi commerciali, ma su questo si aprirebbe un dibattito con TOTORE in testa  :asd:
parafrasando Totò, ci sarebbero o ci sono? :asd:
Titolo: Re:R: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: Capetiellejon - 24 Giugno, 2015, 20:25:09 pm
Sta di fatto che una città è una realtà complessa e all'interno di essa coesistono mondi diversi dei quali bisogna saper capire le istanze e riconoscere le aspirazioni, bisogna avere la capacità di confrontarsi e andare allo scontro solo quando è necessario. Non mi convince l'idea che chi non è d'accordo con De Magistris sia per forza di cose camorra, qualcuno che non capisce niente, e così via.
Personalmente non ho apprezzato questi 4 anni di amministrazione e spero che alle prossime elezioni si presenti qualcuno con un progetto veramente all'altezza di un cambiamento che negli ultimi anni è stato molto proclamato ma poco dimostrato.

Allora, io sto parlando di numeri e fatti però. Se dobbiamo parlare di gusto personale allora si, pure io trasformerei l'albergo dei poveri in un centro polifunzionale o in un museo piuttosto che tenerlo così in disuso. Pure io investirei miliardi di euro per pubblicizzare le bellezze che abbiamo, pure io farei tutt'altro. Ma qua non stiamo giocando a travian. Questa è la realtà, e noi viviamo nella città con la più alta concentrazione di gente di spaccimma che c'è in Italia.

Con De Magistris abbiamo ottenuto un incremento della differenziata, una parte di lungomare che è divenuta zone pedonale tra le più belle in Europa, monumenti ritrutturati come la statua di Dante nell'omonima piazza, le colonne di Piazza Plebiscito, la fontana di Trieste e Trento e così via. Poi manifestazioni a morire come la Coppa Davis e la Copa America che ci hanno dato una forte spinta nel campo del turismo, un incremento dello stesso turismo del 100% rispetto a tre anni fa (http://napoli.repubblica.it/cronaca/2015/01/22/news/de_magistris-105535313/ (http://napoli.repubblica.it/cronaca/2015/01/22/news/de_magistris-105535313/)), adesso risparmieremo milioni e milioni di euro con questa trovata dei lampioni a led. Non cito le varie operazioni come la vendita di case popolari con un riscatto a 30 000 euro per coloro che ci abitavano dentro, della serie due piccioni con una fava, e tutte le altre micro-operazioni come lo smantellamento del ponte Italia 90' che c'era all'Edenlandia, con acciaio venduto per fare cassa.

Io non so che andavi trovando, ma sinceramente rispetto a 3 anni fa c'è un abisso.
Città due volte più vivibile, e la prova di certe cose la ottieni quando vedi tutti questi turisti. Tutti i giorni. Tutto l'anno.
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: IlGeneraleNero - 24 Giugno, 2015, 20:25:39 pm
parafrasando Totò, ci sarebbero o ci sono? :asd:

ci sono ci sono  :asd:
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: TOTORE-RASTAMAN - 24 Giugno, 2015, 20:27:36 pm
ci sono ci sono  :asd:
infatti è risaputo che i commercianti non evadono, soprattutto quelli che dichiarano meno dei loro dipendenti....
 :rofl: :rofl: :rofl:
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: IlGeneraleNero - 24 Giugno, 2015, 20:30:41 pm
infatti è risaputo che i commercianti non evadono, soprattutto quelli che dichiarano meno dei loro dipendenti....
 :rofl: :rofl: :rofl:

Totò, quante volte l'abbiamo fatto questo discorso?

Purtroppo a volte sei costretto ad evadere qualcosa se vuoi rientrare delle spese e vuoi mettere qualcosa in tasca giusto perchè non lavori per la gloria ...

dove io comtro i liquidi per la sigaretta elettronica lo scontrino me lo fa sempre, solo che magari ci toglie qualcosa, ma che gli vuoi dire a sta povera crista che sta dentro un vicoletto sperduto da Dio?

Ad esempio, se vai da Salvo a San Giorgio a mangiare la pizza, tutti i dipendenti sono regolari e fa lo scontrino ogni volta, ma ha anche un grosso afflusso di clientela, quindi se lo può permettere
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: kowalski - 24 Giugno, 2015, 21:30:34 pm
e le strutture cerchi di farle, ma se come metti mano a qualche cambiamento trovi una folla di capre che protesta e ti mette i bastoni tra le ruote poi ti devi fermare per forza ...

purtroppo è la politica italiana che è così, una parte decide di fare qualcosa e l'altra deve opporsi, di qualsiasi cosa si tratti ... alla fine si finisce col non fare nulla

ci sarebbero anchele tasse oppressive che contribuiscono a far fallire molti esercizi commerciali, ma su questo si aprirebbe un dibattito con TOTORE in testa  :asd:
Ma il problema di De Magistris è proprio che non fa assolutamente nulla... magari ci fosse qualcosa su cui protestare, ma sono stati 4 anni non pervenuti.
A Napoli le cose da fare sono tantissime, così come le promesse di De magistris, ma ciò di cui si è avuta traccia alla fine è soltanto un vivacchiare ed un continuo sfuggire alle reali problematiche della città, che avrebbe bisogno di progettualità vera e di forza per perseguire delle idee...
Per me chi sostiene De Magistris lo fa soltanto in base a un discorso di stampo ideologico/pubblicitario a livello di guagliuncielli. I sostenitori di de magistris li vedo come la gente che ascolta Lil Wayne e Rihanna o guarda i programmi della De Filippi, mutazioni genetiche con le quali non voglio avere nulla a che fare. Almeno con il loro modo di pensare e la loro concezione della vita.
Titolo: Re:R: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: kowalski - 24 Giugno, 2015, 21:44:51 pm
Allora, io sto parlando di numeri e fatti però. Se dobbiamo parlare di gusto personale allora si, pure io trasformerei l'albergo dei poveri in un centro polifunzionale o in un museo piuttosto che tenerlo così in disuso. Pure io investirei miliardi di euro per pubblicizzare le bellezze che abbiamo, pure io farei tutt'altro. Ma qua non stiamo giocando a travian. Questa è la realtà, e noi viviamo nella città con la più alta concentrazione di gente di spaccimma che c'è in Italia.

Con De Magistris abbiamo ottenuto un incremento della differenziata, una parte di lungomare che è divenuta zone pedonale tra le più belle in Europa, monumenti ritrutturati come la statua di Dante nell'omonima piazza, le colonne di Piazza Plebiscito, la fontana di Trieste e Trento e così via. Poi manifestazioni a morire come la Coppa Davis e la Copa America che ci hanno dato una forte spinta nel campo del turismo, un incremento dello stesso turismo del 100% rispetto a tre anni fa ([url]http://napoli.repubblica.it/cronaca/2015/01/22/news/de_magistris-105535313/[/url] ([url]http://napoli.repubblica.it/cronaca/2015/01/22/news/de_magistris-105535313/[/url])), adesso risparmieremo milioni e milioni di euro con questa trovata dei lampioni a led. Non cito le varie operazioni come la vendita di case popolari con un riscatto a 30 000 euro per coloro che ci abitavano dentro, della serie due piccioni con una fava, e tutte le altre micro-operazioni come lo smantellamento del ponte Italia 90' che c'era all'Edenlandia, con acciaio venduto per fare cassa.

Io non so che andavi trovando, ma sinceramente rispetto a 3 anni fa c'è un abisso.
Città due volte più vivibile, e la prova di certe cose la ottieni quando vedi tutti questi turisti. Tutti i giorni. Tutto l'anno.

La differenziata è aumentata di una percentuale minima e patetica in confronto alle promesse e alle montagne di soldi che ci sono stati sprecati. Il lungomare è da sempre molto bello, e la pedonalizzazione posso anche apprezzarla, ma fammi capire cosa intendi quando affermi implicitamente che i lungomare di Nizza, Cannes, Montecarlo o Rio fanno cagare non essendo pedonalizzati. Sei serio?
I monumenti si restaurano periodicamente, la statua di piazza Dante è stata ripulita e restaurata tante di quelle volte che ho perso il conto. sarebbe veramente il colmo se un sindaco smettesse di restaurare i monumenti. Parliamo magari dello scempio che De Magistris ha fatto della cassa armonica nella villa comunale, distruggendo un restauro costosissimo che era già stato fatto, o di come ha fatto andare in malora, sempre lì, la casina del boschetto. Parliamo della fine miserabile che ha fatto fare al forum delle culture.Se dobbiamo fare la sfida a leggere il profilo facebook di De Magistris e a che è più bravo a elevare canti di esaltazione alle imprese che il sindaco si attribuisce, sono pronto e posso darti filo da torcere. Se dobbiamo fare discorsi seri credo che ne siamo molto lontani... e comunque a mio avviso non è possibile fare un discorso serio e al tempo stesso citare De Magistris.
Titolo: Re:R: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: TOTORE-RASTAMAN - 24 Giugno, 2015, 22:36:47 pm
La differenziata è aumentata di una percentuale minima e patetica in confronto alle promesse e alle montagne di soldi che ci sono stati sprecati. Il lungomare è da sempre molto bello, e la pedonalizzazione posso anche apprezzarla, ma fammi capire cosa intendi quando affermi implicitamente che i lungomare di Nizza, Cannes, Montecarlo o Rio fanno cagare non essendo pedonalizzati. Sei serio?
I monumenti si restaurano periodicamente, la statua di piazza Dante è stata ripulita e restaurata tante di quelle volte che ho perso il conto. sarebbe veramente il colmo se un sindaco smettesse di restaurare i monumenti. Parliamo magari dello scempio che De Magistris ha fatto della cassa armonica nella villa comunale, distruggendo un restauro costosissimo che era già stato fatto, o di come ha fatto andare in malora, sempre lì, la casina del boschetto. Parliamo della fine miserabile che ha fatto fare al forum delle culture.Se dobbiamo fare la sfida a leggere il profilo facebook di De Magistris e a che è più bravo a elevare canti di esaltazione alle imprese che il sindaco si attribuisce, sono pronto e posso darti filo da torcere. Se dobbiamo fare discorsi seri credo che ne siamo molto lontani... e comunque a mio avviso non è possibile fare un discorso serio e al tempo stesso citare De Magistris.
Ok e quindi tutte queste innumerevoli cose che de magistris non ha fatto tu come le avresti fatte, e con quali soldi?
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: IlGeneraleNero - 24 Giugno, 2015, 22:52:16 pm
Ma il problema di De Magistris è proprio che non fa assolutamente nulla... magari ci fosse qualcosa su cui protestare, ma sono stati 4 anni non pervenuti.
A Napoli le cose da fare sono tantissime, così come le promesse di De magistris, ma ciò di cui si è avuta traccia alla fine è soltanto un vivacchiare ed un continuo sfuggire alle reali problematiche della città, che avrebbe bisogno di progettualità vera e di forza per perseguire delle idee...
Per me chi sostiene De Magistris lo fa soltanto in base a un discorso di stampo ideologico/pubblicitario a livello di guagliuncielli. I sostenitori di de magistris li vedo come la gente che ascolta Lil Wayne e Rihanna o guarda i programmi della De Filippi, mutazioni genetiche con le quali non voglio avere nulla a che fare. Almeno con il loro modo di pensare e la loro concezione della vita.

Capetiellejon ti ha elencato un po' di cosette fatte e non mi sembra poca roba, io non vivo la città quindi non posso dirti cose che non conosco ... poi se per "fare qualcosa" intendi combattere la camorra, dare lavoro a tutti e che ci sia la pace nel mondo, no, non lo ha fatto e dubito che ci sia qualcuno che potrà mai farlo ... ma semplicemente perchè sono compiti che non spettano ad un sindaco
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: kowalski - 24 Giugno, 2015, 23:11:40 pm
Capetiellejon ti ha elencato un po' di cosette fatte e non mi sembra poca roba, io non vivo la città quindi non posso dirti cose che non conosco ... poi se per "fare qualcosa" intendi combattere la camorra, dare lavoro a tutti e che ci sia la pace nel mondo, no, non lo ha fatto e dubito che ci sia qualcuno che potrà mai farlo ... ma semplicemente perchè sono compiti che non spettano ad un sindaco
E' anche la mia opinione che quelle cose lì non siano compito di un sindaco, però a quanto leggo dai vostri messaggi la raccolta differenziata non è compito di un sindaco, la pulizia delle strade non è compito di un sindaco, l'illuminazione pubblica non è compito di un sindaco, le partecipate non sono compito di un sindaco, i trasporti non sono compito di un sindaco, i servizi pubblici non sono compito di un sindaco, lo stato del verde pubblico non è compito di un sindaco, la gestione di beni pubblici come la Villa Comunale non è compito di un sindaco, e potremmo andare avanti all'infinito.
Dal momento che con De Magistris niente è compito di un sindaco, non vedo a che scopo si debba tenere lui piuttosto che un altro.
Tanto, se l'intera vostra vita gira intorno alla pedonalizzazione del lungomare, dubito fortemente che questa pedonalizzazione possa ormai venire revocata.
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: calvin - 24 Giugno, 2015, 23:19:11 pm
E' anche la mia opinione che quelle cose lì non siano compito di un sindaco, però a quanto leggo dai vostri messaggi la raccolta differenziata non è compito di un sindaco, la pulizia delle strade non è compito di un sindaco, l'illuminazione pubblica non è compito di un sindaco, le partecipate non sono compito di un sindaco, i trasporti non sono compito di un sindaco, i servizi pubblici non sono compito di un sindaco, lo stato del verde pubblico non è compito di un sindaco, la gestione di beni pubblici come la Villa Comunale non è compito di un sindaco, e potremmo andare avanti all'infinito.
Dal momento che con De Magistris niente è compito di un sindaco, non vedo a che scopo si debba tenere lui piuttosto che un altro.
Tanto, se l'intera vostra vita gira intorno alla pedonalizzazione del lungomare, dubito fortemente che questa pedonalizzazione possa ormai venire revocata.
Quoto con ogni mio liquido corporeo!
Titolo: Re:R: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: kowalski - 24 Giugno, 2015, 23:19:28 pm
Ok e quindi tutte queste innumerevoli cose che de magistris non ha fatto tu come le avresti fatte, e con quali soldi?
Beh avrei evitato di sprecarne ulteriori, se non ne avevo. Il modo in cui si gestisce la questione dei rifiuti, con gli invii all'estero e nelle altre regioni, è dispendioso. Smontare la cassa armonica della villa comunale appena restaurata, lasciar decadere il restauro già in gran parte fatto della casina del boschetto è dispendioso, una serie di operazioni fatte dalla giunta de magistris con le partecipate (assorbimenti, assunzioni) sono state dispendiose, abbandonare colpevolmente il forum delle culture è stato dispendioso.
Ma personalmente sono convinto che se si vuole fare una svolta vera il sindaco lo si può fare anche con pochi soldi. Sarebbe stato importante rovesciare completamente il paradigma che ha contraddistinto l'esperienza De magistris, di un uomo solo al comando, il "ghe pensi mi"... ma della partecipazione e del coinvolgimento vero dei cittadini, con cui pure si era flirtato a un certo punto, si è avuto paura.
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: Capetiellejon - 25 Giugno, 2015, 08:00:14 am
Lamentarsi della Villa Comunale quando ad oggi, e da anni, è un cantiere della nuova metro me pare un tantino tantino un discorso da partito preso. La rivalutazione avverrà, ci sono dei progetti (come per Garibaldi, Toledo e Municipio) che tra l'altro non sono nemmeno frutto si De Magistris. Ad ognuno i propri meriti.

Sui trasporti in città c'è da dire che la linea 1, dall'inizio dell'era De Magistris, osserva nei giorni di Venerdì e Sabato un orario che copre tutto il giorno sino alle 2:00 di notte.
Poi il trasporto notturno 24:00-05:00 è stato intensificato per tutti i giorni della settimana per le linee più importanti della città.
Sui trasporti non dimentichiamo le magagne dell'unico Campania, la Ctp che si scorna con l'Anm e le Ferrovie che a giusta ragione ne approfitta per 'mettersi in proprio' e monetizzare il più possibile con i nuovi biglietti.

Il discorso comunque è che kowalski vuole un Super eroe a palazzo San Giacomo. A me basta che ci sia uno normale, che limita i danni e opera dove si puo operare. Con i suoi pregi e i suoi difetti il bilancio di questi 4 anni è certamente in attivo.
Titolo: Re:R: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: TOTORE-RASTAMAN - 25 Giugno, 2015, 08:10:46 am
Beh avrei evitato di sprecarne ulteriori, se non ne avevo. Il modo in cui si gestisce la questione dei rifiuti, con gli invii all'estero e nelle altre regioni, è dispendioso. Smontare la cassa armonica della villa comunale appena restaurata, lasciar decadere il restauro già in gran parte fatto della casina del boschetto è dispendioso, una serie di operazioni fatte dalla giunta de magistris con le partecipate (assorbimenti, assunzioni) sono state dispendiose, abbandonare colpevolmente il forum delle culture è stato dispendioso.
Ma personalmente sono convinto che se si vuole fare una svolta vera il sindaco lo si può fare anche con pochi soldi. Sarebbe stato importante rovesciare completamente il paradigma che ha contraddistinto l'esperienza De magistris, di un uomo solo al comando, il "ghe pensi mi"... ma della partecipazione e del coinvolgimento vero dei cittadini, con cui pure si era flirtato a un certo punto, si è avuto paura.
Non riesco a capire come l'appendere progetti dispendiosi fatti ad uso e consumo del magnamagna del pd napoletano possa essere considerato uno spreco di soldi. :boh:
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: SpamMattia - 25 Giugno, 2015, 09:41:37 am
parlate di napoli come se non conosceste chi vive a napoli e quali sono i problemi di napoli.(mi riferisco a kowalski)
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: calvin - 25 Giugno, 2015, 09:59:16 am
parlate di napoli come se non conosceste chi vive a napoli e quali sono i problemi di napoli.(mi riferisco a kowalski)

Io li conosco e so che uno dei problemi è avere, da anni, sindaci che usano la poltrona per farsi un immagine di restauratore di napoli piuttosto che lavorare seriamente.

Ti dico, giusto per esempio, che io con la regione ho lavorato al piano della raccolta differenziata del comune di Napoli ed il comune ha colpe gravissime nel fatto che a Napoli non si faccia la differenziata.......noi come regione gli portammo il grande guru italiano della munnezza (tal professor Fortunato Gallico) che provò a cinsigliarli ed alla fine se ne andò indignato.


Sappiamo tutti che i compiti del sindaco non vanno oltre una corretta gestione della città, ma io vedo una città amministrativamente gestita una merda e lasciata allo sbando da un gruppo di cachielli che giocano ad andare agli eventi ed a mettere a posto il lungomare e non si occupano di una città che decade, decade, decade e decade.
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: TOTORE-RASTAMAN - 25 Giugno, 2015, 10:07:15 am
Ti dico, giusto per esempio, che io con la regione ho lavorato al piano della raccolta differenziata del comune di Napoli ed il comune ha colpe gravissime nel fatto che a Napoli non si faccia la differenziata.......noi come regione gli portammo il grande guru italiano della munnezza (tal professor Fortunato Gallico) che provò a cinsigliarli ed alla fine se ne andò indignato.
Se ne andò indignato per quale motivo? Per caso qualche rifiuto verso la politica bruciamo tutto ad acerra?
Ad ogni modo non nego che De Magistris sia un po troppo primadonna e che abbia fatt riebt ca vocc ma trovo ingiusto pretendere da lui, solo contro tutta la politica campana e nazionale, che risolva in cinque anni tutti i disastri degli ultimi 30 anni di gestione della città, della provincia e della regione.
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: calvin - 25 Giugno, 2015, 10:14:26 am
Se ne andò indignato per quale motivo? Per caso qualche rifiuto verso la politica bruciamo tutto ad acerra?

No questo è proprio un guru della differenziazione iperspinta, fai conto che è stato consulente per l'inizio del differenziato porta a porta a Vienna (oltre ad essere il responsabile dell'introduzione del porta a porta a Milano che è stata la prima metropoli europea ad avere il prota a porta spinto).

Se ne andò indignato perchè nel comune di Napoli nessuno lo stava a sentire, lui aveva un sacco di soluzioni interessantissime per riuscire a differenziare anche in una città che per sua stessa ammissione era logisticamente complessa, proponeva e proponeva idee per riuscire a far partire il porta a porta in ampie zone della città mentre il comune era esclusivamente interessato a far partire il suo piano per prendersi i finanziamenti (di fatto lui era quello che doveva veicolare i finanziamenti europei dalla regione ai comuni che avevano presentato un piano di raccolta differenziata).
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: TOTORE-RASTAMAN - 25 Giugno, 2015, 10:18:27 am
No questo è proprio un guru della differenziazione iperspinta, fai conto che è stato consulente per l'inizio del differenziato porta a porta a Vienna (oltre ad essere il responsabile dell'introduzione del porta a porta a Milano che è stata la prima metropoli europea ad avere il prota a porta spinto).

Se ne andò indignato perchè nel comune di Napoli nessuno lo stava a sentire, lui aveva un sacco di soluzioni interessantissime per riuscire a differenziare anche in una città che per sua stessa ammissione era logisticamente complessa, proponeva e proponeva idee per riuscire a far partire il porta a porta in ampie zone della città mentre il comune era esclusivamente interessato a far partire il suo piano per prendersi i finanziamenti (di fatto lui era quello che doveva veicolare i finanziamenti europei dalla regione ai comuni che avevano presentato un piano di raccolta differenziata).
Vabbè, comunque un bell'ampliamento del porta a porta è partito proprio ieri.
Non nego i difetti di De Magistris ma comunque meglio che avere ancora il PD al comune se non i fascio-camorristi.
Io so solo una cosa: negli anni 50 c'erano il munnezzaro che faceva esattamente il porta a porta e il sapunaro che riciclava e la differenziata si faceva da sè..... :asd:
Titolo: Re:R: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: nickwire - 25 Giugno, 2015, 12:54:55 pm
I commercianti non devono cacare il cazzo e trovare un capro espiatorio per ogni cuollo di cazzo.
Il commercio a Napoli è morto, è morto da cinque/sei anni. La colpa è dei supermercati in provincia che hanno risucchiato (come in ogni città italiana che non campa di turismo) tutto il flusso, ma sopratutto dei commercianti stessi.
Pensate al Campania, al Vulcano Buono, All'Ipercoop di Afragola, alla Reggia Outlet. Tutti posti che hanno vantaggi non indifferenti rispetto alla città. Orario continuato fino alle 22, lavoro 7 su 7, ampi parcheggi, convenienza (nel caso dell'Outlet), eventi, manifestazioni.
In città il commercio è rimasto fermo agli anni novanta. Ditemi che spaccimma mi significa l'orario di spacco, con i dipendenti che per due o tre ore se ne devono stare in giro per poi tornare a faticare. Col risultato che dopo metà settimana stanno già tutti esauriti perché tutta la vita poi si rivolge al lavoro. La chiusura alle 20, che per accattarsi qualche cosa un cristo deve fare le corse. La domenica chiusi, quando poi i centri commerciali registrano i fatturati più alti della settimana proprio la Domenica.

Mo' vuoi vedere che l'area pedonale è un problema? Ma che paradosso è? Ma ci rendiamo conto che la gente va al Campania proprio perché non deve perdere la capa con la macchina, il parcheggio, il grattino, i vigili, i divieti. E preferisce jittare 10 euro di benzina più 3 euro di casello a/r piuttosto che chiavarsi nel traffico?

La crisi dei commercianti è nei commercianti stessi, che vorrebbero il cocco ammunnato e buono, restando ancorati a metodi di lavoro obsoleti e che s'allamentano pure dei turisti, gli unici ormai che comprano a Via Dei Mille, Via Filangieri, Piazza Dei Martiri, Calabritto. E pure questo potrebbe finire, dato che oramai le agenzie di viaggio creano pacchetti comprensivi di autobus che ti porta ai centri commerciali più importanti.

Quindi nun dicimmo strunzate, come quando in città si leggevano cartelloni del tipo "SVENDITA TOTALE - CHIUSURA CAUSA ZTL" quando po' chi è dell'ambiente sa che quelli erano negozi che stavano con le pezze al culo da anni e anni, e vulevano solo 'na scusa per nascondere i propri fallimenti.
Sacrosanto.




Ma i bassoliniani esistonoi ancora? :vuommeco:
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: IlGeneraleNero - 25 Giugno, 2015, 12:56:52 pm
molti dimenticano una cosa fondamentale, che questa è una terra di camorra .... e alla camorra non conviene che le cose cambino

Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: nickwire - 25 Giugno, 2015, 13:02:45 pm
molti dimenticano una cosa fondamentale, che questa è una terra di camorra .... e alla camorra non conviene che le cose cambino
Secondo me, la verità ancora più scomoda è che quella di Napoli è una provincia abitata da molte bestie, gente con la passione dell'inciarmo ed incivili.
Gent che nun se ne fott e nient e di nisciun. Questa è la vera camorra.
So è primm pò che battono ò cor ò piett neoborbonico, quando qualcuno glielo sottolinea.


Forza Italia acchiappa ancor ò 20%in gran parte dell'hinterland. Uagliù, qua fine...
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: Massimo Mauro - 25 Giugno, 2015, 14:25:00 pm
No questo è proprio un guru della differenziazione iperspinta, fai conto che è stato consulente per l'inizio del differenziato porta a porta a Vienna (oltre ad essere il responsabile dell'introduzione del porta a porta a Milano che è stata la prima metropoli europea ad avere il prota a porta spinto).

Se ne andò indignato perchè nel comune di Napoli nessuno lo stava a sentire, lui aveva un sacco di soluzioni interessantissime per riuscire a differenziare anche in una città che per sua stessa ammissione era logisticamente complessa, proponeva e proponeva idee per riuscire a far partire il porta a porta in ampie zone della città mentre il comune era esclusivamente interessato a far partire il suo piano per prendersi i finanziamenti (di fatto lui era quello che doveva veicolare i finanziamenti europei dalla regione ai comuni che avevano presentato un piano di raccolta differenziata).
Intanto un minimo di differenziata è partita anche dove abito io, cioè in Burundi  :look:
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: Ragionier Cuckoldullo - 25 Giugno, 2015, 15:01:31 pm
Intanto un minimo di differenziata è partita anche dove abito io, cioè in Burundi  :look:

I contenitori per le siringhe usate NON contano come differenziata
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: IlGeneraleNero - 25 Giugno, 2015, 15:39:44 pm
Secondo me, la verità ancora più scomoda è che quella di Napoli è una provincia abitata da molte bestie, gente con la passione dell'inciarmo ed incivili.
Gent che nun se ne fott e nient e di nisciun. Questa è la vera camorra.
So è primm pò che battono ò cor ò piett neoborbonico, quando qualcuno glielo sottolinea.


Forza Italia acchiappa ancor ò 20%in gran parte dell'hinterland. Uagliù, qua fine...

è tutto collegato, le bestie sono la camorra, il resto si adegua ... ma se si riuscisse ad isolare le bestie, il resto sarebbe facile da portare sulla retta via, basta solo fare le cose per bene e tutto viene a ruota ...

Secondo me noi abbiamo che poca fiducia in noi stessi, ci siamo autoconvinti di essere degli incivili senza possibilità di migliorare

Noi qui facciamo la raccolta differenziata da una decina di anni o poco meno e le cose sono migliorate di molto. Io per prima ero scettico, pensavo "Figurati se sta massa di mao mao si mette a dividere la plastica dalla carta e via dicendo". Poi mi accorsi che ero io per prima a seccarmi di farlo.
Mi affacciai alla finestra e vedevo i vecchiarelli con le buste in mano che portavano la spazzatura, differenziata, al punto di raccolta. Allora non c'erano ancora le isole ecologiche.
Insomma, io che non avevo creduto nella mia gente, ero l'unico ad essere un incivile ...

E' chiaro che gli incivili e la camorra l'abbiamo anche a Torre, ma se vuoi fare qualcosa, sta tranquillo che la gente per bene, ed anche qualcuno in più, ti segue e le cose migliorano.

Tornando al discorso di prima, se vuoi la luna a Napoli non la puoi avere perchè devi scendere a compromessi con la camorra, o li devi eliminare ...


Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: IlGeneraleNero - 25 Giugno, 2015, 15:44:32 pm
Vabbè, comunque un bell'ampliamento del porta a porta è partito proprio ieri.
Non nego i difetti di De Magistris ma comunque meglio che avere ancora il PD al comune se non i fascio-camorristi.
Io so solo una cosa: negli anni 50 c'erano il munnezzaro che faceva esattamente il porta a porta e il sapunaro che riciclava e la differenziata si faceva da sè..... :asd:

ma Napoli è di sinistra, non capisco l'associazione fascio-camorristi ... comunque se fa piacere a te e agli amici del forum ci adeguiamo
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: TOTORE-RASTAMAN - 25 Giugno, 2015, 16:18:27 pm
ma Napoli è di sinistra, non capisco l'associazione fascio-camorristi ... comunque se fa piacere a te e agli amici del forum ci adeguiamo
la destra a Napoli questo è: i fasci e i berlusconiani, ovvero la camorra :boh:
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: IlGeneraleNero - 25 Giugno, 2015, 16:26:44 pm
la destra a Napoli questo è: i fasci e i berlusconiani, ovvero la camorra :boh:

se lo dici tu ... :boh:
Titolo: Napoli, la nostra città
Inserito da: GeppiGeppi - 25 Giugno, 2015, 16:28:37 pm
A Napoli l'acqua è poca e la papera non galleggia.
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: TOTORE-RASTAMAN - 25 Giugno, 2015, 16:42:02 pm
se lo dici tu ... :boh:
hai presente nick o merican, giggin a purpett, etc etc? :boh:
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: IlGeneraleNero - 25 Giugno, 2015, 22:38:11 pm
hai presente nick o merican, giggin a purpett, etc etc? :boh:

e pare che sono gli unici ...
Titolo: Re:R: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: kowalski - 26 Giugno, 2015, 00:16:14 am
Non riesco a capire come l'appendere progetti dispendiosi fatti ad uso e consumo del magnamagna del pd napoletano possa essere considerato uno spreco di soldi. :boh:
ma i soldi si sono spesi lo stesso eh, tanto valeva farle le cose. non è che una manifestazione internazionale la fai sparire così da un giorno all'altro... gli spagnoli so' rimasti con un palmo di naso.
comunque mi fa troppo girare i coglioni che un una città già ridotta in questa maniera, si siano buttati 5 anni co' sto fanfarone disturbato e incompetente, e devo sentire chi lo difende pure. mannaggia a capa mia che entro in queste discussioni.
Non diamo retta, non ci pigliamo collera e godiamoci come sempre o'sole, o'mare e a'sfugliatella, che sono davvero gli unici meriti che si possono riconoscere a Ggiggino.
Titolo: Re:R: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: TOTORE-RASTAMAN - 26 Giugno, 2015, 00:26:13 am
ma i soldi si sono spesi lo stesso eh, tanto valeva farle le cose. non è che una manifestazione internazionale la fai sparire così da un giorno all'altro... gli spagnoli so' rimasti con un palmo di naso.
comunque mi fa troppo girare i coglioni che un una città già ridotta in questa maniera, si siano buttati 5 anni co' sto fanfarone disturbato e incompetente, e devo sentire chi lo difende pure. mannaggia a capa mia che entro in queste discussioni.
Non diamo retta, non ci pigliamo collera e godiamoci come sempre o'sole, o'mare e a'sfugliatella, che sono davvero gli unici meriti che si possono riconoscere a Ggiggino.
Mi illumini su quali sarebbero tutte ste ottime alternative?
Titolo: Re:R: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: kowalski - 26 Giugno, 2015, 00:30:12 am
Mi illumini su quali sarebbero tutte ste ottime alternative?
Questa è un'obiezione veramente debole... Io credo che la forza di fare meglio sia insita in Napoli e nei napoletani.

E comunque ci sono tantissimi esempi di buon governo in Europa e nel mondo. Basterebbe semplicemente non isolarsi, collegarsi al mondo esterno e copiare quello che altrove funziona.
Titolo: Re:R: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: TOTORE-RASTAMAN - 26 Giugno, 2015, 01:54:13 am
Questa è un'obiezione veramente debole... Io credo che la forza di fare meglio sia insita in Napoli e nei napoletani.

E comunque ci sono tantissimi esempi di buon governo in Europa e nel mondo. Basterebbe semplicemente non isolarsi, collegarsi al mondo esterno e copiare quello che altrove funziona.
A parte questi non argomenti e queste non proposte, mi spieghi come concretamente si dovrebbe fare, ovviamente senza budget.
Poi se magari mi spieghi perché piste ciclabili, aree pedonali, incremento del turismo, spinta verso la differenziata etc sono da copiare se fatte altrove e non valgono niente se le fa de magistris?
Per caso sei un elettore del pd?
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: Capetiellejon - 26 Giugno, 2015, 05:36:49 am
Le argomentazioni di Kovalski so 'na rrobb allucinante, so tipo 4 pagine che scrive sempre la stessa cosa, 'ca De Magistris nun è bbuono, che si deve fare di più, e niente, ce può mettere annanzo agli occhi pure un dato che certifica l'acqua trasformata in vino, niente, il concetto, come le parole, rimangono le stesse. Tutto un loop.

Tenarra' il morbo di Sgarbi come quando quest'ultimo se nceppa e comincia ad alluccarti sempre la stessa cosa. É disturbante, te fa senti male.
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: IlGeneraleNero - 26 Giugno, 2015, 10:00:48 am
ok, De Magistriis non è buono, però cerchiamo anche di capire dove ha sbagliato e come le cose si potevano fare in modo migliore

per esempio, io partirei dalla differenziata che mi sembra l'argomento più importante

come andrebbe organizzata?

Titolo: Re:R: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: kowalski - 26 Giugno, 2015, 11:50:42 am
A parte questi non argomenti e queste non proposte, mi spieghi come concretamente si dovrebbe fare, ovviamente senza budget.
Poi se magari mi spieghi perché piste ciclabili, aree pedonali, incremento del turismo, spinta verso la differenziata etc sono da copiare se fatte altrove e non valgono niente se le fa de magistris?
Per caso sei un elettore del pd?
Ma il "senza budget" non è mai stato dimostrato, lo sappiamo soltanto dai tweet di de Magistris che sarebbe così. In realtà la situazione delle casse del Comune non è certo rosea, ma ci sono pochi soldi come sempre, anzi in passato il comune è stato anche in stato di dissesto, mentre quella attuale è soltanto una situazione tecnicamente di pre-dissesto. I soldi comunque ci sono, seppur pochi, tanto è vero che una parte vengono anche sprecati. E comunque oggi il management pubblico ha a disposizione strumenti come il project financing, e comunque le forze a disposizione del Comune di Napoli, che è la principale azienda del Sud Italia, sono comunque grandissime se soltanto vogliamo contare i dipendenti, ai quali tra l'altro vengono anche elargiti sempre generosi benefit e incentivi. Tra l'altro l'iniziale assessore al bilancio di De Magistris, Realfonzo, lasciò rilasciando dichiarazioni al veleno, come quasi tutti gli assessori e collaboratori del primo periodo di De Magistris.
L'incremento del turismo, che comunque è in realtà, stando ai dati, attorno al 2%, tutt'altro che un boom, è un trend che va avanti a Napoli da decenni e che ha subito una battuta d'arresto soltanto nel periodo dell'emergenza rifiuti.
Aree pedonali sono anche d'accordo, ma andrebbero sempre sostenute da un lavoro importante sui trasporti pubblici, che invece in città latitano clamorosamente o comunque non hanno ritmi accettabili.
Della spinta verso la differenziata ho già detto, la si è più che altro sbandierata, si sono spese somme enormi, che potevano anche essere investite in altri settori, con risultati oggettivamente insufficienti.
Ci si concentrati più che altro sull'effimero, spendendo cifre enormi per la doppia esibizione delle barche (tra l'altro nemmeno le stesse che prendevano parte alla competizione ufficiale) della Coppa America, lavorando poco su progetti capaci di portare germogli veri.
Adesso è uscita anche la notizia del dimezzamento, fino a settembre, di bus e metro... seriamente si pensa di arrivare da qualche parte in questo modo?
Alle regionali come lista ho votato 5 stelle, e pur non essendo intenzionato a votarli alle comunali, non si può negare che come forza anti-sistema sono ben più credibili di de magistris, che ha credo 4-5 assessori in giunta di area PD.





Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: kowalski - 26 Giugno, 2015, 11:58:09 am
Le argomentazioni di Kovalski so 'na rrobb allucinante, so tipo 4 pagine che scrive sempre la stessa cosa, 'ca De Magistris nun è bbuono, che si deve fare di più, e niente, ce può mettere annanzo agli occhi pure un dato che certifica l'acqua trasformata in vino, niente, il concetto, come le parole, rimangono le stesse. Tutto un loop.

Tenarra' il morbo di Sgarbi come quando quest'ultimo se nceppa e comincia ad alluccarti sempre la stessa cosa. É disturbante, te fa senti male.

eh... eh.. pepperepè, pullicenè...

e quali sarebbero questi dati che avresti portato? gira un po' per Napoli, oppure prova l'ebbrezza di leggerti qualche giornale, qualche volta, e vedi come l'illuminazione pubblica, a tuo dire un vanto di De magistris, sia stata in questi 4 anni gestita scandalosamente, con interi quartieri al buio per giorni. L'ho già scritto in precedenza, e questo è un fatto, a differenza delle tue citazioni dei tweet di Giggino. Ma poi prova a ragionare, ma se la tua unica fonte di informazione sono i tweet di De Magistris, ma pensi mai che lui si prenderà la briga di informarti sulla cose che non vanno, sulle sue magagne?
Io sinceramente non mi fiderei mai di nessun politico fino al punto di informarmi soltanto tramite lui, senza mai ascoltare l'altra campana. Questo proprio come discorso generale, di prevenzione di dittature, lavaggi del cervello ecc.
Titolo: Re:R: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: TOTORE-RASTAMAN - 26 Giugno, 2015, 12:04:37 pm
L'incremento del turismo, che comunque è in realtà, stando ai dati, attorno al 2%, tutt'altro che un boom, è un trend che va avanti a Napoli da decenni e che ha subito una battuta d'arresto soltanto nel periodo dell'emergenza rifiuti.
to
Però, se su questo dato vogliamo esprimere un'opinione, come sempre dipende dai punti di vista: per me, in un periodo di recessione (se non addirittura di stagflazione) un + 2% è un'ottima performance mentre per te invece è poco.
Io onestamente non mi sono informato sui dati (di cosa? arrivi? presenze? prenotazioni? indotto?) ma so solo che al centro ci vivo e, da quando c'è la ztl, ed in particolare dopo le world series della coppa america, vedo molti più turisti in giro e (e qui sta la novità) non più solo nei soliti periodi di turismo ma proprio tutto l'annno e noto che stanno spuntando b&b come i funghi.
Titolo: Re:R: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: kowalski - 26 Giugno, 2015, 12:24:23 pm
to
Però, se su questo dato vogliamo esprimere un'opinione, come sempre dipende dai punti di vista: per me, in un periodo di recessione (se non addirittura di stagflazione) un + 2% è un'ottima performance mentre per te invece è poco.
Io onestamente non mi sono informato sui dati (di cosa? arrivi? presenze? prenotazioni? indotto?) ma so solo che al centro ci vivo e, da quando c'è la ztl, ed in particolare dopo le world series della coppa america, vedo molti più turisti in giro e (e qui sta la novità) non più solo nei soliti periodi di turismo ma proprio tutto l'annno e noto che stanno spuntando b&b come i funghi.
Io devo dire che i turisti a Napoli li ho sempre visti, soprattutto quelli stranieri, e si sono incrementati molto anche durante gli anni della Iervolino, - che considero un cattivo sindaco pur considerandola una persona onesta - perché fece di Napoli un grosso scalo delle navi da crociera.
Mi sono anche rimasti impressi i pullman a due piani dei turisti che giravano tra i cumuli di monnezza e mi chiedevo che diavolo ci venissero a fare.
Attualmente noto pure io un trend comunque in crescita, o comunque si vedono i turisti girare con più piacere per la città, visto che la crisi dei rifiuti è comunque risolta (e questo è un merito di De magistris), la pedonalizzazione del lungomare ha comunque fornito un simbolo che piace, e le nuove stazioni della metropolitana sono un'altra nuova forte attrattiva, sia per la bellezza in sé sia perché danno la possibilità di girare facilmente da un luogo all'altro della città (ma di quelle è veramente ridicolo dare merito al Dema...).
I B&B danno modo di sviluppare un nuovo tipo di turismo (in passato c'è sempre stato il veto degli albergatori all'apertura dei B&B, perché dicevano che Napoli doveva puntare solo su un turismo di elite), peraltro se parli con i negozianti dicono che questi turisti non fanno bene alla città perché non spendono un euro...
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: Capetiellejon - 26 Giugno, 2015, 13:27:47 pm
eh... eh.. pepperepè, pullicenè...

e quali sarebbero questi dati che avresti portato? gira un po' per Napoli, oppure prova l'ebbrezza di leggerti qualche giornale, qualche volta, e vedi come l'illuminazione pubblica, a tuo dire un vanto di De magistris, sia stata in questi 4 anni gestita scandalosamente, con interi quartieri al buio per giorni. L'ho già scritto in precedenza, e questo è un fatto, a differenza delle tue citazioni dei tweet di Giggino. Ma poi prova a ragionare, ma se la tua unica fonte di informazione sono i tweet di De Magistris, ma pensi mai che lui si prenderà la briga di informarti sulla cose che non vanno, sulle sue magagne?
Io sinceramente non mi fiderei mai di nessun politico fino al punto di informarmi soltanto tramite lui, senza mai ascoltare l'altra campana. Questo proprio come discorso generale, di prevenzione di dittature, lavaggi del cervello ecc.
Ma l'altra fonte di informazione qual'è? Quelli che sono finanziati dalla stessa gente che tappezzò la città con i manifesti raffiguranti il San Paolo dei tempi di Maradona e la scritta "Grazie a De Magistris questo non esisterà più!" ?
O dalla gente che citava in sti giorni Totore?

Io di progetti mai partiti e robe poche positive ne ho sentite e viste (vedi le strade asfaltate a cazzo di cane in occasione della scesa di Papa Kekko), De Magistris non è di certo un santo, né sto qui a venerarlo come tale, ma il tuo definirlo un Sindaco immobile è palesemente una considerazione figlia della malafede. Sei prevenuto a riguardo, ed il fatto che hai ignorato la mini-lista di tutti gli interventi effettuati dalla giunta De Magistris da 3 anni a oggi lo dimostra. Poi i dati ci sono, sono contenuti nei post Facebook di Giggino ma comunque riportano ad agenzie indipendenti che analizzano i dati del turismo e dell'economia in città.

Po' tu parli di un black-out di giorni, robe che possono capitare ovunque, non ci dimentichiamo che anni fa l'Italia intera rimase senza elettricità eppure nessuno diede la colpa a nessuno. Prima di attribuire certe cose all'amministrazione bisogna verificare come, quando e perché si è verificato questo guasto. Poi chi doveva operare, come si è operato e quanto tempo effettivamente ci voleva per operare. Hai tutte queste informazioni? Sennò per onestà intellettuale ti consiglio di astenerti da commenti e imputazioni a cazzo.
E me pare strano che non stiamo qui a parlare del palazzo caduto alla Riviera, dell'incendio a Città della Scienza e dei crolli a Pianura e Soccavo. Manco mo' 'o Sindaco essa essere pure Patrono e Santo Protettore della città.

P.S: Il progetto LED a cui facevo riferimento in questi giorni l'ho riportato (e va riportato) come semplice progetto approvato e da realizzare. Non ho mai detto che l'illuminazione è uno dei cavalli di battaglia del Sindaco, ho solo fatto notare comme fosse 'na cosa sacrosanta, volta allo sparagno e al miglioramento. Due piccioni con una fava. Roba che se mo' l'avevano approvata a Berlino steveme a dicere "ua sono 1000 anni avanti, nuje intanto simme l'Africa!".
Titolo: Napoli, la nostra città
Inserito da: nickwire - 26 Giugno, 2015, 13:37:45 pm
Ribadisco, ma  queste vedove bassoliniane quanto pareno le palle? :vuommeco:

E rassegnatevi, avete avuto l'uomo che ha messo più scuorno alla sinistra italiana negli ultimi 50 anni. Uno che in un'intercettazione definì "comunista di merda" ad uno che gli mise il bastone tra le ruote a Marano.
Una volta vidi sta latrinma commuoversi pure davanti ai video di repertorio di Enrico Berlinguer, roba davvero da Ciprì e Maresco, tanto lo squallore ed il grottesco.

La scumma degli esseri umani, talmente vile e viscido da nascondersi dietro Rastelli per non aver saputo gestire una delle emergenze più umilianti e degradanti per questa città.

E mò stai a fa pure ste polemicucce da Porta a Porta? Ma non ti senti un po' le palle? Ij me mettess scuorn, onesto.


De Magistris avrà avuto demeriti, e figuriamoci, ma quantomeno non ha fatto le zuzzusate delle precedenti gestioni...
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: kowalski - 26 Giugno, 2015, 13:59:18 pm
Ma l'altra fonte di informazione qual'è? Quelli che sono finanziati dalla stessa gente che tappezzò la città con i manifesti raffiguranti il San Paolo dei tempi di Maradona e la scritta "Grazie a De Magistris questo non esisterà più!" ?
O dalla gente che citava in sti giorni Totore?

Io di progetti mai partiti e robe poche positive ne ho sentite e viste (vedi le strade asfaltate a cazzo di cane in occasione della scesa di Papa Kekko), De Magistris non è di certo un santo, né sto qui a venerarlo come tale, ma il tuo definirlo un Sindaco immobile è palesemente una considerazione figlia della malafede. Sei prevenuto a riguardo, ed il fatto che hai ignorato la mini-lista di tutti gli interventi effettuati dalla giunta De Magistris da 3 anni a oggi lo dimostra. Poi i dati ci sono, sono contenuti nei post Facebook di Giggino ma comunque riportano ad agenzie indipendenti che analizzano i dati del turismo e dell'economia in città.

Po' tu parli di un black-out di giorni, robe che possono capitare ovunque, non ci dimentichiamo che anni fa l'Italia intera rimase senza elettricità eppure nessuno diede la colpa a nessuno. Prima di attribuire certe cose all'amministrazione bisogna verificare come, quando e perché si è verificato questo guasto. Poi chi doveva operare, come si è operato e quanto tempo effettivamente ci voleva per operare. Hai tutte queste informazioni? Sennò per onestà intellettuale ti consiglio di astenerti da commenti e imputazioni a cazzo.
E me pare strano che non stiamo qui a parlare del palazzo caduto alla Riviera, dell'incendio a Città della Scienza e dei crolli a Pianura e Soccavo. Manco mo' 'o Sindaco essa essere pure Patrono e Santo Protettore della città.

P.S: Il progetto LED a cui facevo riferimento in questi giorni l'ho riportato (e va riportato) come semplice progetto approvato e da realizzare. Non ho mai detto che l'illuminazione è uno dei cavalli di battaglia del Sindaco, ho solo fatto notare comme fosse 'na cosa sacrosanta, volta allo sparagno e al miglioramento. Due piccioni con una fava. Roba che se mo' l'avevano approvata a Berlino steveme a dicere "ua sono 1000 anni avanti, nuje intanto simme l'Africa!".
Vabbuò, pensala come vuoi, attribuisci malafede a chi vuoi ma ti assicuro che la percentuale di lucidità e obiettività in questi tuoi post è molto inferiore a quello che tu credi... se dovessimo fare una mini-lista con cose normalissime e ordinarie come quelle che hai messo in elenco, mettendoci dentro le cose fatte dalla Iervolino, che ripeto considero un sindaco mediocre, la faremmo uscire come una sorta di nuova Fiorello La Guardia, visto che ha rifatto strade, piazze, restaurato monumenti, sotto la sua sindacatura si sono fatti la maggior parte dei lavori della metropolitana, e tra l'altro anche i soldi per la ciclabile li ha stanziati lei...
Questo qua per me resta un mediocre, che sa solo piangere che non ha soldi, che lo contrastano, ma uno scatto vero non lo ha avuto... è uscito a pesci fetenti con tutti i suoi collaboratori, io rispetto il suo ruolo perché sono sempre pro-istituzioni, ma mi auguro che venga cambiato e non demonizzo nemmeno la possibilità che possa salire la destra, che non credo affatto che sia tutta camorra.

Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: kowalski - 26 Giugno, 2015, 14:06:06 pm
Ribadisco, ma  queste vedove bassoliniane quanto pareno le palle? :vuommeco:

E rassegnatevi, avete avuto l'uomo che ha messo più scuorno alla sinistra italiana negli ultimi 50 anni. Uno che in un'intercettazione definì "comunista di merda" ad uno che gli mise il bastone tra le ruote a Marano.
Una volta vidi sta latrinma commuoversi pure davanti ai video di repertorio di Enrico Berlinguer, roba davvero da Ciprì e Maresco, tanto lo squallore ed il grottesco.

La scumma degli esseri umani, talmente vile e viscido da nascondersi dietro Rastelli per non aver saputo gestire una delle emergenze più umilianti e degradanti per questa città.

E mò stai a fa pure ste polemicucce da Porta a Porta? Ma non ti senti un po' le palle? Ij me mettess scuorn, onesto.


De Magistris avrà avuto demeriti, e figuriamoci, ma quantomeno non ha fatto le zuzzusate delle precedenti gestioni...
A me Bassolino per la verità ha fatto sempre abbastanza cacare dopo i primi 3 anni, non ho mai digerito la defenestrazione di Nicolini che era l'unico di quel giro che mi stava simpatico.
Comunque è un dato di fatto che Bassolino fosse il politico che Berlinguer preferiva, basta ascoltare quello che dice sempre Menichelli.

E comunque non vorrei proprio che mo' entriamo in un'epoca in cui chi si è campato la vita leccando il fetillo dei politici, Bassolino compreso, mo' iniziasse a dare lezioni alla gente e addirittura dicendo ad altri di vergognarsi. Staremmo veramente di fronte al mondo alla rovescia.
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: Capetiellejon - 26 Giugno, 2015, 14:12:59 pm
non demonizzo nemmeno la possibilità che possa salire la destra, che non credo affatto che sia tutta camorra.

http://youtu.be/Jv_Sqif2aLU (http://youtu.be/Jv_Sqif2aLU)

Così risparmiamo tempo. Vediti pure i video correlati con le facce pulite che sostengono Marco Nonno (quello che sui manifesti tiene scritto un simpaticissimo e modernissimo A NOI), Lettieri, Cesaro e scumma annessa.
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: kowalski - 26 Giugno, 2015, 14:28:38 pm
[url]http://youtu.be/Jv_Sqif2aLU[/url] ([url]http://youtu.be/Jv_Sqif2aLU[/url])

Così risparmiamo tempo. Vediti pure i video correlati con le facce pulite che sostengono Marco Nonno (quello che sui manifesti tiene scritto un simpaticissimo e modernissimo A NOI), Lettieri, Cesaro e scumma annessa.


E qua vedi che sbagli, perché non bisogna fare di ogni erba un fascio (ehm...) e per esempio Lettieri è un imprenditore anche abbastanza capace, ma viene dipinto da De Magistris e i suoi, non si sa in base a cosa, come un semplice camorrista. Semplicemente perché non vota De Magistris. Sono queste le cose che sinceramente mi fanno molto dubitare di questa gente, e sono atteggiamenti da regime se li compie chi ha del potere in mano.
Quelli lì possono essere camorristi (ed è da dimostrare) ma la sinistra, ripeto al di là delle insegne con le quali si presenta di volta in volta, nell'avidità rispetto al potere, alla gestione spesso particolaristica e clientelare della cosa pubblica, nell'applicazione flessibile delle leggi a seconda che riguardino sé o gli altri, per me non è molto meglio.
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: TOTORE-RASTAMAN - 26 Giugno, 2015, 15:01:16 pm
E qua vedi che sbagli, perché non bisogna fare di ogni erba un fascio (ehm...) e per esempio Lettieri è un imprenditore anche abbastanza capace, ma viene dipinto da De Magistris e i suoi, non si sa in base a cosa, come un semplice camorrista. Semplicemente perché non vota De Magistris. Sono queste le cose che sinceramente mi fanno molto dubitare di questa gente, e sono atteggiamenti da regime se li compie chi ha del potere in mano.
Quelli lì possono essere camorristi (ed è da dimostrare) ma la sinistra, ripeto al di là delle insegne con le quali si presenta di volta in volta, nell'avidità rispetto al potere, alla gestione spesso particolaristica e clientelare della cosa pubblica, nell'applicazione flessibile delle leggi a seconda che riguardino sé o gli altri, per me non è molto meglio.
Lo sai che è indagato insieme a De Luca per una storia di mazzette legate ad appalti?
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: kowalski - 26 Giugno, 2015, 15:20:27 pm
Lo sai che è indagato insieme a De Luca per una storia di mazzette legate ad appalti?
Se ti riferisci all'Mcm è stato assolto.
A differenza di De Magistris, detto senza nessun accanimento...
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: TOTORE-RASTAMAN - 26 Giugno, 2015, 15:29:14 pm
Se ti riferisci all'Mcm è stato assolto.
A differenza di De Magistris, detto senza nessun accanimento...
Mi fa piacere per lui.
Ciò non toglie che, per me, chi sta nello stesso partito dove militano attivamente dei camorristi e che è storicamente sostenuto dalla camorra, è quantomeno uno con un'etica molto debole.
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: nickwire - 27 Giugno, 2015, 05:57:45 am
E qua vedi che sbagli, perché non bisogna fare di ogni erba un fascio (ehm...) e per esempio Lettieri è un imprenditore anche abbastanza capace, ma viene dipinto da De Magistris e i suoi, non si sa in base a cosa, come un semplice camorrista. Semplicemente perché non vota De Magistris. Sono queste le cose che sinceramente mi fanno molto dubitare di questa gente, e sono atteggiamenti da regime se li compie chi ha del potere in mano.
Quelli lì possono essere camorristi (ed è da dimostrare) ma la sinistra, ripeto al di là delle insegne con le quali si presenta di volta in volta, nell'avidità rispetto al potere, alla gestione spesso particolaristica e clientelare della cosa pubblica, nell'applicazione flessibile delle leggi a seconda che riguardino sé o gli altri, per me non è molto meglio.
Ahhhh

Ma allora diccelo: ti piace Claudio Velardi! :asd:
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: duracell - 27 Giugno, 2015, 13:26:53 pm
Se i Napoletani non riconfermano De Magistriis allora davvero deve eslodere il vesuvio e mettere fine a tutto.
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: kowalski - 27 Giugno, 2015, 21:34:34 pm
Ahhhh

Ma allora diccelo: ti piace Claudio Velardi! :asd:
No mamma mia, quello è una testa di cazzo... A me mi piace la gente che a Napoli fa, tipo quelli della Frontiers che da soli, a livello mondiale, hanno assicurato la sopravvivenza del pessimo rock degli anni'80 nel XXI secolo. Farei sindaco uno di quelli, ecco.  :look:
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: GeppiGeppi - 27 Giugno, 2015, 21:39:58 pm


A me mi piace la gente che a Napoli fa

Tipo 4G1
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: TOTORE-RASTAMAN - 27 Giugno, 2015, 23:11:13 pm
No mamma mia, quello è una testa di cazzo... A me mi piace la gente che a Napoli fa, tipo quelli della Frontiers che da soli, a livello mondiale, hanno assicurato la sopravvivenza del pessimo rock degli anni'80 nel XXI secolo. Farei sindaco uno di quelli, ecco.  :look:
Sono amici miei, bravissimi ragazzi ma ti assicuro che non sarebbero per niente adatti.... :asd:
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: Capetiellejon - 29 Giugno, 2015, 01:31:59 am
Per inciso mi sono sottratto alla discussione dopo le ultime affermazioni di Kowalski su Lettieri.
Lungi da me emulare gli atteggiamenti di Paolo Brosio, ma ho promesso a me stesso già qualche anno fa che non mi sarei più afferrato sul web con gente del genere. Perché è inutile pure tentare il dialogo con chi pensa e scrive certe cose. Perché saprei solo offendere, demolire moralmente, seppellire sotto un cumulo di fatti comprovati ed argomentazioni che qualunque essere umano degno di questo nome appoggerebbe. Quindi sarebbe inutile. Come chiavare a caveci un povero handicappato in carrozzella.

L'unico invito lo faccio alle persone che non sono informate sull'argomento e hanno letto qui dentro che Lettieri è un imprenditore in gamba. Il web è un bell'aggeggio, andatevi a spulciare qualche articolo, a vedere quali sono le compagnie di Lettieri, chi è lo stesso Lettieri, come quest'ultimo alla scelta Social di De Magistris abbiamo montato anche lui un personaggiuncolo Social che fa finta d'essere vicino ai giovani (e poi affossano luoghi di cultura come il Trianon, appoggiando infrastrutture che provocano dolore e sofferenza come inceneritori e discariche), a vedere i video delle pseudo-manifestazioni in onore di quest'omuncolo, a leggere le testimonianze di quelli che hanno barattato un voto per cinquanta/cento euro, qualche chilo di pasta, un favore nel paesello, un condono e via discorrendo. E po' chiedetevi come fa a mettere la capa sul cuscino certa gente, in primis gente come Beppe Barra e Peppe Lanzetta. Quest'ultimo persona che adoravo e salutavo sempre con enorme piacere, ma che ora a dir poco sputerei in un occhio a rivederlo per strada.

Bonanotte.
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: Gerardo Petti - 06 Luglio, 2015, 10:18:48 am
la fontana " delle zizze" tornerà a vivere!!!

 :olè:  :cheers:  :olè:
Titolo: Re:Napoli, la nostra città
Inserito da: TOTORE-RASTAMAN - 14 Luglio, 2015, 22:02:53 pm
Citazione
Rifiuti campani, maximulta dell’Ue? Mistificazione a danno dello Stato e dei cittadini
di Antonio Marfella | 14 luglio 2015
Tossicologo oncologo, Componente Osservatorio Ambientale indipendente di Acerra


“Supermulta europea ultimo atto. Giovedì la Corte di giustizia di Strasburgo si pronuncerà sul ricorso avviato nei confronti dell’Italia nell’ormai lontano 3 luglio 2008 per l’emergenza rifiuti in Campania. Se deciderà che non sono state adottate tutte le misure necessarie per conformarsi alla sentenza della Corte di giustizia 4 marzo 2010, potrebbe condannare il nostro Paese a pagare una cifra forfettaria di 55 milioni e 256.819,2 al giorno dal momento in cui sarà pronunciata la sentenza fino al giorno in cui la stessa sarà stata eseguita. E considerando che uno dei punti contestati è la gestione delle ecoballe potrebbero passare molti anni prima di uscire dalla procedura. Un bagno di sangue”. Il Mattino 14.7.15

Abbiamo scoperto in questi anni di impegno civile e di studio che, ormai ufficialmente, il 76% del problema rifiuti, in Italia come in Campania, è costituito dai rifiuti speciali, industriali e tossici, e soltanto il 24% dai rifiuti urbani, su cui invece sia la Comunità Europea (e la Corte di Strasburgo) che il governo italiano si concentrano esclusivamente nell’indicare problema e soluzioni.

Pubblicità
La salute dei cittadini campani non è mai stata e non è a rischio per la mala gestione dei rifiuti urbani ma per quella dei rifiuti speciali, industriali e tossici. L’impiantistica carente non è quella per i rifiuti urbani ma quella per i rifiuti speciali, industriali e tossici. In termini di inceneritori, la Campania dal 2009 incenerisce ben il 26 % dei propri rifiuti urbani, rispetto al misero 18 della media nazionale italiana e al 23 della media europea.

En passant, la multa prevista di 265mila euro al giorno è circa pari a quanto incassa di Cip 6 al giorno la A2a per conto dei Comuni di Milano, Bergamo Brescia e Varese, per ‘gestire’ senza sostanziali spese i rifiuti campani nel maxiinceneritore di Acerra, che da solo vale ben 7.5 inceneritori italiani. In termini di percentuale di raccolta differenziata la Campania ha da tempo superato la Toscana in Italia e la Francia in Europa con il 45%.

Come impiantistica, la Campania è gravemente carente nei soli impianti di compostaggio per i quali da anni non comprendiamo la mancata apertura di impianti già pronti come in località San Tammaro e la miope e autolesionistica opposizione di alcuni comitati locali per impianti a norma e piccoli come quelli previsti a Napoli Scampia, necessari per eliminare l’ultimo alibi: la bassa raccolta differenziata del comune di Napoli.

In Campania da tempo operano i Comuni più ricicloni e virtuosi di Italia, come ad esempio il Comune di Frattaminore, in piena Terra dei Fuochi. L’esempio di Frattaminore non è casuale: pur essendo il Comune più virtuoso di Italia per la gestione dei rifiuti urbani, il danno alla salute e il cancro è ingravescente perché non dipende certo dai rifiuti urbani.

Il primo rapporto dell’Arpac sulla Terra dei Fuochi, realizzato al termine di un lavoro di monitoraggio sulla Terra dei Fuochi parla di cifre davvero sconvolgenti, soprattutto se riferite ad un periodo di soli tre mesi. Sono dati raccapriccianti che derivano da più o meno tre mesi di controlli e investigazioni sul territorio; dati che tracciano un quadro davvero preoccupante della situazione nella Terra dei Fuochi. In un arco temporale compreso tra il 13 ottobre e il 15 dicembre 2014, nella Terra dei fuochi in Campania sono stati riportati almeno 2000 abusi ambientali. Nelle province di Napoli, Caserta, Salerno e Avellino sono stati effettuati rispettivamente 387, 235, 71, 54, controlli con annesse conferme di illeciti per quanto concerne lo stoccaggio, lo sversamento e il rogo di rifiuti ordinari, industriali e speciali. Sono state rilevate 780 presenze di rifiuti urbani, ma ben 1168 presenze di rifiuti speciali, industriali e tossici, con 256 presenze di materiali di risulta in amianto.

Perché, invece di effettuare i controlli sulle aziende responsabili dei reati ambientali e dei rifiuti speciali, ci si limita semplicemente a rilevare i danni delle loro attività illecite?
Quali e quante piccolissime, medie e grandi aziende campane ed italiane sversano illegalmente ancora oggi in Campania?

La Campania in base ai dati Ispra mostra un terrificante zero assoluto soltanto negli impianti di corretto trattamento e smaltimento non già dei rifiuti urbani ma dei rifiuti speciali, industriali e tossici, a cominciare dall’amianto, a fronte di una produzione dichiarata regionale di circa 6.6 milioni di tonnellate l’anno di rifiuti speciali, di circa 350 mila tonnellate anno legalmente in ingresso di rifiuti speciali industriali e tossici di altre regioni italiane da riciclare o smaltire in Campania, e di non meno di 2 milioni di tonnellate l’anno stimate di rifiuti industriali prodotti in regime di evasione fiscale e quindi da smaltire illegalmente.

Una cifra comunque bassa se la rapportiamo ai 16 milioni di tonnellate anno di soli rifiuti speciali industriali e tossici del “virtuoso” Veneto. Con una evasione media anche in Veneto del 30 per cento ne consegue una quantità di rifiuti speciali industriali e tossici veneti da smaltire ill