Autore Topic: Living in the Material World (Martin Scorsese, 2011)  (Letto 1937 volte)  Share 

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline wendell

  • *
  • Registrazione: Ott 2009
  • Post: 35342
  • Sesso: Maschio
Living in the Material World (Martin Scorsese, 2011)
« il: 20 Luglio, 2012, 17:43:54 pm »


Interviste, foto, rvm, musica... è un documentario nell'accezione più giornalistico-televisiva del termine. Non è quindi valutabile dal punto di vista cinematografico.
Lo si potrebbe scomporre in tre parti: genesi dei Beatles, ascesa del gruppo e carriera solista di Harrison.
I primi due frammenti sono di gran lunga i più interessanti, mostrando in che modo le istanze musicali e spirituali del chitarrista si innestavano nel gruppo e in che misura ne rimanevano al di fuori. L'ultima ora (durata complessiva 3h40') è terribilmente noiosa, indugia troppo sul misticismo e sulla ricaduta che esso ebbe nell'ingenua produzione solistica di Harrison.
ho cercato di capire cosa sei.....terrificante.

Offline vechabla

  • *
  • Registrazione: Nov 2009
  • Post: 25713
  • Località: Regno di Napoli
  • Sesso: Maschio
  • You Want It Darker
Re:Living in the Material World (Martin Scorsese, 2011)
« Risposta #1 il: 10 Agosto, 2012, 20:52:50 pm »
Wendell mi passi qualche link per scaricarlo,va bene anche qualche streaming :sisi:

p.s All Things Must Pass è un album meraviglioso secondo me.

Ma come? E dove?» gli si chiede increduli. Non la Luna, pallido sasso rivoltante di romanticherie per lagrimosi e pagliazzi sodomiti; ma Marte, per Dio! Marte che, da rossa, ha da si far nera.

Offline wendell

  • *
  • Registrazione: Ott 2009
  • Post: 35342
  • Sesso: Maschio
R: Re:Living in the Material World (Martin Scorsese, 2011)
« Risposta #2 il: 10 Agosto, 2012, 21:43:02 pm »
Wendell mi passi qualche link per scaricarlo,va bene anche qualche streaming :sisi:
:boh:
ho cercato di capire cosa sei.....terrificante.

Offline signor groucho

  • *
  • Registrazione: Gen 2010
  • Post: 15267
Re:Living in the Material World (Martin Scorsese, 2011)
« Risposta #3 il: 11 Agosto, 2012, 07:55:51 am »
Ua, mi ero perso l'uscita di un documentario su George Harrison! Io in adolescenza ho amato alla follia i Bitles, non li rinnego ora anche se ho scoperto musica piu' evoluta. Comunque scegliersi il piu' noioso dei 4 per il documentario e' una grande trovata, sarebbe piu' interessante persino farlo su Pete Best, il silurato... Pero' mi pare di ricordare che all'epoca la moglie Olivia era una bella gnocca!
Alfrè ti conviene abbandonare la conversazione :look:

Offline Guallera V.2

  • *
  • Registrazione: Mar 2011
  • Post: 32741
  • Vietato sognare
Re:Living in the Material World (Martin Scorsese, 2011)
« Risposta #4 il: 13 Settembre, 2013, 18:54:42 pm »
Visto ieri, concordo in toto con l'Achille Bonito Oliva di Frattamaggiore, sarà pure stata una tappa fondamentale ma si da tropp spazio alla parentesi mistico-indiano, e che palle....ma poi sto Harrison che si portava a casa sti santoni indiani che mi davano tanto l'impressione di essere dei magnafranchi tipo il grande Babba in Sono un fenomeno paranormale con Alberto Sordi. Simpatica invece la collaborazione con i Monty Python.
La gravissima aggressione subita in casa, il 30 dicembre del 1999 invece non me la ricordavo affatto, che storiaccia.
Mi ha colpito il tupè di Ringo Starr, da far invidia al Lino Banfi che fu, e l'orrida tintura dei capelli di Paul McCartney, ma perchè ? Site viecche, tenete 70 anni, non mi tingete i capelli che parete dei ricchioni (soprattutto McCartney, mamma mia....).

P.S Ma I got my mind set on you ? E che cavolo, quel maledetto ciglioboschetto di Scorsese, la doveva far sentire.... :nono:
« Ultima modifica: 13 Settembre, 2013, 19:02:38 pm da kohna80 »

Offline vechabla

  • *
  • Registrazione: Nov 2009
  • Post: 25713
  • Località: Regno di Napoli
  • Sesso: Maschio
  • You Want It Darker
Re:Living in the Material World (Martin Scorsese, 2011)
« Risposta #5 il: 13 Settembre, 2013, 19:42:38 pm »
Visto ieri, concordo in toto con l'Achille Bonito Oliva di Frattamaggiore, sarà pure stata una tappa fondamentale ma si da tropp spazio alla parentesi mistico-indiano, e che palle....ma poi sto Harrison che si portava a casa sti santoni indiani che mi davano tanto l'impressione di essere dei magnafranchi tipo il grande Babba in Sono un fenomeno paranormale con Alberto Sordi. Simpatica invece la collaborazione con i Monty Python.
La gravissima aggressione subita in casa, il 30 dicembre del 1999 invece non me la ricordavo affatto, che storiaccia.
Mi ha colpito il tupè di Ringo Starr, da far invidia al Lino Banfi che fu, e l'orrida tintura dei capelli di Paul McCartney, ma perchè ? Site viecche, tenete 70 anni, non mi tingete i capelli che parete dei ricchioni (soprattutto McCartney, mamma mia....).

P.S Ma I got my mind set on you ? E che cavolo, quel maledetto ciglioboschetto di Scorsese, la doveva far sentire.... :nono:
:sad:
Marò il Maharishi che cazz e tip,con quella vocina stridula e quei capelli nzevati  :buondio: :a tra l'altro era pure un grande inciarmone rattusone,tanto e vero che nel testo originale di Saxy Sady(uno dei anti pezzoni del bianco) c'era proprio una denuncia di Lennon nei confrontui del simpatico guru,che pare si mangnasse alcune ragazzine sue discepoli :asd:

Io comunque il film lo tengo salvato su Mysky con tanto di password.L'ho rivisto 3 volte :asd:

P.s Phil Spector,un genio per carità,ma quanto sfaccimma sta inguaiato? :look: :asd:

Ma come? E dove?» gli si chiede increduli. Non la Luna, pallido sasso rivoltante di romanticherie per lagrimosi e pagliazzi sodomiti; ma Marte, per Dio! Marte che, da rossa, ha da si far nera.

Offline Guallera V.2

  • *
  • Registrazione: Mar 2011
  • Post: 32741
  • Vietato sognare
Re:Living in the Material World (Martin Scorsese, 2011)
« Risposta #6 il: 13 Settembre, 2013, 19:49:21 pm »


P.s Phil Spector,un genio per carità,ma quanto sfaccimma sta inguaiato? :look: :asd:
Tra l'altro attualmente dovrebbe stare in galera. Infatti quando l'ho visto nel film, mi sono meravigliato.

P.S. A Sky ultimamente hanno dato pure Marley, sul Bobbone chiavettiere e fattone, che è pure molto interessante, l'hai visto ?

Pero' mi pare di ricordare che all'epoca la moglie Olivia era una bella gnocca!
Per niente!! In gioventù ho visto che era un discreto cesso, poi si è aggiustata nel corso degli anni grazie al palese intervento di botox e bisturi, e diventa una discreta milf. Il chiavatone era Pattie Boyd, la prima moglie che poi Eric Clapton, suo grande amico glielà rubò proprio dal piatto... :cazzimm:
« Ultima modifica: 13 Settembre, 2013, 19:55:37 pm da kohna80 »

Offline joint

  • *
  • Registrazione: Ott 2009
  • Post: 13049
  • Sesso: Maschio
Re:Living in the Material World (Martin Scorsese, 2011)
« Risposta #7 il: 09 Dicembre, 2013, 00:42:14 am »
"L' Achille Bonito Oliva di Frattamaggiore" cit.

Mi sto sentendo male.

AyeyeBrazov

Re:Living in the Material World (Martin Scorsese, 2011)
« Risposta #8 il: 17 Dicembre, 2013, 15:41:39 pm »
George Harrison - Got my mind set on you (HQ)

Offline nickwire

  • *
  • Registrazione: Giu 2011
  • Post: 14344
  • Sesso: Maschio
  • Mitologie sparse
Re:Living in the Material World (Martin Scorsese, 2011)
« Risposta #9 il: 17 Dicembre, 2013, 15:45:08 pm »
Visto ieri, concordo in toto con l'Achille Bonito Oliva di Frattamaggiore

Io e Giovanni siamo connessi telepaticamente, solo che lui è più lesto nel trovare una soluzione pratica ai nostri pensieri :look: