Autore Topic: Politica Italiana [Governo Renzi]  (Letto 182390 volte)  Share 

0 Utenti e 2 Visitatori stanno visualizzando questo topic.

Starfred

Re:Elezioni politiche 2013 (parte II)
« Risposta #20 il: 21 Gennaio, 2013, 13:05:30 pm »
forse qualche laureato in materie scientifiche in più non farebbe male... ad esempio un bel laureato in ing. gestionale come ministro dei trasporti di sicuro non farebbe schifo  :sisi:

ma infatti, a ciascuno il suo assolutamente
non voleva essere un richiamo al tecnicismo eh, anzi mi fa schifo, solo che un minimo di competenza in più ci vuole

in primo luogo dovrebbero essere persone che rispettino il divieto di mandato imperativo...cioè elette non per rappresentare gli interessi di chi l'ha vutat' ma di quelli dell'intera collettività
poi le specializzazioni vengono dopo visto che spesso, tra l'altro, contano un cazzo

Offline Genny Fenny

  • *
  • Registrazione: Apr 2011
  • Post: 21963
  • Voglia di Partenope

Starfred

Re:Elezioni politiche 2013 (parte II)
« Risposta #22 il: 21 Gennaio, 2013, 13:10:15 pm »
ma non è un problema, chiunque piglia un ministero si avvale di team di gente preparata (?) a fare quello che s'adda fa. Per me ognuno potrebbe entrare in politica, farsi la sua legislatura se ci riesce, e togliersi dal cazzo. Il politico come professione è una cosa da debellare con tutte le forze

il politico come professione nasce proprio in seguito ai partiti di massa Pè
in pratica nel momento in cui si iniziò ad utilizzare il suffragio universale, allora il conflitto ideologico e sociale si spostò in Parlamento...ed il politico era l'ideale collegamento tra il dentro ed il fuori, visto che doveva perseguire ideologie generali
nello stato liberale erano professionisti che rappresentavano un sistema monoclasse e che fuori dal parlamento si riducevano a 4-5 circoli sociali dove si guardavano i pesci
io sinceramente non sono contro la figura del politico di professione ma contro quella del mariuolo legalizzato

Offline peppere

  • *
  • Registrazione: Ott 2009
  • Post: 9364
Re:Elezioni politiche 2013 (parte II)
« Risposta #23 il: 21 Gennaio, 2013, 13:17:47 pm »
il politico come professione nasce proprio in seguito ai partiti di massa Pè
in pratica nel momento in cui si iniziò ad utilizzare il suffragio universale, allora il conflitto ideologico e sociale si spostò in Parlamento...ed il politico era l'ideale collegamento tra il dentro ed il fuori, visto che doveva perseguire ideologie generali
nello stato liberale erano professionisti che rappresentavano un sistema monoclasse e che fuori dal parlamento si riducevano a 4-5 circoli sociali dove si guardavano i pesci
io sinceramente non sono contro la figura del politico di professione ma contro quella del mariuolo legalizzato
Si ma facciano quello che devono fare nella loro legislazione e poi vadano a fare altro. E' normale che una volta che ti trovi a decidere quanto avere, quanto fare e quando farlo senza rischiare praticamente nulla, cerchi di tenerti la pagnotta, qualunque siano le tue intenzioni. Mobilità del lavoro, flessibilità e loro stann semp là

Starfred

Re:Elezioni politiche 2013 (parte II)
« Risposta #24 il: 21 Gennaio, 2013, 13:20:26 pm »
Si ma facciano quello che devono fare nella loro legislazione e poi vadano a fare altro. E' normale che una volta che ti trovi a decidere quanto avere, quanto fare e quando farlo senza rischiare praticamente nulla, cerchi di tenerti la pagnotta, qualunque siano le tue intenzioni. Mobilità del lavoro, flessibilità e loro stann semp là

ah questo sicuro, il ricambio è essenziale nonchè un principio democratico che in Italia vale solo per la presidenza della repubblica

Offline ohyess

  • *
  • Registrazione: Lug 2012
  • Post: 5510
  • Sesso: Maschio
Re:Elezioni politiche 2013 (parte II)
« Risposta #25 il: 21 Gennaio, 2013, 13:21:24 pm »
Parliamo di Ingroia, "il nuovo che avanza", dato che l'hai tirato in ballo. Ma Ingroia, scusami eh, ma quale sarebbe l'idea politica dell'Italia di Ingroia? No fammi capire, perché non so al momento eh quale sia il programma per uscire dalla crisi di Ingroia. A me pare il classico chiacchiello alla De Magistris, uno che si crea il partito personale per raccattare voti e pascere tranquillamente in Parlamento. Ma a che serve creare n'at partito? Se ne sentiva la necessità?

vabbè allora pure grillo a che serve...
pure renzi a questo punto a che cazzo serviva....
ma si dai:
andiamo a votare per: berlusconi, alfano, bersani, casini, fini, bocchino, mara carfagna, rosy bindi, franceschini, maroni, calderoli, salvini, ....ecc...

ah no qual'è la tua ricetta?

ah si votiamo compatti per il PD: quale è il programma del PD....ce la faranno a fare una fetenzia di legge sul conflitto di interessi in 2 anni: o dovremo di nuovo appiccicarci per 1 anno sui ricchioni, le bagasce, le coppie di fatto, lo sperma.....

quali magie farebbero bersani&co, tra l'altro sempre gli stessi eh rosi bindi, franceschini, finocchiaro, ecc....quale sarebbe la loro serietà...

non ho detto che lo voterò, ne tantomeno che vincerà....sono daccordo che sarebbe un voto buttato....ma poi penso che devo andare a votare per rosy bindi e mi riviene la voglia di scegliere tra ingroia e grillo, con una forte propensione per il secondo. pensa te
Adesso fuori le palle!

Offline peppere

  • *
  • Registrazione: Ott 2009
  • Post: 9364
Re:Elezioni politiche 2013 (parte II)
« Risposta #26 il: 21 Gennaio, 2013, 13:22:23 pm »
ah questo sicuro, il ricambio è essenziale nonchè un principio democratico che in Italia vale solo per la presidenza della repubblica
e il grosso paradosso è che loro solo dovrebbero decidere di rinunciare a tali privilegi

Offline Alemao

  • *
  • Registrazione: Giu 2011
  • Post: 19747
  • È ora di dire pasta alle diete crudeli.
Re:Elezioni politiche 2013 (parte II)
« Risposta #27 il: 21 Gennaio, 2013, 13:26:17 pm »
vabbè allora pure grillo a che serve...
pure renzi a questo punto a che cazzo serviva....
ma si dai:
andiamo a votare per: berlusconi, alfano, bersani, casini, fini, bocchino, mara carfagna, rosy bindi, franceschini, maroni, calderoli, salvini, ....ecc...

ah no qual'è la tua ricetta?

ah si votiamo compatti per il PD: quale è il programma del PD....ce la faranno a fare una fetenzia di legge sul conflitto di interessi in 2 anni: o dovremo di nuovo appiccicarci per 1 anno sui ricchioni, le bagasce, le coppie di fatto, lo sperma.....

quali magie farebbero bersani&co, tra l'altro sempre gli stessi eh rosi bindi, franceschini, finocchiaro, ecc....quale sarebbe la loro serietà...

non ho detto che lo voterò, ne tantomeno che vincerà....sono daccordo che sarebbe un voto buttato....ma poi penso che devo andare a votare per rosy bindi e mi riviene la voglia di scegliere tra ingroia e grillo, con una forte propensione per il secondo. pensa te

Ma infatti Grillo non serve a un cazzo.

Io sono per il bipolarismo. Soglia di sbarramento altissima, 2 partiti e basta. Solo così si può governare.

John Belushi? No, più simile a Germano Bellavia

Offline ohyess

  • *
  • Registrazione: Lug 2012
  • Post: 5510
  • Sesso: Maschio
Re:Elezioni politiche 2013 (parte II)
« Risposta #28 il: 21 Gennaio, 2013, 13:29:29 pm »
Ma infatti Grillo non serve a un cazzo.

Io sono per il bipolarismo. Soglia di sbarramento altissima, 2 partiti e basta. Solo così si può governare.


e nella tua testa quando riusciranno mai a farla na legge elettorale del genere?
Adesso fuori le palle!

Starfred

Re:Elezioni politiche 2013 (parte II)
« Risposta #29 il: 21 Gennaio, 2013, 13:32:21 pm »
Ma infatti Grillo non serve a un cazzo.

Io sono per il bipolarismo. Soglia di sbarramento altissima, 2 partiti e basta. Solo così si può governare.

io farei una cosa
innanzitutto darei un premio di maggioranza a chi superi il 25% dei voti
la chiamerei legge Acerbo, così, per sport

poi eliminerei l'altro partito perchè così siamo più stabili ancora e si può governare ancora meglio
darei il potere legislativo al Governo, in modo da essere più immediato ancora
magari la possibilità di legiferare tramite decreti legge
poi luass a miezz' proprio il Parlamento, ma a che serve ?

magari ci metto una marcetta su Roma nel frattempo, hai voglia di come sarà stabile il sistema

Offline nickwire

  • *
  • Registrazione: Giu 2011
  • Post: 14302
  • Sesso: Maschio
  • Mitologie sparse
Re:Elezioni politiche 2013 (parte II)
« Risposta #30 il: 21 Gennaio, 2013, 13:32:59 pm »
dopo che Vendola apre a Monti francamente, tutto mi fa schifo. E so arrivato alla negazione della società, dell'umanità e dell'esistenza in generale.

Offline Alemao

  • *
  • Registrazione: Giu 2011
  • Post: 19747
  • È ora di dire pasta alle diete crudeli.
Re:Elezioni politiche 2013 (parte II)
« Risposta #31 il: 21 Gennaio, 2013, 13:35:35 pm »

e nella tua testa quando riusciranno mai a farla na legge elettorale del genere?

Quando qualcuno di buon cuore si metterà a raccogliere firme per eliminare 'sti partitucoli ro cazz e i due principali partiti si renderanno conto una volta per tutte che è meglio fare da soli che sottostare ai ricatti di Maroni, Vendola, Monti, Casini, Grillo, Ingroia, Di Pietro e chillebbivv.

John Belushi? No, più simile a Germano Bellavia

Offline regista

  • *
  • Registrazione: Set 2010
  • Post: 3652
  • Località: Arab? Persian? Turkish? Maroccain?
  • Sesso: Maschio
  • l'ex 'e mammeta
Re:Elezioni politiche 2013 (parte II)
« Risposta #32 il: 21 Gennaio, 2013, 13:36:36 pm »
dopo che Vendola apre a Monti francamente, tutto mi fa schifo. E so arrivato alla negazione della società, dell'umanità e dell'esistenza in generale.
la vita e' piena di delusioni, pensa che una volta ho votato per luxuria che giustamente penso' di lasciare il parlamento per l'isola dei famosi :peppe:
Sappiamo tutti chi e' il porco!
please, no more Vittorio Raio!

Offline nickwire

  • *
  • Registrazione: Giu 2011
  • Post: 14302
  • Sesso: Maschio
  • Mitologie sparse
Re:Elezioni politiche 2013 (parte II)
« Risposta #33 il: 21 Gennaio, 2013, 13:44:50 pm »
la vita e' piena di delusioni, pensa che una volta ho votato per luxuria che giustamente penso' di lasciare il parlamento per l'isola dei famosi :peppe:

c'è gente che per colpa dell'isola dei famosi s'è laureata 6 mesi più tardi, fa tu.

Offline nickwire

  • *
  • Registrazione: Giu 2011
  • Post: 14302
  • Sesso: Maschio
  • Mitologie sparse
Re:Elezioni politiche 2013 (parte II)
« Risposta #34 il: 21 Gennaio, 2013, 13:48:13 pm »
Io sono per il bipolarismo. Soglia di sbarramento altissima, 2 partiti e basta. Solo così si può governare.

Il bipolarismo funziona se la società è bipolarizzata, cosa che in Italia, per varie ragioni, non si può riscontrare.

Approfondimenti non mi va di darne e scriverne, che sto rutt o cazz.

Starfred

Re:Elezioni politiche 2013 (parte II)
« Risposta #35 il: 21 Gennaio, 2013, 13:55:20 pm »
Il bipolarismo funziona se la società è bipolarizzata, cosa che in Italia, per varie ragioni, non si può riscontrare.

Approfondimenti non mi va di darne e scriverne, che sto rutt o cazz.

tra l'altro la pretesa di maggiore stabilità e quindi una modifica della forma di governo cui segue il cambiamento del sistema elettorale (visto che formula elettorale e forma di governo sono concetti strettamenti legati) è da sempre l'incipit di ogni dittatura di destra
"io non posso governare, bisogna semplificare e ridurre gli apparati democratici"

Starfred

Re:Elezioni politiche 2013 (parte II)
« Risposta #36 il: 21 Gennaio, 2013, 13:57:46 pm »
che poi tra l'altro società bipolarizzate non ne esistono...e la terza via inglese di Clegg con i recenti risultati elettorali (e correlate figure di merda successive :look:) ne è un esempio abbastanza lampante

Offline nickwire

  • *
  • Registrazione: Giu 2011
  • Post: 14302
  • Sesso: Maschio
  • Mitologie sparse
Re:Elezioni politiche 2013 (parte II)
« Risposta #37 il: 21 Gennaio, 2013, 14:02:03 pm »
che poi tra l'altro società bipolarizzate non ne esistono...e la terza via inglese di Clegg con i recenti risultati elettorali (e correlate figure di merda successive :look:) ne è un esempio abbastanza lampante

esistono se gli orientamenti ideologici sono molto flessibili, come accade in America.
Dove però non esistono partiti di sezione, ma solo di comitato.

Starfred

Re:Elezioni politiche 2013 (parte II)
« Risposta #38 il: 21 Gennaio, 2013, 14:08:19 pm »
esistono se gli orientamenti ideologici sono molto flessibili, come accade in America.
Dove però non esistono partiti di sezione, ma solo di comitato.

Mah per me il sistema bipolaristico parte da un fatto pratico, cioè che con l'avvento del suffragio universale i due partiti "opposti" per eccellenza del periodo liberale (se non prima, addirittura) accettarono il pluralismo politico legittimandosi a vicenda
poi di lì si sostenne che un sistema bipolaristico rappresenti una società non frazionata...quindi omogenea, che non ha avuto sussulti rivoluzionari ma solo gloriose rivoluzioni...
Infatti mentre nei parlamenti eletti a mezzo proporzionale si "sposta" lì il frastagliamento della società, con conseguente scontro ideologico in quelli bipolaristici si decide sul come utilizzare la cosa comune e le risorse da essa derivate

ma imho è solo un modello...non esistono società omogenee (tantomeno quella inglese) ed in ogni caso un sistema costituzionale di questa maniera non è esportabile all'estero, come del resto non lo è l'intero apparato democratico (non si può mandare a dire agli altri come gestire le proprie funzioni pubbliche senza che vi sia stato un processo storico a portare verso determinate convinzioni)...basta pensare alla stretta correlazione tra il leader di un partito e l'autorità di governo (ecco perchè quelli sono veramente premiers) e alle convenzioni costituzionali tipicamente UK
stabilità per rappresentatività è un concetto che ha condotto solo alle dittature in ambiti diversi da quelli anglosassoni
« Ultima modifica: 21 Gennaio, 2013, 14:09:49 pm da Starfred »

Offline Alemao

  • *
  • Registrazione: Giu 2011
  • Post: 19747
  • È ora di dire pasta alle diete crudeli.
Re:Elezioni politiche 2013 (parte II)
« Risposta #39 il: 21 Gennaio, 2013, 14:10:36 pm »
Il bipolarismo funziona se la società è bipolarizzata, cosa che in Italia, per varie ragioni, non si può riscontrare.

Approfondimenti non mi va di darne e scriverne, che sto rutt o cazz.

Il referendum non passò per pochissimo in passato e fu davvero un peccato. Per me come è o come non è storicamente poco importa. Basta semplicemente che i due partiti principali si mettano in testa una volta per tutte che è impossibile governare e sottostare ai ricatti del partitino di turno. Quando accadrà, sarà un bene per l'Italia, altrimenti si cambierà governo ogni 2 anni.

John Belushi? No, più simile a Germano Bellavia