Autore Topic: L'imbecille - La loggia del Caos  (Letto 631924 volte)  Share 

0 Utenti e 2 Visitatori stanno visualizzando questo topic.

Online CharMeg

  • *
  • Registrazione: Giu 2011
  • Post: 9274
  • Località: Frazione di un piccolo paese in provincia di Torino
  • Sesso: Maschio
  • Vecchio cazzone nonchè ziprevt
Re:L'imbecille - La loggia del Caos
« Risposta #23060 il: 28 Luglio, 2017, 21:17:47 pm »
confermo.
E che c'entra, tu SEI casertano.
moriremo tutti....ricordalo
È un dolore enorme.
É chiaro che il suo obiettivo é quello: lo scudetto, poi la Champions, dopodiché avrà sei milioni di persone ai suoi piedi pronte a tutto per lui e disposte a innalzarlo come dittatore illuminato con un colpo di stato.

Offline Capetiellejon

  • *
  • Registrazione: Apr 2015
  • Post: 1698
  • Ogni Capetiello è bello 'a zizza soja!
Re:L'imbecille - La loggia del Caos
« Risposta #23061 il: 28 Luglio, 2017, 21:39:07 pm »
Sono un venditore e quindi sto a contatto con la clientela di tutte le maniere da matina a sera. Pure stranieri che portano la nominata di gente scustumata e 'nfame come i Turchi, i Russi della provincia, Arabi di varia natura, Nord Africani. Ma a livello di zingaramma, pezzientasagliutamma e subumanesimo i casertani (e affini) non si battono.
E caro Pugnetta no, non generalizzo, è ovvio che ci siano delle eccezioni, qui abbiamo tantissimi guagliuni che sono una perla di intelligenza, integrità morale e cultura che a me su certi punti non mi vedono proprio, anzi, m'hanno criusciuto si può dire (Continanza e il maestro Alfredo su tutti), ma il casertano medio è seriamente la spaccimma di tutti gli esseri viventi. La bonifica in quelle zone dovrebbe partire dalla popolazione. E non pazzeo.
In parte penso la stessa cosa dei Napoletani. 

Online CharMeg

  • *
  • Registrazione: Giu 2011
  • Post: 9274
  • Località: Frazione di un piccolo paese in provincia di Torino
  • Sesso: Maschio
  • Vecchio cazzone nonchè ziprevt
Re:L'imbecille - La loggia del Caos
« Risposta #23062 il: 28 Luglio, 2017, 23:32:29 pm »
Sono un venditore e quindi sto a contatto con la clientela di tutte le maniere da matina a sera. Pure stranieri che portano la nominata di gente scustumata e 'nfame come i Turchi, i Russi della provincia, Arabi di varia natura, Nord Africani. Ma a livello di zingaramma, pezzientasagliutamma e subumanesimo i casertani (e affini) non si battono.
E caro Pugnetta no, non generalizzo, è ovvio che ci siano delle eccezioni, qui abbiamo tantissimi guagliuni che sono una perla di intelligenza, integrità morale e cultura che a me su certi punti non mi vedono proprio, anzi, m'hanno criusciuto si può dire (Continanza e il maestro Alfredo su tutti), ma il casertano medio è seriamente la spaccimma di tutti gli esseri viventi. La bonifica in quelle zone dovrebbe partire dalla popolazione. E non pazzeo.
In parte penso la stessa cosa dei Napoletani.
Ma si salva qualcuno, nel mondo?
moriremo tutti....ricordalo
È un dolore enorme.
É chiaro che il suo obiettivo é quello: lo scudetto, poi la Champions, dopodiché avrà sei milioni di persone ai suoi piedi pronte a tutto per lui e disposte a innalzarlo come dittatore illuminato con un colpo di stato.

Offline Capetiellejon

  • *
  • Registrazione: Apr 2015
  • Post: 1698
  • Ogni Capetiello è bello 'a zizza soja!
Re:L'imbecille - La loggia del Caos
« Risposta #23063 il: 28 Luglio, 2017, 23:44:48 pm »
Ma si salva qualcuno, nel mondo?

A dir il vero il mio grado di misantropia è salito di parecchio negli ultimi anni. Lavorando nel campo in cui lavoro poi siamo giunti a livelli esponenziali. La cosa che non mi va giù è che questo paese sia diventato una landa desolata dove qualsiasi artista degno di questo nome, per emergere, deve livellarsi alla mediocrità che impera in ogni settore, che sia musica, letteratura, cinema. Un paese dove la meritocrazia non esiste proprio più, dove la cultura del lavoro e la cultura stessa sono assenti. E tutto ciò genera solo orde di sagliuti di capa che si specchiano di continuo, replicanti che seguono un iter ufficioso, un rituale del divertimento, passivamente però, avatar di loro stessi travestiti da qualcun'altro, ad immagine e somiglianza dei vuotisti che campeggiano su Instagram. Ormai mi è proprio difficile parlare con qualcuno di determinati argomenti senza pensare "ua chist è proprio 'nu mongoloide", e pensare 'ca me faccio pure 'o problema di essere divenuto troppo saccente.

Favorisco un contributo multimediale del maestro che qualche anno fa ci aveva già visto lunghissimo su ciò che saremmo divenuti, e siamo, oggi.



Online ferro

  • *
  • Registrazione: Ago 2011
  • Post: 9660
  • Località: Quarto
  • Sesso: Maschio
  • E' muort 'o rre, evviva 'o rre !!
Re:L'imbecille - La loggia del Caos
« Risposta #23064 il: 29 Luglio, 2017, 00:31:52 am »
Vabe capetiello si è sgamato. Fa il pusher. Palesemente.
« "[..] se tra voi c'è qualche fuori-classe lo sopporterò, altrimenti per fare una grande squadra mi accontenterò soltanto dei.. grandi giocatori, cioè di quei giocatori che hanno il coraggio grande, il cuore grande. Chi non ha queste virtù non è un grande giocatore, e neanche un mediocre giocatore. È soltanto nulla, quindi può vestirsi ed andarsene subito." » [W. Garbutt ]

Online CharMeg

  • *
  • Registrazione: Giu 2011
  • Post: 9274
  • Località: Frazione di un piccolo paese in provincia di Torino
  • Sesso: Maschio
  • Vecchio cazzone nonchè ziprevt
Re:L'imbecille - La loggia del Caos
« Risposta #23065 il: 29 Luglio, 2017, 09:15:38 am »


A dir il vero il mio grado di misantropia è salito di parecchio negli ultimi anni. Lavorando nel campo in cui lavoro poi siamo giunti a livelli esponenziali. La cosa che non mi va giù è che questo paese sia diventato una landa desolata dove qualsiasi artista degno di questo nome, per emergere, deve livellarsi alla mediocrità che impera in ogni settore, che sia musica, letteratura, cinema. Un paese dove la meritocrazia non esiste proprio più, dove la cultura del lavoro e la cultura stessa sono assenti. E tutto ciò genera solo orde di sagliuti di capa che si specchiano di continuo, replicanti che seguono un iter ufficioso, un rituale del divertimento, passivamente però, avatar di loro stessi travestiti da qualcun'altro, ad immagine e somiglianza dei vuotisti che campeggiano su Instagram. Ormai mi è proprio difficile parlare con qualcuno di determinati argomenti senza pensare "ua chist è proprio 'nu mongoloide", e pensare 'ca me faccio pure 'o problema di essere divenuto troppo saccente.

Favorisco un contributo multimediale del maestro che qualche anno fa ci aveva già visto lunghissimo su ciò che saremmo divenuti, e siamo, oggi.

http://www.youtube.com/watch?v=Mf44O3JB0bE


Capetiè, ti devo quotare.
Qualche osservazione sparsa, perché anche la mia esperienza è simile alla tua.

Credo che Marziano si esprima molto bene, e non posso che condividere quello che dice.
Una volta uno che parlava solo in napoletano ma aveva tanto da dire veniva ascoltato ovunque; e il ricordo di Massimo Troisi da Pippo Baudo che parla solo in dialetto dovremmo avercelo tutti, soprattutto noi vecchi.
La perdita di Massimo per noi è stata la pietra tombale su qualunque tentativo ulteriore di riscatto culturale, non c'era nessun altro all'altezza.
Il buon Gianfranco, purtroppo, non se lo cacherà mai nessuno fuori dal ghetto pertenopeo. E ne avrebbe di potenziale.
Invece c'è Made in Sud. E siamo tornati ad essere i Pulcinella d'Italia.

Tutta l'analisi ironica di Marziano è vera; mancano gli ulteriori passi fatti dopo, perché la massificazione e il livellamento sono andati ben oltre il livello di cui lui parlava.

Adesso che i soldi non bastano più a nessuno sta venendo fuori veramente il peggio.
Io ho un ruolo parziale nel far capire agli studenti quanto sono stronzi, e lo svolgo cercando di acquisire il maggior ascendente possibile su di loro, in modo che quando gli dico che una cosa è cacca possano anche considerare la possibilità che lo sia veramente.
Ma le famiglie in cui vivono sono allucinanti, e l'imprinting lo danno loro.
Salvo poi chiederci di "educargli" dei figli che sono allo stato di bestioline a causa loro.

Ormai a questa gente non rimane che scagliarsi contro chi sta peggio di loro, perché anni di mazzate in capa li devono pure sfogare in qualche modo; incapaci di mettersi insieme agli altri per migliorare le cose, individualisti per non dividere niente con nessuno, incattiviti perché si sono accorti (furbissimi) che non arriveranno mai ad avere niente di quello che gli è stato promesso ma non possono ammettere di aver sbagliato tutto.

Insomma, non è questione di casertani, al nord e al sud stessa merda.
Magari una volta ci vedremo da vicino e ci faremo una chicchierata in un bar, giusto per appiccicarci con quelli del tavolo a fianco e finire la serata a mazzate, come ai miei tempi.

Un abbraccio Capetiè, anche se non capisci un cazzo di calcio (della gestione della società un po' di più). :bacino:
moriremo tutti....ricordalo
È un dolore enorme.
É chiaro che il suo obiettivo é quello: lo scudetto, poi la Champions, dopodiché avrà sei milioni di persone ai suoi piedi pronte a tutto per lui e disposte a innalzarlo come dittatore illuminato con un colpo di stato.

Online CharMeg

  • *
  • Registrazione: Giu 2011
  • Post: 9274
  • Località: Frazione di un piccolo paese in provincia di Torino
  • Sesso: Maschio
  • Vecchio cazzone nonchè ziprevt
L'imbecille - La loggia del Caos
« Risposta #23066 il: 29 Luglio, 2017, 09:16:09 am »
Diciamo che il topic è quello giusto.
moriremo tutti....ricordalo
È un dolore enorme.
É chiaro che il suo obiettivo é quello: lo scudetto, poi la Champions, dopodiché avrà sei milioni di persone ai suoi piedi pronte a tutto per lui e disposte a innalzarlo come dittatore illuminato con un colpo di stato.

Offline musicmad

  • *
  • Registrazione: Feb 2014
  • Post: 1808
  • Sesso: Maschio
Re:L'imbecille - La loggia del Caos
« Risposta #23067 il: 29 Luglio, 2017, 12:56:40 pm »
E che c'entra, tu SEI casertano.
wa frà ma nu pazzià proprio. Io ho vissuto caserta in vari modi parlo di occupazioni, iniziative culturali, ho portato un genere musicale che non esisteva in quella città di merda e ti dico che trasversalmente non ce n'è uno buono dal più chiattillo al più 'finto' alternativo. Vivono in una bolla illusoria legata alla reggia e allo scudetto della giuve caserta basket, con le ragazze (come disse qualcuno già su sto forum) che a 15 anni paren già e mamm a 50. Il male assoluto. Poi ovviamente uno non conosce tutti i paesi chefanno provincia CE(ss) ma quelli più vicini geograficamente alla cittadina di caserta gli somigliano in maniera quasi pedissequa (forse tranne marcianise). Noi stiamo a 20min da caserta e 15 da napoli. Vient a fa nu gir se ne hai opportunità. QUINDI IO NON SONO CASERTANO.

A dir il vero il mio grado di misantropia è salito di parecchio negli ultimi anni. Lavorando nel campo in cui lavoro poi siamo giunti a livelli esponenziali. La cosa che non mi va giù è che questo paese sia diventato una landa desolata dove qualsiasi artista degno di questo nome, per emergere, deve livellarsi alla mediocrità che impera in ogni settore, che sia musica, letteratura, cinema. Un paese dove la meritocrazia non esiste proprio più, dove la cultura del lavoro e la cultura stessa sono assenti. E tutto ciò genera solo orde di sagliuti di capa che si specchiano di continuo, replicanti che seguono un iter ufficioso, un rituale del divertimento, passivamente però, avatar di loro stessi travestiti da qualcun'altro, ad immagine e somiglianza dei vuotisti che campeggiano su Instagram. Ormai mi è proprio difficile parlare con qualcuno di determinati argomenti senza pensare "ua chist è proprio 'nu mongoloide", e pensare 'ca me faccio pure 'o problema di essere divenuto troppo saccente.
Mi allineo al pensiero dadaista di Capetiellejon, perchè sono cose verissime.
Gabbiadini 4,5 : Mai vai a cacare, complessato del cazzo. L'unica punta che non è riuscita ad emergere col gioco di Sarri, veramente è come se uno frequentasse Rocco Siffredi e non riuscisse a farsi una pelle.

Offline Uranio

  • *
  • Registrazione: Gen 2010
  • Post: 2033
Re:L'imbecille - La loggia del Caos
« Risposta #23068 il: 29 Luglio, 2017, 13:09:32 pm »
Pensavo che l accoppiata birra e tarallo debba diventare patrimonio dell' Unesco  :sbav:

Online CharMeg

  • *
  • Registrazione: Giu 2011
  • Post: 9274
  • Località: Frazione di un piccolo paese in provincia di Torino
  • Sesso: Maschio
  • Vecchio cazzone nonchè ziprevt
Re:L'imbecille - La loggia del Caos
« Risposta #23069 il: 29 Luglio, 2017, 14:22:43 pm »
wa frà ma nu pazzià proprio. Io ho vissuto caserta in vari modi parlo di occupazioni, iniziative culturali, ho portato un genere musicale che non esisteva in quella città di merda e ti dico che trasversalmente non ce n'è uno buono dal più chiattillo al più 'finto' alternativo. Vivono in una bolla illusoria legata alla reggia e allo scudetto della giuve caserta basket, con le ragazze (come disse qualcuno già su sto forum) che a 15 anni paren già e mamm a 50. Il male assoluto. Poi ovviamente uno non conosce tutti i paesi chefanno provincia CE(ss) ma quelli più vicini geograficamente alla cittadina di caserta gli somigliano in maniera quasi pedissequa (forse tranne marcianise). Noi stiamo a 20min da caserta e 15 da napoli. Vient a fa nu gir se ne hai opportunità. QUINDI IO NON SONO CASERTANO.
Mi allineo al pensiero dadaista di Capetiellejon, perchè sono cose verissime.
Stranissimo leggere quello che scrivete, non ne ho una percezione diretta perché manco da Napoli da più di 25 anni, e tornarci ogni tanto non è lo stesso.
Mi fido di quello che dite.
Soprattutto tu, che sei casertano e lo vivi tutti i giorni. Ah no scusa! :asd: :asd: :asd:

A parte gli scherzi, la situazione che descrive Capetiello e che confermi tu non è ristretta a Caserta, purtroppo.
moriremo tutti....ricordalo
È un dolore enorme.
É chiaro che il suo obiettivo é quello: lo scudetto, poi la Champions, dopodiché avrà sei milioni di persone ai suoi piedi pronte a tutto per lui e disposte a innalzarlo come dittatore illuminato con un colpo di stato.

Offline musicmad

  • *
  • Registrazione: Feb 2014
  • Post: 1808
  • Sesso: Maschio
Re:L'imbecille - La loggia del Caos
« Risposta #23070 il: 29 Luglio, 2017, 16:21:18 pm »
Stranissimo leggere quello che scrivete, non ne ho una percezione diretta perché manco da Napoli da più di 25 anni, e tornarci ogni tanto non è lo stesso.
Mi fido di quello che dite.
Soprattutto tu, che sei casertano e lo vivi tutti i giorni. Ah no scusa! :asd: :asd: :asd:

A parte gli scherzi, la situazione che descrive Capetiello e che confermi tu non è ristretta a Caserta, purtroppo.
si ma sono andato via 5 anni fa non 25  :asd: :asd:
Comunque si forse è una generalizzazione pesante ma come esperienza diretta di cose vissute e ti assicuro tante e in diversi contesti, caserta purtroppo è abitata per lo più da persone che definirei lo specchio dell'italiano medio anche un pò in decadenza va. Gli unici con cui mi sono trovato bene erano guarda caso di origine napoletana, ma poi dopo un pò che stanno a caserta si uniformano.

Gabbiadini 4,5 : Mai vai a cacare, complessato del cazzo. L'unica punta che non è riuscita ad emergere col gioco di Sarri, veramente è come se uno frequentasse Rocco Siffredi e non riuscisse a farsi una pelle.

Offline Capetiellejon

  • *
  • Registrazione: Apr 2015
  • Post: 1698
  • Ogni Capetiello è bello 'a zizza soja!
Re:L'imbecille - La loggia del Caos
« Risposta #23071 il: 29 Luglio, 2017, 17:39:48 pm »
Chi non ci sta dentro non ci crede, ma quelli so cazzo di far inquartare pure a padreppio.

Un bacio al pressore che è proprio 'nu bravommo, sfigura 'ca dinto al cospetto di tante sacchette.

Online CharMeg

  • *
  • Registrazione: Giu 2011
  • Post: 9274
  • Località: Frazione di un piccolo paese in provincia di Torino
  • Sesso: Maschio
  • Vecchio cazzone nonchè ziprevt
Re:L'imbecille - La loggia del Caos
« Risposta #23072 il: 29 Luglio, 2017, 17:45:29 pm »


Chi non ci sta dentro non ci crede, ma quelli so cazzo di far inquartare pure a padreppio.

Un bacio al pressore che è proprio 'nu bravommo, sfigura 'ca dinto al cospetto di tante sacchette.

Io qui mi ci trovo bene. :look:

Sacchetta! :asd:
moriremo tutti....ricordalo
È un dolore enorme.
É chiaro che il suo obiettivo é quello: lo scudetto, poi la Champions, dopodiché avrà sei milioni di persone ai suoi piedi pronte a tutto per lui e disposte a innalzarlo come dittatore illuminato con un colpo di stato.