Autore Topic: Politica Italiana [Elezioni 2018]  (Letto 207028 volte)  Share 

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline Godanico

  • *
  • Registrazione: Ott 2009
  • Post: 6240
  • Località: Genova
  • Sesso: Maschio
Re:Elezioni politiche 2013 (parte II)
« Risposta #80 il: 22 Gennaio, 2013, 15:10:36 pm »
Ad onta di ogni strenua decisione o voto contrario mi trovo imbarazzato, sorpreso, ferito per un'irata sensazione di peggioramento, di cui non so parlare né so fare domande…

Offline acquaLOTA

  • *
  • Registrazione: Lug 2010
  • Post: 12056
  • Località: casoria
  • Sesso: Maschio
  • No To Racism!Balotelli Turkey Lovers
Re:Elezioni politiche 2013 (parte II)
« Risposta #81 il: 22 Gennaio, 2013, 17:31:39 pm »
Il referendum non passò per pochissimo in passato e fu davvero un peccato. Per me come è o come non è storicamente poco importa. Basta semplicemente che i due partiti principali si mettano in testa una volta per tutte che è impossibile governare e sottostare ai ricatti del partitino di turno. Quando accadrà, sarà un bene per l'Italia, altrimenti si cambierà governo ogni 2 anni.
non si tratta di ricatti ma di tutela delle minoranze. la democrazia è tutelare i diritti di tutti: se oggi il pdl è salito al governo e ha fatto il porco comodo suo nonostante i tanti "partitini" cosa pensi possa succedere se vi fosse il bipolarismo? basterebbe accattarsi i voti di una decina di persone del partito opposto ed è fatta, fai le leggi al cazzo che ti pare.


secondo me si dovrebbero invece ridurre il n° dei parlamentari e dei senatori e snellire il processo di approvazione delle leggi



Starfred

R: Re:Elezioni politiche 2013 (parte II)
« Risposta #82 il: 22 Gennaio, 2013, 17:47:13 pm »
non si tratta di ricatti ma di tutela delle minoranze. la democrazia è tutelare i diritti di tutti: se oggi il pdl è salito al governo e ha fatto il porco comodo suo nonostante i tanti "partitini" cosa pensi possa succedere se vi fosse il bipolarismo? basterebbe accattarsi i voti di una decina di persone del partito opposto ed è fatta, fai le leggi al cazzo che ti pare.


Perfetto
Trattasi di patriottismo costituzionale, che in Italia non esiste

Offline nickwire

  • *
  • Registrazione: Giu 2011
  • Post: 14344
  • Sesso: Maschio
  • Mitologie sparse
Re:Elezioni politiche 2013 (parte II)
« Risposta #83 il: 22 Gennaio, 2013, 21:57:59 pm »
secondo me si dovrebbero invece ridurre il n° dei parlamentari e dei senatori e snellire il processo di approvazione delle leggi

Esistono gli emendamenti, osinnò luamm pur ò Parlament e facimm na cosa bon. :look:

Sul resto concordo: io eliminerei il Senato ad esempio. E ridurrei la Camera a 400 seggi.

Offline kaiser-5

  • *
  • Registrazione: Lug 2010
  • Post: 3235
  • Località: Quartieri Spagnoli
  • Sesso: Maschio
  • ci è mancato solo il gol
Re:Elezioni politiche 2013 (parte II)
« Risposta #84 il: 23 Gennaio, 2013, 02:24:59 am »
Io voto Vendola perché è l'unico con vedute di sinistra pura, fanculo ai laureati impeccabili, ai tecnici, e pure ai magistrati
« Ultima modifica: 23 Gennaio, 2013, 14:05:33 pm da kaiser-5 »
Reina - Rafael - Colombo - Cannavaro - Albiol - Fernandez - Britos - Gamberini - Maggio - Armero - Mesto - Dossena - Behrami - Hamsik - Inler - Radosevic - Dzemaili - Callejon - Mertens - Insigne - Pandev - Higuain - Hernandez

Offline Alemao

  • *
  • Registrazione: Giu 2011
  • Post: 19747
  • È ora di dire pasta alle diete crudeli.
Re:Elezioni politiche 2013 (parte II)
« Risposta #85 il: 23 Gennaio, 2013, 11:11:28 am »
non si tratta di ricatti ma di tutela delle minoranze. la democrazia è tutelare i diritti di tutti: se oggi il pdl è salito al governo e ha fatto il porco comodo suo nonostante i tanti "partitini" cosa pensi possa succedere se vi fosse il bipolarismo? basterebbe accattarsi i voti di una decina di persone del partito opposto ed è fatta, fai le leggi al cazzo che ti pare.


secondo me si dovrebbero invece ridurre il n° dei parlamentari e dei senatori e snellire il processo di approvazione delle leggi

No sono ricatti belli e buoni. Per buona parte lo sono. Con un sistema bipartitico, fondamentalmente bipartitico, almeno ridurresti drasticamente i veti e contro veti di questi piccoli movimenti o partiti politici. Mi devi spiegare quanto può durare un governo con Bersani e Cgil, Monti e poteri forti, Vendola e battaglia per i gay e  Casini longa manus della Chiesa. Per me non più di due anni.

Con un sistema bipartitico con soglia di sbarramento pesante gioco forza 'sti Masanielli e Unti dal Signore verrebbero tagliati fuori dai giochi e si ridurrebbe di parecchio il potere di veto, i ricatti che questi metterebbero in atto rispetto a un sistema politico che permette a un magistrato o a un comico di svegliarsi la mattina e fondarsi il partito o movimento di turno, dando vita al sottobosco di ricatti, accordi di desistenza politica, inciuci (orrido termine) che abbiamo visto in passato, vediamo nel presente e saranno senza dubbio riproposti pure nel futuro.

Per questo non ha senso proprio andare a votare, perché non c'è nessuna possibilità di stabilità di governo e di fine legislatura a queste condizioni. Un'altra cosa che trovo veramente assurda riguarda il partito per cui ho sempre votato: il Pd. Mi riferisco alle primarie. Sono state un grandissimo successo, ma pure un errore colossale, quando si è permesso a personaggi totalmente estranei al partito quali Tabacci e Vendola di parteciparvi col risultato addirittura di favorire il consenso nei confronti del pulcinella pugliese. Le primarie vanno fatte entro il recinto di appartenenza politica e partitica, non in modo da favorire il saltimbanco di turno.

John Belushi? No, più simile a Germano Bellavia

Offline djcarmine

  • *
  • Registrazione: Nov 2009
  • Post: 39235
  • DIABLO VIVE
Re:Elezioni politiche 2013 (parte II)
« Risposta #86 il: 23 Gennaio, 2013, 11:13:43 am »
alemà hai mai sentito parlare di un paese chiamato "stati uniti d'america"? :look:
ed io mi sentii in quel momento come una prostituta sverginata dai suoi aguzzini

C. Pazzo 
Noi vinciamo in quanto esistiamo. Vinciamo quando siamo in 60.000 per Napoli-Cittadella e quando ci ricordiamo di Esteban Lopez o di Picchio Varricchio. Vinciamo odiando le strisciate e vivendo in funzione di questa maglia. Vinciamo andando con un paio di amici allo stadio e non guardando la partita in casa da soli in un salotto di Reggio Calabria. Vinciamo quando siamo migliaia ad ogni trasferta, vinciamo quando uno juventino nella nostra città viene additato come essere anormale e malato di scabbia

Offline acquaLOTA

  • *
  • Registrazione: Lug 2010
  • Post: 12056
  • Località: casoria
  • Sesso: Maschio
  • No To Racism!Balotelli Turkey Lovers
Re:Elezioni politiche 2013 (parte II)
« Risposta #87 il: 23 Gennaio, 2013, 11:30:19 am »
No sono ricatti belli e buoni. Per buona parte lo sono. Con un sistema bipartitico, fondamentalmente bipartitico, almeno ridurresti drasticamente i veti e contro veti di questi piccoli movimenti o partiti politici. Mi devi spiegare quanto può durare un governo con Bersani e Cgil, Monti e poteri forti, Vendola e battaglia per i gay e  Casini longa manus della Chiesa. Per me non più di due anni.

Con un sistema bipartitico con soglia di sbarramento pesante gioco forza 'sti Masanielli e Unti dal Signore verrebbero tagliati fuori dai giochi e si ridurrebbe di parecchio il potere di veto, i ricatti che questi metterebbero in atto rispetto a un sistema politico che permette a un magistrato o a un comico di svegliarsi la mattina e fondarsi il partito o movimento di turno, dando vita al sottobosco di ricatti, accordi di desistenza politica, inciuci (orrido termine) che abbiamo visto in passato, vediamo nel presente e saranno senza dubbio riproposti pure nel futuro.

Per questo non ha senso proprio andare a votare, perché non c'è nessuna possibilità di stabilità di governo e di fine legislatura a queste condizioni. Un'altra cosa che trovo veramente assurda riguarda il partito per cui ho sempre votato: il Pd. Mi riferisco alle primarie. Sono state un grandissimo successo, ma pure un errore colossale, quando si è permesso a personaggi totalmente estranei al partito quali Tabacci e Vendola di parteciparvi col risultato addirittura di favorire il consenso nei confronti del pulcinella pugliese. Le primarie vanno fatte entro il recinto di appartenenza politica e partitica, non in modo da favorire il saltimbanco di turno.
dico solo che il pd ha fatto delle finte primarie e delle finte parlamentarie.

il sistema bipartitico consente ai pochi di entrare in parlamento e non di governare o meglio se governano non lo fanno nell'interesse di tutti ma di quelli dei propri. chi stabilisce se un comico o meno possa fare politica? allora lo steso discorso dovrebbe valere per avvocati, professori, giuristi etc... la politica non è un mestiere ma una rappresentanza ricordatelo.

detto questo a me pare che l'unico a essere stato sempre coerente con le proprie idee, discutibili o meno, sia stato grillo. degli altri vedo solo tanta ipocrisia (vedi il pdl con sta storia delle liste pulite capeggiate da un farabbutto) e pd (che mette ai primi posti dei candidati non Campani. Epifani, Enrico Letta. Ma che cazzo c'entrano con Napoli e con la Campania?! Ma per quale motivo le liste delle Regioni meridionali ci devono essere politici del Nord? Per questo motivo in Puglia nel PD c'è stata un'autentica sommossa! Anche perché non si rispettava il risultato delle parlamentarie . Questo fatto che i parlamentari del PD siano stati scelti dall'elettorato è una bufala colossale! Chi cazzo li ha votati Epifani ed Enrico Letta?! Per come si è comportato il PD nel redarre le liste, il Sud conterà sempre meno. Anche il PD è un partito che guarda quasi solo al Nord e poco al Sud! E questo è un aspetto che mi urta tantissimo!). e questi sono quelli che dovrebbero costituire il sistema bipartitico?!


edit

ma lo vuoi capire che i veti e i controveti sono un bene a tutela della democrazia? cazzo non tutte le leggi meritano di passare senza tarantelle varie! pensa a berlusconi che fa la legge "tutti quelli che hanno una tv privata possono fare falsi in bilancio" cazzo il veto in questo caso è d'obbligo o no? col sistema bipartitico una legge di questo tipo potrebbe passare, anche se forse verrebbe bloccata dalla corte costituzionale (comunista :look: )
« Ultima modifica: 23 Gennaio, 2013, 11:40:15 am da acquaLOTA »



Offline Alemao

  • *
  • Registrazione: Giu 2011
  • Post: 19747
  • È ora di dire pasta alle diete crudeli.
Re:Elezioni politiche 2013 (parte II)
« Risposta #88 il: 23 Gennaio, 2013, 12:03:31 pm »
dico solo che il pd ha fatto delle finte primarie e delle finte parlamentarie.

il sistema bipartitico consente ai pochi di entrare in parlamento e non di governare o meglio se governano non lo fanno nell'interesse di tutti ma di quelli dei propri. chi stabilisce se un comico o meno possa fare politica? allora lo steso discorso dovrebbe valere per avvocati, professori, giuristi etc... la politica non è un mestiere ma una rappresentanza ricordatelo.

detto questo a me pare che l'unico a essere stato sempre coerente con le proprie idee, discutibili o meno, sia stato grillo. degli altri vedo solo tanta ipocrisia (vedi il pdl con sta storia delle liste pulite capeggiate da un farabbutto) e pd (che mette ai primi posti dei candidati non Campani. Epifani, Enrico Letta. Ma che cazzo c'entrano con Napoli e con la Campania?! Ma per quale motivo le liste delle Regioni meridionali ci devono essere politici del Nord? Per questo motivo in Puglia nel PD c'è stata un'autentica sommossa! Anche perché non si rispettava il risultato delle parlamentarie . Questo fatto che i parlamentari del PD siano stati scelti dall'elettorato è una bufala colossale! Chi cazzo li ha votati Epifani ed Enrico Letta?! Per come si è comportato il PD nel redarre le liste, il Sud conterà sempre meno. Anche il PD è un partito che guarda quasi solo al Nord e poco al Sud! E questo è un aspetto che mi urta tantissimo!). e questi sono quelli che dovrebbero costituire il sistema bipartitico?!


edit

ma lo vuoi capire che i veti e i controveti sono un bene a tutela della democrazia? cazzo non tutte le leggi meritano di passare senza tarantelle varie! pensa a berlusconi che fa la legge "tutti quelli che hanno una tv privata possono fare falsi in bilancio" cazzo il veto in questo caso è d'obbligo o no? col sistema bipartitico una legge di questo tipo potrebbe passare, anche se forse verrebbe bloccata dalla corte costituzionale (comunista :look: )

Con un sistema bipartitico ci sarebbero meno salti della quaglia da uno schieramento all'altro, mentre 'sti gruppetti che campano di misere percentuali politiche sono un coacervo di frammentazione politica persino al loro interno col risultato che alcuni di questi si sono scissi addirittura tra di loro e alcuni appartenenti agli stessi si sono rivelati determinanti nel far cadere la propria coalizione in cambio di vitalizi, posti da sottosegretario, in cambio di una comoda rielezione nella successiva legislatura: Scilipoti e Razzi,ma pure Dini con Prodi ne sono un esempio chiarissimo di tale situazione e quando vanno al governo dimostrano ancora di più la propria incapacità politica a governare perché per lo più affetti dal populismo più bieco.

Mi devi spiegare che significa "partito di Lotta e di Governo", espressione usata dall'ex presidente Bertinotti. Mi devi spiegare come fanno a convivere posizioni a favore e anti Nato, Tav e quant'altro quando si deve votare una legge al riguardo o semplicemente decidere l'intervento militare in una zona critica. Parli di Grillo poi e della sua "coerenza". Beh io ti dico solo che è una coerenza di facciata, perché il personaggio in questione è l'emblema dell'incoerenza. È uno che fa primarie farlocche via internet, magnificandone il mezzo come strumento di democrazia, e che all'inizio degli anni '80 faceva il luddista distruggendo i computer nei suoi spettacoli, un personaggio che a me ricorda tantissimo e in modo inquietante quello di "Quinto Potere", film che ti consiglio di vedere.

Se mi parli di programma del Pd, almeno a grandi linee, pur non condividendone strategie, in sostanza so a cosa mi riferisco. Se mi parli del programma di Grillo, faccio fatica a capire che misure anti crisi voglia mettere in atto. Se mi parli di quello di Ingroia e Di Pietro poi vorrei che ce ne fosse uno a spiegarmi che cazzo vogliono fare questi se vengono eletti o entrano a far parte del governo o dell'opposizione e via dicendo. A me pare che l'improvvisazione e il populismo siano proprio parte costituente del dna di 'sti movimenti politici e partitici, il cui unico scopo è quello di erodere il consenso nei confronti dei più grandi senza alcuna linea programmatica.

John Belushi? No, più simile a Germano Bellavia

Offline acquaLOTA

  • *
  • Registrazione: Lug 2010
  • Post: 12056
  • Località: casoria
  • Sesso: Maschio
  • No To Racism!Balotelli Turkey Lovers
Re:Elezioni politiche 2013 (parte II)
« Risposta #89 il: 23 Gennaio, 2013, 12:16:03 pm »
Con un sistema bipartitico ci sarebbero meno salti della quaglia da uno schieramento all'altro, mentre 'sti gruppetti che campano di misere percentuali politiche sono un coacervo di frammentazione politica persino al loro interno col risultato che alcuni di questi si sono scissi addirittura tra di loro e alcuni appartenenti agli stessi si sono rivelati determinanti nel far cadere la propria coalizione in cambio di vitalizi, posti da sottosegretario, in cambio di una comoda rielezione nella successiva legislatura: Scilipoti e Razzi,ma pure Dini con Prodi ne sono un esempio chiarissimo di tale situazione e quando vanno al governo dimostrano ancora di più la propria incapacità politica a governare perché per lo più affetti dal populismo più bieco.

Mi devi spiegare che significa "partito di Lotta e di Governo", espressione usata dall'ex presidente Bertinotti. Mi devi spiegare come fanno a convivere posizioni a favore e anti Nato, Tav e quant'altro quando si deve votare una legge al riguardo o semplicemente decidere l'intervento militare in una zona critica. Parli di Grillo poi e della sua "coerenza". Beh io ti dico solo che è una coerenza di facciata, perché il personaggio in questione è l'emblema dell'incoerenza. È uno che fa primarie farlocche via internet, magnificandone il mezzo come strumento di democrazia, e che all'inizio degli anni '80 faceva il luddista distruggendo i computer nei suoi spettacoli, un personaggio che a me ricorda tantissimo e in modo inquietante quello di "Quinto Potere", film che ti consiglio di vedere.

Se mi parli di programma del Pd, almeno a grandi linee, pur non condividendone strategie, in sostanza so a cosa mi riferisco. Se mi parli del programma di Grillo, faccio fatica a capire che misure anti crisi voglia mettere in atto. Se mi parli di quello di Ingroia e Di Pietro poi vorrei che ce ne fosse uno a spiegarmi che cazzo vogliono fare questi se vengono eletti o entrano a far parte del governo o dell'opposizione e via dicendo. A me pare che l'improvvisazione e il populismo siano proprio parte costituente del dna di 'sti movimenti politici e partitici, il cui unico scopo è quello di erodere il consenso nei confronti dei più grandi senza alcuna linea programmatica.
misure anticrisi il pd? ma se lo stesso avesse conosciute perché non le ha proposte l'anno scorso anziché vendere il culo ai tecnici? perché non si sono opposti a quelle riforme che hanno approvato e che ora vorrebbero togliere?

Trasformismo galoppante...demagogia da quattro soldi

Ieri il segretario e candidato premier del Pd ha annunciato come sua priorità l'abbattimento della spesa militare per la fabbricazione degli F35. Solo il 28 marzo scorso il gruppo alla Camera del Pd ha confermato l'acquisto degli aerei da guerra.

 vai a vedere che molte cose portate avanti dal pd le hanno fatte solo sulla scia di quello che è stato fatto da grillo (vedi ste presunte parlamentarie che hanno avuto lo stesso peso di quelle fatte da grillo, ovvero portare sempre le stesse persone in liste in regioni che non gli appartengono). anziché richiedere una legge che imponga che non possano esservi salti della quaglia stiamo a chiedere il sistema bipartitico dove governerebbe praticamente solo uno dei due partiti senza alcuna opposizione renditene conto.  non ci sarebbe proprio bisogno di fare alcun salto della quaglia
« Ultima modifica: 23 Gennaio, 2013, 12:21:58 pm da acquaLOTA »



Offline Alemao

  • *
  • Registrazione: Giu 2011
  • Post: 19747
  • È ora di dire pasta alle diete crudeli.
Re:Elezioni politiche 2013 (parte II)
« Risposta #90 il: 23 Gennaio, 2013, 12:23:20 pm »
misure anticrisi il pd? ma se lo stesso avesse conosciute perché non le ha proposte l'anno scorso anziché vendere il culo ai tecnici? perché non si sono opposti a quelle riforme che hanno approvato e che ora vorrebbero togliere? vai a vedere che molte cose portate avanti dal pd le hanno fatte solo sulla scia di quello che è stato fatto da grillo (vedi ste presunte parlamentarie che hanno avuto lo stesso peso di quelle fatte da grillo, ovvero portare sempre le stesse persone in liste in regioni che non gli appartengono). anziché richiedere una legge che imponga che non possano esservi salti della quaglia stiamo a chiedere il sistema bipartitico dove governerebbe praticamente solo uno dei due partiti senza alcuna opposizione renditene conto.  non ci sarebbe proprio bisogno di fare alcun salto della quaglia

Tu puoi criticare in base a ciò che conosci ed è manifesto. Mi devi dire però che proponevano Grillo (di cui mi è chiara solo la riforma del parlamento: poi il nulla), Vendola, cosa proporranno Ingroia, la lista arancione, se eletti, cosa ha proposto di Di Pietro cosa i compagni vari ed eventuali nella galassia di sigle e siglette in cui si sono frammentati in questi anni, quali ricette anti crisi in sostanza hanno questi personaggi e partitini per uscire dalla crisi. Io non ne leggo e non ne vedo nessuna. Vedo solo scontri e ripicche tra Vendola e Ingroia, chillat che prima dice di essere accomunato alle battaglie di Forza Nuova e poi a Salerno in comizio afferma di avere avuto genitori antifascisti. Insomma le solite cose.
« Ultima modifica: 23 Gennaio, 2013, 12:24:54 pm da Alemao »

John Belushi? No, più simile a Germano Bellavia

Offline acquaLOTA

  • *
  • Registrazione: Lug 2010
  • Post: 12056
  • Località: casoria
  • Sesso: Maschio
  • No To Racism!Balotelli Turkey Lovers
Re:Elezioni politiche 2013 (parte II)
« Risposta #91 il: 23 Gennaio, 2013, 12:32:03 pm »
Tu puoi criticare in base a ciò che conosci ed è manifesto. Mi devi dire però che proponevano Grillo (di cui mi è chiara solo la riforma del parlamento: poi il nulla), Vendola, cosa proporranno Ingroia, la lista arancione, se eletti, cosa ha proposto di Di Pietro cosa i compagni vari ed eventuali nella galassia di sigle e siglette in cui si sono frammentati in questi anni, quali ricette anti crisi in sostanza hanno questi personaggi e partitini per uscire dalla crisi. Io non ne leggo e non ne vedo nessuna. Vedo solo scontri e ripicche tra Vendola e Ingroia, chillat che prima dice di essere accomunato alle battaglie di Forza Nuova e poi a Salerno in comizio afferma di avere avuto genitori antifascisti. Insomma le solite cose.
ma guarda che misure anticrisi non significa nulla, per uscire dalla crisi servono tante cose, significa anche ridare credibilità al paese non solo economica ma anche etica. ridare credibilità alla politica e alle istituzioni.

 io non ho detto che apprezzo grillo ma che lo vedo coerente con le sue battaglie, poi il suo discorso su casapound veditelo integrale che tagliato ha fatto un bell'effetto e tu sicuramente avrai guardato quello. informati meglio anche tu su grillo.

detto ciò credo e spero che la maggioranza vada al pd ma spero allo stesso modo che queste minoranze possano entrare in parlamento a tutela di molti diritti che spesso i cari parlamentari si dimenticano. il male assoluto ovviamente è il pdl e i centristi.

m5s tutela una parte dei cittadini come ho detto prima ecco perché secondo me sono indispensabili alla camera e al senato, per poter portare avanti battaglie ch altrimenti nessuno si preoccuperebbe (come decurtare i vitalizi ai parlamentari e ai senatori) o sensibilizzare su una svolta ecologica di tutto il paese. anche questi temi possono essere misure anticrisi, investire nel ecologico non è cosa da poco visto che per anni i nostri governatori non l'hanno mai fatto.



Offline Alemao

  • *
  • Registrazione: Giu 2011
  • Post: 19747
  • È ora di dire pasta alle diete crudeli.
Re:Elezioni politiche 2013 (parte II)
« Risposta #92 il: 23 Gennaio, 2013, 12:47:06 pm »
ma guarda che misure anticrisi non significa nulla, per uscire dalla crisi servono tante cose, significa anche ridare credibilità al paese non solo economica ma anche etica. ridare credibilità alla politica e alle istituzioni.

 io non ho detto che apprezzo grillo ma che lo vedo coerente con le sue battaglie, poi il suo discorso su casapound veditelo integrale che tagliato ha fatto un bell'effetto e tu sicuramente avrai guardato quello. informati meglio anche tu su grillo.

detto ciò credo e spero che la maggioranza vada al pd ma spero allo stesso modo che queste minoranze possano entrare in parlamento a tutela di molti diritti che spesso i cari parlamentari si dimenticano. il male assoluto ovviamente è il pdl e i centristi.

m5s tutela una parte dei cittadini come ho detto prima ecco perché secondo me sono indispensabili alla camera e al senato, per poter portare avanti battaglie ch altrimenti nessuno si preoccuperebbe (come decurtare i vitalizi ai parlamentari e ai senatori) o sensibilizzare su una svolta ecologica di tutto il paese. anche questi temi possono essere misure anticrisi, investire nel ecologico non è cosa da poco visto che per anni i nostri governatori non l'hanno mai fatto.

Sì, vero, ma in sostanza la domanda che faccio e ripropongo è che senso ha andare a votare quando è chiaro che non c'è, a causa di questa ridicola legge elettorale e del proliferare di movimenti e partiti, la possibilità nemmeno questa volta di avere una legislatura stabile che duri fino alla fine? Io 'sta gente non la voto più, compresi i miei di riferimento, né ho intenzione di votare Grillo, perché le battaglie sulla trasparenza politica dovrebbe anzitutto rivolgerle all'interno del suo stesso movimento prima che in Parlamento e se non è in grado di farlo, mi pare il classico cane che abbaia alla Luna cavalcando l'antipolitica senza paradossalmente proporre nulla di nuovo che non abbia già sentito e visto in 25 anni che seguo 'sti scemi.

John Belushi? No, più simile a Germano Bellavia

Starfred

R: Elezioni politiche 2013 (parte II)
« Risposta #93 il: 23 Gennaio, 2013, 12:56:51 pm »
Ha tremendamente ragione acqualota

Tra l'altro i tavoli con CGIL e sindacati non ci azzeccano niente con il fatto che la democrazia sia maggioritaria o consociativa ma è semplicemente un assetto neocorporativo nato per gestire il sistema di governabilità

Offline kurz

  • *
  • Registrazione: Ott 2009
  • Post: 19015
  • Sesso: Maschio
  • IO HO PAGATO E NUN ME FANNO ENTRÀ
R: Elezioni politiche 2013 (parte II)
« Risposta #94 il: 23 Gennaio, 2013, 13:03:11 pm »
Da ieri ci prestiamo per l'ennesima volta ad una guerra imperialista, questa volta in Mali.

La costituzione è carta straccia e i primi colpevoli sono Pd e Napolitano, sulla questione nessuno sembra essersi interessato forse il miliardo di euro che useremo per bombardare il Mali non ha lo stesso peso degli sprechi della casta.
Ma andatevene nu poco a fanculo vuje e sta gente e merda
gesucrì

Offline Alemao

  • *
  • Registrazione: Giu 2011
  • Post: 19747
  • È ora di dire pasta alle diete crudeli.
Re:R: Elezioni politiche 2013 (parte II)
« Risposta #95 il: 23 Gennaio, 2013, 13:03:48 pm »
Ha tremendamente ragione acqualota

Tra l'altro i tavoli con CGIL e sindacati non ci azzeccano niente con il fatto che la democrazia sia maggioritaria o consociativa ma è semplicemente un assetto neocorporativo nato per gestire il sistema di governabilità

Ma tu proprio non leggi quello che scrivo. È chiaro che ci sia un rapporto stretto tra Pd e Cgil e soprattutto tra Camusso, la Walter Mazzarri in gonnella, e Bersani, prova ne è il fatto che alla vigilia del voto ha espressamente detto ai suoi di votare in massa per Bersani intervistata dalla Annunziata. Ma quali tavoli? Come non ci azzecca niente? :asd: Questi due sono culo e camicia tra di loro, quando invece il Pd dovrebbe proprio staccarlo il cordone ombelicale dal sindacato di riferimento e in questo mi sento di dare ragione a Grillo, pur non condividendone affatto le parole degne di un Renzo Rosso qualsiasi.


John Belushi? No, più simile a Germano Bellavia

Offline djcarmine

  • *
  • Registrazione: Nov 2009
  • Post: 39235
  • DIABLO VIVE
Re:R: Elezioni politiche 2013 (parte II)
« Risposta #96 il: 23 Gennaio, 2013, 14:54:27 pm »
Da ieri ci prestiamo per l'ennesima volta ad una guerra imperialista, questa volta in Mali.

La costituzione è carta straccia e i primi colpevoli sono Pd e Napolitano, sulla questione nessuno sembra essersi interessato forse il miliardo di euro che useremo per bombardare il Mali non ha lo stesso peso degli sprechi della casta.
Ma andatevene nu poco a fanculo vuje e sta gente e merda

l'ultimo regalo di monti ai suoi sponsor, almeno si spera

ma non ho capito, come mai la francia ha dichiarato guerra al mali? o almeno qual'è il pretesto?
ed io mi sentii in quel momento come una prostituta sverginata dai suoi aguzzini

C. Pazzo 
Noi vinciamo in quanto esistiamo. Vinciamo quando siamo in 60.000 per Napoli-Cittadella e quando ci ricordiamo di Esteban Lopez o di Picchio Varricchio. Vinciamo odiando le strisciate e vivendo in funzione di questa maglia. Vinciamo andando con un paio di amici allo stadio e non guardando la partita in casa da soli in un salotto di Reggio Calabria. Vinciamo quando siamo migliaia ad ogni trasferta, vinciamo quando uno juventino nella nostra città viene additato come essere anormale e malato di scabbia

Offline acquaLOTA

  • *
  • Registrazione: Lug 2010
  • Post: 12056
  • Località: casoria
  • Sesso: Maschio
  • No To Racism!Balotelli Turkey Lovers
Re:R: Elezioni politiche 2013 (parte II)
« Risposta #97 il: 23 Gennaio, 2013, 15:44:54 pm »
l'ultimo regalo di monti ai suoi sponsor, almeno si spera

ma non ho capito, come mai la francia ha dichiarato guerra al mali? o almeno qual'è il pretesto?
per andare a combattere i tuareg del mali che minacciano di non spedire più la manganese e l'uranio in francia.



Offline kurz

  • *
  • Registrazione: Ott 2009
  • Post: 19015
  • Sesso: Maschio
  • IO HO PAGATO E NUN ME FANNO ENTRÀ
Re:R: Elezioni politiche 2013 (parte II)
« Risposta #98 il: 23 Gennaio, 2013, 16:17:53 pm »
I Tuareg del Nord sguinzagliati dal governo precedente si sono messi assieme a quelli di ALQaida (pagati dai mmericani), prima erano tranquilli, ora che stanno coi soldi e le armi (dalla guerra in libia) cercano di pigliarsi il paese, che è guidato da un governo di tre lire, che fondamentalmente fa i cazzi di quello precedente.

Alla Francia va bene che tutto resti così, e manda gli aiuti a questi, il problema è che fino a poco fa quando i tuareg hanno fatto incetta dei paesi del nord del Mali nessuno ha detto una parola, incluso il governo, pensando di tenerli buoni, anzi come detto non sono solo tuareg ma pure gruppi islamici e nazionalisti foraggiati da uno o da un altro paese.
gesucrì

Offline cavallopazzo

  • *
  • Registrazione: Ott 2009
  • Post: 37316
  • Località: petit paris
  • Sesso: Maschio
Re:Elezioni politiche 2013 (parte II)
« Risposta #99 il: 23 Gennaio, 2013, 17:21:47 pm »
mi fanno tutti talmente schifo che davvero sono in difficoltà non so se votare o meno... forse voterò il grillo parlante o al massimo voto agli estremi.