Autore Topic: L'angolo della lettura  (Letto 81357 volte)  Share 

0 Utenti e 2 Visitatori stanno visualizzando questo topic.

Offline CharMeg

  • *
  • Registrazione: Giu 2011
  • Post: 10337
  • Località: Frazione di un piccolo paese in provincia di Torino
  • Sesso: Maschio
  • Vecchio cazzone nonchè ziprevt
Re:L'angolo della lettura
« Risposta #1460 il: 13 Ottobre, 2017, 17:41:26 pm »
:sisi: :sisi: su Ubik

mentre

 :nono: :nono: sul "contrasto" Asimov Dick
Cioè sono due autori diversissimi ed entrambi enormi e tra i migliori, con loro ci metto almeno anche Ray Bradbury, Fredric Brown, Frank Herber e William Gibson

la trilogia dello Sprawl  di Gibson, per esempio, se si vuole leggere il genere è, per me, imprescindibile.

Sono d'accordo sull'impossibilità di confrontare autori troppo diversi come Asimov e Dick, anche se io preferisco il secondo per le idee e il primo per la maggiore capacità di scrittura, anche se un po' più freddo (non sempre).
Se qualcuno vuole ho tutte le raccolte di racconti di Dick della Fanucci in pdf. Roba proprio bella.
Invece Ubik mi ha fatto abbastanza schifo; il meglio Dick lo ha dato nei racconti, e l'unico romanzo veramente bello è La svastica sul sole (The Man in The high castle).

Degli altri mii è piaciuto Frederick Brown, mentre ho trovato noiosissimo Gibson, che avevo iniziato a leggere con grandi aspettative.

Suggerirei a chi ama Dick di leggere anche Robert Scheckley, che è un Dick più ironico; ma non comprate assolutamente la cacca che ha scritto dagli anni 70 in poi, è robaccia schifosa.
Dovreste cercare tra quello che ha scritto prima, soprattutto i racconti. Non ve ne pentirete.

Se poi volete farvi un trippone (grosso trip) inaspettato leggete Straniero in terra straniera di Heinlein. Se vi aspettate il militarista fascistone che spesso viene descritto resterete stupefatti da questo romanzo, esattamente l'opposto.

Ah, in generale Heinlein scrive benissimo, se riuscite a scartare alcune cose fastidiose potete trovare perle meravigliose tra i suoi romanzi, in tutti i generi che conoscete. Se volte vi suggerisco qualche titolo scelto.

Se poi qualcuno volesse fare conoscenza con Richard Matheson, me lo dica. Alcune cose sono veramente bellissime.

Concludo (ammesso che qualcuno abbia letto fin qui) con Arthur Clarke, ma è un genere molto diverso da tutti i precedenti.
« Ultima modifica: 13 Ottobre, 2017, 17:42:50 pm da CharMeg »
moriremo tutti....ricordalo
È un dolore enorme.
É chiaro che il suo obiettivo é quello: lo scudetto, poi la Champions, dopodiché avrà sei milioni di persone ai suoi piedi pronte a tutto per lui e disposte a innalzarlo come dittatore illuminato con un colpo di stato.