Post recenti

Pagine: 1 ... 8 9 [10]
91
Videogames / Re:Bioshock Infinite
« Ultimo post da CharMeg il 23 Febbraio, 2018, 23:19:53 pm »
cinquantasei, prussò!
Eh, la memoria... con la vecchiaia... però il modem funziona ancora, l'offerta è valida e convenientissima.
Un salto di qualità per calvinuccio.
92
S. S. C. Napoli / Re:De Laurentiis Aurelio
« Ultimo post da umb il 23 Febbraio, 2018, 23:13:38 pm »
Numeri impressionanti per il bilancio 2017 del Napoli, come riporta il lungo focus de "Il Sole 24 ore": "Tutta la forza e le fragilità del Napoli. Il bilancio al 30 giugno 2017 racchiude tutte le potenzialità di un club che sotto la presidenza di Aurelio De Laurentiis è cresciuto notevolmente, sotto il profilo sportivo e del giro d’affari, ma che non ha ancora posto rimedio ai suoi limiti strutturali.

I conti 2017 sono impressionanti. L’esercizio ha fatto registrare profitti per 66 milioni di euro, rispetto al rosso di 3,2 milioni dell’anno precedente, mentre il fatturato è salito a quota 308 milioni. Cosa più importante è che a fine giugno 2017 il Napoli detiene un patrimonio netto pari a 122 milioni (erano 56 un anno prima) di cui 110 milioni di liquidità. Un unicum nel panorama italiano.

Il risultato del 2017 però va letto con attenzione. Questi numeri sono il frutto di due fattori straordinari: il calciomercato, con plusvalenze totali per 104,4 milioni di euro; e la partecipazione alla Champions 2016/17 condivisa con la sola Juventus, considerata l’eliminazione ai play off della Roma.

L’addio a Gonzalo Higuain ha assicurato 86 milioni di plusvalenze e quello a Manolo Gabbiadini 13 milioni. Dalla Champions sono arrivati al club partenopeo 66 milioni, cifra che ha spinto i ricavi da diritti televisivi a 142,5 milioni (+52% dai 94 milioni nel 2016), nonostante il leggero calo dei diritti incassati dalla Serie A (-5%).
Quanto alle altre entrare strutturali, il botteghino ha portato in cassa 19,7 milioni di euro, ma quasi tutto l’incremento è dovuto ai ricavi dalle coppe internazionali (passati da 915mila euro a 6,6 milioni) che hanno compensato la riduzione degli introiti legati al campionato (da 11,1 a 8,57 milioni), mentre il perimetro dei ricavi commerciali (sponsorizzazioni, pubblicità, royalties, diritti radiofonici e diritti d’immagine) è rimasto sostanzialmente stabile a 32,8 milioni. I proventi degli sponsor ufficiali sono saliti da 5,7 a 8,3 milioni, mentre quelli dello sponsor tecnico Kappa è stato di 8 milioni.
Questi leggeri incrementi dei ricavi strutturali sono però assolutamente insufficienti a colmare l’aumento dei costi fissi collegati alla rosa. Complessivamente, nell’esercizio al 30 giugno 2017 il Napoli ha avuto costi operativi per 207,4 milioni, che sono aumentati del 30% rispetto al 2016. L’impatto maggiore è derivato dalla crescita degli ingaggi da 85,2 a 101,5 milioni. In particolare, i compensi contrattuali dei calciatori sono cresciuti del 21%, passando da 65,3 a 78,8 milioni (e non sono conteggiati in questo bilancio i rinnovi di Insigne e Mertens i cui nuovi stipendi, incluse le imposte, dovrebbero costare ora al club circa 20 milioni di euro a stagione).

Allo stesso modo, sono saliti gli ammortamenti: gli acquisti di Milik (32 milioni), Zielinski (21,4 milioni), Diawara (14,4 milioni), Rog (18,9 milioni), Pavoletti (13 milioni) e Maksimovic (26,5 milioni) hanno portato gli ammortamenti a 75,9 milioni, con un incremento del 52%.
Per l’organico (ingaggi più ammortamenti) dunque la società spende oltre 170 milioni, 40 milioni in più di quanto incassa in maniera strutturale (diritti tv nazionali, botteghino e area commerciale). In altre parole, senza la Champions il Napoli sarebbe in rosso di 30 milioni.

Questa situazione induce a tenere al minimo tutti gli altri costi operativi per far funzionare il club che ammontano a circa 30 milioni. Non ci sono dunque i margini per quegli investimenti nello stadio, nel centro sportivo e nella rete commerciale che servirebbero per aumentare nel medio-lungo periodo i ricavi ordinari che sono fermi da molte stagioni. In quest’ottica poi se è vero che la proprietà del Napoli (Filmauro Srl al 99,8% e Aurelio De Laurentiis allo 0,2%) non prende dividendi, lasciando i profitti nella società, è anche vero che il consiglio di amministrazione del Napoli (formato dal presidente, dalla moglie, dai tre figli e da Andrea Chiavelli) ha percepito nel 2017 4,4 milioni di emolumenti.
Senza un aumento stabile dei ricavi solo la presenza fissa in Champions e qualche ricca plusvalenza può assicurare una continuità ad altissimi livelli. A questo punto restano i grandi interrogativi sul futuro della società: De Laurentiis che ora ha i capitali per investimenti strutturali, perché non li fa? Solo per non mettere a rischio la possibilità di coprire con le riserve eventuali perdite future o perché non intende impegnarsi a lungo termine? Il finale di questa stagione potrebbe offrire risposte anche su questo fronte".
93
Partenoplayers / Re:Sarri Maurizio (Allenatore)
« Ultimo post da ferro il 23 Febbraio, 2018, 23:10:11 pm »
L'interpretazione sulle parole per l'Olanda era abbastanza ovvia. Giusto i gobbi di merda e Noel (lol) potevano leggerle diversamente
E Iannicelli.


Ah hai già scritto merda,pardon.

Inviato dal mio ALE-L21 utilizzando Tapatalk

94
Partenoplayers / Re:Sarri Maurizio (Allenatore)
« Ultimo post da SpamMattia il 23 Febbraio, 2018, 22:52:51 pm »
L'interpretazione sulle parole per l'Olanda era abbastanza ovvia. Giusto i gobbi di merda e Noel (lol) potevano leggerle diversamente
95
Videogames / Bioshock Infinite
« Ultimo post da ferro il 23 Febbraio, 2018, 22:44:03 pm »
Ho letto ps1. L'unica cosa familiare di questo topic.
Bugs Bunny Lost in Time mi piaceva assai.
Mo io non ne capisco, Bioshock c'assumiglia?

:look:

Inviato dal mio ALE-L21 utilizzando Tapatalk

96
Videogames / Re:Bioshock Infinite
« Ultimo post da Vino a Tavola il 23 Febbraio, 2018, 22:15:27 pm »
Se sei stanco del tuo 14.4k posso venderti il mio us robotics 54k in perfette condizioni, scatolo e accessori originali, prezzo da amico.
Una bomba.
cinquantasei, prussò!
97
Videogames / Re:Bioshock Infinite
« Ultimo post da Alex88 il 23 Febbraio, 2018, 22:13:51 pm »
Si, io di queste parlavo.
Fino a tre quattro anni fa io compravo un gioco, ci potevo giocare pienamente e con grande gioia, poi altri scaricavano cose (cosa che io non ho mai fatto) e continuavano a giocarci mentre io me lo rivendevo con gioia (gli elder sroll sono l'esempio lampante).

Ora se comprassi un gioco, la nuova generazione non mi ha ancora avuto e son tre anni che non gioco a nulla, quando lo metto nella consolle quella mi dice che devo scaricare 4-6-7 giga di roba non per avere roba in più, ma perchè il gioco senza non gira.

Ma andatevene affanculo voi e i vostri giochi di merda
Il single play e' diventato appendice dell'online, e per online intendo qualsiasi cosa che necessita di una connessione per essere sfruttata (quindi non solo il multiplayer), in questo senso la generazione ps360 riesce a salvarsi per un buon 70%.
Non che patch non ce ne fossero, ma almeno non le ricordo tanto frequenti o addirittura fondamentali.
Sembra un controsenso, ma mi piango i tempi di ps1/2 e tutto quello che c'era attorno.
98
S. S. C. Napoli / Re:De Laurentiis Aurelio
« Ultimo post da FistingTopo il 23 Febbraio, 2018, 22:04:13 pm »
Il portale Calcio&Finanza realizza un focus sul bilancio del Napoli, evidenziando in particolare i compensi del CdA.

Compensi CdA Napoli – Tornano a salire i compensi per gli amministratori dell’SSC Napoli. L’utile record nell’esercizio chiuso il 30 giugno 2017 ha permesso infatti alla società partenopea di alzare nuovamente i compensi del Consiglio d’Amministrazione, che hanno toccato quota 4,4 milioni dopo l’1,025 milioni distribuiti nell’esercizio 2016. Compensi che restano “in famiglia”, perché la maggior parte gli amministratori del club sono tutti della famiglia di Aurelio De Laurentiis. Fino al 2014, infatti, il Cda era formato, oltre che dal patron (che è anche amministratore delegato), da i figli Edoardo (vicepresidente) e Valentina, da sua moglie Jacqueline (vicepresidente) e da Andrea Chiavelli, braccio destro del presidentissimo azzurro e ufficialmente consigliere delegato. Dal 2015 è entrato nel ramo sportivo della famiglia anche il terzo figlio, Luigi, che fino a quel momento si era occupato principalmente della FilmAuro. Il compenso agli amministratori si è trasformato negli anni in una sorta di di dividendo, che è rimasto alto e stabile nel corso degli otto esercizi consecutivi chiuso in utile, calando nelle ultime stagioni.


@Noel
non ha ancora risposto ? Imho abbiamo perso Noel per.un colpo al cuore causato dalla collera.
99
Calciomercato / Il punto della situazione mercato Napoli
« Ultimo post da ferro il 23 Febbraio, 2018, 22:03:51 pm »
Che senso ha gonfiare le cifre di spesa ?

Inviato dal mio ALE-L21 utilizzando Tapatalk

100
Partenoplayers / Re:Sarri Maurizio (Allenatore)
« Ultimo post da Capetiellejon il 23 Febbraio, 2018, 20:43:46 pm »
Comunque io non capisco come Sarri ha gestito questa doppia partita con il Lipsia: nella prima schiera le scartine perchè (pare) che non gliene può fregare di meno, poi dopo la batosta mette (quasi) i migliori in campo. Che senso ha tutto ciò?
La spiegazione che mi sono dato è che non ha sopportato tutte le critiche ed ha provato a ribaltare il risultato, perdendo "filippo e panaro".
Onestamente, non mi è piaciuto.
Io ho sviluppato una teoria tutta mia, poco credibile, ma che comunque ha una sua logica.
Non ho visto la partita con la Spal perché faticavo, ma da quanto ho letto/visto/sentito il Napoli ha passeggiato in campo, mettendoci che col Lipsia siamo scesi in campo con le infradito e lo stesso avremmo dovuto fare in Germania, suppongo, che il Mister avesse paura di un calo di attenzione lunedì a Cagliari.
Sappiamo che andremo ad immergerci in un ambiente infernale, partita maschia, caveci ed agonismo con la pala, chiedere alla squadra di giocarsi un sedicesimo di EL inizialmente snobbato, alla morte, è sicuramente un metodo per irrorare le motivazioni che potevano essersi seccate dopo le ultime uscite.

Riflettendoci, avessimo passato il turno avremmo dato saggio della nostra forza e lì l'adrenalina sarebbe tornata utilissima per le prossime uscite, sfiorando la qualificazione invece abbiamo dato una rinfrescata a tutta la rosa, sia fisica che mentale, ricordandogli cosa significa giocare a pallone. Non perché si debba aver paura del Cagliari, ma perché sappiamo che trappolone può essere la terra sarda, e quanto questa gara sia alla nostra portata ma comunque insidiosa al pari di quella con la Roma e l'Inter.
Pagine: 1 ... 8 9 [10]