Autore Topic: House of Cards  (Letto 14330 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Online Starfred

  • *
  • Registrazione: Feb 2011
  • Post: 51661
  • Sesso: Maschio
  • intellettuale
Re:House of Cards [SPOILER fino a 1x11]
« Risposta #40 il: 16 Aprile, 2014, 20:04:32 pm »
a meno che non sei una sedicenne alle prese con l'arrapamento adolescenziale, questa è veramente gente di merda.

Offline Alemao

  • *
  • Registrazione: Giu 2011
  • Post: 19747
  • È ora di dire pasta alle diete crudeli.
Re:House of Cards [SPOILER fino a 1x11]
« Risposta #41 il: 16 Aprile, 2014, 21:14:15 pm »
E solo tu mi sa :asd:

Ah ma pure io sono d'accordo: questa serie è scritta e pensata meglio: è di un livello superiore rispetto a Breaking Bad, che è e resta una grandissima serie. Matthew Weiner però con Mad Men ha creato davvero quslcosa di unico. Per quanto mi riguarda le tre migliori sono:

1 Mad Men: Capolavoro
2 The Wire: la migliore serie in quanto a realismo
3 House of Cards: la serie più raffinata, quella strutturata e recitata meglio

John Belushi? No, più simile a Germano Bellavia

Offline tonysea7

  • *
  • Registrazione: Ago 2010
  • Post: 3609
Re:House of Cards [SPOILER fino a 1x11]
« Risposta #42 il: 16 Aprile, 2014, 21:29:12 pm »
Vi scordate i soprano.

Online Starfred

  • *
  • Registrazione: Feb 2011
  • Post: 51661
  • Sesso: Maschio
  • intellettuale
Re:House of Cards [SPOILER fino a 1x11]
« Risposta #43 il: 16 Aprile, 2014, 23:02:52 pm »
Ah ma pure io sono d'accordo: questa serie è scritta e pensata meglio: è di un livello superiore rispetto a Breaking Bad, che è e resta una grandissima serie. Matthew Weiner però con Mad Men ha creato davvero quslcosa di unico. Per quanto mi riguarda le tre migliori sono:

1 Mad Men: Capolavoro
2 The Wire: la migliore serie in quanto a realismo
3 House of Cards: la serie più raffinata, quella strutturata e recitata meglio

Sono d'accordo con te (anche se io quelle tre le metto a pari merito) e con antoniomare7 quando dice di includere i Soprano :sisi:
Per me anche The Shield merita ed è a questi livelli, forse un'antecchia sotto.
« Ultima modifica: 16 Aprile, 2014, 23:04:06 pm da Starfred »
a meno che non sei una sedicenne alle prese con l'arrapamento adolescenziale, questa è veramente gente di merda.

Offline Dhu

  • *
  • Registrazione: Nov 2009
  • Post: 3593
Re:House of Cards [SPOILER fino a 1x11]
« Risposta #44 il: 17 Aprile, 2014, 00:18:40 am »
Il livello di tensione e le emozioni che Breaking Bad ti trasmette House of Cards se le sogna e per giunta la prima risulta anche molto meno artificiosa della serie Netflix. Ho detto già qual è per me il problema di House of Cards: l'onnipotenza di Underwood che, per quanto sappia che il carisma di Spacey sia alla base della serie, rende House of Card ancor meno credibile (per una stagione e mezza buona, almeno) di una serie con incidenti aerei e tizi senza faccia che camminano.
 Inoltre il modo che ha avuto la serie di Gilligan di gestire i ritmi è stato il colpo di classe: senza la lentezza delle prime stagioni le ultime non sarebbero mai state le stesse; House of Cards è risultata invece frenetica e soffocante sin dall'inizio e penso che col passare delle stagioni si finirà per notare sempre di più quanto questo sia un fattore limitante.

Buona serie quella di Spacey, ma non la chiamerei mai "capolavoro" come invece non fatico a definire Breaking Bad.


P.s. se ci dobbiamo metterr I soprano io allora ci metto anche Six Feet Under :look:

Inviato dal mio GT-I9505 utilizzando Tapatalk


Offline SalvyTheCrow

  • *
  • Registrazione: Lug 2010
  • Post: 23072
  • Sesso: Maschio
Re:House of Cards [SPOILER fino a 1x11]
« Risposta #45 il: 17 Aprile, 2014, 09:36:36 am »
sarà che a me l'idea di fondo di Breaking Bad non è mai piaciuta più di tanto, ma la reputo un'ottima serie eccessivamente pompata dai più (un po' come GoT, che azzecca e deve il suo successo esclusivamente alla bontà delle opere di Martin e a Peter Dinklage, unico attore realmente notevole del cast). House Of Cards mi piace di più, anche per come avanza la narrazione e per come sono "dipinte" le scene. Ovviamente sono gusti eh.
sii sempre la star della freva altrui.
Ma vergognati, schiavo sudista che non sei altro!

Offline Alemao

  • *
  • Registrazione: Giu 2011
  • Post: 19747
  • È ora di dire pasta alle diete crudeli.
Re:House of Cards [SPOILER fino a 1x11]
« Risposta #46 il: 17 Aprile, 2014, 11:33:28 am »
Il livello di tensione e le emozioni che Breaking Bad ti trasmette House of Cards se le sogna e per giunta la prima risulta anche molto meno artificiosa della serie Netflix. Ho detto già qual è per me il problema di House of Cards: l'onnipotenza di Underwood che, per quanto sappia che il carisma di Spacey sia alla base della serie, rende House of Card ancor meno credibile (per una stagione e mezza buona, almeno) di una serie con incidenti aerei e tizi senza faccia che camminano.
 Inoltre il modo che ha avuto la serie di Gilligan di gestire i ritmi è stato il colpo di classe: senza la lentezza delle prime stagioni le ultime non sarebbero mai state le stesse; House of Cards è risultata invece frenetica e soffocante sin dall'inizio e penso che col passare delle stagioni si finirà per notare sempre di più quanto questo sia un fattore limitante.

Buona serie quella di Spacey, ma non la chiamerei mai "capolavoro" come invece non fatico a definire Breaking Bad.


P.s. se ci dobbiamo metterr I soprano io allora ci metto anche Six Feet Under :look:

Inviato dal mio GT-I9505 utilizzando Tapatalk

Se parli di credibilità caschi malissimo, perché seguendo il tuo ragionamento potrei dire le stesse cose su Breaking Bad e Heisenberg, che dal nulla mette su un impero del crimine, sopravvive ad attentati, a pazzi sanguinari e riesce a eliminarli uno per uno, beffando il suocero e la Polizia e sarebbe sbagliato da parte mia fare un ragionamento simile al tuo, perché una serie tv così come un film non va giudicata in questo modo. Di Breaking Bad è grandiosa la trasformazione di Walter White in Heisenberg in una sorta di riproposizione del Dottor Jekyll e Mister Hyde in versione moderna, non certo l'attinenza alla veridicità delle situazioni. È sbagliato il presupposto da cui parti: la credibilità intesa come stretta attinenza alla realtà di tutti i giorni. Alla base di vicende più o meno veritiere ci sta il racconto di queste in forma romanzata per fare presa sul pubblico. È ben altro che rende grande una serie: come è strutturata, recitata, sceneggiata, con quale cura vengono indagati i personaggi. È paradossale poi che, quando parli di Spacey come mattatore, ti dimentichi che pure Cranston lo è stato in Breaking Bad.

Alla fine si riduce, come è giusto che sia, a quello che più ti piace. A me Breaking Bad è piaciuta assai, ma non la ritengo la migliore serie che ho visto.

« Ultima modifica: 17 Aprile, 2014, 11:36:34 am da Alemao »

John Belushi? No, più simile a Germano Bellavia

falceEmarcello

Re:House of Cards [SPOILER fino a 1x11]
« Risposta #47 il: 17 Aprile, 2014, 11:38:26 am »
I soprano e' la numero 1 senza se e senza ma
io metterei nella top anche romanzo criminale di sollima

Offline tonysea7

  • *
  • Registrazione: Ago 2010
  • Post: 3609
Re:House of Cards [SPOILER fino a 1x11]
« Risposta #48 il: 17 Aprile, 2014, 12:58:54 pm »
Per me: 1)Soprano 2)The Wire 3)Breaking Bad

Offline Genny Fenny

  • *
  • Registrazione: Apr 2011
  • Post: 21963
  • Voglia di Partenope
Re:House of Cards [SPOILER fino a 1x11]
« Risposta #49 il: 17 Aprile, 2014, 13:04:14 pm »
1 Paccheri vento di mare
2 Cascata di gnocchi al ragù
3 Lasagne con purpettelle fritte

Offline Dhu

  • *
  • Registrazione: Nov 2009
  • Post: 3593
Re:House of Cards [SPOILER fino a 1x11]
« Risposta #50 il: 17 Aprile, 2014, 13:21:27 pm »
Se parli di credibilità caschi malissimo, perché seguendo il tuo ragionamento potrei dire le stesse cose su Breaking Bad e Heisenberg, che dal nulla mette su un impero del crimine, sopravvive ad attentati, a pazzi sanguinari e riesce a eliminarli uno per uno, beffando il suocero e la Polizia e sarebbe sbagliato da parte mia fare un ragionamento simile al tuo, perché una serie tv così come un film non va giudicata in questo modo. Di Breaking Bad è grandiosa la trasformazione di Walter White in Heisenberg in una sorta di riproposizione del Dottor Jekyll e Mister Hyde in versione moderna, non certo l'attinenza alla veridicità delle situazioni. È sbagliato il presupposto da cui parti: la credibilità intesa come stretta attinenza alla realtà di tutti i giorni. Alla base di vicende più o meno veritiere ci sta il racconto di queste in forma romanzata per fare presa sul pubblico. È ben altro che rende grande una serie: come è strutturata, recitata, sceneggiata, con quale cura vengono indagati i personaggi. È paradossale poi che, quando parli di Spacey come mattatore, ti dimentichi che pure Cranston lo è stato in Breaking Bad.

Alla fine si riduce, come è giusto che sia, a quello che più ti piace. A me Breaking Bad è piaciuta assai, ma non la ritengo la migliore serie che ho visto.
Presumo tu abbia visto entrambe le serie interamente, quindi è probabile che ci sia qualche spoiler d'ora in avanti nelle mie parole :look:

La differenza tra attinenza al reale e credibilità, per come la vedo io, è sottilissima ma c'è.
Quando parlo di credibilità mi riferisco al modo che ha Underwood di manipolare chiunque sia attorno a lui: per me la credibilità di una serie si vede nei rapporti che hanno i personaggi e nelle loro reazioni anche quando si confrontano col protagonista. Ecco perché avevo già portato avanti l'esempio dell'incidente aereo: per quanto possa essere altamente improbabile nella realtà, è un evento che non tocca la credibilità della serie, perché è una cosa che semplicemente accade. Gli sceneggiatori, a mio avviso, possono prendere con assoluta libertà la decisione di far accadere eventi improbabili, ma fanno risultare una serie forzata nel momento in cui un personaggio agisce in maniera diversa da quello che dovrebbe essere il suo modo di comportarsi (per me il modo in cui Walker preferisca Underwood a Tusk non è affatto "naturale" e alla base del perché questo accade vi è semplicemente la superiorità del personaggio di Spacey rispetto agli altri).


Non c'è alcun paradosso poi, perché Cranston è stato anche mattatore, ma ha avuto i suoi momenti di crisi ed è stato capace di fare numerosi sbagli, è stato frenato dall'affetto che prova per la sua famiglia e per le persone attorno a lui. Heisenberg ha trionfato, ma ha trionfato dopo aver superato numerose prove, Underwood è invece già un vincente, è il classico superuomo televisivo incapace di sbagliare un colpo (vedasi Sherlock): durante la serie non commette errori e ogni cosa che fa la fa perché sa già che alla lunga, per quanto possa trovarsi sull'orlo di un precipizio, la sua sarà una mossa vincente. Il giorno in cui Underwood cadrà pesantemente e si rimetterà in discussione sarà un grande giorno per questa serie.

Concordo con il corvo: House of Cards è superiore nell'idea di base, la storia di Breaking Bad, per quanto apprezzi il modo in cui è stata trattata è parecchio più banale (e i personaggi sono anche piuttosto stereotipati). Mai mi sarei aspettato invece che una serie che parla in politichese risultasse così buona e così poco noiosa.

Citazione
Alla fine si riduce, come è giusto che sia, a quello che più ti piace. A me Breaking Bad è piaciuta assai, ma non la ritengo la migliore serie che ho visto.
Certo, ci mancherebbe pure. Io I Soprano, the Wire e Mad Men non le ho viste ancora e al momento proprio breaking Bad è quella che ritengo la miglior serie che ho visto: House of Cards pure mi sta piacendo parecchio ma la ritengo ancora inferiore.
« Ultima modifica: 17 Aprile, 2014, 13:27:17 pm da Dhu »

Online Starfred

  • *
  • Registrazione: Feb 2011
  • Post: 51661
  • Sesso: Maschio
  • intellettuale
Re:House of Cards [SPOILER fino a 1x11]
« Risposta #51 il: 17 Aprile, 2014, 13:29:18 pm »
Io non riesco a capire perché oggigiorno si parla sempre di credibilità o verisimiglianza come discriminante incredibile per valutare una Serie TV o un film. Ed ecco che escono i buchi di sceneggiatura, i personaggi troppo machiavellici ecc. ecc. .

La sospensione dell'incredulità è fondamentale per approcciarsi a qualsiasi prodotto su schermo (ed anche fuori dallo schermo), visto che di base, filosoficamente, non esiste il concetto di realtà universalmente conoscibile dall'essere umano. Inoltre, proprio la necessità di mandare dei fatti su questo particolare canale rende necessari degli accorgimenti di montaggio e di ritmo che nel quotidiano sarebbero impossibili.
L'importante è che il tempo, le azioni ed i caratteri dei personaggi siano coerenti all'interno di quel prodotto, tale da confezionare un piatto credibile sia analizzato se preso singolarmente che nella sua idea di genere (es. : Romanzo Criminale e l'hard boiled).

Personalmente io credo che HoC sia un prodotto migliore di Breaking Bad nell'idea, nella capacità di raccontare intrighi politici con una classe ed un'empatia che mai si erano viste in televisione e nel taglio che è molto cinematografico. Poi a ciascuno il suo.
a meno che non sei una sedicenne alle prese con l'arrapamento adolescenziale, questa è veramente gente di merda.

Offline Dhu

  • *
  • Registrazione: Nov 2009
  • Post: 3593
Re:House of Cards [SPOILER fino a 1x11]
« Risposta #52 il: 17 Aprile, 2014, 13:38:23 pm »
Io non riesco a capire perché oggigiorno si parla sempre di credibilità o verisimiglianza come discriminante incredibile per valutare una Serie TV o un film. Ed ecco che escono i buchi di sceneggiatura, i personaggi troppo machiavellici ecc. ecc. .
Perché altrimenti vivremmo in un mondo in cui Sherlock viene considerata dai più una delle migliori serie tv esistenti. Oh no, wait... :look:

L'importante è che il tempo, le azioni ed i caratteri dei personaggi siano coerenti all'interno di quel prodotto, tale da confezionare un piatto credibile sia analizzato se preso singolarmente che nella sua idea di genere (es. : Romanzo Criminale e l'hard boiled).

Personalmente io credo che HoC sia un prodotto migliore di Breaking Bad nell'idea, nella capacità di raccontare intrighi politici con una classe ed un'empatia che mai si erano viste in televisione e nel taglio che è molto cinematografico. Poi a ciascuno il suo.
Infatti è quello che penso ma è anche quello su cui sto puntando il dito :look: per me il grassettato è proprio ciò in cui pecca HoC. Sulla conclusione, se leggi anche le ultime righe del mio post, ci troviamo ma evidentemente valutiamo con pesi diversi i vari fattori. :look:

Offline Alemao

  • *
  • Registrazione: Giu 2011
  • Post: 19747
  • È ora di dire pasta alle diete crudeli.
Re:House of Cards [SPOILER fino a 1x11]
« Risposta #53 il: 17 Aprile, 2014, 13:42:50 pm »
Presumo tu abbia visto entrambe le serie interamente, quindi è probabile che ci sia qualche spoiler d'ora in avanti nelle mie parole :look:

La differenza tra attinenza al reale e credibilità, per come la vedo io, è sottilissima ma c'è.
Quando parlo di credibilità mi riferisco al modo che ha Underwood di manipolare chiunque sia attorno a lui: per me la credibilità di una serie si vede nei rapporti che hanno i personaggi e nelle loro reazioni anche quando si confrontano col protagonista. Ecco perché avevo già portato avanti l'esempio dell'incidente aereo: per quanto possa essere altamente improbabile nella realtà, è un evento che non tocca la credibilità della serie, perché è una cosa che semplicemente accade. Gli sceneggiatori, a mio avviso, possono prendere con assoluta libertà la decisione di far accadere eventi improbabili, ma fanno risultare una serie forzata nel momento in cui un personaggio agisce in maniera diversa da quello che dovrebbe essere il suo modo di comportarsi (per me il modo in cui Walker preferisca Underwood a Tusk non è affatto "naturale" e alla base del perché questo accade vi è semplicemente la superiorità del personaggio di Spacey rispetto agli altri).


Non c'è alcun paradosso poi, perché Cranston è stato anche mattatore, ma ha avuto i suoi momenti di crisi ed è stato capace di fare numerosi sbagli, è stato frenato dall'affetto che prova per la sua famiglia e per le persone attorno a lui. Heisenberg ha trionfato, ma ha trionfato dopo aver superato numerose prove, Underwood è invece già un vincente, è il classico superuomo televisivo incapace di sbagliare un colpo (vedasi Sherlock): durante la serie non commette errori e ogni cosa che fa la fa perché sa già che alla lunga, per quanto possa trovarsi sull'orlo di un precipizio, la sua sarà una mossa vincente. Il giorno in cui Underwood cadrà pesantemente e si rimetterà in discussione sarà un grande giorno per questa serie.

Concordo con il corvo: House of Cards è superiore nell'idea di base, la storia di Breaking Bad, per quanto apprezzi il modo in cui è stata trattata è parecchio più banale (e i personaggi sono anche piuttosto stereotipati). Mai mi sarei aspettato invece che una serie che parla in politichese risultasse così buona e così poco noiosa.
Certo, ci mancherebbe pure. Io I Soprano, the Wire e Mad Men non le ho viste ancora e al momento proprio breaking Bad è quella che ritengo la miglior serie che ho visto: House of Cards pure mi sta piacendo parecchio ma la ritengo ancora inferiore.

Spoiler non ne voglio fare e tu non farne per rispetto altrui, ma questo non è vero. Mi sa che la serie non l'hai vista bene o, meglio, che non ne hai capito l'idea di fondo.

« Ultima modifica: 17 Aprile, 2014, 13:43:52 pm da Alemao »

John Belushi? No, più simile a Germano Bellavia

Online Starfred

  • *
  • Registrazione: Feb 2011
  • Post: 51661
  • Sesso: Maschio
  • intellettuale
Re:House of Cards [SPOILER fino a 1x11]
« Risposta #54 il: 17 Aprile, 2014, 13:43:34 pm »
Perché altrimenti vivremmo in un mondo in cui Sherlock viene considerata dai più una delle migliori serie tv esistenti. Oh no, wait... :look:
Infatti è quello che penso ma è anche quello su cui sto puntando il dito :look: per me il grassettato è proprio ciò in cui pecca HoC. Sulla conclusione, se leggi anche le ultime righe del mio post, ci troviamo ma evidentemente valutiamo con pesi diversi i vari fattori. :look:

Eh ma cioè tu devi sapere a cosa vai incontro ed a cosa ti approcci.
Se cerchi la realtà non la troverai nemmeno in un documentario. Perché la realtà presa come tale non può esistere se si interpone un altro soggetto in mezzo, che sia tu o un regista, perché è la tua realtà è la tua visione delle cose. E se stai vedendo qualcosa devi mettere da parte questo fattore, valutando secondo il metro dell'opera stessa e la sua coerenza interna.
E per me HoC è coerente. Anche perché il montaggio è denso ed incalzante per scelta, e non può essere un problema.
« Ultima modifica: 17 Aprile, 2014, 13:44:55 pm da Starfred »
a meno che non sei una sedicenne alle prese con l'arrapamento adolescenziale, questa è veramente gente di merda.

Online Starfred

  • *
  • Registrazione: Feb 2011
  • Post: 51661
  • Sesso: Maschio
  • intellettuale
Re:House of Cards [SPOILER fino a 1x11]
« Risposta #55 il: 17 Aprile, 2014, 13:44:28 pm »
Ah gli spoiler sotto il tasto spoiler. Che maronn :maronn:
a meno che non sei una sedicenne alle prese con l'arrapamento adolescenziale, questa è veramente gente di merda.

Offline SalvyTheCrow

  • *
  • Registrazione: Lug 2010
  • Post: 23072
  • Sesso: Maschio
Re:House of Cards [SPOILER fino a 1x11]
« Risposta #56 il: 17 Aprile, 2014, 13:47:43 pm »
Perché altrimenti vivremmo in un mondo in cui Sherlock viene considerata dai più una delle migliori serie tv esistenti. Oh no, wait... :look:

Sherlock è Dr.Who senza TARDIS, un simpatico passatempo. Da questo punto di vista è fatta bene  :look: poi a me Benedict Cumberbatch piace molto  :sisi:
sii sempre la star della freva altrui.
Ma vergognati, schiavo sudista che non sei altro!

Offline Dhu

  • *
  • Registrazione: Nov 2009
  • Post: 3593
Re:House of Cards [SPOILER fino a 1x11]
« Risposta #57 il: 17 Aprile, 2014, 13:51:51 pm »
Spoiler non ne voglio fare e tu non farne per rispetto altrui, ma questo non è vero. Mi sa che la serie non l'hai vista bene o, meglio, che non ne hai capito l'idea di fondo.
Vabbè credo che chi prosegue la lettura nonostante gli avvertimenti un po' se lo va a cercare, comunque puoi anche usare il tasto spoiler: a che ti riferisci?

Sherlock è Dr.Who senza TARDIS, un simpatico passatempo. Da questo punto di vista è fatta bene  :look: poi a me Benedict Cumberbatch piace molto  :sisi:

Ma infatti la guardo pure, ma è scema e sopravvalutata :look:
« Ultima modifica: 17 Aprile, 2014, 13:53:20 pm da Dhu »

Offline Alemao

  • *
  • Registrazione: Giu 2011
  • Post: 19747
  • È ora di dire pasta alle diete crudeli.
Re:House of Cards [SPOILER fino a 1x11]
« Risposta #58 il: 17 Aprile, 2014, 13:58:08 pm »
Vabbè credo che chi prosegue la lettura nonostante gli avvertimenti un po' se lo va a cercare, comunque puoi anche usare il tasto spoiler: a che ti riferisci?

L'idea di fondo della serie è di di dare allo spettatore una descrizione/rappresentazione della politica intesa come  affermazione del Potere. Tu parli di personaggio che non commette errori. Ora senza entrare nello specifico, ogni mossa che compie Underwood va in questa direzione: nel magnificare il potere e svilire l'attività politica funzionale al raggiungimento dello stesso e non al Bene Comune. Più perdente di così.....

Io sinceramente non ci vedo poi così tante differenze tra i personaggi di White e Underwood: sono due perdenti, due antieroi, con la differenza sostanziale che c'è un modo di presentare e descrivere il personaggio in questione più raffinato e profondo in House of Cards che in Breaking Bad, almeno così la vedo.

John Belushi? No, più simile a Germano Bellavia

Online Starfred

  • *
  • Registrazione: Feb 2011
  • Post: 51661
  • Sesso: Maschio
  • intellettuale
Re:House of Cards [SPOILER fino a 1x11]
« Risposta #59 il: 17 Aprile, 2014, 14:24:33 pm »
Comunque mo sta cosa dei buchi di sceneggiatura si porta tantissimo ed in vari ambiti. Inutile dire che per me nove volte su dieci si tratta di grandi stronzate. :asd:

Il buco di sceneggiatura per me c'è quando si sfonda il muro della coerenza interna del prodotto oppure quando dei determinati incastri vanno in una determinata maniera perché così è. Insomma, il film/serie TV è scritto male.
Sono anche contrario a chi dice che lo spettatore debba riempire ciò che viene mostrato sullo schermo con delle sue operazioni mentali, visto che "mica ci possono far vedere tutto !". E' na strunzata, i film vanno casomai interpretati non integrati.

Rimanendo sul lato delle serie TV, una zeppa di buchi è The Americans. Lì accadono cose forzatissime (esempio: il bucchino parlante della prima puntata) oppure inspiegabili (esempio: le due spie che tornano a casa della negra pur sapendo che lei non avesse accettato di tradire, con il rischio di venire scoperti). Questi sono errori macroscopici.
Poi ci stanno i difetti di montaggio, che sono ancora un'altra cosa.
a meno che non sei una sedicenne alle prese con l'arrapamento adolescenziale, questa è veramente gente di merda.