Autore Topic: Ingegneria alla Federico II  (Letto 71486 volte)  Share 

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline Rage

  • *
  • Registrazione: Ott 2009
  • Post: 5187
  • Località: Derby (UK)
  • Sesso: Maschio
  • raggia
Re:Ingegneria alla Federico II
« Risposta #20 il: 28 Giugno, 2012, 10:32:06 am »
a me questa pare una bestemmia, come si fa a fare qualcosa che non ti piace? il lavoro è passione non schiavismo e lo è anche lo studio. cioé io dovrei parlare di aerei quando non so manco come cazzo volano e nemmeno mi interessa? questa è la rovina della società moderna in cui si pensa che la laurea sia un percorso obbligato, un prolungamento del liceo insomma. ma non è così la laurea è per pochi che davvero la desiderano è (o dovrebbe essere) qualcosa di importante non un pezzo di carta straccia. e adesso comincerete con la solita solfa che le aziende così vogliono...  :asd:

Non ho mica detto che sono d'accordo con l'andazzo, ho solo detto che così funziona purtroppo.
Uà, a leggere a vuje pare quasi che uno deve avere una chiamata dal padreterno vestito da Piero Pelù "Vuaaaaaai a ingegnueeeeria!".   Nella diatriba tifo per Rage che [...] all'epoca della discussione della triennale, jette con il capello scuncecato, l'occhio nickuariano e la barbetta alla Castellitto. Foto che valevano molto più di mille parole su quello che ha passato e sta passanne.  
   :look:

Offline domyssj

  • *
  • Registrazione: Gen 2011
  • Post: 20605
  • Località: Secondigliano
  • Sesso: Maschio
Re:Ingegneria alla Federico II
« Risposta #21 il: 28 Giugno, 2012, 10:32:50 am »
cmq mimmo ten ragion, solo che causa pochissime possibilità di lavori decente che non siano il lavoretto sottopagato che puoi fare giusto finchè stai cu mammà e papà per accattarti le scarpe  e scendere la sera, tutti ci provano.

Offline acquaLOTA

  • *
  • Registrazione: Lug 2010
  • Post: 12056
  • Località: casoria
  • Sesso: Maschio
  • No To Racism!Balotelli Turkey Lovers
Re:Ingegneria alla Federico II
« Risposta #22 il: 28 Giugno, 2012, 10:41:54 am »
Non ho mica detto che sono d'accordo con l'andazzo, ho solo detto che così funziona purtroppo.
ma non funziona così solo che ormai tutti so convinti che per fare soldi s'adda piglià una laurea. non è così vi assicuro che mio zio senza laurea ten na pizzeria è fa e megl sord. L'importante è metterci del proprio nelle cose che si fa e perciò dicevo lo sapevate che la maggior richiesta di lavoro viene proprio dall'artigianato? lo sapete che si guadagna molto bene proprio per la scarsezza di concorrenza? allora se volete campare bene anzicchPé prendervi una laurea tutti svalutandone l'iomportanza andate a fare un mestiere manuale. non tutti siamo fatti per laurearci eppure ormai tutti E DICO TUTTI si pigliano ua qualsiasi laurea, perché ormai è diventato un percorso obbligato della nostra vita. e poi nessuno coltiva più i campi. ci lamentiamo che manca il lavoro ma nessuno in raltà ha voglia di alzarsi le maniche e mettersi a faticare, tutti vanno all'università per prolungare il cazzeggio del liceo e ritardare il più possibile il momento di prendersi le responsabilità.

è chest a verità



Offline Rage

  • *
  • Registrazione: Ott 2009
  • Post: 5187
  • Località: Derby (UK)
  • Sesso: Maschio
  • raggia
Re:Ingegneria alla Federico II
« Risposta #23 il: 28 Giugno, 2012, 10:44:55 am »
ma non funziona così solo che ormai tutti so convinti che per fare soldi s'adda piglià una laurea. non è così vi assicuro che mio zio senza laurea ten na pizzeria è fa e megl sord. L'importante è metterci del proprio nelle cose che si fa e perciò dicevo lo sapevate che la maggior richiesta di lavoro viene proprio dall'artigianato? lo sapete che si guadagna molto bene proprio per la scarsezza di concorrenza? allora se volete campare bene anzicchPé prendervi una laurea tutti svalutandone l'iomportanza andate a fare un mestiere manuale. non tutti siamo fatti per laurearci eppure ormai tutti E DICO TUTTI si pigliano ua qualsiasi laurea, perché ormai è diventato un percorso obbligato della nostra vita. e poi nessuno coltiva più i campi. ci lamentiamo che manca il lavoro ma nessuno in raltà ha voglia di alzarsi le maniche e mettersi a faticare, tutti vanno all'università per prolungare il cazzeggio del liceo e ritardare il più possibile il momento di prendersi le responsabilità.

è chest a verità

In tutta onestà devo dire che stai sviando.
Io ho detto intraprendi il percorso universitario, sgobba e prenditi la responsabilità della scelta fatta; poi non importa che non sei un appassionato dei fratelli Wright o non conosci a memoria tutti gli ultimi velivoli.

Stai parlando di un altro fatto... parli un po' come i nonnetti che credono che all'università si perda tempo  :sisi:  :ok: :asd:

Se non sei portato te ne accorgi perchè non totalizzi 7-8 esami all'anno e allora devi cambià aria, nun fa pe' te.

Giusto per ribadire. Ti va di studiare 10 ore al giorno? Sì? Allora iscriviti all'università... altrimenti truovete na fatica.
« Ultima modifica: 28 Giugno, 2012, 10:47:10 am da Rage »
Uà, a leggere a vuje pare quasi che uno deve avere una chiamata dal padreterno vestito da Piero Pelù "Vuaaaaaai a ingegnueeeeria!".   Nella diatriba tifo per Rage che [...] all'epoca della discussione della triennale, jette con il capello scuncecato, l'occhio nickuariano e la barbetta alla Castellitto. Foto che valevano molto più di mille parole su quello che ha passato e sta passanne.  
   :look:

Offline signor groucho

  • *
  • Registrazione: Gen 2010
  • Post: 15267
Re:Ingegneria alla Federico II
« Risposta #24 il: 28 Giugno, 2012, 10:46:50 am »
Ragioniè, c'è chi sostiene che i migliori ingegneri vengano dal classico. Forse perché hanno conoscenze classiche e perché lo scientifico non ti prepara assolutamente bene nelle scienze, la matematica che si fa al liceo raramente è fatta bene e non ha nulla a che vedere con la vera matematica.

Quando mi iscrissi io il test era suddiviso in parti di logica, di italiano, di matematica, di chimica e di fisica. Inutile farti il culo con integrali e derivate, tanto ci dovrebbero essere i precorsi che ti insegnano analisi zero, e gli integrali li farai ad analisi uno.

Io ho fatto ingegneria e se se tornassi indietro farei altro. Napoli ha un buon livello di professori ma ha due problemi, il primo è l'organizzazione pietosa dei corsi e la suddivisione dei programmi nei crediti formativi; la seconda è il numero degli studenti, che annulla il rapporto con i docenti e riesce difficilmente a stimolarti finché non arrivi praticamente alla fine. Tieni conto poi che ingegneria è costituita da un anno e mezzo di esami di base, di matematica, informatica, economia, fisica, chimica, geometria, e poi passa piano piano ad approfondire gli argomenti specifici del corso di laurea, che comunque si basano molto su matematica e fisica.

Laureato, l'ingegnere, anche in periodo di crisi, è quello che ha più facilità a trovare lavoro, anche se non è così scontato. Io sto ancora cercando ad esempio ma ho fatto diversi colloqui, un umanista manco quelli avrebbe fatto.

Concludo dicendoti che ingegneria è tosta davvero, ti devi fare un culo così perché per quanto tu sia intelligente e brillante, devi comunque studiare molto. L'unico modo per riuscirci in maniera elegante è amare ciò che si fa. Ora, se potessi tornare indietro, rinuncerei anche a soldi, ovvero ad una busta paga meno ricca di quelle che mi si prospettano da ingegnere, pur di fare qualcosa che amo. Per cui il mio consiglio è quello di pesare bene le cose, qualsiasi scelta farai potrà condizionare il tuo futuro, scegli ciò che ti piace davvero perché se ci devi buttare il sangue ne deve valere la pena.
Alfrè ti conviene abbandonare la conversazione :look:

Offline acquaLOTA

  • *
  • Registrazione: Lug 2010
  • Post: 12056
  • Località: casoria
  • Sesso: Maschio
  • No To Racism!Balotelli Turkey Lovers
Re:Ingegneria alla Federico II
« Risposta #25 il: 28 Giugno, 2012, 10:47:23 am »
In tutta onestà devo dire che stai sviando.
Io ho detto intraprendi il percorso universitario, sgobba e prenditi la responsabilità della scelta fatta; poi non importa che non sei un appassionato dei fratelli Wright o non conosci a memoria tutti gli ultimi velivoli.

Stai parlando di un altro fatto... parli un po' come i nonnetti che credono che all'università si perda tempo  :sisi:  :ok: :asd:
ma non mi pare proprio: ho detto e lo ripeto non ha senso mettersi a fare l'università sapendo che studi ingegneria che è difficile e nemmeno ti è mai interessata! ti puoi pigliare puer una laurea con tutti 18 ma poi che senso ha? se lo scopo è solo il lavoro allora metti a fare un lavoro manuale. al raggioniere non glie ne passa manco per il cazzo di pigliarsi una laurea solo che come tutti gli adolescenti pensa che per poter lavorare l'unica soluzione sia iscriversi all'università. capito? non m pare di aver sviato anzi il punto è proprio quello. poi che uno che va na chiavica al liceo ma ha intenzione di iscriversi all'università perché gli piace e magari esce con il 100 e lode è un altro discorso ma non è il caso del ragioniere da quel che ho potuto leggere e capire.



Offline duracell

  • *
  • Registrazione: Ago 2011
  • Post: 5081
  • pochooo pochooo!
Re:Ingegneria alla Federico II
« Risposta #26 il: 28 Giugno, 2012, 11:20:16 am »
Ragazzi, fra qualche settimana mi iscrivo alla facolta' di Ingegneria Aerospaziale della Federico II.

Dato che noto che ci sono moltissimi studenti di ingegneria in questo forum, ho bisogno di informazioni varie riguardo il mondo italiano dell'ingegneria e di Napoli in particolare:

  • Sbocchi lavorativi quali sono e ce ne sono ?
  • Qualita' dei docenti della Federico II ?
  • Il test attitudinale e' difficile ? Cosa devo sapere per passarlo ?
  • Non faccio matematica dal terzo anno del liceo: sto inguaiatissimo o faro' tutto d'accapo all'universita' ?

Grazie mille ragazzi !!



Non fai matematica dal terzo anno?.... stai inguaiato! ti do un consiglio, iscriviti ad ingegneria se e solo se ti piacciono la fisica e la matematica... non farti ingannare dalle astronavi dallo spazio ecc ecc, se parti con questo pensiero rimarrai deluso.
Ad analisi 1 farai quasi tutto da capo, ma ad una velocità difficile da sostenere anche per chi se ne è uscito dal liceo con ottime conoscenze!

I prof sono bravissimi, non tutti naturalmente, e avrai a che fare con pezzi grossi che ti faranno un culo così.

I test attitudinali? Non posso risponderti, dipende dalle conoscenze che hai... ti consiglio vivamente di spengnere il computer ed iniziare già da mo a studiare.

Pensaci bene, ti aspett una vita dura, e non ne vale neanche la pena secondo me... ti deve solo piacere

Offline Lovercraft

  • *
  • Registrazione: Ott 2009
  • Post: 13507
  • Località: Canterbury - Kent
  • Sesso: Maschio
Re:Ingegneria alla Federico II
« Risposta #27 il: 28 Giugno, 2012, 11:21:12 am »
Ragioniè iscriviti che si chiava a pazzi!
It's watermelón... INSIDE OF WATERMELÒN!


falceEmarcello

Re:Ingegneria alla Federico II
« Risposta #28 il: 28 Giugno, 2012, 11:22:17 am »
uagliu' ma luamm a miez sta cosa pietosa della passione jamm.
Figurati se a me me ne fotte un cazzo di ingegneria di informatica e di cuolli e cazz mi sono messo sotto ho studiato (poco) e adesso lavoro e porto a pagnott a cas
Se avessi dovuto seguire la mia indole e le mie passioni stess cumbinat checazz anche perche' non penso che si guadagni molto a stare jettato ngopp o divan a vere' a television o a fumarsi le canne o a pazzia a basket e quant'altro
Le cose te le devi fare pure piacere

Offline Rage

  • *
  • Registrazione: Ott 2009
  • Post: 5187
  • Località: Derby (UK)
  • Sesso: Maschio
  • raggia
Re:Ingegneria alla Federico II
« Risposta #29 il: 28 Giugno, 2012, 11:26:46 am »
uagliu' ma luamm a miez sta cosa pietosa della passione jamm.
Figurati se a me me ne fotte un cazzo di ingegneria di informatica e di cuolli e cazz mi sono messo sotto ho studiato (poco) e adesso lavoro e porto a pagnott a cas
Se avessi dovuto seguire la mia indole e le mie passioni stess cumbinat checazz anche perche' non penso che si guadagni molto a stare jettato ngopp o divan a vere' a television o a fumarsi le canne o a pazzia a basket e quant'altro
Le cose te le devi fare pure piacere

Ecco... ci sono diverse "tonalità" di gradimento delle materie scientifiche, diciamo che per fare ingegneria ti basta non odiarle. Amarle troppo è deleterio perchè l'ingegnere non è nè un matematico nè un fisico, deve essere molto più pragmatico di quanto crediate.
Uà, a leggere a vuje pare quasi che uno deve avere una chiamata dal padreterno vestito da Piero Pelù "Vuaaaaaai a ingegnueeeeria!".   Nella diatriba tifo per Rage che [...] all'epoca della discussione della triennale, jette con il capello scuncecato, l'occhio nickuariano e la barbetta alla Castellitto. Foto che valevano molto più di mille parole su quello che ha passato e sta passanne.  
   :look:

Offline acquaLOTA

  • *
  • Registrazione: Lug 2010
  • Post: 12056
  • Località: casoria
  • Sesso: Maschio
  • No To Racism!Balotelli Turkey Lovers
Re:Ingegneria alla Federico II
« Risposta #30 il: 28 Giugno, 2012, 11:27:00 am »
uagliu' ma luamm a miez sta cosa pietosa della passione jamm.
Figurati se a me me ne fotte un cazzo di ingegneria di informatica e di cuolli e cazz mi sono messo sotto ho studiato (poco) e adesso lavoro e porto a pagnott a cas
Se avessi dovuto seguire la mia indole e le mie passioni stess cumbinat checazz anche perche' non penso che si guadagni molto a stare jettato ngopp o divan a vere' a television o a fumarsi le canne o a pazzia a basket e quant'altro
Le cose te le devi fare pure piacere
quella che hai descritto tu non è passione ma ozio e a tutti piace oziare.

per passione si intende qualcosa che ti greatifichi, anche riparare un tubo dell'acqua può essere gratificante dipende sempre da quello che piace a te. se uno deve fare solo ciò che gli da la pagnotta al mondo esisterebbero solo ingegneri informatici e le piante le si coltiva con i computer come in matrix.  :look:

ognuno fa scelte di vita, se tu hai scelto di fare un lavoro solo per i soldi allora forse sei un tipo che arrivato a 60 ani non si sarà mai fatto problemi. io credo che la vita sia anche lavoro ma soprattutti piacere e visto che lavorare rappresenta 2/3 della vita di una persona meglio fare ciò che piace.

ci sta un mio vecchio amico che non sapeva un cazzo di matematica e fisica ma era un fanatico del computer, er nu mostr. adesso fatica nell'axenture senza laurea in ing.informatica e non ha avuto bisogno del titolo per fare quello per cui era portato, che gli paiceva insomma.
« Ultima modifica: 28 Giugno, 2012, 11:28:59 am da acquaLOTA »



Offline duracell

  • *
  • Registrazione: Ago 2011
  • Post: 5081
  • pochooo pochooo!
Re:Ingegneria alla Federico II
« Risposta #31 il: 28 Giugno, 2012, 11:29:04 am »
In genere ciò per cui ci si è portati è ciò che gratifica di più.

Offline dostoieschi

  • *
  • Registrazione: Nov 2010
  • Post: 9835
  • Sesso: Maschio
  • There was nothing to fear. Nothing to doubt.
Re:Ingegneria alla Federico II
« Risposta #32 il: 28 Giugno, 2012, 11:39:39 am »
Vince acqualota :sisi:

falceEmarcello

Re:Ingegneria alla Federico II
« Risposta #33 il: 28 Giugno, 2012, 11:40:46 am »
quella che hai descritto tu non è passione ma ozio e a tutti piace oziare.

per passione si intende qualcosa che ti greatifichi, anche riparare un tubo dell'acqua può essere gratificante dipende sempre da quello che piace a te. se uno deve fare solo ciò che gli da la pagnotta al mondo esisterebbero solo ingegneri informatici e le piante le si coltiva con i computer come in matrix.  :look:

ognuno fa scelte di vita, se tu hai scelto di fare un lavoro solo per i soldi allora forse sei un tipo che arrivato a 60 ani non si sarà mai fatto problemi. io credo che la vita sia anche lavoro ma soprattutti piacere e visto che lavorare rappresenta 2/3 della vita di una persona meglio fare ciò che piace.

Invece io penso che la cosa piu' importante sia scindere il lavoro dal piacere e non mischiare mai le due cose. Bisogna lavorare per campare e non campare per lavorare.
In tutto questo io ho fatto ingegneria per abbuscarmi il lavoro con un discorso molto simile a quello che fa simone (che parlandoci chiaro e' leggittimo e giustissimo).
Venivo dal classico (fatto una merda e passato con 37) senza sapere un cazzo di matematica che non solo non mi piaceva ma mi terrorizzava
Non avevo nessuna passione per l'ingegneria se non quella che viene a tutti di montare e smuntare i cazzarielli che trovavo per casa (con risultati tragici)
Non sono mai stato uno studente brillante e non ho mai studiato con particolare passione le pallossisime materie (tranne gli ultimi due anni) di ingengeria, semplicemente l'ho fatto me lo sono fatto piacere non ho preso tutti 18 e nemmeno tutti 30, a finale ho preso 100 vecchio ordinamento che mi permette di guardare in faccia e con orgoglio chiunque e a non sentirmi inferiore a nessuno.
Nel mondo del lavoro essere ingegnere mi ha aiutato tantissimo perche' nun me mett appaur e nient e e nisciun, quando ho fatto i primi colluqui mi volevo inserire come progettista di database, che erano la mia passione, ma ovviamente ho dovuto fingere di essere un esperto java (di cui nun avev fatt manc mai na riga di codice) mi sono messo sotto (come feci con la matematica a ingegneria) me lo sono studiato dentro e fuori e oggi dopo la mia bella gavetta me sto luvann pur e soddisfazion a livello lavorativo e mi sto avvicinando a posizioni piu' vicine alla mia laurea e alla mia conoscenza.
Ci vuole tempo e perseveranza tutto qui e sopratutto il mio consiglio a simone e' quello di non accettare consigli di chi a ingeneria non ci e' proprio andato oppure ci e' andato ed ha mollato  :sisi:


Aggiungo che trovo tristissimo chi pensa di gratificarsi con il lavoro, ma questo e' probabilmente un mio limite, la mia aspirazione non e' certo lavorare per fare quello che mi piace ma e' quello di prendere un grande win for life e campare con 8mila euro al mese senza fa nu cazz ra matin a sera :sisi:
 
« Ultima modifica: 28 Giugno, 2012, 11:43:10 am da F&Marcello »

Offline acquaLOTA

  • *
  • Registrazione: Lug 2010
  • Post: 12056
  • Località: casoria
  • Sesso: Maschio
  • No To Racism!Balotelli Turkey Lovers
Re:Ingegneria alla Federico II
« Risposta #34 il: 28 Giugno, 2012, 11:54:10 am »
Invece io penso che la cosa piu' importante sia scindere il lavoro dal piacere e non mischiare mai le due cose. Bisogna lavorare per campare e non campare per lavorare.
In tutto questo io ho fatto ingegneria per abbuscarmi il lavoro con un discorso molto simile a quello che fa simone (che parlandoci chiaro e' leggittimo e giustissimo).
Venivo dal classico (fatto una merda e passato con 37) senza sapere un cazzo di matematica che non solo non mi piaceva ma mi terrorizzava
Non avevo nessuna passione per l'ingegneria se non quella che viene a tutti di montare e smuntare i cazzarielli che trovavo per casa (con risultati tragici)
Non sono mai stato uno studente brillante e non ho mai studiato con particolare passione le pallossisime materie (tranne gli ultimi due anni) di ingengeria, semplicemente l'ho fatto me lo sono fatto piacere non ho preso tutti 18 e nemmeno tutti 30, a finale ho preso 100 vecchio ordinamento che mi permette di guardare in faccia e con orgoglio chiunque e a non sentirmi inferiore a nessuno.
Nel mondo del lavoro essere ingegnere mi ha aiutato tantissimo perche' nun me mett appaur e nient e e nisciun, quando ho fatto i primi colluqui mi volevo inserire come progettista di database, che erano la mia passione, ma ovviamente ho dovuto fingere di essere un esperto java (di cui nun avev fatt manc mai na riga di codice) mi sono messo sotto (come feci con la matematica a ingegneria) me lo sono studiato dentro e fuori e oggi dopo la mia bella gavetta me sto luvann pur e soddisfazion a livello lavorativo e mi sto avvicinando a posizioni piu' vicine alla mia laurea e alla mia conoscenza.
Ci vuole tempo e perseveranza tutto qui e sopratutto il mio consiglio a simone e' quello di non accettare consigli di chi a ingeneria non ci e' proprio andato oppure ci e' andato ed ha mollato  :sisi:


Aggiungo che trovo tristissimo chi pensa di gratificarsi con il lavoro, ma questo e' probabilmente un mio limite, la mia aspirazione non e' certo lavorare per fare quello che mi piace ma e' quello di prendere un grande win for life e campare con 8mila euro al mese senza fa nu cazz ra matin a sera :sisi:
 
ma che significa lavorare facendo ciò che ti piace non significa campare per lavorare sono due cose distinte. come tu lavori 8 ore così lavora un idraulico (esempio) ma almeno fa ciò che gli piace :look:.

detto ciò mi sembra più triste fare quello che hai fatto tu ovvero studiato solo per la pagnotta: ma perché non hai fatto il contadino? non ci credo che tu hai fatto ing.informatica senza nemmeno un briciolo di interesse. con quello che hai detto non fai altro che confermare quello che ho detto io: per programmare in java non serve una laurea ma solo rimboccarsi le maniche.



Offline SpamMattia

  • *
  • Registrazione: Ott 2009
  • Post: 22394
  • Sesso: Maschio
Re:Ingegneria alla Federico II
« Risposta #35 il: 28 Giugno, 2012, 11:54:15 am »
innanzi tutto non è vero che non si possa scegliere una facoltà se non si è appassionati di quella cosa ma proprio nel caso di ingegneria è essenziale. ingegneria richiede costanza, presenza ai corsi, studio continuo. insomma ragioniè, è difficile e ti devi fare un culo quadrato. io ho scelto ingegneria perchè c'è molta matematica ma penso di poter parlare più di tutti perchè sono finito a studiare altre cose rispetto a quello che mi aspettavo. ing.chimica alla fine si è rivelato molto diverso. pensi...vabbè mi piace la chimica quindi ci vado bene. e invece di chimica se ne vede pochissima. il mio consiglio a chi si deve iscrivere a ingegneria è semplicemente che gli deve piacere, e molto, la matematica. non fidarti di chi ti dice che gli esami di matematica sono pochi, non è vero! la matematica a ingegneria è in tutti i luoghi, in tutti i laghi non c'è un esame che non richieda preparazione su integrali derivate ecc.il test è una cacata, ti consiglio di non prepararti molto perchè è più formativo se non sai delle cose seguirti il corso integrativo che passare il test a culo.quanto riguarda i professori la qualità è abbastanza alta però ti ripeto ragioniè iscrivendoti alla facoltà di ingegnerika fai una scelta di vita. l'università deve diventare la prima cosa e non potrai scendere e cazzeggiare tutte le sere(come fannol gli economisti :look: ) ma dovrai metterci impegno costante molto più della scuola dal primoall'ultimo giorno di corsi. quindi se non hai costanza ed educazione allo studio lascia proprio perdere

falceEmarcello

Re:Ingegneria alla Federico II
« Risposta #36 il: 28 Giugno, 2012, 12:02:35 pm »
ma che significa lavorare facendo ciò che ti piace non significa campare per lavorare sono due cose distinte. come tu lavori 8 ore così lavora un idraulico (esempio) ma almeno fa ciò che gli piace :look:.

detto ciò mi sembra più triste fare quello che hai fatto tu ovvero studiato solo per la pagnotta: ma perché non hai fatto il contadino? non ci credo che tu hai fatto ing.informatica senza nemmeno un briciolo di interesse. con quello che hai detto non fai altro che confermare quello che ho detto io: per programmare in java non serve una laurea ma solo rimboccarsi le maniche.
vabbe' allora non vuoi capire che voglio dire
intanto se ti rimbocchi le maniche e programmi in java rimarrai sempre programmatore java, sempre che al tuo posto non venga scelto un ingegnere  :asd:
Io ti ho detto come ho "iniziato" a lavorare mettendo da parte la passione e impegnandomi in qualcosa che mi portava un risultato immediato (java) ma non ho detto che sono rimasto a fare quello :contract:
la visione ingegneristica ti permette di mettere mano a piu' cose e di riuscire, sempre se ci metti passione, in piu' cose.
fammi capire allora io uscito dall'universita' mi sarei dovuto sedere a casa e aspettare la chiamata dell'azienda che mi proponeva il lavoro di "ingegnere" ??? se seeee stev ancor aspettann ... mi sono accontentato mi sono inserito e col tempo e con le capacita' se me lo merito arrivero' dove devo arrivare
Poi mimmo si vuo' sfottere e nata cosa perche' non mi dire che il contadino o l'idraulico che si svegliano alle 4 di mattina e si fanno il culo a tarallo e a 40 sono usurati nel fisico e nella mente so chiu' cuntent e me perche' tenen a passion  :look:
A te sembra triste che io abbia studiato per la pagnotta invece di fare il contadino ? a me no e ti assicuro che questo sono i bei discorsi da fare solo quando ti vuoi sparare la posa perche' la vita e' un pochettino diversa.
Ad esempio adesso io sto parlando con te dal mio ufficio con l'area condizionata, se fossi stato contadino starei a spalare merda di cavallo sotto il sole a 40 gradi e ti assicuro che la passione non ti asciutta il sudore
« Ultima modifica: 28 Giugno, 2012, 12:07:40 pm da F&Marcello »

Offline acquaLOTA

  • *
  • Registrazione: Lug 2010
  • Post: 12056
  • Località: casoria
  • Sesso: Maschio
  • No To Racism!Balotelli Turkey Lovers
Re:Ingegneria alla Federico II
« Risposta #37 il: 28 Giugno, 2012, 12:08:29 pm »
vabbe' allora non vuoi capire che voglio dire
intanto se ti rimbocchi le maniche e programmi in java rimarrai sempre programmatore java, sempre che al tuo posto non venga scelto un ingegnere  :asd:
la visione ingegneristica ti permette di mettere mano a piu' cose e di riuscire, sempre se ci metti passione, in piu' cose.
fammi capire allora io uscito dall'universita' mi sarei dovuto sedere a casa e aspettare la chiamata dell'azienda che mi proponeva il lavoro di "ingegnere" ??? se seeee stev ancor aspettann ... mi sono accontentato mi sono inserito e col tempo e con le capacita' se me lo merito arrivero' dove devo arrivare
Poi mimmo si vuo' sfottere e nata cosa perche' non mi dire che il contadino o l'idraulico che si svegliano alle 4 di mattina e si fanno il culo a tarallo e a 40 sono usurati nel fisico e nella mente so chiu' cuntent e me perche' tenen a passion  :look:
A te sembra triste che io abbia studiato per la pagnotta invece di fare il contadino ? a me no e ti assicuro che questo sono i bei discorsi da fare solo quando ti vuoi sparare la posa perche' la vita e' un pochettino diversa
stai tranquillo che uno che ha dovuto mantenere la famiglia andando a fatica a 14 anni lasciando il liceo e gli studi senza possibilità di scelta gli puoi fare tutto meno che discorsi su cosa è la vita  :asd:. Io ho campato senza seguire un obiettivo ma con l'obbligo di fare qualcosa e per questo che posso dire al raggioniere che ha una famiglia e una condizione favorevole fai soloquello che realmente ti interessa.

comunque ripeto secondo il tuo discorso allora sarebbe plausibile che tutti diventino ingegneri perché solo quello ti da lavoro?

infine la parte sul dover stare ad aspettare non c'entra con quello che ho detto io comunque.
 L'idraulico o il contadino sono mestieri e c'è chi gli piace svegliarsi alle 4 e curare e coltivare le piante e lo fanno anche con passione, è una scelta di vita. ormai oggi giorno fare certi mestieri lo fai solo se hai passione e non di certo per campare meglio.



Offline signor groucho

  • *
  • Registrazione: Gen 2010
  • Post: 15267
Re:Ingegneria alla Federico II
« Risposta #38 il: 28 Giugno, 2012, 12:11:20 pm »

Aggiungo che trovo tristissimo chi pensa di gratificarsi con il lavoro, ma questo e' probabilmente un mio limite, la mia aspirazione non e' certo lavorare per fare quello che mi piace ma e' quello di prendere un grande win for life e campare con 8mila euro al mese senza fa nu cazz ra matin a sera :sisi:
 

Di questo già capitò che ne parlammo. Io sto cercando lavoro. Mi sveglio da qualche mese ormai la mattina e non so che cazzo fare. Provo ad approfondire qualche argomento, Java, Database, C++, LTE, Radar, tutto ciò che penso potrà servirmi, ma ovviamente fatto così diventa vano. Ti assicuro che è una situazione snervante, l'ozio ha valore solo se accompagnato dal lavoro. Secondo me il tuo discorso è anche figlio del fatto che lavori. Prova a rimanere fermo e vedi come il non avere nulla da fare, passato il transitorio di vacanza, ti debilita. Io ora pagherei per lavorare!
Alfrè ti conviene abbandonare la conversazione :look:

falceEmarcello

Re:Ingegneria alla Federico II
« Risposta #39 il: 28 Giugno, 2012, 12:11:45 pm »
stai tranquillo che uno che ha dovuto mantenere la famiglia andando a fatica a 14 anni lasciando il liceo e gli studi senza possibilità di scelta gli puoi fare tutto meno che discorsi su cosa è la vita  :asd:. Io ho campato senza seguire un obiettivo ma con l'obbligo di fare qualcosa e per questo che posso dire al raggioniere che ha una famiglia e una condizione favorevole fai soloquello che realmente ti interessa.

comunque ripeto secondo il tuo discorso allora sarebbe plausibile che tutti diventino ingegneri perché solo quello ti da lavoro?

infine la parte sul dover stare ad aspettare non c'entra con quello che ho detto io comunque.
 L'idraulico o il contadino sono mestieri e c'è chi gli piace svegliarsi alle 4 e curare e coltivare le piante e lo fanno anche con passione, è una scelta di vita. ormai oggi giorno fare certi mestieri lo fai solo se hai passione e non di certo per campare meglio.

vabbuo' ja hai ragion
ti riporto solo questo pezzettino

Ad esempio adesso io sto parlando con te dal mio ufficio con l'area condizionata, se fossi stato contadino starei a spalare merda di cavallo sotto il sole a 40 gradi e ti assicuro che la passione non ti asciutta il sudore